Bitcoin, una nuova rete per velocizzare le transazioni

Una startup Bitcoin lavora a un modo per velocizzare le transazioni finanziarie da e verso la blockchain, un modo per garantire quell'economia di scala che secondo alcuni al momento manca nella tecnologia BTC

Blockchain è una startup già nota per la realizzazione del wallet più popolare presso l’utenza Bitcoin, e ora la società intende replicare il risultato con un nuovo progetto open source pensato per garantire velocità alle transazioni finanziarie sulla rete BTC.

Uno dei problemi di Bitcoin, non a caso evidenziato da chi ha già descritto come spacciata la tecnologia della criptomoneta virtuale, è il tempo necessario alla blockchain per registrare correttamente una transazione con relativo passaggio di un tot di BTC da un “portafoglio” digitale all’altro: occorrono dai dieci a i venti minuti per la conferma della transazione da parte dei server che partecipano alla rete Bitcoin.

Una soluzione teorica alla lentezza nella conferma delle transazioni arriva dalla tecnologia Lightning , network alternativi capaci di girare in maniera indipendente dalla blockchain principale e di registrare/confermare una transazione nel giro di pochi secondi grazie a contratti “smart” che non necessitano di essere riconosciuti istantaneamente da tutti i nodi della rete.

La società Blockchain ha quindi avviato l’implementazione pratica di Lightning con Thunder Network , la prima versione “utilizzabile” della tecnologia di network BTC alternativi il cui codice (alpha) è disponibile sotto licenza open source e quindi interamente verificabile dalla community.

Le potenzialità di Thunder sono notevoli, almeno sulla carta , visto che si parla di 100mila diverse transazioni processabili al secondo contro le 56mila transazioni per secondo supportate dal network Visa: al momento il celebre circuito finanziario gestisce in media 2.000 transazioni al secondo mentre Blockchain ne gestisce 1,3, quindi, con la nuova rete, Bitcoin dovrebbe avere un futuro garantito anche dal punto di vista tecnico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    TIM Prime t'imprime...
    ... un bel calcio nel cu! :p
  • chatsim srl scrive:
    Roaming
    Do you want to save on roaming costs while travelling all around the world? Try ChatSim! ChatSim is the first SIM that lets you exchange unlimited instant messages and emoji, in more than 150 countries, using the most popular instant messaging apps, for only 10 euros/year, even without a WiFi connection. ChatSim can connect to the roaming operators, without charging in roaming. It can connect to more than 400 roaming operators. You can use: WhatsApp, Facebook Messenger, WeChat, Telegram, BBM, Line, Kik, Hike, Kakao, and QQi. ChatSim also works with 4G technology and has an automatic firewall that is able to block unwanted data traffic up to 90%. If you want to know more about ChatSim Unlimited, visit our website: chatsim.com/en
  • Patik scrive:
    società
    Scopo delle aziende è guadagnare il più possibile.Scopo dei politici è arrivare alla sedia (e rimanerci), guadagnare ed avere potere.Scopo dei cittadini è spendere il meno possibile e vivere meglio.E' sempre un tira-molla fra queste tre entità, con la precisazione che l'ultima (i cittadini) è una entità acefala e scoordinata destinata, per sua stessa natura, a perdere sempre (a parte vittorie di Pirro momentanee).Questo si applica ad ogni aspetto della vita sociale.
  • il fuddaro scrive:
    devono sparire
    Io proporrei di non dargli nemmeno più un centesimo. Dovremmo farli fallire tutti.Se continui ad ingrassare la XXXXX, il gioco rende ed è redditizio per questi truffatori.
  • Pepsi scrive:
    Classica bastardata telecom
    O cambi operatore o cambi profilo tariffario non prime, ma se hai un contratto da 24 mesi devi pagare comunque tutti i mesi non usufruiti.A queste sanguisuga dovrebbero dargli una multa da 100 milioni di euro e prezzi bloccati per 10 anni, cosi vediamo se ci riprovano.
Chiudi i commenti