Blue-ray (ri)conquista Apple

La casa della Mela è entrata a far parte del consorzio che promuove il formato: in futuro potrebbe fare capolino sui Mac come supporto di memorizzazione per il video ad alta definizione
La casa della Mela è entrata a far parte del consorzio che promuove il formato: in futuro potrebbe fare capolino sui Mac come supporto di memorizzazione per il video ad alta definizione


Cupertino (USA) – Nella guerra che vede contrapposti gli standard HD DVD e Blu-ray, Apple si è schierata a favore di quest’ultimo formato. La mamma del Mac è infatti entrata a far parte della Blu-ray Disc Association ( BDA ) e come membro del comitato direttivo si propone di promuovere il neo standard là dove oggi questo appare più debole: il mercato consumer.

Apple ha intenzione di fare di Blu-ray il formato standard per l’archiviazione del video in alta definizione (HD), una tecnologia già supportata nei suoi più recenti prodotti per la creazione di contenuti, tra cui iMovie HD, Final Cut Express HD e Final Cut Pro HD. La prossima versione di QuickTime, la 7, supporterà inoltre l’H.264 Advanced Video Codec (AVC), lo stesso adottato sui DVD di nuova generazione. La società di Cupertino non ha tuttavia ancora svelato quando inizierà a montare drive Blu-ray sui propri computer.

“Apple è lieta di entrare a far parte del consiglio della Blu-ray Disc Association in quanto conseguenza del nostro impegno nel guidare il segmento consumer verso l’adozione dell’HD”, ha affermato Steve Jobs, CEO di Apple. “I clienti stanno già creando incredibili contenuti in HD con le applicazioni di video editing come iMovie HD e stanno impazientemente aspettando un modo per masterizzare i propri DVD in alta definizione”.

I supporti Blu-ray Disc avranno una capacità cinque volte superiore rispetto ai DVD di oggi: un Blu-ray Disc single-layer contiene fino a 25 gigabyte di dati mentre il Blu-ray double-layer può contenere fino a 50 gigabyte di dati.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 03 2005
Link copiato negli appunti