Bologna, la Card diventa Supercard

La Carta nazionale dei servizi abbinata alle transazioni via BANKPASS viene attivata in queste ore per offrire accesso via Internet a servizi comunali e strumenti di pagamento
La Carta nazionale dei servizi abbinata alle transazioni via BANKPASS viene attivata in queste ore per offrire accesso via Internet a servizi comunali e strumenti di pagamento


Bologna – A poche settimane dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del regolamento di utilizzo , è ufficialmente partito a Bologna il progettone che intende sperimentare la diffusione della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) attraverso BANKPASS Web, il “portafoglio virtuale” per i pagamenti online con carte di credito e Pagobancomat.

Con l’avvio del progetto, il Comune può offrire alle categorie di imprese e cittadini che saranno via via inclusi, la possibilità di usare nuovi strumenti di pagamento via Internet per l’accesso ai servizi che il Comune stesso mette a disposizione.

Il progetto pilota che coniuga Carta servizi e pagamenti garantiti coinvolge numerosi soggetti: e-Committee (Comitato di Coordinamento delle Infrastrutture per l’e-banking costituito dall’ABI nel 2000), CNIPA, ACTALIS, SSB e UniCredit Banca.

L’idea è quella di portare i servizi CNS/BANKPASS a tutta Bologna e poi nelle altre città. Si inizia con i professionisti del comparto Edilizia, che sono oggi in grado di fruire dei servizi del Comune e dell’Amministrazione con il nuovo sistema.

I servizi vanno dalla possibilità di prenotare un appuntamento alla presentazione di una Denuncia di Inizio Attività (DIA) allo Sportello Edilizia ed Imprese, al pagamento di cartografie, documenti o visure. Il tutto, dicono i promotori dell’iniziativa, con “maggiore sicurezza” che in passato. “L’utente infatti – si legge in una nota – può selezionare carte di debito e PagoBancomat e, in futuro, altre modalità per effettuare i pagamenti in Internet senza dover digitare i propri dati . L’autenticazione del cittadino effettuata con la Carta Nazionale dei Servizi presso l’ufficio dell’amministrazione locale è riconosciuta dal sistema BANKPASS Web come valida e sostitutiva della normale autenticazione basata su identificativo e password”.

L’iniziativa è stata proposta dal CNIPA nell’ambito delle attività programmate per favorire l’uso della Carta Nazionale dei Servizi. Il Comune di Bologna è il primo ente locale ad introdurre la CNS associata a un servizio di pagamento sicuro.

A questo proposito Livio Zoffoli, presidente CNIPA, ha sottolineato che “il sistema BANKPASS Web è al momento l’unico sistema di pagamento integrabile con la maggior parte degli strumenti di pagamento esistenti e non vincolante per l’utente, ossia cittadino o impresa, ad un rapporto con una determinata banca: la piattaforma tecnologica realizzata da e-Committee è infatti condivisa ed utilizzata dalla maggior parte delle banche presenti nelle aree interessate dai progetti di e-government e può essere gestito da più società”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 06 2004
Link copiato negli appunti