Brasile, la guerra dei mondi social

Facebook sorpassa il gigante locale Orkut per 2 milioni di visitatori unici al mese. Il sito in blu vive un periodo di rigogliosa espansione in terra sudamericana. Gettando più di un'ombra sul primato guadagnato dalla piattaforma di Google

Roma – Più di 36 milioni di visitatori unici al mese per l’agognata palma di social network più cliccato in terra brasiliana. Ed è una grande notizia per i vertici di Facebook, che sono finalmente riusciti a sorpassare il gigante locale Orkut nelle preferenze degli utenti sudamericani.

La piattaforma social di Google – il cui controllo era stato consegnato alla divisione brasiliana di BigG nel 2008 – si è così fermata a quota 34,4 milioni di visitatori unici . Battuta sul filo di lana dal gigante in blu che sta vivendo un periodo di crescita esponenziale sul web carioca.

Secondo i dati snocciolati dalla società d’analisi Comscore, il numero di visitatori del sito di Mark Zuckerberg lieviterebbe a ritmi impressionanti, quasi del 200 per cento di anno in anno . Risultati succulenti per Facebook, dal momento che il Brasile è attualmente al quinto posto nella classifica dei paesi più avvezzi alla condivisione social.

Pessime notizie per il grande rivale Orkut, che proprio in terra brasiliana aveva trovato la sua America. Il 60 per cento dell’utenza globale del social network lanciato da Google nel 2004 proviene infatti dal paese sudamericano. Nel dicembre 2010, il numero di visitatori guadagnato da Facebook sfiorava appena i 13 milioni .

Restando in tema di numeri, il nuovo Facebook Advertising Report ha sottolineato come il sito in blu guadagni – per singola impression – il 23 per cento in più rispetto allo scorso anno . Il successo più vistoso è stato ottenuto dalle cosiddette storie sponsorizzate , con un aumento del 46 per cento nel numero totale dei click.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome e cognome col cavolo scrive:
    Concordo con la teoria e non solo
    Mettere la propria identità in rete è gia pericoloso. Commentare notizie e commentare altri commenti con la propria identità è addirittura pericoloso.Facciamo l'esempio di un commento con intenzione ironica ad un intervento di Caio, ma ci dimentichiamo di mettere le emiticons, e non vi è possibilità di editare il messaggio.Chi ha scritto l'intervento sentendosi offeso, magari è gia un paranoico in real, decide di verdicarsi sXXXXXXXndoci in rete.MAI COMMENTARE NOTIZIE O PARTECIPARE AI FORUM CON NOME E COGNOME!
  • iome scrive:
    Teoria dimostrata!
    Effettivamente dovellas e ruppolo scrivevano maree di XXXXXXX.
  • MeX scrive:
    tutti usiamo pseudonomi!
    il problema sono quelli NON REGISTRATI.In DISQUS TUTTI sono registrati
    • tucumcari scrive:
      Re: tutti usiamo pseudonomi!
      - Scritto da: MeX
      il problema sono quelli NON REGISTRATI.
      In DISQUS TUTTI sono registratiEh si....hai ragione sono proprio un problema! :D
      • MeX scrive:
        Re: tutti usiamo pseudonomi!
        [img]http://talesandtails.com/wp-content/uploads/2011/11/im-watching-you-focker.jpg[/img]
        • tucumcari scrive:
          Re: tutti usiamo pseudonomi!
          - Scritto da: MeX
          [img]http://talesandtails.com/wp-content/uploads/2Ecco ho visto e mo?
          • sbrotfl scrive:
            Re: tutti usiamo pseudonomi!
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: MeX


            [img]http://talesandtails.com/wp-content/uploads/2
            Ecco ho visto e mo? :/
    • Wolf01 scrive:
      Re: tutti usiamo pseudonomi!
      Infatti, che sia uno pseudonimo o un nome "reale" almeno si è sicuri che si parla sempre con la stessa persona (tralasciamo registrazioni di più nick da parte della stessa persona per trollare e a meno che lo stesso nick registrato non venga condiviso da più persone, sempre per trollare) e quindi si riesce ad instaurare una discussione a livello più, come dire, "filtrato".Metti ad esempio che in tutti gli interventi di nr: tucumcari siano persone diverse che postano magari anche con punti di vista diversi, uno che tenta di seguire il filo logico che porta l'utente non registrato in questione a dire certe cose probabilmente prende una delle 2 strade: - lo segna come troll e non gli da più credito - diventa schizofrenico a leggere i post di una (reale) personalità multiplaNon è magari il caso di nr: tucumcari in questo istante, ma questo metodo è stato veramente abusato in passato e sicuramente lo sarà ancora in futuro.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: tutti usiamo pseudonomi!
        - Scritto da: Wolf01
        Infatti, che sia uno pseudonimo o un nome "reale"
        almeno si è sicuri che si parla sempre con la
        stessa persona (tralasciamo registrazioni di più
        nick da parte della stessa persona per trollare e
        a meno che lo stesso nick registrato non venga
        condiviso da più persone, sempre per trollare) e
        quindi si riesce ad instaurare una discussione a
        livello più, come dire,
        "filtrato".

        Metti ad esempio che in tutti gli interventi di
        nr: tucumcari siano persone diverse che postano
        magari anche con punti di vista diversi, uno che
        tenta di seguire il filo logico che porta
        l'utente non registrato in questione a dire certe
        cose probabilmente prende una delle 2
        strade:
        - lo segna come troll e non gli da più credito
        - diventa schizofrenico a leggere i post di una
        (reale) personalità
        multiplaCosa che difatti succede spesso...
        Non è magari il caso di nr: tucumcari in questo
        istante, ma questo metodo è stato veramente
        abusato in passato e sicuramente lo sarà ancora
        in
        futuro.Infatti, per questo motivo proporrei la registrazione OBBLIGATORIA su PI, altrimenti non si può intavolare un discorso serio! Dopo che uno possa registrarsi con il nome "Ross il Toro" quello è un discorso personale!
  • Mela avvelenata scrive:
    Non sono molto d'accordo
    In genere le persone approfittando dell'anonimato (reale o presunto tale) tendono a dare il peggio di sè stesse. Fortunatamente non tutti, perchè il buon senso o lo si acquisisce con l'età, oppure arriva dopo aver preso una sprangata nei denti (reale o metaforica).Ciò che mi preoccupa sono soprattutto i giovani, che scrivono XXXXXte utilizzando il loro vero nome e cognome, XXXXXte che al 90% potrebbero rimanete indelebili sul web...XXXXXte di cui probabilmente se ne pentiranno in futuro, ma intanto...Pertanto meglio commenti anonimi trollosi che commenti idioti firmati (e magari con tanto di foto)!
    • tucumcari scrive:
      Re: Non sono molto d'accordo
      - Scritto da: Mela avvelenata
      In genere le persone approfittando dell'anonimato
      (reale o presunto tale) tendono a dare il peggio
      di sè stesse.E questo te lo ha detto il lupo suppongo!No? :D
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: Non sono molto d'accordo
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: Mela avvelenata

        In genere le persone approfittando
        dell'anonimato

        (reale o presunto tale) tendono a dare il peggio

        di sè stesse.
        E questo te lo ha detto il lupo suppongo!
        No?
        :DBasta vedere su PI!
    • brain scrive:
      Re: Non sono molto d'accordo
      - Scritto da: Mela avvelenata
      In genere le persone approfittando dell'anonimato
      (reale o presunto tale) tendono a dare il peggio
      di sè stesse.Se questo è il prezzo da pagare per poter dire verità scomode SENZA timori, ben venga.
    • Sicuro scrive:
      Re: Non sono molto d'accordo

      Ciò che mi preoccupa sono soprattutto i giovani,
      che scrivono XXXXXte utilizzando il loro vero
      nome e cognome, XXXXXte che al 90% potrebbero
      rimanete indelebili sul web...XXXXXte di cui
      probabilmente se ne pentiranno in futuro,XXXXXte XXXXXte XXXXXte.... così tante XXXXXte che potrebbero un giorno pentirsene. Ma allora tanto XXXXXte non sono. Delle due l'una, o sono XXXXXte o sono importanti. O forse i veri cretini sono quelli che giudicano le persone per i post che scrivono su facebook.Nel mondo c'è chi ha fatto le peggio cose, lo sanno tutti ed hanno posti di lavoro anche prestigiosi, a mio avviso forse è meglio far e dire stonz..ate che almeno metà della gente sarà sempre dalla tua parte, se rimani un anonimo nick diplomatico non sei nessuno nel web e neppure nella vita.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: Non sono molto d'accordo
        - Scritto da: Sicuro

        Ciò che mi preoccupa sono soprattutto i
        giovani,

        che scrivono XXXXXte utilizzando il loro vero

        nome e cognome, XXXXXte che al 90% potrebbero

        rimanete indelebili sul web...XXXXXte di cui

        probabilmente se ne pentiranno in futuro,


        XXXXXte XXXXXte XXXXXte.... così tante XXXXXte
        che potrebbero un giorno pentirsene. Ma allora
        tanto XXXXXte non sono. Delle due l'una, o sono
        XXXXXte o sono importanti. O forse i veri cretini
        sono quelli che giudicano le persone per i post
        che scrivono su
        facebook.No, no, talvolta son proprio "XXXXXte"! E belle grosse!
        Nel mondo c'è chi ha fatto le peggio cose, lo
        sanno tutti ed hanno posti di lavoro anche
        prestigiosi, a mio avviso forse è meglio far e
        dire stonz..ate che almeno metà della gente sarà
        sempre dalla tua parte, se rimani un anonimo nick
        diplomatico non sei nessuno nel web e neppure
        nella
        vita.Certo, certo, mr. Sicuro! E di nome farebbe?
        • Sicuro scrive:
          Re: Non sono molto d'accordo


          No, no, talvolta son proprio "XXXXXte"! E belle
          grosse!
          Ma non lo metto in dubbio, sto dicendo che la XXXXXta non determina la tua vita, una cosa è fare XXXXXte, una cosa è essere un vaccone/vaccona. Guarda la cronaca nazionale ma anche quella internazionale: personaggi pubblici con ruoli di responsabilità che fanno di tutto di più e hanno comunque i loro sostenitori e mantengono i loro ruoli, mi secca fare nomi ma pensa ai massimi vertici della formula uno, importanti cariche francesi in viaggio a new york, ex presidenti usa ecc ecc.

          Certo, certo, mr. Sicuro! E di nome farebbe?su facebook ho nome e cognome
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Non sono molto d'accordo
            - Scritto da: Sicuro





            Certo, certo, mr. Sicuro! E di nome farebbe?


            su facebook ho nome e cognomeAnch'io! Ci troviamo la? :D
          • Sicuro scrive:
            Re: Non sono molto d'accordo
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: Sicuro









            Certo, certo, mr. Sicuro! E di nome
            farebbe?





            su facebook ho nome e cognome

            Anch'io! Ci troviamo la? :DGrazie ma non serve, lo uso solo per parenti ed amici stretti, se non ricordo male ho meno di 50 "amici" e dovrei dare un'altra epurata
      • Barone scrive:
        Re: Non sono molto d'accordo
        - Scritto da: Sicuro
        O forse i veri cretini
        sono quelli che giudicano le persone per i post
        che scrivono su
        facebook.bè guarda caro sicuro: se tu scrivi XXXXXte una ogni tanto è ok, anche due, anche dieci. Ma se lo fai quotidianamente, io il dubbio me lo pongo.
        • Sicuro scrive:
          Re: Non sono molto d'accordo

          bè guarda caro sicuro: se tu scrivi XXXXXte una
          ogni tanto è ok, anche due, anche dieci. Ma se lo
          fai quotidianamente, io il dubbio me lo
          pongo.infatti è quello che dicevo io: una cosa è fare scrivere XXXXXte (che dico o che faccio), una cosa è essere un vaccone/vaccona.
    • iome scrive:
      Re: Non sono molto d'accordo
      - Scritto da: Mela avvelenata
      Ciò che mi preoccupa sono soprattutto i giovani,
      che scrivono XXXXXte utilizzando il loro vero
      nome e cognome, XXXXXte che al 90% potrebbero
      rimanete indelebili sul web...lo restano di sicuro.
      XXXXXte di cui
      probabilmente se ne pentiranno in futuro, ma
      intanto...cosi' imparano a spargere ai quattro venti i XXXXX loro.
      Pertanto meglio commenti anonimi
      trollosi che commenti idioti firmati (e magari
      con tanto di foto)!Vedi facebook come una trappola del mortale: l'accorto gira al largo. l'idiota vi cade come una pera, una piccola parte di idioti-non-cosi-idioti riesce ad uscirne, e si salva. Gli altri, nel trappolone, soccombono.Qundo andranno ad un colloquio d lavoro il possibile datore di lavoro si fara un giro su facebook, dira' "questo e' scemo" e non lo assumera'.
      • brain scrive:
        Re: Non sono molto d'accordo
        - Scritto da: iome
        Qundo andranno ad un colloquio d lavoro il
        possibile datore di lavoro si fara un giro su
        facebook, dira' "questo e' scemo" e non lo
        assumera'.Oppure: questa è XXXXXXX, la prendo subito :D
      • Funz scrive:
        Re: Non sono molto d'accordo
        - Scritto da: iome
        Qundo andranno ad un colloquio d lavoro il
        possibile datore di lavoro si fara un giro su
        facebook, dira' "questo e' scemo" e non lo
        assumera'.L'unica loro salvezza è che il povero selezionatore si troverà con n profili scemi pieni di XXXXXte tra cui scegliere :)
  • G,G scrive:
    Idee
    Se io non sono nessuno, se sono solo un nick, non userò la mia "autorità" per esporre (o in alcuni casi imporre) le mie idee, ma dovrò argomentarle e cercare di convincere gli altri della loro validità."Le grandi menti parlano di idee, le menti mediocri parlano di fatti, le menti piccole parlano di persone."Eleanor Roosevelt
    • panda rossa scrive:
      Re: Idee
      - Scritto da: G,G
      Se io non sono nessuno, se sono solo un nick, non
      userò la mia "autorità" per esporre (o in alcuni
      casi imporre) le mie idee, ma dovrò argomentarle
      e cercare di convincere gli altri della loro
      validità.E soprattutto quelli a cui le tue idee daranno fastidio, saranno costretti anche loro ad argomentare e illustrare il loro punto di vista, invece che prendersela con la persona che ha osato esporre tali idee.
      • sbrotfl scrive:
        Re: Idee
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: G,G

        Se io non sono nessuno, se sono solo un
        nick,
        non

        userò la mia "autorità" per esporre (o in
        alcuni

        casi imporre) le mie idee, ma dovrò
        argomentarle

        e cercare di convincere gli altri della loro

        validità.

        E soprattutto quelli a cui le tue idee daranno
        fastidio, saranno costretti anche loro ad
        argomentare e illustrare il loro punto di vista,
        invece che prendersela con la persona che ha
        osato esporre tali
        idee.Beh... con fiber non c'è bisogno di argomentare... eppure è anonimo :D
      • Piero scrive:
        Re: Idee
        Questi discorsi non li capisco. Chi sarebbe l'obiettivo delle scomode verità che possono essere rivelate solo anonimamente? E chi è che assegna la patente di verità ad un argomento (anonimo o meno)? Di che tipo di lotta stiamo parlando?Senza contare che, se proprio vogliamo fare fantathrillering, per essere *veramente* anonimi (nei confronti di qualcuno di così pericoloso) su Internet ce ne vuole, altro che utenza non registrata.
        • panda rossa scrive:
          Re: Idee
          - Scritto da: Piero
          Questi discorsi non li capisco. Chi sarebbe
          l'obiettivo delle scomode verità che possono
          essere rivelate solo anonimamente? Chiunque faccia qualcosa di sbagliato.
          E chi è che
          assegna la patente di verità ad un argomento
          (anonimo o meno)? Le prove!
          Di che tipo di lotta stiamo
          parlando?Qualunque. Dal SUV parcheggiato sulle strisce alla multinazionale che mette un rootkit nei dischi che vende.
          Senza contare che, se proprio vogliamo fare
          fantathrillering, per essere *veramente* anonimi
          (nei confronti di qualcuno di così pericoloso) su
          Internet ce ne vuole, altro che utenza non
          registrata.Intanto tu non sai chi sono io, e non hai bisogno di saperlo.A me questo basta.
          • Pietro Bonanno scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Piero

            Questi discorsi non li capisco. Chi sarebbe

            l'obiettivo delle scomode verità che possono

            essere rivelate solo anonimamente?

            Chiunque faccia qualcosa di sbagliato.Sbagliato vuol dire tutto e niente. O parli di veri e propri crimini o parli di "sbagliato per te". Capisci che le due cose hanno delle conseguenze molto diverse.


            E chi è che

            assegna la patente di verità ad un argomento

            (anonimo o meno)?

            Le prove!L'unico caso che conosca in cui le prove anonime su Internet hanno avuto un vero valore è stato Wikileaks. Ma lì un'altra organizzazione ha dovuto prestare la propria faccia pur di difendere l'anonimato di altri. E sappiamo com'è finita. Anziché difendere l'anonimato tout court non sarebbe meglio lottare perché chiunque possa dire ciò che vuole senza essere anonimo?


            Di che tipo di lotta stiamo

            parlando?

            Qualunque. Dal SUV parcheggiato sulle strisce
            alla multinazionale che mette un rootkit nei
            dischi che
            vende.C'è bisogno di essere anonimi per cose del genere? Non è un po' codardo?

            Senza contare che, se proprio vogliamo fare

            fantathrillering, per essere *veramente*
            anonimi

            (nei confronti di qualcuno di così
            pericoloso)
            su

            Internet ce ne vuole, altro che utenza non

            registrata.

            Intanto tu non sai chi sono io, e non hai bisogno
            di
            saperlo.
            A me questo basta.Quindi il tuo anonimato è efficace con me? Puoi dirmi che ho parcheggiato il SUV sulle strisce e non ti posso fare nulla? Sarà lo stesso anche con Sony?(In onore alla discussione, metto nome e cognome :) )
          • panda rossa scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: Pietro Bonanno
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Piero


            Questi discorsi non li capisco. Chi sarebbe


            l'obiettivo delle scomode verità che
            possono


            essere rivelate solo anonimamente?



            Chiunque faccia qualcosa di sbagliato.
            Sbagliato vuol dire tutto e niente. O parli di
            veri e propri crimini o parli di "sbagliato per
            te". Capisci che le due cose hanno delle
            conseguenze molto
            diverse.Sbagliato per me, naturalmente.Le leggi piu' di una volta hanno dimostrato che servono per tutelare chi comanda e non per regolamentare le abitudini della maggioranza della popolazione.


            E chi è che


            assegna la patente di verità ad un
            argomento


            (anonimo o meno)?



            Le prove!
            L'unico caso che conosca in cui le prove anonime
            su Internet hanno avuto un vero valore è stato
            Wikileaks.Quindi mi stai dando ragione.
            Ma lì un'altra organizzazione ha
            dovuto prestare la propria faccia pur di
            difendere l'anonimato di altri. Una organizzazione che ci mette la faccia non e' come il privato che ci mette la faccia.
            E sappiamo com'è finita. A parte che non e' finita, sappiamo che invece di prendersela con l'organizzazione, ancora una volta se la sono presa con una persona.
            Anziché difendere l'anonimato tout court
            non sarebbe meglio lottare perché chiunque possa
            dire ciò che vuole senza essere
            anonimo?E' qui che vogliamo arrivare, ma per combattere questa battaglia bisogna essere anonimi, perche' oggi se esci allo scoperto, ti fanno passare dei guai in quanto sovversivo.


            Di che tipo di lotta stiamo


            parlando?



            Qualunque. Dal SUV parcheggiato sulle strisce

            alla multinazionale che mette un rootkit nei

            dischi che

            vende.
            C'è bisogno di essere anonimi per cose del
            genere? Non è un po'
            codardo?Se io ti porto delle prove che dimostrano la mia tesi, a te che ti frega di sapere chi sono io?C'e' bisogno di identificarsi per esibire delle prove?


            Senza contare che, se proprio vogliamo fare


            fantathrillering, per essere *veramente*

            anonimi


            (nei confronti di qualcuno di così

            pericoloso)

            su


            Internet ce ne vuole, altro che utenza non


            registrata.



            Intanto tu non sai chi sono io, e non hai
            bisogno

            di

            saperlo.

            A me questo basta.
            Quindi il tuo anonimato è efficace con me? Puoi
            dirmi che ho parcheggiato il SUV sulle strisce e
            non ti posso fare nulla? Sarà lo stesso anche con
            Sony?Stai forse insinuando che la sony sul piano giuridico valga piu' di te e che dispone di mezzi coercitivi per mettere a tacere le voci scomode?Se cosi' fosse, l'anonimato e' proprio necessario.
            (In onore alla discussione, metto nome e cognome
            :)
            )Questo non sposterebbe i termini della discussione di un solo millimetro in nessuna direzione.
          • Pietro Bonanno scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro Bonanno

            - Scritto da: panda rossa

            Sbagliato per me, naturalmente.
            Le leggi piu' di una volta hanno dimostrato che
            servono per tutelare chi comanda e non per
            regolamentare le abitudini della maggioranza
            della
            popolazione.A parte che le leggi non le puoi cambiare anonimamente, dire "sbagliato per me" vuol dire che attacchi qualcosa che ritieni ingiusto in maniera arbitraria. Ma lo fai anonimamente, ovvero non ti assumi il "rischio" delle conseguenze nel caso in cui ti fossi sbagliato. In quel caso, qualcun altro ha sofferto dei tuoi gesti, ma tu rimani anonimo e indenne.In che modo sei migliore di chi stai lottando?
            E' qui che vogliamo arrivare, ma per combattere
            questa battaglia bisogna essere anonimi, perche'
            oggi se esci allo scoperto, ti fanno passare dei
            guai in quanto
            sovversivo.Sovversivo? Guarda che il mondo non aspetta te per riportare la giustizia al proprio posto. La giustizia viene ripristinata dai piccoli gesti quotidiani di ognuno di noi, e dall'imparare dagli errori passati. Capisco che non sia epico, ma è così.

            C'è bisogno di essere anonimi per cose del

            genere? Non è un po'

            codardo?

            Se io ti porto delle prove che dimostrano la mia
            tesi, a te che ti frega di sapere chi sono
            io?
            C'e' bisogno di identificarsi per esibire delle
            prove?Ma prove di cosa? Se parliamo di un omicidio di mafia, l'anonimato potrebbe servire a proteggere il testimone, ma qui stiamo parlando di un rootkit. Se non sbaglio proprio il primo caso di rootkit fu denunciato pubblicamente da Russinovich, con nome e cognome. Mi risulta che sia ancora vivo e lavori persino in M$

            non ti posso fare nulla? Sarà lo stesso
            anche
            con

            Sony?

            Stai forse insinuando che la sony sul piano
            giuridico valga piu' di te e che dispone di mezzi
            coercitivi per mettere a tacere le voci
            scomode?
            Se cosi' fosse, l'anonimato e' proprio necessario.Sto insinuando che le accuse da anonimo sono da codardi, e fanno ridere perché Sony, se volesse, potrebbe risalire al numero di peli del cubo dell'eroe del giorno, ciononostante non risulta che chi accusi Coca Cola dei dolcificanti che usa sia poi sparito nel nulla. Sto pure insinuando che parlare di violazioni del pc privato come se fossero assassinii mafiosi mi sembra un pelino eccessivo.O portiamo la discussione su esempi ben specifici o stiamo aumentando l'entropia dell'universo inutilmente.


            (In onore alla discussione, metto nome e
            cognome

            :)

            )

            Questo non sposterebbe i termini della
            discussione di un solo millimetro in nessuna
            direzione.Col ca%%o se mi permetti. Le mie parole corredate dal mio nome e cognome hanno, per così dire, un "valore aggiunto". Sto mettendo in ballo la mia credibilità reale e tangibile; se dicessi l'idiozia del secolo questa rimarrebbe attaccata a me con nome e cognome, non a fiorellino82. Lo chiamerei coraggio delle proprie idee, se non fosse una frase da cioccolatino.
          • panda rossa scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: Pietro Bonanno
            A parte che le leggi non le puoi cambiare
            anonimamente,Come no. Un comitato promotore di referendum mica deve avere una identita'. Apposta lo chiamano "comitato".
            dire "sbagliato per me" vuol dire
            che attacchi qualcosa che ritieni ingiusto in
            maniera arbitraria. Tutte le azioni che hanno portato ad un cambiamento di leggi e di governi comincia cosi'.
            Ma lo fai anonimamente,
            ovvero non ti assumi il "rischio" delle
            conseguenze nel caso in cui ti fossi sbagliato.Chiamami scemo.La storia insegna che molta gente che ha cercato di combattere il sistema portando avanti lotte, che poi sono state accolte, ha fatto una brutta fine o ha passato dei guai.Per esempio Mandela ha trascorso tutta la vita in carcere.Qualcun altro lo hanno fatto fuori.Oggi invece e' possibile portare avanti le idee svincolandole dalla persona, per questo i potenti hanno molta piu' paura.
            In quel caso, qualcun altro ha sofferto dei tuoi
            gesti, ma tu rimani anonimo e indenne.
            In che modo sei migliore di chi stai lottando?Se ci mettessi la faccia invece della maschera di Guy Fawkes sarei migliore? Che cosa cambierebbe nel messaggio?

            E' qui che vogliamo arrivare, ma per combattere

            questa battaglia bisogna essere anonimi, perche'

            oggi se esci allo scoperto, ti fanno passare dei

            guai in quanto

            sovversivo.
            Sovversivo? Guarda che il mondo non aspetta te
            per riportare la giustizia al proprio posto. La
            giustizia viene ripristinata dai piccoli gesti
            quotidiani di ognuno di noi, e dall'imparare
            dagli errori passati. Capisco che non sia epico,
            ma è così.Il mio e' uno dei tanti piccoli gesti quotidiani, che cosa credi?


            C'è bisogno di essere anonimi per cose del


            genere? Non è un po'


            codardo?



            Se io ti porto delle prove che dimostrano la mia

            tesi, a te che ti frega di sapere chi sono

            io?

            C'e' bisogno di identificarsi per esibire delle

            prove?
            Ma prove di cosa? Prove dei misfatti che stiamo combattendo.
            Se parliamo di un omicidio di
            mafia, l'anonimato potrebbe servire a proteggere
            il testimone, ma qui stiamo parlando di un
            rootkit. E io ti porto le prove del rootkit: ti dimostro che e' stato inserito a bella posta per danneggiare il tuo sistema sulla presunzione che tu possa compiere qualche azione, perfettamente legale, ma fastidiosa per chi ha messo il rootkit.Se io non ti dimostrassi tutto questo, tu non potresti sapere che cosa e' sucXXXXX.
            Se non sbaglio proprio il primo caso di
            rootkit fu denunciato pubblicamente da
            Russinovich, con nome e cognome. Mi risulta che
            sia ancora vivo e lavori persino in M$Il fatto che si sappia il suo nome che cosa cambia?Se il rootkit fosse stato governativo per poter spiare la gente di nascosto, credi che l'FBI non avrebbe agito di conseguenza per mettere a tacere il tutto?


            non ti posso fare nulla? Sarà lo stesso

            anche

            con


            Sony?



            Stai forse insinuando che la sony sul piano

            giuridico valga piu' di te e che dispone di
            mezzi

            coercitivi per mettere a tacere le voci

            scomode?

            Se cosi' fosse, l'anonimato e' proprio
            necessario.
            Sto insinuando che le accuse da anonimo sono da
            codardi, Io non accuso, io esibisco PROVE.Poi tu trai pure le conclusioni che preferisci.
            e fanno ridere perché Sony, se volesse,
            potrebbe risalire al numero di peli del cubo
            dell'eroe del giorno, Torniamo alla domanda di prima: come farebbe sony a fare questo se volesse?Siamo in un paese democratico dove tutti sono uguali di fronte alla legge, oppure siamo nel medioevo dove sony e' sony e tu non sei un XXXXX?Siccome tu stesso dici che "se sony volesse..." mi stai confermando che non c'e' alcuna democrazia ne' giustizia sociale.Quindi l'anonimato e' necessario.
            ciononostante non risulta
            che chi accusi Coca Cola dei dolcificanti che usa
            sia poi sparito nel nulla.Il fatto che non risulti, per te e' sufficiente?Il fatto che il parlamento italiano abbia votato a maggioranza che Ruby e' nipote di Mubarak, per te e' sufficiente?Non so, spiegami se credi di essere in un paese democratico con stampa libera, oppure in un posto dove ci raccontano delle gran balle perche' tutti se le bevono.
            Sto pure insinuando che parlare di violazioni del
            pc privato come se fossero assassinii mafiosi mi
            sembra un pelino eccessivo.Quando la legge dice che il possesso di certo materiale in formato elettronico costituisce reato da punirsi come se fosse un assassinio mafioso, non e' eccessivo.E' notizia di ieri di quel ragazzo inglese, che senza mai essere andato negli stati uniti o essersi mai collegato ad un servere con sede negli stati uniti e' stato incriminato e richiesta l'estradizione.Vuoi essere tu il prossimo?
            O portiamo la discussione su esempi ben specifici
            o stiamo aumentando l'entropia dell'universo
            inutilmente.L'entropia dell'universo aumenta a prescindere dalle nostre misere vicende umane.


            (In onore alla discussione, metto nome e

            cognome


            :)


            )



            Questo non sposterebbe i termini della

            discussione di un solo millimetro in nessuna

            direzione.
            Col ca%%o se mi permetti. Le mie parole corredate
            dal mio nome e cognome hanno, per così dire, un
            "valore aggiunto". Quale?
            Sto mettendo in ballo la mia
            credibilità reale e tangibile; Vuol dire che non hai altre argomentazioni.Io invece ho delle argomentazioni da portare, ben piu' pesanti di quello che potrebbe essere il mio nome.
            se dicessi
            l'idiozia del secolo questa rimarrebbe attaccata
            a me con nome e cognome, non a fiorellino82.E il fatto che io sappia che tal nome e cognome abbia detto l'idiozia del secolo, mi fa andare di corpo meglio?
            Lo
            chiamerei coraggio delle proprie idee, se non
            fosse una frase da cioccolatino.Guarda che nessuno ti impedisce di manifestare le tue idee col tuo nome e cognome. Sei tu quello che vorrebbe impedire a me di manifestare le miei idee in modo anonimo. Io ti lascio ben libero di fare come vuoi.
          • Pietro Bonanno scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro Bonanno


            A parte che le leggi non le puoi cambiare

            anonimamente,

            Come no. Un comitato promotore di referendum mica
            deve avere una identita'. Apposta lo chiamano
            "comitato".In tal caso la faccia la mette il comitato, che si gioca la propria credibilità di comitato. E cmq le firme le deve raccogliere, mica metti una X e si fa il referendum.
            Tutte le azioni che hanno portato ad un
            cambiamento di leggi e di governi comincia
            cosi'.Non è vero. Le leggi si cambiano attraverso la formazione di un gruppo d'opinione. E a un certo punto deve metterci la faccia. A quel punto non è + un nick che si esprime, è un gruppo identificato e "tracciabile". Ha dei rappresentanti e metti delle firme.Il sistema non è perfetto e ci mancherebbe, ma fornisce una discreta quantità di garanzie. Parliamo ovviamente di democrazie, non so se tu stia scrivendo dalla Siria.
            Chiamami scemo.
            La storia insegna che molta gente che ha cercato
            di combattere il sistema portando avanti lotte,
            che poi sono state accolte, ha fatto una brutta
            fine o ha passato dei
            guai.A) Non era una democrazia modernaB) Quella gente aveva tortoC) Quella gente aveva ragione ma ha usato i metodi sbagliati
            Se ci mettessi la faccia invece della maschera di
            Guy Fawkes sarei migliore? Che cosa cambierebbe
            nel
            messaggio?Se ci mettessi la faccia, potremmo arrivare a stringerci la mano, viceversa ho parlato con il nulla.


            Se io ti porto delle prove che
            dimostrano la
            mia


            tesi, a te che ti frega di sapere chi
            sono


            io?Ripeto, se è un crimine, nulla, e sarò il primo a proteggere la tua sicurezza.

            Se non sbaglio proprio il primo caso di

            rootkit fu denunciato pubblicamente da

            Russinovich, con nome e cognome. Mi risulta
            che

            sia ancora vivo e lavori persino in M$

            Il fatto che si sappia il suo nome che cosa
            cambia?
            Se il rootkit fosse stato governativo per poter
            spiare la gente di nascosto, credi che l'FBI non
            avrebbe agito di conseguenza per mettere a tacere
            il
            tutto?Vedi che stai parlando di un crimine? Qui si va su tutto un altro livello di discussione su cui francamente non mi va di parlare. Prima di Internet tu avresti avallato l'anonimato dell'intera popolazione mondiale, per facilitare la denuncia del Watergate o di Ustica?
            Torniamo alla domanda di prima: come farebbe sony
            a fare questo se
            volesse?
            Siamo in un paese democratico dove tutti sono
            uguali di fronte alla legge, oppure siamo nel
            medioevo dove sony e' sony e tu non sei un
            XXXXX?Non è il Medioevo e lo sai, e non è neanche Topolonia. E' un mondo imperfetto dove io non sono "uguale" a Sony. Mi sfugge come diventerei + "uguale" se fossi anonimo. Come scritto sopra, lasciamo stare i crimini.
            Siccome tu stesso dici che "se sony volesse..."
            mi stai confermando che non c'e' alcuna
            democrazia ne' giustizia
            sociale.
            Quindi l'anonimato e' necessario.http://it.wikipedia.org/wiki/Classificazione_delle_fallacie#Fallacie_di_presupposizione


            ciononostante non risulta

            che chi accusi Coca Cola dei dolcificanti
            che
            usa

            sia poi sparito nel nulla.

            Il fatto che non risulti, per te e' sufficiente?Non risulta neanche che la CE sia governata dagli alieni. Certe volte quello che non ci risulta potrebbe anche non esserci.
            Il fatto che il parlamento italiano abbia votato
            a maggioranza che Ruby e' nipote di Mubarak, per
            te e'
            sufficiente?
            Non so, spiegami se credi di essere in un paese
            democratico con stampa libera, oppure in un posto
            dove ci raccontano delle gran balle perche' tutti
            se le
            bevono.Per me sì, è un proXXXXX democratico. Nessun esercito ha costretto la popolazione a votare per un personaggio dubbio come B. per 2 volte. La legge elettorale è stata votata da politici messi lì ancora una volta dalla popolazione. In tutto questo io vedo solo un difetto: la pigrizia di chi vota.Casca a fagiuolo: che ne pensi delle votazioni in Parlamento con scrutinio segreto?
            Quando la legge dice che il possesso di certo
            materiale in formato elettronico costituisce
            reato da punirsi come se fosse un assassinio
            mafioso, non e'
            eccessivo.Ancora una volta, esiste un proXXXXX chiaro che ha portato a quella legge, che ha un solo difetto: colui che ha messo in moto il tutto, ovvero l'elettore.

            E' notizia di ieri di quel ragazzo inglese, che
            senza mai essere andato negli stati uniti o
            essersi mai collegato ad un servere con sede
            negli stati uniti e' stato incriminato e
            richiesta
            l'estradizione.
            Vuoi essere tu il prossimo?Non buttarla in retorica.
            L'entropia dell'universo aumenta a prescindere
            dalle nostre misere vicende
            umane.E' la velocità, che cambia.

            Sto mettendo in ballo la mia

            credibilità reale e tangibile;

            Vuol dire che non hai altre argomentazioni.
            Io invece ho delle argomentazioni da portare, ben
            piu' pesanti di quello che potrebbe essere il mio
            nome.Le mie argomentazioni sono quelle che sono, in più le avallo con la mia credibilità. Ho questo da offrire e lo offro.
            E il fatto che io sappia che tal nome e cognome
            abbia detto l'idiozia del secolo, mi fa andare di
            corpo
            meglio?A te non so, a me sicuramente no. Ergo valuterò per bene le mie posizioni prima di esporle, ergo ci penserò due volte prima di dire che il crollo delle torri gemelle è opera di Bush. PS: una cosa è il giornalista che lo fa solo e solamente per soldi, altra cosa sono i pecoroni che gli vanno dietro...
            Guarda che nessuno ti impedisce di manifestare le
            tue idee col tuo nome e cognome.

            Sei tu quello che vorrebbe impedire a me di
            manifestare le miei idee in modo anonimo. Io ti
            lascio ben libero di fare come
            vuoi.In che modo te lo starei impedendo? Guarda che gli attacchi anonimi non guardano in faccia nessuno: oggi è Sony, domani è il poveraccio messo alla berlina. E tutti si ritengono in diritto di sproloquiare su argomenti che non conoscono tanto è a costo zero. Male che vada si cambia nick. Gli anonimi non sono solo brava gente che attacca le major cattive.Un anonimo può impedire a me di non parlare, ma io non ne avrei modo. Chi impedisce a chi?Nel mondo reale, tutti siamo anonimi ma identificabili. Anche su Internet, ma in assenza della "fisicità" l'anonimato diventa praticamente totale.A me stanno bene soluzioni che non implichino l'identificazione immediata, ma l'anonimato assoluto non ce lo possiamo permettere. Se ti fidi di Bruce Schneier, leggi questo http://www.schneier.com/blog/archives/2006/01/anonymity_and_a.html
          • panda rossa scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: Pietro Bonanno
            In tal caso la faccia la mette il comitato, che
            si gioca la propria credibilità di comitato. E
            cmq le firme le deve raccogliere, mica metti una
            X e si fa il
            referendum.Benissimo, ma il comitato non e' piu' una persona.
            Non è vero. Le leggi si cambiano attraverso la
            formazione di un gruppo d'opinione. E a un certo
            punto deve metterci la faccia.Fino a ieri. Oggi puoi formare un gruppo di opinione senza doverci mettere la faccia.
            A quel punto non è
            + un nick che si esprime, è un gruppo
            identificato e "tracciabile". Ha dei
            rappresentanti e metti delle firme.Questa e' la seconda fase, che si raggiunge dopo aver fatto pervenire il messaggio ad una massa critica.
            Il sistema non è perfetto e ci mancherebbe, ma
            fornisce una discreta quantità di garanzie.
            Parliamo ovviamente di democrazie, non so se tu
            stia scrivendo dalla Siria.Non importa da dove io stia scrivendo.Ovunque nel mondo se una persona si espone per promuovere una idea che va contro qualcosa, rischia ritorsioni.

            Se ci mettessi la faccia invece della maschera
            di

            Guy Fawkes sarei migliore? Che cosa cambierebbe

            nel

            messaggio?
            Se ci mettessi la faccia, potremmo arrivare a
            stringerci la mano, viceversa ho parlato con il
            nulla.E io che cosa me ne faccio della tua stretta di mano?Il punto e': tu concordi con la mia idea? bon, siamo in due; tu non concordi, e allora sono da solo.Io intanto conto. Quando avro' raggiunto la massa critica so di poter contare sull'approvazione di una percentuale significativa.



            Se io ti porto delle prove che

            dimostrano la

            mia



            tesi, a te che ti frega di sapere chi

            sono



            io?
            Ripeto, se è un crimine, nulla, e sarò il primo a
            proteggere la tua sicurezza.Me ne faccio tanto della tua protezione.
            Vedi che stai parlando di un crimine? Tutto cio' che va contro una legislazione e' un crimine.Era un crimine l'aborto.Era un crimine il divorzio.Era un crimine l'essere ebreo.Ad oggi e' un crimine essere clandestino.
            Qui si va
            su tutto un altro livello di discussione su cui
            francamente non mi va di parlare. E invece e' proprio a questo livello che bisogna arrivare.
            Prima di
            Internet tu avresti avallato l'anonimato
            dell'intera popolazione mondiale, per facilitare
            la denuncia del Watergate o di
            Ustica?Prima di internet avresti avallato la censura preventiva del pensiero?
            Non è il Medioevo e lo sai, e non è neanche
            Topolonia. Non lo e' solo sulla carta.Se non c'e' giustizia sociale e il piu' forte e il piu' ricco possono vincere solo perche' forti e ricchi, siamo ancora nel medioevo.
            E' un mondo imperfetto dove io non
            sono "uguale" a Sony. Mi sfugge come diventerei +
            "uguale" se fossi anonimo. Come scritto sopra,
            lasciamo stare i crimini.Non diventi uguale a sony se sei anonimo, ma impedisci a sony di operare ritorsioni nei tuoi confronti.


            ciononostante non risulta


            che chi accusi Coca Cola dei dolcificanti

            che

            usa


            sia poi sparito nel nulla.



            Il fatto che non risulti, per te e' sufficiente?
            Non risulta neanche che la CE sia governata dagli
            alieni. Certe volte quello che non ci risulta
            potrebbe anche non esserci.Ma ci sono testimonianze che andrebbero approfondite e verificate.
            Per me sì, è un proXXXXX democratico. Nessun
            esercito ha costretto la popolazione a votare per
            un personaggio dubbio come B. per 2 volte. Gli eserciti non sono mica solo quelli in divisa e con le armi...
            La
            legge elettorale è stata votata da politici messi
            lì ancora una volta dalla popolazione. Dobbiamo proprio parlarne di questo? Lo sai che non e' il caso, vero?
            In tutto
            questo io vedo solo un difetto: la pigrizia di
            chi vota.E chi vota, guarda caso, lo fa anonimamente, tanto per tornare in tema.
            Casca a fagiuolo: che ne pensi delle votazioni in
            Parlamento con scrutinio segreto?In questo parlamento di nominati, o in un parlamento di rappresentanti scelti con preferenza?
            Ancora una volta, esiste un proXXXXX chiaro che
            ha portato a quella legge, che ha un solo
            difetto: colui che ha messo in moto il tutto,
            ovvero l'elettore.L'elettore avrebbe questo potere se:1) si potessero scegliere i parlamentari2) i partiti avessero un programma chiaro su questo argomento

            E' notizia di ieri di quel ragazzo inglese, che

            senza mai essere andato negli stati uniti o

            essersi mai collegato ad un servere con sede

            negli stati uniti e' stato incriminato e

            richiesta

            l'estradizione.

            Vuoi essere tu il prossimo?
            Non buttarla in retorica.Non e' retorica, e' realta'. Oggi qualcuno crede di poter processare una persona per qualcosa avvenuto al di fuori della sua giurisdizione.Domani sara' l'iran a chiedere la tua testa perche' hai mangiato un panino al prosciutto in casa tua, se lasciamo passare il principio.

            L'entropia dell'universo aumenta a prescindere

            dalle nostre misere vicende

            umane.
            E' la velocità, che cambia.Sempre trascurabile nella nostra scala di tempo.

            Guarda che nessuno ti impedisce di manifestare
            le

            tue idee col tuo nome e cognome.



            Sei tu quello che vorrebbe impedire a me di

            manifestare le miei idee in modo anonimo. Io ti

            lascio ben libero di fare come

            vuoi.
            In che modo te lo starei impedendo? Guarda che
            gli attacchi anonimi non guardano in faccia
            nessuno: oggi è Sony, domani è il poveraccio
            messo alla berlina. E tutti si ritengono in
            diritto di sproloquiare su argomenti che non
            conoscono tanto è a costo zero. Sproloquiare senza portare prove lascia il tempo che trova.
            Male che vada si
            cambia nick. Gli anonimi non sono solo brava
            gente che attacca le major cattive.Cosi' come gli automobilisti non sono solo quelli disciplinati che si fermano sempre al rosso e non parcheggiano mai in doppia fila.Che cosa vogliamo fare? Vietare l'uso dell'auto perche' c'e' chi ne abusa?
            Un anonimo può impedire a me di non parlare, ma
            io non ne avrei modo. Chi impedisce a chi?Come fa uno ad impedirti di NON parlare?
            Nel mondo reale, tutti siamo anonimi ma
            identificabili. Anche su Internet, ma in assenza
            della "fisicità" l'anonimato diventa praticamente
            totale.Nel mondo reale la comunicazione non ha lo stesso raggio che ha in rete, per quello ti permettono di parlare a voce alta o di distribuire volantini all'incrocio: tanto raggiungeresti solo lo zero virgola.In rete si puo' avere un enorme seguito e una enorme visibilita', per questo la rete fa paura.
            A me stanno bene soluzioni che non implichino
            l'identificazione immediata, ma l'anonimato
            assoluto non ce lo possiamo permettere. Perche'? Che cosa temi dalla libera circolazione delle idee?
          • Pietro Bonanno scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro Bonanno
            Ovunque nel mondo se una persona si espone per
            promuovere una idea che va contro qualcosa,
            rischia
            ritorsioni.Ma quando mai. Esistono paesi dove il problema esiste ed esistono paesi come questo, dove la gente grida alla censura del regime utilizzando i mezzi forniti dallo stesso regime.
            Il punto e': tu concordi con la mia idea? bon,
            siamo in due; tu non concordi, e allora sono da
            solo.
            Io intanto conto. Quando avro' raggiunto la massa
            critica so di poter contare sull'approvazione di
            una percentuale
            significativa.OK ma in questo proXXXXX l'anonimato ti è d'intralcio e non d'aiuto.
            Era un crimine l'aborto.
            Era un crimine il divorzio.
            Era un crimine l'essere ebreo.A parte l'ultima, tutte cose cambiate da processi democratici, e da cambiamenti dello stile di vita ottenute dal complessivo miglioramento delle regole sociali.Essere anonimi o meno ha comportato una XXXX, direi anche che "certi" anonimi anni 70 ce li potevamo evitare.
            Ad oggi e' un crimine essere clandestino.Questa è una legge dettata da problematiche territoriali. Sono per l'accoglienza, ma ci sono limiti oggettivi a quello che oggi possiamo offrire. Poi ci sono tendenze politiche, che, ti piaccia o no (a me no per intenderci), sono espressioni di volontà popolare.


            Qui si va

            su tutto un altro livello di discussione su
            cui

            francamente non mi va di parlare.

            E invece e' proprio a questo livello che bisogna
            arrivare.Cioè tu su un forum di PI ti ritieni in grado di affrontare il problema del giusto bilanciamento tra anonimato e non? Vai, comincia che ti leggo con interesse.

            Prima di

            Internet tu avresti avallato l'anonimato

            dell'intera popolazione mondiale, per
            facilitare

            la denuncia del Watergate o di

            Ustica?

            Prima di internet avresti avallato la censura
            preventiva del
            pensiero?Non mi sono mai sognato di censurare i pensieri, dove l'ho scritto? Si parla di anonimato, e tu non mi hai risposto.


            Non è il Medioevo e lo sai, e non è neanche

            Topolonia.

            Non lo e' solo sulla carta.
            Se non c'e' giustizia sociale e il piu' forte e
            il piu' ricco possono vincere solo perche' forti
            e ricchi, siamo ancora nel
            medioevo.Non è vero, forza e ricchezza sono alla portata di tutti, basta darsi da fare.
            Non diventi uguale a sony se sei anonimo, ma
            impedisci a sony di operare ritorsioni nei tuoi
            confronti.Guarda che siamo in un mondo così medioevale che tu conosci vita morte e miracoli di tutte le magagne di Sony, che spesso e volentieri se l'è pigliata in saccoccia per i propri atteggiamenti.In genere grazie a persone che hanno denunciato alla luce del sole.

            Per me sì, è un proXXXXX democratico. Nessun

            esercito ha costretto la popolazione a
            votare
            per

            un personaggio dubbio come B. per 2 volte.

            Gli eserciti non sono mica solo quelli in divisa
            e con le
            armi...Senti io ho sul ca%%o B. visceralmente, ma questi discorsi non li posso sentire.Quali sono gli altri eserciti? Quelli col blazer e le tette e i culi e programmaitalia e blablablabla?Per piacere, ha fatto comodo a tutti, ci hanno scialato e le generazioni a venire si trovano con le pezze al XXXX.Ma quale esercito...
            E chi vota, guarda caso, lo fa anonimamente,
            tanto per tornare in
            tema.Infatti io sarei per la patente di voto. Vedi?


            Casca a fagiuolo: che ne pensi delle
            votazioni
            in

            Parlamento con scrutinio segreto?

            In questo parlamento di nominati, o in un
            parlamento di rappresentanti scelti con
            preferenza?In qualsiasi parlamento del pianeta.
            L'elettore avrebbe questo potere se:
            1) si potessero scegliere i parlamentari
            2) i partiti avessero un programma chiaro su
            questo
            argomentoIl porcellum è nato 4 anni fa, la legge di prima invece ha prodotto parlamenti di qualità?
            Non e' retorica, e' realta'. Oggi qualcuno crede
            di poter processare una persona per qualcosa
            avvenuto al di fuori della sua
            giurisdizione.E la nazione di cui fa parte ha un'accenno di palle per vietarlo? Che sorpresa, la gente nel mondo non è tutta uguale.

            Domani sara' l'iran a chiedere la tua testa
            perche' hai mangiato un panino al prosciutto in
            casa tua, se lasciamo passare il
            principio.Questo non è un principio, è un gioco di forze diplomatico. E se l'Iran fosse in condizioni di arrestarmi perchè mangio prosciutto, l'anonimato sarebbe l'ultimo dei miei problemi.
            Sproloquiare senza portare prove lascia il tempo
            che
            trova.Crea rumore, che è un'ottima tecnica di insabbiamento delle problematiche più serie. Guarda che gli Stati Uniti di Reagan non censuravano affatto, semmai inondavano i media di notizie di varia natura.Leggi questo http://www.libreriauniversitaria.it/notizie-hanno-gambe-corte-fracassi/libro/9788817844956 se vuoi approfondire.Paradossalmente l'anonimato si presterebbe meglio a queste tecniche.E' questa la forma di censura di cui preoccuparsi, nessuno oggi ti vieta di dire qualcosa perchè tanto si può sempre gridare + forte.La selezione delle fonti è l'unico modo per districarsi, e meno babbei diffondono cretinate a costo zero e meglio è.
            Cosi' come gli automobilisti non sono solo quelli
            disciplinati che si fermano sempre al rosso e non
            parcheggiano mai in doppia
            fila.
            Che cosa vogliamo fare? Vietare l'uso dell'auto
            perche' c'e' chi ne
            abusa?No, rendere bastonabile chi lo fa. Tu invece proponi di abolire le targhe.

            Un anonimo può impedire a me di non parlare, ma

            io non ne avrei modo. Chi impedisce a chi?
            Come fa uno ad impedirti di NON parlare?Suvvia, non ti attaccare all'errore di battitura e fammi capire come posso difendermi da chi mi insulta anonimamente.
            In rete si puo' avere un enorme seguito e una enorme visibilita', per questo la rete fa paura.Ancora di + si deve insistere per un uso consapevole della rete. Se si lascia ai babbei la possibilità di scrivere quello che gli passa per la testa, il danno è molto maggiore di qualsiasi Sony, MPAA e quant'altro.

            A me stanno bene soluzioni che non implichino

            l'identificazione immediata, ma l'anonimato

            assoluto non ce lo possiamo permettere.
            Perche'? Che cosa temi dalla libera circolazione delle idee?Delle idee non ho paura, dei cretini che le diffondono ne ho tanta
          • panda rossa scrive:
            Re: Idee
            - Scritto da: Pietro Bonanno
            Ma quando mai. Esistono paesi dove il problema
            esiste ed esistono paesi come questo, dove la
            gente grida alla censura del regime utilizzando i
            mezzi forniti dallo stesso regime.Esistono persone che quando viene messo in evidenza il loro malaffare, te la fanno pagare ben cara, se sanno chi sei.E questo in tutti i paesi del mondo.
            OK ma in questo proXXXXX l'anonimato ti è
            d'intralcio e non d'aiuto.Pazienza. Se l'idea e' forte andra' avanti comunque.

            Era un crimine l'aborto.

            Era un crimine il divorzio.

            Era un crimine l'essere ebreo.
            A parte l'ultima, tutte cose cambiate da processi
            democratici, e da cambiamenti dello stile di vita
            ottenute dal complessivo miglioramento delle
            regole sociali.Si, ma prima che potesse esserci il proXXXXX democratico?E comunque anche dopo. Hai mai letto di fanatici antiabortisti che hanno ucciso dei medici che applicano la legge?
            Essere anonimi o meno ha comportato una XXXX,
            direi anche che "certi" anonimi anni 70 ce li
            potevamo evitare.Anche la rivoluzione francese qualcuno avrebbe voluto evitarla...


            Qui si va


            su tutto un altro livello di discussione su

            cui


            francamente non mi va di parlare.



            E invece e' proprio a questo livello che bisogna

            arrivare.
            Cioè tu su un forum di PI ti ritieni in grado di
            affrontare il problema del giusto bilanciamento
            tra anonimato e non? Vai, comincia che ti leggo
            con interesse.Leggi questo forum da poco, quindi, perche' sono anni che porto avanti queste idee. Cerca pure tra i commenti arretrati.

            Prima di internet avresti avallato la censura

            preventiva del

            pensiero?
            Non mi sono mai sognato di censurare i pensieri,
            dove l'ho scritto? Si parla di anonimato, e tu
            non mi hai risposto.Non lo hai scritto tu. E' una pratica che i governi tentano di mettere in atto di censurare le libere manifestazioni di pensiero in rete, e legiferano per oscurare interi siti senza bisogno dell'intervento della magistratura, solo se qualcuno si sente infastidito.

            Non lo e' solo sulla carta.

            Se non c'e' giustizia sociale e il piu' forte e

            il piu' ricco possono vincere solo perche' forti

            e ricchi, siamo ancora nel

            medioevo.
            Non è vero, forza e ricchezza sono alla portata
            di tutti, basta darsi da fare.Pero' chi e' gia' ricco, magari essendolo diventato in modo illegale, usa la sua ricchezza e il suo potere per avvantaggiarsi nell'opporsi contro chi lo avversa. E in un paese democratico devono sempre sussistere le condizioni di parita'.
            Guarda che siamo in un mondo così medioevale che
            tu conosci vita morte e miracoli di tutte le
            magagne di Sony, che spesso e volentieri se l'è
            pigliata in saccoccia per i propri
            atteggiamenti.Vero, ma non le posso denunciare perche' altrimenti vengo incriminato per diffamazione, nonostante le prove.
            Senti io ho sul ca%%o B. visceralmente, ma questi
            discorsi non li posso sentire.
            Quali sono gli altri eserciti? Quelli col blazer
            e le tette e i culi e programmaitalia e
            blablablabla?La liberta' di stampa che in italia non c'e', per esempio.

            E chi vota, guarda caso, lo fa anonimamente,

            tanto per tornare in

            tema.
            Infatti io sarei per la patente di voto. Vedi?Magari!
            In qualsiasi parlamento del pianeta.Se il parlamentare l'ho potuto scegliere io, pretendo il voto palese: devo sapere se fa quello che mi ha detto che avrebbe fatto.Se invece il parlamentare e' stato nominato, magari col voto segreto potrebbe ogni tanto rispondere alla coscienza invece che al tornaconto, cosa che purtroppo non e' mai successa.
            Il porcellum è nato 4 anni fa, la legge di prima
            invece ha prodotto parlamenti di
            qualità?Vuoi un elenco di parlamentari di qualita' che hanno seduto a Montecitorio? Basta che ti leggi un po' di toponomastica. Qualcuno e' ricordato in vie e strade.
            E la nazione di cui fa parte ha un'accenno di
            palle per vietarlo? Che sorpresa, la gente nel
            mondo non è tutta uguale.Dipende dalla nazione e dai rapporti di sudditanza che ha nei confronti di quella piu' grossa.

            Domani sara' l'iran a chiedere la tua testa

            perche' hai mangiato un panino al prosciutto in

            casa tua, se lasciamo passare il

            principio.
            Questo non è un principio, è un gioco di forze
            diplomatico. E se l'Iran fosse in condizioni di
            arrestarmi perchè mangio prosciutto, l'anonimato
            sarebbe l'ultimo dei miei problemi.Comincia col poter mangiare prosciutto senza dover esibire i documenti ogni volta che lo compri. Dovrebbe essere un tuo diritto.

            Sproloquiare senza portare prove lascia il tempo

            che

            trova.
            Crea rumore, che è un'ottima tecnica di
            insabbiamento delle problematiche più serie.Si chiama benaltrismo, e non e' il nostro caso.
            Guarda che gli Stati Uniti di Reagan non
            censuravano affatto, semmai inondavano i media di
            notizie di varia natura.Che e' sicuramente meglio che nascondere la verita'.
            Leggi questo
            http://www.libreriauniversitaria.it/notizie-hanno-
            Paradossalmente l'anonimato si presterebbe meglio
            a queste tecniche.Guarda che tu non sei mica tenuto a berti tutto quello che ti propinano.
            E' questa la forma di censura di cui
            preoccuparsi, nessuno oggi ti vieta di dire
            qualcosa perchè tanto si può sempre gridare +
            forte.Questo mi sta bene: non mi sta bene la censura oscurantista.
            La selezione delle fonti è l'unico modo per
            districarsi, e meno babbei diffondono cretinate a
            costo zero e meglio è.Perche' non facciamo il contrario, piu' persone informate diffondono cose vere sempre a costo zero, rendendo le cretinate dei babbei una minoranza.
            No, rendere bastonabile chi lo fa. Tu invece
            proponi di abolire le targhe.Al contrario. Le targhe servono proprio per garantire l'anonimato di chi guida.L'autorita' sa di chi e' la targa, il privato non puo' e non deve.

            Come fa uno ad impedirti di NON parlare?
            Suvvia, non ti attaccare all'errore di battitura
            e fammi capire come posso difendermi da chi mi
            insulta anonimamente.Rispondendo all'insulto con le tue argomentazioni. Sullo stesso terreno.

            In rete si puo' avere un enorme seguito e una
            enorme visibilita', per questo la rete fa
            paura.
            Ancora di + si deve insistere per un uso
            consapevole della rete. Se si lascia ai babbei la
            possibilità di scrivere quello che gli passa per
            la testa, il danno è molto maggiore di qualsiasi
            Sony, MPAA e quant'altro.Fiber scrive su questo forum: secondo te gli danno retta?

            Perche'? Che cosa temi dalla libera circolazione
            delle
            idee?
            Delle idee non ho paura, dei cretini che le
            diffondono ne ho tantaE allora a maggior ragione bisogna separare l'idea da chi la diffonde.
    • tucumcari scrive:
      Re: Idee
      - Scritto da: G,G
      Se io non sono nessuno, se sono solo un nick, non
      userò la mia "autorità" per esporre (o in alcuni
      casi imporre) le mie idee, ma dovrò argomentarle
      e cercare di convincere gli altri della loro
      validità.

      "Le grandi menti parlano di idee, le menti
      mediocri parlano di fatti, le menti piccole
      parlano di
      persone."
      Eleanor RooseveltAh ok!Perfetto..Io allora sono una mente piccola!Grazie per la lezione.
      • G,G scrive:
        Re: Idee


        "Le grandi menti parlano di idee, le menti

        mediocri parlano di fatti, le menti piccole

        parlano di

        persone."

        Eleanor Roosevelt
        Ah ok!
        Perfetto..
        Io allora sono una mente piccola!
        Grazie per la lezione.Mah, hai fatto tutto da solo! Non capisco perché, però temo tu abbia ragione infatti stai parlando di te stesso (una persona) esprimendo un fatto (hai la mente piccola) e nel discorso manca l'idea che ti ha portato a fare quest'affermazione! ;-P
        • tucumcari scrive:
          Re: Idee
          - Scritto da: G,G


          "Le grandi menti parlano di idee, le
          menti


          mediocri parlano di fatti, le menti
          piccole


          parlano di


          persone."


          Eleanor Roosevelt

          Ah ok!

          Perfetto..

          Io allora sono una mente piccola!

          Grazie per la lezione.

          Mah, hai fatto tutto da solo!
          Non capisco perché, però temo tu abbia ragione
          infatti stai parlando di te stesso (una persona)
          esprimendo un fatto (hai la mente piccola) e nel
          discorso manca l'idea che ti ha portato a fare
          quest'affermazione!
          ;-PNon ti preoccupare l'idea c'è ma è troppo piccola per una grande persona come te! ;)
    • Funz scrive:
      Re: Idee
      - Scritto da: G,G
      "Le grandi menti parlano di idee, le menti
      mediocri parlano di fatti, le menti piccole
      parlano di
      persone."
      Eleanor RooseveltCarina, ma la Roosevelt non capiva nulla di scienza. Lì le più grandi menti tirano fuori idee grandiose, ma finché non vengono corroborate dai fatti (esperimenti) non contano :)
  • uno qualsiasi scrive:
    Ovvio!
    Chi non capisce la pericolosità di firmarsi con il proprio nome e cognome, di solito è un novellino ingenuo che difficilmente può scrivere un buon commento.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ovvio!
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Chi non capisce la pericolosità di firmarsi con
      il proprio nome e cognome, di solito è un
      novellino ingenuo che difficilmente può scrivere
      un buon
      commento.Del resto basta prendere il luogo per eccellenza dove l'anonimato non esiste: fessbuk.La concentrazione di XXXXXXX presente in quell'ovile supera abbondantemente il 99.99996% di tutti i contenuti.
      • user_ scrive:
        Re: Ovvio!
        per me esiste anche là, uso un falso nome cioè pseudonimo anche su facebook
        • user_ scrive:
          Re: Ovvio!
          e non metto foto del mio corpo nè del viso
          • brain scrive:
            Re: Ovvio!
            - Scritto da: user_
            e non metto foto del mio corpo nè del visocome se bastasse...
          • user_ scrive:
            Re: Ovvio!
            perchè? te mi riconosci?
          • brain scrive:
            Re: Ovvio!
            - Scritto da: user_
            perchè? te mi riconosci?io no, (e non me ne può fregar di meno) ma feisbuk sa TUTTO di te!
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ovvio!
            - Scritto da: user_
            e non metto foto del mio corpo Non vorrei mai che ti si riconoscesse dalle dimensioni...
          • user_ scrive:
            Re: Ovvio!
            beh dal corpo si può anche riconoscere una persona che conosci bene
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ovvio!
            Esiste anche l'antropometria, che si dedica proprio a questo.
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ovvio!
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Esiste anche l'antropometria, che si dedica
            proprio a
            questo.Esiste anche la moglie e l'amante... e i problemi di dimensione li conoscono bene :D
          • ... scrive:
            Re: Ovvio!
            Neanche i tuoi "amici"?E' inutile non mettere le prorie foto, ci pensano gli "amici"...
          • user_ scrive:
            Re: Ovvio!
            - Scritto da: ...
            Neanche i tuoi "amici"?
            E' inutile non mettere le prorie foto, ci pensano
            gli
            "amici"...non ho mai dato foto agli amici, le pochissime volte che l'ho fatto l'ho date a persone che non sanno nè dove abito nè il mio cognome e non le frequento neanche piu' queste persone in rete, e poi di amici negli ultimi anni ne sto avendo poco o niente
          • user_ scrive:
            Re: Ovvio!
            se poi ti riferisci a foto fatte dal vivo non le ho o non ho mai visto nessuno mettere foto dove ci sono anche io in internet e/o dove fosse indicata la mia presenza, è come se non esistessi.
      • Mariangelo Melato scrive:
        Re: Ovvio!
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Chi non capisce la pericolosità di firmarsi
        con

        il proprio nome e cognome, di solito è un

        novellino ingenuo che difficilmente può
        scrivere

        un buon

        commento.

        Del resto basta prendere il luogo per eccellenza
        dove l'anonimato non esiste:
        fessbuk.

        La concentrazione di XXXXXXX presente in
        quell'ovile supera abbondantemente il 99.99996%
        di tutti i
        contenuti.Ecco un commento che non conferma l'articolo.Panda Rossa, anonimo, parla di cose di cui non sa niente, ha la foto di un auto. E' un troll.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Ovvio!
          Tu, che ti firmi con un nome e un cognome, hai scritto solo un insulto. Questo conferma la teoria.
          • Funz scrive:
            Re: Ovvio!
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Tu, che ti firmi con un nome e un cognome, hai
            scritto solo un insulto.Un euro che è uno pseudonimo pure quello :D
        • sbrotfl scrive:
          Re: Ovvio!
          - Scritto da: Mariangelo Melato
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: uno qualsiasi


          Chi non capisce la pericolosità di firmarsi

          con


          il proprio nome e cognome, di solito è un


          novellino ingenuo che difficilmente può

          scrivere


          un buon


          commento.



          Del resto basta prendere il luogo per eccellenza

          dove l'anonimato non esiste:

          fessbuk.



          La concentrazione di XXXXXXX presente in

          quell'ovile supera abbondantemente il 99.99996%

          di tutti i

          contenuti.

          Ecco un commento che non conferma l'articolo.
          Panda Rossa, anonimo, parla di cose di cui non sa
          niente, ha la foto di un auto. E' un
          troll.In realtà lui si chiama Panda Rossa detto il Volpe!
      • Fiber scrive:
        Re: Ovvio!
        - Scritto da: panda rossa
        Del resto basta prendere il luogo per eccellenza
        dove l'anonimato non esiste:
        fessbuk.

        La concentrazione di XXXXXXX presente in
        quell'ovile supera abbondantemente il 99.99996%
        di tutti i
        contenuti.Ma guarda che anche le tue che lasci da anni sui PI non sono da sottovalutare minimamente.Anzi, ci sarebbe da scrivere una sorta di Bibbia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2012 20.08-----------------------------------------------------------
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ovvio!
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Chi non capisce la pericolosità di firmarsi con
      il proprio nome e cognome, di solito è un
      novellino ingenuo che difficilmente può scrivere
      un buon
      commento.Oppure uno che non ha voglia di vivere in messico.
  • LaNberto scrive:
    Stamo a scherza'
    "Sfatato il mito dello pseudonimo troll?"Vogliamo scherzare, spero, vero? :-D
    • panda rossa scrive:
      Re: Stamo a scherza'
      - Scritto da: LaNberto
      "Sfatato il mito dello pseudonimo troll?"

      Vogliamo scherzare, spero, vero? :-DAnche io ho fatto una ricerca simile a quella dell'articolo: e' da anni che raccolgo e analizzo tutti i commenti postati in tutti i forum di tutti i siti di informatica italiani in inernet dal 1996.E i miei risultati sono molto simili a quelli della ricerca dell'articolo.Gli anonimi generalmente postano commenti seri, sensati, utili, apprezzati e maledettamente sagaci.Pero' ho voluto approfondire ulteriormente i risultati che ho ottenuto ed emerge quanto segue: gli anonimi possono essere racchiusi in 4 grandi macrocategorie su questi forum.1) i winari2) i macachi3) gli utonti4) gli informaticiI troll che scrivono XXXXXXX invereconde appartengono unicamente alla categoria 1.Tra gli appartenenti alla categoria 2 cominciano a comparire ogni tanto dei post interessanti, purche' l'argomento non riguardi apple, altrimenti il contenuto e' ancora peggio di quelli della categoria 1.Gli appartenenti alla categoria 3 sono pochi, ma quando scrivono e' un piacere leggerli, purche' naturalmente non parlino di informatica.Solo gli anonimi della categoria 4 hanno una elevatissima percentuale di contributi sensati, apprezzati, utili ed istruttivi.
      • brain scrive:
        Re: Stamo a scherza'
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: LaNberto

        "Sfatato il mito dello pseudonimo troll?"



        Vogliamo scherzare, spero, vero? :-D

        Anche io ho fatto una ricerca simile a quella
        dell'articolo: e' da anni che raccolgo e analizzo
        tutti i commenti postati in tutti i forum di
        tutti i siti di informatica italiani in inernet
        dal
        1996.

        E i miei risultati sono molto simili a quelli
        della ricerca
        dell'articolo.
        Gli anonimi generalmente postano commenti seri,
        sensati, utili, apprezzati e maledettamente
        sagaci.

        Pero' ho voluto approfondire ulteriormente i
        risultati che ho ottenuto ed emerge quanto segue:
        gli anonimi possono essere racchiusi in 4 grandi
        macrocategorie su questi
        forum.
        1) i winari
        2) i macachi
        3) gli utonti
        4) gli informatici

        I troll che scrivono XXXXXXX invereconde
        appartengono unicamente alla categoria
        1.
        Tra gli appartenenti alla categoria 2 cominciano
        a comparire ogni tanto dei post interessanti,
        purche' l'argomento non riguardi apple,
        altrimenti il contenuto e' ancora peggio di
        quelli della categoria
        1.
        Gli appartenenti alla categoria 3 sono pochi, ma
        quando scrivono e' un piacere leggerli, purche'
        naturalmente non parlino di
        informatica.

        Solo gli anonimi della categoria 4 hanno una
        elevatissima percentuale di contributi sensati,
        apprezzati, utili ed
        istruttivi.Categoria di cui, purtroppo, non fai parte... :D
        • bertuccia scrive:
          Re: Stamo a scherza'
          - Scritto da: brain
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: LaNberto


          "Sfatato il mito dello pseudonimo troll?"





          Vogliamo scherzare, spero, vero? :-D



          Anche io ho fatto una ricerca simile a quella

          dell'articolo: e' da anni che raccolgo e
          analizzo

          tutti i commenti postati in tutti i forum di

          tutti i siti di informatica italiani in inernet

          dal

          1996.



          E i miei risultati sono molto simili a quelli

          della ricerca

          dell'articolo.

          Gli anonimi generalmente postano commenti seri,

          sensati, utili, apprezzati e maledettamente

          sagaci.



          Pero' ho voluto approfondire ulteriormente i

          risultati che ho ottenuto ed emerge quanto
          segue:

          gli anonimi possono essere racchiusi in 4 grandi

          macrocategorie su questi

          forum.

          1) i winari

          2) i macachi

          3) gli utonti

          4) gli informatici



          I troll che scrivono XXXXXXX invereconde

          appartengono unicamente alla categoria

          1.

          Tra gli appartenenti alla categoria 2 cominciano

          a comparire ogni tanto dei post interessanti,

          purche' l'argomento non riguardi apple,

          altrimenti il contenuto e' ancora peggio di

          quelli della categoria

          1.

          Gli appartenenti alla categoria 3 sono pochi, ma

          quando scrivono e' un piacere leggerli, purche'

          naturalmente non parlino di

          informatica.



          Solo gli anonimi della categoria 4 hanno una

          elevatissima percentuale di contributi sensati,

          apprezzati, utili ed

          istruttivi.
          Categoria di cui, purtroppo, non fai parte... :DLui non fa parte di nessuna delle 4 categorie indicate ... fa parte degli i...i :D (inqualificabili, non pensate subito male)
          • bertuccia scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: bertucciae non scrivere che non sei tu (bertuccia) che hai postato, lo sappiamo, il commento era troppo salace
          • sbrotfl scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: bertuccia
            e non scrivere che non sei tu (bertuccia) che hai
            postato, lo sappiamo, il commento era troppo
            salacePerchè non ti registri? :D
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: bertuccia

            e non scrivere che non sei tu (bertuccia)
            che
            hai

            postato, lo sappiamo, il commento era troppo

            salace

            Perchè non ti registri? :DNon ce n'è bisogno.Quello che quota in maniera pedestre è l'originale.
          • tucumcari scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Non ce n'è bisogno.
            Quello che quota in maniera pedestre è
            l'originale.Questa era non male!Complimenti...
      • hp fiasco scrive:
        Re: Stamo a scherza'
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: LaNberto
        1) i winari
        2) i macachi
        3) gli utonti
        4) gli informaticiper cui se gli informatici non sono ne winari ne macachi (in quanto non scrivono trollate) si deduce che gli informatici usano linux e odiano in equal modo apple e microsoft!!!!!!!!!!!!!....... e con questo commento idota esco rapidamente dalla categoria 1 (se mai ci fossi mai stato) per andare nella categoria 1 o 3
        • brain scrive:
          Re: Stamo a scherza'
          - Scritto da: hp fiasco
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: LaNberto

          1) i winari

          2) i macachi

          3) gli utonti

          4) gli informatici

          per cui se gli informatici non sono ne winari ne
          macachi (in quanto non scrivono trollate) si
          deduce che gli informatici usano linux e odiano
          in equal modo apple e
          microsoft!!!!!!!!!!!!!

          ....... e con questo commento idota esco
          rapidamente dalla categoria 1 (se mai ci fossi
          mai stato) per andare nella categoria 1 o
          3se esci dalla UNO per passare alla UNO puoi essere solo nella DUE :D
          • sbrotfl scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: hp fiasco

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: LaNberto


            1) i winari


            2) i macachi


            3) gli utonti


            4) gli informatici



            per cui se gli informatici non sono ne
            winari
            ne

            macachi (in quanto non scrivono trollate) si

            deduce che gli informatici usano linux e
            odiano

            in equal modo apple e

            microsoft!!!!!!!!!!!!!



            ....... e con questo commento idota esco

            rapidamente dalla categoria 1 (se mai ci
            fossi

            mai stato) per andare nella categoria 1 o

            3
            se esci dalla UNO per passare alla UNO puoi
            essere solo nella DUE
            :DO nella 3... che non è antro che un link alla 2 :D
      • Sicuro scrive:
        Re: Stamo a scherza'

        1) i winari
        2) i macachi
        3) gli utonti
        4) gli informaticiManca la categoria "i repressi frustrati che pensano di essere informatici"
        • panda rossa scrive:
          Re: Stamo a scherza'
          - Scritto da: Sicuro

          1) i winari

          2) i macachi

          3) gli utonti

          4) gli informatici

          Manca la categoria "i repressi frustrati che
          pensano di essere
          informatici"Oltre a te non ne conosco altri di quella categoria, quindi siete trascurabili. Puoi tranquillamente assimilarti a quelli del gruppo 1.
          • krane scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Sicuro


            1) i winari


            2) i macachi


            3) gli utonti


            4) gli informatici



            Manca la categoria "i repressi frustrati che

            pensano di essere

            informatici"

            Oltre a te non ne conosco altri di quella
            categoria, quindi siete trascurabili.Magari... Fiber, Ruppolo, ce n'e' a pacchi che non supererebbero sistemi 1.
            Puoi
            tranquillamente assimilarti a quelli del gruppo
            1.
          • sbrotfl scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Sicuro



            1) i winari



            2) i macachi



            3) gli utonti



            4) gli informatici





            Manca la categoria "i repressi
            frustrati
            che


            pensano di essere


            informatici"



            Oltre a te non ne conosco altri di quella

            categoria, quindi siete trascurabili.

            Magari... Fiber, Ruppolo, ce n'e' a pacchi che
            non supererebbero sistemi
            1.


            Puoi

            tranquillamente assimilarti a quelli del
            gruppo

            1.Il primo è della categoria 1 il secondo della categoria 2... quindi What's the problem? :)
          • krane scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Sicuro




            1) i winari




            2) i macachi




            3) gli utonti




            4) gli informatici







            Manca la categoria "i repressi

            frustrati

            che



            pensano di essere



            informatici"





            Oltre a te non ne conosco altri di
            quella


            categoria, quindi siete trascurabili.



            Magari... Fiber, Ruppolo, ce n'e' a pacchi
            che

            non supererebbero sistemi

            1.




            Puoi


            tranquillamente assimilarti a quelli del

            gruppo


            1.

            Il primo è della categoria 1 il secondo della
            categoria 2... quindi What's the problem?
            :)In effetti... :
          • linaro scrive:
            Re: Stamo a scherza'

            Magari... Fiber, Ruppolo, ce n'e' a pacchi che
            non supererebbero sistemiFiber è nella 1; Ruppolo in nessuna delle 5: non è anonimo.
          • Fiber scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: linaro

            Magari... Fiber, Ruppolo, ce n'e' a pacchi
            che

            non supererebbero sistemi
            Fiber è nella 1; Ruppolo in nessuna delle 5: non
            è
            anonimo.tu sei in quella della Panda Rossa..,http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3402101&m=3404155#p3404155uguale identico spiaccicato visto anche il "nick originale" che ti sei scelto :D :D
          • sbrotfl scrive:
            Re: Stamo a scherza'
            - Scritto da: linaro

            Magari... Fiber, Ruppolo, ce n'e' a pacchi
            che

            non supererebbero sistemi
            Fiber è nella 1; Ruppolo in nessuna delle 5: non
            è
            anonimo.AAAAAAAH Era una domanda a trabocchetto :'(
      • Fiber scrive:
        Re: Stamo a scherza'
        - Scritto da: panda rossa
        1) i winari
        2) i macachi
        3) gli utonti
        4) gli informaticie la categoria dei piccoli fan linuS troll che sparano razzate colossali dalla mattina alla sera su PI come fai tu da anni , cercando di denigrare tutto e tutti con favole e fantasie ( come tutte quelle che ti controbatto ogni santa volta ) dove l'hai messa ?la fai semplice nel voler "categorizzare" gli altri e tu non volerti mai guardae allo specchio per far capire al prossimo cosa diavolo sei :D
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Stamo a scherza'
      - Scritto da: LaNberto
      "Sfatato il mito dello pseudonimo troll?"

      Vogliamo scherzare, spero, vero? :-DDa che pulpito! :D
  • mirco scrive:
    campione rappresentativo questo sconosci
    500 mila sono pochi??? Mai sentito parlare di campione rappresentativo della popolazione? A me sembra più che sufficiente!
    • Lesione scrive:
      Re: campione rappresentativo questo sconosci
      - Scritto da: mirco
      500 mila sono pochi??? Mai sentito parlare di
      campione rappresentativo della popolazione? A me
      sembra più che
      sufficiente!Tu sei l'anonimo che distrugge la validità del sondaggio. 500K su quanti su 1000KK o su 501 persone :D
      • mirco b scrive:
        Re: campione rappresentativo questo sconosci
        7 miliardi di persone sono più che rappresentati da 500k..qualsiasi caratteristica consideri
Chiudi i commenti