Buco rivela certi giochini su Amazon.com

Ma che bravi gli autori che vendono libri sulla più grande libreria della rete, tutti lì a mettere commenti entusiastici ai propri volumi. Un bug rivela i loro nomi a tutti


Web – Grande l’imbarazzo per Amazon.com , il negozio più celebre in Internet, dopo che un problema nella gestione del proprio sito aveva consentito l’esposizione dei nomi di molti utenti, che fin lì erano protetti da nickname o altri attributi e che, dunque, non potevano essere visualizzati da chi accedeva alle pagine dedicate ai libri.

Difficile però determinare se l’imbarazzo di Amazon.com per un problema di privacy grosso come una casa sia pari a quello di molti autori di libri in vendita che si sono visti clamorosamente sconfessare .

Stando alle cronache di chi nelle ore del buco ha potuto visualizzare quelle pagine, infatti, moltissimi titoli in vendita su Amazon, titoli accompagnati sempre da commenti e posting degli utenti del sito, sono “spinti” proprio dagli stessi autori. Dietro ai nickname che con più entusiasmo parlano dei volumi in vendita, infatti, si celavano in molti casi gli autori dei libri , evidentemente lì per promuovere le proprie opere.

In sé non c’è nulla di strano perché non è difficile supporre che chi vende un libro su Amazon è anche tra i più interessati a sostenerne la reputazione e stimolare l’interesse per quel titolo. Va da sé, però, che un conto è la teoria un altro conto è vedere inopinatamente il proprio nome esposto al pubblico ludibrio.

Non solo, i giochini sembrano più complessi di così. Intervistato da un reporter americano, un autore ha dichiarato di aver postato un commento entusiastico sotto il titolo del volume di un proprio amico perché, a suo dire, altri autori (invidiosi? concorrenti?) avevano pubblicato appositamente commenti malevoli.

E a poco vale la dichiarazione di una portavoce di Amazon, secondo cui si è trattato di uno sfortunato errore che ora Amazon avrà cura di esaminare per evitare che si ripeta. Vale a poco, dicono in tanti, perché il giochino delle recensioni si è dimostrato per quello che è. Scoperta l’acqua calda?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La colpa è di microsoft
    e del suo "fantomatico" leak dei sorgenti,una scusa in più per attaccare il p2p(linux)(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: La colpa è di microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      e del suo "fantomatico" leak dei sorgenti,
      una scusa in più per attaccare il p2pOsservazione arguta. Complimenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: UN ASSURDO!
    maciste ti sbagli, la directory dove vanno i files scaricati è condivisa per default !Semmai quello che dici tu vale se un attimo dopo che il file è completo lo sposti in una directory non condivisa. durante il dwld comunque condividi la parte che hai già scaricato, nella maggior parte dei sistemi p2p è così.Le major canadesi stanno semplicemente partendo da quelli che hanno in share moltissimo files, perchè sono i più "attivi" sul sistema, ma tutti gli utenti "danno e prendono, prendono e danno" allo stesso tempo.- Scritto da: maciste

    - Scritto da: AdessoBasta

    Chi utilizza il P2P e SCARICA un brano
    MP3

    già dai primi byte scricati si
    rende

    colpevole di mettere IN CONDIVISIONE
    parti

    di quello stesso brano MP3 a tutti gli
    altri

    utenti!

    no...non funziona così, in qualsiasi
    programma p2p devi settare una directory
    nella quale scaricare i file, se quella
    directory non la condividi l'auotomatismo di
    cui parli non si può
    verficare....ovvio che se poi sposti il file
    in una cartella condivisa...


    Quindi non vedo come la distinzione tra
    chi

    scarica e chi condivide sia possibile.

    se tu condividi dei file è facilmente
    dimostrabile il fatto che tu li possieda,
    viceversa se nn condividi niente è
    sicuramente più difficile dimostrare
    la tua colpevolezza perché se dopo
    averli scaricati non li condividi non si
    può dimostare facilmente che li
    possiedi.
    Inoltre la condivisione di un materiale
    coperto da dda è un'aggravante quindi
    ecco che la disirinzione si può fare
    eccome. La strategia è molto
    semplice, se io colpisco chi condivide molti
    saranno portati a non condividere
    più, le reti p2p si svuoteranno di
    contenuti e la baracca imploderà su
    se stessa...
  • AdessoBasta scrive:
    UN ASSURDO!
    Chi utilizza il P2P e SCARICA un brano MP3 già dai primi byte scricati si rende colpevole di mettere IN CONDIVISIONE parti di quello stesso brano MP3 a tutti gli altri utenti!Quindi non vedo come la distinzione tra chi scarica e chi condivide sia possibile. Se si intende colpire chi il brano lo mette in condivisione per la prima volta, avendolo ottenuto per altre fonti, non mi sembra né efficace né di facile individuazione. Boh la legge e i suoi paradossi :) o meglio le major e i loro quattrini :(Date soldi a qualcuno e li userà contro di voi...
    • Anonimo scrive:
      Re: UN ASSURDO!
      quello che dici tu succede con bit torrent o se condividi con altri prog la cartella dei temporaneiragion per cui: la distinzione c'è eccome...
    • maciste scrive:
      Re: UN ASSURDO!
      - Scritto da: AdessoBasta
      Chi utilizza il P2P e SCARICA un brano MP3
      già dai primi byte scricati si rende
      colpevole di mettere IN CONDIVISIONE parti
      di quello stesso brano MP3 a tutti gli altri
      utenti!no...non funziona così, in qualsiasi programma p2p devi settare una directory nella quale scaricare i file, se quella directory non la condividi l'auotomatismo di cui parli non si può verficare....ovvio che se poi sposti il file in una cartella condivisa...
      Quindi non vedo come la distinzione tra chi
      scarica e chi condivide sia possibile. se tu condividi dei file è facilmente dimostrabile il fatto che tu li possieda, viceversa se nn condividi niente è sicuramente più difficile dimostrare la tua colpevolezza perché se dopo averli scaricati non li condividi non si può dimostare facilmente che li possiedi.Inoltre la condivisione di un materiale coperto da dda è un'aggravante quindi ecco che la disirinzione si può fare eccome. La strategia è molto semplice, se io colpisco chi condivide molti saranno portati a non condividere più, le reti p2p si svuoteranno di contenuti e la baracca imploderà su se stessa...
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutti in Canada!!
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sa che questo provider avrà presto
    molti nuovi abbonati da tutto il Canada :D
    Anch'io, se andassi a vivere da quelle parti
    (cosa che non ho in programma)
    cercherò di ricordarmene...
    Alla faccia delle major, viva il P2P ;)si, bravo.poi però non condividi.e allora cosa pensi che si trovi in rete?si deve poter condividere, non solo scaricare!e questo si fa cambiando molte cose molto molto più grosse, impegnandosi civilmente nella politica, nel cambio delle leggi. Ascoltando e proponendo nelle sedi adeguate.Altrimenti si resta sempre fuorilegge, perchè le leggi le si lasciano fare agli altri quando è il momento.
  • Anonimo scrive:
    Re: Furbo il provider!
    - Scritto da: Anonimo
    "Io non memorizzo i log!
    Se volete scaricare con il p2p fate un
    abbonamento con me!"claro!e dovrebbe essere così pure da noi.ma noi ci caghiamo in mano , porc....
  • Anonimo scrive:
    Re: chi ruba a chi?
    - Scritto da: ElfQrin
    "Questa gente rapina platealmente le
    carriere degli artisti"

    mmm... ma stanno parlando degli utenti p2p o
    delle case discografiche?

    Mah, dev'essere che le case discografiche
    hanno il copyright anche su questo e stanno
    cercando di farlo valere ;)tassa sul furto ^___^
  • Anonimo scrive:
    Re: provider e utenti
    - Scritto da: Anonimo
    E' bello e interessante vedere come i
    provider negli USA e in Canada combattano
    per mantenere il riserbo sulle
    attività online dei propri utenti,
    forse anche perché in questi paesi la
    privacy è più sentita e una
    maggiore disinvoltura rischierebbe di far
    perdere loro molti clienti.

    Purtroppo non credo proprio che in Italia i
    grossi provider muoverebbero un dito per
    tutelare i propri utenti...in compenso sono i PROVIDER li a fare qualcosa, non LO STATO.da noi è il garante per la privacy a fare il meglio.non dimenticare che non hanno MAI staccato Carnivore e Magic Lantern.ricordo quando hanno detto che lo mettevano su. Tu hai mai sentito che lo avessero tolto?Altro che paesi dove ci tengono alla privacy.Ci tengono si, ma per le palle.
    • Anonimo scrive:
      Re: provider e utenti
      - Scritto da: Anonimo
      non dimenticare che non hanno MAI staccato
      Carnivore e Magic Lantern.Da noi probabilmente cose come queste si fanno lo stesso, e non lo dicono neanche...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non e' bella come cosa...
    - Scritto da: Anonimo
    Anch'io sono contro le major, il copyright
    di 75 anni, siae riaa mpaa e altre
    schifezze, ma un provider che non mantiene
    alcun tipo di log spalanca le porte a reati
    ben piu' grossi del semplice scambio di mp3.
    Insomma, non credo che sia questa la strada
    da seguire.è ovvio che si tratta di una provocazione.loro dicono "tu vuoi i dati privati? e io non li tengo più, non sono obbligato, il mio business nei confronti dei clienti mi impone di dargli questa correttezza".poi non è vero.magari il cliente fa cazzate sul fronte della rete, vedi come li tirano fuori i log! Eccome! :)lo chiamano a casa e gli dicono OH!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non e' bella come cosa...
      - Scritto da: Anonimo
      poi non è vero.
      magari il cliente fa cazzate sul fronte
      della rete, vedi come li tirano fuori i log!
      Eccome! :)
      lo chiamano a casa e gli dicono OH!!!!!Certo, e poi gli fanno un mazzo così al provider per aver mentito...
  • Anonimo scrive:
    PERICOLOSISSIMO.
    all'occhio: questa è la mossa più "intelligente" da parte di qualsiasi autorità-distruttiva anti-p2p.per minare alla base il filesharing ... basta minare lo SHARING, appunto.cosa che moltissimi utenti del cavolo fanno già per la loro avidità, egoismo, stupidità, ignoranza: NON CONDIVIDENDO.ebbene quando nessuno condivide, nessuno che abbia il "diritto" di scaricare, ha nulla da scaricare.Quindi come sempre si deve ricordare che è chi CONDIVIDE a fare il bene del filesharing, oltre a chi crea i programmi e chi mantiene i server o nodi o quel che serve.La base è l'utenza che condivide! Minare quella (a colpi di terrorismo) è il vero pericolo!
  • Anonimo scrive:
    Re: nuova policy: autoerase p2p
    - Scritto da: Anonimo
    nuova policy : tutto il log di traffico
    viene cancellato automaticamente 3 ore dopo.

    e hop!si..finche' non fanno la legge che obbliga gli isp a tenere i log per almeno 5 anni
    • Anonimo scrive:
      Re: nuova policy: autoerase p2p
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      nuova policy : tutto il log di traffico

      viene cancellato automaticamente 3 ore
      dopo.



      e hop!

      si..finche' non fanno la legge che obbliga
      gli isp a tenere i log per almeno 5 annivedo che state iniziando a pensare.bene.magari poi vi viene in mente che potreste anche fare qualcosa.tipo partecipare alla vita politica del vostro paese :)ma no, non esageriamo.
      • AdessoBasta scrive:
        Re: nuova policy: autoerase p2p

        magari poi vi viene in mente che potreste anche fare qualcosa.
        tipo partecipare alla vita politica del vostro paese Ottima idea! e poter prendere, così, mazzette dalle major per fare quello che vogliono loro! LOL
  • Anonimo scrive:
    Re: avvoltoi non meritano.
    Sei uno di classe, senza dubbio.
    • Anonimo scrive:
      Re: avvoltoi non meritano.
      - Scritto da: Anonimo
      Sei uno di classe, senza dubbio.la sostanza conta.ma evidentemente a te serve una bella superficie.goditi la tua, io non me ne curo.
  • Anonimo scrive:
    Non e' bella come cosa...
    Anch'io sono contro le major, il copyright di 75 anni, siae riaa mpaa e altre schifezze, ma un provider che non mantiene alcun tipo di log spalanca le porte a reati ben piu' grossi del semplice scambio di mp3.Insomma, non credo che sia questa la strada da seguire.
  • Anonimo scrive:
    Re: kazaalite resurrection
    - Scritto da: Anonimo
    www.microsoulv3.web1000.com/klr249_english.ex

    si raccomanda di disinstallare la versione
    precedente.Bravo questo è un segno per i discografici:attacchevi!
    • Anonimo scrive:
      Re: kazaalite resurrection
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      www.microsoulv3.web1000.com/klr249_english.ex



      si raccomanda di disinstallare la
      versione

      precedente.
      Bravo questo è un segno per i
      discografici:attacchevi!eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: avvoltoi non meritano.
    - Scritto da: Anonimo
    dove sta la loro lotta? la loro
    solidarietà con chi rischia il culo?

    o condividono pure loro o non si condivide
    con chi non molla una ceppaAnche senza motivi di lotta, io rifiuto sempre connessioni da parte di chi non condivide.
    • Anonimo scrive:
      Re: avvoltoi non meritano.
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      dove sta la loro lotta? la loro

      solidarietà con chi rischia il
      culo?



      o condividono pure loro o non si
      condivide

      con chi non molla una ceppa

      Anche senza motivi di lotta, io rifiuto
      sempre connessioni da parte di chi non
      condivide.fai la tua personale lotta, sai, cosa credi? :-)non importa mica essere in un gruppo o seguire una ideologia politica con una bandiera o un colore.prosegui così ;-)avere dei principi è sano.Robin Hood
  • Anonimo scrive:
    nuova policy: autoerase p2p
    nuova policy : tutto il log di traffico viene cancellato automaticamente 3 ore dopo.e hop!
  • Anonimo scrive:
    avvoltoi non meritano.
    ok.se in canada si può scaricare ma non rischiano il culo, mi dispiace, ma non si deve condividere con loro.dove sta la loro lotta? la loro solidarietà con chi rischia il culo?o condividono pure loro o non si condivide con chi non molla una ceppa
  • Anonimo scrive:
    kazaalite resurrection
    http://www.microsoulv3.web1000.com/klr249_english.exesi raccomanda di disinstallare la versione precedente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Furbo il provider!
    - Scritto da: Anonimo
    "Io non memorizzo i log!
    Se volete scaricare con il p2p fate un
    abbonamento con me!"Proprio così... ma perché credete che in Italia vogliano rendere obbligatori i log per 5 anni?
    • Anonimo scrive:
      Re: Furbo il provider!
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      "Io non memorizzo i log!

      Se volete scaricare con il p2p fate un

      abbonamento con me!"

      Proprio così... ma perché
      credete che in Italia vogliano rendere
      obbligatori i log per 5 anni?per darsi la zappa sui piedi? le TLC intendo.non credo che siano prive di agganci politici!sarà un progetto da annacquare un attimo, ma vedrete che non resterà per 5 anni ...
  • Anonimo scrive:
    provider e utenti
    E' bello e interessante vedere come i provider negli USA e in Canada combattano per mantenere il riserbo sulle attività online dei propri utenti, forse anche perché in questi paesi la privacy è più sentita e una maggiore disinvoltura rischierebbe di far perdere loro molti clienti.Purtroppo non credo proprio che in Italia i grossi provider muoverebbero un dito per tutelare i propri utenti...
  • ElfQrin scrive:
    chi ruba a chi?
    "Questa gente rapina platealmente le carriere degli artisti"mmm... ma stanno parlando degli utenti p2p o delle case discografiche?Mah, dev'essere che le case discografiche hanno il copyright anche su questo e stanno cercando di farlo valere ;)
  • Anonimo scrive:
    Furbo il provider!
    "Io non memorizzo i log!Se volete scaricare con il p2p fate un abbonamento con me!"
  • Anonimo scrive:
    Tutti in Canada!!
    Mi sa che questo provider avrà presto molti nuovi abbonati da tutto il Canada :DAnch'io, se andassi a vivere da quelle parti (cosa che non ho in programma) cercherò di ricordarmene...Alla faccia delle major, viva il P2P ;)
Chiudi i commenti