California, stop ai televisori ingordi

Dal 2011 i produttori dovranno rispettare criteri sempre più restrittivi se vorranno continuare a vendere nel più popoloso stato a stelle e strisce
Dal 2011 i produttori dovranno rispettare criteri sempre più restrittivi se vorranno continuare a vendere nel più popoloso stato a stelle e strisce

La Energy Commission del governo della California ha approvato una disposizione in discussione da qualche mese e volta a ridurre il consumo di elettricità da parte degli apparecchi televisivi di ultimissima generazione.

Entro il 2011 i vari produttori dovranno adoperarsi per tagliare almeno di un terzo la richiesta di energia necessaria per il funzionamento dei televisori, mentre per il 2013 sarà obbligatorio raddoppiarne l’efficienza .

Attualmente nella sola California vi sono circa 35 milioni di televisioni di vario genere, e ogni anno ne vengono acquistati almeno altri 4 milioni: si tratta spesso di monitor di grandi dimensioni che fanno gonfiare le bollette fino ad andare a costituire il 10 per cento del consumo energetico mensile di una singola famiglia.

Con l’introduzione di norme più restrittive la Commissione prevede di risparmiare 8 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni. Per la singola famiglia non si tratterebbe comunque di un risparmio enorme: circa 30 dollari all’anno. Come ha specificato tuttavia Karen Douglas, membro della Energy Commission , “questa è una misura atta a tutelare l’ambiente e i californiani ne beneficeranno da subito”: i risultati si vedranno insomma su larga scala.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 11 2009
Link copiato negli appunti