Carte di credito online (quasi) sicure

Non emergono differenze sostanziali tra gli abusi dentro e fuori dalla rete. Un buon risultato per un sistema di pagamento che molti non vogliono usare
Non emergono differenze sostanziali tra gli abusi dentro e fuori dalla rete. Un buon risultato per un sistema di pagamento che molti non vogliono usare


Web – Essenziale per lo sviluppo del commercio elettronico, bene poco diffuso in Italia e di più all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, la Carta di credito è l’elemento necessario per uno sviluppo rapido e transnazionale del commercio elettronico. Non è dunque una sorpresa che al suo uso nel cyberspazio siano dedicati importanti studi.

L’Osservatorio permanente sull’Usura e la Criminalità ha presentato ieri alla Camera di Commercio a Milano il rapporto “Le frodi con le carte di credito, rischi e limiti del commercio elettronico”.

Si tratta di uno studio che da un lato evidenzia un uso crescente, seppure ancora debole in Italia ma anche in altri paesi, della carta di credito da parte dell’utenza internet, e dall’altra mette in chiaro come la quantità di frodi realizzate online con dati sottratti o replicati delle carte di credito ai danni di chi le rilascia e degli intestatari sono pari a quelle che avvengono fuori dalla rete.

Stando allo studio, la carta di credito si rivela essenziale nel 98,5 per cento delle transazioni di pagamento che avvengono via internet. Un dato che potrebbe far ripensare alla situazione chi teme cracker, violazioni di database o connessioni poco sicure, visto che nonostante una percentuale così alta di pagamenti si realizzi con carta di credito, gli abusi che si verificano sono rari come quelli che accadono tradizionalmente off line.

Secondo l’Osservatorio è dunque chiaro che “immettere i dati della carta di credito in internet non presenta più rischi di quelli corsi in un qualsiasi esercizio commerciale tradizionale”.

Basterà questo a far superare le ultime paure in un paese, l’Italia, dove la carta di credito risulta poco diffusa rispetto alla media europea?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 11 2001
Link copiato negli appunti