Cedesi spettro radio per mobile wireless

Con il proliferare del digitale terrestre si stanno liberando porzioni golose dello spettro UHF, idonee per implementare servizi mobili e non, a banda larga. Lo dice l'Unione Europea. E in Italia? Tutto da vedere

Roma – I lavori di Unione Europea e Nazioni Unite procedono in direzione del rilascio di una consistente fetta di spettro UHF, sinora impiegato per le trasmissioni televisive in standard analogico e ora reso meno affollato dalla crescente diffusione del digitale terrestre. Proprio in base a tale rilascio, è stato fatto circolare tra i governi di 160 Paesi una bozza di accordo che dovrebbe consentirne l’impiego per il mobile wireless a larga banda.

“Per la prima volta”, spiega il Financial Times , “la decisione consentirà un’intesa comune e globale circa lo spettro per i servizi mobili a banda larga, spingendo il mercato sulle nuove tecnologie wireless”. La riduzione dei costi, ove tale piano venga adottato, è insita nel diverso comportamento delle frequenze che vengono a liberarsi: essendo dislocate nello spettro UHF (in Italia da 470 MHz a 850 MHz circa), la loro capacità di propagazione e penetrazione di ostacoli è molto più elevata rispetto alle frequenze 3G, più alte (2100 MHz).

Ciò faciliterebbe una copertura più ampia, anche di zone rurali, con minore necessità di installazione di antenne trasmittenti e dovrebbe portare notevole supporto per colmare il digital divide , da cui ancora molte zone sono afflitte. L’operazione, sottolinea il FT con riferimento all’aspetto commerciale , ha il forte appoggio degli operatori di telefonia mobile: la migliore e più diffusa copertura, unita alla migliore capacità di penetrazione, significa un più ampio target di mercato, un grosso incremento di traffico e, quindi, di potenziali profitti .

Le Autorità europee a luglio scorso hanno redatto uno studio e un esame dello spettro delle frequenze, riassunti in questo documento . La scorsa settimana l’Unione ne ha prodotto uno nuovo , nel quale si evidenziano altri aspetti tecnici e normativi che dovranno poi, in Italia come negli altri Paesi, essere posti al vaglio delle Autorità locali. Nei diversi Paesi, infatti, lo spettro UHF è diviso in modo diverso e, specialmente nella parte più alta della gamma, occorrerà attendere che ogni Autorità provveda a liberare la porzione interessata, operazione che si prevede possa globalmente giungere a compimento tra diversi anni.

Già da molto, peraltro, l’Unione Europea lavora in questa direzione, a cavallo tra wireless mobile e digitale terrestre , cercando di promuovere il passaggio di grosse porzioni dello spettro UHF al nuovo impiego. Sul campo di battaglia, non va dimenticato, c’è anche il Wimax che, nonostante le molte polemiche , per definizione può utilizzare anch’esso porzioni dello spettro UHF (e non solo).

In Italia, pur non essendovi alcun impedimento tecnico, resta il problema del cambio di destinazione d’uso , procedura burocraticamente tutt’altro che leggera. Restano anche le contrarietà di alcune emittenti e delle tante persone prive di televisori con sintonizzatore digitale terrestre incorporato, per le quali il passaggio al nuovo standard, al di là dei benefici derivanti dal mobile wireless , nonostante alcune facilitazioni è ancora di scarsa immediatezza.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Matteo Cottini scrive:
    Quad core...e per cosa?
    Salve, noi abbiamo un casa un server biprocessore quadcore (totale 8 core). Non siamo mai riusciti, nell'uso medio (vmware + 4 vm e db server), ad andare oltre un misero 33-40% di prestazioni...mai visto andare con i core al 100%, in nessun caso. C'è ancora da ragionare tanto su questo orientamento al multicore.Matteo__________________________WWW.SMCP.IT
  • sgerry scrive:
    i 64bit di AMD
    Anche se in realtà pochissimi programmi sfruttano i 64bit, provando a ricompilare il mio codice con i 64bit nativi di AMD con SuseLinux10.2 ed ottimizzando l'ottimizzabile tenendo conto dei 64bit, ho ottenuto le seguenti notevoli performance:CASO_1) +100%CASO_2) +130%CASO_3) +40%Ciò è evidentemente dovuto all'incremento dei registri ed all'eventuale riduzione delle istruzioni macchina per operazioni a 64bit.Si tratta di software che richiede parecchio tempo-cpu.Altra cosa curiosa, se ricordate Hyper-Threading dei Pentium4,http://it.wikipedia.org/wiki/Hyper-Threadingpoi abbandonato nei Core2Duo e Quad, ho effettuato dei benchmark ed ho rilevato un aumento delle prestazioni del tipo (Pentium4 HT):Caso1) +40%Caso2) +52%Caso3) +35%Molti consideravano l'HyperThreading praticamente inutile, sembrerebbe invece che con un software ottimizzato i risultati invece siano visibili. Intel ha sbagliato a non lasciare questa tecnologia anche nei nuovi modelli, ne sarebbe risultato un incremento di prestazioni notevole perché probabilmente da moltiplicare per il numero dei core effettivi.
    • amdinside scrive:
      Re: i 64bit di AMD

      Molti consideravano l'HyperThreading praticamente
      inutile, sembrerebbe invece che con un software
      ottimizzato i risultati invece siano visibili.
      Intel ha sbagliato a non lasciare questa
      tecnologia anche nei nuovi modelli, ne sarebbe
      risultato un incremento di prestazioni notevole
      perché probabilmente da moltiplicare per il
      numero dei core
      effettivi.Se ben ricordo, l'ht di intel usava una parte di cpu "dormiente" che era stata creata con altri scopi. Nelle cpu core2 questa parte non c'era, ne' poteva essere aggiunta senza rifare tutto il processore.Secondo me la tecnologia ht era il primo abbozzo di multicore che era (semi)inutile ed e' stato attivato solo per motivi di marketing.
  • lowres scrive:
    Quali software usano davvero i quad?
    Al di là dell'hype e del technomarketing astrogalattico... quali applicazioni usano davvero i due o i quattro core?Vi sono *reali* vantaggi per gli utenti rispetto a un classico single core?
    • krane scrive:
      Re: Quali software usano davvero i quad?
      - Scritto da: lowres
      Al di là dell'hype e del technomarketing
      astrogalattico... quali applicazioni usano
      davvero i due o i quattro
      core?
      Vi sono *reali* vantaggi per gli utenti rispetto
      a un classico single core?Mi sembra di ricordare che il videogame Oblivion li utilizzi; giusto per parlare di un'applicazione professionale...
      • rock3r scrive:
        Re: Quali software usano davvero i quad?
        molti programmi nel settore video editing (ad es. tutti quelli adobe, compreso photoshop), tutti o quasi i programmi di grafica 3d, i nuovi giochi, alcuni codec video (es. divx)... questi sono solo alcune cose che sfruttano il multithreading in modo pesante. poi, molte applicazioni giovano comunque del multicore, perché i thread invece di essere caricati su un'unica cpu sono suddivisi fra i vari core in modo trasparente.
    • Burp scrive:
      Re: Quali software usano davvero i quad?
      - Scritto da: lowres
      Al di là dell'hype e del technomarketing
      astrogalattico... quali applicazioni usano
      davvero i due o i quattro
      core?Qualsiasi applicazione con piu' di un thread ne trae beneficio, che puo' essere marginale o che puo' arrivare al parallelismo quasi totale, a seconda dei casi.E sara' sempre piu' tangibile.
      Vi sono *reali* vantaggi per gli utenti rispetto
      a un classico single
      core?Si'.Leggi la risposta anche se l'ho scritta qualche minuto dopo mezzanotte ?
  • Petengy scrive:
    64 o 32 bit
    scusate l'ignoranza, ma qualcuno ha capito se si tratta di un processore a 32 o a 64 bit???
    • Benedict scrive:
      Re: 64 o 32 bit
      64 bit benedetto figliolo, 64 come sempre!! Dall'uscita dei primi Athlon 64 i "32 bit consumer" di AMD con architettura K8 si son visti solo per modelli particolarmente economici (i primi Sempron). Questi nuovi "Phenom" e derivati vanno a contrastare il fior fiore dei quad core di Intel, tutti a 64 bit, impensabile che possano essere ancora a 32 :)
      • gigi scrive:
        Re: 64 o 32 bit
        Veramente in terminii di prestazioni i nuovi processori AMD sono leggermente superiori ai primi Core 2 Duo di Intel (E6600).Quindi AMD ha ancora un bel gap di prestazioni da colmare.
        • fred scrive:
          Re: 64 o 32 bit

          Quindi AMD ha ancora un bel gap di prestazioni da
          colmare.Immagino che i prezzi dichiarati al momento siano quelli iniziali e siano destinati a scendere:se cosi' sara' si torna alla normalita' ove le cpu amd sono meno performanti ma costano meno, richiedono mobo meno complesse integrando il controller di memoria e accettano ram da poco per lo stesso motivo diventanto quindi la scelta per chi vuol spendere poco mentre chi vuole una macchina da performance come i videogiocatori spendera' un po' di piu e scegliera' Intel.
      • non so scrive:
        Re: 64 o 32 bit
        - Scritto da: Benedict
        Questi nuovi "Phenom" e derivati
        vanno a contrastare il fior fiore dei quad core
        di IntelSarà, pero questi Phenom a 4 core vanno tanto quanto un Core 2 Duo di Intel.
        • Anonimo scrive:
          Re: 64 o 32 bit
          Sinceramente, credo che test tali siano stati effettuati in single core. Comunque sia quelli appena lanciati non sono i top di gamma.
          • Antonello scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            veramente sono quelli di fascia bassa...sono poi previsti per il primo trimestre del 2008le versioni (sempre a fascia basa) con i moltiplicatori sbloccati.I test (almeno a quanto ho letto ieri su tom's Hardware) sono stati effettuati sul quad core (a proposito Gli AMD non sono come i pentium, che per emulare i 64 bit, dichiarato da intel, i due core lavorano come se fossero uno solo, come il processore della PSP).in più (sempre a quanto ho letto) hanno una particolarità rispetto a intel, cioè se un core va a farsi benedire... viene automaticamente escluso... ma il processore continua ad andare utilizzando solo gli altri tre.infine ultima differenza dagli intel a 4 core:i Phenom è effettivamente a 4 core... mentre intel è un processore formato da due core 2 duo.per essere un "entry level" direi che non è male... se poi si considera che: viene mantenuta la retrocompatibilità di socket (anche se l'AM2 non gestisce alcune cose) e che verrà ulteriormente sviluppato fino a 45 nm... direi che AMD è sulla strada buona per risorpassare intel (anche se ancora deve fare un po di strada)
          • AtariLover scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            - Scritto da: Antonello
            veramente sono quelli di fascia bassa...
            sono poi previsti per il primo trimestre del 2008
            le versioni (sempre a fascia basa) con i
            moltiplicatori
            sbloccati.
            I test (almeno a quanto ho letto ieri su tom's
            Hardware) sono stati effettuati sul quad core (a
            proposito Gli AMD non sono come i pentium, che
            per emulare i 64 bit, dichiarato da intel, i due
            core lavorano come se fossero uno solo, come il
            processore della
            PSP).Scusa Atonello, ma questa modalità di 64 bit Intel è così solo sui Pentium a 64 bit o anche sui Core2?Avresti dei link al riguardo?Lo chiedo eprchè mi interessa capire meglio... Ho cercato in Google ma non ho trovato nulla di interessante...Grazie!
          • Antonello scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            ehm... veramente NON esistono intel a 64 bit...per quanto riguarda i processori a un core solo è un'emulazione... riescono ad eseguire le operazioni più semplici... vedi i vari intel Pentium 5XX o 6XX...il discorso dei due core a 32 bit che lavorano come uno solo a 64 mi pare ovvio che sia riferito ai dual core... che siano core duo o core 2 duo...per quanto riguarda le informazione... perchè perdere tempo a cercare su google??? vai sul sito della intel... spulcialo per bene e vedrai...
          • ... scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            - Scritto da: Antonello
            ehm... veramente NON esistono intel a 64 bit...
            per quanto riguarda i processori a un core solo è
            un'emulazione... riescono ad eseguire le
            operazioni più semplici... vedi i vari intel
            Pentium 5XX o
            6XX...
            il discorso dei due core a 32 bit che lavorano
            come uno solo a 64 mi pare ovvio che sia riferito
            ai dual core... che siano core duo o core 2
            duo...Peccato che non sia vero... sono 2 core a 64 bit che lavorano come 2 a 64 bit...
            per quanto riguarda le informazione... perchè
            perdere tempo a cercare su google??? vai sul sito
            della intel... spulcialo per bene e
            vedrai...Cosa ? Quello che non c'è ?
          • Antonello scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            http://www.intel.com/products/processor_number/eng/chart/core2xe.htmSe leggi bene la tabella ti dice che il 64 bit è una virtualizzazione... ottenuta attraverso l'uso di tutto il resto della piattaforma (OS compreso) a 64 bit
          • ... scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            - Scritto da: Antonello
            http://www.intel.com/products/processor_number/eng

            Se leggi bene la tabella ti dice che il 64 bit è
            una virtualizzazione... ottenuta attraverso l'uso
            di tutto il resto della piattaforma (OS compreso)
            a 64
            bitHo letto bene. E dice tutt'altro... forse dovresti dare una ripassata al tuo inglese...In attesa di ciò te lo traduco: quello che dice è che Intel® Virtualization Technology (Intel® VT), Intel® Trusted Execution Technology (Intel® TXT), e Intel® 64 architecture richiedono cpu, hardware, sistemi operativi, driver, programmi, ecc. ecc. in grado di supportare queste funzionalità. Nota bene che parla di tre cose ben distinte e nota anche che parla di architettura Intel 64, quindi una caratteristica hardware. Sul fatto che poi debba essere supportata dal sistema operativo direi che ci sia poco da dire...Non sei ancora convinto ? Beh, ma allora perchè non vai a cercare cose è questa "Intel® Virtualization Technology" ?Visto che ho già capito che le ricerche non sono il tuo forte, l'ho fatto io al posto tuo... e questi sono i risultati:http://www.intel.com/technology/platform-technology/virtualization/description.htm?iid=technology_virtualizationoverview+tabs_descriptione ora dimmi nel documento linkato dove si parlerebbe di emulazione dei 64 bit...
          • ... scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Antonello


            http://www.intel.com/products/processor_number/eng



            Se leggi bene la tabella ti dice che il 64 bit è

            una virtualizzazione... ottenuta attraverso
            l'uso

            di tutto il resto della piattaforma (OS
            compreso)

            a 64

            bit


            Ho letto bene. E dice tutt'altro... forse
            dovresti dare una ripassata al tuo
            inglese...

            In attesa di ciò te lo traduco: quello che dice è
            che Intel® Virtualization Technology (Intel® VT),
            Intel® Trusted Execution Technology (Intel® TXT),
            e Intel® 64 architecture richiedono cpu,
            hardware, sistemi operativi, driver, programmi,
            ecc. ecc. in grado di supportare queste
            funzionalità. Nota bene che parla di tre cose ben
            distinte e nota anche che parla di architettura
            Intel 64, quindi una caratteristica hardware. Sul
            fatto che poi debba essere supportata dal sistema
            operativo direi che ci sia poco da
            dire...

            Non sei ancora convinto ?

            Beh, ma allora perchè non vai a cercare cose è
            questa "Intel® Virtualization Technology"
            ?

            Visto che ho già capito che le ricerche non sono
            il tuo forte, l'ho fatto io al posto tuo... e
            questi sono i
            risultati:

            http://www.intel.com/technology/platform-technolog

            e ora dimmi nel documento linkato dove si
            parlerebbe di emulazione dei 64
            bit...Ah... dimenticavo... spiegami anche perchè esistono processori classificati come Intel 64 e che però non supportano la Intel® VT...http://www.intel.com/products/processor_number/eng/chart/core2duo.htmForse che, seguendo il tuo ragionamento, sono gli unici effettivamente a 64 bit ?
          • Anonimo scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            Cosa credi, che i processori presentati siano il top di gamma di AMD? Sono solo i quad core più economici, se non te ne sei accorto. Ce ne saranno di benchmarck in futuro.
          • Antonello scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            ma guarda che ho detto proprio questo...ok ho commesso un errore di battitura... ma mi pare che la prima cosa che ho detto sia:- veramente sono quelli di fascia bassa (volevo scrivere bassa)per la cronaca fascia bassa = Entry level = Economici.Per quello che si vede nei benchmark... promettono bene...ma quante volte nell'informatica qualcosa che prometteva bene, si è poi rivelato un aborto???
      • Petengy scrive:
        Re: 64 o 32 bit
        grazie benedict :)
        • Benedict scrive:
          Re: 64 o 32 bit
          A questo punto sarò tra coloro che, pur avendo usato AMD per anni, correrà a comprare un quad core Intel prima dell'inevitabile aumento dei prezzi dovuto alla mancanza di modelli concorrenti, se si considera che il modello di punta Phenom, ancora non in vendita, va come quello medio-basso Intel (sempre parlando di quad core).Fonte Anandtech:http://www.anandtech.com/cpuchipsets/showdoc.aspx?i=3153
          • Anonimo scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            Quei test sono fatti con CPU base overcloccate.Possono dare un'idea ma difficilmente sono precisi come le CPU originali.In ogni caso, il TDP mostrato dalle CPU overcloccate non sarà sicuramente pari ai 9900 tirati di fabbrica.
          • Benedict scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            A meno di stravolgimenti architetturali, mooolto difficili da fare in tempi brevi, le prestazioni dei Phenom resteranno dietro quelle dei quad core Intel. I benchmark ottenuti innalzando il clock sono molto attendibili a parità di architettura e l'unica chance dei Phenom ottenibile in tempi brevi resta l'aumento di velocità della cache di terzo livello ma anche da lì non ci si può aspettar miracoli. Certo se si venisse a scoprire che questi modelli di lancio non rendano poi molto a causa di qualche difetto è un altro paio di maniche, ma non credo che sia così.In buona sostanza gli affezionati AMD come me dovranno farsi una ragione di queste prestazioni deludenti e saranno costretti a migrare su Intel se desiderano le massime prestazioni. Laddove non sono richieste prestazioni massime i Phenom avranno ampie possibilità di successo, specialmente se i prezzi saranno anche poco più bassi della concorrenza sempre a parità di prestazioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            In realtà l'affidabilità dei sistemi in overclock non sempre è quella dei sistemi di fabbrica, e comunque il consumo energetico di un processore in overcloc non ha nulla a che fare con quello standard. intendevo questo.Comunque vediamo, in fondo si tratta solo dei modelli base, ne passerà un po' di differenza rispetto ai processori più grossi.
          • rock3r scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            ah si certo ma ora che amd avrà messo sul mercato i processori di fascia "alta" intel starà già rilasciando la seconda "tornata" di processori realmente quad-core.. e la vedo sinceramente dura che amd possa avere qualche chance sui sistemi di fascia medio-alta! e lo dico da ex-utente amd che è passato ad intel per necessità di potenza di calcolo e per la bassa qualità dei chipset in genere associati ai processori amd (vedi i vari chipset via). ho speso qualche decina di euro in più ma sono stato ben felice di farlo!
          • Anonimo scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            Non puoi predire il futuro, Anche Intel ha cominciato con il C2D 6600 e solo poco dopo ha lanciato i quad core. Inoltre, vorrei farti notare sia che di frequenze che di chache pure AMD può salire, sia che nella scorsa generazione gli AMD a 90nm le davano agli Intel a 65nm, quindi non sono sicuro di quale sarà la marca con il processore più potente in futuro.
          • fuxpio scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            Nessuno dice che AMD non possa spingere più in la la potenza dei propri processori, ma attualmente sembra soffrire di un gap tecnologico non indifferente...nessuno fa i miracoli, i mesi non diventano giorni, e se davvero sono già a buon punto nel progettare processori quad-core aventi una potenza di calcolo equivalente a quella di Intel, perchè fare questo lancio adesso e non aspettare ancora qualche mese?A mio avviso è davvero come la storia delle frequenze..hanno bisogno che sulla scatola ci sia scritto quad-core per questioni di marketing.L'utente poco informato leggerà quad-core, confronterà i prezzi e deciderà per AMD, questi sono i loro progetti, secondo me.
          • Anonimo scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            Ho dato un'occhiata ai test e gli anni indietro sui Phenom proprio non li vedo. Meglio non confondersi con gli X2.
          • rock3r scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            sarebbe ora che l'amd recuperasse un po'... ultimamente una persona che dovesse assemblare un pc di fascia alta non ci penserebbe due volte a mettere un intel (e una nvidia, è lo stesso il problema! oltre che la marca..), gli amd sono visti da tutti (vedi anche altri commenti) come ripiego economico e mai o quasi come prima scelta, escludendo i fan dell'amd che nemmeno sotto tortura comprerebbero una cpu intel!! ma tutta la piattaforma proposta da amd risente di un notevole gap teconologico che non si è colmato con le nuove schede video ati e a quanto pare nemmeno con le nuove cpu; se amd non riesce a recuperare, la vedo dura nel futuro. indicare una frequenza "equivalente" invece di una reale può andar bene in ambito puramente consumer, ma quando è la potenza di calcolo ad essere richiesta (3d, video editing, giochi, ...) la scelta cade sempre sul binomio intel-nvidia: si veda ad esempio nei requisiti di sistema delle suite adobe, in cui si consigliano esplicitamente le gpu nvidia e sistemi intel-based (ad onor del vero si sconsigliano caldamente le soluzioni con chipset via, il che esclude l'80% delle motherboard per amd)
          • Anonimo scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            La potenza equivalente di AMD era sempre stata RELMENTE equivalente a quella dei processori di Intel. Ora cambiando serie hanno dovuto cambiare nomenclatura per non sovrapporre i numeri, ma non preoccuparti, per essere delle CPU entry level quad core questi nuovi processori se la cavano benissimo.
          • amd scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            - Scritto da: rock3rcut
            le gpu nvidia e sistemi intel-based (ad onor del
            vero si sconsigliano caldamente le soluzioni con
            chipset via, il che esclude l'80% delle
            motherboard per
            amd)e dove le hai viste ste 80% di schede madri per amd con chipset via? Non è che sei rimasto a 6/7 anni fa?
          • Antonello scrive:
            Re: 64 o 32 bit
            Peccato che intel ancora NON ha rilasciato la prima tornata di processori quad core...mentre Phenom è realmente quad core...come la mettiamo?e poi, questo phenom non andrebbe confrontato con un intel EE...mi pare ovviao che ne esca cone le ossa rotte...il diretto concorrente del phenom, in pratica è l'erede del celeron (non conosco la sigla)...se confrontassimo un celeron 3.0 con un sempron 3000+ quale le prenderebbe secondo te?
  • Bastard Inside scrive:
    AMD un risultato contro intel...
    ...lo ha già ottenuto: in parte direttamente grazie ad Opteron, in parte indirettamente, spingendo intel a potenziare Xeon, ha quasi ucciso Itanium con la concorrenza nella fascia bassa (in fascia alta viene ormai massacrato regolarmente da POWER): Tukwila si è anche dato la zappa sui piedi commesso un passo falso nelle prestazioni e quel che è peggio in più venendo pure rimandato al 2008, così che potrebbe essere il penultimo o addirittura l'ultimo della sua specie, che, tramontati i sogni di gloria, si deve aggrappare a una parte (neanche tutti) degli utenti un tempo di Alpha e PA-RISC che pian piano devono sostituire i vecchi sistemi come ad una delle sue risorse più importanti.http://www.theinquirer.net/en/inquirer/news/2007/05/04/tukwila-hits-an-iceberghttp://groups.google.it/group/comp.os.vms/browse_frm/thread/aa67f6359b49f254/28ab68c8428ff54e?lnk=st&q=itanic+author%3Atodd#28ab68c8428ff54ehttp://groups.google.it/group/comp.os.vms/browse_frm/thread/64c6b078e7575131/8c58724be73327e2?lnk=st&q=iceberg+tukwila#8c58724be73327e2Sembra proprio che Alpha e i suoi utenti più fedeli stiano per essere vendicati.
    • ... scrive:
      Re: AMD un risultato contro intel...
      in caso ti sfuggisse l'itanium è il processore più usato per i super-pc, dove da il meglio di se nel calcolo scientifico fortemente parallelo, ed affiancato ad una gpu moderna puoi fare cose impensabili fino a 2 anni fasai non tutti usano il pc solo per metterci apache+mysql
      • Bastard Inside scrive:
        Re: AMD un risultato contro intel...
        - Scritto da: ...
        in caso ti sfuggisse l'itanium è il processore
        più usato per i super-pc, dove da il meglio di se
        nel calcolo scientifico fortemente parallelo, ed
        affiancato ad una gpu moderna puoi fare cose
        impensabili fino a 2 anni
        fa
        sai non tutti usano il pc solo per metterci
        apache+mysqlA me risulta che Itanium abbia avuto i suoi momenti di gloria nel supercalcolo dal 2001 al 2004, quando ha raggiunto l'apice (ma fermandosi comunque al secondo posto come miglior piazzamento in classifica e più indietro come diffusione dell'architettura nella Top500), ma dopo è iniziato il declino, sia come miglior piazzamento che come diffusione.Quanto al suo uso nelle workstation, non sembra abbia portato molta fortuna ad SGI, nonostante le indubbie prestazioni in virgola mobile.Resta pure il fatto che in fascia alta POWER la fa da padrone e al contrario di Itanium sembra avere addirittura meno problemi delle architetture mainstream pure nella crescita del clock, se non bastasse l'aumento di prestazioni a parità di clock.E rimane il fatto che Tukwila sta andando sotto le aspettative, se è vero che sulla carta è ancora superiore alle architetture mainstream, è anche vero che queste ultime da ora alla sua data di rilascio non resteranno ferme e ridurranno ancora il divario: se Tukwila sarà l'ultimo o il penultimo della sua specie, dipenderà da quanto riuscirà a ridurre l'attuale divario dalle prestazioni pianificate in origine e pure da quanto premeranno l'acceleratore Opteron e Xeon (quest'ultimo non si avvicinerebbe così tanto al "fratellone" se intel non fosse pressata da AMD): se il divario da Tukwila sarà troppo piccolo, inevitabilmente, dati gli investimenti enormemente maggiori per le architetture x86 e dato anche che stanno per esaurirsi i cassetti dei progetti Alpha ceduti da Compaq e da cui intel ha sicuramente prelevato qualsiasi idea potesse essere utilizzabile sulle altre architetture, che arrivavano nelle architetture più in là nel tempo, appena abbozzate, circa al 2008-2010, Poulson potrebbe essere destinato inevitabilmente a subire il sorpasso in fascia bassa (in fascia alta ormai è condannato anche Tukwila) e quindi potrebbe essere ritirato il progetto prima della sua nascita.Certo è un peccato che ci sia un contendente in meno, ma lo è ancora di più che per colpa sua non ci sia il ben più dotato, ai suoi tempi d'oro, ma reggeva bene perfino coi fondi per lo sviluppo quasi azzerati, Alpha: questa sì che è stata una delle perdite più gravi per lo sviluppo dell'informatica, chiunque l'abbia usato sa di che parlo.
    • Adrianotiger scrive:
      Re: AMD un risultato contro intel...
      Sono contento per Intel!AMD era anni luce dietro a Intel. Quando hanno cominciato a dare nomi "fasulli" tipo 2300 per dire che equivaleva ad un Intel 2.3GHz e invece erano solo 1.8GHz si era capito che AMD aveva raggiunto i suoi limiti.Con questo processore, spero che possano rifarsi.In fondo se non esistesse AMD, Intel non avrebbe scopo di cercare tecnologie per processori più veloci ancora!
      • Anonimo scrive:
        Re: AMD un risultato contro intel...
        Guarda che gli Athlon da XP in poi dovevano avere quella nomenclatura proprio per far capire a quale P4 corrispondevano. A parità di frequenza AMD stracciava Intel, e gli Athlon64 3000+ a 1.9GHz, per esempio, erano veramente veloci come i Pentium 4 a 3GHz. A volte li superavano.
        • Adrianotiger scrive:
          Re: AMD un risultato contro intel...
          - Scritto da: Anonimo
          Guarda che gli Athlon da XP in poi dovevano avere
          quella nomenclatura proprio per far capire a
          quale P4 corrispondevano. A parità di frequenza
          AMD stracciava Intel, e gli Athlon64 3000+ a
          1.9GHz, per esempio, erano veramente veloci come
          i Pentium 4 a 3GHz. A volte li
          superavano.Sì, ma era un nome per il marketing. Sappiamo benissimo che nei benchmark, gli AMD erano superiori. Non so dirti perché ma era così. Ma solo fino ai 3GHz. A partire dal 3.2GHz, l'AMD non c'è più stato dietro.Era uscito il dualcore e l'AMD non c'era.Era uscito il core2 DUO e l'AMD non c'era.Tra poco ci sarà il 4 core (prezzo accessibile a tutti), e l'AMD?Il mio computer ora è vecchio di 1 anno e ha un core2 E6600. Mi sai dire quale processore di AMD al prezzo di 300euro (e parlo di 1 anno fa!) arriva a quella potenza di calcolo?
          • Antonello scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Ci sono un paio di cose che non hai preso in cosiderazione...premettendo che attualmente i più performanti sono gli intel (su questo non c'è nessun dubbio), c'è però da dire che gli AMD sono ormai tutti a 64 bit (e al momento non esistono applicativi che lavorano a 64 bit, a parte autocad) mentre gli intel (dichiarato dalla casa) sono dei "falsi" 64 bit... ossia fanno lavorare entrambi i core (a 32 bit) come un core unico a 64 (proprio come fa il processore dela psp, che è un falso 128 bit). E' vero che gli intel sono più performanti... ma solo perchè ancora non vengono sfruttati i 64 bit degli AMD... diciamo che i giudizi finali li faremo quando tutti gli aplicativi saranno a 64 bit.
          • krane scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: Antonello
            Ci sono un paio di cose che non hai preso in
            cosiderazione...
            premettendo che attualmente i più performanti
            sono gli intel (su questo non c'è nessun dubbio),
            c'è però da dire che gli AMD sono ormai tutti a
            64 bit (e al momento non esistono applicativi che
            lavorano a 64 bit, a parte autocad) mentre gli
            intel (dichiarato dalla casa) sono dei "falsi" 64
            bit... ossia fanno lavorare entrambi i core (a 32
            bit) come un core unico a 64 (proprio come fa il
            processore dela psp, che è un falso 128 bit). E'
            vero che gli intel sono più performanti... ma
            solo perchè ancora non vengono sfruttati i 64 bit
            degli AMD... diciamo che i giudizi finali li
            faremo quando tutti gli aplicativi saranno a 64
            bit.Comincio a chiedermi se lo saranno mai ! E' da un po' che sono usciti 'sti 64 bit.
          • Antonello scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            beh... prima o poi lo saranno...il fatto è che in giro ancora ci sono troppi PC con procio a 32 bit... di conseguenza un programma fatto per la massa non può essere a 64 nativi... infatti (a partire da windows) adesso vengono prodotti software a 32 bit con modifiche che li portano a 64 bit (a parte i vari uatocad, matlab)... ma una cosa è 64 nativi un'altra è 64 bit derivati da 32...
          • krane scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: Antonello
            beh... prima o poi lo saranno...Bhe... Allora prima o poi me lo prendero' un 64 bit...(rotfl)
            il fatto è che in giro ancora ci sono troppi PC
            con procio a 32 bit... di conseguenza un
            programma fatto per la massa non può essere a 64
            nativi... infatti (a partire da windows) adesso
            vengono prodotti software a 32 bit con modifiche
            che li portano a 64 bit (a parte i vari uatocad,
            matlab)... ma una cosa è 64 nativi un'altra è 64
            bit derivati da 32...Lo so, ma sono un po' di annetti che li abbiamo li' he, li sfruttiamo come un secchio bucato.
          • Adrianotiger scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Prova ad installare Windows Vista 64 bit.Il mio vicino di casa l'ha fatto.TUTTE le applicazioni scritte più di 2 anni fa non funzionano!TUTTI i giochi scritti più di 1 anno fa non funzionano più!L'urlo del 64 bit è una cosa che viene dal mondo Linux, ma credo che finché Windows offre la possibilità di lavorare benissimo e senza problemi sul 32bit, comprarsi software per il 64bit sono soldi buttati via.
          • amd scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            che si lavori "benissimo" con windows è opinabile, che vista funzioni male una grossa verità. E' così che il consorzio wintel ha fatto i miliardi. E anche linux a 64bit non è esente da problemi. Ma questo deriva dalla difficoltà di riprogrammare coi 64 bit. Eppure con i files sempre piu grandi tocca arrivarci.
          • ba1782 scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Provaci a mettere 16gb di ram su un SO a 32bit... QUELLI sono soldi buttati :P
          • Adrianotiger scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: ba1782
            Provaci a mettere 16gb di ram su un SO a 32bit...
            QUELLI sono soldi buttati
            :PDici comprare 16GB di RAM sono soldi buttati?
          • Antonello scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Buttati nel senso che non verrebbero sfruttati...attualmente è raro trovare programmi che sfruttino più di 4/8 Gb di ram
          • # Neverending # scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            E'anche peggio di così.....Il principale motivo per il quale con il tempo il s.o. a 64bit sarà in pratica una scelta obbligata è che con 32bit puoi indirizzare al massimo 4GB di memoria.Allora, se pensi che una parte degli indirizzi deve essere riservata per le periferiche, i bus ecc. ecc. capisci che la quantità di RAM sfruttabile su un s.o. a 32bit, qualunque esso sia, supera di poco i 3GB.Questa è anche la ragione per la quale i produttori di schede madri consigliano di non installare più di 3GB nel caso si usi un s.o. a 32bit.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 novembre 2007 20.42-----------------------------------------------------------
          • Anima.lamu scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: Adrianotiger
            Prova ad installare Windows Vista 64 bit.
            Il mio vicino di casa l'ha fatto.

            TUTTE le applicazioni scritte più di 2 anni fa
            non
            funzionano!
            TUTTI i giochi scritti più di 1 anno fa non
            funzionano
            più!

            L'urlo del 64 bit è una cosa che viene dal mondo
            Linux, ma credo che finché Windows offre la
            possibilità di lavorare benissimo e senza
            problemi sul 32bit, comprarsi software per il
            64bit sono soldi buttati
            via.Peccato che i 64 bit siano sfruttabili solo da Linux, confermo che il WoW (Windows on Windows emulatore di XP x64 per far girare binari win32 su win64) di Vista non và granchè.Cè da dire che il WoW di XP X64 mi ha sempre funzionato alla perfezioneSu linux il guadano prestazionale dovuto ai maggiori registri è minimo anche considerando i software (desktop) che sono sviluppati a 64 bit (ad es. mencoder), quello che funziona bene sono gli Opteron a due/quattro vie su sistemi NUMA, ecco per quello che servono le workstation così (rendering e matematica) fanno ancora il loro lavoro egregiamenteI 64 bit nativi di AMD tornano davvero utili è quando uno ha applicativi che consumano tanta ram (Le virtual machine ad esempio o i soliti maya e, chiedo conferma, forse i database? Io non li uso) ed ha + ovviamente di 4GB di Ram. Il taglio da 4Gb secondo me però è inutile, se uno fa un server da virtualizzare o fa rendering serio ha 16 o 32 GB.. con costi non da ridereHo anche notato che XFS e JFS funzionano molto meglio su OS a 64 bit.Beh se il tuo pc ha + di 4GB di ram e devi usare tantissimo lIO (quanto serve ad un server per hostare un forum od un mail server però mai e poi mai ad un desktop) oppure molta RAM oppure applicazioni native 64 bit (quelle professionali si contano sulle dita di una mano e quelle desktop non sono + veloci delle controparti a 32) convengono, altrimenti sono uno spreco di soldi e tempo visto che vai incontro a problemi di compatibilitàTutto IMHO e derivato da esperienza diretta.ciao
          • rock3r scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            se installi xp x64 o vista 64bit (mai sia!! :) ) su un intel a 64bit, funziona. che siano 64 bit reali o "virtuali". le applicazioni in grado di sfruttare i 64 bit sono pochissime, le uniche che conosco sono quelle di autodesk (autocad, 3ds max, maya, ...). ricordo che cmq in molti casi l'utilizzo di windows a 64 bit è addirittura sconsigliato, sebbene supportato (video editing in particolare), e che è inutile dire "io ho i 64 bit veri e tu no" perché prima almeno del prossimo windows 7 nessuno o quasi ne sentirà la necessità!
          • guast scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            64 bit che saranno utilizzati quando ci sará finalmente un buon numero di applicazioni compilate a 64 bit disponibili.4 cores saranno utilizzati al meglio quando ci sará finalmente un buon numero di applicazioni implementate con un multithreading spinto disponibili.AMD sts imbottendo i suoi processori di promesse.Spero che prima o poi siano mantenute perché Intel porta vera innovazione quando é pressata.Ma per ora sono solo promesse ..
          • Adrianotiger scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: guast
            4 cores saranno utilizzati al meglio quando ci
            sará finalmente un buon numero di applicazioni
            implementate con un multithreading spinto
            disponibili.Esistono ancora programmi che usano un solo thread?Penso che solo il Notepad ed il Paint usano un solo thread, tutte le altre applicazioni di windows usano molti più thread (già solo per via delle librerie .NET). E in Linux, solo se uno è un incapace a programmare, scrive un programma con 1 solo thread!
          • ... scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: Adrianotiger
            - Scritto da: guast


            4 cores saranno utilizzati al meglio quando ci

            sará finalmente un buon numero di applicazioni

            implementate con un multithreading spinto

            disponibili.

            Esistono ancora programmi che usano un solo
            thread?
            Penso che solo il Notepad ed il Paint usano un
            solo thread, tutte le altre applicazioni di
            windows usano molti più thread (già solo per via
            delle librerie .NET).

            E in Linux, solo se uno è un incapace a
            programmare, scrive un programma con 1 solo
            thread!Consentimi di dissentire: chi sa programmare veramente in multithread e' uno su mille. I rimanenti 999 linkano le librerie che supportano il threading solo perche' richiesto da altre librerie.
          • amd scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            @adrianotiger:amd c'era, e prima di intel, prima cpu a 1 Ghz, prima cpu a 64 bit, primo dual core (X2 ti dice niente?) con intel che mette insieme in tutta fretta due pentium 4 e vende come D, se non che siccome scaladava una cifra già da solo figurati due. Ottima uscita finalmente dopo anni il core 2, ne piu ne meno che un pentium 3 rivisto e intel che finalmente abiura il progetto schifoso del P4. Chiaro dopo averne venduti una cifra incredibile a tutti gli utonti ;-)
          • Adrianotiger scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: amd
            @adrianotiger:
            amd c'era, e prima di intel, prima cpu a 1 Ghz,
            prima cpu a 64 bit, primo dual core (X2 ti dice
            niente?) con intel che mette insieme in tutta
            fretta due pentium 4 e vende come D, se non che
            siccome scaladava una cifra già da solo figurati
            due. Ottima uscita finalmente dopo anni il core
            2, ne piu ne meno che un pentium 3 rivisto e
            intel che finalmente abiura il progetto schifoso
            del P4. Chiaro dopo averne venduti una cifra
            incredibile a tutti gli utonti
            ;-)Hehe, conosci il Cyrix? Era una CPU più veloce di Intel.AMD era migliore finché ha cominciato a dare nomi che ingannavano ai loro processori. Ma quello che volevo chiederti era: "Chi era il primo???"AMD puzzava ancora di latte quando erano usciti i primi Pentium.AMD non esisteva quando è stato fatto il primo processore Intel per i giapponesi. Il grande 8051! L'AMD è una copia, e spero che sei d'accordo con me. L'AMD ha cominciato a vendere, dopo che Cyrix è fallito!
          • amd scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            - Scritto da: Adrianotiger

            Hehe, conosci il Cyrix? Era una CPU più veloce di
            Intel.
            AMD era migliore finché ha cominciato a dare nomi
            che ingannavano ai loro processori.

            Ma quello che volevo chiederti era: "Chi era il
            primo???"
            AMD puzzava ancora di latte quando erano usciti i
            primi
            Pentium.
            AMD non esisteva quando è stato fatto il primo
            processore Intel per i giapponesi. Il grande
            8051! L'AMD è una copia, e spero che sei
            d'accordo con me. L'AMD ha cominciato a vendere,
            dopo che Cyrix è
            fallito!Cyrix non è mai stato piu veloce di intel, motivo che ne ha decretato una scomparsa veloce. Costava solo meno.E Amd aveva con Intel un accordo di scambio di tecnologie negli anni 90.Che intel sia stata la prima è innegabile, che con il pentium abbiano stabilito un nuovo benchmark pure, ma se non fosse stato per il K6 che spingeva le frequenze il pentium 2 di intel sarebbe apparso almeno un anno dopo e così il pentium 3.Con Athlon Amd diede una bella scossa al mercato, nonostante gli sforzi anche non regolari di intel per frenarne la diffusione (la EU stà investigando su questo e ci sono ottime probabilità che intel sarà condannata per concorrenza sleale).Intel ha dalla sua solo 10 volte tanto il numero di fabbriche di Amd, e non è poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Gli Athlon64 erano tutti più performanti dei pentium4 e sono arrivati al 4000+ single core. I dual core le davano ai pentium dual in modo ancora più forte.Mi sa che ti serve un ripassino sui processori del passato.
          • rock3r scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            gli athlon 64 (codename "stufetta", come anche una delle ultime generazioni di pentium 4 e i pentium d in casa intel) sono stati i primi processori a 64 bit, ma come la maggior parte dei processori amd prodotti da quando intel ha introdotto l'hyperthreading le prestazioni non sono state mai all'altezza con carichi di lavoro particolarmente elevati. i primi dual core poi, gli x2, erano particolarmente "calorosi", avevano incrementi di prestazioni ridotti rispetto ai single core, e consumavano più energia elettrica di un intero pc single core (parliamo di allora; oggi basta una geforce 8800 per consumare altrettanto!) o quasi. gli amd non sono mai stati negli ultimi anni una scelta di potenza ma di economia, e questo è confermato ad esempio dai pc dei grandi produttori; quando ne trovate a prezzi particolarmente bassi nei supermercati, sono pc con una configurazione di fascia bassa e spesso, per non dire quasi sempre, sono equipaggiati con processori amd, non per le prestazioni che offrono ma per il loro prezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Al contrario erano i processori di Intel quelli calorosi, non quelli AMD, stesso discorso per i consumi(IL TDP di AMD è VERAMENTE il consumo massimo a processore non overcloccato, non la media di INtel), e su AMD le differenze di potenza da Single a Dual core c'erano eccome.E a quel tempo proprio per il prezzo che i P4 tiravano sui PC economici.La situazione di allora era completamente diversa da quella attuale, ripassati anche tu un po' di storia dei processori.
          • Adrianotiger scrive:
            Re: AMD un risultato contro intel...
            Non serve ripassare la storia, se ci sono quelli come te che la riscrivono :P
Chiudi i commenti