Chi rivuole Napster in versione porno?

Private Media, colosso dell'intrattenimento adulto, sarebbe intenzionato a far rinascere Napster dalle proprie ceneri, per dedicarlo alla pornografia
Private Media, colosso dell'intrattenimento adulto, sarebbe intenzionato a far rinascere Napster dalle proprie ceneri, per dedicarlo alla pornografia


Roma – Dare battaglia sul fronte del copyright e del diritto d’autore: un problema ritenuto centrale anche dall’industria pornografica. Ci sarebbe questo dietro le offerte che il colosso spagnolo del porno Private Media sta preparando per acquistare il nome di Napster, il sistemone di file-sharing recentemente deceduto .

Da Barcellona, Private Media ha fatto sapere di aver offerto un milione delle proprie azioni per acquistare il dominio e il trademark di Napster.

L’idea di PVT è quella di realizzare un sistema peer-to-peer che consenta a milioni di consumatori di servizi per adulti di condividere gratuitamente contenuti a luci rosse e accedere ad un prezzo ragionevole a contenuti “di qualità”.

Se Napster accetterà la transazione, sarà il tribunale che si occupa del fallimento a dover dare il proprio benestare. PornoNapster in arrivo?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 09 2002
Link copiato negli appunti