Cinema e digitale, incontro a Venezia

Lo organizzano gli esercenti del cinema, per fare il punto sulla situazione

Venezia – Nel corso della Mostra del Cinema di Venezia, i gestori delle sale, riuniti in ANEC, si incontreranno (4 settembre, ore 11,30, area pool dell’Hotel Excelsior) per fare il punto sul business cinematografico nell’era del digitale, in un evento dal titolo Sviluppi e standard del cinema digitale .

“Nel corso del convegno dedicato al digitale (ore 11.30) – si legge in una nota – verrà presentata la pubblicazione Anec, Cinema Tecnologicus: rivoluzione in sala? , guida tecnica operativa per l’esercente di cinema digitale, a cura di Angelo D’Alessio, consulente dei principali organismi internazionali per la determinazione degli standard del cinema digitale tra cui lo Smpte (Society of Motion Pictures Television Engineers) e l’Edcf (European Digital Cinema Forum). Nel corso del convegno spazio anche alle esperienze di cinema digitale nei mercati orientali, Cina e Giappone, con la partecipazione di Naohisa Ohta, direttore dipartimento cinema digitale Keio University Tokyo e di Zho Zho, rappresentante del Digital Darwin”.

Prima, alle 10, ad un altro incontro nella stessa sede, La centralità della sala cinematografica , interverranno – continua la nota – “Paolo Protti e Luigi Grispello, presidente e vicepresidente vicario dell’Anec, Mario Lorini, presidente della Fice, federazione cinema d’essai, e Luigi Cuciniello, direttore organizzativo cinema della Biennale di Venezia. Vari i temi che saranno affrontati: esigenze e aspettative dell’esercizio italiano nell’ottica della nuova legge cinema; l’esercizio e il sostegno pubblico del settore; il progetto “Schermi di qualità”, con considerazioni sulla prima edizione”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • KoD scrive:
    Eccezionale
    Ottima ricerca, spero in una sua applicazione commerciale entro breve.A chi dice che fa queste cose da anni, lo invito a dimostrarlo facendo un video, perchè non è tanto cosa sa fare, ma come ed in che tempi che è sbalorditivo.
  • Nome e cognome scrive:
    Dov'è la novità?
    Queste cose le faccio tranquillamente (e gia da anni...) con PSP.Bho...
  • visik7 scrive:
    niente di che
    Mah... Non mi pare troppo sbalorditivo: la parte più rognosa (ossia rilevare il focus of attention dell'immagine) viene risolta o selezionandolo a mano (e son capaci tutti, allora) oppure affidandosi ad un clustering di elementi salienti (le aree più povere, come il cielo o una spiaggia, ne conterranno meno, quindi sono facilmente rilevabili). Come s'è visto, in immagini complesse funziona male. Interpolare i pezzi rimanenti dell'immagine su aree uniformi è facile, e si ottengono risultati visivamente buoni anche con filtri semplici come il gaussiano.Applicazione inutile.(cit)
    • hulio scrive:
      Re: niente di che

      Applicazione inutile.Imho non hai visto il video.
    • ciccio porcello scrive:
      Re: niente di che
      non sai nemmeno di cosa stai parlando...
      • ..:: katte ::.. scrive:
        Re: niente di che
        Secondo me invece lo sa bene di cosa parla..ha dato una motivazione tecnica del perchè secondo lui è una cosa inutile ed io pur non essendo totalmente daccordo la rispetto.Forse chi ha risposto che non ha visto il video o che non sa di cosa parla non ha capito la risposta di visik7.. Ce ne fosse di gente che quando parla motiva i suoi discorsi così..Tornando in topic sono daccordo sul fatto che questa app non sia nulla di nuovo, ma non sono daccordo sul fatto che sia inutile..dopotutto usare filtri gaussiani non è cosa così semplice, questa app pur facendo uso di un'approccio differente e pur facendo uso della selezione a mano rende possibile ai più questo tipo di ridimensionamento.. Quindi nulla di nuovo ok...ma in fondo utile..
    • snem scrive:
      Re: niente di che
      Questa applicazione "inutile" risolve moltissimi problemi a grafici pieni di lavoro che non hanno il tempo di giocare con il photoshop (anche se capacissimi). Serve molto quando il "capo" ti chiede 10 opzioni diverse di una brouchure da consegnare in 30 min... scegliere le foto stock ed impaginarle velocemente è essenziale!A me sembra molto utile questa applicazione e, anche se non è la tecnologia, è geniale l'idea di proporre una soluzione efficiente ad un problema tanto comune.
Chiudi i commenti