Coinbase va contro i regolamenti crypto della SEC

Coinbase va contro i regolamenti crypto della SEC

Coinbase ha confermato ufficialmente di aver prodotto e pubblicato una petizione contro la regolamentazione per le criptovalute della SEC.
Coinbase ha confermato ufficialmente di aver prodotto e pubblicato una petizione contro la regolamentazione per le criptovalute della SEC.

Coinbase ha da poco prodotto una petizione contro la SEC e i nuovi regolamenti per il mercato delle criptovalute. Il rischio, stando a quanto dichiarato dalla società che guida l’exchange più famoso, è importante.

Infatti, così facendo gli Stati Uniti rimarranno indietro rispetto all’innovazione delle risorse digitali. Una situazione controversa per chi, invece, vorrebbe un maggiore sviluppo di questo settore proprio in America.

D’altra parte, Coinbase non è contrario a una buona regolamentazione delle criptovalute. Questa avvantaggerebbe notevolmente le risorse digitali utili bloccando requisiti e titoli non necessari o contrastanti.

Aprire un conto su Coinbase è molto facile, veloce e sicuro. Accedendo alla sua piattaforma potrai approfittare di una vasta gamma di funzionalità. Inoltre, potrai investire non solo in criptovalute, ma ora anche in Token Non Fungibili.

Coinbase reputa inefficace la regolamentazione della SEC

Non ci ha pensato due volte Coinbase a pubblicare una petizione contro la regolamentazione della SEC che ha definito inefficace. In una nota ufficiale realizzata da Faryar Shirzad, Chief Policy Officer della società, è stato spiegato il motivo:

La SEC finora non è stata disposta a scrivere nuove regole per i titoli crittografici. Invece, la Commissione ha recentemente annunciato che raddoppierà le dimensioni dell’unità di contrasto che gestisce i casi di criptovalute e cyber. Questo approccio incentrato sull’applicazione ha soffocato lo sviluppo del mercato delle criptovalute e impedisce agli imprenditori di utilizzare le criptovalute per raccogliere fondi per le loro aziende. Impedisce inoltre agli investitori di utilizzare le criptovalute per investire in tali iniziative.

Shirzad ha poi continuato dicendo:

Quando si tratta di criptovalute, c’è un ostacolo significativo e fondamentale che ha impedito a questo mercato di maturare. Quell’ostacolo è il fatto che le regole sui titoli semplicemente non funzionano per gli strumenti nativi digitali. Le risorse crittografiche che sono titoli necessitano di un regolamento aggiornato per aiutare a guidare pratiche sicure ed efficienti. Le criptovalute che non sono titoli hanno bisogno della certezza di essere al di fuori di quelle regole. Qualunque cosa al di fuori di questo avrà l’effetto di consolidare le tecnologie esistenti a scapito dell’innovazione e, in definitiva, dei consumatori.

È chiara quindi la posizione di Coinbase. Questa società vede le criptovalute come “la prossima ondata di innovazione all’interno dei mercati“. È importante mettere al sicuro gli investitori. Tuttavia, è altrettanto necessario farlo con regolamenti ad hoc.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Coinbase
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 lug 2022
Link copiato negli appunti