Convegno/ ICT, imprese e territorio

Tra pochi giorni


Sorrento – Si terrà il primo aprile a Villa Angelina sulla Costiera Amalfitana (via Partenope 31 – Massa Lubrense) l’incontro-convegno L’ICT nell’Internazionalizzazione d’impresa: nuove tecniche e nuovi strumenti per la formazione e l’assistenza per le imprese e il territorio , un workshop gratuito per esperti e addetti ai lavori.

“L’iniziativa – si legge in una nota – è un’occasione di studio e confronto per conoscere le opportunità connesse all’innovazione tecnologica come strategie, norme e strumenti per agevolare lo sviluppo del sistema produttivo sul mercato globale”. Si parlerà quindi di innovazione tecnologica nell’internazionalizzazione d’impresa e di come supportare la crescita e fornire servizi avanzati.

Ad organizzare la giornata di studio è lo “Studio Associato D&L” in collaborazione con il Gruppo Editoriale Esselibri-Simone. La prima sessione inizierà alle 10 del mattino. Per informazioni contattare la Segreteria organizzativa delle Edizioni Simone al telefono 0818043920.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    domanda agli utilizzatori di itunes
    se io compro 100 canzoni e poi le metto in un lettore mp3 o nell'ipod, (o nel cd dell'auto, facendo un cd di quelle comprate) come faccio a provare che sono legali? se mi ferma la finanza e mi trova il cd masterizzato, chi glielo dice che e' una cosa legale e non sono cose scaricare dal P2P o duplicate illegalmente?
    • Anonimo scrive:
      UFFA!
      La legge italiana consente la duplicazione di brani audio e video, su qualsiasi tipo di supporto, purchè per utilizzo privato, fatte personalmente, e senza scopo di lucro.Indipendendemente dal fatto che si sia in possesso o meno degli eventuali originali.Indipendentemente dall'origine di quei brani.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: UFFA!
        - Scritto da: Anonimo
        La legge italiana consente la duplicazione di
        brani audio e video, su qualsiasi tipo di
        supporto, purchè per utilizzo privato, fatte
        personalmente, e senza scopo di lucro.
        Indipendendemente dal fatto che si sia in
        possesso o meno degli eventuali originali.
        Indipendentemente dall'origine di quei brani.

        ciaoma siamo sicuri che e' cosi'? io so che e' garantito il diritto di copia SOLO se si e' in possesso degli originali, ma se tu mi dai un cd (o scarico dal P2P) e lo duplico, dovrebbe essere un reato, o sbaglio? c'e' qualcuno che puo' chiarire questa cosa??
    • Anonimo scrive:
      Re: domanda agli utilizzatori di itunes
      - Scritto da: Anonimo
      se io compro 100 canzoni e poi le metto in un
      lettore mp3 o nell'ipod, (o nel cd dell'auto,
      facendo un cd di quelle comprate) come faccio a
      provare che sono legali? se mi ferma la finanza e
      mi trova il cd masterizzato, chi glielo dice che
      e' una cosa legale e non sono cose scaricare dal
      P2P o duplicate illegalmente?Semplicemente, come ogni vendita hai la ricevuta con i brani acquistati.
      • Anonimo scrive:
        Re: domanda agli utilizzatori di itunes
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        se io compro 100 canzoni e poi le metto in un

        lettore mp3 o nell'ipod, (o nel cd dell'auto,

        facendo un cd di quelle comprate) come faccio a

        provare che sono legali? se mi ferma la finanza
        e

        mi trova il cd masterizzato, chi glielo dice che

        e' una cosa legale e non sono cose scaricare dal

        P2P o duplicate illegalmente?

        Semplicemente, come ogni vendita hai la ricevuta
        con i brani acquistati.Non solo, con itunes quando guardi le info del brano, viene ben specificato chi ha acquistato il brano (con nome e cognome) e la data.
  • Anonimo scrive:
    Nanocrew irragiungibile
    http://nanocrew.net/blog/apple/itms47.html
  • Anonimo scrive:
    Lui ci prende gusto, ma Apple guadagna..
    Ovviamente questo hack non crea nessun fastidio ad Apple, considerato che adesso può girare solo per sistemi GNU/Linux..anzi, ad Apple può solo fare piacere, un'altra fetta di utenti (anche se minima) che acquisterà i brani da iTunes Music Store.Probabilmente Apple, ringrazierà questo tizio....
    • awerellwv scrive:
      Re: Lui ci prende gusto, ma Apple guadag
      si attende da Apple un itunes per linux...oramai il mio unico motivo per cui ho ancora windows installato sul mio pc...
      • Anonimo scrive:
        Re: Lui ci prende gusto, ma Apple guadag
        - Scritto da: awerellwv
        si attende da Apple un itunes per linux...

        oramai il mio unico motivo per cui ho ancora
        windows installato sul mio pc...un feedback alla apple per segnalare questa esigenza?se siete in tanti dubito che non prestino attenzione a cosi tanti potenziali clienti
    • Anonimo scrive:
      Re: Lui ci prende gusto, ma Apple guadagna..
      - Scritto da: Anonimo
      Ovviamente questo hack non crea nessun fastidio
      ad Apple, considerato che adesso può girare solo
      per sistemi GNU/Linux..anzi, ad Apple può solo
      fare piacere, un'altra fetta di utenti (anche se
      minima) che acquisterà i brani da iTunes Music
      Store.

      Probabilmente Apple, ringrazierà questo tizio....se parli di PyMusique, qualche precisazione, xke guarda che gira anche su win e non è poi così impossibile ricompilare x os XAvailable for download as source code, PyMusique is dependent on Python, an interpreted programming language supported on multiple platforms including Mac OS X. In addition to the source code, PyMusique is available for download in Windows and Linux installers -- an OS X installer was not available from the site as MacCentral posted this article.Johansen described a Mac OS X version as "doable," but because the software is dependent on The GIMP Toolkit (GTK), it would require Mac users to have X11 installed in order to run."It shouldn't take an experienced Mac developer very long to reimplement PyMusique in Cocoa though," Johansen added. "We did have a console version of PyMusique two weeks ago that worked fine under MacOS X, but it's currently in a broken state."http://playlistmag.com/news/2005/03/18/pymusique/index.php
    • Anonimo scrive:
      Re: Lui ci prende gusto, ma Apple guadag
      - Scritto da: Anonimo
      Ovviamente questo hack non crea nessun fastidio
      ad Apple, considerato che adesso può girare solo
      per sistemi GNU/Linux..anzi, ad Apple può solo
      fare piacere, un'altra fetta di utenti (anche se
      minima) che acquisterà i brani da iTunes Music
      Store.

      Probabilmente Apple, ringrazierà questo tizio....E' in python e gira anche su windows
      • Anonimo scrive:
        Re: Lui ci prende gusto, ma Apple guadag
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ovviamente questo hack non crea nessun fastidio

        ad Apple, considerato che adesso può girare solo

        per sistemi GNU/Linux..anzi, ad Apple può solo

        fare piacere, un'altra fetta di utenti (anche se

        minima) che acquisterà i brani da iTunes Music

        Store.



        Probabilmente Apple, ringrazierà questo
        tizio....

        E' in python e gira anche su windowsNon cambia nulla, devono sempre acquistare da iTunes Music Store.Quindi Apple, sicuramente è ben contenta...
        • Anonimo scrive:
          Re: Lui ci prende gusto, ma Apple guadag
          - Scritto da: Anonimo

          E' in python e gira anche su windows

          Non cambia nulla, devono sempre acquistare da
          iTunes Music Store.
          Quindi Apple, sicuramente è ben contenta...Se così fosse non avrebbero bloccato il primo hack di dvd jon dopo 24 ore.Le canzoni non sono di apple e chi le fornisce vuole che ci sia il DRM. Quindi per loro è una cosa importante anche perché apple con le singole canzoni non guadagna quasi niente (almeno così ha dichiarato), ma fa i soldi con l'ipod.
  • Terra2 scrive:
    Occhio alla citazione: Sosumi
    Il suono di sistema "Sosumi"Nel 1981 Apple Records aveva deciso di permettere ad Apple Computer di usare il nome che si era scelta, purchè nessuno dei prodotti avesse mai avuto in alcun modo a che fare con la musica.Tuttavia, con il rilascio di Apple IIgs, Apple aveva integrato nel computer la capacità di riprodurre e registrare musica digitale.Così nel 1989 Apple Records querelò nuovamente Apple Computer. In quel momento Apple stava sviluppando System 7 che includeva nuovi suoni di sistema e la capacità di registrarne di nuovi mediante un microfono. Jeff Reeks, che era il responsabile dei suoni di sistema, rinominò uno di essi, denominato Xilophone, in "Sosumi" che in inglese di pronuncia come la frase "so-sue-me", ovvero "E adesso querelami" . Per evitare altri problemi Reeks disse al dipartimento legale di Apple che "Sosumi" era una parola giapponese. da:http://www.macitynet.it/applemuseum/index.php?id=tam&page=facts
Chiudi i commenti