Craccato il database finanziario di Playboy.com

Qualcuno è entrato nei sistemi internet di uno dei siti più cliccati della rete e ha copiato numeri di carte di credito e dati degli utenti. E ha rivendicato la cosa in una email inviata ai clienti Playboy. Il primo crack nel 1998

Web – In un comunicato destinato certamente a non aumentare la fiducia dei consumatori per l’uso della carta di credito online, Playboy.com ha ammesso di aver subito l’attacco di un cracker che ha sottratto importanti informazioni finanziarie sui suoi clienti.

L’azienda che gestisce il sito, da sempre uno dei “più cliccati” della rete, ha affermato che gli investigatori sono al lavoro per trovare le tracce del cracker che è penetrato nei sistemi internet di Playboy.com e ha sottratto numeri di carte di credito e altri dati dei clienti web.

Copertina Playboy 1963 Quanto accaduto sarebbe emerso questo week-end, quando l’azienda è stata informata dai propri tecnici di una serie di attività inusuali sul server. Al momento si sta procedendo ad una “stima dei danni”, per capire quali sono state le tecniche di cracking utilizzate e soprattutto quali informazioni e di chi sono state sottratte. Per far fronte alla situazione, Larry Lux, il presidente di Playboy.com, ha chiesto ai propri clienti di contattare immediatamente chi ha rilasciato loro la carta di credito per accertarsi se siano stati eseguiti acquisti non autorizzati.

Non si sa ancora quale peso venga dato ad una lettera inviata ai clienti del sito da un team che si definisce “ingreslock 1524” e che con l’alias “martyn luther ping” ha rivendicato l’azione e ha fornito nome e numeri di carte di credito ai clienti come prova. Secondo quanto affermato dai cracker, fin dal 1998 il gruppo avrebbe avuto accesso ai server di Playboy.

“Noi – rivendica la lettera – abbiamo fatto grandi progetti su come utilizzare dati di centinaia di migliaia di clienti (per acquisti online, ndr) che hanno portato a 10 milioni le frodi denunciate dalle aziende delle carte di credito e del mondo delle società di assicurazione”. Parole che, se confermate, potrebbero indurre a ritenere l’azione un attacco deliberato non solo a Playboy.com ma al commercio elettronico nel suo complesso. Tanto che la lettera include una serie di avvertimenti per chi compra online: “Non dare fiducia alle aziende che mettono online le tue informazioni”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    L'italia paradiso dei monopoli
    è desolante constatare come destra e sinistra del nostro paese vadano perfettamente d'acordo sui monopoli vedi Telecom vedi enel vedi microsoft si anche microsoft.Perchè non liberalizzano l'ultimo miglio le risposte le sappiamo tutti ma i nostri goveranti hanno paura di perdere del clientalismo e le lobbi ci sguazzano mentre gli utenti annapano.Come l'ultima legge sull'editoria ennesimo esempio di accordi destra e sinistra.loro l'informazione la devono controllare sennòcome fanno a occupare le poltrone calde calde ben inbottite di soldi nostri.Più andiamo avanti più diventa uno schifo.adesso basta senno ci sciverei un poema anche perchè cueste poche righe non servono a gnente solo a farmi star male.
  • Anonimo scrive:
    Chi lo ha detto che la flat e' morta ?
    Salve ,forse sara' morta la flat a 60.000 al mese , ma le flat serie ... quelle da 1.500.000 all'anno esistono .... esistono e vanno una favola .....salutiMarco
  • Anonimo scrive:
    Il NUOVO concetto di Flat "Italiana".
    Il concetto di flat 24h su 24 in Italia E' IMPOSSIBILE!!!Libero@Sogno, funziona ancora, perchè Infostrada può permettersi di lavorare IN PERDITA.In numeri verdi e le linee in ITALIA costano un'esagerazione (Colpa TI), e per molti provider non conviene proporre tali offerte a meno che venderle al loro "REALE" prezzo e con un numero PRESTABILITO DI ORE GIORNALIERE (vedi NGI...) e quindi fornire un servizio efficiente, MA COSTOSSISSIMO, TALMENTE COSTOSE CHE IL PREZZO SI AVVICINA AL COSTO DI TARIFFAZZIONE A CONSUMO PER TALE NUMERO DI ORE.Capisco tutti quelli che si trovavano bene con Galactica, anche io ero un ex-cliente (magari quelli che con 9000 lire al mese stavano collegati tutta la notte), e che SONO INCAVOLATI NERI (come me!), ma DOVETE CAPIRE, che fin quando Telecom NON concederà il modello FRIACO (ovvero una tariffazione forfettaria dei numeri verdi), IN ITALIA LE FLAT COSTERANNO PIU' DI ADSL E PER UN NUMERO LIMITATISSIMO DI ORE.Ricordate che chi offre una flat 24H SU 24 su numero verde con 50000 lire al mese, lavora in PERDITA, perchè il costo dei numeri verdi è stratosferico!!!Il futuro della connessione ad internet, volenti o nolenti è ADSL, (perchè Telecom ha deciso COSI!!!), questo è molto svantaggioso per color che risparmiavano con le vecchie FLAT e che ora devono pagare canoni più alti per una tecnologia che a loro non serve, ma E' ANCORA PIU' TERRIBILE per coloro (sia privati che medie/piccole aziende) che la COPERTURA N0N CE L'HANNO e che quindi si attaccano a pagare COSTOSSIME FLAT.Con questo post, non intendo per niente difendere Aruba, con la quale ho fatto due mesi d'inverno, talmente terribili che sono passato ad F4 di NGI, CHE PRIMA EVITAVO COME LA PESTE!!!Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il NUOVO concetto di Flat
      Sono d'accordo che le flat di NGI costa cara rispetto alle altre ma quello che dici sul prezzo che "si avvicina al consumo a tariffazione" non mi trova assolutamente d'accordo.Non mi interessa fare pubblicità a NGI ma, calcolatrice alla mano, il costo al minuto per l'F4 con AUP a 6 ore è di 12,5 lire (Aruba se non mi sbaglio ne costava 40,0 al minuto e tra le due flat non c'è paragone!)Altro punto che voglio precisare: galactica ha cominciato a funzionare solo quando ha buttato fuori tutti i clienti con linea isdn e non dirmi che non è vero perchè io, da utente isdn, mi ricordo di pomeriggi passati a fare 50/60 tentativi di connessione per riuscire ad entrare in rete e alcuni miei amici con linea analogica rinunciavano del tutto ad andare on line in orario 18:00-24:00!!!Il sistema di NGI funziona perchè ti pone dei limiti che, rispetto ai vantaggi, sono poca cosa.Io non uso la connessione per passare le nottate a fare "download"!!! E per questo sono dell'idea che chi usa internet per questo tipo di cose è meglio che ricorra all'adsl.Non mi interessa fare polemiche, nè che tutti passino a NGI. Mi è sembrato solo che il tuo intervento non la dicesse proprio tutta e ho deciso di risponderti per completezza sull'argomento che hai sollevato.Poi credo che siamo tutti d'accordo che lo sviluppo dell'Italia on line dipenda da un necessario abbassamento dei costi di accesso alla rete. Prima o poi la Telecom dovrà cedere, speriamo che l'Europa unita serva anche all'abbattimento di questo grosso ostacolo oltre che all'introduzione della moneta unica! :-)
  • Anonimo scrive:
    NGI Flat
    Ho trovato questa flat www.ngi.itPrima di sottoscriverla volevo sapere se qualcuno tra voi è loro cliente. Mi dite qualcosa?Tnks.
    • Anonimo scrive:
      Re: NGI Flat
      Mah... guarda io sono utente F4 da molti e mesi e devo dire che funziona molto bene, anche se il costo è MOOOOOOLLLLTTTOOOOO ELEVATO!!!Prova a guardare questa offerta :http://f4.ngi.it/offpeak.aspSembrerebbe interessante...Ciao!
  • Anonimo scrive:
    L'ADSL ARUBA E' TELECOM!QUINDI E'TUTTO PILOTATO!!!
    Testuale dal sito di ARUBA:"Per coloro che risiedono in una delle oltre 480 citta coperte dal servizio ADSL stiamo mettendo a punto una speciale offerta per il passaggio al nostro servizio Aruba Adsl." Altro che "grazie aruba non mollare"! Ho imparato a mie spese a DIFFIDARE dalla TELECOM! sono troppo furbi e non possono ke guadagnarci in situazioni del genere. E'chiaro che il loro intento sia quello di VENDERE TRAMITE ARUBA il LORO ADSL! (che ripeto E' QUELLO TELECOM,quindi uno dei piu' SCADENTI caratterizzato dai tutti i suoi innumerevoli DISSERVIZI!(VEDI OPINIONI--
    http://www.it.ciao.com/ratings.php?RatingId=5095&Pid=1,10,23931,23936,23954&xid=057d4fd0db4736572dc257cda8acf7aa76 )) SPOSTANDO UNA FASCIA DI VECCHI UTENTI DELLE FLAT ARUBA RIMASTI SCOPERTI DALLA REPENTINA INTERRUZIONE DEL SERVIZIO con questa proposta di passaggio all'adsl "aruba".Il mio consiglio e' di CHIEDERE IMMEDIATAMENTE RIMBORSO!(http://flat.aruba.it/richiestarimborso.asp ) e successivamente passare ad un altro provider gestore adsl di vostra scelta. NON FACCIAMOCI PILOTARE COME MARIONETTE!!! APRIAMO GLI OCCHI!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ADSL ARUBA E' TELECOM!QUINDI E'TUTTO PILOTATO!!!
      Siamo già tutti pilotati come marionette che non ce ne rendiamo neanche conto, fra poco saremo anche tutti controllati e loggati quando Telecom alias Tronchetti alias Berlusca avrà installato a tutti l'ADSL.
  • Anonimo scrive:
    Privatizzazioni all'Italiana...
    è bello sentirsi dire che in Italia la telefonia è liberalizzata mentre tutte le linee telefoniche, le centrali, i tralicci sono tutti di mamma telecom, che fa morire queste specie di compagnie telefoniche (che in realtà commercializzano i prodotti telecom) per continuare ad avere il completo controllo della fornitura dei servizi...Ah ma per fortuna ora c'è l'ADSL (eheh le centrali sono sempre tutte di mamma telecom) flat.Non è che vogliono far morire il vecchio modem (56k o ISDN che sia) per farci mettere a tutti st'ADSL per controllare meglio e monitore gli utenti? (plz qualcuno mi risponda)
    • Anonimo scrive:
      Re: Privatizzazioni all'Italiana...
      Più che false privatizzazioni sono privatizzazioni a senso unico. Chi pensi che si muova oramai dietro a Telecom?? Berlusconi e chi se no!!Pensa a La7, era di Telecom vecchia guardia (Colaninno) ora che è di Tronchetti chissà come mai non rientra più nei loro piani!! Ma come una televisione che non interessa??? E già, Berluska ha mandato avanti il Tronchetto, gli ha garantito i fondi per l'acquisto di Telecom con la promessa però di fare sparire La7.... poteva dare fastidio avere una voce diversa da quella delle sue 6 reti.
  • Anonimo scrive:
    La postaaaaaaaaaa
    Non funziona nulla, home page quasi bloccata, forum inaccessibile e tutta la mia posta sui suoi server!!!!
  • Anonimo scrive:
    si ma adesso una cosa ...
    xke i webserver aruba sono down ???nn dimentichiamo ke aruba offre anche altri servizi .. non è ke mi va in liquidazione anche questa come galactica ?ho 4 nomi di dominio su aruba !! qualcuno mi tranquillizzi su puòdannata telecom .. bruciassi all'inferno
  • Anonimo scrive:
    L'Italietta che saluta gli italiani con le valigie
    Le flat chiudono? Il governo reputa eccellente la legge sull'editoria? La libera iniziativa è libera solo se coperta da miliardi di finanziamenti? I giovani non possono vedersi finanziate le proprie idee dalle banche che, in compenso, ti fanno passare mezza giornata in fila per cambiarti un assegno? Le aziende telefoniche ti fregano 2/300 lire su ogni ricarica grazie al "cambio in Euro" che, ovviamente, è arrotondato a favore dell'azienda? E allora?!!? Che c'è di nuovo scusate? Alcuni scrittori di inizio '900 scrivevano già di una "italietta" che cercava goffamente di farsi considerare a livello internazionale come una Nazione all'avanguardia (e col termine "italietta" indicavano il loro disprezzo per la mancanza di etica e di morale diffusa nel nostro Paese e in tutta la classe politica e dirigente). Però, badate bene, questo non era spicciolo qualunquismo (come molti critici invece sostenevano). Era amore viscerale per la propria terra, per quella patria dalle grandi potenzialità mai sfruttate, mai valorizzate. Erano italiani veraci che soffrivano nel veder maltrattata la propria patria nel nome del prestigio e dell'interesse di pochi e che assistevano ogni giorno all'emigrazione delle menti più fertili, degli inventori, degli uomini di grande valore. Anche oggi siamo una piccola, buffa Nazione che costringe le persone con un'idea o con un progetto a scappare via per poter realizzare il proprio sogno. E questo è vero sia che l'italietta la si guardi da destra che da sinistra. Non è una questione di "schieramento politico", è, peggio, una questione di "impoverimento etico" generalizzato. Manca la fiducia nelle generazioni di giovani e giovanissimi. Si preferisce schiacciare tutto ciò che è nuovo perchè potrebbe far soccombere i "grandi vecchi", quei dinosauri che ammuffiscono nelle proprie stanze dei bottoni e che, da lì, non vogliono essere rimossi. Io, personalmente, mi sono stufato di questo e sto emigrando: culturalmente, fisicamente e professionalmente. Mi piange il cuore a fare questo perchè amo la mia terra e la sua gente. Ma ho 1 vita sola, ho 31 anni, ho una creatività che, credo, possa essere usata per dare il mio piccolo contributo al mondo, per lasciare ai miei futuri figli un posto migliore dove vivere. Mi dispiace di non poterlo fare nella mia terra; vorrei... ci ho anche provato... ma non ci viene data la possibilità di portare avanti i nostri progetti, ogni volta che provi a far qualcosa si sovrappongono un cavillo burocratico dietro l'altro e questi cavilli poi aumentano in maniera esponenziale giorno dopo giorno. Questa è la vergogna che tutti i nostri piccoli, buffi omini in parlamento dovrebbero provare stando seduti nella loro piccola, buffa poltroncina di palazzo: stanno facendo morire la nostra bella Italia, stanno soffocando tutte le energie positive che ancora tentano di venire alla luce... magari alcuni lo fanno in buona fede... ma è questa una scusante sufficiente per continuare a sopportare?!? Per me non lo è e le mie valigie sono li pronte per essere caricate sul primo treno in partenza. Che tristezza!
  • Anonimo scrive:
    ARUBA E' DECEDUTA PER SEMPRE.....
    Oddio aruba.....mi appena arrivata questa mail dallo staff di Aruba....A tutti i clienti del servizio Aruba NoStop (flat) facendo seguito alla nostra comunicazione del 20/11/2001, siamo spiacenti di dover confermare ai nostri clienti che a seguito delle decisione di Telecom Italia di non voler rispettare il contratto in essere, la stessa ha comunicato che a far data dal 26/11/2001 potrà essere interrotta la fornitura del servizio fino ad oggi utilizzato dalla nostra società. In ragione di ciò si comunica che a partire da oggi 26/11/2001 potrebbe essere interrotta la connessione attraverso il numero 800420202. Ca*zo bestia ! Tettecom! Ci fosse l'anti-trust qui in italia....A calci sulle gengive vi prenderebbe! E io gli darei na mano! Anzi, un piede ed una telefonata sui canini!
  • Anonimo scrive:
    ARUBA/GALACTICA
    Non capisco come Telecom,pretenda ed attui queste forme di prepotenza, non tenendo conto,che l'utente gli paga tutti i servizi che adopera durante il bimestre, il canone che l'utente paga e riguarda il famoso doppino, lo può usare per i servizi a lui più confacenti. Sarebbe forse opportuno che Telecom fornisse tali servizi agli stessi prezzi(anche inferiori) e non usasse il suo essere dominante a fini puramente commerciale,la gente si può anche stancare, intanto restituisco tutti gli apparecchi telefonici (4).
  • Anonimo scrive:
    monopolisti della carta
    Vi immaginate cosa sarebbe accaduto se, nel momento in cui il popolo non fu piu' analfabeta ma imparo' a leggere (cioe' nel secolo scorso), qualcuno avesse avuto il monopolio della carta ed avesse deciso di far pagare un giornale l'equivalente di 10.000 lire odierne? Il Paese sarebbe rimasto nell'ignoranza! La stessa cosa sta accadendo con Telecom per internet: vorrei capire se chi comanda ha davvero deciso di impedire al Paese questo salto di qualita', condannando quindi l'Italia a restare terzo mondo, piu' di quanto lo sia gia' in tanti altri settori.
    • Anonimo scrive:
      Re: monopolisti della carta
      - Scritto da: tdoc
      Vi immaginate cosa sarebbe accaduto se, nel
      momento in cui il popolo non fu piu'
      analfabeta ma imparo' a leggere (cioe' nel
      secolo scorso), qualcuno avesse avuto il
      monopolio della carta ed avesse deciso di
      far pagare un giornale l'equivalente di
      10.000 lire odierne? Il Paese sarebbe
      rimasto nell'ignoranza! Non è andato lontano, il Paese, in ogni modo. Il 60% degli italioti legge "meno di un libro all'anno", cioè è praticamente analfabeta.
      La stessa cosa sta
      accadendo con Telecom per internet: vorrei
      capire se chi comanda ha davvero deciso di
      impedire al Paese questo salto di qualita',
      condannando quindi l'Italia a restare terzo
      mondo, piu' di quanto lo sia gia' in tanti
      altri settori.Va benissimo, ma senza esagerazioni. Internet non è (solo) cultura, i ragazzini onanisti che scaricano crack, MP3 e fotoporno a testa bassa e le sedicenti casalinghe inquiete che riempiono le chat sono la maggioranza. E non frequentano certo Britannica.com, come non vanno a leggersi i quindicimilioni di pagine online della Biblioteca nazionale francese. Diciamo bello chiaro che la banda larga rimane comunque una infrastruttura indispensabile, per garantire vera accessibilità a tutto ed a tutti. Al diavolo i proclami pseudoculturali, ci sarà realmente posto per ogni cosa, anche per i passatempi di cui internet è piena, tra portaloni generalisti, chat rosa e finta informazione "alternativa", ciò che cerca la maggioranza dei navigatori, a quanto dicono le stats. La cultura, quella vera, purtroppo rimane interesse di pochi, nel real world come in quello virtuale. E non sarà certo qualche km di fibra ottica a cambiare le cose. Ma almeno, non sarà una situazione pietosa come quella attuale...
  • Anonimo scrive:
    libero@sogno non è morto
    Se per qualche motivo logistico Infostrada ha deciso di non accettare più abbonamenti al servizio Libero@sogno non vuole dire che questo sia MORTO.Molto più preoccupante è il fatto che l'Italia sia totalmente impreparata allo sviluppo futuro delle telecomunicazioni.Chi verrà ad investire in tecnologia in un paese che tecnicamente e TARIFFARIAMENTE si isola dal resto del mondo tecnologico?Vado in Somalia la mano d'opera non costa nulla se ho bisogno di comunicare uso un collegamento satellitare,costa una fortuna ma è sempre meglio che operare in Italia dove la mano d'opera costa una fortuna le tasse idem ,i servizi pure,le comunicazioni costano una barbarità e non sono all'altezza della tecnologia attualmente disponibile.Così muore un paese ALTRO CHE LIBERO@SOGNO.ciao ciao.
  • Anonimo scrive:
    Grazie ARUBA . Ma non mollare
    Grazie Aruba. Ma non mollareMi rivolgo a questo forum per parlare di ARUBA, non potendolo fare nel forum stesso di Aruba : dopo aver espresso alcuni rilievi critici ne sono stato infatti escluso.Alla fine ( sembra ) di questa esperienza con Aruba, non posso però che parlare bene del servizio offerto da questo provider. Credo abbiano fatto un ottimo lavoro, salvo qualche caduta di stile nella gestione del forum.Fossi in Aruba ( ed in questo senso rivolgo un invito, credo condiviso da molti ) continuerei a proporre il servizio, adeguando i prezzi : credo che ARUBA non perderebbe un solo abbonato.In attesa di tempi migliori, credo infatti che gli abbonati di ARUBA capirebbero che l' innalzamento del costo dell' abbonamento non è stato altro che " legittima difesa ".Spero quindi a presto, Aruba, e grazie Quagliotti Franco
  • Anonimo scrive:
    ADSL A SALERNO?
    SALVE SAREI GRATO A KI MI POTESSE DARE INFORMAZIONI SUL FUNZIONAMENTO DELL ADSL A SALERNOCIAO E GRAZIE!!
  • Anonimo scrive:
    Marcia funebre
    Cade così sotto i colpi dell'indifferenza anche l'unltimo baluardo della connettività domestica.Dalla morte di NoPay si è aperta strada a senso unico che ha portato ad una crescente penalizzazione degli untenti della "grande rete", lasciati totalmete indifesi di fronte al moltiplicarsi di truffe, voltafaccia e mezogne da parte dei gestori di TLC.Mentre l'Europa, il resto del mondo e i pochi fortunati possessori di fibra ottica navigano indisturbati in un oceano placido e sconfinato, la quasi totalità degli italiani resta vittima dei complotti dei soliti "grandi" che si scambiano le poltroni delle amministrazioni, infettando col loro veleno qualsiasi organo vitale del paese.Mi resta solo amarezza e solidarietà per quelli come me.
  • Anonimo scrive:
    ENEL stakkasse la corrente a TELECOM
    Beh se telecom stakka le linee a infostrada ,a aruba e tutti i provider italiani , l'enel potrebbe staccare la corrente in tutti gli uffici sedi e infrastrutture TELECOM , cosi vediamo cosa fanno ...Ho rikiesto dal 28 agosto LIBERO PREMIUM adsl i tecnici telecom non sono mai venuti dicendomi che dovevano prima sbrigarsi con i propri clienti e che io venivo messo in seconda linea nella lista degli interventi. Cosi sto dando disdetta a infostrada e l'unica possibilita e' passare a broad band... ke skifosi ke sono...
    • Anonimo scrive:
      Re: ENEL stakkasse la corrente a TELECOM
      heheh tanto prima o poi credo lo faranno! Enel sta sperimentando con successo internet a onde convogliate! e allora per telecom si che saranno beati caxxi ! :))) deve morireeeeeee!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ENEL staqqasse la qorrente a TELEQOM
      Molti di voi non lo vogliono anqora qapire:IN ITALIA C'è ANQORA IL MONOPOLIO TELEQOM!O meglio, c'è anqora la qara e veqqia SIP!Non c'è una vera e propria qonqorrenza, quindi il tutto và a vantaggio delle aziende (ed a svantaggio dei qonsumatori, ma tanto qissenefrega dei qonsumatori, questi pezzenti, no?)
  • Anonimo scrive:
    flat
    e poi parlano di mafia e mafiosi. Secondo voi telecom e olivetti che sono la stessa societa'cosa pensavate che non trovavano il sistema per farci pagare tutti salato il collegamento in rete???Secondo me se tutti i navigatori si accordano per non navigare che pochissimo, voglio vedere se poi ci ripensano!ciao
  • Anonimo scrive:
    Alcune puntualizzazioni
    Anche io ero un abbonato Galactica e sinceramente dopo la sua scomparsa di scena e il mio abbonamento a liberosogno ho smesso di bestemmiare almeno una volta ogni 5 minuti.Era questo piu' o meno il tempo infatti che durava ogni connessione al server di Galactica.Da due mesi uso li.@.sogno e vi posso dire che solo 2 volte mi e' caduta la linea e non ho mai avuto problemi a connettermi.Non accettare piu' nuovi abbonati non credo significa chiudere.E' pur vero comunque che infostrada sa benissimo che molti dei suoi utenti Flat passeranno quanso sara' possibile ad un loro contratto ADSL(mi ci metto io per primo)e che questa flat sara' inevitabilmente destinata a morire.La differenza pero' tra questa flat e le altre che sono miseramente decedute e' che questa e' erogata direttamente da una societa' di telecomunicazioni candidata a diventare la numero uno nel nostro paese!!Non credo proprio che a Telecom convenga dichiarare guerra a (Wind-Infostrada...+.."ENEL"),e nemmeno credo sia in grado di fare chiudere li@sogno!!!
  • Anonimo scrive:
    Che fine farà internet?
    Che schifo!Era bello 2 o 3 anni fà. C'era gente che faceva opere d'arte (servizi, siti, programmi) per niente.Ora tutti vogliono guadagnare.Prima le tariffe d'interconnessione, poi il gratis, ora anche le flat!
    • Anonimo scrive:
      Neanche le FLAT a pagamento ci lasciano...
      Altro che gratis...QUI NEMMENO PAGANDO CE LA LASCIANO LA FLAT!!!CHE VERGOGNA!!! GRRRRRRR!!!Ciao!P.S. W NOPAY!!!! (Mi ha regalato ore liete, la navigazione faceva schifio, MA ERA GRATIS...ahhhh che bei tempi...SIGH! SIGH!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che fine farà internet?
      Vorrai dire che fine farà "l'Internet Italiana":ma nella merda come tutte "le altre cose buone" della nostra cara e prevedibilissima cara Italietta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che fine farà internet?

      Era bello 2 o 3 anni fà. C'era gente che
      faceva opere d'arte (servizi, siti,
      programmi) per niente.
      Ora tutti vogliono guadagnare.Toh, che strano, tu lavori per la gloria forse?ma vaff...
  • Anonimo scrive:
    OT - sui contratti ADSL
    ma PERCHE' i contratti (per lo meno la BBB di telecozz) durano 1 anno e si e' costretti (fonte 187 stamattina) a pagare ANCHE SE, per esempio, SI CAMBIA CASA E SI DA DISDETTA ALLA LINEA DEL TELEFONO ??Non e' forse anche questo un ABUSO ??
    • Anonimo scrive:
      Re: OT - sui contratti ADSL
      Un contratto e` un contratto. Le condizioni le fa chi le propone in questo campo.E nessuno e` obbligato ad accettare.Se fai l'abbonamento annuale all'autobus e poi cambi citta` non ti rimborsano mica.Se paghi il canone e poi decidi di defenestrare il televisore non ti rimborsano.Se ti abboni alla stagione teatrale e poi ti ammali non puoi farti ridare i soldi.Anche per il telefono paghi il canone fino al mese successivo. Quello che cambia e` la lunghezza: in questi casi fanno contratti di un anno forse perche` l'attivazione costa di piu`.Poi dall'altra ci sono alcuni operatori che offrono un periodo di prova.Certo esistono in generale contratti che consentono la recessioni con un preavviso minore, ma questo sta alla liberta` del mercato. Se altri ti offrono prezzi uguali, servizi uguali e non chiedono che ti impegni per un anno...beh puoi scegliere loro.Poi c'e` di peggio, c'e` chi vuole il pagamento anticipato altrimenti alza il canone!ciao
  • Anonimo scrive:
    se mi tolgono libero@sogno
    Do fuoko a tutte le infrastrutture italiane per adsl & co. così ki ha pensato solo a far soldi se la piglia nel ...insomma, in italia han deciso di portar avanti solo le teknologie per i poki ke se le possono permettere.Tanto l'adsl è kosì economica........................................
    • Anonimo scrive:
      Re: se mi tolgono libero@sogno
      Certamente, o ti fai ADSL o ti ARRANGI!Se invece non hai la copertura ti ARRANGI E BASTA, PER TI e tutte le altre società che rivendono ADSL NON ESISTI se un FANTASMA!!!Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Una domanda da ignorante...
    Allora, da quanto mi sembra di capire i vari provider abbandonano le flat perchè non ce la fanno a sostenere i costi imposti da TI.Quindi spostiamo per un attimo il problema su Telecom: come mai pratica prezzi così alti?Mi verrebbe da pensare che in Italia i costi delle infrastrutture (cavo, fibre, centrali) sono più alti che in altri paesi. Aggiungiamo poi i costi dei dipendenti.Forse i prezzi all'ingrosso dei componenti per la realizzazione delle linee sono più alti che in altri paesi? Un Km di cavo in fibra ottica costa più a TI che a AT&T negli USA, per fare un esempio? Mah, non lo so, ma credo che nel mercato dell'elettronica ormai i prezzi non siano poi così diversi da un paese all'altro...Insomma, visto che TI non produce i cavi e l'equipment per gli impianti in casa propria da chi si fornisce? Sarebbe interessante sapere a che prezzi vengono venduti i materiali a TI.E qui scatta la malizia: non è che succede come nelle ex FS che acquistavano le lenzuola di carta a prezzi da lenzuola di seta?So che il mio discorso è grossolano, ma aiutatemi a capire...Ciao,G. Gabriele
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda da ignorante...
      Telecom Italia (con tutte le denominazioni usate in passato) è una associazione a delinquere autorizzata. Sono decenni che imbroglia i propri clienti e l'ha sempre fatta franca: perchè?Basta pensare a quanto sono diminuite le tariffe Telecom dopo la liberalizzazione: allora prima rubavano? E gli scatti mai fatti addebitati in fattura? E gli altri servizi mai richiesti e pagati? Trovatemi un solo utente Telecom soddisfatto!Eppure continuano a fare quello che vogliono e c'è chi glielo lascia fare nonostante le roboanti dichiarazioni di Gasparri.Una proposta: boicottiamo Telecom !!!
  • Anonimo scrive:
    MI SEMBRA UN SOGNO FUORI DA TUTTE LE REALTA'
    In nessun paese al mondo una società telefonica privata può decidere lo sviluppo di una nazione, a parte Telecom in Italia (a quanto sembra).
    • Anonimo scrive:
      Re: MI SEMBRA UN SOGNO FUORI DA TUTTE LE REALTA'
      Ti risulta forse che negli ultimi 60 anni circa, da quando cioè esiste la Repubblica Italiana, a qualcuno sia mai importato qualcosa dello sviluppo del nostro Paese?Una Repubblica fondata sulla mafia, altro che sul lavoro. Da 60 anni siamo governati da una banda di predoni che fanno tutti parte della stessa cricca e che si tramandano potere e privilegi.Poi ci illudono che andando a votare possiamo scegliere. Ma scegliere cosa, se essere derubati dall'uno o dall'altro?Questo è ormai un Paese senza speranze, a livello del Sudamerica. Siamo a tutti gli effetti un paese di tipo Sudamericano, con la sola fortuna di trovarci geograficamente in Europa.
  • Anonimo scrive:
    la 709 non sostituisce la 700
    Mi pare evidente che l'avvento della tariffa a tempo 709 (20 lire al minuto) non consente certo a Telecom di sostituire di forza una tariffa flat. Sarebbe come se i provider dicessero ai loro clienti: da adesso la flat si paga un tanto al minuto. Flat (ovviamente) significa che la tariffa non prevede un prezzo variabile con il tempo di connessione ma fisso.Oltretutto il prezzo a minuto di 20 lire piu' il resto (connessione ad internet ed altro) quanto costerebbe? 30? 35 lire al minuto?Il doppio o quasi del gratis? Da pazzi.La vera offerta che puo' sostituire la telenet 700 non e' la 709 che non c'entra nulla, e' il modello FRIACO per il quale e' ancora attesa una decisione dell' Authority www.agcom.it .Sarebbe l'ora che si decidesse, ed una volta tanto magari a favore della gente: non e' giusto che chi si trova fuori dall'area adsl debba pagare cifre astronomiche per collegarsi ad internet. Se l'Authority non interviene per raddrizzare queste storture a che serve?
  • Anonimo scrive:
    Contratto non scaduto ?
    Nell'articolo di PI si legge : "il contratto per la connettività forfetaria che per Aruba è già decaduto lo scorso 3 settembre".Mentre invece sul sito di Aruba si legge :"con lettera del 3 settembre 2001 Telecom Italia, ignorando gli accordi in essere e oltre 7 mesi prima della scadenza"Con che diritto quindi Telecom ha cambiato i prezzi se il contratto non era scaduto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Contratto non scaduto ?
      mi riallaccio a quello che in ultimo tu affermi, che contraddice perfettamente quello che è scrittonell'articolo e cioè : "....che non è Telecom Italia a gestire le regole del mercato..." ma è esattamente il contrario.
      • Anonimo scrive:
        Re: Contratto non scaduto ?

        nell'articolo e cioè : "....che non è
        Telecom Italia a gestire le regole del
        mercato..." ma è esattamente il contrario. Appunto, tutt'altro che "ex monopolista"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Contratto non scaduto ?
      Sono tutti contratti sperimentali che lasciano a Telecom ampi margini di manovra. Credo che li ha firmati (vedi G e A per esempio) sapeva di che si trattava.
  • Anonimo scrive:
    NB --
    Ricordiamoci che Infostrada e Telecom hanno lo stesso padrone: lo stato...
  • Anonimo scrive:
    Le FLAT sono MORTE, rimane solo ADSL, ma........
    Che Tristezza, che vergogna.Telecom vende i numeri verdi a prezzi stratosferici, propone la pagliacciata della numerazione 709.Per i provider, le offerte flat non sono convenienti e quindi le chiudono.Rimangono ancora pochi... (NGI, che funziona bene a quanto dicono, ma... AVETE VISTO I PREZZI???, AUP6 COSTA COME LA LORO ADSL F5 CHE SCANDALOOOOO!!!!!)Per il resto, se vuoi collegarti o hai Fastweb (che cu*o!!!) o ti fai ADSL.Se sei una delle sfortunate centinaia di aziende o una delle sfortunate migliaia di famiglie senza copertura beh... TI ARRANGI E PAGHI LA TUT!!! Mentre il tuo amico, (magari a pochi km da casa tua) si collega con un abbonamento abbastanza decente (non mi sembra che ADSL sia tutta rose e fiori) e paga al mese quello che paghi tu per quelle 3-4 ore al giorno col tuo ammuffito 56k.CHE SCHIFOOOOOO!!!!!!!!E ovviamente se nel tuo paese ADSL non arriverà mai (sono 7400 le località che non SARANNO MAI COPERTE!!!) beh... TRASFERISCITI O COMUNICA CON I SEGNALI DI FUMO!!!Coraggio dai... tutti a fare la BBB o a comprare l'ADSL che la Telecozz rivende ad un'altro operatore... SIGH!!!Ciao da uno dei numerosissimi utenti non coperti.P.S. Grazie AntiTrust, grazie a tutti i politici che non hanno alzato un dico contro il colosso, rinnovo la mia SFIDUCIA nei vostri confronti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le FLAT sono MORTE, rimane solo ADSL, ma........
      sono 7400 le località che non SARANNO MAI COPERTE:Quali?
      • Anonimo scrive:
        Re: Le FLAT sono MORTE, rimane solo ADSL, ma........
        Ciao dove si puo' vedere la lista di queste località?tnx
        • Anonimo scrive:
          Re: Le FLAT sono MORTE, rimane solo ADSL, ma........
          Ciao, l'elenco preciso non ce l'ho, me lo ha detto un commerciale della divisione Business di TI, sono le località con centrali elettromeccaniche (ebbene sì ce ne sono ancora) ed i paeselli con meno di 1000 abitanti.Se abiti in una zona, dove nonostante tu abbia richiesto una linea ISDN, e ti abbiano risposto che non è possibile installarla, allora è probabile che ADSL non la vedrai mai, a meno che non cambino la centrale (ho detto CAMBIARE LA CENTRALE, NON AGGIORNARLA.).Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Una Flat invece ESISTE
      volevo segnalare la presena di un'offerta che nessuno mai menziona.Si tratta della FLAT di Infostrada, chiamata TEMPOZERO. A meno che non sparisca anche questa (ma ne dubito per ora) è molto vantaggiosa: con poco piu' di 100 mila lire al mese si ha internet assolutamente illimitato, senza contare che anche tutte le telefonate urbane e interurbane sono allo stesso modo gratuite. Secondo me è un buon sistema per non pagare piu' una lira a telecom e abbandonare la TUT in tutto e per tutto (le telefonate sui cellulari facciamole dal cellulare che conviene).
      • Anonimo scrive:
        Hai perfettamente ragione ma...
        Hai perfettamente ragione ma...NON LA PUO' STIPULARE CHI HA UNA LINEA ISDN!!!Ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: Hai perfettamente ragione ma...
          E' vero... Mi fa incazzare da paura possedere una tecnologia superiore all'analogico ma dover sempre pagare di più per ottenere praticamente lo stesso servizio - e nel caso di Tempo Zero o InWind NoStop è solo uno svantaggio!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hai perfettamente ragione ma...
            - Scritto da: Lendar
            E' vero... Mi fa incazzare da paura
            possedere una tecnologia superiore
            all'analogico ma dover sempre pagare di più
            per ottenere praticamente lo stesso servizio
            - e nel caso di Tempo Zero o InWind NoStop è
            solo uno svantaggio!Tutto questo è la conseguenza del fatto che con la tecnologia [X]DSL adesso riescono a venderti una banda abbastanza larga anche sul solito doppino di rame, quando prima certe velocità le raggiungevi solo su fibra... e considerato che per metter giù fibra bisogna bucare il territorio (e scavare costa $$$) vedi subito perchè il discorso ISDN non venga spinto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hai perfettamente ragione ma...
            sono d'accordo con SunSpot sulle ultime righe!!!!!BOOOOOMMM.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hai perfettamente ragione ma...
            SGANCIO ANCHIO UNA BOMBA SU TELECOM ...BOOOOOOOMMMMMMMMMMMM SKIOPPATE TUTTI
        • Anonimo scrive:
          Re: Hai perfettamente ragione ma...
          Ciao ,- Scritto da: GalaEdisonUtontoFrustrato
          Hai perfettamente ragione ma...

          NON LA PUO' STIPULARE CHI HA UNA LINEA
          ISDN!!!

          Ciao! e invece c'e' una nuova societa' che parte a gennaio che da' la flat a 123.000 mese su isdn in tutto il territorio ( coperto da isdn altrimenti 56K ) .....Appena sottoscritta ve faccio sape' .....ByeMarco
    • Anonimo scrive:
      Re: Le FLAT sono MORTE, rimane solo ADSL, ma........
      ok ma......., il contratto "tempo zero", non 'copre' l'intera area nazionale...provare per credere (155).....ciao e...sigh!!
Chiudi i commenti