Criptovalute, Biden pronto a ordine esecutivo

Criptovalute, Biden pronto a ordine esecutivo

La Federal Reserve sta ancora studiando le implicazioni di una tale mossa, anche per un CBDC che preservi dominio del dollaro statunitense.
La Federal Reserve sta ancora studiando le implicazioni di una tale mossa, anche per un CBDC che preservi dominio del dollaro statunitense.

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden sarebbe pronto a firmare un ordine esecutivo questa settimana che delineerà la strategia americana per le criptovalute. Sarà indirizzato alle agenzie federali che dovranno esaminare i potenziali cambiamenti normativi,  la sicurezza nazionale e l’impatto economico delle attività digitali.

In realtà, già ad inizio anno si era parlato di qualcosa del genere, sebbene si parlasse soprattutto di rischi e opportunità relative alle valute digitali.

A quanto pare, invece, Biden vuole sistemare l’asset legislativo che ruota intorno alle criptovalute. Ancora frammentario e incompleto, rispetto ad un mondo che corre veloce.

Cerchiamo di capirne di più e se intendi iniziare a investire in azioni, ETF e criptovalute o crea un piano di risparmio su misura puoi provare la piattaforma Trade Republic.

Criptovalute, in cosa consiste ordine esecutivo di Biden

Di notizie ufficiali non ce ne sono ancora. Tra le news che trapelano, pare che le nuove norme mirino ad affrontare alcune questioni in particolare.

In primo luogo, gli analisti hanno sollevato preoccupazioni circa l’uso delle criptovalute come un modo per eludere le sanzioni finanziarie internazionali, come quelle che gli Stati Uniti e gli alleati hanno imposto contro la Russia dopo l’invasione dell’Ucraina. Inoltre, i dirigenti industriali hanno espresso preoccupazioni circa la scarsa chiarezza riguardo l’approccio del governo degli Stati Uniti alla regolamentazione delle criptovalute.

Pertanto, dall’ordine esecutivo di Biden si attende un conferimento di maggiori poteri per le agenzie governative relative alla regolamentazione dei cripto asset.

Come ha commentato Paul Donovan, Chief Economist di UBS Global Wealth Management:

Bitcoin è sempre stato un algoritmo alla ricerca di uno scopo, e quello scopo non era una valuta, una copertura dall’inflazione o una riserva di valore. Lo scopo del ‘sistema di pagamenti illegali’ è suscitare richieste di regolamentazione

Arriverà anche una CBDC americana?

C’è molta attesa anche su un altro punto: l’ordine esecutivo darà pure il via definitivo ad una tanto attesa CBDC americana? Quest’ultima è una valuta digitale emessa dalla banca centrale di uno stato. Poiché un numero crescente di paesi in tutto il mondo lancia i propri CBDC, la domanda è diventata sempre più urgente.

Anche Cina e Russia studiano questa soluzione da tempo, quest’ultima ne ha accelerato la procedura per aggirare il blocco delle circuiti internazionali di pagamento che ha colpito i russi. Dunque, potrebbe essere un modo per aggirare le sanzioni.

Tuttavia, è difficile che ciò avvenga. In quanto la Federal Reserve sta ancora studiando le implicazioni di una tale mossa considerando anche che a gennaio ha sostenuto che un CBDC potrebbe aiutare a preservare il dominio del dollaro statunitense, dato che, proprio a causa delle criptovalute, lo sta gradualmente perdendo.

Se sei interessato ad investire sulle criptovalute, puoi provare la piattaforma Trade Republic.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 mar 2022
Link copiato negli appunti