Criptovalute: il rimbalzo è frenato dalla paura della recessione

Criptovalute: il rimbalzo è frenato dalla paura della recessione

I timori di una recessione hanno bloccato il rimbalzo della scorsa settimana delle criptovalute a causa del sentimento ribassista degli investitori.
I timori di una recessione hanno bloccato il rimbalzo della scorsa settimana delle criptovalute a causa del sentimento ribassista degli investitori.

Dopo un weekend interessante abbiamo ormai compreso che la resistenza nella fascia 20.000-21-000 dollari per Bitcoin è particolarmente forte. Nonostante un trend in ascesa, il rimbalzo delle criptovalute della settimana scorsa si è fermato.

Il motivo, rilevato da diversi analisti del mercato crittografico, è la paura della recessione. Tuttavia, nonostante attualmente la condizione della quotazione dei principali asset non sia colorata di verde, gli analisti stessi intravedono segnali positivi.

Ciò vuol dire che prima o poi il rialzo delle criptovalute sarà sostenuto in futuro. Il panico generato dalla crisi di Celsius e dall’insolvenza di Three Arrows Capital sembra aver lasciato gli investitori e chi bazzica la criptosfera.

Bitcoin attualmente si trova a un prezzo di scambio di 20.893 dollari, con una capitalizzazione di mercato, sempre in discesa, a 398,62 miliardi di dollari (al momento della scrittura). Il trend è quindi in calo registrando un -1,78%.

Anche Ethereum, rispetto ai giorni scorsi, è scivolato. Infatti, la seconda criptovaluta al mondo oggi è scambiata a 1.201,78 dollari, con una capitalizzazione di mercato di 145,37 miliardi di dollari (al momento della scrittura). Anche nel suo caso il trend è discendente tradotto con un -1,60%.

Molti trader stanno approfittando della situazione per acquistare ancora più criptovalute, forza un prezzo interessante che potrebbe tornare a salire nel breve periodo. Tra tutti gli exchange disponibili Bitpanda è quello più adatto a un piano di accumulo. Inoltre, offre molte altre funzionalità tra cui lo staking per generare reddito passivo.

Criptovalute: cosa dobbiamo aspettarci in futuro

Tra le maggiori criptovalute, per capitalizzazione di mercato, quelle che stanno registrando un segno “+” nella loro quotazione sono Tether USD, USDC e Binance USD. Infatti, rispettivamente si trovano a +0,50%, +0,79% e +0,75%.

Tether USD è scambiato a 1,005 dollari, USDC a 1,008 dollari e Binance USD a 1,007 dollari (al momento della scrittura). È comunque evidente che, per la maggior parte delle criptovalute, ci sono ancora situazioni macroeconomiche che rallentano una ripresa.

Secondo Bilal Hafeez, CEO di Macro Hive, la situazione non si risolverà nel breve periodo, come invece dicono in molti. Quindi potremmo doverci abituare a questo trend che stiamo vedendo ormai da diverse settimane. Infatti, in una newsletter Hafeez ha affermato:

Siamo in un mercato ribassista, ed è un orso che probabilmente continuerà a ringhiare.

Se anche tu vuoi approfittare di questo mercato delle criptovalute, allora devi aprire un conto gratuito su uno dei migliori exchange utili a realizzare un investimento long term. Tra tutti Bitpanda è davvero interessante. Tra l’altro offre anche una carta di debito crittografica per utilizzare in qualsiasi momento i tuoi asset digitali.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Coinranking
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 giu 2022
Link copiato negli appunti