Crypto Market Integrity Coalition per l'integrità del mercato

Nasce la Crypto Market Integrity Coalition

Garantire l'integrità del mercato e tutelare gli investitori: anche Coinbase, Circle e Huobi nella Crypto Market Integrity Coalition.
Garantire l'integrità del mercato e tutelare gli investitori: anche Coinbase, Circle e Huobi nella Crypto Market Integrity Coalition.

Alcuni nomi importanti del mondo Fintech uniscono le loro forze per dar vita alla Crypto Market Integrity Coalition. La finalità è quella ben comprensibile già dal nome: garantire l’integrità del mercato, aumentando la fiducia negli asset proposti e contrastando ogni fenomeno di manipolazione. L’efficacia dell’iniziativa rimane ad ogni modo tutta da dimostrare, considerando che va a interessare un ambito per sua stessa natura decentralizzato e poco soggetto al controllo.

Le criptovalute e l’integrità del mercato

Tra i membri fondatori ci sono Coinbase, Circle e Huobi Global, insieme ad Anchorage Digital, CrossTower, BitMex, GSR, Bitstamp, Elwood, CryptoCompare, Securrency, MV Index Solutions, Chamber of Digital Commerce, Global Digital Finance e CryptoUK. A promuovere il progetto è stata per prima Solidus Labs, realtà che opera in qualità di Market Integrity Hub proprio con il medesimo obiettivo. Queste le parole di Kathy Kraninger (Vice President of Regulatory Affairs ed ex direttore del Consumer Financial Protection Bureau).

Si tratta di riconoscere il bisogno di entità concentrate su un sistema equo e ordinato, al lavoro per prevenire gli abusi che si possono verificare se non si presta attenzione.

La tempistica dell’annuncio non sembra casuale. Proprio nell’ultimo periodo le autorità di tutto il mondo hanno posto la loro lente d’ingrandimento sulle criptovalute. Lo ha fatto anche l’Italia, come reso noto nei giorni scorsi, con il Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha gettato le basi per la creazione di un registro dedicato alle transazioni.

Il primo step della Crypto Market Integrity Coalition è quello che consiste nel tentativo di armonizzare gli standard di integrità finanziaria. All’orizzonte anche un possibile confronto con gli enti regolatori.

Restando in tema di criptovalute, negli ultimi giorni Bitcoin è tornato a guadagnare parte del terreno perso nelle due settimane precedenti. In questo momento è scambiato a circa 43.240 dollari (fonte CoinDesk), lo scorso lunedì si trovava a quota 37.500 dollari.

Fonte: Reuters
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 feb 2022
Link copiato negli appunti