CryptoPeak, il patent troll dei siti HTTPS

Un contenitore vuoto di brevetti hi-tech ha denunciato in massa i colossi del Web, a suo dire colpevoli di aver violato una proprietà intellettuale riguardante l'uso della crittografia nelle comunicazioni HTTPS. Se ne occuperà, al solito, il Texas

Roma – Il nuovo caso di patent trolling selvaggio riguarda CryptoPeak Solutions, società apparentemente costituita con il solo scopo di provare a spillare denaro dai servizi, le aziende e i siti più popolari di Internet dotati di certificati per le comunicazioni cifrate (HTTPS).

Il brevetto conteso è il numero 6.202.150 , di cui CryptoPeak Solutions si è appropriata nel mese di maggio, e riguarda la gestione di non meglio precisati “Auto-escrowable and auto-certifiable cryptosystems” tramite certificati TLS basati sulla crittografia ellittica ; il numero di cause legali avviate da CryptoPeak ammonta a 70, e include nomi noti e meno noti dell’IT come AT&T, Yahoo, Netflix, GoPro, Sony, Macy’s, Experia, Best Western e via elencando.

L’azienda ha depositato le cause nel Distretto Est del Texas, una giurisdizione ben nota per la sua propensione a trattare le cause sui brevetti tecnologici e la generale tendenza dei giudici a dar ragione alle motivazioni dell’accusa.

Il brevetto che secondo CryptoPeak sarebbe stato violato descrive in realtà un sistema per “recuperare” le chiavi private dell’utente in un sistema crittografico asimmetrico o per accedere alle informazioni cifrate, piuttosto che entrare nello specifico degli algoritmi di crittografia ellittica citati dalla società.

Non è un caso che Netflix, una delle tante aziende denunciate da CryptoPeak, abbia chiesto al giudice texano di chiudere il caso perché, in sostanza, la violazione non sussisterebbe. L’invalidità delle accuse è così “accecante”, dice Netflix, che la corte dovrebbe correggerle prima di poterle accettare e procedere col dibattimento.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • susannaross etto scrive:
    offerta di prestito
    Richiedete di un prestito con 2% di taxo per il vostro commercio, piccole imprese, le vostre necessità, investimenti personali ecc. Non esitate a faires la vostra domanda ad avere i fondi senza protocollo 24 ore 48 ore o 72 dopo la spedizione dei vostri dati. Potete contattare la posta elettronica:susannarossetto1@gmail.com
  • rico scrive:
    Finalmente.
    Ci lamentiamo della pubblicità invasiva, del tracciamento, dell'inutile legge cookie del nostro beneamato garante.Shrems raccoglie e impugna, andando nei tribunali. Ci voleva un austriaco, per farlo.Non che tutto il tracciamento sia illecito, ma farlo, come FakeBook, all' insaputa degli utenti e perfino dei non iscritti, è decisamente una violazione.
    • xcaso scrive:
      Re: Finalmente.
      Tranquillo, che facebookino non viola i non iscritti. Forse gli altri amici lo fanno, ma non il fb.
      • povero me scrive:
        Re: Finalmente.
        - Scritto da: xcaso
        Tranquillo, che facebookino non viola i non
        iscritti. Forse gli altri amici lo fanno, ma non
        il
        fb.E cosa ti induce ad esserne cosi sicuro?
Chiudi i commenti