Debutto a 1,7 GHz per i P4 Xeon

I nuovi chipponi Xeon basati sul cuore del Pentium 4 sbarcano sul mercato dei server e delle workstation. Spinti per ora a 1,7 GHz, raggiungeranno i 2 GHz entro l'anno. Il primo rivale agli Xeon di AMD sarà l'Athlon 4 dual-processor
I nuovi chipponi Xeon basati sul cuore del Pentium 4 sbarcano sul mercato dei server e delle workstation. Spinti per ora a 1,7 GHz, raggiungeranno i 2 GHz entro l'anno. Il primo rivale agli Xeon di AMD sarà l'Athlon 4 dual-processor


Santa Clara (USA) – A quasi tre anni di distanza dall’introduzione sul mercato della prima famiglia di CPU Xeon, basata sul core del Pentium II e pensata per rimpiazzare il Pentium Pro sulla fascia alta, arriva oggi la nuova generazione basata sull’architettura NetBurst del Pentium 4.

I nuovi Pentium 4 Xeon, prima conosciuti con il nome in codice Foster , arrivano come previsto in tre differenti modelli con frequenza di clock di 1,4, 1,5 e 1,7 GHz ed un prezzo, rispettivamente (x 1.000 unità), di 268$, 309$ e 406$.

I nuovi Xeon possono disporre di un bus di sistema a 400 MHz, formato da due front side bus a 200 MHz, una cache L2 su die di 256 KB e supporto esclusivo, attraverso il chipset i860, a memorie di tipo RDRAM, per una banda passante dichiarata di 3,2 GB/s.

Intel sostiene che, almeno inizialmente, i nuovi Xeon saranno dedicati alle workstation di fascia media e alta, dove si dovrebbe registrare un incremento di prestazioni, rispetto ai PIII Xeon, fra il 30% ed il 90%. I primi server dual-processor basati sui P4 Xeon dovrebbero invece comparire più avanti, verso la seconda metà dell’anno.

L’attuale famiglia di P4 Xeon a 0,18 micron dovrebbe spingersi, per la fine dell’anno, fino a 2 GHz di clock, dopodiché Intel passerà ad un processo produttivo a 0,13 micron durante il primo trimestre del 2001.

Verso la fine del 2001 è anche attesa una versione multiprocessore dello Xeon con 512 KB o 1 MB di cache L3 dedicata ai server di fascia alta.

Intel pare comunque intenzionata a concentrarsi in modo particolare su alcuni segmenti del mercato delle workstation, fra cui quello multimediale, finanziario e delle telecomunicazioni. Ma il più grosso obiettivo per il chipmaker è ampliare l’offerta di fascia alta, un settore dove i margini di guadagno sono di ben superiori a quelli del segmento desktop. Il costo di produzione di uno Xeon non è infatti molto più elevato rispetto a quello di una CPU desktop di pari frequenza, ma il suo prezzo finale è due volte maggiore.

AMD, per il momento assente dalla fascia più alta del mercato, vi sbarcherà con l’arrivo, entro l’anno, delle versioni dual-processor dell’ Athlon 4 , una famiglia di CPU che verrà supportata dal nuovo chipset 760MP. AMD non sembra comunque ancora intenzionata ad inseguire Intel su mercati troppo distanti dal suo core business, e si limiterà a far concorrenza agli Xeon sulla fascia delle workstation e dei server low-end.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 05 2001
Link copiato negli appunti