DisplayPort 1.4, super-risoluzioni e compressione

VESA ratifica la nuova versione dello standard di connessione digitale, che include il supporto a risoluzioni a dir poco esagerate e a nuove funzionalità utili sia ai professionisti che ai consumatori di contenuti
VESA ratifica la nuova versione dello standard di connessione digitale, che include il supporto a risoluzioni a dir poco esagerate e a nuove funzionalità utili sia ai professionisti che ai consumatori di contenuti

L’associazione industriale nota come Video Electronics Standards Association (VESA) ha finalizzato le specifiche di DisplayPort 1.4 , l’interfaccia video-digitale per computer (e non solo) che ora diventa sempre più flessibile, completa e adatta alle future evoluzioni dell’audiovisivo.

Progettata per prendere il posto dei vecchi standard analogici (VGA) e digitali (DVI, HDMI) senza dimenticare la retrocompatibilità, DisplayPort 1.4 rappresenta per VESA il nuovo, corposo aggiornamento dello standard dopo l’arrivo di DisplayPort 1.3 nel settembre del 2014.

Una delle caratteristiche base della nuova versione si chiama Display Stream Compression (DSC) 1.2, una tecnologia di compressione del segnale video che riduce a un terzo il flusso di dati e garantisce (sempre secondo VESA) un risultato finale “visivamente lossless”.

Grazie all’adozione di DSC, DisplayPort 1.4 può quindi estendere il supporto alle risoluzioni massime visualizzabili salendo dai 5120×2880 pixel (60Hz, 8bpc in SDR) della versione 1.3 ai 7680×4320 pixel (60Hz, 10bpc) con supporto ai colori iper-saturati dell’HDR (High Dynamic Range). Il supporto all’8K a 60Hz permette poi di far salire il refresh rate dei flussi 4K fino a 120Hz, una caratteristica al momento che verrà apprezzata soprattutto dai giocatori dotati di sistemi multi-GPU.

Ulteriori caratteristiche di DisplayPort 1.4 includono il trasporto di un flusso SuperSpeed USB (USB 3.0) accanto a video, USB di Tipo-C e Thunderbolt, la correzione degli errori Forward Error Correction (FEC) con l’uso di DSC, supporto al segnale HDR interoperabile con il protocollo HDMI 2.0a, integrazione di tutti i formati audio conosciuti fino a 32 canali e sample rate di 1536kHz.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 03 2016
Link copiato negli appunti