DivX fa il suo ingresso in Hollywood

DivX tenta di lasciarsi alle spalle i suoi trascorsi di formato pirata e si prepara a conquistare il mercato del video-on-demand


Santa Monica (USA) – Quando lo scorso anno Jerome “Gej” Rota, l’autore del noto codec video DivX , fondò DivXNetworks , i suoi obiettivi erano ambiziosi: sviluppare un codec totalmente nuovo che potesse imporsi come standard per lo streaming video su Internet.

Oggi pare che un primo importante pezzo di quel grande puzzle sognato da Gej si stia completando. DivXNetworks ha infatti annunciato la prima partnership commerciale con un distributore cinematografico americano, Strand Releasing , che ha licenziato la piattaforma Open Video System (OVS) per il video-on-demand su Internet.

Sebbene Strand Releasing sia un “pesce piccolo” nel panorama cinematografico made in USA, il suo interesse verso il formato DivX, alla base di OVS, rappresenta per DivXNetworks un primo importante passo verso la conquista di un mercato attualmente dominato da Microsoft e RealNetworks. Non male per un nome, “DivX”, che ancor oggi viene associato, un po’ come avviene per l’MP3 in campo musicale, alla pirateria di film.

La tecnologia alla base di OVS permetterà a Strand Releasing di affittare film via Internet agli utenti in possesso di una connessione a larga banda. Il file compresso contenente il film potrà essere riprodotto (on-line o dopo averlo scaricato su hard disk) per un periodo limitato di tempo (circa 5$ per 5 giorni) e potrà avvantaggiarsi della qualità e della grande ottimizzazione di banda del nuovo codec DivX, basato sullo standard MPEG4.

OVS offre poi, attraverso crittografia e watermarking, un robusto sistema di Digital Rights Management per la protezione del copyright: tecnologie simili a quelle implementate da Microsoft nelle più recenti versioni della sua piattaforma Windows Media.

Ma ciò che distingue le soluzioni di DivXNetworks da quelle dei suoi concorrenti è il fatto di essere basate su una tecnologia di compressione aperta, sviluppata in seno al progetto open source Mayo .

Di certo Microsoft non sprizzerà di gioia per il successo di un formato che, fino alle versioni precedenti la 4.0, era sostanzialmente basato su un hacking dei proprio codec MPEG4. Ma DivXNetworks, che ha sempre ammesso questa operazione di “scopiazzatura”, sostiene che il nuovo formato è stato riscritto partendo da zero e non ha più nulla a che fare con la tecnologia di Microsoft: ciononostante, la nuova versione 4.0 si mantiene compatibile, in riproduzione, con il diffusissimo codec DivX;-) 3.11 alpha.

La Motion Picture Association of America si è detta preoccupata “dal DivX e da tecnologie simili, e questo non tanto per la tecnologia in sé, quanto per come questa venga applicata”. Complessi di impotenza?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?
    Secondo MSla Java Virtual Machine è "un mucchio di codice che non serve all'utente finale"Flash 5.0 "fa da complemento al ricco numero di servizi multimediali forniti da Microsoft per garantire che Windows XP consenta la migliore esperienza possibile ai propri utenti"Ma mi faccia il piacere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?
      oh, possibile che non và mai bene niente?E questo no, e l'altro no...Se fosse per gente come voi l'informatica srebbe ancora ai tempi di c:/dir!Va bene, facevamo tutto anche con il C64, e' vero Unix e' grande, e' vero Linux e' il futuro dell'universo.Però finitela di schiacciarci i marroni cercando di mettere sempre in mezzo "LA VECCHIA SCUOLA"!Flash e' UNO STANDARD DI FATTO!E' NECESSARIO!Flash 5 e' incredibilmente potente e "utile"...Se NESSUNO usa applet java o un checacchioneso sistema "molto piu pensato" per fare web vuol dire che NESSUNO vuole farlo!Quindi se nessuno usa una tecnologia questa muore!Se muore muore perche NON FUNZIONAVA (nel senso che non la usava nessuno).Quindi, possono averci ragionato su anche i maggiori genii del mondo, puo riflettere le migliori tendenze sulla programmazione, puo' essere spazialmente figa, ma NON FUNZIONAVA e il mercato l'ha eliminata!!Esce un nuovo standard per il vettoriale sul web?BENE!Funzionerà? Boh?Comunque, anche se non vi piace, ora ci teniamo Flash che e' una tecnologia DIFFUSA, PROVATA, EVOLUTA, SUPPORTATA...Un successo!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?

        Flash e' UNO STANDARD DI FATTO!
        E' NECESSARIO!Ok... è vero.
        Flash 5 e' incredibilmente potente e
        "utile"...Ok. è vero.
        Se NESSUNO usa applet java o un
        checacchioneso sistema "molto piu pensato"
        per fare web vuol dire che NESSUNO vuole
        farlo!Non è vero. Java molto usato e non solo nel Web, te lo assicuro. Semplicemente a MS non và a genio perchè gli sta un po sulle balle SUN...Java è un concorrente di .net, Flash no. Sono due cose differenti.
        Quindi se nessuno usa una tecnologia questa
        muore!
        Se muore muore perche NON FUNZIONAVA (nel
        senso che non la usava nessuno).
        Quindi, possono averci ragionato su anche i
        maggiori genii del mondo, puo riflettere le
        migliori tendenze sulla programmazione, puo'
        essere spazialmente figa, ma NON FUNZIONAVA
        e il mercato l'ha eliminata!!

        Esce un nuovo standard per il vettoriale sul
        web?
        BENE!
        Funzionerà? Boh?
        Comunque, anche se non vi piace, ora ci
        teniamo Flash che e' una tecnologia DIFFUSA,
        PROVATA, EVOLUTA, SUPPORTATA...
        Un successo!!Ok... ma qesto non c'entra nulla con Java.Le applet non sono paragonabili a Flash, sono due cose differenti.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?

          Non è vero. Java molto usato e non solo nel
          Web, te lo assicuro. Semplicemente a MS non
          và a genio perchè gli sta un po sulle balle
          SUN...
          Java è un concorrente di .net, Flash no.
          Sono due cose differenti.
          al solito, quando MS parla di java nel browser, parla solo di applet.quindi il discorso filavale applet hanno da mori'..
          Ok... ma qesto non c'entra nulla con Java.
          Le applet non sono paragonabili a Flash,
          sono due cose differenti.
          Infatti con flash fai tutto quello che fai con una applet, senza dover caricare 20 mega di jvm, in maniera piu' efficente e graficamente piu' accattivante, usando un linguaggio ad alto livello, abbastanza potente e flessibile.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?

            al solito, quando MS parla di java nel
            browser, parla solo di applet.
            quindi il discorso filava
            le applet hanno da mori'..Per l'utente medio che scarica pagine a casa sua, per le pagine in cui compaio spettacolari animazioni flash... Le applet non servono per fare quello che fa flash. E' ovvio che se si pensa di fare con le applet quello che si fa con flash, le applet non hanno scampo.


            Ok... ma qesto non c'entra nulla con Java.

            Le applet non sono paragonabili a Flash,

            sono due cose differenti.



            Infatti con flash fai tutto quello che fai
            con una applet, senza dover caricare 20 mega
            di jvm, in maniera piu' efficente e
            graficamente piu' accattivante, usando un
            linguaggio ad alto livello, abbastanza
            potente e flessibile.vedi sopra, le applet non servono solo per fare quello che fa flash. Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?
            - Scritto da: Luca
            Per l'utente medio che scarica pagine a casa
            sua, per le pagine in cui compaio
            spettacolari animazioni flash... Le applet
            non servono per fare quello che fa flash. E'
            ovvio che se si pensa di fare con le applet
            quello che si fa con flash, le applet non
            hanno scampo.


            Infatti con flash fai tutto quello che fai

            con una applet, senza dover caricare 20
            mega

            di jvm, in maniera piu' efficente e

            graficamente piu' accattivante, usando un

            linguaggio ad alto livello, abbastanza

            potente e flessibile.

            vedi sopra, le applet non servono solo per
            fare quello che fa flash.
            Scusa l'intromissione, ma a me risulta che con Java da lato client (nel browser) non ci fai proprio niente (se non degli obbrobri).E non mi risulta che esistano applicazioni (con JVM fuori dal browser) degne di nota (se non qualche cosa che sono le solite mosche bianche ad utilizzare: le altre mosche non sopportano le bassissime performance offerte ed hanno preferito passare a cose analoghe più performanti).Un esempio di applicazione scritta in Java (ma compilata in codice macchina in modo che le mosche nere possano utilizzare) è, per rimanere sempre in casa Macromedia, Dreamweaver (vabbè c'è anche JBuilder è fatto nello stesso modo, ma però è Borland ...).Bellissimo, ma non trovi che sia un po' pesantuccio ?E pensa che è compilato!Un tempo (qualche anno fa) andava abbastanza realizzare applicazioni c/s Java che venivano eseguite in un browser e si connettevano ad un database (o a un middle tier e/o proxy che poi si connetteva al database).Questa architettura non è più utilizzata da nessuno perchè è lenta, è pacchiana, non è compatibile con le varie JVM (mica a tutti quelli che usano il tuo servizio vorrai fare installare il Java Plug-In per la tua versione di Java, vero ?), è graficamente sgradevole, l'intefaccia utente è "gommosa", il cut & paste da altre applicazioni non su tutte le versioni di JVM funziona, ecc. ecc.Inoltre, chiunque volesse vedere il codice sorgente di una tale applicazione (obfuscator o no), con toolettini stile Jad, potrebbe comunque farlo.Oggi come oggi, si usa Java esclusivamente lato Server (JSP, Servlets, EJB) e l'interfaccia utente finale è realizzata in HTML (con eventualmente un po' di script client side).Questo permette di avere una maggiore compatibilità tra i browsers, performance ottimale, indipendenza dalla piattaforma hw del server e senza contare che il bytecode rimane saldamente sempre sul server.Questo fa si che oramai molti (anche tra gli utenti esperti) navighino con il supporto Java disabilitato (a meno che non siano purtroppo utenti delle tue applicazioni ...) in modo da evitare i fastidiosi blocchi nella navigazione (dovuti all'avvio della JVM) quando si intoppa in una pagina con un applet (che tanto -normalmente- non presenta informazioni di utilità).Penso che sia anche per questo (oltre al fatto di offrire una JVM ormai superata ed altri motivi commerciali) che M$ abbia deciso di non includere il supporto Java.Con Flash, invece, si possono pubblicare presentazioni multimediali, grafica vettoriale in genere ed interfaccie grafiche per le applicazioni che siano eleganti, gradevoli, performanti e senza problemi di compatibilità.Naturalmente, non ci si possono fare tutte le parti applicative ... ma importa veramente visto tutti i tools che ci sono a disposizione ?Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?

            Scusa l'intromissione, ma a me risulta che
            con Java da lato client (nel browser) non ci
            fai proprio niente (se non degli obbrobri).Obrobri grafici? E Swing dove lo metti...
            E non mi risulta che esistano applicazioni
            (con JVM fuori dal browser) degne di nota
            (se non qualche cosa che sono le solite
            mosche bianche ad utilizzare: le altre
            mosche non sopportano le bassissime
            performance offerte ed hanno preferito
            passare a cose analoghe più performanti).
            Cosa intendi per applicazioni degne di nota? Un CAD, un Word Processor? Che altro. Se è cosi sono d'accordo con te, ma guarda che in altri campi è usato e funziona pure, te lo assicuro.
            Un esempio di applicazione scritta in Java
            (ma compilata in codice macchina in modo che
            le mosche nere possano utilizzare) è, per
            rimanere sempre in casa Macromedia,
            Dreamweaver (vabbè c'è anche JBuilder è
            fatto nello stesso modo, ma però è Borland
            ...).
            Bellissimo, ma non trovi che sia un po'
            pesantuccio ?Si, ma che c'entra con il confronto con Flash...
            E pensa che è compilato!

            Un tempo (qualche anno fa) andava abbastanza
            realizzare applicazioni c/s Java che
            venivano eseguite in un browser e si
            connettevano ad un database (o a un middle
            tier e/o proxy che poi si connetteva al
            database).
            Questa architettura non è più utilizzata da
            nessuno perchè è lenta, è pacchiana, non è
            compatibile con le varie JVM (mica a tutti
            quelli che usano il tuo servizio vorrai fare
            installare il Java Plug-In per la tua
            versione di Java, vero ?), è graficamente
            sgradevole, l'intefaccia utente è "gommosa",Ripeto e Swing? dove lo metti?
            il cut & paste da altre applicazioni non su
            tutte le versioni di JVM funziona, ecc. ecc.
            Inoltre, chiunque volesse vedere il codice
            sorgente di una tale applicazione
            (obfuscator o no), con toolettini stile Jad,
            potrebbe comunque farlo.

            Oggi come oggi, si usa Java esclusivamente
            lato Server (JSP, Servlets, EJB) e
            l'interfaccia utente finale è realizzata in
            HTML (con eventualmente un po' di script
            client side).
            Questo permette di avere una maggiore
            compatibilità tra i browsers, performance
            ottimale, indipendenza dalla piattaforma hw
            del server e senza contare che il bytecode
            rimane saldamente sempre sul server.

            Questo fa si che oramai molti (anche tra gli
            utenti esperti) navighino con il supporto
            Java disabilitato (a meno che non siano
            purtroppo utenti delle tue applicazioni ...)
            in modo da evitare i fastidiosi blocchi
            nella navigazione (dovuti all'avvio della
            JVM) quando si intoppa in una pagina con un
            applet (che tanto -normalmente- non presenta
            informazioni di utilità).
            Penso che sia anche per questo (oltre al
            fatto di offrire una JVM ormai superata ed
            altri motivi commerciali) che M$ abbia
            deciso di non includere il supporto Java.
            Mi pare che tu ti sia limitato ad una utenza Web, esistono divesi altri campi applicativi, anche a livello scientifico (non pubblici, quindi non su Web) svilippati in Java per diverse ragioni.Queste applicazioni girano anche con applicazioni/applet che comunicano con servelet o EJB.Sulla loro pesantezza sono d'accordo, ma se si vuole realizzare una applicazione il cui requisito fondamentale sia la velocità, non si fa certo in java.
            Con Flash, invece, si possono pubblicare
            presentazioni multimediali, grafica
            vettoriale in genere ed interfaccie grafiche
            per le applicazioni che siano eleganti,
            gradevoli, performanti e senza problemi di
            compatibilità.
            Naturalmente, non ci si possono fare tutte
            le parti applicative ... ma importa
            veramente visto tutti i tools che ci sono a
            disposizione ?Ripeto le applet non servono solo per il Web. Certo se lo scopo è realizzare applicazioni per il Web, allora sono daccordo, ma se sono altri gli scopi ho un'opinione differente, anche perchè ho esperienza diretta di svliluppo di applicazioni in java non legate al Web che sfruttano servlet,EJB e applet.CiaoLuca
      • Anonimo scrive:
        Re: Incoerenza, ignoranza o presa per i fondelli?

        oh, possibile che non và mai bene niente?

        E questo no, e l'altro no...
        Se fosse per gente come voi l'informatica
        srebbe ancora ai tempi di c:/dir!
        Va bene, facevamo tutto anche con il C64, e'
        vero Unix e' grande, e' vero Linux e' il
        futuro dell'universo.

        Però finitela di schiacciarci i marroni
        cercando di mettere sempre in mezzo "LA
        VECCHIA SCUOLA"!Ma che c'entra con quello che ho scritto io? C=64? Linux? Unix? Vecchia scuola? C:\dir? Ma leggi prima di rispondere, o parli a vuoto?
        Flash e' UNO STANDARD DI FATTO!
        E' NECESSARIO!Infatti, io non ho detto che è sbagliato mettere Flash (anzi!), ho solo sottolineato la contraddizione delle frasi di Microsoft. Punto.Java è necessario quanto Flash. Solo che il primo è antipatico a MS, il secondo no. Allora MS pensa di prendere in giro la gente con i suoi discorsetti preparati a casa. A MS manca l'onestà intellettuale e l'onestà verso i suoi stessi clienti.
        Se muore muore perche NON FUNZIONAVA (nel
        senso che non la usava nessuno).Java non funziona?Vabbè, a questo punto smetto di risponderti.Torna a studiare.
Chiudi i commenti