Download/ Una cinquina con la barra

Barrette per il desktop che passione! Bookmark manager, gallerie web, un editor html ed un video player per tutti ma proprio tutti






a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco scrive:
    Forse un modo per evitare il canone?
    Ciao a tutti,vi scrivo perchè a lavoro sto per mettere un monitor tv da collegare al PC ed ho scoperto che è comunque obbligatorio pagare il canone Rai.Mi chiedevo: se metto una TV SENZA DIGITALE TERRESTRE quindi, dato che qua in piemonte non ci sono più trasmissioni analogiche, impossibilitato a ricevere alcun tipo di programma, devo pagare il canone?A quanto ho capito i monitor senza sintonizzatore non lo devono pagare, in questo caso è come se non lo avesse perchè potrebbe ricevere solo trasmissioni analogiche.E' un discorso campato per aria o ha un senso?
  • Marco B scrive:
    Canone, PC e siti RAI
    Ho mandato questa mail alla RAI. Forse vale la pena che non sia solo io a farlo. Gentili Signori, apprendo in questi giorni che la RAI pretende il pagamento del canone anche da chi possiede un personal computer, senza possedere un televisore, e magari neanche un sintonizzatore per PC. Mi chiedo se, a fronte di questa richiesta, non sarebbe il caso, per senso della decenza, sistemare i vostri siti Internet, e fare qualche sforzo perché si riesca a vedere i vostri video. Vi riporto qualche esempio. La stragrande maggioranza dei video disponibili su www.rai.tv non funzionano mai e si bloccano dopo il primo clip con la pubblicità. Il link all'ultimo TG3, versione RealPlayer, è rotto da mesi, quello alla versione ADSL non funziona. I video della trasmissione di Fazio si bloccano dopo pochi secondi e si riesce a vederli solo dopo aver recuperato l'URL dal sorgente della pagina e averli scaricati. I video di raiclick vanno un po' meglio, anche se, per evitare che si interrompano a metà programma, senza nessuna possibilità di riavviarli da dove si erano interrotti, occorre anche in questo caso scovare l'URL nel sorgente della pagina e scaricarli.Mi domando: è proprio necessario fare quei siti così pesanti, pieni di grafica barocca e inutile, e non mettere neanche un link all'URL dei video, in modo da poter usare un player, cosa che di solito è molto meno problematica? Non è vergognoso per un sito che fa servizio pubblico che i vostri video siano in un formato proprietario e i vostri siti progettati per una piattaforma proprietaria, chiusa, per di più prodotta da un monopolista che in questi giorni è stato pesantemente sanzionato dall'anti-trust europeo? Non vi siete ancora accorti di come funzionano youtube, la BBC, la CBS, la7, tanto per citare solo qualche esempio? Anche se probabilmente neanche mi leggerete, come avete già fatto con le altre diverse missive sullo stesso argomento, Cordiali Saluti.
  • teodoro raffiki scrive:
    canone ..no grazie
    wew gente questo abbonamento rai e una skifezza una immondizia.....io ho mandato regolare vaglia di lire 10.000 nel 2001 x la surgellazione del mio tv...5 giorni fa mi e arrivato un pagamento x un nuovo abbonamento tv...se nn pago mi maderanno le finanze...ma questi mi fanno ridere....ma ke ridere io nn intendo di pagare questo abbonamento rai ...x cosa puoi x dare dei soldi a dei pirla x una serata da 20.000...uniamoci e nn paghiamo questo santo abbonamento....ciao a tt
  • Anonimo scrive:
    Ma tutti gli elaboratori elettronici ...
    Ma tutti gli elaboratori elettronici sono personal computer?Anche il mio Commodore 64? E la mia Amiga 500?Mi par di capire che posso ottenere dalla mia Punto 16V una Ferrari "adattando il motore" o meglio sostituendolo con un motore Ferrari ...A casa mia adattare (dizionario zingarelli) significa modificare qualcosa per renderlo atto ad un certo scopo.Il mero monitor per computer, SENZA sezione ricevente dell'alta frequenza, non puo' ricevere od essere adattato alla ricezione di trasmissioni in alta frequenza, se non con l'AGGIUNTA di un ULTERIORE dispositivo che riceva e traduca il segnale HF in audio-video, visualizzabile dal monitor, se compatibile, ovviamente.L'inserimento di un ipotetico modulo HF per la ricezione televisiva sarebbe antieconomico.Si ottiene la capacita' di acquisire le trasmissioni televisive SOLO con la coppia di apparati; ben si comprende la capacita di videoregistratori, SE dotati di sezione alta frequenza, o di decoder tv, quelli SI previsti per la ricezione di segnali televisivi. Voglio proprio vedere cosa potrebbero attaccare alla mia Workstation SUN Ultra 5 con OS. OpenBSD pur di farmi vedere qualche puttanata stile grande fratello ...Resistere resistere resistere.
  • Anonimo scrive:
    canone rai
    abitare nella stessa casa dei suoceri, che sono in possesso di un televisore e di regolare abbonamento, presuppone il pagamento di un nuovo abbonamento??
    • Anonimo scrive:
      Re: canone rai
      - Scritto da: Anonimo
      abitare nella stessa casa dei suoceri, che sono
      in possesso di un televisore e di regolare
      abbonamento, presuppone il pagamento di un nuovo
      abbonamento??A occhio direi che l'abbonamento vale per i nuclei familiari, almeno per il momento...
  • Anonimo scrive:
    Pubblicita' ingannevole per canone RAI
    La legge prevede il pagamento del canone per il possesso della TV e non per la RAI.Ma la comunicazione dell'Ente televisivo è volta a chiedere il pagamento dela canone per la RAI: è quella che viene definita "pubblicita' ingannevole", che cosa ne pensano i sacerdoti del legalismo? Perche' non si modifica quell'articolo per fare chiarezza e mettere l'utenza in grado di decidere se pagare o no il, canone alla RAI?E poi come mai non si fa ricorso legale contro la pubblicita' ingannevole perche' in contraddizione con quanto afferma la legge?
  • Anonimo scrive:
    a casa dei suoceri
    io abito nella seconda casa di mio suocero ed ho qui la mia residenza. devo pagare il canone, visto che già lo paga mio suocero?
    • Anonimo scrive:
      Re: a casa dei suoceri
      - Scritto da: Anonimo
      io abito nella seconda casa di mio suocero
      ed ho qui la mia residenza. devo pagare il
      canone, visto che già lo paga mio
      suocero?Non sapevo che il canone RAI fosse una tassa di proprietà sugli immobili...
      • Anonimo scrive:
        Re: a casa dei suoceri
        se invece si abita nella stessa casa dei suoceri (e non nella seconda casa come nel precedente quesito??) pur mantenendo nuclei familiari distinti, si è sempre obbligati a pagare due canoni?
  • Anonimo scrive:
    Canone Rai
    volete sapere casa fa la Rai ......in cui vi è una separazione? beh.....ne ho viste di cotte e di crude ma questo è proprio il massimo.....scrivo alla Rai sede di torino con tanto di sentenza e lei mi manda a sire chi è che detiene i televisori in casa ma immagginate un pò voi........ha dimenticavo non abito più sulla mia casa .....poi gli scrivo che i televisori sono in casa dove abita l'ex ma questi ancora fanno orecchie di mercante e mandano a dire che ci vuole una copia della carta d'identità della coniuge pensate un pò voi.......secondo me so de coccio.......
  • Anonimo scrive:
    MA QUALCUNO HA RICEVUTO VISITE???
    Ciao a tutti, mi chiamo Claus,pienamente d'accordo sul non pagare il canone.Si sono mai presentati alla porta a qualcuno di voi? Che avete risposto? Si devono far entrare lo stesso? e se non si fanno entrare che fanno?ciao
    • Bellamy scrive:
      Re: MA QUALCUNO HA RICEVUTO VISITE???
      E' successo ad una mia amica. Hanno suonato il campanello, lei ha chiesto "chi è", hanno risposto "ufficiale giudiziario" (!) e lei ha aperto la porta e li ha pure fatti accomodare in salotto, di fronte alla tv accesa. Ha aperto perché aveva ricevuto la sfratto dal proprietario dell'appartamento in cui viveva, ma era tranquilla perché aveva appena partorito due gemelli e l'avocato le aveva garantito che non potevano buttarla fuori di casa. Invece erano quelli della tv... Ha pagato una multa (con un arrotondamento e uno sconto vista la sua situazione familiare), ma ovviamente da quel giorno deve pagare il canone rai per forza.
  • Anonimo scrive:
    Basta col canone!!!
    Mi hanno anche detto che si possono far sigillare solo i canali rai, ovvero quella parte della scheda all'interno della tv che permette di ricevere i canali rai. Così potrei vedere gli altri canali. E' vero? E poi se invece sigillano tutta la tv, posso tenere quella sigillata a averne un'altra?
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta col canone!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Mi hanno anche detto che si possono far
      sigillare solo i canali rai, ovvero quella
      parte della scheda all'interno della tv che
      permette di ricevere i canali rai.
      Così potrei vedere gli altri canali.
      E' vero? E poi se invece sigillano tutta la
      tv, posso tenere quella sigillata a averne
      un'altra?http://www.sosconsumatori.it/documenti/spiegazdisdettacanonerai.htm
  • Anonimo scrive:
    Cosa rischio se non pago....
    Ultimamente ho cambiato residenza e da poco ho ricevuto le due lettere dellla Rai per il pagamento del canone nelle quali vien anche specificato che la Finanaza potrà effettuare delle verifiche.A questo punto che cosa rischio veramente se la Finanza mi viene a casa??? E' meglio eseguire il suggellamento del televisore prima che arriva la finanza. Premetto che sono a Bolzano e forse sono anche più precisi in questo. (spero di no!)Aiuto
  • Anonimo scrive:
    Canone Rai
    Ultimamente ho ricevuto la lettera d'abbonamento RAI, perchè negli ultimi mesi ho cambiato residenza.Dal momento che non ho nessuna intenzione di pagarlo ho stracciato questa lettera. Successivamente me ne è arrivata un'altra nella quale mi si dice che mi farà visita la Finanza. A questo vi chiedo ma se io non dovessi pagare, qual'è il rischio che corro se mi trovano il televisore a casa??Ciao grazie Ale
  • Anonimo scrive:
    Tassa o imposta?
    Il canone Rai è una imposta oppure una tassa?attenzione, la differenza è molto importante per quanto all'apparenza sottile.1) l'imposta infatti è dovuta "a prescindere" dall'erogazione da parte dllo stato di un servizio2) la tassa trova la sua ragione d'essere nella erogazione da parte dello stato di un servizio.Poichè all'interno del canone rai si paga l'iva, si potrebbe ragionavolmente pensare ad una tassa (in italia vige il divieto della doppia imposizione)Orbene, se è una tassa, e io non guardo la Rai, lo stato non mi eroga un servizio, quindi la tassa non è dovuta. (imho)Credo che le associazioni dei consumatori dovrebbero investigare in questa direzione per valutare l'opportunità di sfuggire ad un balzello per lo meno anacronisticocordiali salutitristemente_famoso
  • Anonimo scrive:
    LEGGERE! IMPORTANTE!
    Sono un ragazzo di Roma ed abito per conto mio. Due anni fa, poco dopo un trasloco, ho ricevuto al nuovo indirizzo(tramite il servizio Seguimi delle Poste Italiane) un modulo di abbonamento RAI per il vecchio indirizzo. A distanza di un mese ho ricevuto un nuovo modulo di abbonamento, per il nuovo indirizzo. Cosa curiosa: al vecchio indirizzo ci ho abitato per cinque anni e non ho mai ricevuto niente... Non disponendo di una TV, non ho risposto. Anche perche' nel primo modulo di abbonamento non esiste uno spazio dove indicare che NON si possiede una TV.Passa un po' di tempo e mi arriva un sollecito che con aria "minacciosa" mi invita a mettermi in regola con l'abbonamento... Ma io il televisore non ce l'ho!!!!Decido di chiamare il servizio abbonati, che tra l'altro e' un numero 199 ( quindi a mio costo... e che costo!).Mi hanno spiegato che nel modulo di sollecito c'era un apposito spazio bianco dove poter indicare che non si ha un televisore.Curiosamente, mi fanno notare che e' strano che io non disponga di un televisore. Beh, io lavoro tutto il giorno fuori casa e le sere che capita che sono a casa passo il tempo al PC ed eventualmente mi leggo le notizie sui giornali on-line....Cosa odono le mie orecchie? La signorina mi fa notare che, anche se lei non me lo ha detto, sarebbe previsto che anche chi possiede un PC dovrebbe pagare l'abbonamento... "Sa, sembra che ci si può mettere tipo una scheda per vedere la tv".....Sono rimasto basito! Provate a chiamare il servizio abbonamenti RAI e chiedete se non avendo un televisore ma solo un pc senza scheda tv siete comunque tenuti ad abbonarvi....Mi sa che se la RAI sta a corto di soldi, basta che trova il modo di inviare l'abbonamento a tutti i proprietari di account internet... d'altronde se hai un abbonamento di accesso ad internet, probabilmente il pc e' tuo... ed io ti abbono! :)Saluti a tutti e speriamo ci ripensino...
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGERE! IMPORTANTE!
      Polastro, perchè mai hai chiamato la RAI, a spese tue, poi!Dovevi cestinare e basta. Chettefrega poi di informare una ochetta de un call center su cosa fai tu du sera? Sveglia!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGERE! IMPORTANTE!
      Terrorismo psicologico. Ci stanno provando, non ci cascare.Il canone dovresti pagarlo (forse, pare che qualche giudice pare non sia d'accordo) se inserisci un hardware in grado di sintonizzare nel computer o aggiungi il sintonizzatore al monitor, altrimenti nisba - nada - nix - una pedata nel (Y) in omaggio a mamma RAI.Le letterine di auguri della RAI che ricevo da diversi anni finiscono regolarmente nel cassonetto della carta della piattaforma ecologica del mio paeseHai tutta la mia solidarietà;)
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGERE! IMPORTANTE!
      stessa cosa!!!!!Il problema è che ogni apparecchio è adattabile a ricevere segnale radiotelevisivo.per lo stesso motivo anche un asciugacapelli o un macinino da caffè.Il canone rai è una assurdità, facciano come fanno con altre cose, tolgano il canone e aumentino la benzina.....ci si avvelena il sangue di meno!!!cmq hai tutta la mia solidarietà
  • saiuz scrive:
    Canone...mahhh!
    Si è proprio vero che bisogna far fessi tutti i cittadini. Mi meraviglio come alcune persone pensino che un consesso di burocrati e politici possano legiferare o decidere qualche cosa di buono e a favore della gente. Ovviamente mi riferisco al consesso, che ci fa fessi!, che si riunisce a Bruxelles. Sono politici! E si sa cane non mangia cane.Chi si ricorda della battaglia condotta dai radicali sul canone? Che alla fine tutti i politici di qualsiasi estrazione politica decisero che non era più un canone...ma una tassa sul possesso! ILLUSI!Non è che mandando politici di centro destra cose siano cambiate....anzi! Auguri onorovele Gasparri! E' contento e quindi è riuscito a prendere in giro anche i suoi elettori.
  • Anonimo scrive:
    ma se non la vedo "radio"?
    ma visto che il canone e' da pagare per gli "apparecchi atti a ricevere segnale radio televisivo", se io ho un televisore ma NON ho antenna tv, e la tv la vedo via cavo, non posso rifiutarmi di pagare ( visto che il canone del cavo oltretutto lo pago indipendentemente dal canone? )
  • Anonimo scrive:
    Ma in quanti altri paesi succede?
    Mi chiedevo se fossimo gli unici polli a pagare il canone per il possesso di apparecchi radiotelevisivi oppure cio' succede anche in altri paesi europei/mondiali.Chi sa chiarirmelo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in quanti altri paesi succede?
      Sicuramente in GB per la BBC ma non so darti i dettagli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in quanti altri paesi succede?
      in tutta europa dove c'è la tv pubblica si paga un canone. Non so negli USA, cmq di sicuro anche lì c'è una televisione pubblica a carico del contribuente, non so se sulla fiscalità generale o con un canone specifico.
  • Anonimo scrive:
    canone di tutto di più
    secondo me il canone è abbastanza sbagliato, ma potrebbe anche starci eventualmente se:a) la RAI facesse programmi di qualità e indipendentemente dai dati auditel, che consigliano di fare fiction, sanremi, miss italia e cagate similib) la RAI la finisse di sperperare denaro pubblico per far comparire in video 20-30 secondi una "celebrità" che fa qualche pagliacciata in pubblico e/o canta in playback. E che la finisse di pagare contratti esagerati con gente tipo Celentano e via dicendo.c) nei programmi la pubblicità fosse ridotta al minimod) notiziari e compagnia bella fossero meno schierati (TG1 e TG2 sono troppo filo-governativi mentre il TG3 è rimasto al tempo dei bolscevichi e manca poco che leggano le news col pugno alzato). E che fossero complessivamente di qualità migliore. Il tg di punta (Tg1) non è secondo me nemmeno paragonabile al tg5 di mediaset o ad alcuni pezzi di sky tg24.e) complessivamente la RAI guadagnasse QUALITA' in tutti i campi, dall'intrattenimento allo sport all'informazione... oggi fa abbastanza pena (anzi, è da un bel po' di anni che fa pena!)
  • Anonimo scrive:
    ho molta stima...
    ...della Commissione Europea... fa una stronzata dietro l'altra... ora questa del canone RAI, ieri la multa a MS non perchè è monopolista ma perchè ha integrato un media player nel suo SO.Tutto questo dopo che la Comunità europea ha azzoppato metà del made in Italy.Ora capisco come mai in tutti i paesi del mondo dicono che la comunità europea è una stronzata galattica, tutti tranne noi europei che ci plagiano il cervello dicendoci che se non siamo "europeisti" siamo in preda a dei rigurgiti nazionalisti o fascisti.Vorrei sapere in cinque anni di indagini sul canone RAI cosa hanno scoperto quelli della commissione europea... il bravo Mario Monti, quello che la sx italiana vorrebbe come guru della politica nazionale insieme al mortadellone nazionale... bella roba!
  • Anonimo scrive:
    Facce da C...
    Chi di voi ricorda la crociata contro il canone Rai dell'oggi ministro Gasparri quando si trovava all'opposizione?Era il più fervente sostenitore della necessità di abolirlo, salvo cambiare idea appena ha avuto il cadreghino.Questi sono i politici italiani, peccato che poi al momento del voto la maggior parte di noi, anziché guardare le facce di chi chiede il nostro voto, metta la crocetta sulla scheda solo in base a motivi ideologici...
  • Anonimo scrive:
    Le tasse ossia come farsi mantenere
    La tassa è un particolare tipo di imposta che colpisce la ricchezza quando si manifesta...nel caso specifico acquisto un televisore.... allora ho i soldi (sono ricco, secondo i nostri furbi governanti).... quindi devo pagare la tassa. Un retaggio dell'ideologia finto-solidarista degli anni ('50/'60/'70) passati a subire la nefasta influenza dei comunisti. Tale retaggio purtroppo sopravvive ancora e non consente un adeguato sviluppo delle economie... se ad esempio (per dire) si abolisse la tassa sulla TV rimarrebbero più soldi disponibili probabilmente per comprare beni voluttuari, (visto che quelli primari li dobbiamo comprare per forza) come ad esempio DVD e film (che costerebbero anche meno vista l'assenza di tasse), i cui ricavi andrebbero (anche) a favore dei "bravi tecnici" come dicono alcuni in questo forum, e non dei "signori" di Montecitorio. Siccome dobbiamo mantenere i nostri 945 e più "signori" eccoti la tassa su qualsiasi cosa... il carburante ha decine di balzelli, la spazzatura...(stendiamo velo pietoso).... non si poteva mica pretendere che la UE DIRETTA ESPRESSIONE del nostro sistema politico uso a sfruttare e di quello degli altri paesi abolisse una tassa che le serve per sopravvivere... che vi aspettavate.
  • Anonimo scrive:
    Una vergogna che dura da oltre 50 anni!
    e purtroppo non lo toglieranno mai :@
  • Anonimo scrive:
    Dove la leggete sta storia del Pc ?
    Dal sito rai:"Devono pagare il canone di abbonamento speciale coloro che detengono uno o più apparecchi radiofonici o televisivi in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell'ambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto. R.D.L.21/02/1938 n.246 e D.L.Lt.21/12/1944 n.458"http://www.abbonamenti.rai.it/Speciali/canone.aspSostenere che un Pc può diventare una TV è come sostenere che un carretto con un motore è una fuoriserie :D:D:D
    • The FoX scrive:
      Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
      - Scritto da: Anonimo
      Dal sito rai:
      Sostenere che un Pc può diventare una
      TV è come sostenere che un carretto
      con un motore è una fuoriserie :D:D:DLeggi questo tread:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=746373Piu' chiaro di cosi'!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
        Riassumendo sicuramente non è atto,la domanda e se è adattabile.E' adattabile solo se compro un tv-tuner e a quel punto posso installare un programma adatto a guardare i programmi TV. Dal momento che il Pc nasce per altri scopi e un bus PCI non nasce appositamente per metterci un tv-tuner finchè non ci metti la famigerata scheda non è neanche adattabile mediante l'installazione del programma.Ho trovato riferimenti ad una sentenza del' 88 in quel caso però si parlava di apparecchi tv usati come terminali per computer,console ,vcr insomma apparecchi già di per se atti.Per il resto buio pesto.Nel famigerato decreto regio poi si parla di radioaudizioni e impianti aerei cosa che taglia fuori pc ed affini a meno che non siano espressamente modificati non adattati.
        • The FoX scrive:
          Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
          - Scritto da: Anonimo
          Riassumendo sicuramente non è atto,la
          domanda e se è adattabile.E'
          adattabile solo se compro un tv-tuner e a[CUT]
          radioaudizioni e impianti aerei cosa che
          taglia fuori pc ed affini a meno che non
          siano espressamente modificati non adattati.Tutti inutili sofismi.La domanda e': un pc e' adattabile alla ricezione di segnali televisivi senza che ci sia la necessita' di essere ingegneri nucleari per riuscirci?La risposta e' si, ed anche senza doverlo aprire per montare una scheda tv.Basta avere una connessione a banda larga e sottoscrivere un abbonamento a certi nuovi servizi.Punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            Guarda che la legge parla di radioaudizioni e trasmissioni via etere con l' ADSL non c'entra niente ,se per favore mi trovi il punto se ne discute. Il Pc di per se non è adattabile devi eseguire delle modifiche ben precise che mutano la finalità della macchina sia a livello software che hardware. A nessuno verrebbe in mente di dire che un PC è un televisore non più di quanto un tosaerbe può essere un comodo frullatore da usare all'aria aperta. Per il resto questa legge è tutta un sofisma ed è bene adeguarsi.Secondo quale folle idea ogni italiano deve avere una TV in casa.Tu lo capisci? Io no.
          • The FoX scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che la legge parla di radioaudizioni[CUT]
            in casa.Tu lo capisci? Io no.Arridaje!!!!!!!!!Proprio non vuoi capire.Io sono contrario a questa legge del C@zz0, ma...Ma sto' maledetto regio decreto del '38 del secolo scorso parla chiaro.E parla di "adattabile" come anche di apparati alternativi alla trasmissione radio, come lo sono i sistemi cablati tipo tv via cavo o ADSL o Fastweb.Leggiti "BENE" il famigerato regio decreto (trovi il link in un altro mio post) prima di replicare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            No parla di apparati radio ponti radio etc...,il decreto l'ho letto bene ,se mi citi punti specifici se ne discute. Il Pc non è un dispositivo adattabile al max modificabile tanto e vero che ne cambi la destinazione d'uso.Non è una polemica personale :) vorrei semplicemente capire dove leggi quello che affermi.Se all' URAR affermano una cosa non è certo oro colato,del resto sui famosi bollettini loro parlano sempre e solo di televisori, evidentemente neanche loro osano affermare l'insostenibile.
          • The FoX scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: Anonimo
            No parla di apparati radio ponti radio
            etc...,il decreto l'ho letto bene ,se miScusa, ma non mi sembra...
            citi punti specifici se ne discute. Il PcPiu' in basso ti cito l'art.1 del regio dec...
            non è un dispositivo adattabile al
            max modificabile tanto e vero che ne cambi Controlla su di un dizionario di sinonimi e contrarile i verbi adattare e modificare...
            la destinazione d'uso.?????????????????????????????????Ma che stai a di???Mica e' una casa!!!!
            Non è una polemica personale :)
            vorrei semplicemente capire dove leggi
            quello che affermi.Sul regio decreto.
            Se all' URAR affermano una cosa non
            è certo oro colato,del resto sui
            famosi bollettini loro parlano sempre e solo
            di televisori, evidentemente neanche loro
            osano affermare l'insostenibile.Tipo affermare di voler entrare in casa altrui senza mandato?Cito l'art.1 del famigerato regio decreto:Articolo 1Art. 1. Dell'abbonamento alle radioaudizioni.Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla (commento: e' chiaro e assodato che un pc e' adattabile)ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento, giusta le norme di cui al presente decreto.La presenza di un impianto aereo atto alla captazione o trasmissione di onde elettriche o di un dispositivo idoneo a sostituire l'impianto aereo,(comm: idoneo a sostituire un impianto aereo, detto anche antenna, puo' essere una antenna da interno, come anche il sistema via cavo, la fibra di Fastweb o l'adsl di Alice o di Libero) ovvero di linee interne(comm: tieni conto che il decreto e' del 38!!! Ma il telefono c'era gia' e che quindi di trasmissioni via cavo, tipo il telegrafo, ne erano gia' a parte, anche se non al livello dell'odierna adsl...) per il funzionamento di apparecchi radioelettrici, fa presumere la detenzione o l'utenza di un apparecchio radioricevente. (comm: hai una adsl? Ne segue che tua abbia un computer.Che e' apparecchio adattabile alla ricezione tramite impianto aereo ovvero tramite linee interne. Quindi devi pagare il canone)Tratto da:http://www.omega3.it/legislazione/246_38/246_38.htm PS: i commenti al testo sono (c) di Volpe Alessandro.Libera riproduzione degli stessi a condizione che non vengano alterati, siano riportati nella loro interezza e ne vengacitata la fonte e il (c).
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: The FoX
            - Scritto da: Anonimo

            No parla di apparati radio ponti radio

            etc...,il decreto l'ho letto bene ,se mi
            Scusa, ma non mi sembra...
            A me sembra che non l'abbia letta tu ma ne parliamo sotto.

            citi punti specifici se ne discute. Il
            Pc
            Piu' in basso ti cito l'art.1 del regio
            dec...Ok così si viene al punto


            non è un dispositivo adattabile
            al

            max modificabile tanto e vero che ne
            cambi
            Controlla su di un dizionario di sinonimi e
            contrari
            le i verbi adattare e modificare...Son due concetti completamente diversi un conto è se un dispositivo che nasce appositamente per un certo scopo un conto è se lo devo modifare appositamente per lo scopo medesimo.Le parole hanno un significato preciso.


            la destinazione d'uso.
            ?????????????????????????????????
            Ma che stai a di???
            Mica e' una casa!!!!
            Il termine viene usato anche per attrezzature e dispositivi di vario genere, inclusa la tv ,strano tu non lo sappia.

            Non è una polemica personale :)

            vorrei semplicemente capire dove leggi

            quello che affermi.
            Sul regio decreto.Si vede che ne hanno emesso di recente un'altro,insolito per una Repubblica :D :D :D


            Se all' URAR affermano una cosa non

            è certo oro colato,del resto sui

            famosi bollettini loro parlano sempre e
            solo

            di televisori, evidentemente neanche
            loro

            osano affermare l'insostenibile.
            Tipo affermare di voler entrare in casa
            altrui senza mandato?Anche o il fatto che devi pagare il canone per la seconda casa, ho trovato una sentenza sull'argomento. Il giudice ha dato torto all' URAR.Strano..... ;)

            Cito l'art.1 del famigerato regio decreto:
            Articolo 1

            Art. 1. Dell'abbonamento alle radioaudizioni.

            Chiunque detenga uno o più apparecchi
            atti od adattabili alla
            (commento: e' chiaro e assodato che un pc e'
            adattabile)La parentesi è inappropiata lo devi modificare sia a livello hardware che software non è adattabile al max modificabile cambiandone la destinazione d'uso.Lo usi come TV non come PC.Il pc nasce per fare altro.
            ricezione delle radioaudizioni è
            obbligato al pagamento del canone di
            abbonamento, giusta le norme di cui al
            presente decreto.

            La presenza di un impianto aereo atto alla
            captazione o trasmissione di onde elettriche
            o di un dispositivo idoneo a sostituire
            l'impianto aereo,
            (comm: idoneo a sostituire un impianto
            aereo, detto anche antenna, puo' essere una
            antenna da interno, come anche il sistema
            via cavo, la fibra di Fastweb o l'adsl di
            Alice o di Libero)Un cavo ti sembra un impianto aereo ? Forse è il caso che tu ti legga un libro di teoria dei campi.Comunque l'hai citato male ,vedi sotto.
            ovvero di linee interne
            (comm: tieni conto che il decreto e' del
            38!!! Ma il telefono c'era gia' e che quindi
            di trasmissioni via cavo, tipo il telegrafo,
            ne erano gia' a parte, anche se non al
            livello dell'odierna adsl...)Opinione tua sono due dispositivi diversi con finalità diverse
            per il funzionamento di apparecchi
            radioelettrici, fa presumere la detenzione o
            l'utenza di un apparecchio radioricevente.
            (comm: hai una adsl? Ne segue che tua abbia
            un computer.
            Che e' apparecchio adattabile alla ricezione
            tramite impianto aereo ovvero tramite linee
            interne. Quindi devi pagare il canone)
            L'hai letto male e a pezzettini :" ...omissisLa presenza di un impianto aereo atto alla captazione o trasmissione di onde elettriche o di un dispositivo idoneo a sostituire l'impianto aereo, ovvero di linee interne per il funzionamento di apparecchi radioelettrici, fa presumere la detenzione o l'utenza di un apparecchio radioricevente ....omissis "la presenza di linee fa presumere che tu abbia l'apparecchio in casa.In parole povere se c'è il cavo tv loro presumono che tu abbia la Tv. Il dispositivo oggetto dei loro interessi resta un dispositivo radioricevente e il pc non lo è. Le linee di trasmissione sono oggetto del loro interesse solo perche portano al dispositivo radioricevente.
          • The FoX scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: AnonimoNon VUOI capire e a questo punto nessuno ti costringe.Pero' spiegami il xche' esiste la TV di FastWeb e che modica e' l'installare VideoLan su di un pc x vederla.P.S.:leggiti un vocabolario!!!Dalla pagina sinonimi e contrari di Virgilio: Scrivi una parola ADATTARE SinonimiVerbo transitivosistemare, preparare, disporre, aggiustare, arrangiare, accomodare, proporzionare, coordinare, adeguare, allestire, assestare, approntaretrasformare, modificare , riadattare, ristrutturareContrariVerbo transitivolasciare inalterato
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            Il PC non nasce per guardare la TV e la legge parla solo di radioricevente .Adattare non è un sinonimo di modificare ressegnati e non indica un cambio di destinazione dell'apparecchio,SMETTILA DI URLARENeanche l'URAR chiede il canone per il PC leggiti il bollettino.
          • The FoX scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: AnonimoC'hai proprio una testa che spacca i sassi!!!!(come si dice dalle mie parti; peccato solo non sappia scriverlo in dialetto)
            Il PC non nasce per guardare la TV e laE qualcuno ha mai detto il contrario?
            legge parla solo di radioricevente ._E_ di apparecchi adattabili.Adattare
            non è un sinonimo di modificareE allora vai in tutte le biblioteche e case d'Italia a bruciare i dizionari per sanare l'enorme errore che contengono.O forse l'unico dizionario sbagliato e' il tuo?
            ressegnati e non indica un cambio di
            destinazione dell'apparecchio,Continui a fare molta confusione...Ma sai cosa vuol dire "cambio di destinazione d'uso"?O forse e' un altro problema del tuo vocabolario?
            SMETTILA DI URLARE?????????????????????????

            Neanche l'URAR chiede il canone per il PC
            leggiti il bollettino.Che non lo indichino esplicitamente non vuol certo dire che non possano cmq pretenderlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: The FoX
            - Scritto da: Anonimo
            C'hai proprio una testa che spacca i
            sassi!!!!
            (come si dice dalle mie parti; peccato solo
            non sappia scriverlo in dialetto)
            Da che pulpito ???!!!!!!!!!!!!!!!!! :D:D:D:D.E' un viatico pericoloso. :)

            Il PC non nasce per guardare la TV e
            la
            E qualcuno ha mai detto il contrario?
            E allora che c'entra con una radioricevente? Niente

            legge parla solo di radioricevente .
            _E_ di apparecchi adattabili.Sono adattabili dispositivi che nascono per assolvere funzioni analoghe il pc nasce per altro e lo devi modificare pesantemente.Secondo te un sistema a circuito chiuso deve pagare il canone TV ?

            Adattare

            non è un sinonimo di modificare
            E allora vai in tutte le biblioteche e case
            d'Italia a bruciare i dizionari per sanare
            l'enorme errore che contengono.
            O forse l'unico dizionario sbagliato e' il
            tuo?Basta che la smetti di consultare il web ed inizi ad aprire un po' di testi cartacei,la lettura è un ottimo sistema per incrementare il proprio lessico.Secondo te sta roba son sinonimi:sistemare, preparare, disporre, aggiustare, arrangiare, accomodare, proporzionare, coordinare, adeguare, allestire, assestare, approntaretrasformare, modificare, riadattare, ristrutturaree questo dice tutto. Vai da un tecnico a dirgli:" per favore mi coordini/ristrutturi questo dispositivo ?" :D :D :D vediamo che faccia fa forse ti 'assesta' una risata :)


            ressegnati e non indica un cambio di

            destinazione dell'apparecchio,
            Continui a fare molta confusione...
            Ma sai cosa vuol dire "cambio di
            destinazione d'uso"?
            O forse e' un altro problema del tuo
            vocabolario?Evidentemente non lo sai tu o sei ancora convinto che si usi solo per gli immobili?


            SMETTILA DI URLARE
            ?????????????????????????
            Hai capito benissimo



            Neanche l'URAR chiede il canone per il
            PC

            leggiti il bollettino.
            Che non lo indichino esplicitamente non vuol
            certo dire che non possano cmq pretenderlo.Come no certo.Sicurissimo lo Stato che non chiede quello che è dovuto,rido una decina di minuti e torno.Intanto leggiti cosa ne pensa un giudice del Tribunale di Milano,ordinanza 10 maggio 2001: ".....La materia e' indubbiamente complessa e soggetta a continue e rapideevoluzioni, essendo stata regolata nel tempo da diverse disposizioninon sempre coerenti tra loro, che non solo hanno portato allaconfigurazione del canone come "tassa di concessione" ma che hannodovuto recepire gli adeguamenti che la legislazione comunitaria e lanuova coscienza sociale man mano indicavano o imponevano, nonche' leinnovazioni sempre crescenti nel settore delle comunicazioni e nellastessa tecnologia, per la quale oggi basta l'inserimento di unasemplice scheda nell'interno di un computer collegato ad un'antennaparabolica per captare i segnali radiotelevisivi provenienti da tuttoil mondo, inclusi quelli emessi dalla stessa Rai, senza dovercorrispondere alcun canone."Per lui non paghi neanche con il tuner poi fai te.
          • The FoX scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: Anonimo
            Io mi sono stufato di perdere tempo dietro ad uno che ignora cio' che gli altri dicono e/o citano.L'unico che riesci ad ascoltare sei te stesso.Allora cantatela e suonatela.E per la Tv di Fastweb hai bellamente ignorato la domanda, la cui risposta ti avrebbe dato torto.Troppo facile.Divertiti da solo.E magari compilati un profilo e firmati.Sareti un po' piu' credibile (e faresti meno la figura dell'ignorante trollore quale sembri essere).
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            Stralol ma come ti cito norme e sentenze e non ti piace ? Calmati è una discussione mica una crociata, passino le tue discutibilissime affermazioni ma almeno cerca di mantenere un po' di buone maniere.Fastweb non rientra nei nostri interessi, dipende dal teminale che utilizzi. Se il terminale è un televisore devi pagare altrimenti no perchè non rientri nella normativa. Per il giudice di Milano non sei tenuto a pagare neanche in caso di tv-tuner su pc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: The FoX
            - Scritto da: Anonimo

            Non VUOI capire e a questo punto nessuno ti
            costringe.
            Pero' spiegami il xche' esiste la TV di
            FastWeb e che modica e' l'installare
            VideoLan su di un pc x vederla.Modifica software, nel caso specifico però paghi solo se il teminale è una TV capace eventualmente di ricevere onde radio.Ci metti un mega Monitor e la richiesta di canone ad oggi è illegittima.
          • The FoX scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: The FoX

            - Scritto da: Anonimo



            Non VUOI capire e a questo punto
            nessuno ti

            costringe.

            Pero' spiegami il xche' esiste la TV di

            FastWeb e che modica e' l'installare

            VideoLan su di un pc x vederla.

            Modifica software, nel caso specifico
            però paghi solo se il teminale
            è una TV capace eventualmente di
            ricevere onde radio.Ci metti un mega Monitor
            e la richiesta di canone ad oggi è
            illegittima.Leggi cio' che scrivi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
            Io si e tu?
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
      eccola qui la parodia...Televisore o computer? Il canone Rai va pagato La questione sull'obbligo del pagamento del canone televisivo a favore della RAI-Radiotelevisione Italiana risulta, da molto tempo, annosa e foriera di contestazioni soprattutto riguardo la disparità di trattamento tra servizio pubblico e servizio privato e riguardo all'imposizione del canone (cosiddetto "dominio dell'etere") in base al semplice possesso dell'apparecchio indipendentemente dall'effettiva fruizione del servizio.Questi aspetti risultano motivati dal legislatore (legge n° 103/1975) in base ad un presupposto molto semplice: il servizio radiotelevisivo pubblico deve soddisfare il diritto del cittadino all'informazione ed ha l'obbligo di concorrere allo sviluppo sociale e culturale del paese.A differenza di uno qualsiasi degli altri soggetti emittenti, il servizio radiotelevisivo pubblico ha l'obbligo di assicurare un'informazione completa e di adeguato livello professionale, deve essere rigorosamente imparziale riguardo i vari orientamenti politici e deve promuovere le più significative realtà culturali del paese.La Corte Costituzionale, inoltre, ha sancito definitivamente (sentenza n° 284/2002) la scelta del legislatore di legare l'obbligo del pagamento del canone al mero possesso del mezzo tecnico proprio considerando gli elementi distintivi del servizio pubblico sopradescritti.Questo ultimo aspetto è molto interessante in quanto la moderna tecnologia permette la fruizione del servizio radiotelevisivo pubblico anche non utilizzando specificatamente il televisore. Infatti attraverso sistemi come un Personal Computer dotato di scheda di rete e collegato a un "provider" un qualsiasi utente può accedere al servizio pubblico.Anche in questo caso, poiché la legge n° 103/1975 parla genericamente di strumenti atti a ricevere il pubblico servizio, l'utente è tenuto al pagamento del canone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
        Mi citila fonte per favore . Sulla Tv sono d'accordo sul pc per niente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Dove la leggete sta storia del Pc ?
          Trovato :http://www.comitato.it/info.legal/page.php?edizione=028&id=161#topma è una loro intepretazione molto discutibile
    • The FoX scrive:
      X tagliare la testa al toro......
      - Scritto da: Anonimo
      Dal sito rai:
      Dal sito Punto Informatico (tratto dal testo della notizia qui commentata):Come già spiegato più volte dagli esperti, anche quelli di associazioni del consumo, non solo il televisore ma anche qualsiasi personal computer che sia predisposto a ricevere le trasmissioni televisive è soggetto al pagamento del canone. Ma ci si può fermare al PC?Abbiamo qui qualche esperto referenziato ed non anonimo in grado di ribaltare in maniera credibile il pare di suddetti altri esperti?
      • Anonimo scrive:
        Re: X tagliare la testa al toro......
        Chiediamo ad Urbani se ci mette il bollino:esperto certificato!!!Basta che non si firmi The Cat :D. Chi sarebbero gli altri innumerevoli suddetti esperti ?
        • The FoX scrive:
          Re: X tagliare la testa al toro......
          - Scritto da: Anonimo
          Chiediamo ad Urbani se ci mette il
          bollino:esperto certificato!!!Basta che non
          si firmi The Cat :D.
          Chi sarebbero gli altri innumerevoli
          suddetti esperti ?Seguire il link nel trsto della notizia?
          • Anonimo scrive:
            Re: X tagliare la testa al toro......
            Seguiti: il primo è un'opinione,singola peraltro, il secondo dice che per la tv anche se la usi per la console la devi pagare nulla di nuovo. Ergo un solo parere. Dall'altra parte abbiamo milioni di monitor venduti e nessun blocchetto canone allegato,idem per PC,schede tv ,computer multimediali.
          • The FoX scrive:
            Re: X tagliare la testa al toro......
            - Scritto da: Anonimo
            Seguiti: il primo è
            un'opinione,singola peraltro, il secondo
            dice che per la tv anche se la usi per la
            console la devi pagare nulla di nuovo. Ergo
            un solo parere. Dall'altra parte abbiamo
            milioni di monitor venduti e nessun
            blocchetto canone allegato,idem per
            PC,schede tv ,computer multimediali.Si, un'opinione,singola peraltro, della Consulta...Ma tanto, chi se ne frega della Consulta...Tu te ne intendi piu' di chiunque.Tu sei il vero, l'unico, il solo esperto in materia.Cosa vuoi che ne sappiano alla Consulta.Il loro e' un parere (in realta' una SENTENZA) inutile, superfluo, superato dalle tue conoscenze.
          • Anonimo scrive:
            Re: X tagliare la testa al toro......
            - Scritto da: The FoX
            - Scritto da: Anonimo

            Seguiti: il primo è

            un'opinione,singola peraltro, il secondo

            dice che per la tv anche se la usi per
            la

            console la devi pagare nulla di nuovo.
            Ergo

            un solo parere. Dall'altra parte abbiamo

            milioni di monitor venduti e nessun

            blocchetto canone allegato,idem per

            PC,schede tv ,computer multimediali.

            Si, un'opinione,singola peraltro, della
            Consulta...
            Ma tanto, chi se ne frega della Consulta...
            Tu te ne intendi piu' di chiunque.
            Tu sei il vero, l'unico, il solo esperto in
            materia.
            Cosa vuoi che ne sappiano alla Consulta.
            Il loro e' un parere (in realta' una
            SENTENZA) inutile, superfluo, superato dalle
            tue conoscenze.La fantasia al potere :D !!!! Ma dove lo leggi che è un parere della Consulta è solo un commento, con aggiunta (il PC), di un sito alla sentenza 284/2002 della Corte Costituzionale che lega il pagamento del canone al possesso della TV.Al momento il secondo link era una bufala e passi per parere di il commento con deduzione alla sentenza di....Qualcosa di concreto c'è oppure continui ad arrampicarti sugli specchi per sostenere la tua posizione cui ti sei molto affezionato.La storia del PC non fa parte della setenza è un'aggiunta del commentatore che lo desume per conto suo,un'opinione sua in poche parole.Questo libretto per il canone l'hai mai trovato insieme a Pc, monitor ,tuner e affini ? No, strano succede a tutti gli Italiani che comprano un PC,niente librettino per il canone.Sono proprio degli smemorati alla rai, ti mandano gli incaricati a casa, sprecano un sacco di carta ma l'avviso al momento dell'acquisto quando sono certi che non c'è scusa che tenga,quello no.Per ora l'unico parere in una sentenza è quello di Milano e per il giudice non si paga anche con il tuner.Aspetto lumi :)
  • Anonimo scrive:
    A me pare semplice
    Se viene un controllo dico che il TV me lo hanno appena regalato e che il canone lo paghero'
  • ryoga scrive:
    Re: volete sapere come si fa a non pagare?
    leggi bene l'articolo.Si paga anche se si possiede un pc o un telefono evoluto perche' sono in grado di ricevere i segnali televisivi.Che famo? torniamo all'eta' della pietra?
  • chef scrive:
    Re: Il Regio decreto del 1938 ancora res
    - Scritto da: Anonimo
    Il "canone" RAI va pagato da tutti i
    titolari di linee xDSL e telefonini UMTS !!!il decreto parla di "radioaudizioni", ma il segnale xDSL non e' "radio", e' "condotto"
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Regio decreto del 1938 ancora res
      - Scritto da: chef

      - Scritto da: Anonimo

      Il "canone" RAI va pagato da tutti i

      titolari di linee xDSL e telefonini
      UMTS !!!

      il decreto parla di "radioaudizioni", ma il
      segnale xDSL non e' "radio", e' "condotto"
      OK allora tutti coloro i quali usano UMTS e WiFi e nel prossimo futuro WiMAX e WiCos'altro che arrivera'... resta sempre una follia che MILIONI di persone pagano senza farsi mezza domanda se pure a malincuore. Inoltre il canone e' circa il 32 % delle entrate RAI, il resto 58% sono proventi della pubblicita'.... ergo e' una presa in giro!Saluti!P.S. i dati sono quanto ricordo di un articolo del Sole24h di questa settimana o la scorsa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Regio decreto del 1938 ancora res
      - Scritto da: chef

      - Scritto da: Anonimo

      Il "canone" RAI va pagato da tutti i

      titolari di linee xDSL e telefonini
      UMTS !!!

      il decreto parla di "radioaudizioni", ma il
      segnale xDSL non e' "radio", e' "condotto"Probabilmente hai ragione, ma scommetto che i vari utenti Alice / FastWeb che hanno sottoscritto l'abbonamento Video-Qualcosa / Calcio-qualcosa (come si chiama la proposta) prima o poi TV o non TV si vedranno arrivare gli incaricati URAR (o come ora si chiama) per reclamare il canone. Fai loro causa e vediamo chi vince anche se teoricamente avrebbero stra-ragione loro...Vediamo come va a finire... e quanti anni dovremo ancora attendere perche' ci si renda conto delle assurdita' che ci circondano! Propongo come l'8 x 1000 IRPEF che siano coloro che pagano il canone (la tassa) a decidere a quali tv vadano e NON obbligatoriamente alla RAI !!!
  • Anonimo scrive:
    le bugie propagandistiche del ministro
    che ora il sig. ministro arrivi a dire che questa sentenza è una legittimazione all'ignobile riforma del sistema che porta il suo nome, come al solito è nient'altro che aria fritta e fumo in faccia...speriamo che se ne accorga una volta di più chi gli ha dato il voto...
  • rex049 scrive:
    Lo pagano gli sprovveduti.
    Verso la fine anni 70, quando mi sposai, acquistando il televisore, il negoziante mi obbligò alla denuncia dell'avvenuto acquisto alla URAL di Torino ( se non erro all'epoca c'era una legge che poi venne abrogata). Eseguii l'ordine, ma a distanza di anni visto come procedono certe cose in questo paese, non sono entusiasta di continuare a pagare un servizio di cui molti usufruiscono a gratis e per di + se ne vantano. Mi rimane una piccola consolazione,ovvero con il mio modesto versamento annuale contribuisco alla continua evoluzione teconologica di...mamma Rai.Cordiali saluti.Giuseppe
    • ryoga scrive:
      Re: Lo pagano gli sprovveduti.
      i tuoi soldi servono a pagare la benzina dell'auto di Bonilis per una sera.Cordiali Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo pagano gli sprovveduti.

        i tuoi soldi servono a pagare la benzina
        dell'auto di Bonilis per una sera.
        Cordiali SalutiSeee, solo a lui? magari, sai quanti ne resterebbero!!!Non hai idea di quante persone manteniamo li con il canone, non solo bravi tecnici con il loro giusto stipedio ma anche ....
        • ryoga scrive:
          Re: Lo pagano gli sprovveduti.
          io dicevo che i soldi solo di chi ha postato, vengono usati per metter benzina a Bonolis.Naturalmente, con i soldi di tutti gli abbonati della Lombardia, si pagano i 3 giorni di Fabio Fazio a Sanremo.... con i soldi di tutti gli abbonati del Piemonte si paga il mensile alla Simona Ventura.....etc.etc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo pagano gli sprovveduti.
        ...e anche al biglietto aereo per l'isola dei famosi... e di tutti quei bei programmini con (finti) litigi che danno in pasto al popolino per tenerlo buono...evoluzione DE CHE?!?!?!?dove la vedi l'evoluzione, caro... beato te!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo pagano gli sprovveduti.
      L'anno scorso mi sposai acquistando il televisore. Il negoziante non mi ha chiesto di denunciare alcunche'. A gennaio di quest'anno, puntuale come la morte, mi è arrivata cmq la richiesta di pagamento del canone. Per non pagarlo avrei dovuto auto-certificare di non possedere nessuno strumento adatto a adattabile a ricevere il segnale televisivo (anche il computer ad esempio). E, se non sbaglio, fanno controlli a campione. E' un rischio, c'e' chi lo fa. Andrea- Scritto da: rex049
      Verso la fine anni 70, quando mi sposai,
      acquistando il televisore, il negoziante mi
      obbligò alla denuncia dell'avvenuto
      acquisto alla URAL di Torino ( se non erro
      all'epoca c'era una legge che poi venne
      abrogata). Eseguii l'ordine, ma a distanza
      di anni visto come procedono certe cose in
      questo paese, non sono entusiasta di
      continuare a pagare un servizio di cui
      molti usufruiscono a gratis e per di + se
      ne vantano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo pagano gli sprovveduti.
        Se non hanno un mandato non sei obbligato ad aprire
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo pagano gli sprovveduti.
          - Scritto da: Anonimo
          Se non hanno un mandato non sei obbligato ad
          aprireSe l'ispettore dell'URAR mi dice che può controllare anche senza mandato chiamo i Carabinieri che così gli spiegano tutto loro (ho una caserma a due passi da casa):D
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo pagano gli sprovveduti.
            L'ispettore dell'URAR non cerca di entrare...fa prima a chiamare il 117.. non pagare il canone Rai, PURTROPPO, è EVASIONE FISCALE....DD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo pagano gli sprovveduti.
            - Scritto da: Anonimo
            L'ispettore dell'URAR non cerca di
            entrare...fa prima a chiamare il 117.. non
            pagare il canone Rai, PURTROPPO, è
            EVASIONE FISCALE....

            DDSolo se si ha un televisore e NON si paga il canone:D:D:D:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo pagano gli sprovveduti.
        già ma tu puoi benissimo dire di aver preso il televisore poco prima del controllo e quindi inizi a pagare il canone da quel momento senza multe o maggiorazioni!x molti ha funzionato così, non so se sia esattamente a norma di legge ma è una cosa sensata e che succede!
    • BEST scrive:
      Re: Lo pagano gli sprovveduti.
      - Scritto da: rex049
      Verso la fine anni 70, quando mi sposai,
      acquistando il televisore, il negoziante mi
      obbligò alla denuncia dell'avvenuto acquisto alla
      URAL di Torino ( se non erro all'epoca c'era una
      legge che poi venne abrogata). Eseguii l'ordine,
      ma a distanza di anni visto come procedono certe
      cose in questo paese, non sono entusiasta di
      continuare a pagare un servizio di cui molti
      usufruiscono a gratis e per di + se ne vantano.
      Mi rimane una piccola consolazione,ovvero con il
      mio modesto versamento annuale contribuisco alla
      continua evoluzione teconologica di...mamma
      Rai.Cordiali
      saluti.GiuseppeKe evoluzione..nn cè ke dire...
  • chef scrive:
    cosa significa "adattabile" ?
    Plastica, metallo, vetro e silicio.Materia.Posso lavorarla e farne un televisore.Mi chiedo quale sia il confine tra "apparecchio adattabile alla ricezione radiotelevisiva" e semplice elettrodomestico.La televisione senza antenna non e' in grado di ricevere i canali, ma e' evidentemente "facilmente adattabile".Ora, se io voglio vedermi i dvd devo usare un televisore (il pc ha il monitor piccolo e non e' in salotto)Non posso pretendere di staccare l'antenna e non pagare il canone, giusto ?Ma se eliminassi il circuito di demodulazione ?Sarebbe ancora "adattabile" ?Se lo fosse allora anche un PC senza scheda TV lo sarebbe( Tra l'altro la cosa prenderebbe il brutto aspetto di una sorta di tassa sulla capacita' di intendere e di volere da parte dei cittadini :
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa significa "adattabile" ?
      - Scritto da: chef
      Plastica, metallo, vetro e silicio.
      Materia.
      Posso lavorarla e farne un televisore.

      Mi chiedo quale sia il confine tra
      "apparecchio adattabile alla ricezione
      radiotelevisiva" e semplice
      elettrodomestico.La legge parla di dispositivi PREDISPOSTI a ricevere segnali televisivi (rileggi l'articolo se non ci credi), non di apparecchi predisponibili a tale scopo. Cioe' di apparecchi che possono effettivamente ricevere, non di apparecchi che se modificati sarebbero in grado di farlo.Predisposto: part. pass. di predisporre DefinizioneChe è stato preparato, disposto in precedenza: attuare il piano predisposto | detto di un'apparecchiatura, che è fatta in modo da poter essere eventualmente utilizzata per altri scopi: "un televisore predisposto per i servizi telematici"
      • The FoX scrive:
        Re: cosa significa "adattabile" ?
        - Scritto da: Anonimo
        La legge parla di dispositivi PREDISPOSTI a
        ricevere segnali televisivi (rileggi
        l'articolo se non ci credi), non diNo, parla di atto o adattabile.
        • chef scrive:
          Re: cosa significa "adattabile" ?
          - Scritto da: The FoX
          - Scritto da: Anonimo

          La legge parla di dispositivi
          PREDISPOSTI a

          ricevere segnali televisivi (rileggi

          l'articolo se non ci credi), non di

          No, parla di atto o adattabile.bweheh mettetevi d'accordo :)Ha ragione il "professore" o la volpe ?Io sto' solo manifestando la mia ignoranza in materia.Non riesco a riportare in termini quantitativi parole come "predisposto" o "adattabile".
        • Anonimo scrive:
          Re: cosa significa "adattabile" ?
          - Scritto da: The FoX
          - Scritto da: Anonimo

          La legge parla di dispositivi
          PREDISPOSTI a

          ricevere segnali televisivi (rileggi

          l'articolo se non ci credi), non di

          No, parla di atto o adattabile.Parla di "atto" si. Parla di "adattabile"? Allora citami la legge dove trovi questo "adattabile". Perche', vedi, qui non c'e' affatto:Disciplina degli abbonamenti alle radioaudizioni.http://www.associttadini.org/canonerai/disciplina.html
          • The FoX scrive:
            Re: cosa significa "adattabile" ?
            - Scritto da: Anonimo
            Parla di "atto" si. Parla di "adattabile"?
            Allora citami la legge dove trovi questo
            "adattabile". Perche', vedi, qui non c'e'
            affatto:

            Disciplina degli abbonamenti alle
            radioaudizioni.
            www.associttadini.org/canonerai/disciplina.htCito l'art.1 del famigerato regio decreto:Articolo 1Art. 1. Dell'abbonamento alle radioaudizioni.Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento, giusta le norme di cui al presente decreto.La presenza di un impianto aereo atto alla captazione o trasmissione di onde elettriche o di un dispositivo idoneo a sostituire l'impianto aereo, ovvero di linee interne per il funzionamento di apparecchi radioelettrici, fa presumere la detenzione o l'utenza di un apparecchio radioricevente. Tratto da:http://www.omega3.it/legislazione/246_38/246_38.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: cosa significa "adattabile" ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: The FoX

            - Scritto da: Anonimo


            La legge parla di dispositivi

            PREDISPOSTI a


            ricevere segnali televisivi
            (rileggi


            l'articolo se non ci credi), non di



            No, parla di atto o adattabile.

            Parla di "atto" si. Parla di "adattabile"?
            Allora citami la legge dove trovi questo
            "adattabile". Perche', vedi, qui non c'e'
            affatto:

            Disciplina degli abbonamenti alle
            radioaudizioni.
            www.associttadini.org/canonerai/disciplina.ht
            eh se non leggi la legge è un po' difficile che riuscirai a trovarlo :D
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa significa "adattabile" ?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: chef

        Plastica, metallo, vetro e silicio.

        Materia.

        Posso lavorarla e farne un televisore.



        Mi chiedo quale sia il confine tra

        "apparecchio adattabile alla ricezione

        radiotelevisiva" e semplice

        elettrodomestico.

        La legge parla di dispositivi PREDISPOSTI a
        ricevere segnali televisivi (rileggi
        l'articolo se non ci credi), non di
        apparecchi predisponibili a tale scopo.
        Cioe' di apparecchi che possono
        effettivamente ricevere, non di apparecchi
        che se modificati sarebbero in grado di
        farlo.

        Predisposto: part. pass. di predisporre
        Definizione
        Che è stato preparato, disposto in
        precedenza: attuare il piano predisposto |
        detto di un'apparecchiatura, che è
        fatta in modo da poter essere eventualmente
        utilizzata per altri scopi: "un televisore
        predisposto per i servizi telematici" la legge parla di apparecchi ADATTABILI
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa significa "adattabile" ?
      anche sul frigorifero potrei appiccicarci un monitor e munirlo di antenna e circuito per la ricezione del segnale tv ^_^che dite bisogna pagare anche perchè il frigorifero è adattabile??
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa significa "adattabile" ?

        che dite bisogna pagare anche perchè
        il frigorifero è adattabile??Certamente... basta che hai un qualsiasi elettrodomestico.:s
      • Alessandrox scrive:
        Re: cosa significa "adattabile" ?
        - Scritto da: Anonimo
        anche sul frigorifero potrei appiccicarci un
        monitor e munirlo di antenna e circuito per
        la ricezione del segnale tv ^_^
        che dite bisogna pagare anche perchè
        il frigorifero è adattabile??Stavo pensando di attaccarmi un minitelevisore al collo e usare il mio corpo come antenna (funziona e anche bene)...MA allora qualsiasi essere umano e' adattabile a ricevere segnali televisivi...
  • Anonimo scrive:
    Ripartizione canone...
    Domanda: ma la RAi, poi, ripartisce il canone con le altre emittenti televisive o si intasca tutto lei?Se ripartisse il canone con gli altri, allora non avrei nulla da obiettare: possiedo un televisore ERGo pago il canone.Se la RAI non ripartisse il canone con le latre emittenti, invece, dovrei avere la possibilità di scegliere se pagare o non pagare la RAI (e non il mero possesso di un televisore) e quindi dovrei potere scegliere di verere o non vedere tramite accesso condizionato così come avviene per le tv a pagamento satellitari: paghi dunque vedi, non paghi dunque non vedi (indipendentemente da possesso di un televisore).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ripartizione canone...
      Il canone non è propriamente un canone.... ma una tassa, perchè se fosse un canone, cioè il corrispettivo di un servizio reso, allora io dovrei essere padrone di scegliere di non vedere i programmi delle emittenti che si fanno pagare il canone (cioè la RAI), ma di tenere comunque il TV color (l'ho pagato con tanto di IVA). Inoltre tale tassa va tutta o quasi alla RAI la quale in cambio si impegna a mantenere il livello di pubblicità nei suoi programmi al di sotto di una determinata soglia e a svolgere il famigerato "servizio pubblico di informazione". Come tassa, e con l'ulteriore connotazione di essere destinata ad un solo "competitor" è profondamente ingiusta, perchè oltre ad incidere sul reddito di colui che se lo suda costituisce un elemento di turbativa nel mercato radiotelevisivo dove una componente viene "sovvenzionata" dallo Stato per servizi inutili quando non inesistenti.
  • Anonimo scrive:
    Ma il mio cocco di mamma?
    Ma secondo voi (e secondo quanto detto da un ministro recentemente), il mio bambino, quel lavativo che e' fuori corso da 3 anni, da 4 che non da' un esame e che non vuol saperne di trovarsi un lavoro, il canone lo deve pagare pure lui, oppure, in quanto cocco di mamma' ne e' esentato?Visto che bisogna avere un occhio di riguardo per i cocchi di mamma' (i figli so' piezz 'e core), io gli faccio scaricare a lui i Divx, gli intesto a lui televisore e telefono, poi tanto lui non paga.
  • paolojacm scrive:
    MA CHI LO PAGA?!?
    :))) Non mi direte che lo pagate davvero?
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CHI LO PAGA?!?
      - Scritto da: paolojacm
      :))) Non mi direte che lo pagate davvero?certo che lo pago! :$
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CHI LO PAGA?!?
      - Scritto da: paolojacm
      :))) Non mi direte che lo pagate davvero?Io lo pago.Se una legge è sbagliata, credo ci sia da lottare per cambiarla, non fare i furbi, come facciamo di solito noi italiani.Chi ci rimette alla fine sono sempre i più deboli e disinformati. :@
  • Anonimo scrive:
    Mi avete fatto vomitare...
    Cavoli in un solo articolo !!! RAI il Canone e Gasparri...il mio pranzo e qua davanti alla scrivania...per favore PI cerca di essere piu umano con i tuoi lettori.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Regio decreto del 1938 ancora resiste
    - Scritto da: Anonimo
    Il "canone" RAI va pagato da tutti i
    titolari di linee xDSL e telefonini UMTS !!!
    ...
    ...[cut] Quoto in pieno
    Possibile che nonostante tutti i tentativi
    di abolizione del canone nessuno fin'ora sia
    riuscito ad eliminare questo pezzo
    d'"antiquariato fiscale"!?? Eppure nei
    lontani anni 80/90 riuscimmo ad abolire
    l'odiatissima tassa per "sede di utente
    telegrafico" (detta tassa sul macinato per
    gli addetti) ove solo perche' invece della
    voce transitavano dei suoni apparentemente
    incomprensibili, doveva essere versata allo
    Stato una assurda ed iniqua gabella...La SIP da me non vide una lira
  • Anonimo scrive:
    Questo mi e' successo a marzo, a Padova
    e ho scritto questo (in http://wup.it/article.php/sid/5577/mode/thread/order/0/thold/0)
    In questi giorni gli incaricati RAI continuano a battere Padova e provicia con la stessa musica.Due domande: 1) gli uffici che hanno il computer, devono pagare anche loro il canone (e non quello per privati, quello costosissimo per uffici e realta' pubbliche)?2) chi ha stabilito che un computer e' apparecchio atto o adattabile?In base a che principio?-- mmzz, Padova
    • doppiaemme scrive:
      Re: Questo mi e' successo a marzo, a Pad
      Strano io ho dichiarato a rai di possedere un PC con lettore DVD ma senza scheda acquisizione TV e una radio FM e loro mi hanno detto che non devo pagare il canone, in quanto non sono in grado di ricevere segnali TVQuesto circa sei mesi fa all'ufficio abbonamenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo mi e' successo a marzo, a Pad
        - Scritto da: doppiaemme
        Strano io ho dichiarato a rai di possedere
        un PC con lettore DVD ma senza scheda
        acquisizione TV e una radio FM e loro mi
        hanno detto che non devo pagare il canone,
        in quanto non sono in grado di ricevere
        segnali TV
        Questo circa sei mesi fa all'ufficio
        abbonamenti.Con riferimento alla vicenda raccontata nel post di apertura del 3d è ovvio che i picciotti della RAI ci hanno provato (ed ho l'impressione che con qualche pollo ci sono riusciti). ;)Io alla mia scheda TV asportai a suo tempo il sintonizzatore in quanto sporcava (anche se di poco) il segnale d'ingresso dal riproduttore VHS (non in grado di sintonizzare, l'antenna è solo passante).Vediamo se la RAI riesce a farmi pagare il canone.:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo mi e' successo a marzo, a Padova

      Due domande:
      1) gli uffici che hanno il computer, devono
      pagare anche loro il canone (e non quello
      per privati, quello costosissimo per uffici
      e realta' pubbliche)?

      2) chi ha stabilito che un computer e'
      apparecchio atto o adattabile?
      In base a che principio?
      Aggiungo una domanda io:3) Le aziende che danno il laptop in comodato d'uso al dipendente (che se lo porta a casa, chiaramente), devono eventualmente pagarlo loro il canone (se il dipendente non ha altro apparecchio adattabile)? :-PSe la tassa e' sul possesso, non dovrebbe pagarlo il dipendente, ma l' azienda! Ciao
  • Anonimo scrive:
    E' il solito PROBLEMA!!!!
    Ricordatevi che siamo nella terra dei cachi o repubblica delle banane, pardon bandanne!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Finalmente in chiaro via satellite !
    Perché trasmettere via satellite? 26'000 nuclei famigliari non riescono a captare mediante l'antenna tradizionale nessuna delle reti tv. Oggi è possibile ricevere su tutto il territorio nazionale, oltre al primo, anche il secondo canale tv ... la televisione pubblica finanzia i propri programmi televisivi mediante il canone e la pubblicità: si tratta cioè di programmi in "libero accesso". È vero però che la televisione pubblica acquista i diritti di trasmissione limitandoli al territorio. Per questa ragione i programmi sono criptati. L'autorizzazione d'accesso viene rilasciata soltanto a persone residenti e titolari di un regolare canone di abbonamento tv ...[omissis]... Chiunque desideri captare via satellite i programmi tv deve disporre, oltre all'apposito ricevitore DVB (set-top.box), della scheda Sat Access per decriptarli. Al momento di acquistare il ricevitore DVB, l'utente riceverà un apposito modulo per ordinare alla SSR la sua scheda personale dietro un importo unico.Ooops... per errore ho quotato dal sito della tele svizzera....Un pirla (che paga 99 euri anni di canone ma non vede il gran premio perche` ha la sfiga di abitare dietro un monte rispetto al ripetitore terrestre)
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente in chiaro via satellite !
      Anch'io abito dietro ad un monte (con il ripetitore dall'altra parte ovviamente :() e col satellite cio' che mi interessa e' quasi tutto criptato. Ben venga questa iniziativa dunque. Mi puoi dire la fonte?
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente in chiaro via satellite !

        Ooops... per errore ho quotato dal sito della tele svizzera....o cavolo non avevo capito questa... :(:(
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente in chiaro via satellite !
          - Scritto da: Anonimo

          Ooops... per errore ho quotato dal sito
          della tele svizzera....

          o cavolo non avevo capito questa... :(:(Sì la rai dovrebbe solo fornire anche lei la possibilità di chi ne fa richiesta di avere una cacchio di scheda con cui vedere i suoi programmi quando cripta per non essere vista all'estero.
  • Anonimo scrive:
    Canone RAI = TASSA
    Ho sempre pensato che il canone RAI sia assurdo.Se il canone è una tassa che la RAI (non so a quale titolo) chiede ai cittadini italiani lo trovo assurdo. Non sono un giurista nè un socilogo,ma ho sempre pensato che solo uno Stato sovrano ( e le sue "emanazioni", cioè comuni,, regioni, etcc..) possano esigere delle tasse. La RAI è una TV (statale?), non è lo stato!Se la RAI è una azienda che offre dei servizi il cittadino DOVREBBE essere libero di decidere se usufruire di questi servizi, e per tali servizi la RAI ha il diritto di chiedere un compenso.Invece solo per il fatto che la RAI trasmette un segnale elettromagnetico (non sto a discutere del contenuto del segnale) pretende di essere pagata?!!?AlessioP.S:Non possiedo un televisore
    • Anonimo scrive:
      Re: Canone RAI = TASSA
      - Scritto da: Anonimo
      Se la RAI è una azienda che offre dei
      servizi il cittadino DOVREBBE essere libero
      di decidere se usufruire di questi servizi,
      e per tali servizi la RAI ha il diritto di
      chiedere un compenso.Concordo. Se il servizio e' DAVVERO di pubblica utilita' tutti devono pagare mediante il sistema di tasssazione standard (irpef o simili) NON discriminando tra chi ha il TV. E' un servizio come i 1000 altri servizi che probabilmente MAI utiliziamo ma che paghiamo salati.
      Non possiedo un televisoreNeanche io, e non posso usufruire di servizi utili forniti da TV straniere (le uniche che mi interesserebbero) perche' altrimenti dovrei alimentare i vari personaggi indebitamente strapagati da RAI. Speriamo eliminino questa follia presto, ma ho i miei dubbi. Non ci sono riusciti ne' la destra ne' la sinistra in piu' di 60 anni.... con numerevoli proposte di legge... ma evidentemente ci mangiano in troppi, ci sono troppi interessi, e' triste ammetterlo ma e' cosi', e' vergognoso ma e' cosi'...
    • doppiaemme scrive:
      Re: Canone RAI = TASSA
      Non sono un giurista comunque mi pare che il canone non sia una tassa della RAI bensì una tassa come altre della cui riscossione si occupa la rai per conto del ministero del tesoro che poi ne versa alla rai stessa una fetta (penso intorno al 90%) in quanto la Rai è concessionaria di servizio pubblico.Se la rai perdesse la concessione la tassa ci sarebbe comunque (vediamola come una tassa sull'etere o una tassa sul possesso di apparecchiature atte a ricevere onde eln equiparabile insomma alle tassa di circolazione delle auto) ma sarebbe incassata e girata da un altro concessonario (es. la sette o mediaset).Mi sembra che se si mettesse in discussione questa tassa si potrebbe mettere in discussione anche la tassa di circolazione di auto e moto etc.Che poi il servizio pubblico di rai sia penoso è un altro paio di manicheInfine tralascio il fatto che grazie all'evasione fiscale e agli ultimi condoni anche mediaset ha goduto di un certo contributo statale (una specie di canone improprio)
      • chef scrive:
        Re: Canone RAI = TASSA
        - Scritto da: doppiaemme
        Se la rai perdesse la concessione la tassa
        ci sarebbe comunque (vediamola come una
        tassa sull'etere o una tassa sul possesso di
        apparecchiature atte a ricevere onde eln
        equiparabile insomma alle tassa di
        circolazione delle auto) ma sarebbe
        incassata e girata da un altro concessonario
        (es. la sette o mediaset).
        Mi sembra che se si mettesse in discussione
        questa tassa si potrebbe mettere in
        discussione anche la tassa di circolazione
        di auto e moto etc.eh no ! (IMO ovviamente)se io circolo con l'auto sfrutto attivamente i servizi che lo stato offre: occupo suolo pubblico, consumo l'asfalto, usufruisco dei servizi della polstrada e dei vigili urbani ecc.se entro le mura di casa mia io leggo, dipingo, gioco al pc, a nessuno cambia nulla.Non c'e' alcuna perdita ne' usura di alcun bene di terzi.se mando la potenza elettromagnetica che investe la mia persona (e gli oggetti intorno a me) ad un tubo catodico, nuovamente a nessuno cambia nulla.nessuno da fuori della mia casa mia notera' alcuna differenza e nessuno ne sara' influenzato.perche' dovrei pagare per questo ?e' come tenere alto il volume dello stereo e poi pretendere dal vicino i soldi perche' ascolta la mia musica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Canone RAI = TASSA

          e' come tenere alto il volume dello stereo e
          poi pretendere dal vicino i soldi perche'
          ascolta la mia musica.Ma chi ti credi di essere, la SIAE?:@(post ironico)
        • doppiaemme scrive:
          Re: Canone RAI = TASSA
          Per finanziare un servizio pubblico che poi quello della RAI (a parte forse radio tre e alcuen trasmissioni di radiouno ) faccia schifo è un altro problema.Secondo me il principio del canone non è sbagliato da deprecare è come vanno a finire i soldi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Canone RAI = TASSA
          - Scritto da: chef

          se entro le mura di casa mia io leggo,
          dipingo, gioco al pc, a nessuno cambia
          nulla.
          Non c'e' alcuna perdita ne' usura di alcun
          bene di terzi.Il mazza non la pensa cosi'...
          perche' dovrei pagare per questo ?Perche' si!
          e' come tenere alto il volume dello stereo e
          poi pretendere dal vicino i soldi perche'
          ascolta la mia musica.No, non devi fare da sostituto d'imposta.Il vicino in quel caso e' tenuto lui a pagare direttamente la SIAE.Certo che sarebbe bello se chi emette musica a tutto volume, poi potesse raccogliere per conto della SIAE il pagamento del dovuto agli autori, per poi rigirarlo direttamente alla stessa SIAE. In questo modo si risolverebbe quel criminoso problema di tanta gente che si sente la musica a sbafo.
          • chef scrive:
            Re: Canone RAI = TASSA
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: chef



            se entro le mura di casa mia io leggo,

            dipingo, gioco al pc, a nessuno cambia

            nulla.

            Non c'e' alcuna perdita ne' usura di
            alcun

            bene di terzi.

            Il mazza non la pensa cosi'...


            perche' dovrei pagare per questo ?

            Perche' si!


            e' come tenere alto il volume dello
            stereo e

            poi pretendere dal vicino i soldi
            perche'

            ascolta la mia musica.

            No, non devi fare da sostituto d'imposta.
            Il vicino in quel caso e' tenuto lui a
            pagare direttamente la SIAE.

            Certo che sarebbe bello se chi emette musica
            a tutto volume, poi potesse raccogliere per
            conto della SIAE il pagamento del dovuto
            agli autori, per poi rigirarlo direttamente
            alla stessa SIAE. In questo modo si
            risolverebbe quel criminoso problema di
            tanta gente che si sente la musica a sbafo.in conclusione ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Canone RAI = TASSA

        della cui
        riscossione si occupa la rai per conto del
        ministero del tesoro che poi ne versa alla
        rai stessa una fetta (penso intorno al 90%)
        in quanto la Rai è concessionaria di
        servizio pubblico.beh, si... così saremo sicuri che la riscossione avverà con incredibile cura (visto che ne va del loro... in ragione del 90%)Anzi con cura mainacale, tanto da incrociare per esempio i dati degli elenci telefonici/anagrafici/chissà che altro ancora. E da presumere che gli italiano siano un popolo di delinquenti visto il tono delle letterine che inviano alla gente solo perchè, magari, ha cambiato gestore telefonico...
  • Anonimo scrive:
    Via satellite
    Io ho una sutpidissima parabolina ed essendo genovese d.o.c. mi guardo solo i canali gratuiti.Beh: c'e' la rai.Certo, a volte le trasmissioni sono cifrate (film, partite in prima serata, ecc) ma per il resto e' in chiaro.Ora mi chiedo: se uno con la parabolica puo' vedersi il 90% dei programmi rai in chiaro senza pagare niente, perche' io, in Italia, devo pagare per il 100% dei programmi?Volete farmi pagare il servizio? L'assenza di pubblicita' (anche se a me pare che ce ne siano e durino il doppio, ma mi sbagliero')?Bene! Fatemi pagare quel 10% dei programmi che la rai manda cifrati sul satellite, visto che il resto viene diffuso senza restrizioni in ogni parte del mondo.Sui pc e i telefonini... spero tanto che lascino perdere.CoD
    • maciste scrive:
      Re: Via satellite

      Ora mi chiedo: se uno con la parabolica puo'
      vedersi il 90% dei programmi rai in chiaro
      senza pagare niente, perche' io, in Italia,
      devo pagare per il 100% dei programmi?Perché, al contrario di quello che vogliono farti credere, il canone non è "l'abbonamento rai", bensì una tassa sul possesso dell'apparecchio radiotelevisivo, che lo stato incassa ed utilizza per finanziare la rai (per il 50%, il resto deriva dalla pubblicità). Infatti se non la paghi non viene inibita la visione dei canali rai, ma viene inibito l'utilizzo del tv. Paradossalmente se tu possedessi un televisore, senza antenna né terrestre, né parabolica, dovresti pagare lo stesso.
      • The FoX scrive:
        Re: Via satellite
        - Scritto da: maciste
        Perché, al contrario di quello che
        vogliono farti credere, il canone non
        è "l'abbonamento rai", bensì
        una tassa sul possesso dell'apparecchio
        radiotelevisivo, che lo stato incassa ed
        utilizza per finanziare la rai (per il 50%,
        il resto deriva dalla pubblicità).
        Infatti se non la paghi non viene inibita la
        visione dei canali rai, ma viene inibito
        l'utilizzo del tv. Paradossalmente se tu
        possedessi un televisore, senza antenna
        né terrestre, né parabolica,
        dovresti pagare lo stesso.Se a me tentano di inibire l'uso dei miei pc... minimo minimo a chi ci prova gli inibisco l'uso delle gambe per qualche mese...
  • Anonimo scrive:
    sky fa la spia per la rai
    Lo sapevate che se non pagate il canone rai e vi fate l'abbonamento a sky vi vedete recapitare a casa il bollettino per pagare il canone?sky vende i nominativi dei suoi abbonati alla rai cosi' possono controllare comodamente se paghi o no e ti mandano fattura.
    • Anonimo scrive:
      Re: sky fa la spia per la rai
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sapevate che se non pagate il canone rai
      e vi fate l'abbonamento a sky vi vedete
      recapitare a casa il bollettino per pagare
      il canone?
      sky vende i nominativi dei suoi abbonati
      alla rai cosi' possono controllare
      comodamente se paghi o no e ti mandano
      fattura.denuncia sky
    • Anonimo scrive:
      Re: sky fa la spia per la rai
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sapevate che se non pagate il canone rai
      e vi fate l'abbonamento a sky vi vedete
      recapitare a casa il bollettino per pagare
      il canone?
      sky vende i nominativi dei suoi abbonati
      alla rai cosi' possono controllare
      comodamente se paghi o no e ti mandano
      fattura.Bisogna anzitutto vedere se nel contratto è menzionato da qualche parte che Sky si metta a vendere/regali i dati dei propri clienti. Bisogna poi vedere se Sky informa adeguatamente il cliente attraverso l'informativa sulla privacy.Ultimo, ma non meno importante, è il nucleo familiare: se il canone lo paga mio padre e l'abbonamento lo faccio a nome mio, pur vivendo nella stessa casa, si andrebbero a pagare due canoni rai.Il tuo discorso sembra fare un po' acqua...
      • Anonimo scrive:
        Re: sky fa la spia per la rai
        - Scritto da: Anonimo
        Ultimo, ma non meno importante, è il
        nucleo familiare: se il canone lo paga mio
        padre e l'abbonamento lo faccio a nome mio,
        pur vivendo nella stessa casa, si andrebbero
        a pagare due canoni rai.

        Il tuo discorso sembra fare un po' acqua...Questa cosa l'avevo già sentita, però avevo sentito anche che fanno controlli incrociati, infatti a casa mia io pago sky e mio padre paga il canone e non ci è arrivata nessuna lettera. Alle iene avevano fatto vedere che i dati li danno anche i negozi che fanno riparazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: sky fa la spia per la rai
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sapevate che se non pagate il canone rai
      e vi fate l'abbonamento a sky vi vedete
      recapitare a casa il bollettino per pagare
      il canone?
      sky vende i nominativi dei suoi abbonati
      alla rai cosi' possono controllare
      comodamente se paghi o no e ti mandano
      fattura.Anche ENEL, Blockbuster e molte finanziarie.
  • Anonimo scrive:
    ahh ci voleva....
    "Tutti pronti, dunque, a pagare il canone RAI per un cellulare troppo evoluto?"ahhahaahahahmi ci voleva una risata questa mattina :)grazie punto informatico
  • Fiamel scrive:
    La legge è sbagliata
    "apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive"Sbaglio o anche un bicchiere di plastica può essere "adattabile alla ricezione delle trasmissioni radio televisive" se ci infili dentro un sintonizzatore e lo colleghi ad uno schermo?E' ora di smetterla di fare leggi idiote interpretabili dal giudice "papà" di turno. "Ti multo perché lo dico io, perché ho fatto una legge con cui ti posso multare sempre e comunque. A meno che tu non paghi..."
    • Anonimo scrive:
      Re: La legge è sbagliata
      - Scritto da: Fiamel
      "apparecchi atti o adattabili alla ricezione
      delle trasmissioni radio televisive"

      Sbaglio o anche un bicchiere di plastica
      può essere "adattabile alla ricezione
      delle trasmissioni radio televisive" se ci
      infili dentro un sintonizzatore e lo
      colleghi ad uno schermo?Esatto per cui se hai un sintonizzatore, anche rotto ed IMMERSO nell'acqua del bicchiere, devi pagare la tassa. La legge e' chiarissima, questa volta non ci sono possibilita' di equivoci.
      • matteo## scrive:
        Re: La legge è sbagliata
        questo canone secondo me è almeno da dimezzare , se non è possibile eliminarlo . Si aggiunge agli altri casini che arrivano da pagare e da parecchio fastidio . purtroppo dove in famiglia il reddito è molto basso non è che ti fa tanto piacere pagare .
  • ryoga scrive:
    Perche' pagare?
    Scusate, qualcuno mi spiega il motivo per cui io dovrei pagare il canone rai?Non voglio sentirmi dire "perche' hai un televisore/pc/telefonino", ma il motivo per cui deve esistere tale canone.Una volta, la Rai a fronte di un canone annuale, non ti farciva di spot pubblicitari i programmi che seguivi e tutto era ok.Oggi invece a fronte di un canone annuale, ti farcisce di programmi durante gli spot pubblicitari.Voglio capirci un po' di +.Perche' pagare il canone?Spiegatemelo....o fatemelo spiegare da Cattaneo e Gasparri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' pagare?
      Perchè paghi la tassa di circolazione dell'automobile?????E poi magari ti fanno le domeniche a piedi e non puoi usarla???
      • ryoga scrive:
        Re: Perche' pagare?
        La tassa di circolazione, viene pagata perche' per aggiustare le strade, c'e' bisogno di soldi.Le strade, vengono danneggiate dall'utilizzo dell'auto e quindi e' normale che si paghi una tassa per poter contribuire alla riparazione del manto stradale.Per la tv invece, non capisco perche' bisogna pagarla.Se devo pagarla, devono annullare TUTTI gli spot pubblicitari perche' in tal modo fruisco di un servizio "mantenuto" da me.Invece credo che attualmente, gli italiani pagano la tassa solo per pagare un IDIOTA 3-5 miliardi per 3 giorni a Sanremo o per 1 settimana di Miss Italia. ( + tanti altri eventi strapagati che preferisco non ricordare )
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' pagare?
          [cut]
          Invece credo che attualmente, gli italiani
          pagano la tassa solo per pagare un IDIOTA
          3-5 miliardi per 3 giorni a Sanremo o per 1
          settimana di Miss Italia. ( + tanti altri
          eventi strapagati che preferisco non
          ricordare )[cut]Tipo un famoso corrispondente RAI dall'estero soprannominato "Sciupone l'Africano"?
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' pagare?
          - Scritto da: ryoga
          Le strade, vengono danneggiate dall'utilizzo
          dell'automica le strade si spaccano per le gomme delle auto, si spaccano per l'usura, le intemperie, e mille altre cose tanto che anche i marciapiedi sono soggetti a manutenzione. Beh, allora anche i pedoni paghino la tassa di circolazione, che diavolo, essi non circolano e non beneficiano anch'essi di una starda senza buche?E la tassa sul possesso della casa? Ah gia' la citta' viene danneggiata dal vivere in casa, giusto.
          • ryoga scrive:
            Re: Perche' pagare?
            I marciapiedi vengono ricostruiti con i soldi che il Comune di competenza guadagna dai cartelloni pubblicitari posti ai lati degli stessi.La tassa sulla casa, e' un modo come un altro di prelevare soldi dal cittadino.Con tale tassa, a me piace pensare, che vengono pagati tutti gli organi di polizia e controllo del territorio ed in piu' tutti i lavoratori che "dovrebbero" tener pulita la citta'.Purtroppo poi c'e' il mondo perfetto e la realta'.Nel mondo perfetto tutti lavorano per il bene della societa'.Nel mondo reale, tutti lavorano per inchiappettare la societa'.
    • sroig scrive:
      Re: Perche' pagare?
      Semplicemente perchè la RAI è finanziata al 50% dal canone e al 50% dalla pubblicità; per vedere la RAI senza pubblicità, dovresti pagare un canone doppio; per vedere la RAI senza pagare nulla, dovresti sorbirti pubblicità doppia, tipo Mediaset.Semplice, no?Nota che se hai un abbonamento SKY paghi la "tassa di possesso di apparecchio ecc ecc", in più l'abbonamento SKY, e per buon peso ti becchi una bella dose di pubblicità pure lì.Nota che la pubblicità te la becchi anche al cinema.Siccome nessuno fa nulla per nulla, e le aziende devono avere un utile oppure chiudere, sta a te, come consumatore, valutare quanto sei disposto a pagare, in termini di denaro contante e di tempo perso a vedere la pubblicità.Se il mercato si regge significa che la maggioranza delle persone trova positivo o almeno equilibrato il rapporto beneficio/costo.Se ti sta bene usufruisci del servizio e paghi, se no ti astieni e la cosa finisce lì... non te l'ha mica ordinato il medico, di guardare la TV o andare al cinema!- Scritto da: ryoga
      Scusate, qualcuno mi spiega il motivo per
      cui io dovrei pagare il canone rai?

      Non voglio sentirmi dire "perche' hai un
      televisore/pc/telefonino", ma il motivo per
      cui deve esistere tale canone.

      Una volta, la Rai a fronte di un canone
      annuale, non ti farciva di spot pubblicitari
      i programmi che seguivi e tutto era ok.
      Oggi invece a fronte di un canone annuale,
      ti farcisce di programmi durante gli spot
      pubblicitari.

      Voglio capirci un po' di +.
      Perche' pagare il canone?
      Spiegatemelo....o fatemelo spiegare da
      Cattaneo e Gasparri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' pagare?
        - Scritto da: sroig
        Semplicemente perchè la RAI è
        finanziata al 50% dal canone e al 50% dalla
        pubblicità; per vedere la RAI senza
        pubblicità, dovresti pagare un canone
        doppio;Guarda che una volta non c'era pubblicita' e si pagava di meno, canone e' aumentato.
        Nota che la pubblicità te la becchi
        anche al cinema.Io la detesto, ho pagato per il film non per la pubblicita'. Per fortuna sono libero dicambiare cinema e scelgiere quelli privi di spot.
      • ryoga scrive:
        Re: Perche' pagare?
        - Scritto da: sroig
        Semplicemente perchè la RAI è
        finanziata al 50% dal canone e al 50% dalla
        pubblicità; per vedere la RAI senza
        pubblicità, dovresti pagare un canone
        doppio; per vedere la RAI senza pagare
        nulla, dovresti sorbirti pubblicità
        doppia, tipo Mediaset.
        Semplice, no?dov'e' la liberta' di scelta?Son disposto a vedere il tg con spot pubblicitari e film interrotti ogni 5 minuti ( ora sono ogni 10 ) e come me penso anche altre migliaia di persone piuttosto di versare questa tassa inutile.
        Nota che se hai un abbonamento SKY paghi la
        "tassa di possesso di apparecchio ecc ecc",
        in più l'abbonamento SKY, e per buon
        peso ti becchi una bella dose di
        pubblicità pure lì.Non ho Sky sia per poco tempo libero che per odio verso la tv che per la pubblicita' su satellite.
        Nota che la pubblicità te la becchi
        anche al cinema.Non vado al cinema da un bel po' di anni.
        Siccome nessuno fa nulla per nulla, e le
        aziende devono avere un utile oppure
        chiudere, sta a te, come consumatore,
        valutare quanto sei disposto a pagare, in
        termini di denaro contante e di tempo perso
        a vedere la pubblicità.Ok.....pero' non c'e' alcun referendum a riguardo...come si basano sul valutarne i termini?
        Se ti sta bene usufruisci del servizio e
        paghi, se no ti astieni e la cosa finisce
        lì... non te l'ha mica ordinato il
        medico, di guardare la TV o andare al
        cinema!Appena eliminano nella costituzione la scritta "la legge non ammette ignoranza", lancero' il tv dal balcone.Fino a quel giorno, la legge mi "obbliga" ad informarmi e quindi a tenere una fonte di informazioni gratuite a casa.P.s. : posso consultare le reti libere. non c'e' mica l'obbligo di consultare le reti statali no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' pagare?
      - Scritto da: ryoga
      Scusate, qualcuno mi spiega il motivo per
      cui io dovrei pagare il canone rai?La risposta è sempre quella: è un servizio pubblico. Tutto sommato il motivo è ancora accettabile. Però io penso che qualunque cosa si intenda per servizio pubblico per svolgerlo al meglio basterebbe una sola rete televisiva e una sola rete radiofonica, visto che la stragrande maggioranza dei programmi hanno niente a che fare col servizio al pubblico. Se la Rai avesse una sola rete televisiva e una radiofonica diminuirebbero i costi, quindi potrebbe diminuire il canone e la pubblicità, ci sarebbe un po' più di spazio per i piccoli editori schiacciati dal duopolio Raiset, ci sarebbe lo spazio per fare entrare un nuovo editore che assorbirebbe gli esuberi della Rai, e finalmente si potrebbe vedere un barlume di pluralismo, così il TG del regime di turno sarebbe più sopportabile.
      • ryoga scrive:
        Re: Perche' pagare?
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: ryoga

        Scusate, qualcuno mi spiega il motivo
        per

        cui io dovrei pagare il canone rai?

        La risposta è sempre quella: è
        un servizio pubblico.Quindi paghiamo un servizio pubblico.Non una Tassa.Quindi e' possibile metter su un Referendum per abolire tale servizio e metterli tutti in strada....giusto?
        Tutto sommato il
        motivo è ancora accettabile.Per alcuni....per altri no.Perche' con i soldi di questo servizio pubblico, devono esser pagati fior di miliardi ad un presentatore mediocre per giusto 3-4 giorni di lavoro?Servizio pubblico? Paga statale! ( quindi contratti al minimo salariale per ogni artista che vuole lavorare nel servizio pubblico ).
    • Anonimo scrive:
      questo fu l'inizio
      quando la RAI iniziò la sua avventurà nell'etere non era che una piccola azienda, trasmetteva i telegiornali in stanze non attrezzate e teloni bianchi davano lo sfondo alle spalle del giornalista. La TV a suo tempo non era un bene per tutti, tanto che si vedeva al bar con gli amici ed era un ottimo deterrente per l'esercente che incrementava in questo modo gli incassi. Ovviamente la RAI del tempo non disponeva di tutto il sistema odierno, ed il canone servì a far si che la televisione del tempo potesse avere con l'aiuto degli utenti sotto forma di canone nella distribuzione di antenne sul territorio italiano per poterla visualizzare tanto al Nord che al Sud, in pratica il canone serviva alla sua crescita e diffusione.In pratica quello che in origine servì alla crescita della RAI con il contributo degli Italiani verso un'Azienda, diviene oggigiorno da parte della medesima un pizzo al quale difficilmente può rinunciare, e questo solo perchè chi è nella Dirigenza non è capace di gestirne i bilanci, perchè paga i suoi lavoranti profumatamente per non farli emigrare in Mediaset, Azienda questa che con il suo avvento ha dimostrato che con la sola forma pubblicitaria si possono sostenere sia i costi di trasmissione che di gestione.Per chi non avesse mai letto sul Televideo RAI cosa può capitarti se non paghi il canone, sembra piuttosto che a parlare sia un'azienda di Stato si stia dando ascolto ad una minaccia di un mafioso della peggior risma, quello che appunto è divenuta col tempo la RAI.Piuttosto c'è da capire com'è il fatto che la Giustizia nata per difendere i diritti dei deboli, giustifica le richieste dei prepotenti.
  • Anonimo scrive:
    mio cuggino
    mio cuggino mi ha detto che cestina senza neanche aprire le letterine rai per la tv e che sicuramente cestinerà quelle per PC , cellulare, videotelefono e trasmissione del prelievo.Dice pure:"Che mi vengano a prendere!"pstutti gli amici di mio cuggino fanno così.voi?
    • Anonimo scrive:
      Re: mio cuggino lapsus
      prelievo=pensieropensavo ai soldi prelevati
    • Anonimo scrive:
      Re: mio cuggino
      - Scritto da: Anonimo
      mio cuggino mi ha detto che cestina senza
      neanche aprire le letterine rai per la tv e
      che sicuramente cestinerà quelle per
      PC , cellulare, videotelefono e trasmissione
      del prelievo.
      Dice pure:
      "Che mi vengano a prendere!"
      ps
      tutti gli amici di mio cuggino fanno
      così.
      voi?Sono quasi quattro anni che faccio così. I GdF ancora non li ho visti
    • Anonimo scrive:
      Re: mio cuggino

      Dice pure:
      "Che mi vengano a prendere!"gli ho gia' detto per telefono che non mi rompano i c******* gia' almeno un paio di volte e gli ho chiesto di cancellare i miei dati;vediamo se vengono a rompere, in tal caso gli sbatto in faccia l'abbonamento intestato a mio padre (ci provero' molto gusto).
  • Anonimo scrive:
    Ma un referendum?
    Credo che il canone RAI sia da pagare perchè la legge lo impone. Ergo, tale legge potrebbe essere abrogata da un referendum nazionale.. correggetemi se sbaglio.Allora mi domando: perchè le associazioni dei consumatori non hanno mai indetto una raccolta firme per il referendum abrogativo di questo odiato canone?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un referendum?
      Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali. Altrimenti, quale tassa sopravviverebbe a un referendum...? :-)CiaoMarco
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma un referendum?
        - Scritto da: Anonimo
        Non è ammesso il referendum per le
        leggi tributarie e di bilancio, di amnistia
        e di indulto, di autorizzazione a ratificare
        trattati internazionali.

        Altrimenti, quale tassa sopravviverebbe a un
        referendum...?

        :)

        Ciao
        Marcoeheheh esatto.. ..aboliamo anche l'iva e le tasse sui derivati del petrolio :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma un referendum?
          Si, è vero.. che asino :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma un referendum?
            Puoi sempre fare una legge per la privatizzazione della RAI e risolvi il problema alla radice.Se vuoi eliminare una tassa non è detto che tu debba attaccare la tassa in quanto tale,eliminata la causa che la genera diventa difficile farla pagare a meno che l'utente non ne conosca l'esistenza (vedi benzina).
  • Anonimo scrive:
    Si sono accorti delle nuove tecnologie
    si sono accorti che stanno maturando e che hanno un possibile mercato e adesso vogliono approfittarsene!eh, beh... si estende il copyright, vuoi non estendere anche il canone?ormai ste nuove tecnologie sono campo di conquista!!!tutti sgomitano per farsi pagare per l'utilizzo di questo e di quel nuovo mezzo tecnologico, per questo o per quel contenuto digitale. Come se fosse una scoperta del mese scorso. ma si nascondessero tutti! Io mi rimetto a scrivere su tavole di pietra con lo scalpello e a comunicare battendo grossi legni su tronchi vuoti! Non mi piace tanto essere preso per i fondelli!
  • Crazy scrive:
    Quando guardi la Rai? Ma quando mAI!
    Ciao a Tutti,non per dire, ma la RAI, a casa mia, non viene mai guardata, o meglio, l'unica cosa che guardiamo sulla RAI sono i Gran Premi di Formula1, per il resto fa davvero schifo, non capisco come si possa pagare per vedere delle cavolate di quel calibro, se mi offrisse un qualcosa di particolare in piu`, la RAI, in qualita` di Televisione di Stato, potrei capire il canone, ma di fatto, a mio parere e` una Rete televisiva penosa, e non che MediaSet o LA7 siano tanto meglio, ma qualcosa di buono lo fanno.Di norma guardavamo Italia 1 e su Canale 5 solo Striscia la Notizia, ma di fatto, da quando abbiamo preso la TV Satellitare con abbonamento Sky, la mia TiVu non ha piu` visto ne Rai ne MediaSet, se non proprio per i Gran Premi di Formula 1 e Moto GP, per il resto, a casa mia va forte FOX, comunque...Ovvio che se da Gennaio ci sara` l'obbligo da parte di Sky di avere il loro Decoder, tornero` alla vecchia maniera, 7 Canali di cui si e no ne contano 2 e di questi, non ce n'e` nemmeno uno della RAI, ma mi tocca pagare lo stesso... almeno Sky non la paghero` piu` quando non potro` vederla con il mio Decoder.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando guardi la Rai? Ma quando mAI!

      a casa mia va forte FOX, comunque...Più mi citi le tue alternative (eccetto forse la 7) e più mi vien voglia di tenermi stretta la Rai (almeno alcuni programmi tipo Report).
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando guardi la Rai? Ma quando mAI!
      - Scritto da: Crazy
      la RAI, in qualita` di Televisione di Stato,
      potrei capire il canone, ma di fatto, a mio
      parere e` una Rete televisiva penosa, e non
      che MediaSet o LA7 siano tanto meglio, ma
      qualcosa di buono lo fanno.per esempio? :D :'( :
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando guardi la Rai? Ma quando mAI!
      beh piuttosto del gran premio di F1 mi faccio una pennichella tanto è la stessa cosaper stiscia lasciamo perdere và....preferisco fare 2 chiacchere con chi ho seduto di fronte a cena.
  • Baruch scrive:
    Sicuri che il problema sia il canone?
    Il canone Rai è fondamentalmente una "tassa" che permette di finanziare per metà le emittenti radiotelevisive pubbliche. Teoricamente ciò dovrebbe assicurare servizi di informazione essenziale *indipendenti*. Praticamente viene utilizzato dai partiti di turno per influenzare i cittadini.Ma nei paesi in cui non c'e' canone va meglio?! Guardiamo gli USA ad esempio, dove l'informazione giova agli *sponsor* e non ai cittadini. O il Venezuela, in cui per il referendum (che in realtà era il *terzo* tentativo di destituire il presidente Chavez, colpevole di reinvestire gli utili petroliferi a favore della gente piu' povera) *tutti* i media privati gli hanno dato contro.Il problema non è eliminare il canone, ma rendere realmente indipendente (sia dalla politica sia dal potere economico) l'informazione.Ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicuri che il problema sia il canone
      quoto in pieno
    • ryoga scrive:
      Re: Sicuri che il problema sia il canone?
      Quello di cui parli e' un'altro problema legato alle televisioni.Personalmente, non ho ne il tempo ne la voglia di sorbirmi la tv e quindi la uso piu' come soprammobile che come strumento di informazione ( le notizie preferisco leggerle da internet ).Pertanto, per me il problema e' il canone.Cioe' una tassa da pagare per finanziare gli stipendi miliardari di gente che non fa un ***** dalla mattina alla sera e che ci propina stron**** dalla mattina alla sera.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicuri che il problema sia il canone
        - Scritto da: ryoga
        Quello di cui parli e' un'altro problema
        legato alle televisioni.
        Personalmente, non ho ne il tempo ne la
        voglia di sorbirmi la tv e quindi la uso
        piu' come soprammobile che come strumento di
        informazione ( le notizie preferisco
        leggerle da internet ).

        Pertanto, per me il problema e' il canone.
        Cioe' una tassa da pagare per finanziare gli
        stipendi miliardari di gente che non fa un
        ***** dalla mattina alla sera e che ci
        propina stron**** dalla mattina alla sera.Allora togli il sintonizzatore dalla tv e tienti il soprammobile aggratis!
        • ryoga scrive:
          Re: Sicuri che il problema sia il canone
          bene....vieni a farlo tu a casa mia.Poi mi paghi il prezzo dell'oggetto che stai togliendo dal mio apparecchio, perche' se non sbaglio, quel pezzo l'ho pagato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicuri che il problema sia il canone?
      Vediamo di non fare voli pindarici tra la liberta' di informazione e una tassa.Si tratta di una tassa sul possesso di un bene che non mi genera reddito, al pari delle stasse sulla casa e sulla macchina, sono tutte tasse inique di possesso, per cose sulle quali sono gia' state pagate salate tasse quando sono state acquistate.Per cui il canone, una iniqua tassa sul possesso di un bene non di lusso, e' un problema.
      • Hydargos scrive:
        Re: Sicuri che il problema sia il canone?
        .
        Per cui il canone, una iniqua tassa sul
        possesso di un bene non di lusso, e' un
        problema.Scusa, mi definisci 'bene di lusso' e 'bene non di lusso' ??La "tassa di proprietà" è un'aberrazione comunque!!!!!!!
        • ryoga scrive:
          Re: Sicuri che il problema sia il canone?
          "Personalmente" credo che :Bene di lusso = qualcosa che puoi fare a menoDa cio' deriva che il frigorifero e' un bene NON di lusso perche' indispensabile per conservare i cibi.L'auto e' un bene di lusso perche' puoi benissimo farne a meno.La televisione "DOVREBBE" essere un bene NON di lusso perche' la legge NON AMMETTE IGNORANZA e la televisione ha "anche" la funzione di educare e diffondere il sapere.Purtroppo lo Stato pur di non perdere una tassa, e' capace di tutto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sicuri che il problema sia il canone?
            - Scritto da: ryoga
            "Personalmente" credo che :
            Bene di lusso = qualcosa che puoi fare a meno

            Da cio' deriva che il frigorifero e' un bene
            NON di lusso perche' indispensabile per
            conservare i cibi.

            L'auto e' un bene di lusso perche' puoi
            benissimo farne a meno.

            La televisione "DOVREBBE" essere un bene NON
            di lusso perche' la legge NON AMMETTE
            IGNORANZA e la televisione ha "anche" la
            funzione di educare e diffondere il sapere.

            Purtroppo lo Stato pur di non perdere una
            tassa, e' capace di tutto.Azz....però sto governo ha eliminato la tassa sulla barca perchè è un bene "non di lusso"?????
          • ryoga scrive:
            Re: Sicuri che il problema sia il canone?
            si vede che era una tassa che pagavano solo loro ( io non posso permettermi la barca ). ;)
          • rumenta scrive:
            Re: Sicuri che il problema sia il canone
            - Scritto da: ryoga
            "Personalmente" credo che :
            Bene di lusso = qualcosa che puoi fare a meno

            Da cio' deriva che il frigorifero e' un bene
            NON di lusso perche' indispensabile per
            conservare i cibi.

            L'auto e' un bene di lusso perche' puoi
            benissimo farne a meno.non se devi affidarti a fs o trasporti pubblici cittadini, a meno che tu non ti svegli almeno 1h prima la mattina per compensare ritardi e quant'altro questi signori decidano che puoi impunemente subire.....se invece mi dici che posso fare a meno dell'auto perchè ho una moto allora le cose cambiano :D

            La televisione "DOVREBBE" essere un bene NON
            di lusso perche' la legge NON AMMETTE
            IGNORANZA e la televisione ha "anche" la
            funzione di educare e diffondere il sapere.

            Purtroppo lo Stato pur di non perdere una
            tassa, e' capace di tutto.vero, prova ne sia il fatto che insieme alla benzina paghiamo ancora tasse per finanziare la guerra d'africa degli anni 20 :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Sicuri che il problema sia il canone?
            - Scritto da: ryoga
            "Personalmente" credo che :
            Bene di lusso = qualcosa che puoi fare a meno

            Da cio' deriva che il frigorifero e' un bene
            NON di lusso perche' indispensabile per
            conservare i cibi.

            L'auto e' un bene di lusso perche' puoi
            benissimo farne a meno.beato te che puoi farne a meno io faccio 700 km alla settimana solo per lavorare...
  • Anonimo scrive:
    Io ho fatto cosi'
    circa un anno fà ho incelofanato la tv e l'ho portata in cantina; bè si vive veramente molto meglio, si parla, si legge e si ciula molto di più e, in primis, si ha un sacco di tempo libero....i tiggi (bè!) li vedo via web e i film da pc... non ne sento assolutamente la mancanza, provare x credere.cia'
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho fatto cosi'
      non sei il solo ;)
    • Fiamel scrive:
      Re: Io ho fatto cosi'
      [CUT]
      si
      vive veramente molto meglio, si parla, si
      legge e si ciula molto di più e, in
      primis, si ha un sacco di tempo libero....i
      tiggi (bè!) li vedo via web e i film
      da pc... non ne sento assolutamente la
      mancanza, provare x credere.

      cia'Vero al 100%Io vivo senza TV da 3 anni.Meno confusione in testa ed idee più chiare.Ed anche per il ciullare....
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho fatto cosi'
      io ho smesso di guardarla da piu' anni ma ciulare nada andava male prima e va ancora male :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho fatto cosi'
      - Scritto da: Anonimo
      circa un anno fà ho incelofanato la
      tv e l'ho portata in cantina; bè si
      vive veramente molto meglio, [cut]benvenuto fra noi disintossicati, finalmente scopro dinon essere l'unico;Anche se vivo in famiglia da 33 anni e il canone si paga regolarmente la tv per me e' off limits gia' da qualche anno, inoltre nel 2004 non ho visto un solo film, forse batto il mio record..........Vi garantisco che e' come vedere il mondo da un altro punto di vista, quando avro' figlii probabilmente la tv e il telefonino saranno off-limits fino ad una certa eta'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io ho fatto cosi'
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        circa un anno fà ho incelofanato
        la

        tv e l'ho portata in cantina; bè
        si

        vive veramente molto meglio, [cut]

        benvenuto fra noi disintossicati, finalmente
        scopro di
        non essere l'unico;
        Anche se vivo in famiglia da 33 anni e il
        canone si paga regolarmente la tv per me e'
        off limits gia' da qualche anno, inoltre nel
        2004 non ho visto un solo film, forse batto
        il mio record..........
        Vi garantisco che e' come vedere il mondo da
        un altro punto di vista, quando avro' figlii
        probabilmente la tv e il telefonino saranno
        off-limits fino ad una certa eta'.Stessa situazione, la tv la vedono gli altri in famiglia. Io sono ormai anni che non la guardo se non di sfuggita e mi accorgo delle c****te che dice. Ho la PcTv ma non l'ho fatta quasi mai funazionare. Giusto all'inizio per configurarla. La usavo per acquisire filmati dalla videocamera/vcr. Ora non ho tempo nemmeno per quello.Di conseguenza, perchè si deve pagare per un qualcosa che mai si vedrà?Allora perchè il governo non mi paga per esserci? Potrei essere un ottimo contribuente. :$
      • Anonimo scrive:
        Re: Io ho fatto cosi'
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        circa un anno fà ho incelofanato
        la

        tv e l'ho portata in cantina; bè
        si

        vive veramente molto meglio, [cut]

        benvenuto fra noi disintossicati, finalmente
        scopro di
        non essere l'unico;
        Anche se vivo in famiglia da 33 anni e il
        canone si paga regolarmente la tv per me e'
        off limits gia' da qualche anno, inoltre nel
        2004 non ho visto un solo film, forse batto
        il mio record..........
        Vi garantisco che e' come vedere il mondo da
        un altro punto di vista, quando avro' figlii
        probabilmente la tv e il telefonino saranno
        off-limits fino ad una certa eta'.Io ho scoperto questa verità (sacrosanta) durante la naja (1990-91). Da allora nisba televisione. Quando andai a vivere da solo (circa sei anni fa) non mi preoccupai di acquistarlaSpiacente, ma da me la RAI non vedrà un cent
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho fatto cosi'
      Allora sei un evasore fiscale visto che hai il pc e non paghi il canone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io ho fatto cosi'
        - Scritto da: Anonimo
        Allora sei un evasore fiscale visto che hai
        il pc e non paghi il canone.potrebbe essere una bella idea da proporre a questo governo di spremigalline, per adesso non sei evasore se possiedi un pc visto che nn c'e' un canone per i pc
        • Anonimo scrive:
          Re: Io ho fatto cosi'
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Allora sei un evasore fiscale visto che
          hai

          il pc e non paghi il canone.

          potrebbe essere una bella idea da proporre a
          questo governo di spremigalline, per adesso
          non sei evasore se possiedi un pc visto che
          nn c'e' un canone per i pcScusa ma lo hai letto l'articolo? Guarda che devi pagare il canone RAI anche se hai solo il pc perchè è un dispositivo che può essere adattato per ricevere il segnale televisivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'

            Scusa ma lo hai letto l'articolo? Guarda che
            devi pagare il canone RAI anche se hai solo
            il pc perchè è un dispositivo
            che può essere adattato per ricevere
            il segnale televisivo.Qualunque dispositivo può essere adattato a ricevere segnali radiotelevisivi. Secondo tale legge, possono estorcerti il canone anche se attacchi il cavo dell'antenna alla tazza del gabinetto o allo scaldabagno.E' la classica legge dell'era fascista: così ambigua eppure così precisa.L'applicazione è funzione del buon senso (o dei complessi di inferiorità) del funzionario.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'
            - Scritto da: Anonimo

            Scusa ma lo hai letto l'articolo?
            Guarda che

            devi pagare il canone RAI anche se hai
            solo

            il pc perchè è un
            dispositivo

            che può essere adattato per
            ricevere

            il segnale televisivo.

            Qualunque dispositivo può essere
            adattato a ricevere segnali radiotelevisivi.E' vero, ma la legge non dice questo. Rimane una legge ingusta, perche' tassa il possesso di un bene che non genera reddito e che e' stato gia' acquistato con tasse.
            E' la classica legge dell'era fascista:
            così ambigua eppure così
            precisa.
            L'applicazione è funzione del buon
            senso (o dei complessi di
            inferiorità) del funzionario.La legge parla di dispositivi PREDISPOSTI a ricevere segnali televisivi (rileggi l'articolo se non ci credi), non di apparecchi predisponibili a tale scopo. Cioe' di apparecchi che possono effettivamente ricevere, non di apparecchi che se modificati sarebbero in grado di farlo.Predisposto: part. pass. di predisporre DefinizioneChe è stato preparato, disposto in precedenza: attuare il piano predisposto | detto di un'apparecchiatura, che è fatta in modo da poter essere eventualmente utilizzata per altri scopi: "un televisore predisposto per i servizi telematici"
          • Anonimo scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'

            Predisposto: part. pass. di predisporre
            Definizione
            Che è stato preparato, disposto in
            precedenza: attuare il piano predisposto |
            detto di un'apparecchiatura, che è
            fatta in modo da poter essere eventualmente
            utilizzata per altri scopi: "un televisore
            predisposto per i servizi telematici" Giusto :$Bisogna vedere se entra in testa anche ai picciotti che riscuotono il pizzo per conto RAI
          • Anonimo scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'
            - Scritto da: Anonimo
            La legge parla di dispositivi PREDISPOSTI a
            ricevere segnali televisivi (rileggi
            l'articolo se non ci credi), non di
            apparecchi predisponibili a tale scopo.[CUT]almente
            utilizzata per altri scopi: "un televisore
            predisposto per i servizi telematici" Leggi questo tread:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=746373poi ne riparliamo...
          • The FoX scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'
            - Scritto da: Anonimo
            La legge parla di dispositivi PREDISPOSTI a
            ricevere segnali televisivi (rileggi
            l'articolo se non ci credi), non di
            apparecchi predisponibili a tale scopo.[CUT]almente
            utilizzata per altri scopi: "un televisore
            predisposto per i servizi telematici" Leggi questo tread:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=746373 poi ne riparliamo... (riposto xche' nn mi ha preso la password... ed a me non piace essere anonimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'
            - Scritto da: Anonimo
            Scusa ma lo hai letto l'articolo? Guarda che
            devi pagare il canone RAI anche se hai solo
            il pc perchè è un dispositivo
            che può essere adattato per ricevere
            il segnale televisivo.Attenzione, la legge non dice che il pc siccome puo' essere adattato a ricevere, allora rientra tra le cause per cui pagare il canone, la legge dice qualsiasi dispositivo atto a ricevere, che significa abilitato, capace, predisposto, anche se non funzionate o spento. Il pc non rientra in questa caratteristica meno che non disponga di un dispositivo atto a tale funzione, e tale e' un sintonizzaotre TV. Se non c'e' sintonizzatore, non e' un dispositivo atto, anche se adattabile.Se non ci credi, rileggi l'articolo stesso che tu citi a sproposito, che dice esattamente:"...non solo il televisore ma anche qualsiasi personal computer CHE SIA PREDISPOSTO a ricevere le trasmissioni televisive è soggetto al pagamento del canone"
          • Anonimo scrive:
            Re: Io ho fatto cosi'

            Scusa ma lo hai letto l'articolo? Guarda che
            devi pagare il canone RAI anche se hai solo
            il pc perchè è un dispositivo
            che può essere adattato per ricevere
            il segnale televisivo.No scusa, ma lo hai letto tu l'articolo? Parla di "pc predisposto" cioè a casa mia con un sintonizzatore o scheda tv... poi sicuramente questi ceffi faranno una bella leggina ad hoc e parleranno di pc tout court, c'e' da giurarci...ma per il momento...-------------Giornalista: ma l'Italia cosa ci guadagna con il digitale terrestre?Maurizio Gasparri: l'analogico è il vecchio, il digitale il nuovo...la sinistra è analogica, la destra digitale, no?----------------
  • Anonimo scrive:
    Ecco a cosa serve il canone RAI
    Da Millecanali:La Rai "riscopre" la RadioIl nuovo piano industriale della Rai, dunque, conterrà "notevoli finanziamenti economici", che riguarderanno, in particolare, la modulazione di frequenza. Il direttore generale Flavio Cattaneo, intervenuto al Prix Italia in corso a Catania in videoconferenza da Roma, ha fatto (finalmente) dichiarazioni degne di nota su questa materia. "Punteremo nel prossimo triennio a una copertura di alta qualità su tutto il territorio.La Rai assicura che procederà a recuperare copertura in FM, anche mediante acquisti di frequenze (si spera nella massima trasparenza, anche in termini di venditori e di prezzi).Avete letto proprio bene. La Rai, concessionaria pubblica, ha intenzione di acquistare frequenze, che sono dello stato, dalle emittenti radio locali che ormai stanno sparendo sempre più.Lo scopo è quello di cancellare l'emittenza locale usando soldi pubblici.Guardate invece che bella legge hanno inventato per far completare gratis la copertura a Radio Maria, Radio Padania e Radio Radicale.Legge 28 dicembre 2001, n. 4482. Fino all?attuazione del piano nazionale di assegnazione delle frequenze radiofoniche in tecnica analogica, i soggetti titolari di concessione radiofonica comunitaria in ambito nazionale sono autorizzati ad attivare nuovi impianti, su base non interferenziale con altri legittimi utilizzatori dello spettro radioelettrico e nel rispetto delle normative vigenti in materia di emissioni elettromagnetiche, sino al raggiungimento della copertura di cui all?articolo 3, comma 5, della legge 31 luglio 1997, n. 249. Decorsi novanta giorni dalla comunicazione di attivazione degli impianti al Ministero delle comunicazioni ed in mancanza di segnalazioni di interferenze, la frequenza utilizzata si intende autorizzata.Morale della favola: La Rai compra le frequenze dai privati con tutti i dubbi sui prezzi già espressi dalla autorevole rivista di settore Millecanali mentre le su citate radio comunitarie nazionali possono accendere gratuitamente.Ne vogliamo parlare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco a cosa serve il canone RAI
      Che strana coincidenza!...ho sentito che anche Mediaset ha intenzione di investire capitali nelle frequenze FM!Da non crederci, eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco a cosa serve il canone RAI
        - Scritto da: Anonimo
        Che strana coincidenza!
        ...ho sentito che anche Mediaset ha
        intenzione di investire capitali nelle
        frequenze FM!
        Da non crederci, eh?Me lo ha detto mio cuggino...!!
  • grassman scrive:
    Pagare il canone per un PC
    Dobiamo digerire il fatto che il canone RAI è una tassa che devono pagare tutte le famiglie italiane. Indistintamente.Infatti è molto difficile trovare una famiglia che non abbia in casa un televisore, un pc, un video proiettore, un gameboy, un videofonino o un cellulare evoluto.Tutto è adattabile a ricevere i programmi televisivi, e pertanto bisogna pagare il canone. Punto.Pero in tanti evadono, e la fanno franca.Diciamo che il canone è il padre della legge urbani: legge sciocca che in pochi applicano. Ma esiste e un giorno potrebbero applicarla anche a te.Io sono dell'opinione che il problema del canone era facilmente risolvibile: bastava che la rai sia su satellite, che su DT trasmettesse in maniera cifrata.Poi a ciascun abbonato andrebbe inviata una o più smart card.In questa maniera uno che legge le notizie da internet e vede solo film in dvd non avrebbe nessun problema.Ma una tale legge sarebbe sia giusta che pessima.Si, pessima. Perchè ridurrebbe il numero delle persone che pagano il canone, invece per finanziare lo stipendio stellare di Bonolis e riempire i suoi pacchi con cifre astronomiche servono soldi.... I nostri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagare il canone per un PC

      Io sono dell'opinione che il problema del
      canone era facilmente risolvibile: bastava
      che la rai sia su satellite, che su DT
      trasmettesse in maniera cifrata.
      Poi a ciascun abbonato andrebbe inviata una
      o più smart card.

      In questa maniera uno che legge le notizie
      da internet e vede solo film in dvd non
      avrebbe nessun problema.

      Ma una tale legge sarebbe sia giusta che
      pessima.
      Si, pessima. Perchè ridurrebbe il
      numero delle persone che pagano il canone,
      invece per finanziare lo stipendio stellare
      di Bonolis e riempire i suoi pacchi con
      cifre astronomiche servono soldi.... I
      nostri.Purtroppo si tratta di una tassa sul possesso dell'apparecchio e non per vedere i programmi, altrimenti chi la pagherebbe?:)
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno mi spiega ....
    ...come ha fatto la RAI a sapere dove vivo ?Mi sono sposato a maggio, prima vivevo come tutti dai miei.Da maggio mi sono trasferito in una casa, SENZA CONTRATTO DI AFFITTO, senza RESIDENZA (è anbcora dai miei) e NON HO COMPRATO televisori (2 me li hanno regalati)Ieri l'altro mi arriva la missiva RAI che mi 'ricorda' che il canone è legge dello stato e bla bla bla.................Ora, qualcuno mi spiega come cazzo l'hanno saputo che vivo li ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno mi spiega ....
      dal contratto telefonico
      • The FoX scrive:
        Re: Qualcuno mi spiega ....
        - Scritto da: Anonimo
        dal contratto telefonicoAzz!!!Ho scritto troppo e mi hai anticipato di un pelo...CMQ, si, chi mette su una nuova linea telefonica non affari si aspetti una letterina di auguri RAI...
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno mi spiega ....
        - Scritto da: Anonimo
        dal contratto telefonicoTroppo rischioso per la Telecom (per la violazione della privacy si entra nel magico mondo del codice penale).Più probabile che abbiano ravanato negli elenchi anagrafici del comune (ASL, ecc.). A me mi hanno stanato cosìNon avendo televisori la RAI il canone se lo può scordare (le letterine minatorie vanno a finire nel cassonetto della carta del centro di riciclaggio ecologico)
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcuno mi spiega ....
          - Scritto da: Anonimo
          Troppo rischioso per la Telecom (per la
          violazione della privacy si entra nel magico
          mondo del codice penale).
          Più probabile che abbiano ravanato
          negli elenchi anagrafici del comune (ASL,
          ecc.). non conosco il "metodo" di acquisizione dei dati, comunque nel mio caso (fastweb e non telecom) ho ricevuto lettera a mio nome con il solo contratto telefonico.non ho fatto alcuna variazione residenza/domicilio/ASL, in quanto non mi sono assolutamente trasferito. è un appartamento studentesco a cui mi appoggio, l'unica cosa a nome mio è il contratto fw.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcuno mi spiega ....
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          dal contratto telefonico

          Troppo rischioso per la Telecom (per la
          violazione della privacy si entra nel magico
          mondo del codice penale).La cosa invece e' certa ed e' accaduta a molti italiani.Se a casa tua richiedi una seconda linea telefonica analogica , dopo un po' ti arriva la letterina della RAI. Ora o qualcuno fa la spia e se ne frega della legge della privacy, o qualcuno fa la spia in piena regola dato che Telecom ha fior fiori di avvocati che sanno dove trovare la scappatoia.Ma non serve nemmeno essere un genio di giurisprudenza.Guarda caso ifatti la legge sulla privacy prevede che i tuoi dati possano essere usati per finio consentiti dalla legge. Come sappiamo bene, in molti contratti dobbiamo accettare delle clausole specifiche in merito in cui acconsentiamo al trattamento dei nostri dati per questo, per quello, per fini statistici, ecc. tra cui per comunicazioni a x e a y delle nostre informazioni. Quindi firmando il contratto telecom, si accetta che i propri dati vengano usati per alcuni usi consentiti, e fare la spia alla RAI stai sicuro che rientra appieno tra le cose consentite dalla legge.
    • The FoX scrive:
      Re: Qualcuno mi spiega ....
      - Scritto da: Anonimo
      ...come ha fatto la RAI a sapere dove vivo ?
      Mi sono sposato a maggio, prima vivevo come
      tutti dai miei.[CUT]
      Ora, qualcuno mi spiega come cazzo l'hanno
      saputo che vivo li ???IO lo SO!!!!!!Alla faccia della legge sulla privacy, la Telezozz si vende i datidei nuovi utenti alla RAI, all'Olio Carli, alla Lega del filo d'oro, a Sky, ecc... ecc...Ed ho buoni motivi x non temere smentite.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno mi spiega ....
        - Scritto da: The FoX
        Alla faccia della legge sulla privacy, la
        Telezozz si vende i dati
        dei nuovi utenti alla RAInon è prerogativa di telecom:ho subito lo stesso trattamento da fastweb.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno mi spiega ....
      - Scritto da: Anonimo
      ...come ha fatto la RAI a sapere dove vivo ?
      Mi sono sposato a maggio, prima vivevo come
      tutti dai miei.

      Da maggio mi sono trasferito in una casa,
      SENZA CONTRATTO DI AFFITTO, senza RESIDENZA
      (è anbcora dai miei) e NON HO
      COMPRATO televisori (2 me li hanno regalati)

      Ieri l'altro mi arriva la missiva RAI che mi
      'ricorda' che il canone è legge dello
      stato e bla bla bla.................

      Ora, qualcuno mi spiega come cazzo l'hanno
      saputo che vivo li ???Controllo incrociato con gli elenchi del comune dove vivi
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno mi spiega ....
      Prova a fare un esposto al "Garante per la privacy"!
    • wishyou scrive:
      Re: Qualcuno mi spiega ....
      - Scritto da: Anonimo
      ...come ha fatto la RAI a sapere dove vivo ?
      Mi sono sposato a maggio, prima vivevo come
      tutti dai miei.
      Da maggio mi sono trasferito in una casa,
      SENZA CONTRATTO DI AFFITTO, senza RESIDENZA
      (è anbcora dai miei) e NON HO
      COMPRATO televisori (2 me li hanno regalati)
      Ieri l'altro mi arriva la missiva RAI che mi
      'ricorda' che il canone è legge dello
      stato e bla bla bla.................
      Ora, qualcuno mi spiega come cazzo l'hanno
      saputo che vivo li ???mmmh, la cosa non mi convince.Non è residente in quell'appartamento, quindi all'anagrafe non sanno che abita lì (e quindi decade qualsiasi discorso sull'incrocio dei dati comunali). Posso averlo dall'elenco telefonico (non possono averlo direttamente da Telecom),ma non credo che il suo nome sia già in elenco e, SOPRATTUTTO, anche se fosse residente (cioè registrato in Anagrafe), i tempi di rintraccio da parte dell'Urar sono abbstanza lunghi (tra richiedere i dati al Comune - perchè li devono chiedere, non è il Comune che li passa direttamente, conversione dei dati, incrocio e verifica passa almeno un anno, quando tutto va bene e sono stati bravi...)Sicuro sicuro di quello che affermi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno mi spiega ....
        - Scritto da: wishyou
        Sicuro sicuro di quello che affermi?in un altro post ho descritto una situazione simile, senza anlcun cambio anagrafico ma con la sola sottoscrizione del contratto fastweb.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno mi spiega ....


        mmmh, la cosa non mi convince.
        Non è residente in
        quell'appartamento, quindi all'anagrafe non
        sanno che abita lì (e quindi decade
        qualsiasi discorso sull'incrocio dei dati
        comunali). Posso averlo dall'elenco
        telefonico (non possono averlo direttamente
        da Telecom),
        ma non credo che il suo nome sia già
        in elenco e, SOPRATTUTTO, anche se fosse
        residente (cioè registrato in
        Anagrafe), i tempi di rintraccio da parte
        dell'Urar sono abbstanza lunghi (tra
        richiedere i dati al Comune - perchè
        li devono chiedere, non è il Comune
        che li passa direttamente, conversione dei
        dati, incrocio e verifica passa almeno un
        anno, quando tutto va bene e sono stati
        bravi...)
        Sicuro sicuro di quello che affermi?Sicurissimo.Al telefono non avevo pensato. L'ho attivato a marzo, quando ancora ci dovevo andare a vivere...Però che palle..... la privacy ?
        • wishyou scrive:
          Re: Qualcuno mi spiega ....


          Sicuro sicuro di quello che affermi?

          Sicurissimo.
          Al telefono non avevo pensato. L'ho attivato
          a marzo, quando ancora ci dovevo andare a
          vivere...
          Però che palle..... la privacy ?
          Continuo a fare il rompib.Onestamente non mi convincono i tempi. Troppo veloci. A meno che Telecom non passi i dati all'Urar al momento della stipula del contratto (e sarebbe molto grave). Ma conoscendo i movimenti elefantiaci di entrambi gli enti rimango perplesso. Uno ci mette mesi a comunicare qualsiasi cosa, l'altro anni a capire la comunicazione e a cosa serve e a chi indirizzarla.Il sottoscritto solo quest'anno non ha ricevuto dalla Urar la diffida perchè al mio indirizzo da sempre nessuno paga il canone (pena 40 anni di galera).Ah, il canone l'hi sempre pagato regolarmente con bollettini da loro emessi e con tanto di lettera che i pagamenti erano regolari...
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcuno mi spiega ....
            - Scritto da: wishyou



            Sicuro sicuro di quello che
            affermi?



            Sicurissimo.

            Al telefono non avevo pensato. L'ho
            attivato

            a marzo, quando ancora ci dovevo andare
            a

            vivere...

            Però che palle..... la privacy ?


            Continuo a fare il rompib.
            Onestamente non mi convincono i tempi.
            Troppo veloci. A meno che Telecom non passi
            i dati all'Urar al momento della stipula del
            contratto (e sarebbe molto grave).Perche'? Al momento della sottoscrizone del contratto Telecom dall'utente vengono firmate anche le clausole specifiche per le quali si accetta la comunicazione dei dati per gli usi consentiti dalla legge. Stai certo che esiste la legge che permette che i dati in questione vengano forniti lecitamente al signor "hai un telefono per cui ti chiedo il canone TV".Ma
            conoscendo i movimenti elefantiaci di
            entrambi gli enti rimango perplesso.Lo sappiamo che per chiedere soldi lo stato si muove molto rapido. E' per dare qualcosa, soldi o servizi, che fa orecchie da mercante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcuno mi spiega ....

            Ah, il canone l'hi sempre pagato
            regolarmente con bollettini da loro emessi e
            con tanto di lettera che i pagamenti erano
            regolari...Ah, quello e normale: mio padre paga e riceve la diffida e la mandano anche a me; ha mandato la lettera delle correzioni e ha telefonato ma all'urar sono una manica di incompetenti e ormai ci siamo abituati alle minacce.
    • Anonimo scrive:
      TIENI DURO, NON PAGARE
      Ignora le lettere, non rispondere, fai finta di niente e non fare entrare nessuno che dice di venire a portarti i moduli per abbonarti alla rai (tanto sono sempre persone pagate per lavori temporanei con qualifica di fattorini, MAI pubblici ufficiali e non hanno MAI mandati che li autorizzino ad entrare).Rifiutati di rispondere. Ignorali.Tutti i miei amici che hanno fatto così non hanno avuto nessun problema, da 10+ anni non pagano il canone. Ogni tanto gli arriva una letterina dalla rai, sempre uguale, e finisce nel cestino.Io sono l'unico fesso che ha iniziato a pagare e non potrò mai liberarmene.saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: TIENI DURO, NON PAGARE
        - Scritto da: Anonimo
        Ignora le lettere, non rispondere, fai finta...
        gli arriva una letterina dalla rai, sempre
        uguale, e finisce nel cestino.Se non si ha un televisore, sarebbe meglio fare come cosigliato dall'ADUC.NON HO IL TELEVISORE E NON VI PAGOhttp://www.aduc.it/dyn/sosonline/modulistica/modu_mostra.php?Scheda=40167
        Io sono l'unico fesso che ha iniziato a
        pagare e non potrò mai liberarmene.
        salutiSei hai un televisore e non vuoi piu' pagare, fai cosi':Ho la TV e voglio liberarmene!http://www.aduc.it/dyn/sosonline/modulistica/modu_mostra.php?Scheda=40168
        • Anonimo scrive:
          Re: TIENI DURO, NON PAGARE
          [cut]
          Se non si ha un televisore, sarebbe meglio
          fare come cosigliato dall'ADUC.
          NON HO IL TELEVISORE E NON VI PAGO
          www.aduc.it/dyn/sosonline/modulistica/modu_mo[cut]Io ho fatto così. Chissà quando mi manderanno i GdF per controllare
      • Anonimo scrive:
        Re: TIENI DURO, NON PAGARE
        - Scritto da: Anonimo
        Ignora le lettere, non rispondere, fai finta
        di niente e non fare entrare nessuno che
        dice di venire a portarti i moduli per
        abbonarti alla rai (tanto sono sempre
        persone pagate per lavori temporanei con
        qualifica di fattorini, MAI pubblici
        ufficiali e non hanno MAI mandati che li
        autorizzino ad entrare).veramente io spero che errivi per riempirlo di improperi;mio padre paga regolarmente e la tv per me e' off limits, io e mio padre riceviamo periodicamente la diffida, quando arriva gliene dico tante che se le ricorda per un pezzo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno mi spiega ....
      tempo fa comprai un televisore da un negozio online (CHL, sono stati loro i bastardi a divulgare i dati!) per fare un regalo ai miei genitori...........Uno di piu' motivi per cui compro si' online ma fuori dall'italia o pagando in contanti direttamente al negozio.
      • paperinox scrive:
        Re: Qualcuno mi spiega ....
        - Scritto da: Anonimo

        tempo fa comprai un televisore da un negozio
        online (CHL, sono stati loro i bastardi a
        divulgare i dati!) per fare un regalo ai
        miei genitori...........
        Uno di piu' motivi per cui compro si' online
        ma fuori dall'italia o pagando in contanti
        direttamente al negozio.
        forse tu non lo sai ma una volta i negozianti erano obbligati a tenere un registro delle vendite dei tv e a comunicare i dati degli acquirenti alla rai..... mi avevano detto che non si faceva + ma evidentemente si son sbagliati.....
  • Anonimo scrive:
    io mi chiedo una cosa
    siamo in un tempo in cui è possibile, tecnologicamente parlando e nel limite del possibile, fare tutto o quasi. credo quindi che sia possibile produrre televisori che non abbiano internamente un ricevitore per il segnale rai e mettere in commercio un apparecchietto atto a ricevere solamente tali reti. il resto sarebbe free o open air. naturalmente il prezzo dei televisori deve essere ridotto del prezzo del ricevitorino e il ricevitorino dovrebbe avere un prezzo fisso stabilito magari da una legge. è assurdo come pensiero? non sarebbe questo molto liberale e degno di un paese civile dove ognuno può segliere cosa vedere e cosa pagare anzichè essere imposto?lo so, sono utopista, ma mi piace sapere che non sono solo 8)
  • Hotge scrive:
    Intanto io...
    ... non lo paghero' MAI!
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto io...
      • ryoga scrive:
        Re: Intanto io...
        io invece scommetto che sei un (troll)e come (troll) non puoi essere che I-G-N-O-R-A-N-T-E.E bada bene....non t'ho offeso. non ho mica detto che sei un polentone.==================================Modificato dall'autore il 17/09/2004 12.09.51
        • Anonimo scrive:
          Re: Intanto io...
          Guarda, a prescindere dal fatto che non ho capito un caxxo dal tuo messaggio, ribadisco il fatto di sentire gente del meridione dire:"Ah io ho risolto, non pago!! Tanto da me nessuno si sogna di venire a bussare!". Senza pensare che se non paga lui pagano gli altri e il doppio. Basta ipocrisia per favore!Così per l'assicurazione auto, sono anni che non se ne vede girare una senza al nord, mentre al sud ce ne sono parecchie. Così come la guida di auto da parte di minorenni o adulti senza patente. E potrei continuare all'infinito. Non è una crociata a favore del nord dove se ne combinano pure di tutti i colori, è una semplice risposta ad uno che si vanta di fare il furbo, quando poi sappiamo tutti che la furbizia altrui è pagata MOLTO cara dagli altri!max
          • ryoga scrive:
            Re: Intanto io...
            ok ti rispondo per le rime.Un troll in un GDR ( gioco di ruolo ) e' una persona ignorante.Dato che chi ha scritto il mex. originale ha detto solo che non paga la tassa che subito quello gli ha risposto che e' "meridionale", io gli ho dato dell'ignorante ( nel senso che ignora cio' che dice e a chi lo dice ).Comunque per cio' che evade il Sud e cio' che evade il nord, ci sono esempi eclatanti.....tanto x citarne un paio... PARMALAT, CIRIO.Poi che al Sud si gira senza assicurazioni....beh...io non ho beccato nessuno senza assicurazioni al Sud.Se poi esistono, chiediti anche il perche'.Forse....perche' al Sud le assicurazioni costano circa 3 volte quanto al Nord?E smettiamola di dire " il prezzo lo fa il cittadino ".Se io pago o no, l'ente creditore (sia esso lo Stato o la Major di turno ), non abbassa di un cent il proprio prezzo.L'uso di software pirata e' sceso negli ultimi anni, ma non ho visto cali di prezzi da parte di Adobe o M$ (tanto per citarne 2 ).Quindi prima di giudicare quelli del sud, pensaci bene.
          • Straha scrive:
            Re: Intanto io...
            - Scritto da: ryoga[cut]

            Poi che al Sud si gira senza
            assicurazioni....beh...io non ho beccato
            nessuno senza assicurazioni al Sud.eri un pò distratto allora, perchè io oltre a vederne parecchie ho visto pure famiglie di 4 persone su un vespino 50, tutti regolarmente senza casco, come le decine di altri che immancabilmente rivedo al tg nei servizi da qualche città del sud :D
            Se poi esistono, chiediti anche il perche'.
            Forse....perche' al Sud le assicurazioni
            costano circa 3 volte quanto al Nord?a dire la verità pare che le assicurazioni del sud siano più alte a causa del maggior numero di incidenti e, soprattutto, di truffe ai danni appunto delle assicurazioni.... cosa che poi alla fine scontano pure gli assicurati di altre regioni, dato che le polizze si basano su statistiche fatte a livello nazionale.tutto ciò ovviamente a prescindere dal fatto che le assicurazioni, insieme alle banche, siano una categoria di strozzini legalizzati.....
            E smettiamola di dire " il prezzo lo fa il
            cittadino ".hai ragione, in certi casi NON è vero, ma hai preso un esempio un pò sballato.dato che NON puoi scegliere se assicurare o no il mezzo, le assicurazioni sono in vantaggio sul cittadino, avendo pure creato un cartello per spiumarci meglio ;)
            Se io pago o no, l'ente creditore (sia esso
            lo Stato o la Major di turno ), non abbassa
            di un cent il proprio prezzo.è vero, lo stato non abbassa le sue pretese, e non lo farà fino a che i burocrati che lo gestiscono (bada bene che ho detto burocrati, non politici... i secondi passano, i primo restano :) ) non spariranno.

            L'uso di software pirata e' sceso negli
            ultimi anni, ma non ho visto cali di prezzi
            da parte di Adobe o M$ (tanto per citarne 2
            ).infatti, evidentemente per loro (produttori sw e majors) è meglio vendere 10 pezzi a 100 che 20 a 50.... tanto il guadagno è lo stesso.probabilmente sarebbero propensi a dimezzare i prezzi solo se vendessero 1 pezzo a 100, ma questo difficilmente accadrà mai, troppi polli che continuano a comprare a prezzi folli.....
            Quindi prima di giudicare quelli del sud,
            pensaci bene.giusto, prima di emettere un QUALSIASI giudizio bisognerebbe pensarci sù bene, e poi non giudicare affatto..... come dicono i filosofi ;)
          • ryoga scrive:
            Re: Intanto io...
            - Scritto da: Straha
            - Scritto da: ryoga

            Poi che al Sud si gira senza

            assicurazioni....beh...io non ho beccato

            nessuno senza assicurazioni al Sud.

            eri un pò distratto allora,
            perchè io oltre a vederne parecchieuhm.... hai chiamato i vigili urbani? hai fatto la denuncia?Nooo? OOOOH!! e ti lamenti? ritorna a cuccia va'
            ho visto pure famiglie di 4 persone su un
            vespino 50, tutti regolarmente senza casco,
            come le decine di altri che immancabilmente
            rivedo al tg nei servizi da qualche
            città del sud :Dbeh....vedo pure un sacco di morti in autostrada al nord perche' tutti col macchinone potente a velocita' superiori ai 130Km/h pero' non dico che sono tutti con la frustazione da F.1.La colpa e' al massimo dei vigili urbani che fanno poco e nulla per contrastare chi viola il codice stradale, non di chi, approfittando della situazione va contro la legge.

            Se poi esistono, chiediti anche il
            perche'.

            Forse....perche' al Sud le assicurazioni

            costano circa 3 volte quanto al Nord?

            a dire la verità pare che le
            assicurazioni del sud siano più alte
            a causa del maggior numero di incidenti e,
            soprattutto, di truffe ai danni appunto
            delle assicurazioni.... Poi c'e' l'asino volante e il maiale parlante.....ma fammi il piacere. Allora mettiamo in galera i vicini dei Tanzi perche' in quel paesino c'e' stato chi ha rubato i soldi di tutti gli italiani.Le assicurazioni usano questa scusa per RUBARE + soldi possibili usufruendo del loro potere.E' inaccettabile che in una societa', si debba pagare una cosa ( assicurazioni ) a costi spropositati, perche' ALCUNI TRUFFANO e chi viene punito e' la persona onesta.
            cosa che poi alla
            fine scontano pure gli assicurati di altre
            regioni, dato che le polizze si basano su
            statistiche fatte a livello nazionale.Se scontassero davvero tutti, allora avremmo tutti le stesse cifre. invece no.

            E smettiamola di dire " il prezzo lo fa

            il cittadino ".

            hai ragione, in certi casi NON è
            vero, ma hai preso un esempio un pò
            sballato.ok fammi un esempio in cui il prezzo lo fa il cittadino.

            L'uso di software pirata e' sceso negli

            ultimi anni, ma non ho visto cali di

            prezzi da parte di Adobe o M$ (tanto per

            citarne 2 ).

            infatti, evidentemente per loro (produttori
            sw e majors) è meglio vendere 10
            pezzi a 100 che 20 a 50.... tanto il
            guadagno è lo stesso.No....il problema e' che loro giustificano il "caro-prezzi" dicendo che c'e' la pirateria.Ma se un giorno la pirateria non esistera' piu', i prezzi diverranno anche il doppio. Anzi.....posso dirti di piu'... in un sistema di "monopolio", chi ne detiene i diritti pone il bene al prezzo che decide lui. Ma dato che sui sw non c'e' monopolio ( perche' i pirati anche se sono "illegali", riescono a fornire comunque quel bene ad un individuo ), le software house DEVONO mantenersi "bassi" per non perdere anche quei 10 che comprano i loro prodotti

            Quindi prima di giudicare quelli del

            sud, pensaci bene.

            giusto, prima di emettere un QUALSIASI
            giudizio bisognerebbe pensarci sù
            bene, e poi non giudicare affatto..... come
            dicono i filosofi ;)Infatti....ma se uno comincia ad offendere, lo giudico in base ai suoi errori....e quell'anonimo li, ha commesso l'errore di essere un ignorante
          • Straha scrive:
            Re: Intanto io...
            - Scritto da: ryoga
            - Scritto da: Straha

            - Scritto da: ryoga


            Poi che al Sud si gira senza


            assicurazioni....beh...io non ho
            beccato


            nessuno senza assicurazioni al Sud.



            eri un pò distratto allora,

            perchè io oltre a vederne
            parecchie

            uhm.... hai chiamato i vigili urbani? hai
            fatto la denuncia?
            Nooo? OOOOH!! e ti lamenti? ritorna a cuccia
            va'a cuccia tornaci tu, cafone.non mi lamento e non è compito mio chiamare i vigili.



            ho visto pure famiglie di 4 persone su
            un

            vespino 50, tutti regolarmente senza
            casco,

            come le decine di altri che
            immancabilmente

            rivedo al tg nei servizi da qualche

            città del sud :D

            beh....vedo pure un sacco di morti in
            autostrada al nord perche' tutti col
            macchinone potente a velocita' superiori ai
            130Km/h pero' non dico che sono tutti con la
            frustazione da F.1.mi sai dire cosa c'entra con quello che ho detto sopra?assolutamente niente.forse però la tua parola è il VERBO mentre gli altri ragliano soltanto.... allora spargi la voce, così magari su PI ti affidano la rubrica "io dio"...

            La colpa e' al massimo dei vigili urbani che
            fanno poco e nulla per contrastare chi viola
            il codice stradale, non di chi,
            approfittando della situazione va contro la
            legge.certo, certo, ti mandiamo alla corte costituzionale, visto che in fatto di rispetto della legge ne sai più tu di loro :)



            Se poi esistono, chiediti anche il

            perche'.


            Forse....perche' al Sud le
            assicurazioni


            costano circa 3 volte quanto al
            Nord?



            a dire la verità pare che le

            assicurazioni del sud siano più
            alte

            a causa del maggior numero di incidenti
            e,

            soprattutto, di truffe ai danni appunto

            delle assicurazioni....

            Poi c'e' l'asino volante e il maiale
            parlante.....LOL..... a casa tua ci saranno di sicuro :D
            ma fammi il piacere. Allora mettiamo in
            galera i vicini dei Tanzi perche' in quel
            paesino c'e' stato chi ha rubato i soldi di
            tutti gli italiani.altro paragone che calza a pennello.... bravo.....
            Le assicurazioni usano questa scusa per
            RUBARE + soldi possibili usufruendo del loro
            potere.infatti, proprio come dicevo nel mio post che hai così accuratamente tagliato per far sembrare tutt'altro....
            E' inaccettabile che in una societa', si
            debba pagare una cosa ( assicurazioni ) a
            costi spropositati, perche' ALCUNI TRUFFANO
            e chi viene punito e' la persona onesta.e allora?? intanto lo fanno......



            cosa che poi alla

            fine scontano pure gli assicurati di
            altre

            regioni, dato che le polizze si basano
            su

            statistiche fatte a livello nazionale.

            Se scontassero davvero tutti, allora avremmo
            tutti le stesse cifre. invece no.infatti ne scontiamo una parte.... ma comunque scontiamo.



            E smettiamola di dire " il prezzo
            lo fa


            il cittadino ".



            hai ragione, in certi casi NON è

            vero, ma hai preso un esempio un


            sballato.

            ok fammi un esempio in cui il prezzo lo fa
            il cittadino.tutti i beni dove non esiste una situazione di monopolio o di "obbligatorietà" all'acquisto.per intenderci e rimanere in argomento, il prezzo di un'auto viene influenzato, almeno in parte, dalla clientela alla quale è indirizzata, il prezzo di un'assicurazione no, perchè se vuoi circolare DEVI averla e perchè le assicurazioni hanno creato un cartello sui prezzi e NON c'è concorrenza.



            L'uso di software pirata e' sceso
            negli


            ultimi anni, ma non ho visto cali
            di


            prezzi da parte di Adobe o M$
            (tanto per


            citarne 2 ).



            infatti, evidentemente per loro
            (produttori

            sw e majors) è meglio vendere 10

            pezzi a 100 che 20 a 50.... tanto il

            guadagno è lo stesso.

            No....il problema e' che loro giustificano
            il "caro-prezzi" dicendo che c'e' la
            pirateria.
            Ma se un giorno la pirateria non esistera'
            piu', i prezzi diverranno anche il doppio.sicuro.... e chi li comprerà??
            Anzi.....posso dirti di piu'... in un
            sistema di "monopolio", chi ne detiene i
            diritti pone il bene al prezzo che decide
            lui. Ma dato che sui sw non c'e' monopolio (
            perche' i pirati anche se sono "illegali",
            riescono a fornire comunque quel bene ad un
            individuo ), le software house DEVONO
            mantenersi "bassi" per non perdere anche
            quei 10 che comprano i loro prodottiazz.... fortuna che son "bassi".... che ne dici, lo diciamo ad autodesk?? :D



            Quindi prima di giudicare quelli
            del


            sud, pensaci bene.



            giusto, prima di emettere un QUALSIASI

            giudizio bisognerebbe pensarci sù

            bene, e poi non giudicare affatto.....
            come

            dicono i filosofi ;)

            Infatti....ma se uno comincia ad offendere,
            lo giudico in base ai suoi errori....e
            quell'anonimo li, ha commesso l'errore di
            essere un ignorantebeh, anche tu in quanto ad offese non fai certo brutta figura....ed essere ignorante non è mai un errore, solo una disgrazia.==================================Modificato dall'autore il 17/09/2004 20.30.43
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto io...

            Non è una crociata a favore del nord
            dove se ne combinano pure di tutti i colori,Infatti.
            è una semplice risposta ad uno che si
            vanta di fare il furbo,Infatti io sono così furbo che ho inviato alla RAI questa letterina http://www.aduc.it/dyn/sosonline/modulistica/modu_mostra.php?Scheda=40167Sto aspettando i GdF. Essendo terrone (sono di Roma e vivo in "Padania" da quasi sei anni) ed essendo terroni anche i GdF sistemano tutto e non mi fanno pagare il canone (sfilata di luoghi comuni).
      • Anonimo scrive:
        Re: Intanto io...
  • Anonimo scrive:
    Gasparri schiavetto
  • Anonimo scrive:
    Eppure dovrebbe essere anticostituzional
    in quanto il pagamento del canone si avvalla non su di una legge democratica di Stato, ma su du un Regio decreto. Ora se è vero che la monarchia è stata deposta, i Regi decreti non dovrebbero più avere valenza in quanto imposizioni monarchiche e non Leggi democratiche, mi piacerebbe saperne di più in materia da qualche avvocato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Eppure dovrebbe essere anticostituzional
      - Scritto da: Anonimo
      in quanto il pagamento del canone si avvalla
      non su di una legge democratica di Stato, ma
      su du un Regio decreto. Ora se è vero
      che la monarchia è stata deposta, i
      Regi decreti non dovrebbero più avere
      valenza in quanto imposizioni monarchiche e
      non Leggi democratiche, mi piacerebbe
      saperne di più in materia da qualche
      avvocato...Non è come dici tu. Con l'entrata in vigore della Costituzionei provvedimenti aventi rango legislativo non sono stati abrogati automaticamente. Hanno continuato ad esplicare la loro efficacia fino a che nuove leggi o decisioni della Corte Costituzionale non li hanno abrogati o resi conformi al nuovo ordinamento.Il codice civile ad oggi in vigore, solo per fare un esempio, è stato adottato con un regio decreto.
  • Anonimo scrive:
    campagna elettorale 2001
    ma ci son solo io a ricordarmi che metà centro-destra (Lega in primis) andava dicendo di voler eliminare il canone RAI nella campagnia elettorale 2001 (partendo da da molti anni addietro). Puffoni!
    • Anonimo scrive:
      Re: campagna elettorale 2001
      no no , non sei il solo a ricordarlo .... sai , sono le solite promesse politiche ... davvero ti aspettavi venisse tolto ???...
    • Anonimo scrive:
      Re: campagna elettorale 2001
      - Scritto da: Anonimo
      ma ci son solo io a ricordarmi che
      metà centro-destra (Lega in primis)
      andava dicendo di voler eliminare il canone
      RAI nella campagnia elettorale 2001
      (partendo da da molti anni addietro).
      Puffoni!...pare ancora adesso sìano "impeganti": http://www.leganordtrentino.it/BastaRai.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: campagna elettorale 2001
      - Scritto da: Anonimo
      ma ci son solo io a ricordarmi che
      metà centro-destra (Lega in primis)
      andava dicendo di voler eliminare il canone
      RAI nella campagnia elettorale 2001-se il centrodestra abolisse il canone rai, il centrosinistra dirà che si vuole danneggiare la rai e favorire mediaset di Berlusconi-se il centrosinistra fosse al governo non lo farebbe sempre per lo stesso motivoquindi il volere del popolo (=abolire il canone) non lo fa nessuno. Evviva!
      • Anonimo scrive:
        Re: campagna elettorale 2001
        - Scritto da: Anonimo
        -se il centrodestra abolisse il canone rai,
        il centrosinistra dirà che si vuole
        danneggiare la rai e favorire mediaset di
        Berlusconi

        -se il centrosinistra fosse al governo non
        lo farebbe sempre per lo stesso motivo

        quindi il volere del popolo (=abolire il
        canone) non lo fa nessuno. Evviva!Io se fossi il centro sinistra farei di meglio:Toglierei sia il canone che la mediaset a berlusconi :)
        • Anonimo scrive:
          Re: campagna elettorale 2001
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          -se il centrodestra abolisse il canone
          rai,

          il centrosinistra dirà che si
          vuole

          danneggiare la rai e favorire mediaset
          di

          Berlusconi



          -se il centrosinistra fosse al governo
          non

          lo farebbe sempre per lo stesso motivo



          quindi il volere del popolo (=abolire il

          canone) non lo fa nessuno. Evviva!

          Io se fossi il centro sinistra farei di
          meglio:

          Toglierei sia il canone che la mediaset a
          berlusconi :)quello che farei pure io
  • Anonimo scrive:
    si certo...
    prima era canone rai, poi quando in troppi chiedevano di blindare i canali han cambiato denominazione e tutto come prima, se non peggio.morale della favola: qualsiasi scusa è buona per battere cassa...
    • Anonimo scrive:
      Re: si certo...
      - Scritto da: Anonimo
      prima era canone rai, poi quando in troppi
      chiedevano di blindare i canali han cambiato
      denominazione e tutto come prima, se non
      peggio.

      morale della favola: qualsiasi scusa
      è buona per battere cassa... A me non dispiacerebbe pagare qualcosina se alzassero un pò il livello delle trasmissioni.Sono anni che la RAI copia a ruota da Mediaset, se questo è il modo di far fruttare i nostri soldi allora basta.
      • Anonimo scrive:
        Re: si certo...

        A me non dispiacerebbe pagare qualcosina se
        alzassero un pò il livello delle
        trasmissioni.

        Sono anni che la RAI copia a ruota da
        Mediaset, se questo è il modo di far
        fruttare i nostri soldi allora basta.ma nemmeno a me. perlomeno, intendiamoci: niente canone, e possibilità di comprarsi un bouquet di canali che interessano. almeno qualcosa di sensato da vedere c'è. ora come ora, si paga per cosa? tanto vale pagare per un servizio vero e non per dare soldi all'erario che poi tanto se li fagocita e tanti saluti
      • lucamw scrive:
        Re: si certo...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        prima era canone rai, poi quando in
        troppi

        chiedevano di blindare i canali han
        cambiato

        denominazione e tutto come prima, se non

        peggio.



        morale della favola: qualsiasi scusa

        è buona per battere cassa...

        A me non dispiacerebbe pagare qualcosina se
        alzassero un pò il livello delle
        trasmissioni.

        Sono anni che la RAI copia a ruota da
        Mediaset, se questo è il modo di far
        fruttare i nostri soldi allora basta.parole sante
  • Anonimo scrive:
    Io voglio il canone
    Però devono togliere tutta la pubblicità dalle reti RAI. Questo vorrebbe dire far sparire anche tutti quei programmi scemi che stanno lì solo per fare ascolti e fare soldi con la pubblicità.La rai prende più di 1000 milioni di euro di canone, penso possano bastare per fare una tv di qualità.
    • ElfQrin scrive:
      Re: Io voglio il canone
      - Scritto da: Anonimo
      Però devono togliere tutta la
      pubblicità dalle reti RAI. Questo
      vorrebbe dire far sparire anche tutti quei
      programmi scemi che stanno lì solo
      per fare ascolti e fare soldi con la
      pubblicità.
      La rai prende più di 1000 milioni di
      euro di canone, penso possano bastare per
      fare una tv di qualità.D'accordo. Lo dice sempre anche Piero Angela che con la pubblicità non si riuscirà mai a fare una TV di qualità.==================================Modificato dall'autore il 17/09/2004 8.37.17
    • Anonimo scrive:
      Re: Io voglio il canone
      non se li fai fare a baudo o gente come lui
      La rai prende più di 1000 milioni di
      euro di canone, penso possano bastare per
      fare una tv di qualità.
  • Anonimo scrive:
    I soldi se li scordano
    Questa è la soluzione.Se voglio un servizio lo pago..se no no..togliete pure di mezzo le reti rai se volete.Per quanto mi riguarda il fatto di avere un PC,un cellulare,un televisore o chissà cos'altro non mi farà sentire obbligato a pagare il canone a chicchessia.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi se li scordano
      La RAI e' solo la TV di stato... non c'entra nulla con il canone, la dicitura "Canone RAI" e' solo (appunto) una dicitura. Il canone (che e' di fatto una tassa) viene applicato a ogni apparecchio atto a ricevere i segnali televisivi, che sia giusto o sbagliato pagarlo/chiederlo e' un altro discorso, ma con la TV di stato non c'entra proprio nulla.Per quanto mi riguarda: non l'ho mai pagato e credo che mai lo paghero'. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: I soldi se li scordano
        - Scritto da: Anonimo
        La RAI e' solo la TV di stato... non c'entra
        nulla con il canone, la dicitura "Canone
        RAI" e' solo (appunto) una dicitura. Il
        canone (che e' di fatto una tassa) viene
        applicato a ogni apparecchio atto a ricevere
        i segnali televisivi, che sia giusto o
        sbagliato pagarlo/chiederlo e' un altro
        discorso, ma con la TV di stato non c'entra
        proprio nulla.

        Per quanto mi riguarda: non l'ho mai pagato
        e credo che mai lo paghero'. ;)I soldi del canone però poi vengono dati alla RAI quindi qualcosa c'entra.
        • Anonimo scrive:
          Re: I soldi se li scordano
          Ogni discussione fatta su questo forum alla fine si scontra con la capacità di comprendere alcune finezze evidenti.Il canone è una tassa di possesso dell'apparecchiatura e concorre alle entrati generali.Non è una tassa di scopo come in passato.La RAI ha partecipato ad una gara e l'ha vinta; si è dunque aggiudicata per diversi anni la possibilità di erogare un servizio pubblico.Tutte queste modifiche non sono certo avvenute per caso e ora anche se la sostanza è rimasta immutata, la forma è un'altra.Inutile stare a filosofeggiare sul forum se poi non si hanno le capacità per cogliere come tutti i giorni si presi per i fondelli: sfumature appunto!Investite meglio il vostro tempo che non vi farà cerrto male.
          • Anonimo scrive:
            Re: I soldi se li scordano
            ma io trovo profondamente una presa per il culo la storia della tassa di possesso. io pago il bene, io lo mantengo, lo stato batte cassa, ma in cambio di cosa? di un calcio nelle gonadi? fa bene chi può non pagarlo, qua ormai non si può più
          • Anonimo scrive:
            Re: I soldi se li scordano
            - Scritto da: Anonimo
            Ogni discussione fatta su questo forum alla
            fine si scontra con la capacità di
            comprendere alcune finezze evidenti.

            Il canone è una tassa di possesso
            dell'apparecchiatura e concorre alle entrati
            generali.
            Non è una tassa di scopo come in
            passato.
            La RAI ha partecipato ad una gara e l'ha
            vinta; si è dunque aggiudicata per
            diversi anni la possibilità di
            erogare un servizio pubblico.
            Tutte queste modifiche non sono certo
            avvenute per caso e ora anche se la sostanza
            è rimasta immutata, la forma è
            un'altra.
            Inutile stare a filosofeggiare sul forum se
            poi non si hanno le capacità per
            cogliere come tutti i giorni si presi per i
            fondelli: sfumature appunto!
            Investite meglio il vostro tempo che non vi
            farà cerrto male.ok amico non te la prendere che la vita continua
          • Anonimo scrive:
            Invece ne parliamo che fa bene
            Di come gli altri gestiscono il proprio tempo tu non ti curare.E' legittimo parlare delle tasse e della loro applicazione. Se ora il canone e' legittimato molto bene per legge, lo si deve al fatto che per anni se ne e' discusso affrontando ed evidenziandone le storture, come fu quando venne deciso che per gli apparecchi televisivi posseduti in una seconda casa (fu il caso del televisore per esempio nella casa al mare) non occorreva pagare due volte. Come risultato benefico quindi delle polemiche di allora venne modificata la legge, e oggi chi possieda uno o 100 televisori, oppure un televisore e un telefono con sintonizzatore, paga una volta sola.Per il resto quello che dici e' giusto, aggiungerei pero' che anche se dal punto di vista giuridico non c'e' nulla da eccepire, ovvero
            Il canone è una tassa di possesso
            dell'apparecchiatura e concorre alle entrati
            generali.e' vero' pero' che esistono tasse in giuste e tasse ingiuste, tasse sensate e balzelli di ogni genere (per racimolare i quali spesso lo stato spede piu' di quanto guadagni). Questo canone dove si pone? Sono corrette le tasse di possesso su cose quali auto, case e televisori che intrinsecamente non generano reddito? Attenzione, non sto chiedendo se sono utili all'erario, ma se e' corretto tassare un bene del genere OGNI anno, e non al momento dell'acquisto (ma anche!) un bene che ripeto non genera reddito.Ovviamente per quanto si discuta, spesso nulla cambia, ma talvolta invece qualcosa di buono ne esce e puo' cambiare la sensibilita' delle persone e dei legislatori.Infine come e' noto se uno non possiede un apparrecchio, riceve lo stesso delle antipatiche lettere minacciose in cui si esige il pagamento dl canone, legittimo d'accordo, pero' con la forma non ci siamo, perche' per le stesse leggi che legittimano il canone, dicono anche che siamo cittadini e non tutti malvagi evasori salvo prova contraria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene

            Infine come e' noto se uno non possiede un
            apparrecchio, riceve lo stesso delle
            antipatiche lettere minacciose in cui si
            esige il pagamento dl canone, legittimo
            d'accordo, pero' con la forma non ci siamo,
            perche' per le stesse leggi che legittimano
            il canone, dicono anche che siamo cittadini
            e non tutti malvagi evasori salvo prova
            contraria.sarei curioso di leggerne una... minacciose in che senso?:|
          • The FoX scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            - Scritto da: Anonimo
            sarei curioso di leggerne una... minacciose
            in che senso?:|Del tipo "se lei non paga le mandiamo la finanza a casa alle 6 del mattino..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            - Scritto da: The FoX
            - Scritto da: Anonimo

            sarei curioso di leggerne una...
            minacciose

            in che senso?:|

            Del tipo "se lei non paga le mandiamo la
            finanza a casa alle 6 del mattino..."Sono mattutitno, i canarini non disturbano ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            - Scritto da: The FoX
            - Scritto da: Anonimo

            sarei curioso di leggerne una...
            minacciose

            in che senso?:|

            Del tipo "se lei non paga le mandiamo la
            finanza a casa alle 6 del mattino..."minchia, per me il mattino è offlimit. sia la finanza o giulio cesare, se qualcuno mi sveglia nel cuore della notte lo fa a suo rischio e pericolo. :|canarino avvisato mezzo spiumato :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene

            e' vero' pero' che esistono tasse in giuste
            e tasse ingiuste, tasse sensate e balzelli
            di ogni genere (per racimolare i quali
            spesso lo stato spede piu' di quanto
            guadagni). Questo canone dove si pone? Sono
            corrette le tasse di possesso su cose quali
            auto, case e televisori che intrinsecamente
            non generano reddito? Attenzione, non sto
            chiedendo se sono utili all'erario, ma se e'
            corretto tassare un bene del genere OGNI
            anno, e non al momento dell'acquisto (ma
            anche!) un bene che ripeto non genera
            reddito.giusto un accidenti. tassino i veri beni di lusso con la mano pesante, che senso ha battere cassa sul televisore? sull'auto che alle volte è necessaria? siamo mica agli inizi del novecento eh...ah, la tassa sulla casa poi è ignobile, dovrei vivere sotto i ponti per fare un piacere a loro? considerando poi i sacrifici che si fanno oggi per comprare una casa, con mutui decennali, battere cassa lì è da ******* :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            Finalmente, vi sento parlare di ingiuste tasse di possesso;forse in Italia siamo gli unici ad avere questo tipo di tassa, che i legislatori hanno sperimentato, prima con l'automobile ex tassa di circolazione decaduta perchè non sempre l'auto circolava su strada poi l'ICI ed infine la tv.Ma, il possesso non è reglolato da altre leggi, e questi beni sono già tassati alla fonte con IVA ed inoltre la tassa sul possesso è molto vaga perchè, se prima definiva la fruizione di un servizio, adesso obbliga il proprietario e/o acquirente a pagare una tassa senza fruire di alcun servizio.Altro che corte costituzionale...queste brutture ce le togliremo di dosso solo con l'alta corte del giudizio universale:'(Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            - Scritto da: Anonimo
            Finalmente, vi sento parlare di ingiuste
            tasse di possesso;E' grazie a te a l tuo tono di chi vede tutto dall'alto che ci siamo rinsaviti :PComunque siamo d'accordo. purtroppo le tasse sono come i diamanti, per sempre...
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            - Scritto da: Anonimo

            E' grazie a te a l tuo tono di chi vede
            tutto dall'alto che ci siamo rinsaviti :p
            Comunque siamo d'accordo. purtroppo le tasse
            sono come i diamanti, per sempre...Grazie x l'appellativo angelico :$
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece ne parliamo che fa bene
            - Scritto da: Anonimo
            Finalmente, vi sento parlare di ingiuste
            tasse di possesso;Ma allora scusa anche il canone rietra tra queste, non e' forse anch'essa una tassa di possesso? Ne consegue, ancora una volta che sia lecito discuterne, come tu stesso giustamente fai. Stavolta questo per te non e' pedere tempo?
Chiudi i commenti