E-gratis/ Yahoo! punta sull'email a pagamento

Chi domani si registrerà ai servizi email di Yahoo! avrà una sorpresa. Ci sono nuove offerte, per privati e aziende. Fase evolutiva?


Roma – Sul sito dedicato alla posta elettronica, dove gestisce uno dei servizi di email gratuita più utilizzati su internet, Yahoo! sta per lanciare nuove offerte a pagamento. Si tratta di una ulteriore spinta del portalone nella direzione di una maggiore redditività dei propri servizi internet, una spinta effettuata senza sacrificare però il servizio gratuito come invece hanno fatto altri.

A quanto pare, a partire dal 24 aprile, sarà possibile sfruttare i servizi di Yahoo! che permettono di collegarsi alla mailbox via POP3 o di utilizzare un sistema di forwarding al prezzo di 29,99 dollari all’anno, ridotto a 19,99 dollari per chi è già utente del portalone.

Un’operazione che si assomma a due offerte già presenti sul sito dedicato .

La prima, che Yahoo! propone al prezzo di 35 dollari l’anno, è il “Mail Personal Address”. In pratica si può acquisire un indirizzo del tipo mionome@mionome.name e disporre di altri cinque indirizzi yahoo che possono essere “donati” a piacere (il che potrebbe significare, per sei persone, dividere la spesa annuale per il servizio).
Il tutto è integrato a GeoCities in modo tale che, volendo, con una spesa in più, l’utente può realizzare un sito sulle pagine di GeoCities sfruttando il dominio del proprio nome attivato con la nuova mailbox.

La seconda offerta si chiama “Mail Business Edition” e costa 9,95 dollari al mese con un costo di avviamento da 25 dollari.
Il servizio punta sulla creazione di un indirizzo di posta elettronica che abbia come dominio il nome dell’azienda del cliente, ed è condito da servizi di protezione antivirus, di gestione e di calendario.
Anche in questo caso sono a disposizione 5 indirizzi email da far utilizzare a piacere da chi si desidera e, in più, non è prevista alcuna presenza di pubblicità Yahoo! nei messaggi che partono da questa mailbox.

Per la posta elettronica questo è un periodo di transizione. In queste settimane, a parte Yahoo!, sono numerosi i servizi che hanno modificato le proprie impostazioni , aggiungendo offerte commerciali o trasformandosi in sistemi a pagamento. AltaVista, addirittura, ha annunciato la cessazione dei servizi di email gratuita dal prossimo primo aprile.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti