E-learning Siemens per l'Esercito

Progetto


Milano – Siemens ha realizzato in Germania un programma di e-learning, “SAP R/3 HR master data management”, per tutti i soldati e dipendenti civili del settore amministrativo delle Forze Armate.

“Siemens – si legge in una nota – prima di realizzare il software del programma, ha condotto uno studio sui metodi di training più efficaci per l’uso dell’Information Technology da parte del personale amministrativo. Il programma di e-learning progettato, basato su SAP, è il primo modulo ad essere basato sui risultati di questo studio ed è stato implementato nel portale per la formazione a distanza delle Forze Armate tedesche”.

Il programma comprende, oltre ad una fase descrittiva e dimostrativa, anche esercizi pratici basati sulla simulazione di situazioni di vita reale. Il tempo medio impiegato per una sessione completa di training è di circa 5 ore, ma ciascun utente può scegliere a propria discrezione la velocità cun cui portare a termine il percorso di apprendimento. Nelle prime sei settimane dalla sua introduzione oltre mille soldati e impiegati civili hanno fatto il corso, giudicandolo anche divertente, come testimoniano i report sui risultati ottenuti.

Siemens Italia è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A propoito di Roboetica
    Ho letto delle conferenze svoltesi nell acittà di Fukuoka e del "varo" delle Tre Leggi della Robotica.Vorrei solo ricordare che prima di Fukuoka si è tenuto a Villa Nobel, Sanremo, il Primo Convegno Internazionale sulla Roboetica www.roboethics.orgcon la presenza di un'autorevolissima delegazione giapponese.Pur senza nulla togliere agli sforzi dei Giapponesi nel campo delle buone intenzioni nel settore etico robotico, vorrei ricordare che, nei campi della filosofia e dell'etica, gli Europei possono (e devono) dare il loro contributo effettivo.Silvia B.
  • Anonimo scrive:
    e' una sola!
    a me sembra che queste tre leggi giappe siano in realta' una sola. dicono tutte etre la stessa cosa. e la cosa asimoviana a cui assomiglia di piu' e' la legge zero!in ogni caso ci si dimentica che le tre leggi di asimov non erano una conseguenza della teoria positronica, non il frutto di un'attenta programmazione. Infatti era impossibile costruire un cervello robotico privo delle tre leggi.Ne siamo ancora molto lontani...
  • Anonimo scrive:
    bha
    Hanno scoperto l'acqua calda. Fosse da ora che sono state varate quelle 3 "leggi".
    • Anonimo scrive:
      Re: bha
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno scoperto l'acqua calda. Fosse da ora
      che sono state varate quelle 3 "leggi".La cosa piu' fica e' la Dichiarazione... Consiglio a tutti di leggere l'uomo bicentenario
  • Anonimo scrive:
    Si allontanano ECCOME!!
    Queste qui propongono degli scopi, degli obiettivi che 'ste macchinette dovrebbero perseguire o raggiungere, sono molto opinabili e facilmente possono entrare in conflitto tra loro...Invece quelle di Asimov sono generali, stanno sopra a tutto, non propongono modelli di comportamernto ma regolano qualsiasi azione, e soprattutto non entrano mai in conflitto tra loro (se non ci mette lo zampino Asimov :))...E... la legge ZERO della robotica?... ;);)
    • Anonimo scrive:
      Re: Si allontanano ECCOME!!
      be bisogna stare attenti a nn creare dei potenziali equivalenti ma in contrasto altrimenti ^^ un bello stallo positronico .
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    Asimov era forse più grande divulgatoredel termine 'robot' e 'robotica' manon inventore. Il termine era inventato da famososcrittore ceco Karel Capek e prima voltausato nel 1921 nel suo dramma R.U.R(vedi http://www.maxmon.com/1921ad.htm).Tutti e due fanno parte della listadei miei preferiti :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione
      Ciao, hai certamente ragione. Fu Asimov, pero', a coniare "Robotica", intendendo la scienza dei robotCiao!Alberigo
  • Anonimo scrive:
    E sarebbero NUOVE????
    Si studiano nei corsi di Ing della conoscenza e di Intelligenza Artificiale al politecnico di milano (penso non solo qui) da anni.Dove sarebbe la novità?
    • Anonimo scrive:
      Re: E sarebbero NUOVE????
      - Scritto da: Anonimo
      Si studiano nei corsi di Ing della
      conoscenza e di Intelligenza Artificiale al
      politecnico di milano (penso non solo qui)
      da anni.

      Dove sarebbe la novità?Ma l'hai letto l'articolo. A meno che tu non sia stato alla World Robotic Conference dubito che tu possa parlarne....
  • Anonimo scrive:
    intanto fanno i Terminator
    da quello che leggevo sull'Australia piu' che eccitante la situazione e' pericolosa. in fondo all'articolo c'e' un link ad una dichiarazione di Bill Joy.Cortesemente: riflettiamoci
  • Anonimo scrive:
    Mazinga
    Mazinga... roboooootHa la mente di Tetsuya ma tutto il resto fa da sénon conosce la paura né sa il dolore che cos'èlotta, cade, si rialza e sempre vincerà....Mazinga.... roboooooot;) ;) ;) ;)
    • Anonimo scrive:
      ...per completezza :)
      Il Grande Mazinga :D:D:D:D:DMazinga!Mazinga!Mazinga!Trema,Il regno delle Tenebre del MaleDalla Fortezza della Scienza arrivaCon i suoi pugni atomiciMazinga, RobotMazinga, RobotVola,Si tuffa dalle stelle giu' in picchiataSe sei il nemico prega e' gia' finitaLa morte batte i denti, c'e'Mazinga, RobotMazinga, Robot (braccia rotanti!)Mazinga, Robot (doppio laser!)Mazinga, Robot (bomba di fuoco!)Ha la mente di Tetsuya ma tutto il resto fa da se'Non conosce la paura ne' sa il dolore che cos'e'Lotta, cade, si rialza, sempre vincera'Mazinga, RobotMazinga, Robot (raggi fotonici!)Mazinga, Robot (lama del diavolo!)Mazinga, Robot (doppio boomerang!)Mazinga!Mazinga!Mazinga!Mazinga!Forte,Con una mano spacca una montagnaDagli occhi sputa fuori raggi gammaNon c'e' chi e' forte piu' di teMazinga, RobotMazinga, RobotHa la mente di Tetsuya ma tutto il resto fa da se'Non conosce la paura ne' sa il dolore che cos'e'Se hai bisogno puoi chiamarlo, come un fulmine verra'Mazinga, RobotMazinga, RobotMazinga, Robot (bombe jet!)Mazinga, Robot (luce atomica!)Mazinga, Robot (spada diabolica!)Mazinga, Robot (spirale perforante!)Mazinga, Robot (lama atomica!)Mazinga, Robot (pugno atomico!)Mazinga, Robot (pugni rotanti!)Mazinga, Robot (doppio laser!)Mazinga, Robot (doccia di fuoco!)Mazinga, Robot (razzi fotonici!)Mazinga, Robot (lama diabolica!)Mazinga, Robot (doppio boomerang!)
  • Anonimo scrive:
    ED-209
    "1. Un robot non potrà mai danneggiare un umano o, nel non agire, consentire che un umano venga danneggiato"ma, penso che l'ipotesi che accada quello che abbiamo visto in robocop, quando questo robothttp://www.angelfire.com/hero/robocoplewis/roboco58.jpgandò nel pallone e ne fece fuori una dozzina, non è poi tanto fantasiosa.speriamo usino sistemi operativi decenti tipo VxWORX o QNXED-209:"Developed by Dick Jones, ED-209, the original "Future of Law Enforcement", was replaced by RoboCop because of its multiple failures, yeah, it looks scaring and can fry a person within secs, but it isnt very smart, it is afraid of stairs and any kid can control its mechanical brain!"
  • Anonimo scrive:
    "dannatamente eccitante" PFUI!!!
    mio dio!!!ma sei sempre tu che termini così 'sti articoli?ma per favore! ma la smetti?ti prego!!!!è una pagliacciata!
  • Anonimo scrive:
    non era poi così prolifico
    non ha scritto certo molto di fantascienza.è stato un grande scrittore di fantascienza e un grande DIVULGATORE SCIENTIFICO, ma di fantascienza non ha scritto molto; l'ho letto pochi giorni fa su un suo libro, non sto a fare il professor sottutto.Inoltre ha scritto pure poco sui robot, tanto che si è riassunto tutto in un piccolo volumetto.Certo è stato originale e ha colpito tutti molto ... ma non è stato lo scrittore più prolifico, nemmeno nel campo della "robotica" (termine da lui utilizzato per primo)
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      eeeeeh?!per piacere fatti un giro su internet e informati prima :)solo sui robot ha scritto un pacco di roba.se poi ci aggiungi i romanzi e raccontini vari...- Scritto da: Anonimo
      non ha scritto certo molto di fantascienza.
      è stato un grande scrittore di
      fantascienza e un grande DIVULGATORE
      SCIENTIFICO, ma di fantascienza non ha
      scritto molto; l'ho letto pochi giorni fa su
      un suo libro, non sto a fare il professor
      sottutto.
      Inoltre ha scritto pure poco sui robot,
      tanto che si è riassunto tutto in un
      piccolo volumetto.

      Certo è stato originale e ha colpito
      tutti molto ... ma non è stato lo
      scrittore più prolifico, nemmeno nel
      campo della "robotica" (termine da lui
      utilizzato per primo)
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      ci stai prendendo in giro?il ciclo della fondazione.sui robot poi è il numero 1, per profondità e vastità.ha scritto tanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      - Scritto da: Anonimo
      non ha scritto certo molto di fantascienza.
      è stato un grande scrittore di
      fantascienza e un grande DIVULGATORE
      SCIENTIFICO, ma di fantascienza non ha
      scritto molto; l'ho letto pochi giorni fa su
      un suo libro, non sto a fare il professor
      sottutto.
      Inoltre ha scritto pure poco sui robot,
      tanto che si è riassunto tutto in un
      piccolo volumetto.

      Certo è stato originale e ha colpito
      tutti molto ... ma non è stato lo
      scrittore più prolifico, nemmeno nel
      campo della "robotica" (termine da lui
      utilizzato per primo):o:o:o(troll)ma ke hai letto solo un libro?ahahahahahahahahah
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      - Scritto da: Anonimo
      Inoltre ha scritto pure poco sui robot,
      tanto che si è riassunto tutto in un
      piccolo volumetto.Sarei curiosa di sapere allora perché, per voler restare già solo in tema robotico, io di lui ho 4 romanzi sui robot (bellissimi) senza voler considerare i racconti. Dico, invece di leggere i riassuntini, perché non te lo leggi Asimov? Direttamente? Ti assicuro che ti ci vorrà un bel po' di tempo...
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      Raccolte di racconti sui robot:Io RobotTutti i miei RobotRomanzi:L'uomo Bicentenario(ciclo dei Robot)Abissi d'acciaioIl sole nudoI Robot dell'albaI Robot e l'Impero(ciclo della Fondazione)Preludio alla FondazioneFondazione Anno ZeroCronache della galassiaIl crollo della galassia centraleL'altra faccia della spiraleL'orlo della FondazioneFondazione e Terra..... ti senbrano pochi ?D. Olivaw
      • Anonimo scrive:
        Re: non era poi così prolifico

        D. Olivaw*R.* D. Olivaw... :)Meraviglioso, il ciclo sui robot... pensa che combinazione, lessi i libri parecchi anni fa, e proprio ieri sera ne parlavo con amici (e oggi, poi, di nuovo qui).Quasi nessuno li conosceva, e non vi dico con quanto entusiasmo ho consigliato a tutti di leggerli. Anche, e soprattutto, a quelli a cui 'la fantascienza non piace'.Perche' in quei libri c'e' ben altro che omini verdi e invasioni marziane (ciò che le persone di cui sopra spesso intendono per 'fantascienza' ). C'e' la storia del nostro possibile futuro, in cui le scoperte scientifiche migliorano sì la condizione umana, ma introducono anche nuovi problemi, contrasti, contraddizioni, problematiche sociali. Nei confronti dei quali ci vengono indicate possibili soluzioni, edificanti ed istruttivi esempi di tolleranza e umanità, ma anche inauspicabili degenerazioni, dalle quali imparare a stare in guardia.Un storia scritta da un meraviglioso scrittore, un valente scienziato, un illuminato sociologo. Di nome Isaac Asimov.Alla bibliografia riportata nel post a cui sto rispondendo, mi permetto di ri-citare i miei preferiti: - Abissi d'acciao- Il sole nudo- L'uomo bicentenarioDell'ultimo, vi invito anche a vedere la recente trasposizione cinematografica (http://www.imdb.com/title/tt0182789/), interpretata da un bravo Robin Williams (un altro 'mio preferito', ebbene si'...).Concludo, scusandomi per la prolissita', l'off-topic, e la -vi assicuro- disinteressata pubblicità, segnalando il fumetto Nathan Never (della Sergio Bonelli Editore, quella di 'Tex'. Nelle edicole.), che tratta anch'esso di 'fantascienza possibile', ispirandosi spesso direttamente e dichiaratamente ad Asimov (il robot Link, tanto per stare in tema).Saluti a *D.Olivaw*, e a tutti voi.Buona giornata.C.
        • Anonimo scrive:
          Re: non era poi così prolifico
          - Scritto da: Anonimo

          D. Olivaw

          *R.* D. Olivaw... :)
          Perche' in quei libri c'e' ben altro che
          omini verdi e invasioni marziane (ciò
          che le persone di cui sopra spesso intendono
          per 'fantascienza' ).

          C'e' la storia del nostro possibile futuro,
          in cui le scoperte scientifiche migliorano
          sì la condizione umana, ma
          introducono anche nuovi problemi, contrasti,
          contraddizioni, problematiche sociali. Nei
          confronti dei quali ci vengono indicate
          possibili soluzioni, edificanti ed
          istruttivi esempi di tolleranza e
          umanità, ma anche inauspicabili
          degenerazioni, dalle quali imparare a stare
          in guardia.Condivido, e oltre a questo sono anche dei bellissimi gialli fantascientifici, un genere abbastanza misconosciuto. Sono i primi libri che ho letto di Asimov e me lo hanno fatto amare particolarmente ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      tu scherzi. asimov e' stato uno degli uomini piu' profilici in assoluto. ha scritto tantissimo e di tutto e (quasi) tutto di altissima qualita'.non credo ci siano molti scrittori che possono stargli alla pari ne' come quantita' ne' come qualita'.anche se a dire il vero non so chi detenga il record assoluto di numero di opere scritte.
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico
      Ma per favore, fatti un po di cultura- Scritto da: Anonimo
      non ha scritto certo molto di fantascienza.
      Inoltre ha scritto pure poco sui robot, tanto che si è riassunto tutto in un piccolo volumetto.Asimov ha pubblicato qualcosa di 500 librie racconti sulle riviste di SF, almeno metàdi questi parla di robothttp://www.asimovonline.com/oldsite/asimov_titles.htmlE non ha inventato o usato per primoil termine 'robot' (Asimov ha cominciato pubblicare a 1950). Termine era coniato da un scrittore ceco nel 1921.http://www.maxmon.com/1921ad.htm).Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: non era poi così prolifico

        E non ha inventato o usato per primo
        il termine 'robot' (Asimov ha cominciato
        pubblicare a 1950). Termine era coniato da
        un scrittore ceco nel 1921.
        www.maxmon.com/1921ad.htm).Infatti non ha usato per primo il termine "Robot" ma il termine "Robotica" :-)Ciao.Mauro Corsi
        • Anonimo scrive:
          Re: non era poi così prolifico
          diciamo che ha creato il termine "robot" (che si dice ròbot, non robò, perche NON PROVIENE DALL'INGLESE, ma dal checo, il cui significato è LAVORO) dandogli il significato come noi oggi lo intendiamo, quello di macchina dalle sembianze più o meno umanoidi. Cmq sono veramente indignato come si possano fare alcune affermazioni senza neppure tentare una ricerca su google.
    • Anonimo scrive:
      Re: non era poi così prolifico

      non ha scritto certo molto di fantascienza.Informarsi prima di scrivere...no vero? ;)Fai un giretto in internet e vai a vedere una bibliografia completa di Asimov...ti accorgerai che il tuo post è stato quantomeno...avventato!Giusto per farti capire: ho fatto una ricerca con google ("bibliografia Asimov") ed ho preso il primo sito che è saltato fuori:http://www.geocities.com/fictionpub/autori/asimovbib.htmCiao.Mauro Corsi
  • Anonimo scrive:
    Sinceramente ...
    Trovo che la differenza tra le 3 leggi estremamente precise di Asimov e quelle "fumose" dei giapponesi ci sia una differenza abissale."Contribuiranno alla realizzazione di una società sicura e pacifica" puo' voler dire di tutto ed infatti gia' si stanno studiando le prime applicazioni dei robot in campo militare. Una cosa cosi' Asimov non l'avrebbe per niente approvata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sinceramente ...
      - Scritto da: Anonimo
      Trovo che la differenza tra le 3 leggi
      estremamente precise di Asimov e quelle
      "fumose" dei giapponesi ci sia una
      differenza abissale.
      "Contribuiranno alla realizzazione di una
      società sicura e pacifica" puo' voler
      dire di tutto ed infatti gia' si stanno
      studiando le prime applicazioni dei robot in
      campo militare. Una cosa cosi' Asimov non
      l'avrebbe per niente approvata.lasciamo perdere cosa avrebbe approvato Asimov.Sono LE LEGGI che contrastano - e su questo sono perfettamente d'accordo con te.Cosa Isaac avrebbe approvato di persona non lo sappiamo.DI certo le tre leggi sono ben fatte. Ma come tu stesso avrai potuto leggere, non erano perfette. Erano spesso sorpassabili e aggirabili con dei trucchetti tipo la quantità sulla qualità , fino a cambiare il significato del termine "essere umano" per poi passare alla sopraffazione totale.... oppure al cambiamento dei postulati ... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sinceramente ...
        Veramente siamo a conoscenza di soli tre casi in cui le 3 leggi sono state in qualche modo modificate......Il primo è quello del mio amico Giskard che nel tentativo di elaborare la legge zero si è fritto il cervello ed il secondo è quello di Landaree il sorvegliante solariano...... ma quella non è stata una modifica fondamentale delle tre leggi ma solo della definizione di essere umano.Poi ci sono io.........D. Olivaw
    • Anonimo scrive:
      Re: Sinceramente ...
      vero.susan calvin non sarebbe d'accordo ;)- Scritto da: Anonimo
      Trovo che la differenza tra le 3 leggi
      estremamente precise di Asimov e quelle
      "fumose" dei giapponesi ci sia una
      differenza abissale.
      "Contribuiranno alla realizzazione di una
      società sicura e pacifica" puo' voler
      dire di tutto ed infatti gia' si stanno
      studiando le prime applicazioni dei robot in
      campo militare. Una cosa cosi' Asimov non
      l'avrebbe per niente approvata.
Chiudi i commenti