e-Procurement nella PA, il punto

Se ne parlerà a Milano, per tracciare il quadro di una rivoluzione che sta cambiando modi, ritmi e quantità delle spese della pubblica amministrazione

Milano – Si terrà il 28 settembre dalle 9,30 (Aula S.01 del Politecnico di Milano, Piazza Leonardo da Vinci 32) il convegno L’eProcurement nella Pubblica Amministrazione: il grande salto , organizzato dall’Osservatorio sull’eProcurement nella Pubblica Amministrazione della School of Management del Politecnico di Milano con il supporto di 1City.biz, BravoSolution, Consip, ITP, RS Components.

“Occasione del Convegno – spiega una nota – è la presentazione dei risultati della Ricerca 2007 dell’Osservatorio, basata sull’analisi diretta di oltre 140 tra Enti pubblici e fornitori della Pubblica Amministrazione italiana e circa 20 provider – pubblici e privati – di soluzioni di eProcurement rivolte alla Pubblica Amministrazione”.

“I risultati dell’Osservatorio – continua la nota – saranno commentati e discussi, alla luce della loro rilevante esperienza in questo ambito, da autorevoli rappresentanti di ADACI, Consip e del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Chiuderà la mattinata un’ampia Tavola Rotonda cui parteciperanno significativi esponenti del mondo degli Acquisti della Pubblica Amministrazione”.

Tra gli interventi previsti:
– Andrea Rangone, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio
– Danilo Broggi, Amministratore Delegato – Consip S.p.a.
– Francesco Festa, Presidente – ADACI Associazione Italiana di Management degli Approvvigionamenti
– Giorgio Pagano, Direttore Generale del Servizio Centrale Sistema Informativo Integrato – Ministero dell’Economia e delle Finanze

Tutte le info sul convegno sono disponibili qui mentre a questo indirizzo è possibile registrarsi per partecipare gratuitamente all’incontro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • frank hillary scrive:
    il traffico
    Meenghia, iil pobblema e' il tchraffego. tuuttii oo sanno, pure gionni u stecchino te lo disse e tu nu capishti...
  • ... scrive:
    I PROBLEMI SICULI SON ALTRI
    putroppo i porblemi siciliani sono altri.
    • Klock scrive:
      Re: I PROBLEMI SICULI SON ALTRI
      - Scritto da: ...
      putroppo i porblemi siciliani sono altri.Correggo: sono anche altri.E dico: se si risolvono uno alla volta si finisce male. Molto male. Scontato che non c'è _solo_ il wi-fi no?
      • Jonny Stecchino scrive:
        Re: I PROBLEMI SICULI SON ALTRI
        Infatti il problema principale di Palermo è il traffico.
        • uguccione500 scrive:
          Re: I PROBLEMI SICULI SON ALTRI
          ah, così il principale problema di Palermo è il traffico... e io che pensavo aveste il più gran prosperare di malavitosi lì in Sicilia e a Palermo in maggior concentrazione...BAH!
    • Pincopallin o scrive:
      Re: I PROBLEMI SICULI SON ALTRI
      e' ovvio.. sono ben altri. ma queste piccole cose fanno sempre piacere:D e poi è vero, gli investimenti non ci sono, o per lo meno, son minimi.
      • uguccione500 scrive:
        Re: I PROBLEMI SICULI SON ALTRI
        ...ma certo che fa piacere: la mafia ti taglia l'acqua e incendia chi mette su un'attività e ammazza chi non paga il pizzo regolarmente, però il wifi averlo fa piacere!!!!Che scandalo di gente su questo forum....
  • Andrea Grandi scrive:
    Piano piano...qualcosa si muove :)
    Ecco un esempio che dovrebbero seguire in molti ;)
  • MttDesignz scrive:
    d'accordo
    d'accordissimo, avere la possibilità di connettersi ovunque si può rivelare solamente un vantaggio.
Chiudi i commenti