Ebook, essere letti dai libri

Si affollano i servizi che puntano a monitorare le abitudini e le preferenze dei lettori: una manna per gli scrittori o solo per il marketing?

Roma – Una serie di startup sta studiando le preferenze dei lettori e creando un business basato su di esse: il tutto si fonda sui dati raccolti attraverso i servizi già definiti “il Netflix o lo Spotify dei libri”.

Oyster è una di queste nuove aziende: per 9,95 dollari al mese permette l’accesso attraverso le principali piattaforme (da iOS ad Android) al proprio database contenente oltre 100mila volumi. Stesso tipo di servizio offre Entitle , azienda della Carolina del Nord che propone diverse offerte ritagliate sul numero di libri che si intende accedere al mese. Anche Smashwords , un sito dedicato agli editori indipendenti, e Scribd, che con alcuni di questi ha accordi di condivisione specifici, stanno raccogliendo e analizzando questo tipo di dati.

Oltre a tali realtà relativamente piccole, d’altronde, stanno da tempo cercando di raccogliere tali dati anche grandi operatori del settore come Amazon e Barnes&Noble, che hanno dalla loro la possibilità di sfruttare le conoscenze di acquisto legate ai propri e-reader: un probabile indizio del valore del nuovo mercato.

Che questo genere di dati siano interessanti, d’altronde, è intuibile anche dal tipo di informazioni che possono fornire: per esempio, si scopre così che più un giallo è lungo più il lettore tende a saltare le pagine per arrivare al finale; che la lettura corre più veloce per una commedia romantica che per un titolo a contenuto religioso, e ancora più veloce per un romanzo erotico; che una biografia si conclude più facilmente di un libro che parla di affari e che, invece, di un manuale di yoga si consulta facilmente solo un capitolo.

L’ intenzione è quella di capire cosa piace a lettori , in modo da aiutare gli autori ad orientarsi su un mercato sempre più targettizzato, senza naturalmente pestare i piedi della creatività. D’altra parte, i dati contengono indicazioni anche sulla struttura considerata più accattivante: libri con capitoli più corti sono finiti il 25 per cento più facilmente degli altri.

Sia per questo che per le nuove possibilità di business legate ai servizi ad abbonamento, d’altra parte, con Oyster e Scribd hanno già raggiunto un accordo con HarperCollins, Penguin Random House e Simon&Schuster.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • qualcuno scrive:
    Doppio gioco M$
    Notare che da una parte M$ prende il pizzo da ogni terminale per permettergli di usare una serie di brevetti mai dichiarati mentre dall'altra continua a fare patent trolling contro android.Se veramente questa causa andasse avanti secondo me dovrebbero smettere di pagargli il pizzo.Forse a produttori come Samsung conviene ritirarsi del tutto dal mercato americano e concentrarsi sul resto del mondo. Intanto per poter accedere al mercato americano è costretta a pagare fior di royalties sui terminali che vende in tutto il mondo anche se i brevetti sono validi solo in america. Lo stesso tribunale americano quando ha stabilito l'importo dei danni da pagare ha violato ogni decenza calcolando il valore del mercato globale, di fatto imponendo la legge americana al resto del mondo.
  • Primo scrive:
    Ma Android non era open?
    Scusate l'ignoranza ma... Google non aveva detto che Android era basato su software open source?E adesso salta fuori che per funzionare Android ha bisogno addirittura di software brevettato??
    • Izio01 scrive:
      Re: Ma Android non era open?
      - Scritto da: Primo
      Scusate l'ignoranza ma... Google non aveva detto
      che Android era basato su software open
      source?
      Yes, of course.
      E adesso salta fuori che per funzionare Android
      ha bisogno addirittura di software
      brevettato??No, è che la concorrenza non ce la fa a sconfiggere Android giocando pulito e quindi pratica il patent trolling. Ci sono migliaia di brevetti software su ogni scemenza; il tutto sta a vedere se una causa intentata per lo sguish sullo schermo sia sufficiente a far pagare miliardi alla vittima o a bloccarne le vendite.Purtroppo finora Apple, M$ e gli altri troll hanno avuto parecchio sucXXXXX con questa strategia; tutto questo non ha però nulla a che vedere con il fatto che Android sia open source.http://source.android.com/
      • Trotterello scrive:
        Re: Ma Android non era open?

        No, è che la concorrenza non ce la fa a
        sconfiggere Android giocando pulito e quindi
        pratica il patent trolling.Hai capito male l'articolo.Qui è Google che fa patent trolling.
        • Izio01 scrive:
          Re: Ma Android non era open?
          - Scritto da: Trotterello

          No, è che la concorrenza non ce la fa a

          sconfiggere Android giocando pulito e quindi

          pratica il patent trolling.
          Hai capito male l'articolo.
          Qui è Google che fa patent trolling.No, direi proprio di no.Google accusa di patent trolling chi ha acquistato i brevetti e li usa come arma contro Android. Niente affatto detto che vinca, ma il succo è quello.
          • Trotterello scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Trotterello


            No, è che la concorrenza non ce la fa a


            sconfiggere Android giocando pulito e
            quindi


            pratica il patent trolling.

            Hai capito male l'articolo.

            Qui è Google che fa patent trolling.

            No, direi proprio di no.
            Google accusa di patent trolling chi ha
            acquistato i brevetti e li usa come arma contro
            Android.Android è la copia venuta male di iOS.La batosta che si è presa Samsung non l'hai ancora sentita?
          • collione scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: Trotterello
            Android è la copia venuta male di iOS.affermazione sballata, visto che android è nato prima di ios e che non è basato minimamente nè sulla stessa architettura, nè sullo stesso codice
            La batosta che si è presa Samsung non l'hai
            ancora
            sentita?il che non c'entra un tubo con quello che hai scritto sopra, soprattutto perchè le violazioni attribuite a samsung non sono state trovate pure in android
          • Trotterello scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Trotterello


            Android è la copia venuta male di iOS.

            affermazione sballata, visto che android è nato
            prima di iOSNato prima e riscritto dopo la nascita di iOS.Su, puoi fare di meglio con i tuoi trollaggi.

            La batosta che si è presa Samsung non l'hai

            ancora

            sentita?
            il che non c'entra un tubo con quello che hai
            scritto sopracerto certo.Serve uno specchio più alto?
          • collione scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: Trotterello
            Nato prima e riscritto dopo la nascita di iOS.nemmeno questo è vero, dato che hanno portato avanti due GUI: una blackberry-like, l'altra pc-likecon l'uscita di iphone, hanno deciso di eliminare la blackberry-likee comunque parliamo solo dell'interfaccia!!!! android è molto più di un'interfaccia
            Su, puoi fare di meglio con i tuoi trollaggi. già, posso imparare molto da quelli come te (rotfl)
            Serve uno specchio più alto?è difficile rispondere a domande basate su fatti, n'evvero!?! :D
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Trotterello


            Nato prima e riscritto dopo la nascita di
            iOS.

            nemmeno questo è vero, dato che hanno portato
            avanti due GUI: una blackberry-like, l'altra
            pc-like

            con l'uscita di iphone, hanno deciso di eliminare
            la
            blackberry-like

            e comunque parliamo solo dell'interfaccia!!!!
            android è molto più di
            un'interfacciaInformati almeno.... ha ragione lui:http://www.cultofandroid.com/48217/google-scrapped-plans-android-started-day-apple-unveiled-iphone/ <i
            As a consumer I was blown away. I wanted one immediately, </i
            said Googles Chris DeSalvo in an interview with The Atlantic. <i
            But <b
            as a Google engineer </b
            , I thought Were going to have to start over. </i
          • collione scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            togliti i paraocchi http://www.osnews.com/story/27481/Sooner_prototype_dropped_well_before_the_iPhone_announcement_
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: collione
            togliti i paraocchi
            http://www.osnews.com/story/27481/Sooner_prototypeIo, eh?[img]http://media.idownloadblog.com/wp-content/uploads/2011/11/Android_before_after_iphone.png[/img]http://www.cultofandroid.com/48217/google-scrapped-plans-android-started-day-apple-unveiled-iphone/ <i
            As a consumer I was blown away. I wanted one immediately, </i
            said Googles Chris DeSalvo in an interview with The Atlantic. <i
            But <b
            as a Google engineer </b
            , I thought Were going to have to start over. </i
            Nemmeno alle parole di un ingegnere di Google volete credere siete ridicoli oltre limmaginabile...Se siete disposti a respingere le opinioni di qualcun altro, perché pensate che questi possa avere una sorta di ossessione/culto quasi maniacale per un prodotto informatico, ci sono buone probabilità che voi per primi ne abbiate già uno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 dicembre 2013 00.17-----------------------------------------------------------
          • BarbaTruth scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            Disse l'applefan, secondo solo a Ruppolo e Maxsix.Scritto da una macchina Windows, collegata ad un server Linux, mentre ricevo chiamate dal mio telefono Android, aspettando uno script per BSD (nel caso ti vengano strani dubbi).Buone feste.
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: BarbaTruth
            Disse l'applefan, secondo solo a Ruppolo e Maxsix.

            Scritto da una macchina Windows, collegata ad un
            server Linux, mentre ricevo chiamate dal mio
            telefono Android, aspettando uno script per BSD
            (nel caso ti vengano strani
            dubbi).

            Buone feste.Vedi hai solo un problema in questo tuo sproloquio.Io stimo e apprezzo Linux in ambito professionale, si comporta benissimo come workstation di compositing e 3D e anche come server.Io semplicemente disprezzo chi copia a mani basse e poi chi vuole rivendere la copia come innovazione.Mi stanno anche sulle balle i talebani dellopen source quasi quanto le pratiche concorrenziali di Microsoft e i suoi software.E ti dirò anche che iOS7 è un pessimo prodotto, fatto in fretta e copiato in parte (in peggio) di Android.Ciò non toglie che lingegnere di cui sopra sapeva quello che diceva e che Android senza iPhone oggi sarebbe stato una copia di Blackberry.Punto, semplice.Buone Feste
          • John Titor scrive:
            Re: Ma Android non era open?

            Android senza
            iPhone oggi sarebbe stato una copia di
            Blackberry.

            No. Te lo assicuro perché ho controllato: nella linea temporale alternativa in cui l'iphone non è mai stato inventato (perché Jobs è morto prima), i telefoni Android ci sono e sono comunque diversi dal blackberry.
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: John Titor

            Android senza

            iPhone oggi sarebbe stato una copia di

            Blackberry.





            No. Te lo assicuro perché ho controllato: nella
            linea temporale alternativa in cui l'iphone non è
            mai stato inventato (perché Jobs è morto prima),
            i telefoni Android ci sono e sono comunque
            diversi dal
            blackberry.Hai ragione, sono mediamente peggiori perché gli ingegneri di Google non riescono comunque a copiare come si deve...
          • Glass climbing scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            Vuoi diventare il campione mondiale di arrampicata?
          • Funz scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: FinalCut
            Io semplicemente disprezzo chi copia a mani basse
            e poi chi vuole rivendere la copia come
            innovazione.Ci dovete ancora spiegare come Google avrebbe dovuto fare l'interfaccia dei suoi smartphone, per non venire accusata di copiare. Tenere il tastierino? Assurdo. La tendenza a fare dispositivi tutto-schermo risale a prima ancora dell'iphone.Non potete spiegare, accusereste Android qualunque cosa avesse fatto, faccia o avrà fatto. E poi accusate gli altri di talebanesimo.Alla fine Apple si è limitata a contestare il menu rimbalzello, la curvatura degli spigoli e la maggiore o minore rettangolezza dei Samsung :p
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: FinalCut
            Io semplicemente disprezzo chi copia a mani basse
            e poi chi vuole rivendere la copia come
            innovazione.Anch'io. Ed è per questo che disprezzo, tra i tanti, anche Apple.
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: FinalCut

            Io semplicemente disprezzo chi copia a mani
            basse

            e poi chi vuole rivendere la copia come

            innovazione.

            Anch'io. Ed è per questo che disprezzo, tra i
            tanti, anche
            Apple.Ci vuole un coraggio notevole o una stupidità galoppante per definire iPhone e iPad come copie di prodotti già esistenti spacciati come innovazione...Poi fai tu... viviamo in stato libero e ognuno è libero di spararle grosse quanto vuole se non ti importa cosa dice la gente...Ciao
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Albedo 0,9

            - Scritto da: FinalCut


            Io semplicemente disprezzo chi copia a
            mani

            basse


            e poi chi vuole rivendere la copia come


            innovazione.



            Anch'io. Ed è per questo che disprezzo, tra i

            tanti, anche

            Apple.

            Ci vuole un coraggio notevole o una stupidità
            galoppante per definire iPhone e iPad come copie
            di prodotti già esistenti spacciati come
            innovazione...Mai scritto quella frase tra virgolette, mi spiace.
          • collione scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            no fammi capireI guess were not going to ship that phoneda cui deriverebbe ( secondo una tua interpretazione ) che google, in quattro e quattr'otto, riavviò il progetto da zero?è lampante, per chiunque abbiano mai realizzato software un filino complessi, che esistevano due diverse linee di terminali android in sviluppouna fu eliminata a favore dell'altrae poi, l'amico sopra ha affermato che android fu RISCRITTO!!!! da quando cambiare un'interfaccia vuol dire riscrivere tutto il sistema da zero?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ma Android non era open?

            e poi, l'amico sopra ha affermato che android fu
            RISCRITTO!!!! da quando cambiare un'interfaccia
            vuol dire riscrivere tutto il sistema da
            zero?Android è linux solo quando fa comodo,eh?
          • collione scrive:
            Re: Ma Android non era open?
            - Scritto da: nome e cognome
            Android è linux solo quando fa comodo,eh?non mi pare di aver mai detto il contrario
        • la coscienza scrive:
          Re: Ma Android non era open?
          - Scritto da: Trotterello

          No, è che la concorrenza non ce la fa a

          sconfiggere Android giocando pulito e quindi

          pratica il patent trolling.
          Hai capito male l'articolo.
          Qui è Google che fa patent trolling.Va a casa... sei ubriaco!
    • bradipao scrive:
      Re: Ma Android non era open?
      - Scritto da: Primo
      Scusate l'ignoranza ma... Google non aveva detto
      che Android era basato su software open source?Vero, ma tecnicamente essere "open source" non ti mette al riparo da cause relative a brevetti. Anzi, mostrando il codice è molto più semplice per i tuoi avversari decidere il tuo punto più debole.In ogni caso, se ho ben capito, i brevetti contestati NON riguardano il software, ma il 4G.
      E adesso salta fuori che per funzionare Android
      ha bisogno addirittura di software brevettato??Non si tratta di software brevettato. Si contestano dei brevetti sulla tecnologia radio 4G, ma è chiaramente patent trolling, perchè Motorola, Samsung e Qualcomm hanno ciascuna molti più brevetti sul 4G del consorzio Rockstar. Lo scopo è sperare una corte compiacente (da qui la scelta del Texas notoriamente a favore di chi fa causa) per ricavare un bel po' di miliardi dai produttori android e magari rallentare un po' la sua cavalcata trionfale.Per comprendere il "problema" dei brevetti americani bisogna fare qualche passo indietro e fare alcune premesse:1) l'ufficio dei brevetti americano (USPTO) non è finanziato dallo stato, ma prende una certa cifra per ciascun brevetto accettato2) questo ha portato ad accettare brevetti per le cose più ridicole e assurde, che poco o niente hanno dell'invenzione, anzi finiscono per essere idee o descrizioni di funzionamenti ovvi3) la possibilità di brevettare cose ovvie e comuni, ha portato alla nascita dei "patent troll", squali della finanza che ammassano migliaia di brevetti a caso (senza usarli), e poi fanno causa a raffica spingendo i citati ad accettare il patteggiamento e pagare una licenza che differisce di poco dall'estorsione4) per come è fatta la legge americana il "patent troll" non ha niente da rimetterci, perchè non avendo attività produttive reali, non può essere a sua volta chiamata a rispondere dell'uso che fa dei brevetti. Nel caso peggiore, cioè se il citato resiste all'estorsione, combatte e vince in aula contro il colosso finanziario, il patent troll paga solo le spese processuali mentre il vincitore si tiene il danno di anni di cause legali.5) Apple, MicroSoft e gli altri hanno costituito il consorzio RockStar per acquisire i brevetti della fallita Nortel e poter agire con l'immunità di un Patent Troll (il consorzio RockStar).
    • collione scrive:
      Re: Ma Android non era open?
      - Scritto da: Primo
      Scusate l'ignoranza ma... Google non aveva detto
      che Android era basato su software open
      source?

      E adesso salta fuori che per funzionare Android
      ha bisogno addirittura di software
      brevettato??non so se dici sul serio o cerchi di trollare, ma i brevetti non coprono il software ( cioè le implementazioni ) ma l'idea generale che sta dietro un softwaread esempio esiste un brevetto che recita: "sistema per la visualizzazione di annunci pubblicitari agli utenti di un sito web"ti sembra che sia decente concedere un brevetto per un concetto così banale e generale? e no, il fatto che l'uspto, il governo USA e compagnia, siano dei baracconi, non giustifica chi sfrutta tale sistema per chiedere il pizzo a destra e a manca
      • bradipao scrive:
        Re: Ma Android non era open?
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Primo
        non so se dici sul serio o cerchi di trollare, ma
        i brevetti non coprono il software ( cioè le
        implementazioni ) ma l'idea generale che sta
        dietro un softwareQuello che dici riflette esattamente i fatti, ma la cosa comica è che la legge americana sui brevetti dice esattamente il contrario: un'idea non è MAI brevettabile, lo è solamente la sua implementazione.
        ad esempio esiste un brevetto che recita:
        "sistema per la visualizzazione di annunci
        pubblicitari agli utenti di un sito web"
        ti sembra che sia decente concedere un brevetto
        per un concetto così banale e generale?Infatti questa descrizione generica pur essendo sostanzialmente un'idea, è stata brevettata come implementazione. E' questa distorsione (cioè brevettare idee generiche come implementazioni) che viene fortemente combattuta dall'opinione pubblica e sfruttata dai patent trolls.
        e no, il fatto che l'uspto, il governo USA e
        compagnia, siano dei baracconi, non giustifica
        chi sfrutta tale sistema per chiedere il pizzo a
        destra e a mancaGli interessi economici e finanziari in ballo sono colossali, se pensi che le aziende dietro al consorzio Rockstar non hanno badato un attimo a "buttare" 4,5 miliardi di dollari per comprare qualche migliaio di brevetti generici. Pensavano chiaramente di poterli raddoppiare in un paio di anni sparando cause a destra e a manca.Se fai mente locale a quante decine di miliardi di dollari ci sono dietro al patent trolling, puoi anche comprendere quanto forte sia l'attività di lobby per mantenere lo status quo. E questo nonostante i danni incredibili che arreca alle aziende che "producono davvero".La soluzione "semplice", cioè rendere i brevetti rivendicabili solo dalle aziende che hanno ricercato l'invenzione o la usano attivamente, non viene considerata dai legislatori americani proprio per l'attività di lobby dei patent troll.
        • collione scrive:
          Re: Ma Android non era open?
          - Scritto da: bradipao
          Infatti questa descrizione generica pur essendo
          sostanzialmente un'idea, è stata brevettata come
          implementazione. eppure basterebbe pretendere che al brevetto fosse allegato un prototipo, e il problema sarebbe risoltopure l'Ita(g)lia, la patria di tutte le corruzioni e balzelli burocratici, riesce a mantenere sotto controllo il sistema dei brevetti
          sono colossali, se pensi che le aziende dietro al
          consorzio Rockstar non hanno badato un attimo a
          "buttare" 4,5 miliardi di dollari per comprare
          qualche migliaio di brevetti generici. Pensavanoper loro sarà un vantaggio ( nel breve periodo ), ma così s'indebolisce la capacità degli USA di innovarecredono che la Cina rispetterà le loro regole? semplicemente noapprofitterà dello sfascio degli USA per diventare la nazione più innovativa del globo, e userà il suo potere politico e militare per difendere gli interessi delle sue aziende ( apple ne sa qualcosa, visto che ha preso calci in faccia già una volta )
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ma Android non era open?
      - Scritto da: Primo
      Scusate l'ignoranza ma... Google non aveva detto
      che Android era basato su software open
      source?

      E adesso salta fuori che per funzionare Android
      ha bisogno addirittura di software
      brevettato??scusami, ma che centra? innazitutto Android è open solo in parte, alcuni dei componenti strategici sono closed.Secondo se un software viola un bbrevetto non ha la minima importanza se sia open o closed!
Chiudi i commenti