Elitel, riavvio appeso alle finanze

I molti servizi dell'apprezzato operatore di telecomunicazione rimangono in bilico ed entro domani tutte le sue linee potrebbero essere distaccate. Per i clienti si prospetta un periodo di limbo
I molti servizi dell'apprezzato operatore di telecomunicazione rimangono in bilico ed entro domani tutte le sue linee potrebbero essere distaccate. Per i clienti si prospetta un periodo di limbo

Roma – Il “guasto tecnico” che ha tenuto fuori dalla rete per diversi giorni un numero crescente di abbonati Elitel potrebbe rivelarsi qualcosa di più serio, che potrebbe tradursi in un futuro prossimo di incertezza per la connettività degli utenti dell’operatore. Ai problemi tecnici, infatti, sembrano aggiungersi questioni di natura finanziaria .

Ne accennava Forbes alcuni giorni orsono, spiegando come il gruppo TLC italiano avesse annunciato ai mercati prima di fine giugno di non poter rendere pubblico il proprio bilancio nei termini stabiliti (ovvero il 30 giugno) “perché le trattative con i creditori non sono ancora concluse”.

E il suggerimento che ci si trovi dinanzi ad una questione più finanziaria che tecnica , e che tutto questo dipenda dal rapporto di Elitel con Telecom Italia, viene confermato in queste ore.

In un lungo post sul suo blog, Alessandro Longo ricostruisce infatti il problema finanziario che sembra attanagliare l’operatore, in particolare un debito ancora troppo elevato verso Telecom Italia . Quest’ultima, che pure in mesi recenti era parzialmente venuta incontro all’azienda TLC, avrebbe ora intenzione di concludere tra oggi e domani la disconnessione di tutte le linee Elitel, con la sola eccezione di alcuni clienti istituzionali. Tutto questo, evidentemente, solo nel caso in cui Elitel non trovi il modo di far fronte al debito.

Nel complesso, comunque, siamo dinanzi ad una situazione che non sorprende esperti come Stefano Quintarelli, secondo cui le difficoltà economiche sono comuni a pressoché tutti gli operatori TLC italiani . Quintarelli ricorda come tutto questo sia sintomo di un mercato che rende molto più che difficile la vita a chi vuole competere con Telecom Italia, come viene denunciato ormai da molti anni e in molte diverse forme dalla quasi totalità degli operatori alternativi. Tutto fa pensare, in altre parole, che questo caso potrebbe essere solo il primo di una “nuova serie”.

Come peraltro è già accaduto in passato con altri operatori debitori di Telecom Italia, sull’intera vicenda pesa anche una contesa legale tra i due operatori coinvolti, che si dipana tra Autorità TLC e Tribunale di Roma: su entrambi i fronti è per ora Telecom ad uscirne nel migliore dei modi.

Rimane da chiarire, evidentemente, quale debba essere il destino degli utenti , molti dei quali, a guardare quel che si legge in giro, già stanno pensando di cambiare operatore. In ogni caso su questo fronte giocheranno un ruolo centrale nei prossimi giorni la stessa Autorità TLC e Telecom Italia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 07 2007
Link copiato negli appunti