Eventi/ OpenCON 2005

Una conferenza italiana dedicata a OpenBSD


Roma – Sono aperte le iscrizioni ad OpenCON 2005 , una conferenza interamente dedicata al sistema operativo OpenBSD.

Quest’anno l’evento vede la partecipazione di una ventina di sviluppatori, tra cui Theo De Raadt, Henning Brauer, Uwe, Balmer.

La conferenza si terrà il 5 e 6 novembre 2005 sull’isola di San Servolo, Venezia.

Notizia segnalata da Bicocca.net

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • alematic scrive:
    Re: Sempre polemiche su tutto
    Fotografo, ma non ha rilevanza col fatto che quando si acquistava 20 anni fa un 45 giri avevi un valore da conservare con cura, oggi quando ti scarichi un mp3 cos'hai veramente? Un file da archiviare, cioè nessun valore.
  • Solvalou scrive:
    Re: Sempre polemiche su tutto
    - Scritto da: alematic
    In questo nostro Belpaese vige la regola della
    lamentela ad oltranza. Mi riferisco all'articolo
    Cassandra Crossing/Wireless Libero?" in cui si
    tratta l'argomento della liberalizzazione della
    connettività senza fili. Il redazionale parla
    della "lobby degli ISP", ma si dimentica di tutte
    le persone che lavorano grazie agli ISP e che
    attraverso una liberalizzazione indiscriminata si
    ritroverebbero a casa.Diversi millenni fa tu saresti stato a difendere i geroglifici contro il nuovo alfabeto fonetico perche' altrimenti "gli scribi si ritroverebbero a casa".Gli ISP non sono tanto in pericolo quanto il potere delle societa' telecom. Gli ISP possono usare gran parte dell'infrastruttura, tecnologia ed esperienza anche in un contesto wireless, e le reti wired sono lungi dall'essere inutili. Quindi invece di parlare di ISP parliamo in particolare di societa' telecom che finora sono state un cancro economico e sociale, vedi 144, fatture fantasiose eccetra: dei loro lavoratori non me ne frega di piu' di quanto me ne freghi degli operai che fabbricano materiale bellico.
  • Virgio scrive:
    Wifi privato libero da oltre 2 anni.
    Come da oggetto, è dall'approvazione del codice delle comunicazioni (Decreto legislativo 1° agosto 2003,n. 259 http://www.agcom.it/L_naz/cod_comunicaz_dl259_03.htm ) che le reti private sono libere. Se realizzate in spread-spectrum sui 2.4 GHz o HIPERLAN sui 5 GHz non ci sono tasse da pagare. Si manda una richiesta di "autorizzazione generale" al Ministero, e contestualmente si dà inizio all'attività. Vale il silenzio assenso, per cui se il Ministero non nega il consenso entro 60 gg, si continua con la propria attività (art. 99, commi da 1 a 5).Non so cosa intenda l'autore dell'articolo con "libero", ma secondo me tra "libero" e "selvaggio" c'è una differenza. Con la legge attuale, fai tutte le reti private che ti pare, non ti costa nulla, e lo fai seguendo determinate regole. "Libero" non è in contrasto con "regolamentato" e secondo me è giusto che una qualche regola ci sia. Si potrà obiettare che lo stato non ha il diritto di sapere che Tizio e Caio hanno una loro rete, ma per me non è la fine del mondo.I limiti, pesanti, della normativa di cui sopra erano per le reti ad uso pubblico, cioè per chi ci vuole fare degliutili. Un provider di quartiere veniva equiparato ad unacompagnia telefonica su scala regionale, imponendodei contributi annuali insostenibili. La modifica attuale (peraltro non ancora pubblicata) pone fine a tale limitazione.Non cambia nulla invece per le reti private, perché c'è ben poco da liberalizzare ulteriormente. Questo quello che dice la legge.Se poi vogliamo che siano prima Gasparri e poi Landolfi ad installarci le antenne sui tetti, beh, è un po' troppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Wifi privato libero da oltre 2 anni.
      se il mio segnale attraversa il suolo pubblico sono in regola?
      • Virgio scrive:
        Re: Wifi privato libero da oltre 2 anni.
        - Scritto da: Anonimo
        se il mio segnale attraversa il suolo pubblico
        sono in regola?La legge distingue le reti su suolo privato da tutto il resto. Se la rete è all'interno della tua proprietà non devi notificare niente a nessuno. Se attraversi suolo pubblico o di terzi, devi chiedere l'autorizzazione generale nel momento in cui installi gli apparati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Wifi privato libero da oltre 2 anni.
      - Scritto da: Virgio
      Come da oggetto, è dall'approvazione del codice
      delle comunicazioni (Decreto legislativo 1°
      agosto 2003,
      n. 259
      http://www.agcom.it/L_naz/cod_comunicaz_dl259_03.hTu hai ragione, però in questo caso stiamo parlando di una LAN, non di una rete d'accesso pubblica.In pratica su questa rete non ci può collegare il primo che passa per strada (come invece vorrebbe l'autore dell'articolo), ma solo quelli che 'fanno parte di questa lan', diciamo così; inoltre non vi si può neanche condividere la connessione ad internet.In breve..una cosa molto figa per giocare in multy con gli amici senza passare per internet.Non molto legalmente parlando cripti tutto e nessuno sa se ci passa un collegamento ad internet oppure no ;)
      • Virgio scrive:
        Re: Wifi privato libero da oltre 2 anni.

        Tu hai ragione, però in questo caso stiamo
        parlando di una LAN, non di una rete d'accesso
        pubblica.

        In pratica su questa rete non ci può collegare il
        primo che passa per strada (come invece vorrebbe
        l'autore dell'articolo), ma solo quelli che
        'fanno parte di questa lan', diciamo così;Se è questa la tragedia (il fighetto che passa per strada con il laptop non riesce a collegarsi ad internet gratis), beh, vale veramente la pena stracciarsi le vesti e gridare allo scandalo. Peraltro, se il passante di cui sopra entra nel cortile di casa tua può collegarsi al tuo AP in modo perfettamente legale. Del resto se spedisce virus a mezzo mondo con la tua ADSL, tu sei il primo che vengono a prendere per le orecchie. Vorrai almeno guardarlo in faccia ? :) Se invece l'AP l'ha installato il comune sul lampione, questo fantasmagorico passante con il portatile può rimanere sulla panchina del parco comunale. Poi voglio vedere chi viene a contestare cosa e a chi qualora il passante si collegasse al tuo di AP dalla panchina del comune.
        inoltre non vi si può neanche condividere la
        connessione ad internet.Ma neanche per sogno. La legge consente esplicitamente la connessione alla rete pubblica, Art.122, comma 1. Magari è l'ISP che ti vieta di condividere l'ADSL per i contratti più economici, ma questo anche se lo fai con tua moglie nella stanza di fianco. Il wi-fi c'entra poco.
        • Anonimo scrive:
          Re: Wifi privato libero da oltre 2 anni.

          Se è questa la tragedia (il fighetto che passa
          per strada con il laptop non riesce a collegarsi
          ad internet gratis), beh, vale veramente la pena
          stracciarsi le vesti e gridare allo scandalo.
          Peraltro, se il passante di cui sopra entra nel
          cortile di casa tua può collegarsi al tuo AP in
          modo perfettamente legale. Del resto se spedisce
          virus a mezzo mondo con la tua ADSL, tu sei il
          primo che vengono a prendere per le orecchie.
          Vorrai almeno guardarlo in faccia ? :) Se invece
          l'AP l'ha installato il comune sul lampione,
          questo fantasmagorico passante con il portatile
          può rimanere sulla panchina del parco comunale.
          Poi voglio vedere chi viene a contestare cosa e a
          chi qualora il passante si collegasse al tuo di
          AP dalla panchina del comune.Lo so, e sono d'accordo con te, io rispondevo mettendomi nei panni dell'autore dell'articolo; secondo il suo principio è una tragedia questa cosa :D

          inoltre non vi si può neanche condividere la

          connessione ad internet.
          Ma neanche per sogno. La legge consente
          esplicitamente la connessione alla rete pubblica,
          Art.122, comma 1. Magari è l'ISP che ti vieta di
          condividere l'ADSL per i contratti più economici,
          ma questo anche se lo fai con tua moglie nella
          stanza di fianco. Il wi-fi c'entra poco.
          Ho riletto il codice delle comunicazioni qualche decina di volte...m'è sempre sfuggita questa cosa...forse non dovevo leggerlo sempre alle 2 di notte :D
  • Anonimo scrive:
    COSAAAA? vabbe, fa niente...
    non si può fare?che si fottano, io ho già iniziato a mettermela su la rete...se non me la porto io a casa l'adsl...
  • Anonimo scrive:
    Re: Possibile...
    guarda che solo perchè permetti ad altri di usare la tua rete non significa che poi loro ci fanno quel che vogliono... puoi anche fornire solo la navigazione web, o altre cose, come ogni sysadmin può fare in qualsiasi rete locale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Possibile...
      - Scritto da: Anonimo

      Poi, che ti devo dire, piazza il tuo AP sul tuo
      balcone; poi se la Gdf ti bussa a casa perchè dal
      tuo IP è partito un messaggio che parlava di
      bombe al parlamento..cavoli tuoi...e non dirmi
      che è una cazzata..il discorso è questo..che tu
      lo voglia riconoscere oppure no.Non metto in dubbio che la legge attuale prevveda questo, ma il pensiero umano, per fortuna, ogni tanto guarda oltre i decreti, altrimenti non saremo qui... non trovi?SalutiPS nella mia risposta precedente non ho messo faccine perchè credevo fosse chiaro che era una frase goliardica, spero tu non ti sia offeso non era mia intenzione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Possibile...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Poi, che ti devo dire, piazza il tuo AP sul
        tuo

        balcone; poi se la Gdf ti bussa a casa perchè
        dal

        tuo IP è partito un messaggio che parlava di

        bombe al parlamento..cavoli tuoi...e non dirmi

        che è una cazzata..il discorso è questo..che tu

        lo voglia riconoscere oppure no.

        Non metto in dubbio che la legge attuale prevveda
        questo, ma il pensiero umano, per fortuna, ogni
        tanto guarda oltre i decreti, altrimenti non
        saremo qui... non trovi?Ma su questo siamo d'accordo..anzi io sono uno dei primi a fare le prove con gli ap tra case e compagnia bella..però poi se uno vuole fare una cosa 'stabile' purtroppo dobbiamo sbatterci contro i decreti; non per altro, a galletti di pievenet gli hanno fatto 5 mila cucuzze di multa; considerando l'ultima scemata dell'anti-terrorismo rischi proprio la galera..non è che mi piaccia molto l'idea.
        Saluti
        PS nella mia risposta precedente non ho messo
        faccine perchè credevo fosse chiaro che era una
        frase goliardica, spero tu non ti sia offeso non
        era mia intenzione.Tranquillo, avevo capito :)Un saluto
        • Anonimo scrive:
          Re: Possibile...
          Galletti di pievenet? Che cos'è... spiega un poco per piacere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Possibile...
            - Scritto da: Anonimo
            Galletti di pievenet? Che cos'è... spiega un poco
            per piacere.www.pievenet.comIl tizio ha fatto una rete wifi per condividere una satellitare tra i suoi concittadini.Il ministero come l'ha scoperto gli ha fatto 5000 cucuzze di multa, ora sono in causa, il 31 ottobre si comincia....
    • Anonimo scrive:
      Re: Possibile...


      Chiudo con una citazione: "non esistono

      tecnologie buone o cattive, è l'uso che se ne fa

      ad essere buono o cattivo".

      Vero ma scontato però; se tu sei in grado di fare
      in modo che chi ne vuole fare un uso cattivo,
      abbia molti problemi a farlo..per me va
      benissimo; ma uno che piazza il suo AP free senza
      controllo decisamente non rende la vita difficile
      a chi vuole fare il cattivo.ma mica la puo' rendere la vita difficile pure al buono che non c'entra nulla!ma cristo! ma che mentalita' e'?forse proprio la stessa che caga ste leggi di merda!
      • Anonimo scrive:
        Re: Possibile...
        - Scritto da: Anonimo


        Chiudo con una citazione: "non esistono


        tecnologie buone o cattive, è l'uso che se ne
        fa


        ad essere buono o cattivo".



        Vero ma scontato però; se tu sei in grado di
        fare

        in modo che chi ne vuole fare un uso cattivo,

        abbia molti problemi a farlo..per me va

        benissimo; ma uno che piazza il suo AP free
        senza

        controllo decisamente non rende la vita
        difficile

        a chi vuole fare il cattivo.

        ma mica la puo' rendere la vita difficile pure al
        buono che non c'entra nulla!E perchè questo renderebbe difficile la vita per il buono?
        ma cristo! ma che mentalita' e'?
        forse proprio la stessa che caga ste leggi di
        merda!Piano con le offese..io sono uno di quelli che ha rotto le palle per mesi affinchè uscisse fuori il nuovo decreto, che permetterà di far arrivare la banda larga anche dove non c'è, cosa che fin'ora non si poteva fare.Non si può volere il far west in ogni cosa.Se tu vuoi piazzare l'ap, allora metti il server di controllo del traffico e un sistema di autenticazione degli utenti tipo quello che devono avere d'ora in poi gli internet point; la cosa non è così tragica, nè tanto complicata e al buono, come dici tu, non peserà di certo mettere la sua email vera..già sarebbe un modo per filtrare un minimo.Poi vabè..se tu hai influenze totally anarchiche, cavoli tuoi..il problema non sussiste ed il discorso non ha necessità di andare avanti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Possibile...
          Io ho due figlie piccole.se qualcuno le avvicina al parco giochi, lo vedo e gli salto addosso.se qualcuno le avvicina via Internet, posso solo SPERARE che chi ha fornito l'accesso al delinquente lo abbia identificato e registrato. almeno un magistrato puo' intervenire.la buca delle lettere non e' un'analogia sostenibile. c'e' sempre la presenza fisica. inoltre c'e' una barriera che impedisce di spammare (il francobollo), e l'interazione e' piu' lenta (giorni invece che decimi di secondo), e la lettera fisica corre il rischio di essere trovata.e poi, via internet, si possono fare anche azioni (agire da remoto su sistemi), non solo leggere e scrivere.non e' detto che tutto cio' che e' possibile fare e' ammissibile in una societa'. in alcuni paesi sputare per terra ovunque, locali pubblici compresi, e' normale. in altri paesi e' normale defecare sulle strade. insomma, che ci sia una possibilita' di tracciamento e' giusto, anzi, necessario. la base di una convivenza civile e' la presenza di regole, il loro rispetto, il loro controllo e la sanzione di chi le viola.
  • Anonimo scrive:
    Io me ne vado
    Io appena mi laureo, da sto sta di merda me ne vado. Non per questo motivo, ma per ben altri tutti ben motivati.Viviamo in uno stato schifoso, sia politicamente (se va su la dx o se va su la sx è lo stesso: a te povero cittadino non arriva niente di buono.) che economicamente (sapete no?).Sia come informazione.Gli altri paesi ci prendono x il culo e dicono "poveri italiani". Siamo informaticamente i più regrediti tra i paesi avanzati. Anzi, anche tra quelli del terzo mondo (siamo dopo al Bangladesh)...Ma forse voi non lo sapete perchè su Studio Aperto tutto va sempre bene... :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Io me ne vado
      - Scritto da: Anonimo
      Io appena mi laureo, da sto sta di merda me ne
      vado. Ciao, buona fortuna
      Non per questo motivo, ma per ben altri tutti ben
      motivati.Se hai dei motivi che ritieni buoni fai bene a farlo.
      Viviamo in uno stato schifoso, sia politicamente
      (se va su la dx o se va su la sx è lo stesso: a
      te povero cittadino non arriva niente di buono.)
      che economicamente (sapete no?).E' un attuale dato di fatto.
      Sia come informazione.Quello anche è un dato di fatto purtroppo.
      Gli altri paesi ci prendono x il culo e dicono
      "poveri italiani". No, non dicono poveri italiani..dicono "guarda che co**oni gli italiani".
      Siamo informaticamente i più regrediti tra i
      paesi avanzati. Anzi, anche tra quelli del terzo
      mondo (siamo dopo al Bangladesh)...Noi non siamo un paese avanzato prutroppo.
      Ma forse voi non lo sapete perchè su Studio
      Aperto tutto va sempre bene... :@ :@ :@Naaa...va molto meglio per studio aperto.P.S. Ho risposto solo perchè capisco il tuo punto di vista..ma per le stesse motivazioni io voglio restare..sono convinto che qualcosa ancora si possa fare e non è scappando che si risolve la cosa.saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Io me ne vado

      Ma forse voi non lo sapete perchè su Studio
      Aperto tutto va sempre bene... :@ :@ :@Ah il rotocalco di italiauno, da taluni erroneamente chiamato TG
  • Anonimo scrive:
    Wireless in Italia?
    E' impossibile. Qui siamo in regime di monopolio, la telecom non cedera' mai i proventi dell'ultimo miglio.Qui in Italia funziona cosi', sara' possibile usare il wireless solo quando sara' un tecnologia obsoleta.Parliamo tanto della censura cinese, ma la vera Cina per noi e' qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: Wireless in Italia?
      - Scritto da: Anonimo
      E' impossibile. Qui siamo in regime di monopolio,
      la telecom non cedera' mai i proventi dell'ultimo
      miglio.
      Qui in Italia funziona cosi', sara' possibile
      usare il wireless solo quando sara' un tecnologia
      obsoleta.
      Parliamo tanto della censura cinese, ma la vera
      Cina per noi e' qui.Hai letto gli articoli dei giorni scorsi riguardo all'uscita del nuovo decreto sul wifi?..mi sa di no
  • docdoc scrive:
    Re: Sempre polemiche su tutto
    - Scritto da: alematic
    Il redazionale parla
    della "lobby degli ISP", ma si dimentica di tutte
    le persone che lavorano grazie agli ISP e che
    attraverso una liberalizzazione indiscriminata si
    ritroverebbero a casa.Allora nn hai capito un tubo di cosa sia il WiFi. Non e' in competizione con gli ISP, si parla anche di reti offerte da associazioni, ma anche istituzioni (es. i comuni per dare servizi ai cittadini), e comunque se una cosa del genere la fanno "persino" nelgi USA, non e' una cosa relegata a qualche cantinaro anarchico, tantomeno da comunisti...
    In Italia vogliamo sempre
    spendere meno, meglio se gratis, e le conseguenze
    di ciò poi le scarichiamo sui governanti.Altra ca%%ata. Guarda che sono I GOVERNANTI che (come al solito) hanno privilegiato chi il potere gia' lo ha, in questo caso gli ISP, consentendo solo a loro la possibilita' di gestire il WiFi pubblico. Siamo sempre piu' una repubblica delle banane, perche' vogliamo scimmiottare il liberismo degli USA senza esserne capaci (a voler essere buoni) oppure volendo appositamente limitare le liberta' individuali a scapito dei "soliti" potenti (a voler essere maligni -ma come al solito ci si indovina...-)...
  • Anonimo scrive:
    Re: Possibile...
    "Possibile che a tutti gli italiani vada bene così?"Sì, va bene alla stragrande maggioranza di chi è già coperto da adsl.ps.io non sono coperto. :@
  • garak scrive:
    Re: Sempre polemiche su tutto
    Ma sì, teniamoci tutti i servizi che non ci servono, perché se poi li togliamo non va bene, mica vorrai che qualcuno perda il posto di lavoro?Con questi bei ragionamenti come il tuo, tanto per fare un esempio, ci ritroviamo con una rete distributiva di carburanti da terzo mondo :(
  • Anonimo scrive:
    La lobby degli ISP
    La "lobby degli ISP" si è fatta il culo per ottenere la modifica della legge, tu privato cittadino che hai fatto in merito ? Passato le notti su PI trollando e aspettando la bella news. Se volete la liberalizzazione totale muovete il sedere cari miei.Your ISP, your potential is our money.
    • Anonimo scrive:
      Re: La lobby degli ISP
      "La "lobby degli ISP" si è fatta il culo per ottenere la modifica della legge"E ha fatto bene"tu privato cittadino che hai fatto in merito?"Cosa vuoi che abbia fatto, quello che hanno fatto i cittadini di altri paesi, pari pari, solo con risultati opposti. Ovvero in altri paesi hanno visto una nuova risorsa nascere e hanno auspicato di poterne usufruire e cio' e' avvenuto, e nessuno e' dovuto scendere in piazza o promuovere incontri con i politici.Da invece come funzionano le cose: il cittadino e' nulla e per i diritti bisogna farsi il culo, perche' in alternativa ti calpestano.E lo chiamano il Belpaese. :)
  • Anonimo scrive:
    Che ralle.
    Sempre 'sta lagna. Se vuoi fare una rete "spontanea", la fai e basta e sono anni che lo puoi fare. Una rete privata sul tuo fondo non richiede neanche l'autorizzazione. Significa che sul tetto di casa tua puoi installare il razzo che ti pare, purché usi apparati notificati (cioè scordati le can-antenna). Idem per casa mia, quella di mio zio e di tuo cugino. Che succede tra i 4 apparati ? Comunicano o interferiscono ? Considerando che si tratta di reti in CSMA/CA tecnicamente non c'è neanche differenza per cui nessuno potrà mai romperti i marroni. La realtà è che l'ADSL te la tirano dietro a 19 euro, salire sui tetti è scomodo e pericoloso, d'estate ci fa molto caldo e d'inverno molto freddo, realtà che nessuna legge potrà cambiare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ralle.
      - Scritto da: Anonimo
      Sempre 'sta lagna. Se vuoi fare una rete
      "spontanea", la fai e basta e sono anni che lo
      puoi fare. Una rete privata sul tuo fondo non
      richiede neanche l'autorizzazione. Significa che
      sul tetto di casa tua puoi installare il razzo
      che ti pare, purché usi apparati notificati (cioè
      scordati le can-antenna). Idem per casa mia,
      quella di mio zio e di tuo cugino. Che succede
      tra i 4 apparati ? Comunicano o interferiscono ?
      Considerando che si tratta di reti in CSMA/CA
      tecnicamente non c'è neanche differenza per cui
      nessuno potrà mai romperti i marroni. La realtà è
      che l'ADSL te la tirano dietro a 19 euro, salire
      sui tetti è scomodo e pericoloso, d'estate ci fa
      molto caldo e d'inverno molto freddo, realtà che
      nessuna legge potrà cambiare.in questa "realtà" ci sono anche le aiole di zucchero filato e gli alberi di cioccolato.
  • Anonimo scrive:
    per la redazione
    lo avete fatto in passato anche per altre cause:perchè PI non mette in piedi una petizione per garantire ai cittadini l'uso libero del wifi?magari è solo una idea, ma la butto lì
    • Anonimo scrive:
      Re: per la redazione
      Ma non l'hai ancora capita che interessi ci sono sotto? Sveglia!   :)
      • Anonimo scrive:
        Re: per la redazione
        - Scritto da: Anonimo
        Ma non l'hai ancora capita che interessi ci sono
        sotto? Sveglia! :)Intendi dire che PI ha degli interessi sotto?
        • Anonimo scrive:
          Re: per la redazione
          no, vuol dire che, finchè non vedremo effettive offerte di connessione via wifi/wimax, è meglio tenere i piedi per terra.In fondo, l'Italia è il paese dei monopòli. vedi corrente elettrica e cavi del telefono.Se davvero si potesse utilizzare la tecnologia wifi, significherebbe che gli operatori potrebbero offrire i loro servizi direttamente al cliente, senza passare per quella caxxo di telecom.E sinceramente, non so che pensare.. L'unica cosa che mi viene in mente, è che comunque, prima o poi dovevano dare questa opportunità agli operatori.. siamo sempre indietro rispetto alle nostre vicine nazioni estere. E la cosa comincia ad essere sempre più ridicola.
        • montellug1 scrive:
          Re: per la redazione
          no, intende dire che anche se tu fai una petizione a cui firmano 500000 persone, a quelli che gestiscono ste cose NON GLIENE FREGA UN chez!:D a loro bastano questi -
          $
          • Anonimo scrive:
            Re: per la redazione
            sono quello che ha scritto il primo post proponendo la petizione.lo so benissimo che difficilmente si smuovono le lobby però:1. non si sa mai (siamo pur sempre in campagna elettorale....)2. basterebbe anche una interrogazione parlamentare3. sensibilizzeremo l'opinione pubblicae poi lasciatemi terminare con un francesismo:"meglio prenderlo nel culo e dire 'ahia!', piuttosto che sembrare accondiscendenti"davex
          • Anonimo scrive:
            Re: per la redazione
            cosa si intende per "uso libero" del wifi ?consiglio Lawrence Lessig, "The future of ideas" e anche "Free Culture". http://lessig.org una cosa e' libero, altra cosa e' gratis.immaginare che ciascuno si asfalti il proprio pezzo di strada per interconnettersi agli altri ?il risultato sarebbe un patchwork disastroso a scapito della qualita' e garanzia del servizio (che quando hai una emergenza e' fondamentale)gli ISP ? chi sono gli ISP ? sono quelli che in 300 si dividono meno del 10% del mercato di internet , sono quasi alla canna del gas e lottano contro Telecom Italia da sola che ne ha piu' dell'80%e' telecom che blocca lo sviluppo, non certo gli ISP (che hanno portato in italia mail, hosting, voip, streaming, conference, irc, giochi, ecc.). cosa e' un ISP ? e' uno di noi che con la sua passione cerca di pagarsi da mangiare.e' telecom che fa milionari convegni sulla innovazione con presenze prestigiose e poi accetta (nel senso di ascia) gli investimenti in tecnologie e in ricerca (anche pirelli, per la verita')sono gli operatori mobili che hanno margini operativi dell'ordine di quelli del traffico di stupefacenti.le strade sono pubbliche e sono un valore della societa'. i servizi intorno sono privati (dai distributori ai gommisti agli autobus, ...).la rete dovrebbe essere pubblica e i servizi a privati.quando e' stata privatizzata Telecom, per fare piu' soldi lo stato ha venduto tutto assieme rete e servizi. certo, un monopolista vale molto di piu' di un non monopolista, e dovevamo entrare in europa. mo' stiamo pagando.il vero snodo e' quando ci sara' la concessione del wimax. se fosse un'asta (e la mancanza di soldi dello stato fa propendere per questa ipotesi), i grossi poteri economici si accaparreranno le frequenze pagandole tanto (Telecom, vodafone, wind, 3...) in modo da bloccare lo sviluppo e la riduzione dei prezzi.se invece il criterio fosse l'innovazione e l'ammodernamento, si dovrebbe fare una "beauty contest", ovvero privilegiare chi una infrastruttura non la possiede gia', chi e' piu' piccolo, in modo da far crescere delle aziende.questo e' lo snodo delle TLC in italia, da cui passera' tutto, televisione (e mercato pubblicitario) compreso.se ci sara' un asta, resteremo in questo stato di cose.se ci sara' una beauty contest, potremo avere 2 "fili" nelle case, come in usa (dove c'e' telefono e cable tv) e a quel punto partirebbe la concorrenza, l'ammodernamento, l'innovazione, nuovi servizi e tariffe piu' basse.quando 30 anni fa si decise come gestire le frequenze tv il pubblico (e molti politici) non aveva idea di cosa sarebbe successo e dove saremmo oggi.allo stesso modo oggi il pubblico (e molti politici) non ha idea delle GRANDISSIME conseguenze che la regolamentazione delle frequenze del wimax avra'. ma il nodo e' tutto li.
  • Anonimo scrive:
    Ci manca solo...
    che se hai una rete wirelss dentro casa ti impongano di ingabbiare l'edificio con una maglia metallica perchè neanche una minima radiazione possa strisciare sul suolo pubblico :D :D :D :D :D Roba da matti!
    • diboo scrive:
      Re: Ci manca solo...
      - Scritto da: Anonimo
      che se hai una rete wirelss dentro casa ti
      impongano di ingabbiare l'edificio con una maglia
      metallica perchè neanche una minima radiazione
      possa strisciare sul suolo pubblico :D :D :D
      :D :D

      Roba da matti!Ssssstt !! Sta zitto che questi sono capaci farlo davvero.Forse non ci avevano pensato
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci manca solo...
        - Scritto da: diboo

        - Scritto da: Anonimo

        che se hai una rete wirelss dentro casa ti

        impongano di ingabbiare l'edificio con una
        maglia

        metallica perchè neanche una minima radiazione

        possa strisciare sul suolo pubblico :D :D :D

        :D :D



        Roba da matti!


        Ssssstt !! Sta zitto che questi sono capaci farlo
        davvero.
        Forse non ci avevano pensatoE tu rispondigli che già c'è la gabbia di Faraday attorno al palazzo...quelli non sapranno di cosa parli e andranno via soddisfatti. :D
  • Anonimo scrive:
    la miopia italiota
    Nelle città e zone limitrofe un nugolo di hotspot wi-fi privati e VPN ben settate potrebbe fare decollare, nelle zone urbane (dove non c'è almeno adsl è un po dura), quella cosa misteriosa che si chiama telelavoro (ovvero: come ti faccio risparmiare un ora e mezzo di traffico -che puoi spendere coi tuoi figli invece che a imprecare per strada- e qualche litro di carissimo petrolio al giorno -ovvero meno smog nei polmoni e più soldi in tasca per far "girare l'economia").Visto che da noi le industrie chiudono e gli operai in fabbrica sono un ricordo, ormai lavorano solo artigiani (fascia a bassa scolarizzazione) e terziario avanzato (diplomati/laureati, pagati meno degli artigiani... c'entrerà forse il fatto che i dipendenti non possono evadere? Chi lo sa), quindi solo buona parte dei secondi beneficerebbe di una simile cosa, ma sarebbe già un passo avanti.Casualmente però, di fatto è vietato, meglio pagare benzina e parcheggio quando non autostrada o treno (che inquinerà meno ma fa perdere anni di vita, ore di lavoro e scoppiare il fegato... i pendolari sanno di che parlo), vero? Nota di colore, il lavoro a progetto (cioè in teoria: io ti pago per fare la cosa X nel tempo Y se poi la fai da dove ti pare col portatile aziendale o qui cambia poco basta che lo fai bene) invece è permesso, che buffo!Mi fermo qui sennò alla fine somiglio all'emigrante che scrive a beppe grillo :(
    • Anonimo scrive:
      Re: la miopia italiota
      - Scritto da: Anonimo
      Nelle città e zone limitrofe un nugolo di hotspot
      wi-fi privati e VPN ben settate potrebbe fare
      decollare, nelle zone urbane (dove non c'è almeno
      adsl è un po dura), quella cosa misteriosa che si
      chiama telelavoro (ovvero: come ti faccio
      risparmiare un ora e mezzo di traffico -che puoi
      spendere coi tuoi figli invece che a imprecare
      per strada- e qualche litro di carissimo petrolio
      al giorno -ovvero meno smog nei polmoni e più
      soldi in tasca per far "girare l'economia").quotone!
      Visto che da noi le industrie chiudono e gli
      operai in fabbrica sono un ricordo, ormai
      lavorano solo artigiani (fascia a bassa
      scolarizzazione) e terziario avanzato
      (diplomati/laureati, pagati meno degli
      artigiani... c'entrerà forse il fatto che i
      dipendenti non possono evadere? Chi lo sa),evadono, evadono...facendo tre lavori in nero oltre a quello vero...
      quindi solo buona parte dei secondi beneficerebbe
      di una simile cosa, ma sarebbe già un passo
      avanti.
      Casualmente però, di fatto è vietato, meglio
      pagare benzina la lobby del petrolio, qui in italia l'aumento (senza considerare imposte) è stato più elevato che altrove. vedere l'ultimo numero di "auto"
      e parcheggio municipalizzate di solito, o società "private" in mano ad amici di amici...
      quando non autostradadi proprietà di quello che non aveva un soldo, se li è fatti prestare dalle banche promettendo un aumento dei pedaggi? mi pare ci sia una puntata di report sull'argomento monopoli ed ex monopoli...aghiacciante
      o treno (che inquinerà meno ma fa perdere anni di
      vita, ore di lavoro e scoppiare il fegato... i
      pendolari sanno di che parlo), vero? certo! io l'ho fatto per 5 anni...
      Nota di colore, il lavoro a progetto (cioè in
      teoria: io ti pago per fare la cosa X nel tempo Y
      se poi la fai da dove ti pare col portatile
      aziendale o qui cambia poco basta che lo fai
      bene) invece è permesso, che buffo!siamo in italia....
      Mi fermo qui sennò alla fine somiglio
      all'emigrante che scrive a beppe grillo :(quoto....tristemente_famoso
  • Anonimo scrive:
    Re: Possibile...
    Basta rendergli noto, invece di tanti tecnicismi, che grazie a tale decreto non avrà mai la possibilità di connettersi a gratis
  • Anonimo scrive:
    fanculo se è illegale
    io lo faccio lo stesso :@
    • Anonimo scrive:
      Re: fanculo se è illegale
      - Scritto da: Anonimo
      io lo faccio lo stesso :@In effetti rete4 sta ancora lì nonostante una sentenza della corte costituzionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: fanculo se è illegale
      L'ho fatto: io ed un amico abbiamo realizzato un link di 4 km per portare l'adsl da lui...chi se ne accorgerà mai??!! Le antenne sono delle parabole che si camuffano per bene di fianco a quelle satellitari con la sola differenza che non sono puntate in alto :-D, la rete è ben protetta... ipotizzando che anche qualcuno se ne accorga di questa rete (che potrebbe benissimo passare per la rete wifi del vicino...) chi mai potrebbe localizzare quali sino i nodi?Per me il problema è gia risolto...
      • HotEngine scrive:
        Re: fanculo se è illegale
        - Scritto da: Anonimo
        passare per la rete wifi del vicino...) chi mai
        potrebbe localizzare quali sino i nodi?Con la triangolazione...
        • Rex1997 scrive:
          Re: fanculo se è illegale
          - Scritto da: HotEngine
          - Scritto da: Anonimo


          passare per la rete wifi del vicino...) chi mai

          potrebbe localizzare quali sino i nodi?

          Con la triangolazione...Dato che il segnale è trasmesso con una antenna parabolica il segnale, rispetto ad altre antenne si disperde lateralmente alla stessa relativamente poco: ergo a meno di mettere una antenna collimata con la sorgente non rilevi il segnale...Per fare la triangolazione devi avere tre punti separati geograficamente sul piano, dai quali rilevare la direzione da cui arriva il segnale e da quando esistono le direttive HiGain è molto difficile fare triangolazioni....
          • Anonimo scrive:
            Re: fanculo se è illegale

            Dato che il segnale è trasmesso con una antenna
            parabolica il segnale, rispetto ad altre antenne
            si disperde lateralmente alla stessa
            relativamente poco: ergo a meno di mettere una
            antenna collimata con la sorgente non rilevi il
            segnale...Veramente basta passare in mezzo al segnale con una omnidirezionale. Provare per credere.
          • HotEngine scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            - Scritto da: Rex1997
            relativamente poco: ergo a meno di mettere una
            antenna collimata con la sorgente non rilevi il
            segnale...Certo, ma la cosa non è impossibile.
            Per fare la triangolazione devi avere tre punti
            separati geograficamente sul piano, dai qualiNe bastano due. La ricerca si fa con due antenne direttive localizzate in posti diversi. Al puntamento collimato le due rette partenti dalle antenne direttive si congiungono in un punto. Quello è il punto dove è posta la tua parabolica.
          • Anonimo scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            si ok ma per quanto sia fattibile...chi mai si prenderà la briga di farlo?
          • HotEngine scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            - Scritto da: Anonimo
            si ok ma per quanto sia fattibile...chi mai si
            prenderà la briga di farlo?La polpost? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            eh si va beh quando mai se ne accorgeranno e che è un link di 4 km...oltretutto che attraversa solo campagna...in un comune di 8000 abitanti...secondo me è un'ipotesi piuttosto remota...
          • Solvalou scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            la polizia, non appena ricevera' un esposto dai provider wireless che rileveranno disturbi sulla loro nuova linea.
      • Anonimo scrive:
        Re: fanculo se è illegale

        protetta... ipotizzando che anche qualcuno se ne
        accorga di questa rete (che potrebbe benissimo
        passare per la rete wifi del vicino...) chi mai
        potrebbe localizzare quali sino i nodi?Una volta intercettato il segnale, chiunque sappia usare un radiogoniometro. O, a scelta, chiunque abbia mai giocato alla caccia alla volpe.
      • Anonimo scrive:
        Re: fanculo se è illegale
        che attrezzatura avete usato per mettere su la cosa? io vorrei creare una lan con mio cugino che sta a qualche centinaio di metri da casa mia...
        • Anonimo scrive:
          Re: fanculo se è illegale
          - Scritto da: Anonimo
          che attrezzatura avete usato per mettere su la
          cosa? io vorrei creare una lan con mio cugino che
          sta a qualche centinaio di metri da casa mia...io invece la voglio fare con "a mio cugggino".
        • Anonimo scrive:
          Re: fanculo se è illegale
          access point linksys WAP54G,dischi di normali parabole da 60 e come illuminatore una antenna biquad (una cosa di questo tipo http://www.trevormarshall.com/biquad.htm)
          • bacarozz83 scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            quì trovate un gruppo di gente esperta che fa queste cosehttp://it.groups.yahoo.com/group/retiwirelesschiunque sia interessato e ci dia una mano è il benvenuto
          • Anonimo scrive:
            Re: fanculo se è illegale
            Domanda, devo collegare la mia adsl ad amici vicini di casa e alla mia ragazza. 50 metri in linea d'aria con villette di mezzo. Con il gommino dell'access point si fanno anche 250 metri in linea d'aria con un Centrino ma dentro i muri di casa, nemmeno a casa mia arriva a piano terra!E' normale?Devo mettere un'antenna esterna sul mio tetto e anche su quello della casa della mia ragazza o basta una paraboletta da me puntata verso casa sua? Perchè' da lei il tetto e' piu' o meno inaccessibile.Quale Access point mi consigliate, adesso ho un SITECOM.Marco- Scritto da: Anonimo
            access point linksys WAP54G,
            dischi di normali parabole da 60 e come
            illuminatore una antenna biquad (una cosa di
            questo tipo
            http://www.trevormarshall.com/biquad.htm)
Chiudi i commenti