Flipboard e il paywall del New York Times

La rivista fatta di feed RSS si assicura un partner di eccezione. E il suo muro contro la lettura a sbafo dei suoi contenuti. L'aggregatore fa carriera
La rivista fatta di feed RSS si assicura un partner di eccezione. E il suo muro contro la lettura a sbafo dei suoi contenuti. L'aggregatore fa carriera

Flipboard e il New York Times hanno collaborato per portare i contenuti protetti dal paywall del giornale tra i feed RSS a disposizione dell’app.

Sia Flipboard, l’app che permette di visualizzare in forma di “rivista” i feed RSS, che l’editore – che ha collaborato per apportare le necessarie modifiche tecniche – si dotano così di un canale di remunerazione alternativo.

Si tratta, infatti, della prima volta che Flipboard garantisce un’opzione a pagamento: i termini rimangono per il momento ancora riservati, ma il servizio permetterà ai lettori di accedere all’intero contenuto del giornale inserendo le proprie credenziali di login NYT .

Per i non abbonati rimangono accessibili i contenuti non protetti da paywall (le cosiddette top stories ), per gli abbonati si tratta invece della prima opzione di accesso attraverso una applicazione terza. ( C.T. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti