Fondò Hotmail. Ora sfida Microsoft Office

Sabeer Bhatia sfodera una suite per l'ufficio online che tenta di distinguersi dai concorrenti, come Google Docs, per la capacità di operare offline e integrarsi con Microsoft Office

Mumbai – Dopo che nel 1997 divenne milionario vendendo Hotmail a Microsoft , il noto imprenditore indiano Sabeer Bhatia è ora nuovamente a caccia di fortuna nel settore dei servizi online. A capo della società InstaColl di cui è co-fondatore, Bhatia ha deciso di esplorare il mercato delle suite per l’ufficio web-based : nonostante sia un settore già piuttosto affollato, Bhatia afferma di poter offrire agli utenti business “l’unica suite online in grado di abbracciare ed estendere Office 2007”.

Live Documents , questo il nome del prodotto, permette agli utenti di accedere alle classiche applicazioni per la produttività – elaboratore di testi, foglio di calcolo e programma per creare presentazioni – da un qualunque browser che supporti flash, e consente altresì agli utenti aziendali di collaborare e condividere documenti in tempo reale.

Se queste sono caratteristiche già offerte da molte altre suite per l’ufficio online, prime fra tutte il già affermato Google Docs , InstaColl sostiene che Live Documents si distingue dagli avversari per la capacità di lavorare sia in modalità online che offline , perché adotta un’interfaccia molto simile a quella di Microsoft Office 2007, e perché offre funzionalità che si trovano esclusivamente nell’ultima incarnazione di Office , quali le macro avanzate, gli stili delle tabelle, la formattazione condizionale di Excel 2007 e l’anteprima live di PowerPoint 2007.

L’azienda di Bangalore spiega che Live Documents utilizza un approccio ibrido services plus software : oltre alle applicazioni accessibili via browser, gli utenti potranno usufruire di un client desktop che, sotto forma di plug-in per Office, permette di utilizzare le applicazioni di quest’ultimo per lavorare sui documenti in modalità offline. Il client è inoltre in grado di mantenere una cache locale di tutte le modifiche e, una volta connesso ad Internet, di sincronizzare automaticamente i documenti con la versione web di Live Contacts. Nonostante la sbandierata affinità della suite online con Office 2007, il plug-in supporta esclusivamente Office 2000, XP e 2003.

La stretta integrazione tra Office e Live Documents è possibile anche grazie al pieno supporto di quest’ultimo ai formati di documento di Microsoft , incluso Open XML. La suite supporterà anche OpenDocument , e potrà così essere utilizzata per convertire i file di Office in ODF e viceversa.

“Live Documents trasforma le applicazioni di MS Office da software standalone statici in smart client capaci di connettersi ad Internet per semplificare la condivisione dei documenti (più persone possono modificare un documento nello stesso istante) e la loro gestione (sicurezza, controllo degli accessi e controlli di revisione) senza che gli utenti debbano rinunciare alla familiare interfaccia di Office”, si legge in un comunicato di InstaColl.

L’azienda afferma poi che la propria suite costa meno : “È più economica di Office 2007 perché sostituisce l’elevato costo di licenza di quest’ultimo con un più conveniente abbonamento annuale”. Le aziende possono anche acquisire in licenza Live Documents per farlo girare su di un server interno alla propria rete .

I prezzi di Live Documents non sono ancora stati annunciati, ma è già noto che per uso privato la suite sarà gratuita . Attualmente il servizio può essere provato solo richiedendo un invito, ma la disponibilità della versione pubblica dovrebbe essere questione di settimane.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti