Gadget mini, dall'Asia con furore

Da Taiwan arriva una versione "mini" dell'HTC One che di mini ha ben poco, mentre in Cina Xiaomi realizza un tablet che assomiglia a una versione plasticosa dell'iPad Mini di Apple

Roma – A poca distanza dal debutto del nuovo One (M8), HTC presenta la variante “ridotta” del suo smartphone di punta, One mini 2 : di ridotto, in realtà, il nuovo cellulare ha ben poco e anche lo schermo – per quanto di diagonale inferiore a M8 – non è dotato di dimensioni particolarmente contenute.

One mini 2 è infatti equipaggiato con un display da 4,5 pollici e risoluzione HD (1280×720 pixel), processore SoC dual-core Qualcomm (Snapdragon 400) con clock a 1,2 GHz, 1 Gigabyte di RAM, 16 GB di storage interno (espandibile grazie allo slot per la lettura di schede microSD) una fotocamera sul retro da 13 Megapixel (contro i 4 Megapixel di quella di One M8) e una sul davanti da 5 Megapixel.

Il supporto alla connettività è completo anche sul nuovo One mini (4G LTE e HSPA+ ove disponibili, WiFi, Bluetooth e DLNA), il sistema operativo è Android “KitKat” 4.4 con skin proprietaria HTC mentre i mercati di riferimento sono quello EMEA e asiatico. Il terminale sarà commercializzato a giugno con un prezzo ancora ignoto.

Un altro gadget “mini” già dal nome arriva dalla cinese Xiaomi, che con il suo Mi Pad intende offrire un mini tablet economico molto simile fin dall’interfaccia a un ipotetico iPad Mini in plastica. Le specifiche di questo tablet Android sono di tutto rispetto con display da 7,9″ e 2.048×1.536 pixel (equiparabile alla risoluzione Retina di Apple), SoC NVIDIA Tegra K1, 2 Gigabyte di RAM, 16 GB (o 64 GB) di storage, OS Android 4.4.2 con skin personalizzata.

Al di là di tutto, la caratteristica più interessante di Mi Pad è sicuramente il prezzo: il dispositivo costerà 270 dollari nella variante da 64 Gigabyte, mentre il mercato di riferimento è al momento quello cinese, con la distribuzione di una versione “beta” agli utenti disposti ad adottare un dispositivo ancora in fase di pre-produzione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FreedomFigh ter scrive:
    Brendan Eich - Ecco perché rimosso!
    E' la prima cosa che mi è venuta in mente, poi ho fatto qualche piccola ricerca e ho visto che non sono stato l'unico:http://voxday.blogspot.it/2014/05/why-brendan-eich-had-to-go.htmlhttp://www.redstate.com/2014/05/17/brendan-eich-removed-get-closed-source-drm-firefox/http://blogs.computerworlduk.com/open-enterprise/2013/11/brendan-eich-mozillas-cto-on-eme-and-drm/index.htmDi fatto si è opposto da sempre al DRM....Qualcuno ha ancora dubbi?
    • Leguleio scrive:
      Re: Brendan Eich - Ecco perché rimosso!

      E' la prima cosa che mi è venuta in mente, poi ho
      fatto qualche piccola ricerca e ho visto che non
      sono stato
      l'unico:

      http://voxday.blogspot.it/2014/05/why-brendan-eich

      http://www.redstate.com/2014/05/17/brendan-eich-re

      http://blogs.computerworlduk.com/open-enterprise/2


      Di fatto si è opposto da sempre al DRM....Brendan Eich si è dimesso spontaneamente, mettiamo i puntini sulle i.Essere al vertice dell'azienda aiuta, ma se la maggioranza vota per il DRM c'è poco da fare. E mi pare che in questo caso fosse così: se Brendan Eich fosse rimasto, sarebbe stato messo in minoranza sulla questione del DRM, alla fine avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni per una questione tecnica anziché per una donazione fatta diversi anni prima. Cosa cambiava?Sul contorno della vicenda: già all'epoca diversi osservatori avevano riferito che dietro quella campagna c'erano lotte di potere interne alla fondazione Mozilla, la donazione era un pretesto. Ora sappiamo anche qual era la fazione che dall'interno remava contro Eich, tutto qui.
  • bradipao scrive:
    non credo alla sandbox open source
    Non credo alle rassicurazioni sulla sandbox open source.Il DRM che vogliono i content provider è quello che non può essere scavalcato, quello in cui tutto il "path" del contenuto è blindato.Ma se la sandbox è effettivamente una "sandbox", allora ha controllo su tutto quello che entra ed esce, violando la blindatura del path. Se invece la sandbox permette al plugin di decriptazione (il CDM) l'acXXXXX diretto alla gpu scavalcando persino l'OS, allora non è una sandbox. (in quest'ultimo caso si aprirà il nuovo inferno di falle e 0-day di sicurezza, visto che il CDM avrà diritti per certi versi superiori al sistema operativo)In ogni caso, l'implementazione delle Encrypted Media Extension in Firefox, permetterà a chi sviluppa i Content Decryption Module (di fatto sono come un plugin Flash) di scegliere su quali piattaforme hardware e software permettere la riproduzione dei contenuti. Se non fanno il plugin CDM per Firefox su Linux, niente video con DRM. Se il plugin CDM rileva che sta girando su un fork di Firefox, potrebbe impedire la riproduzione (anche quella legittima).
    • krane scrive:
      Re: non credo alla sandbox open source
      - Scritto da: bradipao
      Non credo alle rassicurazioni sulla sandbox open
      source.
      Il DRM che vogliono i content provider è quello
      che non può essere scavalcato, quello in cui
      tutto il "path" del contenuto è
      blindato.
      Ma se la sandbox è effettivamente una "sandbox",
      allora ha controllo su tutto quello che entra ed
      esce, violando la blindatura del path. Se invece
      la sandbox permette al plugin di decriptazione
      (il CDM) l'acXXXXX diretto alla gpu scavalcando
      persino l'OS, allora non è una sandbox. (in
      quest'ultimo caso si aprirà il nuovo inferno di
      falle e 0-day di sicurezza, visto che il CDM avrà
      diritti per certi versi superiori al sistema
      operativo)

      In ogni caso, l'implementazione delle Encrypted
      Media Extension in Firefox, permetterà a chi
      sviluppa i Content Decryption Module (di fatto
      sono come un plugin Flash) di scegliere su quali
      piattaforme hardware e software permettere la
      riproduzione dei contenuti. Se non fanno il
      plugin CDM per Firefox su Linux, niente video con
      DRM. Se il plugin CDM rileva che sta girando su
      un fork di Firefox, potrebbe impedire la
      riproduzione (anche quella legittima).Sono stato anni senza sirverlight su linux, e ora la rai ha cambiato. Posso stare senza contenuti con DRM.
      • il signor rossi scrive:
        Re: non credo alla sandbox open source
        - Scritto da: krane

        Sono stato anni senza sirverlight su linux, e ora
        la rai ha cambiato. Posso stare senza contenuti
        con
        DRM.Oddio, finalmente! Ce ne hanno messo di tempo... grazie della segnalazione! :)
        • sentinel scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          perfetto! Possiamo finalmente disinstallare sirverlight!!! :)
          • bubba scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: sentinel
            perfetto! Possiamo finalmente disinstallare
            sirverlight!!!
            :)si una specie... ora l'abitudine principale e' usare 2 varianti di http smoothstream : Smooth Streaming format di Microsoft Silverlight (ism) e Apple HTTP Live Streaming (m3u8-aapl) [2 XXXXXcce]... http redirect+playlist+ chunk h264+aac.... Cmq gli "indefessi cantinari" hanno gia implementato abbastanza bene lo smooth in libav/ffmpeg/vlc.Poi 'sopra' (o a fianco di) questo c'e' l'abitudine di spacciare questa roba via Flash, embeddando un player swf.Tutto superabile +- ... pero' se si mettessero a fare "roba pulita" e non cambiassero dettagli 1 volta al mese :P ,sarebbe MOLTO meglio.PS: se ci sono novita' dell'ultima ora non so.. io ero rimasto a questo
      • bradipao scrive:
        Re: non credo alla sandbox open source
        - Scritto da: krane
        Sono stato anni senza sirverlight su linux, e ora
        la rai ha cambiato. Posso stare senza contenuti
        con DRM.Il problema vero non è il DRM, visto che già adesso i content provider possono usare flash o silverlight per fornire contenuti con DRM.E' il fatto che EME venga messo nello standard HTML. E' la testa di ponte per prendere possesso del formato stesso. Metti che un giorno i siti decidano di mettere le immagini nelle pagine HTML tramite EME, così da poterle visualizzare, ma non salvare.
        • krane scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          - Scritto da: bradipao
          - Scritto da: krane

          Sono stato anni senza sirverlight su

          linux, e ora la rai ha cambiato. Posso

          stare senza contenuti con DRM.
          Il problema vero non è il DRM, visto che
          già adesso i content provider possono
          usare flash o silverlight per fornire
          contenuti con DRM.
          E' il fatto che EME venga messo nello
          standard HTML. E' la testa di ponte per
          prendere possesso del formato stesso.
          Metti che un giorno i siti decidano di
          mettere le immagini nelle pagine HTML
          tramite EME, così da poterle visualizzare, ma
          non salvare.Infatti, voglio un plughin per non usarlo !
          • Prozac scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: krane
            Infatti, voglio un plughin per non usarlo !azz : :D
        • lorenzo scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          Screenshoot e passa la paura ...
        • panda rossa scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          - Scritto da: bradipao
          Metti che un giorno i siti
          decidano di mettere le immagini nelle pagine HTML
          tramite EME, così da poterle visualizzare, ma non
          salvare.Quindi disabiliterebbero pure la possibilita di fare uno screenshot dello schermo?
          • axl scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: bradipao

            Metti che un giorno i siti

            decidano di mettere le immagini nelle pagine
            HTML

            tramite EME, così da poterle visualizzare,
            ma
            non

            salvare.

            Quindi disabiliterebbero pure la possibilita di
            fare uno screenshot dello
            schermo?la regola è semplice... finchè gira sul mio schermo non possono imperdirmi di copiarlo..
          • bradipao scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: axl
            la regola è semplice... finchè gira sul mio
            schermo non possono imperdirmi di copiarlo..Non è detto. Se il CDM va a scrivere direttamente nell'hardware overlay della GPU (cosa che alcuni sistemi di DRM già fanno), lo screenshot non funziona (perchè fotografi un altro buffer video, che è vuoto).
          • Padania libera scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: bradipao
            Non è detto. Se il CDM va a scrivere direttamente
            nell'hardware overlay della GPU (cosa che alcuni
            sistemi di DRM già fanno), lo screenshot non
            funziona (perchè fotografi un altro buffer video,
            che è
            vuoto).Con un po' di sano hooking passa la paura ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: bradipao
            - Scritto da: axl

            la regola è semplice... finchè gira sul mio

            schermo non possono imperdirmi di copiarlo..

            Non è detto. Se il CDM va a scrivere direttamente
            nell'hardware overlay della GPU (cosa che alcuni
            sistemi di DRM già fanno), lo screenshot non
            funziona (perchè fotografi un altro buffer video,
            che è
            vuoto).Qualunque cosa faccia la scheda video, poi il segnale esce dalla porta VGA per entrare nel monitor, e li' transita in chiaro e lo catturi.Questa cosa che vogliono fare potrebbe funzionare solo sugli smartphone, non certo su un PC.
          • krane scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: bradipao

            - Scritto da: axl


            la regola è semplice... finchè gira sul
            mio


            schermo non possono imperdirmi di
            copiarlo..



            Non è detto. Se il CDM va a scrivere
            direttamente

            nell'hardware overlay della GPU (cosa che
            alcuni

            sistemi di DRM già fanno), lo screenshot non

            funziona (perchè fotografi un altro buffer
            video,

            che è

            vuoto).

            Qualunque cosa faccia la scheda video, poi il
            segnale esce dalla porta VGA per entrare nel
            monitor, e li' transita in chiaro e lo
            catturi.

            Questa cosa che vogliono fare potrebbe funzionare
            solo sugli smartphone, non certo su un
            PC.E se il pc ha solo porte HDMI ?
          • panda rossa scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: krane

            E se il pc ha solo porte HDMI ?Allora non e' il mio pc.
          • Panda Rotta scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: krane




            E se il pc ha solo porte HDMI ?

            Allora non e' il mio pc.Bene, così tra un annetto ti potrai dare all'ippica.
          • cicciobello scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            Sai leggere? Non ha detto che il suo pc non deve avere la porta hdmi, ha solo detto che deve averne anche altre.
          • panda rossa scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            - Scritto da: Panda Rotta
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: krane







            E se il pc ha solo porte HDMI ?



            Allora non e' il mio pc.

            Bene, così tra un annetto ti potrai dare
            all'ippica.Ci rileggiamo qui tra un annetto, poco dopo mezzogiorno.
          • cicciobello scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            A parte il fatto che hdcp è stato definitivamente craccato nel 2010 e la master key è nota da allora, non serve affatto registrare da hdmi (come non serviva registrare dalla vga); si fa tutto a livello software ... ammesso che ce ne sia bisogno (di solito i film in streaming si trovano senza nessun drm)
          • cicciobello scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source
            Hai mai visto un videoregistratore con ingresso vga? Certo, si potrebbe costruire, ma io non ne ho mai visti in giro.Anche se costruissi un cavo adattatore da vga a scart, poi, potresti vederlo sulla tv, ma non registrarlo (almeno non con un videoregistratore vhs): il segnale video analogico, infatti, si può trasmettere in vari modi: come segnale RGB (richiede tre cavi, uno per il rosso, uno per il verde e uno per il blu), o in modo composito (il classico cavo del video RCA contiene quel segnale).Una presa SCART contiene sia i PIN per l'RGB (non tutti i cavi però li sfruttano), sia il segnale video composito (che ha una qualità più bassa). Alcuni decoder satellitari o lettori dvd inviavano il segnale sia in composito che in rgb... se usavi un cavo scart normale, che ti passava solo il composito, potevi vedere il video, ma se usavi un cavo scart RGB (li riconoscevi perché il cavo era più spesso) la qualità video era decisamente migliore.Un normale videoregistratore, però, registrava solo il segnale composito (sul nastro non era proprio prevista la traccia per il segnale RGB, mancava fisicamente lo spazio); potevi comunque registrare da un decoder satellitare, perché c'erano entrambi i segnali (composito e RGB); perdevi un po' di qualità, ma era accettabile.Un cavo VGA, invece, contiene solo il segnale RGB; potresti quindi trasferire tale segnale su un cavo SCART, e visualizzarlo su un televisore analogico, ma non potresti registrarlo, perché manca il segnale composito (e il videoregistratore registra solo quello). Ti servirebbe un videoregistratore analogico RGB, e si tratta di un apparecchio professionale (se vuoi andare a chiedere in qualche emittente televisiva se per caso ne hanno uno che non usano più...).Oppure ti servirebbe un qualche miscelatore che trasformi il segnale da RGB in composito... ma il video analogico sta sparendo, quindi non so dove potresti trovarlo.
          • cicciobello scrive:
            Re: non credo alla sandbox open source

            Non è detto. Se il CDM va a scrivere direttamente
            nell'hardware overlay della GPU (cosa che alcuni
            sistemi di DRM già fanno), lo screenshot non
            funziona (perchè fotografi un altro buffer video,
            che è
            vuoto).E come fai ad accedere alla GPU? Una sandbox ben fatta può usare hardware virtualizzato: il programma "crede" di scrivere nella GPU, invece scrive su un buffer virtuale che si trova nella normale RAM.
        • ... scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          - Scritto da: bradipao
          Metti che un giorno i siti
          decidano di mettere le immagini nelle pagine HTML
          tramite EME, così da poterle visualizzare, ma non
          salvare.e quei siti verranno snobbati alla grande in favore di chi le immagini continuerà a fartele salvare.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: non credo alla sandbox open source
        contenuto non disponibile
        • Sg@bbio scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          Come si fa?
        • bubba scrive:
          Re: non credo alla sandbox open source
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: krane


          Sono stato anni senza sirverlight su linux

          pensa che io, winaro convinto ,non l'ho mai
          voluto installare e mai ne ho sentito la
          mancanza.

          Tra l'altro con l'app della RAI di Ipad si
          scaricano i file in chiaro se proprio uno
          vuole."scaricare" mi sembra una parola grossa, visto che l'abitudine e' mandare in http smoothstream (anzi live stream nel apple jargon). Forse 'dumpare'... (cosa che libav/ffmpeg e vlc permette di fare .. ovviamente non ho device apple e parlo di roba open che conosco...).
      • Funz scrive:
        Re: non credo alla sandbox open source
        - Scritto da: krane
        Sono stato anni senza sirverlight su linux, e ora
        la rai ha cambiato. Posso stare senza contenuti
        con
        DRM.Idem. Tanto il 90% della roba che mi interessa non arriva nemmeno, in Italia.
  • ILBaK scrive:
    Decide l'utenza...
    Premetto di essere personalmente MOLTO contrario ai DRM, però penso che alla fine la vera decisione spetti solo all'utenza... Non è negando una scelta che si risolve il problema, ma offrendo alternative e spiegando cosa rappresenta...Per quanto riguarda Firefox sarà una scelta di marketing sicuramente ma non mi sembra così oltraggiosa visto che già da tempo è fuori dalle distribuzioni puramente libere...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Decide l'utenza...
      contenuto non disponibile
      • ILBaK scrive:
        Re: Decide l'utenza...
        Tieni presente che non sono a favore dei DRM, come ho precisato nel messaggio precedente... Non giustifico Mozilla, dico solo che alla fine è anche quella un'azienda che deve monetizzare e deve farlo coi mezzi congeniali...Capisco perfettamente il tuo discorso ma non penso che la risposta più adatta sia attaccarsi a queste cose... La risposta ai denari ed allo strapotere bisogna "semplicemente" (non è facile lo so!) darla con una contro-offerta che sia sempre valida e accessibile. Un esempio: il naufragare di Silverlight, adottato a fior di quattrini da diversi produttori di contenuti e adesso in abbandono... O la crescita esponenziale di Open/Libre Office negli uffici...Dalla FSF mi aspetterei questo... Diffusione del messaggio in maniera intelligente (non far passare l'open come "la buona abitudine che non prenderò mai") e supporto diretto di quei progetti utili ad offrire alternative...Per il resto possiamo stare qui a ripeterci che è un mondo difficile e le multinazionali cattive, ma lo sappiamo già benissimo e sappiamo che le cose non cambiano solo ripetendolo tra noi... :)
  • ... scrive:
    scommetto che...
    uscira' il fork sprovvisto di drm. apt-get install iceweasel-nodrm
    • giuseppe bertucci scrive:
      Re: scommetto che...
      io scommetto che iceweasel uscira' sprovvisto di drm in toto... direttamente senza i moduli drm.
  • Lorenzo scrive:
    DRM ... inutile e dannoso ...
    Il DRM non ha alcuna utilita' pratica per l'utente se non dargli noie , personalmente preferisco rinunciare diretamente ad un contenuto protetto con DRM anche se non pretendo che facciano tutti cosi'; per quanto riguarda i software mi basta un flag da qualche parte " non scaricare il codice per decodificare i DRM " . Anche se riflettendoci la via di mozilla non e' male pero' ... sandbox opensource quindi utilizzabile anche fuori da firefox se si fa girare la sandbox all'interno di un altro software si puo' mandare lo stream in uscita tranquillamente su file invece che a video ...
  • Fabio scrive:
    DRM si o no? seconda parte
    Per quanto riguarda invece le performance, succederà come il plug-in del flash. Si dovrà creare un sand-box che racchiuda la logica di decrypt per poi far fluire l'informazione visibile sul browser. La domanda che dovranno pensare gli ingegneri di firefox sarà se scaricare il tutto e poi decryptare, riuscire a scaricare a blocchi l'informazione e decryptarne un po alla volta, o imporre che il lavoro sia fatto lato server cosi da scaricare normalmente l'informazione una volta che il server è riuscito a decptarlo... non sarà facile prendere questa decisione ed imporrà scelte molto difficili. Se si opterà per la terza via, il browser non avrà cambiamenti importanti ma si dovranno fare alleanze con aziende del settore per immagazinare il dato sul server. Se fosse invece scelta la prima via, beh, il browser sarà lentissimo con 100% di proXXXXXre utilizzato....
  • Fabio scrive:
    DRM si o no
    il drm sarà messo per decriptare video ed audio in primis ma sarà poi quasi sicuramente aumentato per tutti i vari contenuti sul web cosi da poter aver garantito il diritto d'autore. Per fare ciò, servirà una chiave scaricata da qualche parte come firma digitale che "apre", quindi decripta, le informazioni. Tutto questo per aumentare l'eCommerce digitale. Nel futuro non ci sarà + pochi eCommerce come Apple o Amazon store ma chiunque voglia implementare un eCommerce anche privatamente rendendo quindi un DRM standard nell'HTML. Come si evince chiaramente, chiunque potrà essere la propria casa discografica o editore... Non mi piace minimamente il DRM ma forse x questa cosa, si potrà aprire un mondo diverso da adesso scardinando i dogmi e le lobby in questo settore.
  • axl scrive:
    seriamente
    non ho capito dove sta i drm.. per cosa ??
    • Carlo scrive:
      Re: seriamente
      Se riformuli la domanda, forse qualcuno capisce te...
    • axl scrive:
      Re: seriamente
      no seriamente.. che problema c'è sul fatto che su firefox ci saranno contenuti che supportano il DRM.. ?
      • dont feed the troll - Back Again scrive:
        Re: seriamente
        - Scritto da: axl
        no seriamente.. che problema c'è sul fatto che su
        firefox ci saranno contenuti che supportano il
        DRM..
        ?I DRM sono il male e vanno rifiutati a priori
        • Nauseato scrive:
          Re: seriamente
          - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
          - Scritto da: axl

          no seriamente.. che problema c'è sul fatto
          che
          su

          firefox ci saranno contenuti che supportano
          il

          DRM..

          ?
          Come principio lo condivido a pieno.E se non aggiorno Firefox, cosa succede? Premesso che non mi accosterò mai ad alcun contenuto che puzza di DRM, manco quando sarà possibile decodificarlo con mezzi alternativi, se conservo il mio amato FireFox come è ora (impedendo updates automatici di default o ripristinando ogni volta la versione "pulita"), per lo meno non avrò tra i piedi una palla di sterco superflua, che dubito non pesi sulle prestazioni anche se è dormiente o credo che lo sia.Appello a tutti i benpensanti: mettete i DRM in condizione di non nuocere!
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: seriamente
        contenuto non disponibile
        • NemoTizen scrive:
          Re: seriamente
          è chiaro che vogliono trovare un modo per monetizzare anche senza google, non gli si può dare torto, visto i nuovi sviluppi...Perchè google deve continuare a sponsorizzare un concorrente?Per me il drm non va integrato finchè non sarà il mercato a richiederlo...solo cosi possono tener fede alla famosa frase l'utente viene prima.
          • Nauseato scrive:
            Re: seriamente
            - Scritto da: NemoTizen
            è chiaro che vogliono trovare un modo per
            monetizzare anche senza google, non gli si può
            dare torto, visto i nuovi
            sviluppi...
            Perchè google deve continuare a sponsorizzare un
            concorrente?
            Per me il drm non va integrato finchè non sarà il
            mercato a
            richiederlo...
            solo cosi possono tener fede alla famosa frase
            l'utente viene
            prima.Per me andrebbe mantenuta la versione liscia, no drm, in tutto eguale a quella con drm ma senza lo sterco dentro: non dovrebbe comportare apprezzabile sforzo supplementare. Sarò poi il mercato o meglio l'utenza a decidere cosa usare. I mastini del sopruso ehm del diritto d'autore non ci renderanno accessibili i loro favolosi contenuti nel browser ribelle? Va bene così, affare fatto, rien ne va plus!
          • axl scrive:
            Re: seriamente
            no no lo so anche io che il drm è il male... intendevo dire "chissenefrega" se firefox supporta il drm.. a me utente cosa cambia ? mi sa nulla di nulla, perchè tanto tutto ciò che sta sotto drm non lo uso..
          • krane scrive:
            Re: seriamente
            - Scritto da: axl
            no no lo so anche io che il drm è il male...
            intendevo dire "chissenefrega" se firefox
            supporta il drm.. a me utente cosa cambia ? mi
            sa nulla di nulla, perchè tanto tutto ciò che
            sta sotto drm non lo uso..Come fai a sapere che non lo stai usando ?Se il plughin non ci fosse sarei sicuro di non usarlo, cosi' no.
          • Prozac scrive:
            Re: seriamente
            - Scritto da: krane
            Come fai a sapere che non lo stai usando ?
            Se il plughin non ci fosse sarei sicuro di non
            usarlo, cosi'
            no.Ho notato che lo scrivi in quel modo in tutti i post...So che la netiquette prevede di essere tolleranti verso gli errori di ortografia; ma, allo stesso tempo, dice anche che l'utente dovrebbe migliorare il proprio modo di scrivere. Così... prendilo come un suggerimento, non come una critica:Plug <b
            H </b
            in non si può proprio leggere!!!! http://it.wikipedia.org/wiki/Plugin_%28informatica%29
          • Prozac scrive:
            Re: seriamente
            - Scritto da: krane
            Sono quelle parole che non si scrivono
            praticamente
            mai... ;)
          • t a n y s t r o p h e u s scrive:
            Re: seriamente

            Sono quelle parole che non si scrivono
            praticamente
            mai...La scusa non torna: allora avresti dovuto scrivere "plaghin" :-)
          • axl scrive:
            Re: seriamente
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: axl

            no no lo so anche io che il drm è il male...

            intendevo dire "chissenefrega" se firefox

            supporta il drm.. a me utente cosa cambia ?
            mi

            sa nulla di nulla, perchè tanto tutto ciò che

            sta sotto drm non lo uso..

            Come fai a sapere che non lo stai usando ?
            Se il plughin non ci fosse sarei sicuro di non
            usarlo, cosi'
            no.il contenuto protetto da drm dovrebbe essere a pagamento, no ?
          • krane scrive:
            Re: seriamente
            - Scritto da: axl
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: axl


            no no lo so anche io che il drm è il
            male...


            intendevo dire "chissenefrega" se firefox


            supporta il drm.. a me utente cosa cambia ?

            mi


            sa nulla di nulla, perchè tanto tutto ciò
            che


            sta sotto drm non lo uso..



            Come fai a sapere che non lo stai usando ?

            Se il plughin non ci fosse sarei sicuro di non

            usarlo, cosi'

            no.

            il contenuto protetto da drm dovrebbe essere a
            pagamento, no ?Non necessariamente: la prima dose e' gratis...
Chiudi i commenti