Garante ispeziona banca online

Garante ispeziona banca online

Un utente dal sito dell'istituto era riuscito ad accedere ai dati di altri clienti. L'Ufficio del Garante per la privacy indaga, senza nominare la banca. Un evento che danneggia tutto l'e-banking
Un utente dal sito dell'istituto era riuscito ad accedere ai dati di altri clienti. L'Ufficio del Garante per la privacy indaga, senza nominare la banca. Un evento che danneggia tutto l'e-banking


Roma – Nel massimo riserbo sul nome dell’istituto di credito coinvolto, il Garante per la privacy ha confermato di aver dato ordine di avviare una indagine nei sistemi informatici di una banca online.

L’iniziativa del Garante, la prima di questo tipo, si deve al ricorso di un utente internet cliente dell’istituto, allarmato dal fatto che dal proprio conto fosse possibile, con poche operazioni, accedere ai dati di altri clienti della medesima banca.

“Un fatto – si legge in una nota diffusa dal Garante – ritenuto grave dall’Authority, considerate anche le prospettive di sviluppo del settore dell’e-banking e il coinvolgimento di molti cittadini ed operatori. L’intento del Garante attraverso l’ispezione è quello di verificare i sistemi di sicurezza adottati dall’istituto di credito e il loro grado di affidabilità riguardo alla tutela della riservatezza dei dati personali della clientela”.

Sebbene sia evidente che l’annuncio dell’ispezione in assenza di un nome renda più difficile agli utenti italiani fidarsi in questi giorni di qualsiasi sistema di e-banking, il Garante ha tenuto a spiegare di voler “accertare come si sia potuto verificare l’ingresso nella banca dati e quali diverse misure di sicurezza siano state poi adottate per assicurare la confidenzialità e l’integrità dei dati relativi alla clientela”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 01 2003
Link copiato negli appunti