Gartner, spesa per l'IT al ribasso

L'istituto di ricerca corregge al ribasso le previsioni di crescita per l'IT mondiale durante l'anno 2013. La colpa è dei PC che non vendono, certo, ma soprattutto del cambio del dollaro.

Roma – Gartner ha diffuso le nuove previsioni sulla spesa dell’IT mondiale per l’anno 2013, riducendo in maniera sensibile le cifre in gioco, per cause interne ma anche esterne al mercato. Nel complesso i numeri sono sempre positivi, ma la percentuale di crescita si è dimezzata.

La società di analisi stima ora che, alla fine del 2013, la spesa mondiale per l’IT arriverà a 3,7 milioni di miliardi di dollari, un incremento del 2 per cento rispetto ai 3,7 milioni di miliardi del 2012 contro il 4,1 per cento di crescita stimato in precedenza.

La causa principale della mancata crescita al 4 per cento, spiega Gartner, va imputata alle recenti modifiche al tasso di cambio del dollaro decise dalle autorità monetarie degli States, anche se i risultati in negativo registrati nel corso dei primi mesi dell’anno fanno naturalmente la loro parte per aggravare il trend.

La riduzione della spesa sui nuovi PC continua a impattare negativamente sul mercato, dice Gartner, e i nuovi dispositivi in arrivo nella seconda parte del 2013 non saranno in grado di “compensare la sostanziale debolezza nel tradizionale mercato dei PC”. Cresceranno i tablet (+39 per cento) e i cellulari (+9,3 per cento), dice ancora Gartner, e la spesa complessiva del settore “dispositivi” si assesterà sui 695 miliardi di dollari.

Il settore per cui la società statunitense prevede l’incremento più sostenuto è quello del software enterprise (+6,4 per cento per 304 miliardi di dollari) grazie a una accresciuta richiesta dei software CRM (Customer Relationship Management), mentre all’altro capo dello spettro si posizionano i servizi di telecomunicazioni con lo 0,9 per cento di crescita e un valore di 1,65 milioni di miliardi di dollari. Si tratta comunque di un cambio di rotta rispetto al -0,7 per cento dell’anno passato, dice Gartner.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • . . . scrive:
    Re: Risultato di questa raccolta...
    ah ah ah vero.Allora io che non ne ricevo cosa dovrebbe dedurre, che sono come Rocco ? :)
    • Skywalkersenior scrive:
      Re: Risultato di questa raccolta...
      - Scritto da: . . .
      ah ah ah vero.
      Allora io che non ne ricevo cosa dovrebbe
      dedurre, che sono come Rocco ?
      :)O come Vendola? :-P
  • Marco scrive:
    e se...
    E se fosse un modo per collettare altri dati, questa volta in modo legale (se tu che chiedi di farlo)!?!?!?
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: e se...
      Viste le evidenze emerse con il Datagate, direi che a questo punto la cosa è ininfluente. O no?
      • Marco scrive:
        Re: e se...
        E' tutt'altro che ininfluente, questo giro le avrebbero ottenute in modo legale, con tanto di autorizzazione dell'utente a razzolare nella propria posta. ;)
        • . . . scrive:
          Re: e se...
          Infatti, se mai con il Datagate si arrivasse a decide di eliminare tutti i metadati raccolti (ammesso che siano solo quelli e che lo facciano veramente), questi invece rimarrebbero in quanto è l'utente stesso a richiederlo. Molti vi si buttano a pesce per capire cosa Google riesce a tirar fuori o per semplice curiosità. Però ho la netta sensazione, perché non ci voglio provare neanche, che il risultato del progetto Immersion non sarà molto affidabile e secondo me apposta in modo di far credere che alla fine non ci sia nulla di così pericoloso. In realtà i procedimenti utilizzati potrebbero essere molto più complessi e potrebbero non riguardare solo i metadati.
      • . . . scrive:
        Re: e se...
        Direi proprio di no.
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: e se...
      Stavo per scrivere la stessa cosa, tra l'altro notare che supporta solo Google, uno dei soggetti coinvolti.
    • Funz scrive:
      Re: e se...
      - Scritto da: Marco
      E se fosse un modo per collettare altri dati,per questo orrendo neologismo anglofilo meriteresti tu un altro colletto, anzi, una garrota :p
Chiudi i commenti