Giappone, proprio come Murdoch-san

Il giornale economico Nikkei ha istituito un pedaggio, blocca i link ai propri contenuti e disabilita le funzioni del tasto destro sulle proprie pagine

Roma – Nikkei, il più importante giornale economico giapponese, ha rifatto i propri conti e deciso di far diventare a pagamento le proprie notizie online . Ma ha superato anche la strategia seguita da Murdoch e dal modello editoria contrario l’accesso gratuito, imponendo un sistema di controllo dei link a indirizzati alle sue pagine.

Intorno al pay per read stabilito anche da una serie di giornali anglofoni (tra cui il Times e il Wall Street Journal ) l’editore giapponese ha deciso di mettere una serie di recinzioni ulteriori ad alzare il muro intorno ai contenuti. In particolare Nikkei ha predisposto un sistema per cui anche per creare un semplice link alla sua homepage occorre effettuare una richiesta scritta e motivata. Il tutto, spiega Nikkei, per impedire che i contenuti vengano linkati a siti “inappropriati”, tra cui – si legge ancora – quelli che intendono “diffondere e manipolare le notizie con lo scopo di influenzare i mercati finanziari”.

“Si prega di inviare una mail a e-media@eur.nikkei.com con le informazioni relative al vostro sito – si legge in una nota esplicativa della nuova politica – I link alla nostra homepage sono generalmente accettati, tuttavia manteniamo il diritto di rigettare i link non approvati”.

Inoltre sulle pagine digitali del giornale sono state disabilitate le opzioni del tasto destro , tra le quali figura copia link .

Nella nota che descrive la nuova policy in materia di link il giornale spiega inoltre che “si riserva di chiedere danni per qualsiasi violazione di queste regole”.

Nu8merosi osservatori si sono mostrati indignati per la decisione del quotidiano finanziario: non tanto per il pedaggio per la lettura quanto proprio per il blocco dei link. Che sembra andare contro alla filosofia fondante di Internet. “Nikkei pensa che può andare online tagliandosi dalla Rete” scrive il giornalista Toshinao Sasaki. Comportamento che, peraltro, relegherebbe i media tradizionali giapponesi un passo indietro rispetto alla frontiera online. Anche perché sono anche le altre testate a mantenere posizioni difensive: il Daily Yomiuri Online e Asahi.com , per esempio, mettono online solo una versione sintetica dei propri pezzi e senza foto , puntando ancora fermamente sulle proprie edizioni cartacee. Modello questo che, per il momento, sembra tuttavia aver permesso ai giornali nipponici di contenere l’emorragia di lettori che ha colpito i colleghi in altre parti del mondo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea scrive:
    Apocalittici e integrati
    Si ripropone anche in questo caso uno scontro fra apocalittici e integrati, con una bella riproposizione in chiave tecnologica della teoria dell'ago ipodermico. Calamari e Doctorow ovviamente sono dalla parte degli apocalittici, che però magari Windows lo usano eccome. Sono critico verso questa interpretazione perché caro Marco, you are a consumer too. E come ha detto Joel Johnson in risposta a Cory Doctorow: I'm glad the Apple ][+ came with schematics for the circuit boards. I'm glad it encouraged a generation of kids to tinker and explore. I'm also glad that I don't live in the fucking '70s and have to type in programs from a magazine anymore.Critica costruttiva comunque caro Marco, mi piace molto questa discussione in corso. :)
    • CCC scrive:
      Re: Apocalittici e integrati
      - Scritto da: Andrea
      Si ripropone anche in questo caso uno scontro fra
      apocalittici e integrati, direi più tra esseri dotati di senso critico e consapevolezza e tra greggi di consumatori*consumisti passivi ed inconsapevoli
      Calamari e Doctorow ovviamente sono dalla parte
      degli apocalittici, che però magari Windows lo
      usano eccome.si si certo... magari li hai anche visti con i tuoi occhi mentre lo usavano...ma se anche lo usassero, se anche stallman lo usasse, se anche il dalai lama domani diventasse nazista, se anche arrivassero i marziani... che cosa c'entra questo con il contenuto e la tesi dell'articolo???
      Sono critico verso questa interpretazione perché
      caro Marco, you are a consumer too.Io invece sono critico verso questa tua interpretazione, caro Andrea, perché c'è consumer e consumer...c'è il consumer attento, critico, consapevole, sobrio ecc. e c'è il consumer che si beve tutto...tu ovviamente, per quanto dici, sei fra questi ultimi
      E come ha detto Joel Johnson in risposta a Cory
      Doctorow:

      I'm glad the Apple ][+ came with schematics for
      the circuit boards. I'm glad it encouraged a
      generation of kids to tinker and explore. I'm
      also glad that I don't live in the fucking '70s
      and have to type in programs from a magazine
      anymore.a parte che tra un pò se provi anche solo a svitare una vite da un qualsiasi device apple ti denunciano e chiedono la pena di morte, questo ragionamento che citi, con tutta evidenza, non è né apocalittico né integrato: è semplicemente un ragionamento da membro di segugio...sai cosa direbbe Antonio De Curtis, noto Totò, in risposta a Joel Johnson?direbbe: "prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr"
      • ExtraT scrive:
        Re: Apocalittici e integrati
        e sai che cosa TI direbbe un utente che dovesse ricopiarsi da una rivista tutto il codice (rigorosamente assembly) di word (o anche un'altra applicazione qualsiasi) completo di plug ins, applicazioni di supporto, librerie etc etc, per poter scrivere due XXXXXXXte alla morosa?ehm, ho capito, fatto la proposta ad un islandese...
        • CCC scrive:
          Re: Apocalittici e integrati
          - Scritto da: ExtraT
          e sai che cosa TI direbbe un utente che dovesse
          ricopiarsi da una rivista tutto il codice
          (rigorosamente assembly) di word (o anche
          un'altra applicazione qualsiasi) completo di plug
          ins, applicazioni di supporto, librerie etc etc,
          per poter scrivere due XXXXXXXte alla
          morosa?ah non lo so...posso dirti cosa gli direi io: guarda che per scrivere due XXXXXXXte alla moraosa di bastano carta,penna e francobollo...estendendo il ragionamento: TI è evidente che il 99.9% degli hardware, dei software e dei relativi usi fatti da tutte le persone nel mondo è praticamente del tutto inutile, superfluo, consumistico ecc.?
      • aid85 scrive:
        Re: Apocalittici e integrati
        ossigenograziequalkuno che crede ancora che il senso critico non sia un difetto... grazie... di esistere mi sentivo soffocare...si parla di consumatori passivi... io quello che percepisco è anche peggio: consumatori attivi e autolesionistiFore qualkune prende un gadget privo di innovazione anzi arretrato e arretrante solo per la marca il sentito dire e la moda ma non sa nulla lo "indossa" e punto.Altri invece ne difendono i difetti !!!Non è peggio?Vorrei solo ribadire che nn sono pro o contro nulla... se apple immettesse sul mercatoXXXXXte sarei il primo a parlarne bene...Ma qui di cellulari che possano chattare grati col mondo ovunque ci si trovi riprogrammabili a piacimento senza limiti di ogni genere e potenti nn ne ho sentito parlare... quindi... critico il tanto clamore per un oggetto... e nn l'oggetto in se (mi riferisco a quell'ipod touch largo e lungo)
        • Eretico scrive:
          Re: Apocalittici e integrati
          - Scritto da: aid85
          ossigeno

          grazie


          qualkuno che crede ancora che il senso critico
          non sia un difetto... grazie... di esistere mi
          sentivo
          soffocare...Invdce mi sento soffacare da critiche sparate a caso senza neanche aver provato il dispositivo in questione.
          si parla di consumatori passivi... io quello che
          percepisco è anche peggio: consumatori attivi e
          autolesionistiVedi sopra.
          Fore qualkune prende un gadget privo di
          innovazione anzi arretrato e arretrante solo per
          la marca il sentito dire e la moda ma non sa
          nulla lo "indossa" e
          punto.
          Altri invece ne difendono i difetti !!!
          Non è peggio?Vedi sopra.
          Vorrei solo ribadire che nn sono pro o contro
          nulla... se apple immettesse sul mercatoXXXXXte
          sarei il primo a parlarne
          bene...Ma se neanche sai di cosa stai parlando.
          Ma qui di cellulari che possano chattare grati
          col mondo ovunque ci si trovi Il produttore in questo caso non c'entra nulla. Vedi che non sai nenache di cosa stai parlando ?!! Tu paghi le aziende che ti forniscono un servizio. Non il produttore del cellulare. Quello lo paghi all'acquisto.
          riprogrammabili a
          piacimento senza limiti di ogni genere e potenti
          nn ne ho sentito parlare... quindi... Quindi cosa. Ci sono cellualre di questo tipo. Li vendono tanto quanto vendono gli altri. Ma se a uno non gliene fega nulla di riprogrammarlo si può sapere a te cosa caxxo te ne frega. Huè duri di testa eh ?!!
          critico il
          tanto clamore per un oggetto... Critichi ? Rosiki vorrai dire... Se alla gente piace a te da fastidio ?!!
          e nn l'oggetto in
          se (mi riferisco a quell'ipod touch largo e
          lungo)Seeehhh, buona notte...
          • CCC scrive:
            Re: Apocalittici e integrati
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: aid85

            ossigeno



            grazie





            qualkuno che crede ancora che il senso critico

            non sia un difetto... grazie... di esistere mi

            sentivo

            soffocare...

            Invdce mi sento soffacare da critiche sparate a
            caso senza neanche aver provato il dispositivo in
            questione.



            si parla di consumatori passivi... io quello che

            percepisco è anche peggio: consumatori attivi e

            autolesionisti

            Vedi sopra.


            Fore qualkune prende un gadget privo di

            innovazione anzi arretrato e arretrante solo per

            la marca il sentito dire e la moda ma non sa

            nulla lo "indossa" e

            punto.

            Altri invece ne difendono i difetti !!!

            Non è peggio?

            Vedi sopra.


            Vorrei solo ribadire che nn sono pro o contro

            nulla... se apple immettesse sul mercatoXXXXXte

            sarei il primo a parlarne

            bene...

            Ma se neanche sai di cosa stai parlando.


            Ma qui di cellulari che possano chattare grati

            col mondo ovunque ci si trovi

            Il produttore in questo caso non c'entra nulla.
            Vedi che non sai nenache di cosa stai parlando
            ?!! Tu paghi le aziende che ti forniscono un
            servizio. Non il produttore del cellulare. Quello
            lo paghi
            all'acquisto.


            riprogrammabili a

            piacimento senza limiti di ogni genere e potenti

            nn ne ho sentito parlare... quindi...

            Quindi cosa. Ci sono cellualre di questo tipo. Li
            vendono tanto quanto vendono gli altri. Ma se a
            uno non gliene fega nulla di riprogrammarlo si
            può sapere a te cosa caxxo te ne frega. Huè duri
            di testa eh
            ?!!


            critico il

            tanto clamore per un oggetto...

            Critichi ? Rosiki vorrai dire... Se alla gente
            piace a te da fastidio
            ?!!


            e nn l'oggetto in

            se (mi riferisco a quell'ipod touch largo e

            lungo)

            Seeehhh, buona notte...altro che eretico!dimostri di essere nulla di più che un conformista totale, uno dei tanti, privo di qualsivoglia senso critico, privo di qualsiasi opinione personale autentica e non indotta, incapace di porsi vere domande, sempre pronto a autogenuflettersi davanti ad apple e a chissà quante altre "aziende" del genere...per caso ti danno anche la paghetta per stare in giro nei forum a fare il prosumer di questo o di quello?
          • CCC scrive:
            Re: Apocalittici e integrati
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: aid85[...]

            e nn l'oggetto in

            se (mi riferisco a quell'ipod touch largo e

            lungo)

            Seeehhh, buona notte...buona notte un c##o...tieniti pure quella specie di coso difettoso-da-progetto... ma c'è altro e c'è di meglio...iPad: le reazioni della rete e le alternative dei concorrenti [MegaLab.it]http://www.megalab.it/5697/ipad-le-reazioni-della-rete-e-le-alternative-dei-concorrentiL'Apple iPad è in pre-ordine, ma l'alternativa più credibile è open sourcehttp://www.ossblog.it/post/5935/lapple-ipad-e-in-pre-ordine-ma-lalternativa-piu-credibile-e-open-sourceFive open source alternatives to the iPad | opensource.comhttp://opensource.com/life/10/4/five-open-source-alternatives-ipadiPad Alternatives: Considering the Competition - PCWorldhttp://www.pcworld.com/article/191397/ipad_alternatives_considering_the_competition.htmlSeven alternatives to the Apple iPadhttp://www.crunchgear.com/2010/03/12/seven-alternatives-to-the-apple-ipad/WePad - Designed in Germany | WePadhttp://wepad.mobi/enNeofonie WePad: un rivale tedesco per iPad |oneDigitalhttp://www.onedigital.it/19/03/2010/neofonie-wepad-un-rivale-tedesco-per-ipad/Adam, un altro tablet basato su Androidhttp://www.ossblog.it/post/5823/adam-un-altro-tablet-basato-su-android
  • Immanuel scrive:
    Demagogia
    Sono parecchio in controtendenza. Vi faccio una domanda? Perché il mercato dei videogiochi si sta spostando dal PC alle console? Con il PC si può fare tutto, c'é una grafica migliore, risoluzioni più elevate, etc. La qualità del prodotto é superiore se sfrutta a pieno l'hardware del PC. Il problema è che non é comodo. Il mio scopo è giocare e non "usare il computer". Trovo quindi comodo accendere la console, inserire il disco e giocare comodamente seduto sul divano. L'iphone è un gran telefono, perché ha reso comodo e intuitivo l'utilizzo delle funzionalità di navigazione internet. Altri, magari offrendo anche più funzionalità, non sono stati in grado di renderle facilmente fruibili. L'ipad sarà o meno un sucXXXXX se saprà fare meglio di altri prodotti, le cose per cui é stato pensato. L'immediatezza di uno strumento come ipad (di riflesso da iphone, non perché ne abbia provato uno) é diverse volte superiore a quella di un qualsiasi computer. Di contro con Ipad non ci faccio quello che voglio. Un esempio un po' bizzarro. Con il robot da cucina impasto, trito , affetto, etc. Ma un impastatrice impasta meglio di un robot da cucina, sicuramente non affetta. Tutto il discorso invece relativo alle politiche di distribuzione delle applicazioni e di controllo mi trovate pienamente d'accordo, anche se machiavellicamente devo dire che l'Apple Store funziona. Ho caricato e scaricato dal mio iphone tante di quelle XXXXXXXte, ma il telefono non ha mai avuto un minimo rallentamento ne tentennamento. Con Windows Mobile e le sue applicazioni non vi dico le volte che l'ho dovuto resettare
    • guast scrive:
      Re: Demagogia
      Nessuno ha messo in discussione i vantaggi di cui parli.Però insieme a questi vantaggi si trovano tanti svantaggi che non sono giustificati dalla necessità di semplificare le cose. Quella della semplificazione è solo una scusa per limitare le funzionalità.Questi strumenti non sono solo studiati per rendere più semplice la vita, ma anche per spennare gli utenti
      • FinalCut scrive:
        Re: Demagogia
        - Scritto da: guast
        Nessuno ha messo in discussione i vantaggi di cui
        parli.Qui ci siamo.
        Però insieme a questi vantaggi si trovano tanti
        svantaggi che non sono giustificati dalla
        necessità di semplificare le cose. Questa è una tua opinione. Magari a me o a mio padre che ha 70 anni vanno bene tanto con l'iPad ci devi solo navigare sul divano, leggere un libro, sentire un po di musica mentre abbozzi una presentazione o fai altro.il rapporto tra svantaggi e semplicità è un valore soggettivo.
        Quella della
        semplificazione è solo una scusa per limitare le
        funzionalità.Non sono d'accordo al 100%, in parte hai ragione, in parte ti sbagli, in parte qualunque società ha il naturale diritto di proteggere il suo giardino.Se tu hai una casa con un giardino immenso metterai una recinzione per non far entrare la gente in casa tua, oppure metterai un ingresso a pagamento durante la giornata, oppure dirai che i cani non possono entrare. É un tuo diritto. Apple, Nokia, M$ hanno gli stessi diritti finché non violano la legge.Se metti un cartello che vieta l'ingresso agli ebrei commetti un reato.Ma il reato non è che non vuoi che entrano determinate esseri viventi dentro il tuo giardino come i cani (legittimo) il reato è discriminazione razziale (oltre che sei stupido).Microsoft ha commesso un abuso di posizione dominante con IE mentre Apple non commette lo stesso reato con Safari.L'esclusione di Flash (o di codice interpretato) ad esempio è legittima checché ne dica Adobe.
        Questi strumenti non sono solo studiati per
        rendere più semplice la vita, ma anche per
        spennare gli utentiNessuno obbliga nessuno, anche la TV ci ha telerinXXXXXXXXti, anche la Radio al tempo della seconda guerra mondiale era spinta con sovvenzioni statali perché ottimo strumento di propaganda in Germania.Se usi il cervello nel fare le cose non sbaglierai mai.(linux)(apple)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 aprile 2010 17.00-----------------------------------------------------------
        • guast scrive:
          Re: Demagogia


          Però insieme a questi vantaggi si trovano tanti

          svantaggi che non sono giustificati dalla

          necessità di semplificare le cose.

          Questa è una tua opinione. Magari a me o a mio
          padre che ha 70 anni vanno bene tanto con l'iPad
          ci devi solo navigare sul divano, leggere un
          libro, sentire un po di musica mentre abbozzi una
          presentazione o fai
          altro.

          il rapporto tra svantaggi e semplicità è un
          valore
          soggettivo.
          Una mia opinione ? Ti faccio solo un esempio:http://www.mascobz.com/open-office-for-ipad/
          • ruppolo scrive:
            Re: Demagogia
            - Scritto da: guast
            Una mia opinione ? Ti faccio solo un esempio:
            http://www.mascobz.com/open-office-for-ipad/Un articolo facinoroso, visto che parla di una spesa di 80 "bucks" quando invece sono 29,97.Il punto è un altro: io sul Mac ho iWork e OO. Uso iWork, perché è migliore per i semplici lavori che devo fare, e non mi frega un cippa se costa 79 euro. Anche i sassi sono gratis, ma non ho riempito la casa di sassi per questo.
          • guast scrive:
            Re: Demagogia
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: guast

            Una mia opinione ? Ti faccio solo un esempio:

            http://www.mascobz.com/open-office-for-ipad/

            Un articolo facinoroso, visto che parla di una
            spesa di 80 "bucks" quando invece sono
            29,97.
            Rimane il fatto che se tu vuoi aprire un documento word devi pagare mentre su altre piattaforme hai una alternativa gratuita
            Il punto è un altro: io sul Mac ho iWork e OO.
            Uso iWork, perché è migliore per i semplici
            lavori che devo fare, e non mi frega un cippa se
            costa 79 euro. Anche i sassi sono gratis, ma non
            ho riempito la casa di sassi per
            questo.Tu forse. Ma gli altri useranno iWork non perchè è migliore, ma perchè non c'è altra scelta
        • guast scrive:
          Re: Demagogia


          Quella della

          semplificazione è solo una scusa per limitare le

          funzionalità.

          Non sono d'accordo al 100%, in parte hai ragione,
          in parte ti sbagli, in parte qualunque società ha
          il naturale diritto di proteggere il suo
          giardino.

          Se tu hai una casa con un giardino immenso
          metterai una recinzione per non far entrare la
          gente in casa tua, oppure metterai un ingresso a
          pagamento durante la giornata, oppure dirai che i
          cani non possono entrare. É un tuo diritto.
          Apple, Nokia, M$ hanno gli stessi diritti finché
          non violano la
          legge.
          Apple non sta affittando il suo giardinetto sta vendendo strumenti che dorvrebbero diventare proprietà di chi paga. Il condizionale è d'obbligo
          Microsoft ha commesso un abuso di posizione
          dominante con IE mentre Apple non commette lo
          stesso reato con
          Safari.

          L'esclusione di Flash (o di codice interpretato)
          ad esempio è legittima checché ne dica
          Adobe.
          Legalmente hai ragione, perchè Apple non ha una posizione dominante.Ma nei fatti non si sta comportando in maniera tanto diversa
          Se usi il cervello nel fare le cose non
          sbaglierai
          mai.
          Non sono infallibile, non pretendo di esserlo. Come te d'altronde.
      • ruppolo scrive:
        Re: Demagogia
        - Scritto da: guast
        Nessuno ha messo in discussione i vantaggi di cui
        parli.
        Però insieme a questi vantaggi si trovano tanti
        svantaggi che non sono giustificati dalla
        necessità di semplificare le cose.Invece SI, SI e ancora SI.
        Quella della
        semplificazione è solo una scusa per limitare le
        funzionalità.Ma cosa vuoi che gli freghi ad un qualunque produttore di limitare le funzionalità? Pensi che viva più lungo? Che glie entrino più soldi in cassa?
        Questi strumenti non sono solo studiati per
        rendere più semplice la vita, ma anche per
        spennare gli
        utentiE da quando in qua fornire un prodotto o un servizio equivale a "spennare" qualcuno? Tu lavori? Allora stai spennando qualcuno, o lavori gratis?
        • guast scrive:
          Re: Demagogia

          - Scritto da: guast

          Nessuno ha messo in discussione i vantaggi di
          cui

          parli.

          Però insieme a questi vantaggi si trovano tanti

          svantaggi che non sono giustificati dalla

          necessità di semplificare le cose.

          Invece SI, SI e ancora SI.Se lo dici tu



          Quella della

          semplificazione è solo una scusa per limitare le

          funzionalità.

          Ma cosa vuoi che gli freghi ad un qualunque
          produttore di limitare le funzionalità? Pensi che
          viva più lungo? Che glie entrino più soldi in
          cassa?
          Si

          Questi strumenti non sono solo studiati per

          rendere più semplice la vita, ma anche per

          spennare gli

          utenti

          E da quando in qua fornire un prodotto o un
          servizio equivale a "spennare" qualcuno? Tu
          lavori? Allora stai spennando qualcuno, o lavori
          gratis?Allora perchè per aprire un documento word sei costretto a prendere un software a pagamento quando esiste una alternativa gratuita?Perchè per stampare sei costretto a prendere un software a pagamento ?Perchè è più facile accedere alle news a pagamento che a quelle gratis su internet ?
          • Eretico scrive:
            Re: Demagogia
            - Scritto da: guast

            - Scritto da: guast


            Nessuno ha messo in discussione i vantaggi di

            cui


            parli.


            Però insieme a questi vantaggi si trovano
            tanti


            svantaggi che non sono giustificati dalla


            necessità di semplificare le cose.



            Invece SI, SI e ancora SI.

            Se lo dici tu Cosi dev'essere.


            Quella della


            semplificazione è solo una scusa per limitare
            le


            funzionalità.Hai provato l'iPad a fondo ? Sei in possesso del codice sorgente del suo sistema ? O è semplicemente una tua supposizione ?

            Ma cosa vuoi che gli freghi ad un qualunque

            produttore di limitare le funzionalità? Pensi
            che

            viva più lungo? Che glie entrino più soldi in

            cassa?



            SiE anche se fosse. E' il suo lavoro. Tu lavori gratis percaso ?


            Questi strumenti non sono solo studiati per


            rendere più semplice la vita, ma anche per


            spennare gli


            utentiVedi sopra. Sempre una tua supposizione immagino...

            E da quando in qua fornire un prodotto o un

            servizio equivale a "spennare" qualcuno? Tu

            lavori? Allora stai spennando qualcuno, o lavori

            gratis?

            Allora perchè per aprire un documento word sei
            costretto a prendere un software
            a
            pagamento quando esiste una alternativa gratuita?Forse perchè al momento l'alternativa in questione non è adatta per funzionare su questo dispositivo ?
            Perchè per stampare sei costretto a prendere un
            software a pagamento
            ?Forse perchè al momento non esistono alternative gratuite per questo dispositivo ?
            Perchè è più facile accedere alle news a
            pagamento che a quelle gratis su internet
            ?Però non te lo impedisce, giusto ? E poi sta cosa è vera o è un fake ?Ora te la faccio io una domanda.A te viene impedito di utilizzare HW e SW alternativi all'iPad ?
  • Funz scrive:
    Grazie Calamari
    Io e altri in questo forum andiamo ripetendo le stesse cose, sbattendo contro il fanatismo degli adepti del Mac. Mantellini Calamari oggi scrive il nostro stesso pensiero, riportato cento volte meglio :)chiedo scusa per lo scambio di persona (anonimo)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 aprile 2010 16.09-----------------------------------------------------------
  • aid85 scrive:
    il prblema di fondo
    il problema che a me mi preoccupa è il diffondersi troppo di dispositivi bloccati* fino alla loro standardizzazione e scomparsa dei dispositivi normali*con bloccati intendo che se prima potevi non configurare nulla poiche già preconfigurato poi non potrai configurare nulla perchè non configurabileSe la gente compra avccate a nastro poi nessuno proddurra più non-XXXXXte... e io resto senza non-XXXXXte...
    • Eretico scrive:
      Re: il prblema di fondo
      - Scritto da: aid85
      il problema che a me mi preoccupa è il
      diffondersi troppo di dispositivi bloccati* fino
      alla loro standardizzazione e scomparsa dei
      dispositivi
      normaliDammi la definizione di dispositivo "normale".
      *con bloccati intendo che se prima potevi non
      configurare nulla poiche già preconfigurato poi
      non potrai configurare nulla perchè non
      configurabileE allora ? Io sono un fanatico della configurazione, però dove serve e quando serve. Ma se su un dispositivo non serve per quale cavolo di motivo ci dovrebbero essere ?!! (Non nascondo che non prevedere nessuna configurazione può essere piuttosto ambizioso, però...)
      Se la gente compra avccate a nastro poi nessuno
      proddurra più non-XXXXXte... e io resto senza
      non-XXXXXte...XXXXXte ? Ma tu sapresti fare di meglio ? Hai in mente un progetto più evoluto dell'iPad ? Sei il capo progetto di un dispositivo così evoluto da far impallidire tutto ciò che c'è sul mercato o è solo una tua opinione e basta ?
      • aid85 scrive:
        Re: il prblema di fondo
        scusa ma... credi davverò che avere in mente qualkosa di più evoluto dell'ipad sia così difficile... c'è l'imbarazzo della scelta ci arriverebbe pure mia nipote che ha meno di 6 mesi...Questo l'ho preso come un silto ma spero lo sia stato ...
        • Eretico scrive:
          Re: il prblema di fondo
          - Scritto da: aid85
          scusa ma... credi davverò che avere in mente
          qualkosa di più evoluto dell'ipad sia così
          difficile... c'è l'imbarazzo della scelta ci
          arriverebbe pure mia nipote che ha meno di 6
          mesi...Ah certo. Scusa eh...
          Questo l'ho preso come un silto ma spero lo sia
          stato
          ...silto ?
    • Certo certo scrive:
      Re: il prblema di fondo
      - Scritto da: aid85
      Se la gente compra avccate a nastro poi nessuno
      proddurra più non-XXXXXte... e io resto senza
      non-XXXXXte...Esatto. Mia stessa paura.
  • H5N1 scrive:
    Autorun.inf
    [code][Autorun]open = virus/worm/figlioDiTrojan.exe[/code]Che c'entra?Ve lo spiego io che c'entra: è la differenza che passa tra utente ed utonto, tra sapere e non sapere, tra essere liberi e schiavi.Strano no? Si parte da Cupertino e si finisce a Redmond ... come al solito.Ho letto una marea di banalissime ovvietà che tanto ovvie non sono, ma banali sì.Innanzitutto un PC non è un televisore (nè un frigorifero, nè un'automobile): non basta portarlo a casa, spacchettarlo e sperare che funzioni. Bisogna conoscere un minimo di procedure di manutenzione, di funzionamento.Perchè? Ovvio! Perchè (ormai) è in rete. E non si può (leggasi: deve ) ignorare le responsabilità che un cattivo utilizzo, pur se in buona fede, comporta.Ma tutto questo che c'entra con l'iPad?Ora ci arrivo.L'utonto medio vuole solo che la cosa funzioni. Punto.Poi si accorge (nel tempo, mica subito) che una tal cosa non può farla, che una tale funzione non è accessibile o che una funzionalità (feature) cela delle insidie.E si accorge di non essere libero.Attualmente "autorun.inf" sta ancora creando non pochi scompigli tra gli utonti di XP che mi chiedono "ma come è possibile"?Di default, in Windows, l'utente non può visualizzare le estensioni dei file, non può visualizzare i file nascosti, non può visualizzare i file protetti/di sistema e non sa (spesso) neanche che esistono.Ora sostituite "non può" con "non deve" ed il quadro si fa più chiaro.Di default, invece, io disabilito l'autoplay sulle macchine che ho in gestione (anzi, indico al sistema come trattare i file "autorun.inf" con la nota modifica @=DoesNotExist...)e spiego agli utonti come usare la periferica da "Risorse del computer". Non perchè sono sadico e voglio diminuire l'usabilità (già, peraltro, discutibile) del sistema, ma perchè preferisco un utente più coscente.E cosa mi viene detto? "Ma no, guarda... è meglio che mi lasci questa funzionalità... tanto ho l'antivirus..."-.-'E andatevi a comprare questo benedetto iWorm!!!Se poi il vostro PC-Frigorifero entra a far parte di una botnet di chi è la colpa?Se dopo anni ed anni di attività on- e off- line mi sento dire che se non sono su FaceBook sono fuori... beh, allora è il momento di rivedere un bel po' di cose.Usate, gente, usate, consumate pure, comprate, scaricate, pagate.E non solo col denaro.Tanto, tra qualche tempo, stamperanno dizionari privi del termine Libertà .-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 aprile 2010 00.55-----------------------------------------------------------
    • aid85 scrive:
      Re: Autorun.inf
      Modificato dall' autore il 14 aprile 2010 00.55
      --------------------------------------------------WOWQUOTO IN TOTOGesù.. 6 tù ?..
    • MeX scrive:
      Re: Autorun.inf
      quindi secondo te, il problema non è la debolezza di Windows, il fatto che si usi un'utenza di Admin, il problema è che l'utente non può disabilitare l'autorun?Proprio perchè i computer sono in rete, devono funzionare a pennello anche se non ci mette le mani un'informatico così come le macchine funzionano senza che uno sia un meccanico, perchè vanno sulla strada e chi guida deve solo stare attento alla segnaletica.
      • H5N1 scrive:
        Re: Autorun.inf
        Dico solo che non è Windows ad essere un sistema vulnerabile, non solo.E' l'accoppiata Windows-utonto ad esserlo.E, indipendentemente da questo, l'ignoranza non si vede solo dalla mancanza di capacità di utilizzo di base di un sistema (anche un' iPad è un sistema ), ma dalla mancanza di volontà di conoscere , sapere, capire.Quanti leggono davvero le clausole che vanno ad accettare iscrivendosi a servizi online come YouTube o Facebook?Beh, gente, a mio avviso l'ignoranza non è mai un'attenuante. Semmai è un'ammissione di colpa.Niente di peggio del sentire "non lo sapevo"!Questo soprattutto perchè, ad oggi, per non sapere ce ne vuole!
        • Wolf01 scrive:
          Re: Autorun.inf
          Allora si progettano delle consolle, non dei computer, dei tablet o degli smartphone.Fai un dispositivo che fa solo quello e l'utente non potrà fare danni, a meno che non sia uno smanettone incallito.Se permetti all'utente anche solo di installare dei componenti aggiuntivi puoi essere ben certo che prima o poi l'utente farà danni.
          • MeX scrive:
            Re: Autorun.inf
            vuoi dirmi che l'iPad è paragonabile ad un computer?che uno smarphone non debba fare bene UNA cosa e non fallirla mai (le telefonate)Il giorno che Apple metterà l'appStore per i macbook e l'iMac mi compro un DELL e ci installo Ubuntu ma non mi sembra che nessuno in Apple possa avere un'idea così idiota, se l'avrà sarà la fine di Apple
          • rover scrive:
            Re: Autorun.inf
            Intanto uno i danni li fa solo a se' stesso, e non al produttore del PC o dell'OS.E comunque il grosso problema dell'iPAd, ma della filosofia Jobs è che tu non sei un utente che ha profumatamente pagato un suo apparecchio, ma un cliente da spremere in modo raffinato.Infatti la tecnica, soprattutto su Ipad e iPhone, è creare la necessità di applicazioni inutili vendute a poco prezzo.Cosa vuoi che siano 5 Euro.Sì, ma moltiplicati x milioni di clienti consumatori son bei soldini.
          • Eretico scrive:
            Re: Autorun.inf
            Chiamalo scemo !
          • aid85 scrive:
            Re: Autorun.inf
            esatto ed è la filosofia che più si diffonde... trattare il cliente come una capra per farlo diventare una capra e fargli credere che tutto ciò di cui ha bisogno lo deve pagare poco o tanto che sia anche se nn è vero... che se poi comperi un oggetto nn ne sei il prprietario ma ti viene conXXXXX di usarlo punto e stop... mungere e disinformare...
          • Eretico scrive:
            Re: Autorun.inf
            Star Trek data astrale 10290.3:Il futuro:- Capt. Kirk: Computer ?- CPU: Si ?!- Capt. Kirk: Mi elabori la rotta per Pegaso IV per favore.- CPU: Eseguo !Eh ma Kirk non è libero ! Dai... Senza tastiera e mouse e come si fà ?!!Il computer fa tutto da solo e se invece di portarlo su Pegaso IV lo porta diritto in buco nero ? E se è una botnet dei Borg ? Kirk non può accedere al pannello di controllo e digitare da linea di comando o ricompilare il kernel ! Poi è un utonto. E' il comandante però non capisce un tubo di autorun.inf. Dai...
          • MeX scrive:
            Re: Autorun.inf
            esatto per tutto lo smanettamento c'è Mr Scott :)
          • harvey scrive:
            Re: Autorun.inf
            - Scritto da: Eretico
            Star Trek data astrale 10290.3:

            Il futuro:
            - Capt. Kirk: Computer ?
            - CPU: Si ?!
            - Capt. Kirk: Mi elabori la rotta per Pegaso IV
            per
            favore.
            - CPU: Eseguo !

            Eh ma Kirk non è libero ! Dai... Si vede che la nave non e' apple, altrimenti avremo questa risposta:- CPU: Pegaso IV non viene considerata una meta accettabile. Alfa Centauri ha le stesse caratteristiche, e per non avere pianeti simili da visitare la porterò in questa nuova meta!
          • Eretico scrive:
            Re: Autorun.inf
            - Scritto da: harvey
            - Scritto da: Eretico

            Star Trek data astrale 10290.3:



            Il futuro:

            - Capt. Kirk: Computer ?

            - CPU: Si ?!

            - Capt. Kirk: Mi elabori la rotta per Pegaso IV

            per

            favore.

            - CPU: Eseguo !



            Eh ma Kirk non è libero ! Dai...

            Si vede che la nave non e' apple, altrimenti
            avremo questa
            risposta:
            - CPU: Pegaso IV non viene considerata una meta
            accettabile. Alfa Centauri ha le stesse
            caratteristiche, e per non avere pianeti simili
            da visitare la porterò in questa nuova
            meta! :)Al massimo avresti questa:- CPU: Pegaso IV non viene considerata una metaaprezzabile. Le consiglio Alfa Centauri ha le stessecaratteristiche.- Kirk: Grazie Computer per la tua segnalazione, ma fai pure rotta verso Pegaso IV.- CPU: Eseguo !
          • ExtraT scrive:
            Re: Autorun.inf
            e secondo TE, che cosa è iPod - iPad - iPhone, se non una console con una mission ben precisa? (far girare i giochini sulla scheda o sul dischetto bloccato)Se fa bene il suo XXXXX lavoro, sarà un sucXXXXX: Se ne fa addirittura tre, oh che miracolo! (oltre a solitario c'è anche tetris e othello)
      • harvey scrive:
        Re: Autorun.inf
        - Scritto da: MeX
        quindi secondo te, il problema non è la debolezza
        di Windows, il fatto che si usi un'utenza di
        Admin, il problema è che l'utente non
        può disabilitare
        l'autorun?Quelle ceh tu hai citato sono tutte "feature", almeno l'utonto non deve inserire la password, non deve poter far danni, ecc ecc
    • Eretico scrive:
      Re: Autorun.inf
      - Scritto da: H5N1
      [code][Autorun]
      open = virus/worm/figlioDiTrojan.exe[/code]
      Che c'entra?
      Ve lo spiego io che c'entra: è la differenza che
      passa tra utente ed utonto, tra sapere e non
      sapere, tra essere liberi e
      schiavi.

      Strano no? Si parte da Cupertino e si
      finisce a Redmond ... come al
      solito.Mah ! Prima si partiva da Redmond e si finiva a ... Redmond.
      Ho letto una marea di banalissime ovvietà che
      tanto ovvie non sono, ma banali
      sì.Ovvietà che non sono ovvie ? Interessante. Però banali... molto interessante. Ideee chiare eh ?
      Innanzitutto un PC non è un televisore (nè
      un frigorifero, nè un'automobile): non basta
      portarlo a casa, spacchettarlo e sperare che
      funzioni. Bisogna conoscere un minimo di
      procedure di manutenzione, di
      funzionamento.Anche l'automobile devi saperla guidare. Mi sembra che devi sostenere anche un esame mi pare sia teorico che pratico. Ma andiamo a vanti....
      Perchè? Ovvio! Perchè (ormai) è in rete. E non si
      può (leggasi: deve ) ignorare le
      responsabilità che un cattivo utilizzo, pur se in
      buona fede,
      comporta.Si poi mi traduci la frase in un linguaggio comprensibile. Andiamo avanti...
      Ma tutto questo che c'entra con l'iPad?Si infatti. Che c'entra ?
      Ora ci arrivo.Vediamo di muoverci però eh...
      L'utonto medio vuole solo che la cosa funzioni.
      Punto.L'utente vuole che la cosa funzioni. Non l'utonto. A te se un esperto di meccanica quantistica ti definisce tonto perchè non capisci alcune teorie complesse ti andrebbe bene ?
      Poi si accorge (nel tempo, mica subito) che una
      tal cosa non può farla, che una tale funzione non
      è accessibile o che una funzionalità (feature)
      cela delle
      insidie.Si e allora ? Centro assistenza... questo sconosciuto. Ah già ma voi siete gli espertoni che riparano, modificano, paciugano tutto da soli. Il più delle volte incasinando ulteriormente le cose, ma andiamo avanti...
      E si accorge di non essere libero.Perchè non può uscire di casa ? Ma libero di far cosa ? Ricompilare un kernel ? Ma poi perchè dovrebbe farlo e sopratutto perchè dpvrebbe sapere come si fa ? E' un informatico ? No. E allora ?
      Attualmente "autorun.inf" sta ancora creando non
      pochi scompigli tra gli utonti di XP che mi
      chiedono "ma come è
      possibile"?Caxxo c'entra mo l'autorun.inf ?
      Di default, in Windows, l'utente non può
      visualizzare le estensioni dei file, non
      può visualizzare i file nascosti, non
      può visualizzare i file protetti/di sistema e
      non sa (spesso) neanche che
      esistono.E allora ?
      Ora sostituite "non può" con "non deve" ed il
      quadro si fa più
      chiaro.Se il dispositivo è concepito cosi ci saranno dei buoni motivi che non siano motivazioni complottistiche tipo scie chimiche e cagate del genere.
      Di default, invece, io disabilito l'autoplay
      sulle macchine che ho in gestione (anzi, indico
      al sistema come trattare i file "autorun.inf" con
      la nota modifica @=DoesNotExist...)e spiego agli
      utonti come usare la periferica da "Risorse del
      computer".Tu spieghi agli utonti. E riddaie. Utonti di che. Margherita Hack non sa un tubo dell autorun.inf e la definiresti utonta ? Ok disabiliti l'autorun.inf e che cavolo c'entra con la libertà. Io sono informatico da 20 anni e l'autorun è attivo e non mi provoca nessun problema. Però andiamo a vanti...
      Non perchè sono sadico e voglio diminuire
      l'usabilità (già, peraltro, discutibile) del
      sistema, ma perchè preferisco un utente più
      coscente.Usabilità discutibile ? Ma sei un esperto di GUI percaso ?Hai proposto delle implementazioni interessanti sull'usabilità di Windows a Redmond ? Ti hanno risposto ?
      E cosa mi viene detto? "Ma no, guarda... è meglio
      che mi lasci questa funzionalità... tanto ho
      l'antivirus..."

      -.-'E allora ? Stai parlando sempre con l'esperto di meccanica quantistica che dell'antivirus e delle risorse di sistema non gliene frega una cippa.
      E andatevi a comprare questo benedetto iWorm!!!Magari lo faranno anche. Comunque iPad non iWorm.
      Se poi il vostro PC-Frigorifero entra a far parte
      di una botnet di chi è la
      colpa?Si di chi è la colpa ? Una botnet con l'iPad ? Magari di chi mette in piedi la botnet ?
      Se dopo anni ed anni di attività on- e off- line
      mi sento dire che se non sono su FaceBook sono
      fuori... beh, allora è il momento di rivedere un
      bel po' di
      cose.No tu sei fuori, ma indipendentemente da facebook.
      Usate, gente, usate, consumate pure, comprate,
      scaricate,
      pagate.
      E non solo col denaro.
      Tanto, tra qualche tempo, stamperanno dizionari
      privi del termine
      Libertà .Che rosikata biblica ! Ma di cosa uno fa con i suoi soldi che te ne frega si può sapere ?Un'informatico serio. (e' il caso di dirlo visto le boiate che leggo in continuazione)
      • H5N1 scrive:
        Re: Autorun.inf

        Mah ! Prima si partiva da Redmond e si finiva a
        ...
        Redmond.Prima.. molto "prima".
        Ovvietà che non sono ovvie ? Interessante. Però
        banali... molto interessante. Ideee chiare eh
        ?MI riferisco ad asserzioni che sembrano ovvie solo a chi le esprime.

        Innanzitutto un PC non è un televisore
        (nè

        un frigorifero, nè un'automobile): non basta

        portarlo a casa, spacchettarlo e sperare che

        funzioni. Bisogna conoscere un minimo di

        procedure di manutenzione, di

        funzionamento.

        Anche l'automobile devi saperla guidare. Mi
        sembra che devi sostenere anche un esame mi pare
        sia teorico che pratico. Ma andiamo a
        vanti....Ma l'automobile non la potresti guidare senza patente mentre per utilizzare un pc non hai bisogno di nulla.
        Si poi mi traduci la frase in un linguaggio
        comprensibile. Andiamo
        avanti...Avere un'indirizzo email, utilizzare internet e tutta una serie di servizi collegati comporta delle responsabilità.Molti non sanno che è quantomeno discutibile inviare catene di S. Antonio con tutti i destinatari in chiaro, tanto per fare un esempio.Discutibile e contrario alle normative inerenti la Privacy.
        L'utente vuole che la cosa funzioni. Non
        l'utonto. A te se un esperto di meccanica
        quantistica ti definisce tonto perchè non capisci
        alcune teorie complesse ti andrebbe bene
        ?Io non uso acceleratori di particelle nè motori nucleari.
        Si e allora ? Centro assistenza... questo
        sconosciuto. Ah già ma voi siete gli espertoni
        che riparano, modificano, paciugano tutto da
        soli. Il più delle volte incasinando
        ulteriormente le cose, ma andiamo
        avanti...Centro assistenza? Nel caso specifico si limiterebbe a dire "è una funzionalità non supportata".
        Perchè non può uscire di casa ? Ma libero di far
        cosa ? Ricompilare un kernel ? Ma poi perchè
        dovrebbe farlo e sopratutto perchè dpvrebbe
        sapere come si fa ? E' un informatico ? No. E
        alloraPuro flame.
        Se il dispositivo è concepito cosi ci saranno dei
        buoni motivi che non siano motivazioni
        complottistiche tipo scie chimiche e cagate del
        genere.Non ho mai affermato questo.Non vedo complotti, ma solo scelte commerciali e, sottolineo, commerciali .
        Tu spieghi agli utonti. E riddaie. Utonti di che.
        Margherita Hack non sa un tubo dell autorun.inf e
        la definiresti utonta ? Ok disabiliti
        l'autorun.inf e che cavolo c'entra con la
        libertà. Io sono informatico da 20 anni e
        l'autorun è attivo e non mi provoca nessun
        problema. Però andiamo a
        vanti...Gli utenti con i quali ho a che fare portano "da casa" periferiche USB infette dai più svariati worm/trojan.Gli antivirus non rilevano tutte le minacce.Un esempio tra tutti: Microsoft Forefront neanche si accorge del Rogue Software Antivirus 2010.
        Usabilità discutibile ? Ma sei un esperto di GUI
        percasoSì.
        Hai proposto delle implementazioni interessanti
        sull'usabilità di Windows a Redmond ? Ti hanno
        risposto
        ?No e non mi compete.
        E allora ? Stai parlando sempre con l'esperto di
        meccanica quantistica che dell'antivirus e delle
        risorse di sistema non gliene frega una
        cippa.E allora il problema gli si ripresenterà ogni qualvolta inserirà nel suo pc una periferica infetta.
        No tu sei fuori, ma indipendentemente da facebook.Flame.
        Che rosikata biblica ! Ma di cosa uno fa con i
        suoi soldi che te ne frega si può sapere
        ?Se a me non deve interessare di cosa uno fa con i suoi soldi perchè a te interessa tanto quanto affermo?
        Un'informatico serio....
        • Eretico scrive:
          Re: Autorun.inf
          - Scritto da: H5N1

          Mah ! Prima si partiva da Redmond e si finiva a

          ...

          Redmond.
          Prima.. molto "prima".


          Ovvietà che non sono ovvie ? Interessante. Però

          banali... molto interessante. Ideee chiare eh

          ?
          MI riferisco ad asserzioni che sembrano ovvie
          solo a chi le esprime.Sento delle unghie sul vetro...


          Innanzitutto un PC non è un televisore

          (nè


          un frigorifero, nè un'automobile): non basta


          portarlo a casa, spacchettarlo e sperare che


          funzioni. Bisogna conoscere un minimo di


          procedure di manutenzione, di


          funzionamento.



          Anche l'automobile devi saperla guidare. Mi

          sembra che devi sostenere anche un esame mi pare

          sia teorico che pratico. Ma andiamo a

          vanti....
          Ma l'automobile non la potresti guidare senza
          patente mentre per utilizzare un pc non hai
          bisogno di
          nulla.

          Si poi mi traduci la frase in un linguaggio

          comprensibile. Andiamo

          avanti...

          Avere un'indirizzo email, utilizzare internet e
          tutta una serie di servizi collegati comporta
          delle
          responsabilità.
          Molti non sanno che è quantomeno discutibile
          inviare catene di S. Antonio con tutti i
          destinatari in chiaro, tanto per fare un
          esempio.
          Discutibile e contrario alle normative inerenti
          la
          Privacy.Si, ma con l'iPad cosa c'entra tutto ciò. Nulla mi vieta di avere un iPad ed applicare la netiquette perciò mi spieghi cosa c'è di diverso dall'utilizzare un normale pc in questo caso ?

          L'utente vuole che la cosa funzioni. Non

          l'utonto. A te se un esperto di meccanica

          quantistica ti definisce tonto perchè non
          capisci

          alcune teorie complesse ti andrebbe bene

          ?

          Io non uso acceleratori di particelle nè motori
          nucleari.E l'utente comune non ricompila il kernel e allora bisogna offenderlo ?

          Si e allora ? Centro assistenza... questo

          sconosciuto. Ah già ma voi siete gli espertoni

          che riparano, modificano, paciugano tutto da

          soli. Il più delle volte incasinando

          ulteriormente le cose, ma andiamo

          avanti...
          Centro assistenza? Nel caso specifico si
          limiterebbe a dire "è una funzionalità non
          supportata".Quale funzionalità ?

          Perchè non può uscire di casa ? Ma libero di far

          cosa ? Ricompilare un kernel ? Ma poi perchè

          dovrebbe farlo e sopratutto perchè dpvrebbe

          sapere come si fa ? E' un informatico ? No. E

          allora

          Puro flame.Pura verità.

          Se il dispositivo è concepito cosi ci saranno
          dei

          buoni motivi che non siano motivazioni

          complottistiche tipo scie chimiche e cagate del

          genere.
          Non ho mai affermato questo.
          Non vedo complotti, ma solo scelte commerciali e,
          sottolineo,
          commerciali .Sarà la gente a decidere se le scelte commeciali saranno un sucXXXXX o meno ti pare ? Il mercato è fatto dalla gente.

          Tu spieghi agli utonti. E riddaie. Utonti di
          che.

          Margherita Hack non sa un tubo dell autorun.inf
          e

          la definiresti utonta ? Ok disabiliti

          l'autorun.inf e che cavolo c'entra con la

          libertà. Io sono informatico da 20 anni e

          l'autorun è attivo e non mi provoca nessun

          problema. Però andiamo a

          vanti...
          Gli utenti con i quali ho a che fare portano "da
          casa" periferiche USB infette dai più svariati
          worm/trojan.
          Gli antivirus non rilevano tutte le minacce.
          Un esempio tra tutti: Microsoft Forefront neanche
          si accorge del Rogue Software Antivirus
          2010.E allora cosa c'entra con l'iPad ?

          Usabilità discutibile ? Ma sei un esperto di GUI

          percaso

          Sì.E meno male.

          Hai proposto delle implementazioni interessanti

          sull'usabilità di Windows a Redmond ? Ti hanno

          risposto

          ?

          No e non mi compete.Sei esperto, ma non ti compete. A beh...

          E allora ? Stai parlando sempre con l'esperto di

          meccanica quantistica che dell'antivirus e delle

          risorse di sistema non gliene frega una

          cippa.

          E allora il problema gli si ripresenterà ogni
          qualvolta inserirà nel suo pc una periferica
          infetta.Peccato che l'iPad in questione non ha periferiche USB.

          No tu sei fuori, ma indipendentemente da
          facebook.

          Flame.Verità.

          Che rosikata biblica ! Ma di cosa uno fa con i

          suoi soldi che te ne frega si può sapere

          ?

          Se a me non deve interessare di cosa uno fa con i
          suoi soldi perchè a te interessa tanto quanto
          affermo?Perchè non mi piace quado la gente parla senza cognizione di causa e insultando altre persone per via del fatto che non conosce o non ritiene importante conoscere determinati argomenti.

          Un'informatico serio.
          ......
          • ExtraT scrive:
            Re: Autorun.inf
            Virgilio diceva a Dante "non ti curar di lor ma guarda e passa". Penso sia ancora di attualità... considerando che c'è chi pensa che il mondo non sia altro che un gigantesco chip. chip bang? o forse gnab pihc?QUOTONE alla tua risposta, concordo appieno (Talibans SUCK!)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 aprile 2010 03.23-----------------------------------------------------------
    • ruppolo scrive:
      Re: Autorun.inf
      - Scritto da: H5N1
      [code][Autorun]
      open = virus/worm/figlioDiTrojan.exe[/code]
      Che c'entra?
      Ve lo spiego io che c'entra: è la differenza che
      passa tra utente ed utonto, tra sapere e non
      sapere, tra essere liberi e
      schiavi.

      Innanzitutto un PC non è un televisore (nè
      un frigorifero, nè un'automobile): non basta
      portarlo a casa, spacchettarlo e sperare che
      funzioni. Bisogna conoscere un minimo di
      procedure di manutenzione, di
      funzionamento.Infatti è QUESTO il problema. E mi fa piacere che hai messo l'automobile dall'altra parte, insieme al frigo e al televisore.
      Perchè? Ovvio! Perchè (ormai) è in rete.E l'automobile non è forse in rete (stradale)?
      E non si
      può (leggasi: deve ) ignorare le
      responsabilità che un cattivo utilizzo, pur se in
      buona fede,
      comporta.Dunque vediamo, con l'automobile posso uccidere delle persone, quindi la responsabilità è elevata (non a caso l'assicurazione Responsabilità Civile è obbligatoria). Con il computer, invece, cosa posso combinare?
      Ma tutto questo che c'entra con l'iPad?Già, cosa c'entra?
      Ora ci arrivo.
      L'utonto medio vuole solo che la cosa funzioni.
      Punto.Vero, è per quello che caccia il grano.
      Poi si accorge (nel tempo, mica subito) che una
      tal cosa non può farla, che una tale funzione non
      è accessibile o che una funzionalità (feature)
      cela delle
      insidie.Quindi vediamo, nel caso dell'automobile mi accorgo che non posso trasportare ghiaia, il sensore parcheggio non è accessibile e la funzione climatizzatore nasconde un'insidia, se regolato al massimo mi procura il raffreddore.
      E si accorge di non essere libero.Appunto, non possono correre quanto mi pare, non posso parcheggiare dove mi pare, ho millemila restrizioni.Meglio andare a piedi?
      Attualmente "autorun.inf" sta ancora creando non
      pochi scompigli tra gli utonti di XP che mi
      chiedono "ma come è
      possibile"?È quello che si chiedono gli utenti iPad: "com'è possibile"?
      Di default, in Windows, l'utente non può
      visualizzare le estensioni dei file, non
      può visualizzare i file nascosti, non
      può visualizzare i file protetti/di sistema e
      non sa (spesso) neanche che
      esistono.
      Ora sostituite "non può" con "non deve" ed il
      quadro si fa più
      chiaro.Si, rimane solo da chiarire CHI ha detto che non si deve.

      Di default, invece, io disabilito l'autoplay
      sulle macchine che ho in gestioneCOME COME COME??? In gestione??? Ma allora sei TU quello che limita la libertà agli utonti medi
      (anzi, indico
      al sistema come trattare i file "autorun.inf" con
      la nota modifica @=DoesNotExist...)e spiego agli
      utonti come usare la periferica da "Risorse del
      computer".Tu spieghi come usare? Quindi non sono liberi di fare come credono?
      Non perchè sono sadico e voglio diminuire
      l'usabilità (già, peraltro, discutibile) del
      sistema, ma perchè preferisco un utente più
      coscente.E chi sei TU per stabilire la coscienza di un utente?
      E cosa mi viene detto? "Ma no, guarda... è meglio
      che mi lasci questa funzionalità... tanto ho
      l'antivirus"Eh magari non vedono di buon occhio qualcuno che gli toglie funzionalità? Solo che sei TU questo qualcuno
      E andatevi a comprare questo benedetto iWorm!!!

      Se poi il vostro PC-Frigorifero entra a far parte
      di una botnet di chi è la
      colpa?Bravo, tu hai fatto tutto quello che potevi per metterli in guardia, ma loro, utonti medi, andranno dritti verso il pericolo. Perché sono utonti, e perché il sistema glielo permette.
      Se dopo anni ed anni di attività on- e off- line
      mi sento dire che se non sono su FaceBook sono
      fuori... beh, allora è il momento di rivedere un
      bel po' di
      cose.

      Usate, gente, usate, consumate pure, comprate,
      scaricate,
      pagate.
      E non solo col denaro.
      Tanto, tra qualche tempo, stamperanno dizionari
      privi del termine
      Libertà .Già, libertà che solo TU dovresti avere, perché tu sei il GESTORE...
      • H5N1 scrive:
        Re: Autorun.inf
        1 - Con la tecnologia si possono fare più danni che con un'automobile: divulgazione di dati sensibili e personali, ad esempio.2 - Sono costretto a limitare la libertà degli utenti perchè non vi sono altri modi di far fronte ad una vulnerabilità intrinseca nel meccanismo di Autoplay: https://www.kb.cert.org/vuls/id/889747
  • puffociarlone scrive:
    felici e contenti (???)
    anche io trovo abbastanza agghiacciante quello che sta succedendo attorno al fenomeno ipad (prima iphone). Non mi riesco a spiegare come mai anni fa si guardava a Microsoft come IL nemico e ci scandalizzavamo perché non ci era conXXXXX di capire cosa succedeva nei nostri pc (diciamo che avevamo dei sospetti abbastanza fondati che qualcosa non andava), mentre oggi tutti corrono ad acquistare questi "magici oggetti" con la certezza che dietro al gadget luccicante e funzionale c'è qualcosa che non va, ma che è del tutto secondario: l'importante è avere il magico oggetto del desiderio, che "non si sa di preciso a cosa può servire" ma l'importante è averlo, "è mio, è il mio tesssoro!!!". L'aggettivo "magico" dovrebbe freddare gli animi di tutti quelli che si avvicinano alla tecnologia e invece quanti seguono il pifferaio magico!!! Lui,lo zio Steve, si che è magico, adulatore e incantatore. In una mano tiene di destini di quelli che adorano i suoi gadget (e che lo venerano) pronti a scatenare una crociata contro il primo criticone di turno, mentre con l'altra amano, con un abile gesto da prestigiatore smaliziato, ecco spuntare la "nuova piattaforma iAD": veicolo diretto tra azienda che vuole promuovere un tal prodotto e utilizzatore di "icoso".Ragazzi state per essere investiti da un mare di pubblicità perfettamente calibrata su voi stessi, siete ancora felici e contenti???
    • MeX scrive:
      Re: felici e contenti (???)
      - Scritto da: puffociarlone
      anche io trovo abbastanza agghiacciante quello
      che sta succedendo attorno al fenomeno ipad
      (prima iphone).e dopo tre anni di iPhone cosa è sucXXXXX? la gente non esce più di casa perchè Steve Jobs li mangia?
      Ragazzi state per essere investiti da un mare di
      pubblicità perfettamente calibrata su voi stessi,
      siete ancora felici e
      contenti???la cosa piu fastidiosa, e leggere cacchiate costruire sull'ignoranza.iAd non è profilato all'utente, è profilata dall'applicaizone.Stai su un applicazione con i film al cinema? ci saranno pubblicità di film, sei un'applicazione sportiva, ci saranno pubblicità di scarpe della nikeCi sono i cartoni animai? c'è la pubblicità di ciccio bello, c'e Terminator? ci sarà la pubblicità di una macchinaPrima di criticare una cosa, studiala.
    • ruppolo scrive:
      Re: felici e contenti (???)
      - Scritto da: puffociarlone
      anche io trovo abbastanza agghiaccianteLa classica paura dell'ignoto
      quello
      che sta succedendo attorno al fenomeno ipad
      (prima iphone). Non mi riesco a spiegare come mai
      anni faAnche oggi.
      si guardava a Microsoft come IL nemico e
      ci scandalizzavamo perché non ci era conXXXXX di
      capire cosa succedeva nei nostri pc (diciamo che
      avevamo dei sospetti abbastanza fondati che
      qualcosa non andava), mentre oggi tutti corrono
      ad acquistare questi "magici oggetti" con la
      certezza che dietro al gadget luccicante e
      funzionale c'è qualcosa che non va,Esatto, CERTEZZA, ma non di qualcosa che non va, ma di qualcosa che c'è.La gente vuole CERTEZZE.
      ma che è del
      tutto secondario: l'importante è avere il magico
      oggetto del desiderio, che "non si sa di preciso
      a cosa può servire" ma l'importante è averlo, "è
      mio, è il mio tesssoro!!!".Esatto. Non ci sono sorprese.Le sorprese ci sono quando trovi cose che non pensavi mai di trovare.
      L'aggettivo "magico" dovrebbe freddare gli animi
      di tutti quelli che si avvicinano alla tecnologia
      e invece quanti seguono il pifferaio magico!!!
      Lui,lo zio Steve, si che è magico, adulatore e
      incantatore.Certo, ma poi l'esperienza è coerente con le promesse. È questa la grande differenza. Prova a chiedere a chi ha comprato un liberissimo netbook se le promesse sono state mantenute

      In una mano tiene di destini di quelli che
      adorano i suoi gadget (e che lo venerano) pronti
      a scatenare una crociata contro il primo
      criticone di turno, mentre con l'altra amano, con
      un abile gesto da prestigiatore smaliziato, ecco
      spuntare la "nuova piattaforma iAD": veicolo
      diretto tra azienda che vuole promuovere un tal
      prodotto e utilizzatore di
      "icoso".Ottimo iAD, proprio perché sappiamo esattamente come funziona.
      Ragazzi state per essere investiti da un mare di
      pubblicità perfettamente calibrata su voi stessi,
      siete ancora felici e
      contenti???Certamente, perché non sarà una pubblicità né invadente né lesiva dell'esperienza.Forse tu sei troppo giovane per ricordare Carosello, ma la gente lo aspettava apposta per vederlo. Oggi invece la pubblicità è invasiva e quindi la reazione è opposta, cerchiamo di evitarla con ogni mezzo. iAD potrebbe essere il Carosello dei tempi moderni, qualcosa che potrebbe attirare invece di repellere. Con buona pace e soddisfazione di tutti gli attori coinvolti.
  • FinalCut scrive:
    Calamari ti sbagli!
    Caro Calamari, c'è un punto debole che fa crollare tutto il castello di carte che hai costruito...iPad NON è pensato per essere un oggetto "definitivo" esso infatti NON vive senza un computer a cui si deve per forza di cose sincronizzare.La libertà che ti è tanto cara sarà in pericolo solo quando il computer, cioè l'hub della tua vita digitale, sarà blindato come profetizzava Longhorn di Microsoft.iPad al momento è solo un estensione della tua vita digitale come Apple TV o iPhone e come estensione deve essere facile, pratica, veloce e con zero problemi. iPad NON sostituirà i computer per il semplice fatto che ha un rapporto simbiotico con loro senza il quale non vive.Apple TV non registra i programmi TV perché puoi farlo con un Mac ed Apple TV senza un Mac non serve a nulla... iPad non usa il P2P e Photoshop perché puoi farlo su un Mac.É come dire che il motorino ucciderà la libertà di fare lunghi viaggi in macchina e di poter chiacchierare dentro l'abitacolo. Una cosa senza senso.(linux)(apple)
    • MeX scrive:
      Re: Calamari ti sbagli!

      É come dire che il motorino ucciderà la libertà
      di fare lunghi viaggi in macchina e di poter
      chiacchierare dentro l'abitacolo. Una cosa senza
      senso.

      (linux)(apple)LOL
    • Funz scrive:
      Re: Calamari ti sbagli!
      - Scritto da: FinalCut
      iPad NON è pensato per essere un oggetto
      "definitivo" esso infatti NON vive senza un
      computer a cui si deve per forza di cose
      sincronizzare.Questa mi pare una limitazione grossa.Ma non capisco: cosa mi impedisce di usarlo senza mai attaccarlo a un PC o mac?
      La libertà che ti è tanto cara sarà in pericolo
      solo quando il computer, cioè l'hub della tua
      vita digitale, sarà blindato come profetizzava
      Longhorn di
      Microsoft.La mia paura è che blinderanno pure il mac, e gli altri a seguire...
      • FinalCut scrive:
        Re: Calamari ti sbagli!
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: FinalCut

        iPad NON è pensato per essere un oggetto

        "definitivo" esso infatti NON vive senza un

        computer a cui si deve per forza di cose

        sincronizzare.

        Questa mi pare una limitazione grossa.iPhone, iPod e iPad sono simbionti di un PC non dispositivi autonomi al 100%proprio da questo deriva la loro semplicità e flessibilità d'uso.Un concetto che purtroppo l'italiano medio non afferra. Un tizio che si compra un iPhone e non ha mai avuto un PC fa un grossissimo errore. Semplicemente in quel caso l'iPhone non è il telefono che fa per lui.
        Ma non capisco: cosa mi impedisce di usarlo senza
        mai attaccarlo a un PC o
        mac?Senza un computer non si può:1) inserire nessun mp3 (lo fai solo tramite PC)2) suddividere in album le foto che scatti e quelle del PC3) scaricare applicazioni che vadano oltre i 20Mb di peso in caso di 3G e 100 (200?) MB su Wifi.4) sincornizzare rubrica indirizzi, calendari, bookmark web, suonerie con il PC (ovvio)Un esempio del punto 3 giochi come Dragon's Lair o TomTom non si possono installare senza un PC. Tutto il resto lo fai "anche" da iPhone.

        La libertà che ti è tanto cara sarà in pericolo

        solo quando il computer, cioè l'hub della tua

        vita digitale, sarà blindato come profetizzava

        Longhorn di

        Microsoft.

        La mia paura è che blinderanno pure il mac, e gli
        altri a
        seguire...Nel deprecato caso io sarò in prima fila contro ogni blindatura.(linux)(apple)
        • ruppolo scrive:
          Re: Calamari ti sbagli!
          - Scritto da: FinalCut
          iPhone, iPod e iPad sono simbionti di un PC non
          dispositivi autonomi al
          100%Ma solo al 99%...
          proprio da questo deriva la loro semplicità e
          flessibilità
          d'uso.No, non deriva da questo. Anzi, quest'ultimo cordone ombelicale è proprio l'unica nota stonata nella semplicità dell'utilizzo.
          Un concetto che purtroppo l'italiano medio non
          afferra. Un tizio che si compra un iPhone e non
          ha mai avuto un PC fa un grossissimo errore.Al contrario.
          Semplicemente in quel caso l'iPhone non è il
          telefono che fa per
          lui.Perché mai?


          Ma non capisco: cosa mi impedisce di usarlo
          senza

          mai attaccarlo a un PC o

          mac?

          Senza un computer non si può:

          1) inserire nessun mp3 (lo fai solo tramite PC)Se parlo per esperienza, tutti gli "mp3" che ho preso negli ultimi 6 anni sarebbero entrati, visto che li ho presi da iTunes Store.
          2) suddividere in album le foto che scatti e
          quelle del
          PCVero, ma non ci vorrebbe molto per ovviare a questo limite.
          3) scaricare applicazioni che vadano oltre i 20Mb
          di peso in caso di 3G e 100 (200?) MB su
          Wifi.Su wi-fi non ci sono limiti, si scaricano anche i 2GB di Navigon.
          4) sincornizzare rubrica indirizzi, calendari,
          bookmark web, suonerie con il PC
          (ovvio)Ma se hai solo l'iPhone non hai bisogno di sincronizzare alcunché. Hai solo bisogno di un backup su cloud.
          Un esempio del punto 3 giochi come Dragon's Lair
          o TomTom non si possono installare senza un PC.Se è per la questione del peso, non è vero.
          Tutto il resto lo fai "anche" da iPhone.Ad iPhone OS manca veramente un soffio per essere 100% indipendente.
          Nel deprecato caso io sarò in prima fila contro
          ogni
          blindatura.Anche nei secoli scorsi la gente si blindava dietro le mura...
          • FinalCut scrive:
            Re: Calamari ti sbagli!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: FinalCut

            iPhone, iPod e iPad sono simbionti di un PC non

            dispositivi autonomi al

            100%

            Ma solo al 99%...Mica tanto, preferisco far scaricare al Mac i podcast da sincronizzare per non consumare la batteria.É il Mac che si occupa di registrare gli spettacoli TV che poi mi sincronizza sul telefono.Sistemarsi 180 icone su 8 pagine senza iTunes è da masochisti.

            proprio da questo deriva la loro semplicità e

            flessibilità

            d'uso.

            No, non deriva da questo. Anzi, quest'ultimo
            cordone ombelicale è proprio l'unica nota stonata
            nella semplicità
            dell'utilizzo.La gestione di iTunes è sempre stata punto di forza dell'iPod, lo stesso concetto viene ripreso da iPhone.

            Un concetto che purtroppo l'italiano medio non

            afferra. Un tizio che si compra un iPhone e non

            ha mai avuto un PC fa un grossissimo errore.
            Al contrario.Fidati conosco almeno 3 persone in questa situazione gli ho consigliato di rivenderlo.

            Semplicemente in quel caso l'iPhone non è il

            telefono che fa per

            lui.
            Perché mai?Si trovano malissimo, non possono inserire un solo mp3 anche da CD regolarmente acquistati.

            Senza un computer non si può:



            1) inserire nessun mp3 (lo fai solo tramite PC)
            Se parlo per esperienza, tutti gli "mp3" che ho
            preso negli ultimi 6 anni sarebbero entrati,
            visto che li ho presi da iTunes
            Store.Io avevo decine e decine di CD e non avevo nessuna intenzione di ricomprarli.Inoltre non puoi creare playlist, smart playlist, attivare "genius" se non lo fai prima da iTunes.

            3) scaricare applicazioni che vadano oltre i
            20Mb

            di peso in caso di 3G e 100 (200?) MB su

            Wifi.
            Su wi-fi non ci sono limiti, si scaricano anche i
            2GB di
            Navigon.C'era, forse adesso l'hanno rimossa, ma hai mai provato a scaricare anche solo 200Mb da iPhone wifi? io si ed è improponibile in pratica.

            Un esempio del punto 3 giochi come Dragon's Lair

            o TomTom non si possono installare senza un PC.

            Se è per la questione del peso, non è vero.Forse hai ragione, ma solo in teoria, ti sfido a farlo.

            Tutto il resto lo fai "anche" da iPhone.
            Ad iPhone OS manca veramente un soffio per essere 100%
            indipendente.Non succederà mai perché Apple sa benissimo che iPhone non "deve" essere indipendente.L'hub di tutto è il PC (o Mac).

            Nel deprecato caso io sarò in prima fila contro

            ogni

            blindatura.
            Anche nei secoli scorsi la gente si blindava
            dietro le
            mura...Blindare iPhone è un conto, blindare un Mac è una storia diversa.(linux)(apple)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 aprile 2010 20.10-----------------------------------------------------------
    • guast scrive:
      Re: Calamari ti sbagli!
      A perte spostare un paio di foto da una parte all'altra non ho visto tanta gente sincronizzare il proprio iPhone col computer e non credo proprio che ci sarà tanta gente che li utilizzerà come dici tu
      • FinalCut scrive:
        Re: Calamari ti sbagli!
        - Scritto da: guast
        A perte spostare un paio di foto da una parte
        all'altra non ho visto tanta gente sincronizzare
        il proprio iPhone col computer e non credo
        proprio che ci sarà tanta gente che li utilizzerà
        come dici
        tuIn Italia sono assolutamente d'accordo con te, gli Italiani sono informaticamente ignoranti e non sono in grado di poter usare un iPhone con sucXXXXX... purtoppo.Senza un computer non si può:1) inserire nessun mp3 (lo fai solo tramite PC)2) suddividere in album le foto che scatti e quelle del PC3) scaricare applicazioni che vadano oltre i 20Mb di peso in caso di 3G e 100 (200?) MB su Wifi.4) sincornizzare rubrica indirizzi, calendari, bookmark web, suonerie con il PC (ovvio)Tutto il resto lo fai "anche" da iPhone.(linux)(apple)
  • Certo certo scrive:
    QUOTONE, QUOTONE, QUOTONE!!!
    Grrrrrande Calamari! Aggiungo che ormai la Apple una trasformazione l'ha già compiuta: indipendentemente da quello che fa, è una marca che crea uno status symbol. Addio vecchi tempi in cui l'informatica era sinonimo di cambiamento e lasciava intravedere un mondo migliore all'orizzonte. Adesso il nostro valore verrà giudicato in base allo stemma che campeggia sui nostri computer.[img]http://www.annunci.net/userimgs/49288d0295e66061e7665d9dc.jpg[/img][img]http://goldenwestcollege.edu/cs/bkstr/images/apple-logo.jpg[/img]
    • aid85 scrive:
      Re: QUOTONE, QUOTONE, QUOTONE!!!
      vero e questo è un altro problema... se i vari brand si accorgono della cosa (il se è riduttivo perkè lo hanno già capito alla grande) penseranno più a marketing e disagn e scompariranno i contenuti !!Per chi ama l'informatica e la tecnologia è un male.Finche convivono entrambe le cose è accettabile ma sembra tutti tendano a sviluppare il proprio os bloccato o la propria "rete chiusa" di dispositivi... è come se per migliorare velocità e aspetto sparisse internet e si formassero tante lan perfette o quasi dentro ma isolate le une dalle altre...gadget apple ad esempio (gadget non computer)... i software devono essere approvati per funzionare ??ma stiamo scherzando ?!?!eppure si diffondono a macchia d'olio nn sono poi così avanzati e hanno sucXXXXX
      • Eretico scrive:
        Re: QUOTONE, QUOTONE, QUOTONE!!!
        - Scritto da: aid85
        i software devono essere approvati per funzionare
        ??

        ma stiamo scherzando ?!?!La questione è ben diversa. Non sono approvati per poter funzionare, sono approvati/testati per poter essere distribuiti/utilizzati e la cosa mi sembra del tutto normale. Solo uno sprovveduto distribuirebbe del SW open o meno, freeware o meno senza aver fatto prima dei test approfonditi.
        • aid85 scrive:
          Re: QUOTONE, QUOTONE, QUOTONE!!!
          tu dici sprovveduto io dico programmatore amatoriale...se il software nn va amen nn lo userà nessuno... se va e fa quello che l'utente cerca tanto meglio... però così nn ci si può nemmeno arrivare
          • Eretico scrive:
            Re: QUOTONE, QUOTONE, QUOTONE!!!
            - Scritto da: aid85
            tu dici sprovveduto io dico programmatore
            amatoriale...E' una questione di termini.
            se il software nn va amen nn lo userà nessuno...
            se va e fa quello che l'utente cerca tanto
            meglio... E se il software "amatoriale" in questione, a causa dei pochi test effettuati, ti provoca un danno con chi te la pigli ?
            però così nn ci si può nemmeno arrivareE perchè di grazia ? Mai sentito parlare di specifiche ? Se un azienda ti chiede di rispettare delle specifiche, tu cosa fai ? Te ne freghi e fai di testa tua ?
          • aid85 scrive:
            Re: QUOTONE, QUOTONE, QUOTONE!!!
            - Scritto da: Eretico
            Se un azienda ti chiede di
            rispettare delle specifiche, tu cosa fai ? Te ne
            freghi e fai di testa tua
            ?Si !! In genere si... Se la fiat mi chiede di comprare la macchina bu e l avoglio verde quasi sicuramente sarà verde !Se la nintendo mi chiede di usare la wii per giocarci e basta quasi sicuramente la uso anche per vederci i divx...ecc...So che per taluni nn fare ciò che ti dicono di fare può essere una cosa sconvolgente però...Poi se un software fatto male mi crea dei problemi mela prenderò con chi lo ha installato... ergo me medesimo... se un software fatto bene nn melo posso installare mela prendo con chi melo vieta...
  • iRoby scrive:
    Concordo
    Concordo.Stanno vaselinizzando la supposta tecnologica.Hanno fatto loro il detto "addolcire la pillola".Prodotti strafighi e molto curati, ma che a conti fatti fanno meno di qualcosa di ben progettato e più aperto, e sono più trendy.Però questi prodotti rimarranno nella nicchia dei meno smaliziati o dei modaioli, perché i veri esperti si rendono conto della chiusura dell'oggetto tecnologico e lo evitano.Loro però vogliono cavalcare il marketing e rendere tali oggetti di moda, affinché le caratteristiche tecniche passino in secondo piano.L'oggetto non deve essere figo per quello che può fare, ma per il suo marchio.E che se vuoi averlo devi pagare più degli altri, ma devi continuare a pagare se vuoi anche usarlo...Io sogno solo una cosa... Che si formi quella coscienza collettiva che mandi a fan%%lo il metodo push e tutto il marketing moderno che non ti dice più perché un oggetto potrebbe esserti utile, ma che vuole solo farti credere che sarai più felice se lo possiedi, anche se non ti serve o per funzionare sarà troppo caro.
    • ruppolo scrive:
      Re: Concordo
      - Scritto da: iRoby
      Prodotti strafighi e molto curati, ma che a conti
      fatti fanno meno di qualcosa di ben progettato e
      più aperto, e sono più
      trendy.Il fatto è che sono più usabili, che è quello che conta.
      Però questi prodotti rimarranno nella nicchia dei
      meno smaliziati o dei modaioli, perché i veri
      esperti si rendono conto della chiusura
      dell'oggetto tecnologico e lo
      evitano.I fessi si, lo evitano. Gli illuminati invece lo vedono come una fonte di lavoro e guadagno.
      Loro però vogliono cavalcare il marketing e
      rendere tali oggetti di moda, affinché le
      caratteristiche tecniche passino in secondo
      piano.Loro chi, i clonatori?
      L'oggetto non deve essere figo per quello che può
      fare, ma per il suo
      marchio.E qui spunta l'invidia...
      E che se vuoi averlo devi pagare più degli altri,
      ma devi continuare a pagare se vuoi anche
      usarloE quale sarebbe il problema? Per caso il costo dell'automobile termina con l'acquisto della stessa?
      Io sogno solo una cosa... Che si formi quella
      coscienza collettiva che mandi a fan%%lo il
      metodo push e tutto il marketing moderno che non
      ti dice più perché un oggetto potrebbe esserti
      utile, ma che vuole solo farti credere che sarai
      più felice se lo possiedi, anche se non ti serve
      o per funzionare sarà troppo
      caro.E se dopo le parole i fatti lo testimoniano, come la mettiamo?
  • Vitalij scrive:
    Problemi nuovi?
    Non credo che si tratti di problemi nuovi.Penso piuttosto che si tratti di problemi vecchi, portati su un terreno nuovo: l'elettronica.Tanto è vero che ne parlava già Max Weber nel 1905.http://it.wikipedia.org/wiki/L%27etica_protestante_e_lo_spirito_del_capitalismoSuccessivamente ne parlano gli esponenti della Scuola di Francoforte, Theodore Adorno e Michel Foucault.Direi che sono nuovi gli strumenti del controllo sociale, mentre il controllo sociale è vecchio quanto gli sciamani.
    • CCC scrive:
      Re: Problemi nuovi?
      - Scritto da: Vitalij
      Non credo che si tratti di problemi nuovi.
      Penso piuttosto che si tratti di problemi vecchi,
      portati su un terreno nuovo:
      l'elettronica.

      Tanto è vero che ne parlava già Max Weber nel
      1905.
      http://it.wikipedia.org/wiki/L%27etica_protestante

      Successivamente ne parlano gli esponenti della
      Scuola di Francoforte, Theodore Adorno e Michel
      Foucault.

      Direi che sono nuovi gli strumenti del controllo
      sociale, mentre il controllo sociale è vecchio
      quanto gli
      sciamani.però con la differenza che la sottile ma capillare pervasività del controllo "digitale" è enormemente più potente degli strumenti di controllo "analogico" del passatoe questo anche (e forse soprattutto) perché il controllo "digitale" è prima di tutto condizionamento sociale e culturale: le persone sono portate ad auto-limitarsi ed auto-controllarsi, divenendo essi stessi soggetti attivi inconsapevoli (e non più solo passivi) del controllo "dolce" oggi esercitato su di loro...a tutto vantaggio dei potenti e degli sfruttatori attuali che oggi, così, possono risparmiarsi molta della "fatica" che i loro predeXXXXXri dell'era "analogica" dovevano invece impiegare in controllo e repressione violenta...se prima valeva la regola che "controllare è meglio che reprimere", oggi, con l'elettronica e il digitale, vale la regola che "condizionare è meglio di controllare e porta al dominio spesso anche senza dover reprimere"...
    • Andrea scrive:
      Re: Problemi nuovi?
      Infatti, nuovo scontro fra apocalittici e integrati, lasciatevelo dire :)
  • Marsh scrive:
    Frase
    "Per sopravvivere bisogna invece usare la testa, e non solamente per appenderci gli auricolari."Bellissima, questa frase per me riflette quest'ultima generazione.
    • Eretico scrive:
      Re: Frase
      Gli auricolari te li puoi appendere anche senza usare l'iPod.
    • Number 6 scrive:
      Re: Frase
      - Scritto da: Marsh
      "Per sopravvivere bisogna invece usare la testa,
      e non solamente per appenderci gli
      auricolari."

      Bellissima, questa frase per me riflette
      quest'ultima
      generazione.Quest'ultima generazione andrebbe appesa agli auricolari.
      • Eretico scrive:
        Re: Frase
        Stiamo invecchiando eh ? Queste frasi le senti dire dai vecchi barbogi al bar dello sport e poi tu chi saresti per appendere qualcuno a qualcosa, sentiamo ?
  • raziel scrive:
    Il problema è un altro...
    per tutti quelli che pensano che le restrizioni imposte da Apple non siano un problema poiché esiste la concorrenza (e.g. Android) vi invito a riflettere sul fatto che l'utente medio non percepisce tali restrizioni (men che mai rileva una violazione della propria libertà di fare del terminale comprato con i propri soldi quello che gli pare e piace).Ma se un dispositivo (come l'iPhone) vende milioni di copie, questo diventa uno standard de facto che l'industria software non può ignorare. Accade così che molte applicazioni divengono disponibili solo per questo dispositivo, costringendo, chiunque voglia usufruirne, ad acquistarlo e ad accettare di perdere la propria libertà.E' sucXXXXX già per Microsoft. Windows è il s.o. più usato non perché è il migliore, ma perché lo standard de facto per tutte le applicazioni più conosciute. Ma Microsoft ha sempre avuto, al contrario di Apple, un atteggiamento di totale aperture verso le aziende (anche concorrenti) e gli sviluppatori.Pensate: cosa succederebbe se lo stesso monopolio (magari sui terminali mobile) sarà gestito da Apple? Cosa succederà se aziende come Google smetteranno di supportare i loro prodotti o, peggio ancora, cambieranno modello di business per abbracciare quello di Jobs e compagni così come sta facendo la stessa Microsoft con Windows Mobile 7?uno sviluppatore, ahimè, per iPhone
    • angros scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      Linux (con il suo ecosistema di programmi liberi) è sopravvissuto al monopolio windows; sopravviverà al monopolio Apple.
      • aid85 scrive:
        Re: Il problema è un altro...
        lo spero ma se si enstinguono i programmatori e gli utenti li seguissero poco importa...
      • raziel scrive:
        Re: Il problema è un altro...
        Si è vero, ma quanto software per windows vorresti esistesse anche su Linux?Quanto hardware vorresti che fosse fornito con i driver per il pinguino?Il fatto che Linux rappresenti una nicchia, di fatto viola la tua libertà di farci girare quello che ti pare e piace. Da utente linux, per esempio, sono vincolato ad usare windows per utilizzare prodotti come Visual Studio e Adobe Photoshop che mi sono necessari per il mio lavoro. Per non parlare dell'attesa della versione di skype con lo streaming video (che però, per fortuna, è arrivato).
      • harvey scrive:
        Re: Il problema è un altro...
        Sopravvive con l'1% del mercato....Speriamo che con android vada meglio :P
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      Onestamente le politiche di apertura della Microsoft sono sempre state 'abbraccia, estendi, estingui'... La Apple invece fornisce molto spesso ottimo codice opensource, insomma, non tutti i mali vengono per nuocere (e del resto non esiste un'azienda buona, un'azienda è un'azienda).
    • aid85 scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      esatto !!!hai colto perfettamente il concetto... le restrizioni nn sono imposte ok ma diverranno autoimposte per il diffondersi di una controcultura tecnologica... in cui la "moda" contera più del "clock" per dire...in cui apple conterà più per la marca che per il contenuto (che in alcuni suoi prodotti è indiscutibilmente superiore ma non in tutti)... e i piccoli progetti innovativi (vedi lettori kiss) verranno comprati da grosse società (cisco per l'esempio) che ne bloccheranno la diffusione sul mercato per vendere bassa tecnologia fino al saturmento delle richieste prima di passare al gadget + evoluto...
    • 404 scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      non capisco perché parli di perdere la libertà quando ammetti che "l'utente medio non percepisce tali restrizioni".il fatto, secondo me, è che l'utente medio non le percepisce perché non ne ha. se deve passare la serata su facebook e leggere 2 email non vedo che limitazione possa avere.semplicemente non è un computer.tutti facciamo acquisti in base al valore che percepiamo degli oggetti e non a quello vero, bisogna solo riconoscere che apple è stata molto capace in questo ed è per altro innegabile che realizzi prodotti validi a prezzi eccessivi.da qui a dire che dovremo adeguarci tutti in un prossimo futuro mi sembra, fortunatamente, solo allarmismo.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Il problema è un altro...
        Appunto, uno come me che invece vuole avere la possibilità di fare di tutto non potrebbe mai usare iQualcosa: installare Cad, Oscilloscopio/Analizzatore di spettro, un paint decente, un software che trasforma lo smartphone in router wireless tramite usb o gsm/gprs/... e un IDE per programmare in C# (senza compilatore, ma con interprete, per compilare il codice basta farlo su pc senza cambiare una virgola), fare foto e filmati.Andare su internet è l'ultima preoccupazione, e ci vado appena becco una rete libera, di solito in bar o nei supermercati.
    • wand scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      Il problema è che l'utente medio non vuole driver liberi, supporto a terze parti e cose simili... vuole navigare nel web, ascoltare la musica e poche altre XXXXXXXte. Apple propone oggetti che incontrano le aspettative del pubblico (super sleek high tech fashion geek hipster) e il pubblico compra. Fine. E con l'iPad (e pure dell'iAd) c'è davvero da avere paura.
    • MeX scrive:
      Re: Il problema è un altro...

      l'utente medio non
      percepisce tali restrizioni []
      uno sviluppatore, ahimè, per iPhonenon le percepisce, perchè quello che l'utente percepisce e l'acXXXXX ad uno store per il suo telefono con migliaia di app che installa con un'operazione semplice e indolore, che funziona senza smanettamenti.Ma hai mai avuto un Nokia con Symbian? andare a caccia di JAR su internet, scoprire che funzionavano solo ad una risoluzione o con tasti non presenti sulla tua tastiera secondo te l'utente di sentiva "libero" ?Libertà è libertà di scelta, la Apple non impone a nessuno il suo OS e il suo cellulare, l'utente usa da sempre il sistema più facile/economico da usare l'iPhone non è certo "economico" ma lo è l'appStore comparato al restante parco apps per mobile.
  • aid85 scrive:
    esatto !!
    il passaggio chiave:Niente ovviamente contro gli oggetti bellissimi e sofisticati, anzi, ma perché questi oggetti devono spingere l'utente (ed in qualche caso costringerlo) in un ecosistema informatico completamente segregato e controllato? Perché deve poter comprare solo applicazioni certificate ed approvate, sviluppate da programmatori così controllati che non possono nemmeno parlare degli accordi che hanno firmato?Eppure la lenta e costante (e forse inarrestabile) spinta a trasformare proprietari in utenti, utenti in fruitori e fruitori in consumatori è evidente, non è nascosta da una carrozzeria sleek ed affascinante. Nessuno può più ignorarla o permettersi di prenderla sottogamba.Qualcuno sene accorge almeno... pochi ma qualkuno si...E' la tecnologia rilasciata col contagoccie se non adirittura ripescata...E' il consumatore ignorante il business del futuro... crearlo è l'obbiettivo strategico...http://my.opera.com/aid85/blog/togliere-artigianalmenteil-freno-a-mano-alla-tecnologiaSono gli utenti che acquisteranno i gadget tecnologici del futuro tutto fumo niente arrosto costosi giocattoli di basso valore... smartphone senza bluetooth... o hardware senza software o .... ecc...
    • Eretico scrive:
      Re: esatto !!
      Sarebbe come tu dici se ti impedissero di utilizzare HW, SO e SW alternativi (vedi le varie distro Linux o BSD), ma non è cosi. In realtà sei libero di scegliere oggi più (ma molto di più) di ieri la tecnologia che più ti aggrada. Perciò secondo me queste uscite sono dettate un pò dall'invidia e un pò dall'ignoranza. Nessuno è suddito di nessuno e comunque ognuno è libero di spendere i propri soldi per quello che più gli aggrada senza sentirsi dire che è un idiota o altro. Il mercato e quindi il business lo fa la gente. Molti prodotti hanno avuto sucXXXXX e molti altri no. La legge è sempre la stessa.
      • aid85 scrive:
        Re: esatto !!
        nn lo metto in dubbio ma oggi molte tecnologie non vengono immesse sul mercato perchè conviene vendere bassa tecnologia a molte persone e farci una buona pubblicità...sono i tempi che cambiano lo so nessuno obbliga nessuno...dico solo che nn mi piace...perche sele cose stavano come un tempo che i gadget tecnologici avevano la fetta di mercato degli appassionati si punterebbe + sui contenuti... e ci sarebbero sul mercato tutte quelle cose uscite e ritirate o mai uscite come batterie durevoli e serie... dispositivi davvero utili e nn solo giocattoli per grandi e costosi...Guarda l'ipad... nn ha concorrenti sembra eppure è un tablet giokattolo che limita invece di espandere le possibilità come il browser web sull'iphone che reindirizza alla versione a pagamento di un sito se esiste... e tante robe del genere... questo era il mio concetto... tutto qui... e certi gadget hanno sucXXXXX grazie a campagne pubblicitarie (ok) e di disinformazione (non ok) cosa che un tempo nn avveniva se volevi avere sucXXXXX dovevi mettere qualkosa di nuovo (per restare in esempio apple stessa le CPU le faceva fare potenziate nn ridotte)
        • Eretico scrive:
          Re: esatto !!
          - Scritto da: aid85
          nn lo metto in dubbio ma oggi molte tecnologie
          non vengono immesse sul mercato perchè conviene
          vendere bassa tecnologia a molte persone e farci
          una buona
          pubblicità...

          sono i tempi che cambiano lo so nessuno obbliga
          nessuno...

          dico solo che nn mi piace...

          perche sele cose stavano come un tempo che i
          gadget tecnologici avevano la fetta di mercato
          degli appassionati si punterebbe + sui
          contenuti... e ci sarebbero sul mercato tutte
          quelle cose uscite e ritirate o mai uscite come
          batterie durevoli e serie... dispositivi davvero
          utili e nn solo giocattoli per grandi e
          costosi...

          Guarda l'ipad... nn ha concorrenti sembra eppure
          è un tablet giokattolo che limita invece di
          espandere le possibilità come il browser web
          sull'iphone che reindirizza alla versione a
          pagamento di un sito se esiste... e tante robe
          del genere... questo era il mio concetto... tutto
          qui... e certi gadget hanno sucXXXXX grazie a
          campagne pubblicitarie (ok) e di disinformazione
          (non ok) cosa che un tempo nn avveniva se volevi
          avere sucXXXXX dovevi mettere qualkosa di nuovo
          (per restare in esempio apple stessa le CPU le
          faceva fare potenziate nn
          ridotte)Allora spiegami una cosa (la faccio breve), io l'informatica la vivo da più di 20 anni. Tanto tempo fa c'erano solo macchine con MS-DOS come SO eppure erano le più diffuse. L'unica alternativa erano Apple e UNIX. Perciò le scelte erano queste 3. Allora, UNIX no perchè era poco adatto ai giochi e poi era complesso anche se ottimo e stabile, Apple era troppo costoso però anch'esso ottimo perciò rimaneva MS-DOS. Ora secondo te quante macchine con MS-DOS c'erano in giro per il mondo ? Tantissime eppure, nonstante questa cosa e all'arrivo di WIN 3.0, WIN 3.11, WIN 95, WIN 98 ecc è cominaciato a spuntare un SO libero. Un certo Linux che si è sviluppato fino ai giorni nostri con Ubuntu e centinania di disto gratuitamente disponibili. Ora è spuntato iPad. Una rivoluzione e ora tutti a urlare al tecno-controllo e fobie varie. Ma ora mi chiedo e ti chiedo, ma quando praticamente c'era MS-DOS nessuno urlava allo scandalo o sbaglio. Tutti lo usavano. Tutti acquistavano e si scambiavano i giochi. Tutti l'hanno usato. E allora ? Se fosse come dici tu a quest'ora M$ sarebbe l'unica azienda d'informatica esistente. E invece no e non lo sarà mai come non lo sarà mai Apple. E, mi ripeto, oggi hai una scelta sterminata rispetto alle 3 di qualche decennio fa.
          • Eretico scrive:
            Re: esatto !!
            Non hai detto questo ? Hai fatto riferimento ai bei tempi andati quando di scelte ce ne erano 3 e quando i dispositivi come Commodor e similia erano lockati e chiusi eppure nessuno si lamentava. Ne hanno venduti a milioni. Ma cosa mi vieni a raccontare ?!!La cosa veramente riduttiva è pensare che un singolo prodotto possa di colpo cambiare le abitudini della gente e ridurre la libertà (di cosa poi?).Eliminare decenni di informatica e aziende come Google, Oracle, M$, Adobe e altre o centinaia di distro di Linux, BSD e compagnia bella.Sei libero di non acquistarlo, sei libero di non usarlo, sei libero di scegliere altro. Il futuro non ti piace ?!! Ma chi te l'ha detto che il futuro sarà l'iPad e chi mai ti ha detto che il futuro sarà Apple ? Fino ad ieri il nemico era M$, ora, tutt'ad un tratto è diventato Apple per un singolo dispositvo userfriendly. Ma stiamo scherzando !!!Farsi un giro al parco a respirare un pò daria fresca in questo caso è fortemente consigliato.
          • aid85 scrive:
            Re: esatto !!
            ma quale nemico ?io nn mi schiero pro o contro una o l'altra azienda... apple è amica di se stessa e nemica di nessuno come tutte le aziende del mondo...Sono solo dispiaciuto che da un pò di tempo a questa parte di prodotti innovativi in genere (apple nn apple nn fa differenza) non sene vedono molti a differenza di "ramake" o gadged tecnologici di puro "design" (cn design intendo aspetto in genere anke software) ma nulla id veramente nuovo... oggi spopola il touch il 3d ecc... tutte robe vecchie rimestate... Sono dispiaciuto (nn molto in questo momento nn sto piangendo è solo per fare un discorso teorico e sentire cosa pensano altri che sn qui a buttar giù ciò che penso) che le cose che hanno (apparentemente per lo meno) + sucXXXXX sono queste non-innovazioni.Molto più dispiaciuto che (e forse la cusa è la stessa eo molteplice) vere innovazioni stentano a uscire allo scoperto... a diffondersi... spesso vengono ritirate dal mercato... un tizio una volta usò forse qui l'espressione "dare alla gente tecnologia col contagocce"... rende molto l'idea... negli anni 90 si passava dal laboratorio al mercato in pochi mesi... oggi i laboratori sn praticamente chiusi... avrei tanti esempi in questione vedi mio blog se interessa... ma sn solo esempi... è qualkosa che si nota... l'ipad è (anzi sarà FORSE solo uno di questi esempi)...
          • Eretico scrive:
            Re: esatto !!
            - Scritto da: aid85
            ma quale nemico ?

            io nn mi schiero pro o contro una o l'altra
            azienda... apple è amica di se stessa e nemica di
            nessuno come tutte le aziende del
            mondo...

            Sono solo dispiaciuto che da un pò di tempo a
            questa parte di prodotti innovativi in genere
            (apple nn apple nn fa differenza) non sene vedono
            molti a differenza di "ramake" o gadged
            tecnologici di puro "design" (cn design intendo
            aspetto in genere anke software) ma nulla id
            veramente nuovo... oggi spopola il touch il 3d
            ecc... tutte robe vecchie rimestate...
            Sono dispiaciuto (nn molto in questo momento nn
            sto piangendo è solo per fare un discorso teorico
            e sentire cosa pensano altri che sn qui a buttar
            giù ciò che penso) che le cose che hanno
            (apparentemente per lo meno) + sucXXXXX sono
            queste
            non-innovazioni.Spiegami allora cosa intendi per nuovo o innovazione perchè altrimenti questi sono discorsi a metà. E' facile criticare il lavoro degli altri senza però proporre nulla. Tra l'altro questo è uno degli sport nazionali.
            Molto più dispiaciuto che (e forse la cusa è la
            stessa eo molteplice) vere innovazioni stentano
            a uscire allo scoperto... a diffondersi... spesso
            vengono ritirate dal mercato... E secondo te vengono ritirate dal mercato per quale motivo ?
            un tizio una
            volta usò forse qui l'espressione "dare alla
            gente tecnologia col contagocce"... rende molto
            l'idea... negli anni 90 si passava dal
            laboratorio al mercato in pochi mesi... oggi i
            laboratori sn praticamente chiusi... Ma chi l'ha detta sta cosa dai...
            avrei tanti
            esempi in questione vedi mio blog se interessa...
            ma sn solo esempi... è qualkosa che si nota...
            l'ipad è (anzi sarà FORSE solo uno di questi
            esempi)...Quale blog ?
  • MeX scrive:
    Calamari e la creatività...
    http://www.macitynet.it/macity/articolo/LiPad-diventa-una-beatbox-con-iElectribe-di-Korg/aA43155
    • Eretico scrive:
      Re: Calamari e la creatività...
      Basta ! O la tentazione diventa troppo forte !!! :pP.S.Occhio che poi ti accusano di postare articoli senza dire nulla. :)
    • il ragno scrive:
      Re: Calamari e la creatività...
      :D senza USB/MIDI non si va da nessuna parte, anche se sicuramente è molto interessante.
      • MeX scrive:
        Re: Calamari e la creatività...
        basta aspettare qualcosa come questo per l'iPad[img]http://www.woodbrass.com/images/woodbrass/NUMARK+IDJ+2+MIXER+IPOD.JPG[/img]
        • ExtraT scrive:
          Re: Calamari e la creatività...
          - Scritto da: MeX
          basta aspettare qualcosa come questo per l'iPad

          [img]http://www.woodbrass.com/images/woodbrass/NUM==
          brevetta subito l'idea (se vuoi ti dò una mano a scrivere il brevetto, il deposito costa 200 euro più un paio di marche da bollo) perchè credo sia prorpio buona... ho appena letto di un SW apposat per iPad, che porta una specie di sintetizzatore/console/tastiera musicale. Connettendo l'iPad come fa vedere Apple per collegarlo al dock-tastiera, sarebbe una bomba. Non scherzo...
  • iome scrive:
    Applausi a scena aperta
    Calamari, pezzo da incorniciare.Sono ottimista di natura e tendo a vedere il lato positivo. In questo caso è che c'è ancora spazio per tutti, per produttori e consumatori che hanno un concetto diverso di produzione e consumo.E poiché è il mercato che regola questa dinamica, basta che ci si assicuri che non vi sono pericoli per il mercato. Pratiche scorrette come quelle in passato praticate da Bill non si devono ripetere ed in caso positivo devono essere duramente punite.Ci sono già gli estremi perché l'antitrust intervenga su Apple in alcuni comportamenti (comq qui http://daringfireball.net/2010/04/iphone_agreement_bans_flash_compiler come commenta anche Quintarelli sul suo blog).Mentre aspettiasmo fiduciosi l'antitrust americano, ci godiamo lo spettacolo di sudditi in coda per pagare volontariamente le tasse al loro imperatore.
  • Xilitolo scrive:
    Un dubbio sugli iCosi...
    Non è che l'impatto tecnologico e sociale dell'iPad (ma pure dell'iPhone) sia un tantinello sopravvalutato?Non sono, i gadget Apple, tutto sommato meno rivoluzionari delle consolle Nintendo?
    • JosaFat scrive:
      Re: Un dubbio sugli iCosi...
      Assolutamente sì. Cosa facciano di rivoluzionario questi aggeggi Apple, non lo saprebbe spiegare nemmeno Jobs in persona, senza sproloquiare di babbilamme sconnessi.L'unica cosa è che hanno imposto il fatto di usare le dita al posto dei più precisi pennini per il touch. Bello poi vedere un film su uno schermo pieno di ditate, grasso e marmellata.
    • harvey scrive:
      Re: Un dubbio sugli iCosi...
      - Scritto da: Xilitolo
      Non è che l'impatto tecnologico e sociale
      dell'iPad (ma pure dell'iPhone) sia un
      tantinello
      sopravvalutato?Quello sociale assolutamente no. E' come sottovalutare l'avvento del cristianesimo. Qua siamo di fronte a un marketing che sta cambiano la società
      • MeX scrive:
        Re: Un dubbio sugli iCosi...
        alla fine siete come i peggio macachi, convinti che Apple possa cambiare il mondo
        • ExtraT scrive:
          Re: Un dubbio sugli iCosi...
          QUOTONE!!!! nessun fanboy sarebbe riuscito a scaricare un tir di letame con tanta precisione!!! ...non è che c'è una leggera paranoia... tipo berlusca e i comunisti o di pietro e berlusca...LOL!!!
  • il ragno scrive:
    x sgabbio
    Se sopra mi chiedevi per la storia del limite per acXXXXX hardware h.264 su OSX...beh... lo conosco bene perchè ho cercato in tutti i modi di bypassarlo senza sucXXXXX :)Fai conto che devi passare da Quicktime X, e sfortunatamente sembra che il supporto per i plugin non sia molto completo. Quindi ci sono grosse limitazioni sui formati che puoi caricare.Nota bene che è rimasto il problema dove quando carichi un video via QT, deve essere letto tutto. Sui formati che non serve sta cosa (es. mkv) beh... ti tocca comunque aspettare!In questo senso Windows (DVXA o altro) e Linux (vdpau, e altri) sono molto piu' versatili. Persino un portatile ION con cpu atom, se sfrutti la scheda video per decodificare i filmati, hai un uso di cpu pari a 5-10% max (su cpu moderne: 1-2% max), anche per stream pesantini.
    • okok scrive:
      Re: x sgabbio
      - Scritto da: il ragno
      Se sopra mi chiedevi per la storia del limite per
      acXXXXX hardware h.264 su OSX...beh... lo conosco
      bene perchè ho cercato in tutti i modi di
      bypassarlo senza sucXXXXX
      :)Anche perchè se ci riuscivi potevi telefonare all'Adobe :)
    • Sgabbio scrive:
      Re: x sgabbio
      Perchè mai sto limite ?
  • maxsix scrive:
    Pistolotto
    Pistolotto sterile senza capo ne coda.Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e non. Demagogia inutile e fuori moda.Too weak.
    • MeX scrive:
      Re: Pistolotto
      - Scritto da: maxsix
      Pistolotto sterile senza capo ne coda.

      Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di
      libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e non.


      Demagogia inutile e fuori moda.

      Too weak.
    • CCC scrive:
      Re: Pistolotto
      - Scritto da: maxsix
      Pistolotto sterile senza capo ne coda.
      Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di
      libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e non.
      Demagogia inutile e fuori moda.
      Too weak.senti chi parla
    • filce scrive:
      Re: Pistolotto

      Pistolotto sterile senza capo ne coda.
      Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di
      libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e non.
      Demagogia inutile e fuori moda.Non è demagogia, sono i naturali timori che vengono a guardare il mondo che ci circonda. Dopo aver toccato l'apice negli anni '70 della libertà di critica, ci siamo visti limitare sempre più nel raggio d'azione sia verbale che di pensiero, sia in rete che per la strada. Vedere anziani manganellati come criminali per una semplice protesta non mette traquilli... Parallelamente il cerchio si stringe anche in Rete. Le macchine "libere" a disposizione son sempre meno, da strumenti duttili che erano stanno diventando piattaforme di contenuti, dove ci sono sempre meno gradi di libertà, dove alle aziende dà sempre più fastidio che l'utente metta le mani. Potrei citare l'ultima Playstation che non consente Linux a meno del solito crack ma è solo l'ultima di una lunga lista. Siamo fortunati perchè la maggior parte dei provider non ha risorse sufficienti ad aprire e controllare tutti i pacchetti in transito ma chi potrà dire per quanto? La Cina inizia a censurare ed imporre limitazioni telematiche. Poche cose ancora, ma il panorama che si delinea non è confortante. In una crisi crescente che non ci appare nella sua totalità solo per lo sforzo congiunto del mondo economico e dell'editoria, in tv e in Rete, è naturale sentirsi un po' più strettini di anno in anno. E voler sfruttare al massimo le potenzialità di ciò che ancora possiamo comprarci. Non so quale sia la via d'uscita da tutto questo, ma il primo passo sta in una lucida e serena constatazione, non certo nel convincersi che il mondo è ancora libero e bello.
      • maxsix scrive:
        Re: Pistolotto
        - Scritto da: filce

        Pistolotto sterile senza capo ne coda.

        Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di

        libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e
        non.

        Demagogia inutile e fuori moda.

        Non è demagogia, sono i naturali timori che
        vengono a guardare il mondo che ci circonda. Dopo
        aver toccato l'apice negli anni '70 della libertà
        di critica, Detti anche anni ti piombo... ma andiamo avanti...
        Le macchine "libere" [cut.]Non esistono "Macchine libere" ma solo prodotti.Da sempre.Tutto il resto sono solo pistolotti da salottini radical chic.
        • filce scrive:
          Re: Pistolotto

          Detti anche anni ti piombo... ma andiamo avanti...Io parlavo a livello mondiale, non del giardinetto di casa mia. Non ci considereremo mica il faro dell'umanità vero? In ogni caso pretendere di giudicare un decennio da uno solo dei suoi aspetti è un po' superficial-saccente non trovi?Ad essi sono seguiti gli anni '80, detti gli "anni dell'edonismo", e comparve il "consumatore", sorta di personaggio inebetito che non esprime più nulla ma si limita a scegliere tra le opzioni fornite, convinto di essere un re al quale le aziende sottopongono umilmente il frutto del loro lavoro, che chiama, come dici tu, "prodotti".........
          • maxsix scrive:
            Re: Pistolotto
            - Scritto da: filce

            Detti anche anni ti piombo... ma andiamo
            avanti...

            Io parlavo a livello mondiale, non del
            giardinetto di casa mia. Non ci considereremo
            mica il faro dell'umanità vero? In ogni caso
            pretendere di giudicare un decennio da uno solo
            dei suoi aspetti è un po' superficial-saccente
            non
            trovi?Come trovo limitante e superficial-saccente il dire che gli anni 70 sono gli anni della "libertà critica".La guerra fredda, l'attentato alle olimpiadi di Monaco, la crisi energetica, il watergate, il golpe in Argentina, il terrorismo nostrano (che per modalità e motivazioni non hanno ancora pari al mondo) e potrei continuare ancora e ancora.Beh, permettimi di dirti, con tutto il rispetto, che hai un filo cagato fuori dal boccale.

            Ad essi sono seguiti gli anni '80, detti gli
            "anni dell'edonismo", e comparve il
            "consumatore", sorta di personaggio inebetito che
            non esprime più nulla ma si limita a scegliere
            tra le opzioni fornite, convinto di essere un re
            al quale le aziende sottopongono umilmente il
            frutto del loro lavoro, che chiama, come dici tu,
            "prodotti".........E quindi?Ora si vuol far passare che è colpa delle aziende se il consumatore è un ebete, o viceversa?E' nato prima l'uovo o la gallina insomma.Ripeto, nuovamente, pistolotti senza senso.
          • filce scrive:
            Re: Pistolotto

            Ripeto, nuovamente, pistolotti senza senso.Volevo già scriverlo sul post precedente ma ho voluto aspettare questa conferma. Qual è il problema, mr. Maxsix, hai troppa fretta per leggere con calma quello che gli altri scrivono, non hai voglia di scambiare opinioni e discuterne ma solo di appendere comunicati, hai difficoltà ad adottare una visione un po' più vasta del mondo che vedi diviso solo in "prodotti" e "radical-chic".Vorresti gentilmente finirla di concludere col mantra "pistolotti senza senso"? Siamo dotati di discernimento, a questo punto hanno capito anche i sassi che non ti interessano le nostre risposte. Grazie.
          • maxsix scrive:
            Re: Pistolotto
            - Scritto da: filce

            Ripeto, nuovamente, pistolotti senza senso.

            Volevo già scriverlo sul post precedente ma ho
            voluto aspettare questa conferma. Qual è il
            problema, mr. Maxsix, Grazie del mr. anche se non ci conosciamo abbastanza per dire se me lo merito o no.Comunque, non capisco il risentimento.Ho esposto il mio pensiero parecchi post fa, ma si vede che ti sei incuriosito dalla cosa, altrimenti cosa risponderesti a fare?
            hai troppa fretta per
            leggere con calma quello che gli altri scrivono,Quando avrò bisogno di qualcuno che mi dica cosa fare e come te lo farò sapere grazie.
            non hai voglia di scambiare opinioni e discuterne
            ma solo di appendere comunicati, hai difficoltà
            ad adottare una visione un po' più vasta del
            mondo che vedi diviso solo in "prodotti" e
            "radical-chic".Secondo te l'assioma "prodotto che non mi piace/non mi va bene/mi sta sul **** = mancanza di libertà" cos'è?E, sopratutto, ci scriviamo sopra un wallpaper pistolotto rosicante e whinante (da whining eh) come quello di cui stiamo parlando?Ma ci rendiamo conto?Io si, benissimo.
            Vorresti gentilmente finirla di concludere col
            mantra "pistolotti senza senso"? Ma anche no, è ciò che penso ed è ciò che scrivo ogni volta che qualcuno in un modo o nell'altro mi ri(e sottolineo il ri)tira dentro a questo argomento.
            Siamo dotati di
            discernimento, a questo punto hanno capito anche
            i sassi che non ti interessano le nostre
            risposte.E in effetti hai visto altri miei interventi in giro per il 3d?
            Grazie.Prego.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 aprile 2010 23.00-----------------------------------------------------------
    • Funz scrive:
      Re: Pistolotto
      - Scritto da: maxsix
      Pistolotto sterile senza capo ne coda.non è vero
      Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di
      libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e non.Tutto vero, e tutto ben argomentato, a differenza del tuo post.
      Demagogia inutile e fuori moda.Purtroppo ti do ragione, la libertà è fuori moda.
      Too weak.Too servile
      • maxsix scrive:
        Re: Pistolotto
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: maxsix

        Pistolotto sterile senza capo ne coda.

        non è vero
        Se lo dici tu.

        Un anatema scoordinato basato sulla mancanza di

        libertà [cit.] e sulle rivoluzioni attuate e
        non.

        Tutto vero, e tutto ben argomentato, a differenza
        del tuo
        post.
        La capacità di sintesi non è da tutti. Alle volte bastano poche parole per far riflettere ore, come molte parole per far pensare 30 secondi. A te il risultato e le comparazioni.

        Demagogia inutile e fuori moda.

        Purtroppo ti do ragione, la libertà è fuori moda.
        Comprare o non comprare... questo è il problema.[cit.] Salvo poi frignare quando si vorrebbe comprare un qualcosa che si sa da subito non confacere totalmente ai propri desideri.E quindi?Vogliamo discutere poi di che colore è il cavallo bianco di napoleone? O se è nato prima l'uovo o la gallina?

        Too weak.

        Too servileToo pistolotti.
    • guast scrive:
      Re: Pistolotto


      Demagogia inutile e fuori moda.
      Sarà ma per me non seguire la moda, evitare di uniformarsi alla massa perdendo ogni capacità di ragionamento è un merito
      • ExtraT scrive:
        Re: Pistolotto
        Per cui "sempre contro a prescindere"? Se devi stappare una bottiglia prendi il cavatappi, se poi il tappo è a corona non ti puoi XXXXXXXre con chi ha fatto il cavatappi perchè nn funge al tappo a corona. Prenderai il levatappi apposta... o usi i denti. Poi c'è chi ci mette la levetta a strappo... e ti inXXXXX perchè ha tolto il lavoro sia a chi ha fatto il cavatappi che a chi ha fatto la leva per i tappi a corona? magari volevi solo berti una birra, che a quel punto ti sarà andata abbondantemente di traverso. Alla maggioranza delle persone NON interessa come un cosa funziona e se può modificarne il funzionamento: basta che funga (=soddisfi la necessità immediata). Ti può non piacere, ma è così. Da una vita mi stupisco per l'ignoranza abissale di chimica, fisica e matematica che c'è in giro, e relativi sfondoni: mi rendo conto però che non sono tanti quelli che hanno voglia di impiegare il loro tempo a studiare queste cose, meglio seguire slogan e mettere la testa all'ammasso, senza nemmeno chiedersi se l'affermazione del momento contenga un minimo di verità. Ci sarà un motivo per cui grandi fratelli ed isole e fattorie varie hanno tanto seguito... E, visto che i computer fanno parte della vita reale, non mi posso meravigliare se la maggior parte di chi usa un computer non sappia la differenza fra un applicativo ed il sistema operativo, ed usi il tutto sulla base di sequenze memorizzate di tasti da pigiare, esattamente come un rito magico.Per quanto riguarda gli anni 70 e 80, lasciati dire che NON li rimpiango, musica a parte. A livello sociale sono stati una bufala mostruosa, da idee ed ideali nobili sono uscite mostruosità - un poco come il percorso della rivoluzione francese, da libertà, uguaglianza e fraternità alla ghigliottina per tutti; percorso seguito ancora ed ancora da altre rivoluzioni, da quella di ottobre sfociata nel comunismo-leninismo al fascismo, al nazismo. Diciamo che la via dell'inferno è lastricata di buone intenzioni... non credere che l'uomo della strada abbia un grosso substrato filosofico ed etico, cerca pancia piena, nessun problema rompiscatole e possibilità di divertirsi, va già bene se applica questo anche alla famiglia ed agli amici. La tecnologia ha semplicemente reso più facile arrivare a questo, rendendolo allo stesso tempo più visibile, dato il miglioramento e la generalizzazione della comunicazione (la TV si guarda e ascolta, NON si legge e medita). Chi ne ha saputo approfittare meglio? ovviamente, chi ha seguito meglio la tendenza: dalle auto che ormai si guidano da sole, al fast food che evita il fastidio di cucinare e poi lavare i piatti, al sistema operativo che vorrebbe fare tutto da solo e decidere per te che cosa è meglio (ogni riferimento a Vista NON è casuale). Però l'utente comune è contento così, e si ribella se gli metti in mano una distro Linux da compilare (personalmente ci sto ancora provando, non ho il tempo per studiare in modo più approfondito, lavoro per vivere, ma, forse, durante la pausa estiva...) Quindi, inutile e dispersivo lo scandalo, anceh se taaaanto fighetto radical-chic. Non posso non quotare il commento di maxsix, che in modo sintetico ha espresso quanto sopra ho cercato di dettagliare. Meditate, gente, meditate... e non sul vostro ombelico
        • guast scrive:
          Re: Pistolotto
          Il rifiutarsi di seguire la massa senza ragionare è completamente diverso tra il fare sempre l'opposto di quello che fa la massa (in pratica facendosi comunque condizionare dalla massa).La tua è una lunga tirata che cerca di fare confusione tra le due cose.Tanto lunga che non l'ho letta tutta. Tempo perso
        • filce scrive:
          Re: Pistolotto

          Quindi, inutile e dispersivo lo
          scandalo, anceh se taaaanto fighetto
          radical-chic. Non posso non quotare il commento
          di maxsix, che in modo sintetico ha espresso
          quanto sopra ho cercato di dettagliare. Aridaje. Ma che fretta avete? Calamari ha espresso un disagio che viene dai timori dell'uomo moderno. Questo era il punto di partenza per una discussione, non un La per stroncare i pareri di chi vuole dire la sua. Stroncamenti permeati da assolutismi e da tutti questi banalissimi chichè (pistolotti, radical-chic) e altre farinenondelvostrosacco create da chi ha il bisogno di etichettare, o di appoggiarsi a comode etichette preconfezionate, per smettere di riflettere su temi che dovrebbero invece costituire una fonte costante di meditazione, attività a voi sconosciuta, a parte l'ennesima etichetta-riferimento all'ombelico.
  • Mustard scrive:
    Lo spot del 1984 non criticava
    Preconizzava il mondo a cui si ispira(va) Jobs, I guess.
    • Certo certo scrive:
      Re: Lo spot del 1984 non criticava
      Quoto! L'ho pensato più volte anch'io! A distanza di anni appare come uno spot ipocrita. Il sogno di Jobs era solo quello di sostituirsi a Microsoft IBM.[img]http://theinspirationroom.com/daily/commercials/2005/11/apple-1984-runner.jpg[/img]
      • ExtraT scrive:
        Re: Lo spot del 1984 non criticava
        Per la cronaca: IBM arrivò DOPO la Apple a fabbricare i personal... Allora c'era (ancora) l'Apple I, e stava per arrivare l'Apple ][. E per Apple fu una brutta botta... per Bill Gates NO, con MS DOS (e gli IBM compatibili) fu l'inizio della sua fortuna.
  • Massimo scrive:
    Solo questione di cosa si vuole
    Sono d'accordo con Calamari sul "cos'è" dell'IPad. Non sono d'accordo (mai stato) sui toni apocalittici.Mio padre ha fatto il meccanico ai tempi in cui non c'era l'elettronica sulle auto. Oggi se resto a piedi con la macchina non posso più andare da lui, devo andare all'"officina autorizzata".Epperò grazie all'elettronica non devo più "tirare l'aria" pregando che la macchina parta quando ci sono 10 gradi sottozero, o star lì a farla scaldare sennò mi si spegne... la centralina "decide per me" quanti giri farà il motore al minimo in determinate condizioni, quanta aria e quanta benzina sarà iniettata, ecc... però mio padre non ci può mettere le mani.Voglio dire: IPad=facilità, IPad=non dover pensare troppo, IPad=non posso metterci le mani. Mi vien da dire: e allora? Se voglio tutta questa "facilità" e rinunciare a certe "libertà" lo compro. Se voglio ancora decidere cosa mettere o cosa no sul mio PC mi compro un normale PC. Per ora non mi pare sia minacciata l'estinzione del caro vecchio computer.Cioè il mondo del computer è ancora quello in cui vige la maggior libertà di scelta, tutto sommato. Sul SW delle mia TV non posso intervenire in alcun modo, non posso aggiungere funzioni, è impacchettata così. Pazienza. E allora? L'IPad è un prodotto di elettronica di consumo come tanti. Eccerto che si rivolge a un consumatore. A chi sennò?Tempeste in bicchieri d'acqua.
    • Eretico scrive:
      Re: Solo questione di cosa si vuole
      Perfettamente d'accordo !
    • MeX scrive:
      Re: Solo questione di cosa si vuole
      ottima risposta!
    • eclettico scrive:
      Re: Solo questione di cosa si vuole
      Quoto in toto il tuo intervento, facendo un riassunto più un sistema è aperto, configurabile, eclettico e più è complesso.Se ipad avrà sucXXXXX sarà il sintomo che l'utenza media ha, fino ad oggi, impiegato mezzi tecnici più complessi di quanto avevano bisogno, questo ha portato da un lato un abbassamento del prezzo di tali tecnologie (buono per me) e un sacco di armi disponibili ai malintenzionati (in quanto l'utente medio non è in grado di gestire con competenza un sistema complesso).
      • Massimo scrive:
        Re: Solo questione di cosa si vuole
        - Scritto da: eclettico
        Quoto in toto il tuo intervento, facendo un
        riassunto più un sistema è aperto, configurabile,
        eclettico e più è
        complesso.
        Se ipad avrà sucXXXXX sarà il sintomo che
        l'utenza media ha, fino ad oggi, impiegato mezzi
        tecnici più complessi di quanto avevano bisogno,
        questo ha portato da un lato un abbassamento del
        prezzo di tali tecnologie (buono per me) e un
        sacco di armi disponibili ai malintenzionati (in
        quanto l'utente medio non è in grado di gestire
        con competenza un sistema
        complesso).Io conosco un mucchio di gente che usa il PC per necessità o per la calamita dei social network, e che questa complessità la vive solo come un problema, e non sa nulla o non gli frega niente di SW libero, o di DRM... semplicemente non sfrutta quasi per nulla le potenzialità di un PC moderno. Per queste persone ben venga l'IPad, ovvero il computer da usare senza saper usare il computer. E' quello che aspettano, e il mercato glielo dà.
    • Paracelso scrive:
      Re: Solo questione di cosa si vuole
      - Scritto da: Massimo
      Sono d'accordo con Calamari sul "cos'è"
      dell'IPad. Non sono d'accordo (mai stato) sui
      toni
      apocalittici.
      Mio padre ha fatto il meccanico ai tempi in cui
      non c'era l'elettronica sulle auto. Oggi se resto
      a piedi con la macchina non posso più andare da
      lui, devo andare all'"officina
      autorizzata".
      Epperò grazie all'elettronica non devo più
      "tirare l'aria" pregando che la macchina parta
      quando ci sono 10 gradi sottozero, o star lì a
      farla scaldare sennò mi si spegne... la
      centralina "decide per me" quanti giri farà il
      motore al minimo in determinate condizioni,
      quanta aria e quanta benzina sarà iniettata,
      ecc... però mio padre non ci può mettere le
      mani.È esattamente l'esempio che viene in mente a me: oggi le macchine sono automatizzate in tutto e il guidatore non deve pensare a niente. Risultato?Che a febbraio, con -10°C, apre lo sportello della macchina, sale, chiude lo sportello, avvia il motore, ingrana la prima e parte a 60 all'ora. Tutto nel giro di 200 secondi. Ottimo, no? Sì è comodo, ma quanto ti dura un motore usato in questa maniera?Abbiamo eliminato il fastidio estetico delle macchine con "l'aria tirata"... abbiamo eliminato il tempo perso a scaldare il motore... ma abbiamo forse eliminato il motivo di quei fastidi? No, perché il motore è fatto per lavorare a determinate temperature e non è un'illusione elettronicamente indotta a cambiare questo fatto.Infatti oggi dobbiamo portare la macchina dal meccanico una volta l'anno, solo per tenerla funzionante. Un ottimo risultato?Forse, ma io mi ricordo quando una macchina la compravi e il meccanico lo vedeva solo quando qualcosa non andava. Al giorno d'oggi, e mi è sucXXXXX veramente, di fronte ad un motore che si spegne in corsa, il meccanico autorizzato attacca un computer al motore, il computer dice che non c'è niente che non va, e quindi il mio motore va bene. Al massimo cambiano "la pompa della benzina"; e se poi invece non è quello cambiano "gli iniettori" e via dicendo.
      • Massimo scrive:
        Re: Solo questione di cosa si vuole
        - Scritto da: Paracelso
        - Scritto da: Massimo

        Sono d'accordo con Calamari sul "cos'è"

        dell'IPad. Non sono d'accordo (mai stato) sui

        toni

        apocalittici.

        Mio padre ha fatto il meccanico ai tempi in cui

        non c'era l'elettronica sulle auto. Oggi se
        resto

        a piedi con la macchina non posso più andare da

        lui, devo andare all'"officina

        autorizzata".

        Epperò grazie all'elettronica non devo più

        "tirare l'aria" pregando che la macchina parta

        quando ci sono 10 gradi sottozero, o star lì a

        farla scaldare sennò mi si spegne... la

        centralina "decide per me" quanti giri farà il

        motore al minimo in determinate condizioni,

        quanta aria e quanta benzina sarà iniettata,

        ecc... però mio padre non ci può mettere le

        mani.

        È esattamente l'esempio che viene in mente a me:
        oggi le macchine sono automatizzate in tutto e il
        guidatore non deve pensare a niente.
        Risultato?

        Che a febbraio, con -10°C, apre lo sportello
        della macchina, sale, chiude lo sportello, avvia
        il motore, ingrana la prima e parte a 60 all'ora.
        Tutto nel giro di 200 secondi. Ottimo, no? Sì è
        comodo, ma quanto ti dura un motore usato in
        questa
        maniera?

        Abbiamo eliminato il fastidio estetico delle
        macchine con "l'aria tirata"... abbiamo eliminato
        il tempo perso a scaldare il motore... ma abbiamo
        forse eliminato il motivo di quei fastidi? No,
        perché il motore è fatto per lavorare a
        determinate temperature e non è un'illusione
        elettronicamente indotta a cambiare questo
        fatto.Però qui sta al proprietario avere un po' di criterio. Ogni buon manuale ti dice che l'auto a freddo va comunque usata col piede leggero per minimizzare gli stress meccanici. Una volta magari uno per scaldare la macchina velocemente schiacciava di brutto sull'acceleratore da fermo...

        Infatti oggi dobbiamo portare la macchina dal
        meccanico una volta l'anno, solo per tenerla
        funzionante. Un ottimo
        risultato?

        Forse, ma io mi ricordo quando una macchina la
        compravi e il meccanico lo vedeva solo quando
        qualcosa non andava. Al giorno d'oggi, e mi è
        sucXXXXX veramente, di fronte ad un motore che si
        spegne in corsa, il meccanico autorizzato attacca
        un computer al motore, il computer dice che non
        c'è niente che non va, e quindi il mio motore va
        bene. Al massimo cambiano "la pompa della
        benzina"; e se poi invece non è quello cambiano
        "gli iniettori" e via
        dicendo.Quello che dici è vero e credo sia capitato a tutti... dover portare la macchina in officina 300 volte prima di capire cos'ha... essere sempre più dipendenti da un sistema commerciale che impone le sue regole, da tecnici "ignoranti" che non fanno altro che seguire regolette standard e cambiare il pezzo che secondo il manuale del buon tecnico va cambiato per primo quando qualcosa non funziona, poi quello che va cambiao per secondo e via seguitando fino all'eventuale soluzione.Questa è un'evoluzione del mondo però... non mi metterei ad accusare l'IPad. Anzi forse avere un sistema chiuso per certi utenti garantisce miglior affidabilità, rischiano meno di fare cavolate scaricando e installando roba a caso! Dai tutto sommato il mondo del SW PC è ancora piuttosto "franco", e per questo si è popolato di informatici della domenica molto, molto improvvisati.
  • Frigghenaue i scrive:
    Yes WePad
    Come da oggetto. Attendo Pad più aperti e migliori di quello Apple, linux based... ma anche Microsoft... (anche se non ne comprerò mai uno)Ma il WePad è multitouch?
  • The_GEZ scrive:
    Ancora Grazie !
    Ciao !Acora una volta quando leggo un articolo di Marco ... mi sento meno solo. 92 minuti di applausi.
  • Mirko Moscardini scrive:
    Dimenticato...
    Dimenticato di dire che la mela è la principale finanziatrice del progetto scie chimiche della accoppiata CIA-NSA. Che fino al 1996 lo sceicco Bin Laden aveva $100 mln in titoli mela. Che ha strettamente collaborato al "project 69": la realizzazione di un software per l'esercito americano per la conduzione degli interrogatori a Guantanamo. Ma soprattutto che Gratis è morto da un pezzo: era sopravvissuto solo come zombie informatico.
    • Massimo scrive:
      Re: Dimenticato...
      - Scritto da: Mirko Moscardini
      Dimenticato di dire che la mela è la principale
      finanziatrice del progetto scie chimiche della
      accoppiata CIA-NSA. Che fino al 1996 lo sceicco
      Bin Laden aveva $100 mln in titoli mela. Che ha
      strettamente collaborato al "project 69": la
      realizzazione di un software per l'esercito
      americano per la conduzione degli interrogatori a
      Guantanamo.

      Ma soprattutto che Gratis è morto da un pezzo:
      era sopravvissuto solo come zombie
      informatico.Ma basta adesso con le scie chimiche, ampiamente sbugiardate...
      • Frigghenaue i scrive:
        Re: Re: Dimenticato...
        Temo che il post fosse ironico.
      • Mirko Moscardini scrive:
        Re: Re: Dimenticato...
        No no, se lanci un iPad a 800 km/h ad una quota di 10.000 m, puoi vedere chiaramente che rilascia una scia di tossine neuroinibenti, fondamentali per la realizzazione del Project Palladium.
    • RedBeard scrive:
      Re: Dimenticato...
      e l'ufo atterrato a roswell?.......alluminio, monocromo....era un ipad!
  • RedBeard scrive:
    android anyone?
    permette di fare quello che a iphone, meglio, con una gestione molto piu "pro" alla portata di tutti(dipende certo in buona parte dalla volontà del produttore dell'oggetto.....ma anche la versione piu blindata è una manna dal cielo dal punto di vista dell'apertura, rispetto a iphone). sono presenti alternative per quanto riguarda iphone, e stanno uscendo alternative a ipad.questi strumenti chiusi di apple poi, sono relegati a fasce medio alte(in termini di disponibilità economica), spesso solo il nome di un case di alluminio, un estetica monocrome, e una blindatura fuori misura.tutto questo per dire....fermo restando che ipad e compagni mi fanno "orrore nerd" :P quanto Calamari , se mi immagino a comprarlo in prima persona.....tuttavia non mi da fastidio che un utente base della fascia suddetta sia tutto ringalluzzito dal prenderlo, non mi sembra che sia una scelta inevitabile o forzata. solo una scelta di nicchia, non la mia, non l'unica alternativa, ne la piu piacevole: se sono felice io dellascelta che posso fare, non vedo motivi per additare quella dell'utente volontariamente "noob", armato di ipad, ma felice.
  • MeX scrive:
    bene...
    compratevi android, HP Slate per fortuna c'è ancora libero mercato no?Sinceramente queste analisi mi lasciano perplesso l'iPad è solo uno strumento, essere passivi o produttivi con esso dipende da come l'utente decide di usarlo.Molti di quelli in fila saranno anche stati sviluppatori, desiderosi di averlo tra le mani per creare nuove applicazioniAnche un computer per i 90% degli utenti è come la TV, guardano Facebook, Youtube, Repubblica comunque, ripeto, se Apple è il male assoluto che porterà all'estinzione della cretività fatela fallire scegliendo prodotti "liberi", buona fortuna ;)PS: É stato approvato Opera Mini
    • Eretico scrive:
      Re: bene...
      Eh ma non va bene. Devi per forza farti venire un emicrania a grappolo se no che divertimento c'è ?!! Dai...Mi ha fatto riflettere l'intervento fatto da ragno." Ti faccio un esempio: OSX (si, non iPad o compagnia) non permette l'acXXXXX alla scheda video per la decodifica di stream h.264. Solo Quicktime puo', e il plugin Perian è molto limitato.Quindi? O hai un formato compatibile QuickTime, o ti attacchi con mplayer/vlc a guardare uno stream, con un uso di cpu notevole.Windows e Linux? AcXXXXX completo (dxva e vdpau per fare un esempio). "Ottima argomentazione tecnica nulla da eccepire (che poi un utente normale di quanto scritto ne capirebbe si e no un terzo è un'altro discorso). Ma c'è un però e cioè che l'utente "utonto/casalinga di voghera/normale/medio/come ti pare" interessa vedere un film non quanta cpu utilizza e Quicktime fa proprio questo. Farti vedere un film.
      • panda rossa scrive:
        Re: bene...
        - Scritto da: Eretico
        Ma c'è un però e cioè che l'utente
        "utonto/casalinga di voghera/normale/medio/come
        ti pare" interessa vedere un film non quanta cpu
        utilizza e Quicktime fa proprio questo. Farti
        vedere un
        film.Il cinema in piazza te lo fa vedere molto meglio il film e ad un costo decisamente inferiore.Il dispositivo elettronico non serve per vedere i film, e se tu pretendi di farlo, lo stai usando in modo improprio.
        • Eretico scrive:
          Re: bene...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Eretico

          Ma c'è un però e cioè che l'utente

          "utonto/casalinga di voghera/normale/medio/come

          ti pare" interessa vedere un film non quanta cpu

          utilizza e Quicktime fa proprio questo. Farti

          vedere un

          film.

          Il cinema in piazza te lo fa vedere molto meglio
          il film e ad un costo decisamente
          inferiore.Su questo non ci piove... (be magari in piazza si).Io preferisco di gran lunga il cinema. Però visto che stiamo parlando di strumenti atti a riprodurre dei filamti...
          Il dispositivo elettronico non serve per vedere i
          film, e se tu pretendi di farlo, lo stai usando
          in modo
          improprio.Dipende di quale dispitivo stiamo parlando. Un antifurto è un dispositivo elettronico, ma non serve di sicuro a vedere dei film.
      • RedBeard scrive:
        Re: bene...
        ma osx è fatto solo per le casalinghe, gli utonti o i nabbi? avevo capito che quello era il target di iphoneOs..... asdnulla contro osx, ognuno fà le sue scelte(chi produce e chi compra), ma è chiaro che non si può rispondere a tutto con "l'utente base non se ne accorge" senza chiudere le porte all'utenza non base.
        • Eretico scrive:
          Re: bene...
          - Scritto da: RedBeard
          ma osx è fatto solo per le casalinghe, gli utonti
          o i nabbi? avevo capito che quello era il target
          di iphoneOs.....
          asdAssolutamente no. Ne utilizzo uno e sono soddisfatto, prezzo a parte, ma questo è un'altro discorso.
          nulla contro osx, ognuno fà le sue scelte(chi
          produce e chi compra), ma è chiaro che non si può
          rispondere a tutto con "l'utente base non se ne
          accorge" senza chiudere le porte all'utenza non
          base.Rispondevo solo in merito all'iPad.
      • okok scrive:
        Re: bene...
        - Scritto da: Eretico
        Eh ma non va bene. Devi per forza farti venire un
        emicrania a grappolo se no che divertimento c'è
        ?!!
        Dai...

        Mi ha fatto riflettere l'intervento fatto da
        ragno.
        " Ti faccio un esempio: OSX (si, non iPad o
        compagnia) non permette l'acXXXXX alla scheda
        video per la decodifica di stream h.264. Solo
        Quicktime puo', e il plugin Perian è molto
        limitato.
        Quindi? O hai un formato compatibile QuickTime, o
        ti attacchi con mplayer/vlc a guardare uno
        stream, con un uso di cpu
        notevole.

        Windows e Linux? AcXXXXX completo (dxva e vdpau
        per fare un
        esempio). "

        Ottima argomentazione tecnica nulla da eccepire
        (che poi un utente normale di quanto scritto ne
        capirebbe si e no un terzo è un'altro discorso).
        Ma c'è un però e cioè che l'utente
        "utonto/casalinga di voghera/normale/medio/come
        ti pare" interessa vedere un film non quanta cpu
        utilizza e Quicktime fa proprio questo. Farti
        vedere un
        film.Ma la casalinga se va su youtube a vedere un video e il mac gli prende fuoco non è colpa di Flash o di Adobe è colpa dell'Apple, per il suddetto motivo. E peggio ancora l'Apple arriva ad istruire i suoi dipendeti su che palla raccontare a riguardo. Se a voi va bene questo modo di fare, ok...
    • Sgabbio scrive:
      Re: bene...
      si approvato, però avrei preferito opera mobile in quando ha dentro il motore di rendering...
      • MeX scrive:
        Re: bene...
        Opera non lo hai mai sottoposto ad Apple, intanto hanno approvato il Mini, direi che cadono molti castelli costruiti qui su PI
        • Sgabbio scrive:
          Re: bene...
          In passato aveva presentato ad apple una versione ad hoc per iphone ma fu respinto appunto perchè non usava webkit.
          • MeX scrive:
            Re: bene...
            cioè invece di fare un plugin che funzionava con Safari hanno fatto un browser nuovo? :D
    • vincent scrive:
      Re: bene...
      - Scritto da: MeX
      compratevi android, HP Slate per fortuna
      c'è ancora libero mercato
      no?Tipica risposta da fanboy senza argomentazioni.Cmq, a parte questo, nn condivido troppo l´analisi di Cassandra che secondo me stavolta parte da un punto di vista errato.Continua a considerare apple come un´azienda informatica.É dallípod che il core business si colloca nell´ambito di belli e costosi gadget tecnologici... e i suoi concorrenti sono ormai creative e sony.E, vista cosí, la cosa nn mi pare faccia troppa paura. ;)
    • Mark scrive:
      Re: bene...

      comunque, ripeto, se Apple è il male assoluto che
      porterà all'estinzione della cretività fatela
      fallire scegliendo prodotti "liberi", buona
      fortunaSenza tirare in ballo inutili polemiche, vorrei chiedere una delucidazione.Se volessi sviluppare un software ad hoc per questo iPad, per un uso industriale o d'ufficio (gestionale, analisi report, stato ordini od altro), in modo da sfruttare tutti i punti di vantaggio di questo dispositivo portatile, potrei farlo?E' realmente possibile sviluppare software - chiuso e proprietario - per iPad senza entrare in merito a tutta la politica dell'appstore e senza, soprattutto, alcun bisogno di bucare il firmware?Posso assicurare che è stata la prima idea che ho avuto dopo aver letto di questo iPad, potremmo dire che si tratta di un uso piuttosto "think different" rispetto all'idea originale d'uso del dispositivo.È possibile?
    • harvey scrive:
      Re: bene...
      - Scritto da: MeX
      Sinceramente queste analisi mi lasciano
      perplesso l'iPad è solo uno strumento, essere
      passivi o produttivi con esso dipende da come
      l'utente decide di
      usarlo.E' come lodare il GF o amici. La gente lo vede quindi e' giusto che ci sia
      Anche un computer per i 90% degli utenti è come
      la TV, guardano Facebook, Youtube, Repubblica
      comunque, ripeto, se Apple è il male assoluto che
      porterà all'estinzione della cretività fatela
      fallire scegliendo prodotti "liberi", buona
      fortuna
      ;)Apple porterà a un sistema blindato per il suo vantaggio personale, e questo e' un limite che non deve essere ignorato.
      PS: É stato approvato Opera MiniQuesto e' proprio il dramma, un software DEVE ESSERE APPROVATO !! Tra un po' la cina e' più liberale...
      • MeX scrive:
        Re: bene...

        E' come lodare il GF o amici. La gente lo vede
        quindi e' giusto che ci
        siauhm no è come dire che l'iPad lo puoi usare in modo passivo o attivo
        Apple porterà a un sistema blindato per il suo
        vantaggio personale, e questo e' un limite che
        non deve essere
        ignorato.

        Questo e' proprio il dramma, un software DEVE
        ESSERE APPROVATO !!
        Tra un po' la cina e' più liberalee perchè Calamari non fa un bell'articolo sulla Wii, la Playstation e l'X-BOX?
        • harvey scrive:
          Re: bene...
          - Scritto da: MeX

          Questo e' proprio il dramma, un software DEVE

          ESSERE APPROVATO !!


          Tra un po' la cina e' più liberale

          e perchè Calamari non fa un bell'articolo sulla
          Wii, la Playstation e
          l'X-BOX?Vabbè, allora ora si riparte con il frigorifero, l'auto, ecc ecc?Non e' proprio concepibile che cosi' si perde una libertà che c'e' sempre stata. Una libertà che tutti gli altri hanno!La cosa veramente assurda e' che moltissima gente e' contenta di avere la libertà limitata soltanto perche' il suo steve vuol guadagnare di più.
          • MeX scrive:
            Re: bene...
            cosa non capisci del fatto che l'iPad non è IL TUO COMPUTER ma un device per navigare in internet leggerti la posta e guardarti un film?L'iPad ha BISOGNO di un computer. L'iPad è un GADGET un DEVICE con un compito SPECIFICO che è l'intrattenimento.Quindi si, l'iPad è più paragonabile ad un frigorifero che ad un personal computer
          • harvey scrive:
            Re: bene...
            - Scritto da: MeX
            cosa non capisci del fatto che l'iPad non è IL
            TUO COMPUTER ma un device per navigare in
            internet leggerti la posta e guardarti un
            film?Se permetti a me piace considerare mie le cose che compro, e non solo in concessione da qualcuno.
            L'iPad ha BISOGNO di un computer. L'iPad è un
            GADGET un DEVICE con un compito SPECIFICO che è
            l'intrattenimento.Anche l'iPhone?
            Quindi si, l'iPad è più paragonabile ad un
            frigorifero che ad un personal
            computerA un frigorifero che ci puoi mettere solo il cibo che ti viene venduto al supermercato dove lo hai comprato.
          • MeX scrive:
            Re: bene...

            Se permetti a me piace considerare mie le cose
            che compro, e non solo in concessione da
            qualcuno.quindi non hai una console (il software ce lo hai in licenza così come i giochi)non usi un sistema operativo commerciale (solo Linux, non usi Win nemmeno per giocare)non hai la connesione ad internet (visto che non è tua, paghi solo per il servizio)non hai un cellulare (visto che il software è in licenza)devo continuare?
            Anche l'iPhone?si, anche l'iPhone ha bisogno di un computer per essere utilizzato al suo pieno potenziale, in più ovviamente è un telefono.
            A un frigorifero che ci puoi mettere solo il cibo
            che ti viene venduto al supermercato dove lo hai
            comprato.no perchè con l'iPad puoi accedere a tantissimi contenuti senza usare l'app store, puoi consumare tutto il cibo che vuoi sull'appStore trovi le cose fatte su misura per il frigo come il cassettone per la frutta o i cassetti del congelatore
          • harvey scrive:
            Re: bene...
            - Scritto da: MeX

            A un frigorifero che ci puoi mettere solo il
            cibo

            che ti viene venduto al supermercato dove lo hai

            comprato.

            no perchè con l'iPad puoi accedere a tantissimi
            contenuti senza usare l'app store, puoi consumare
            tutto il cibo che vuoi sull'appStore trovi le
            cose fatte su misura per il frigo come il
            cassettone per la frutta o i cassetti del
            congelatoreTantissimi contenuti vagliati da apple.Apple vieta di installare flash, quindi i contenuti su flash non li puoi vedere. Tutta questa libertà non la vedoQuando domani il tuo frigo ti vieta di inserirci il maiale sarai contento perche' sarà per la tua salute?
          • MeX scrive:
            Re: bene...
            youtube lo posso vedere il resto è 90% banner pubblicitari o siti "vetrina"
          • Funz scrive:
            Re: bene...
            - Scritto da: MeX
            cosa non capisci del fatto che l'iPad non è IL
            TUO COMPUTER ma un device per navigare in
            internet leggerti la posta e guardarti un
            film?

            L'iPad ha BISOGNO di un computer. L'iPad è un
            GADGET un DEVICE con un compito SPECIFICO che è
            l'intrattenimento.

            Quindi si, l'iPad è più paragonabile ad un
            frigorifero che ad un personal
            computerEcco, noi vogliamo computer veri, non giocattoli per gente digiuna di informatica.E non ci piace l'andazzo che sta prendendo Apple. Ho paura che presto blinderanno pure il macOS.
          • MeX scrive:
            Re: bene...

            Ecco, noi vogliamo computer veri, non giocattoli
            per gente digiuna di
            informatica.ma c'è tanta gente digiuna che beneficierà dell'iPad, non capisco perchè criticarlo così aspramente per la mancanza di feature per geeks infatti sarebbe come lamentarsi che su una compatta non puoi cambiare lenti!
            E non ci piace l'andazzo che sta prendendo Apple.
            Ho paura che presto blinderanno pure il
            macOS.se lo fanno falliranno
          • Funz scrive:
            Re: bene...
            - Scritto da: MeX

            Ecco, noi vogliamo computer veri, non giocattoli

            per gente digiuna di

            informatica.

            ma c'è tanta gente digiuna che beneficierà
            dell'iPad, non capisco perchè criticarlo
            così aspramente per la mancanza di feature per
            geeks infatti sarebbe come lamentarsi che su una
            compatta non puoi cambiare
            lenti!Perchè io penso a me stesso, degli altri non me ne frega un cavolo, e mi rode che un oggetto potenzialmente figo come l'ipad sia volutamente castrato e limitato.

            E non ci piace l'andazzo che sta prendendo
            Apple.

            Ho paura che presto blinderanno pure il

            macOS.

            se lo fanno fallirannoSperiamo di no.
    • guast scrive:
      Re: bene...
      No il discorso è completamente diverso.In questo caso non è che il mercato a limitare gli utenti. Il problema è di come le (ex)persone si facciano convincere a scegliere i prodotti che più limitano la loro libertà.Un marketing tanto seducente da convincere la gente a rinchiudersi in gabbie dorate.A quel punto per te macaco è facile consigliare di comprare altri prodotti, sai benissimo che molti utonti non lo faranno-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 aprile 2010 21.10----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 aprile 2010 21.10-----------------------------------------------------------
  • LucaS69 scrive:
    Libertà ?
    Esagerato, gabbia dorata ?Mah.Quindi anche il mio frigorifero è un oggetto che limita la mia libertà, non posso regolarne la temperatura a mio piacimento ma solo limitarmi alle impostazioni decisa dal costruttore.Free Freezer! da oggi sarà il mio slogan.Nessuno pensa che alla maggior parte degli utenti non interessa fare qualsiasi cosa in qualsiasi modo (=totale libertà) bensì solo fare ciò che gli serve nel modo migliore e più semplice ?Se questo significa impedirgli di fare cose che non farà comunque mai mi pare un concetto diverso dal limitare la libertà.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 aprile 2010 09.27-----------------------------------------------------------
    • il ragno scrive:
      Re: Libertà ?
      Un frigorifero non è un personal computer.Se uno strumento prima ti permetteva di fare 100 cose, e poi dopo ne fai molte meno (anche se magari in modo migliore, ma questo è opinabile) significa che qualcosa è andato perso.Puo' stare bene a te, ma non sta bene a chi desidera ora (o in futuro) poter fare determinate cose.Ti faccio un esempio: OSX (si, non iPad o compagnia) non permette l'acXXXXX alla scheda video per la decodifica di stream h.264. Solo Quicktime puo', e il plugin Perian è molto limitato.Quindi? O hai un formato compatibile QuickTime, o ti attacchi con mplayer/vlc a guardare uno stream, con un uso di cpu notevole.Windows e Linux? AcXXXXX completo (dxva e vdpau per fare un esempio).Tu parli di cose semplici? Leggere la posta con il client Mail di Apple magari non è comodo per chi è abituato con altri programmi. Quindi di fatto si forza l'utente ad usare determinati programmi solo perchè già presenti.Come detto, se a te sta bene essere limitato nelle scelte (perchè di fatto l'AppStore limita molto quello che gira, e non tiriamo fuori la scusa della qualità , perchè almeno l'80% del software che gira è pura schifezza) contento tu. Ma c'è gente che vorrebbe avere un personal computer e farci quello che gli pare e piace.
    • panda rossa scrive:
      Re: Libertà ?
      - Scritto da: LucaS69
      Nessuno pensa che alla maggior parte degli utenti
      non interessa fare qualsiasi cosa in qualsiasi
      modo (=totale libertà) bensì solo fare ciò che
      gli serve nel modo migliore e più semplice
      ?La mia vecchia panda aveva i finestrini che si aprivano girando la manopola: era un sistema molto pratico che aveva una prerogativa: si potevano aprire e chiudere anche a macchina spenta.Qualche tempo dopo, quando volevo cambiare la macchina, entrai in un autosalone, entrai in una vettura, mi sedetti, chiusi la portiera, e istintivamente cercai la manopola per aprire il finestrino. Non c'era.Notai il pulsante per aprire il finestrino tramite l'elettronica, e, siccome la macchina era spenta, non funzionava.Ci rimasi malissimo.Rimandai l'acquisto della macchina nuova.Alla fine neanche la presi piu'. Ne presi una usata, ma dotata ancora dell'affidabile manopola per aprire il finestrino.In conclusione: agli utenti interessa fare le cose nella piu' totale liberta' SEMPRE!Solo togliendogliela del tutto, la maggior parte si abituera' alla minore liberta'.
      • Eretico scrive:
        Re: Libertà ?
        Mio nonno avviava l'auto con la manovella. Anche quando pioveva o nevicava (che a motore freddo poi era uno spasso). Poi hanno inventato l'avviamento elettrico.
        • panda rossa scrive:
          Re: Libertà ?
          - Scritto da: Eretico
          Mio nonno avviava l'auto con la manovella. Anche
          quando pioveva o nevicava (che a motore freddo
          poi era uno spasso). Poi hanno inventato
          l'avviamento
          elettrico....e quando ti si brucia il motorino di avviamento, non hai neanche la manovella per poter tentare un avvio manuale.Le comodita' vanno benissimo, ma NON DEVONO SOSTITUIRE il pregresso quando il pregresso possiede qualche prerogativa in piu'.Potevano lasciare la manopola per il finestrino, come potevano lasciare la manovella per l'avvio manuale.In caso di difficolta' o emergenza tornerebbero utili.
          • Mastro Geppetto scrive:
            Re: Libertà ?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Eretico

            Mio nonno avviava l'auto con la manovella. Anche

            quando pioveva o nevicava (che a motore freddo

            poi era uno spasso). Poi hanno inventato

            l'avviamento

            elettrico.

            ...e quando ti si brucia il motorino di
            avviamento, non hai neanche la manovella per
            poter tentare un avvio
            manuale.in questo caso prova prima con CTRL-ALT-CANCaltrimenti col tasto del reset :D
          • Eretico scrive:
            Re: Libertà ?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Eretico

            Mio nonno avviava l'auto con la manovella. Anche

            quando pioveva o nevicava (che a motore freddo

            poi era uno spasso). Poi hanno inventato

            l'avviamento

            elettrico.

            ...e quando ti si brucia il motorino di
            avviamento, non hai neanche la manovella per
            poter tentare un avvio
            manuale.

            Le comodita' vanno benissimo, ma NON DEVONO
            SOSTITUIRE il pregresso quando il pregresso
            possiede qualche prerogativa in
            piu'.

            Potevano lasciare la manopola per il finestrino,
            come potevano lasciare la manovella per l'avvio
            manuale.
            In caso di difficolta' o emergenza tornerebbero
            utili.Ah ok cosi mi piace di più. Però, finestrini a parte (se per questo nelle auto americane degli anni 60 c'era anche l'estintore e il martello con la punta di diamante per frantumare i vetri in caso d'emergenza, ma quelli erano avanti anni luce rispetto a noi) con la manovella d'avviamento con un motore odierno ti voglio proprio vedere (devi tenere presente la compressione del motore) e comunque se ti si pianta il motore oggi, tra centraline e tutto il resto, hai ben poco da smanovellare secondo me. Ma non divaghiamo. Il discorso è sempre quello. Cosa ci devi fare con lo strumento in questione. Il rischio che si crei una situazione di controllo potrebbe anche esserci e su questo non ci piove però ad un certo punto perchè costringere la gente a fare cose poco comodode/ergonomiche/facili quando potresti fare le stesse cose in modo più agevole ? Parlo di non informatici ovviamente per il resto ci siamo noi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Libertà ?
            - Scritto da: Eretico
            però ad un certo
            punto perchè costringere la gente a fare cose
            poco comodode/ergonomiche/facili quando potresti
            fare le stesse cose in modo più agevole ? Infatti si chiama progresso questo modo di procedere.Ma se l'innovazione mi deve togliere qualcosa per sostituirlo con qualcos'altro piu' efficiente sotto molti aspetti, ma meno efficiente sotto altri aspetti, allora mi sta poco bene.E questo vale per la fruizione di multimediali, per i finestrini, per l'avviamento, per tutto.Pensa al digitale terrestre, per fare un altro esempio, che costringe molti a buttare un videorecorder funzionante, che permetteva di registrare un canale mentre ne vedevi un altro.
          • Eretico scrive:
            Re: Re: Libertà ?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Eretico

            però ad un certo

            punto perchè costringere la gente a fare cose

            poco comodode/ergonomiche/facili quando potresti

            fare le stesse cose in modo più agevole ?

            Infatti si chiama progresso questo modo di
            procedere.
            Ma se l'innovazione mi deve togliere qualcosa per
            sostituirlo con qualcos'altro piu' efficiente
            sotto molti aspetti, ma meno efficiente sotto
            altri aspetti, allora mi sta poco
            bene.Si però dimentichi un'elemento nel tuo algoritnmo. A chi cavolo è destinato l'iPad. Non a quelli come te e me (anche se sono curioso di vedere come cavolo funziona o non funziona da vicino però preferisco aspettare. lo strumento mi sembra ancora un pò immaturo e poi c'è il prezzo... vedremo).
            E questo vale per la fruizione di multimediali,
            per i finestrini, per l'avviamento, per
            tutto.Si ma siamo sempre li. Poi una cosa è il finestrino di un auto o l'auto, una cosa è un computer/telefonino/palmare/tablet/server. Mo non è che se si pianta l'alimentatore devo mettermi a pedalare per farlo funzionare. Non ti danno i pedali per ricaricarlo mi pare...
            Pensa al digitale terrestre, per fare un altro
            esempio, che costringe molti a buttare un
            videorecorder funzionante, che permetteva di
            registrare un canale mentre ne vedevi un
            altro.Questo è vero, però in compenso ti permettere di vedere una marea di canali e alcuni di questi in alta risoluzione, cosa che prima non potevi fare. Però ho capito il tuo ragionamento e non è del tutto sbagliato, però siamo sempre fermi al solito punto. Ma alla gente interessa sta cosa ? Perchè è la gente che fa il mercato. Infatti molti prodotti hanno toppato in pieno.
        • beebox scrive:
          Re: Libertà ?
          - Scritto da: Eretico
          Mio nonno avviava l'auto con la manovella. Anche
          quando pioveva o nevicava (che a motore freddo
          poi era uno spasso). Poi hanno inventato
          l'avviamento
          elettrico.Esiste il limite del ragionevole, e le auto di oggi lo hanno passato da un pezzo. E infatti, dopo aver toccato l'apice dell'affidabilità 10-20 anni fa, hanno poi cominciato ad andare sempre peggio. Il troppo stroppia. E comunque, se ti ricordi la Citroen 2 Cavalli, aveva l'avviamento elettrico ma aveva anche la possibilità di essere avviata a manovella, che era una cosa intelligente. Quando l'auto ti lascia piedi in mezzo al nulla per colpa di qualcosa di non strettamente necessario a far sì che ti porti a casa vedrai che cambi idea. Pensa che bello essere lasciati a piedi perché l'auto non riconosce il "comando vocale di avviamento". Eppure ormai ci siamo vicini. Sulla mia c'è di mezzo un computer anche solo per accendere i fari! Dico, ma non bastava un filo e un interruttore ? No! Ci dovevano mettere di mezzo una centralina, che guarda caso è la cosa che da più problemi e che fa andare quasi tutto. Ma se i cinesi fanno un auto senza tutte queste scemenze gliela compro subito! Scemenze che, per inciso, non vengono messe per fare un favore a chi compra, me per permettere economia di scala a chi vende. Vuoi mettere ? Poter usare la stessa centralina su tutte le auto di un costruttore, da quelle da 10000 euro a quelle da 80000, solo attaccandoci nuovi sensori che fanno altre scemenze in più. Scemenze che naturalmente possono fare la loro parte nel far "confondere" la suddetta centralina: "if (cintura != "allacciata") avviamento = "off");". Ma per piacere!
          • Eretico scrive:
            Re: Libertà ?
            - Scritto da: beebox
            - Scritto da: Eretico

            Mio nonno avviava l'auto con la manovella. Anche

            quando pioveva o nevicava (che a motore freddo

            poi era uno spasso). Poi hanno inventato

            l'avviamento

            elettrico.

            Esiste il limite del ragionevole, e le auto di
            oggi lo hanno passato da un pezzo. E infatti,
            dopo aver toccato l'apice dell'affidabilità 10-20
            anni fa, hanno poi cominciato ad andare sempre
            peggio. Il troppo stroppia. E comunque, se ti
            ricordi la Citroen 2 Cavalli, aveva l'avviamento
            elettrico ma aveva anche la possibilità di essere
            avviata a manovella, che era una cosa
            intelligente. Cavolo se me la ricordo, stupenda ! :)
            Quando l'auto ti lascia piedi in
            mezzo al nulla per colpa di qualcosa di non
            strettamente necessario a far sì che ti porti a
            casa vedrai che cambi idea. C'è poco da cambiare idea. Con le centraline andate non c'è manovella che tenga senza contare che le compressioni di motori odierni (con iniettori e turbina/itercooler) hanno tutta un'altra compressione. E con una compressione simile devi essere Hulk per poter usare una manovella. Il due cavalli aveva due cilindri e ti posso assicurare che non era una passeggiata.
            Pensa che bello
            essere lasciati a piedi perché l'auto non
            riconosce il "comando vocale di avviamento".Anche in questo caso con la manovella ci fai poco. Bisognerebbe impostare un sistema che escluda la centralina e la cosa mi sembra molto più complessa di quello che sembra.
            Eppure ormai ci siamo vicini. Sulla mia c'è di
            mezzo un computer anche solo per accendere i
            fari! Dico, ma non bastava un filo e un
            interruttore ? No! Ci dovevano mettere di mezzo
            una centralina, che guarda caso è la cosa che da
            più problemi e che fa andare quasi tutto. Ma se i
            cinesi fanno un auto senza tutte queste scemenze
            gliela compro subito! Scemenze che, per inciso,
            non vengono messe per fare un favore a chi
            compra, me per permettere economia di scala a chi
            vende. Vuoi mettere ? Poter usare la stessa
            centralina su tutte le auto di un costruttore, da
            quelle da 10000 euro a quelle da 80000, solo
            attaccandoci nuovi sensori che fanno altre
            scemenze in più. Scemenze che naturalmente
            possono fare la loro parte nel far "confondere"
            la suddetta centralina: "if (cintura !=
            "allacciata") avviamento = "off");". Ma per
            piacere!Secondo me è una questione si di economia di scala e oseri dire ovviamente, che una questione di confort. Comunque dipende come sono fatte ste centraline. Di sicuro ottimizzano il funzionamento del motore cosa che un carburatore non sempre riusciva a fare a dovere. Basta pensare ai carburatori dell'alfetta. Macchina stupenda, ma quando i carburatori decidevano di non andare a dovere tu eri in giro a tre cilindri quando ti andava bene.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Libertà ?
      Ciao LucaS69 !
      Quindi anche il mio frigorifero è un oggetto che
      limita la mia libertà, non posso regolarne la????Hai comperato un frigorifero Apple ?Nel mio posso regolare sia la temperatura del Frigo che del Freezer ...
      Nessuno pensa che alla maggior parte degli utenti
      non interessa fare qualsiasi cosa in qualsiasi
      modo (=totale libertà) bensì solo fare ciò che
      gli serve nel modo migliore e più semplice
      ?
      Se questo significa impedirgli di fare cose che
      non farà comunque mai mi pare un concetto diverso
      dal limitare la
      libertà.Ti copio ed incollo un mio altro post che feci in una discussione sull' iPad riguardo all' IMPOSSIBILITA' di quest' ultimo di trasferire al suo interno un file senza passare da iTunes.------------------------------------------Un QUALUNQUE device che supporti l' USB host (praticamente tutti) lo colleghi AD UN QUALUNQUE COMPUTER e poi ti trasferisci dei files con gli strumenti standard di QUEL computer, QUALUNQUE ESSO SIA.(e non voglio neppure dire cliccare sul file e fare "Invia a ..." tramite bluetooth)Con la MONUMENTALE trovata di Apple devi avere un computer (o sistema operativo) SUPPORTATO DA APPLE, installarci un software (che occupa piu di 100Mb !!!) e poi puoi fare quello che chiunque altro ha già fatto.E se per OS il software non c'è ?E se il software c'è ma non è installato ?E se il computer non è connesso ad internet ?Con qualunque altro device tutto questo non è un problema, con un device Apple si. PUNTO.------------------------------------------Semplice, no ?
    • beebox scrive:
      Re: Libertà ?
      - Scritto da: LucaS69
      Esagerato, gabbia dorata ?
      Mah.
      Quindi anche il mio frigorifero è un oggetto che
      limita la mia libertà, non posso regolarne la
      temperatura a mio piacimento ma solo limitarmi
      alle impostazioni decisa dal
      costruttore.
      Free Freezer! da oggi sarà il mio slogan.C'è poco da ridere, perché in realtà è un trend che vale per tutto, anche per i frigoriferi e quant'altro. L'altro giorno mi si era rotto l'asciugacapelli, un guasto banale, il cordone che faceva un falso contatto all'altezza dell'impugnatura, dove flette di più. "Bene, nessun problema", mi sono detto, ed ho preso il cacciavite per aprire il manico. Sorpresa: le viti erano "anti manomissione" (in un asciugacapelli!), e gli appositi cacciaviti li hanno solo nei centri di assistenza autorizzati. Quindi secondo loro io non posso ripararmi il mio phon da solo. Poi li ho fregati e l'ho riparato lo stesso, ma ciò non toglie che il costruttore abbia cercato di impedirmelo. Ah, certo, la scusa è che lo fanno "per il nostro bene", perché "l'assistenza deve essere fatta solo da personale qualificato ed autorizzato"; autorizzato da chi ? il phon è mio, quindi immagino da me, giusto ? Perché io sui soldi che gli ho dato quando l'ho comprato non ho messo la condizione "li puoi spendere solo come dico io", eppure loro ti dicono "con questo ci puoi fare solo quello che dico io". Lo stesso è per gli iPhone, gli iPad e gli iDioti che si mettono in fila dalle quattro del mattino per comprarseli e a cui sta bene essere trattati in questo modo, a pagamento. Ma il punto è un altro: un tempo le aziende competevano sui prodotti, ma siccome adesso tutti sono in grado di fare tutto, se non puntano sulla "chiusura" (brevetti più o meno farlocchi, DRM, DMCA, EUCD, ecc.) sono costrette ad abbassare i prezzi a rasoterra, come sarebbe logico in quel contesto di "libero mercato" a cui tutti inneggiano, salvo poi costruire ogni sorta di barriere per ostacolarlo. Libero mercato a casa degli altri quindi, ma non a casa propria.
      • panda rossa scrive:
        Re: Libertà ?
        - Scritto da: beebox
        Sorpresa: le
        viti erano "anti manomissione" (in un
        asciugacapelli!), e gli appositi cacciaviti li
        hanno solo nei centri di assistenza autorizzati.Ma non solo, ormai tutti gli apparecchi elettronici hanno il cavo di alimentazione con la spina schuco, saldata al cavo, senza viti.E io ho tutte le prese di casa per spine classiche, ed inoltre mi piace mettere le spine salvaspazio.Quindi ogni volta che prendo un nuovo aggeggio (ma vale anche per la cucina, frullatori, e cose del genere), devo tagliare e attaccarci la spina che voglio io.Manodopera a parte, che tanto mi diverto, mi costa 1.50 della spina salvaspazio, ed inoltre DECADE LA GARANZIA!!! E lo chiamano progresso!
    • HappyCactus scrive:
      Re: Libertà ?
      - Scritto da: LucaS69
      Esagerato, gabbia dorata ?
      Mah.No, abbastanza realistico, direi.Gabbia dorata senz'altro, perché una gabbia, di fatto, lo è.
      Quindi anche il mio frigorifero è un oggetto che
      limita la mia libertà, non posso regolarne la
      temperatura a mio piacimento ma solo limitarmi
      alle impostazioni decisa dal
      costruttore.
      Free Freezer! da oggi sarà il mio slogan.Buona come provocazione, però considera che il frigo è un prodotto fatto per restare tale e quale, ha una funzione ben definita e costante nel tempo. Diverso è per gli strumenti di calcolo universali come i computer.La vera domanda è, l'iPad a cosa serve? Se si tratta di un oggetto fine a se stesso, ok. Ma non è così.iPad viene spacciato per un computer. Ed un computer è fatto, per definizione, per essere programmato. Ha una funzione che non è definita né costante nel tempo. Un Kindle è già una cosa diversa.E' su questo che secondo me si voleva portare l'attenzione, Apple ha indorato la pillola in modo tale da spacciare iPad per un "oggetto universalmente programmabile" quando i limiti imposti non lo rendono tale.Sono un po' scettico in questa lettura catastrofistica del futuro, però il rischio è tale che è meglio non ignorarlo.
      Nessuno pensa che alla maggior parte degli utenti
      non interessa fare qualsiasi cosa in qualsiasi
      modo (=totale libertà) bensì solo fare ciò che
      gli serve nel modo migliore e più semplice
      ?
      Se questo significa impedirgli di fare cose che
      non farà comunque mai mi pare un concetto diverso
      dal limitare la
      libertà.No, la libertà sta nell'esatto contrario, cioè quello di permettergli di fare anche ciò che non farebbe mai, ed il rischio è proprio questo, cioè che impedendogli di fare quello che comunque (si suppone) non farebbe, si impedisce alla fantasia delle persone di costruire cose nuove. Ci sono innumerevoli invenzioni create immaginando un funzionamento diverso di un oggetto standard.Ribadisco, non sono così catastrofista. Lascio la libertà alle persone anche di acquistare ed usare qualcosa che non fa quello che dovrebbe. Un oggetto completamente aperto prima o poi salterà fuori. Linux l'ha dimostrato, in un momento in cui sembrava impossibile.
  • angros scrive:
    Whitelist
    Il prossimo passo sarà di mettere un sistema che consente di accedere solo ai siti inseriti in una whitelist (ufficialmente, per permettere di escludere i siti XXXXXgrafici, ma in realtà per sopprimere la net neutrality e il "tutto gratis")Al confronto di Apple, alla M$ sono dei santi.
    • il ragno scrive:
      Re: Whitelist
      Proprio vero, ed è per quello che ho deciso di ritornare su Windows/Linux. Anche se c'era software valido su OSX, la mentalità Apple e la direzione che sta prendendo (soprattutto anche sul fatto che sta ignorando bellamente la parte "pro") non mi piace affatto.Perfortuna che esiste Windows 7 e le varie distro Linux!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Whitelist
        Allarme Flame.Non credo che ignori il settore pro visto che se non erro oggi dovrebbero aggiornare i macbook pro Oo
        • il ragno scrive:
          Re: Whitelist
          Ho seguito davvero bene la faccenda, e guarda.... è ridicolo che per aggiornare i Mac Pro c'è voluto cosi tanto (se poi davvero domani aggiornano, ormai i rumors sono tanti sul 13-14 aprile, pero'...).E per i MBP, a giudicare da qualche leak (ovviamente rumors), non sembra promettere poi tanto bene (ancora poche connessioni, forse rimangono con nvidia che sul mobile hanno solo schede vecchie...).E Final Cut Pro? Quando si vedrà un aggiornamento degno di nota?Molti professionisti si sentono traditi, mentre chi invece usa Apple come utente consumer non si accorge nemmeno di questo.
        • fiertel91 scrive:
          Re: Whitelist
          - Scritto da: Sgabbio
          Allarme Flame.
          Non credo che ignori il settore pro visto che se
          non erro oggi dovrebbero aggiornare i macbook pro
          OoOggi. Ma se nessuno ne ha parlato...
        • rover scrive:
          Re: Whitelist
          Il fatto che si chiamino PRO non vuol dire che siano adatti a quel tipo di utenza.L'unica cosa certa è che costano molto di più di quello che valgono.Comunque poi ognuno spende i soldi suoi come meglio ritiene...
      • Bic Indolor scrive:
        Re: Whitelist
        - Scritto da: il ragno
        Proprio vero, ed è per quello che ho deciso di
        ritornare su Windows/Linux. Anche se c'era
        software valido su OSX, la mentalità Apple e la
        direzione che sta prendendo (soprattutto anche
        sul fatto che sta ignorando bellamente la parte
        "pro") non mi piace
        affatto.

        Perfortuna che esiste Windows 7 e le varie distro
        Linux!Windows 7?Perché windows 7??Hanno forse eliminato i DRM?
        • il ragno scrive:
          Re: Whitelist
          Perchè su Windows 7 non hai un "lock" sui driver hardware.
          • CCC scrive:
            Re: Whitelist
            - Scritto da: il ragno
            Perchè su Windows 7 non hai un "lock" sui driver
            hardware.lo hai eccome: solo driver binari (no sorgento e men che mai licenze libere) e solo per sistemi proprietari, spesso e volentieri inutili se non associati a specifici firmware per l'hardware, e ovviamente il tutto disponibile con tempistica di release e per le versioni di sistema che più fanno comodo alle necessità commerciali di M$...se non è lock-in questo non si capisce cosa altro dovrebbe essere...
    • aid85 scrive:
      Re: Whitelist
      il futuro è quello... non è la regola ma bisogna essere attenti e pronti e diffondere le informazioni vere...
    • cats in cool scrive:
      Re: Whitelist
      - Scritto da: angros
      Al confronto di Apple, alla M$ sono dei santi.Allora io sto col diavolo- addio per sempre microshaft hai segnato il tuo ultimo autogol
Chiudi i commenti