Giuda.com/ Internet, Ansa e donnine facili

Dal sito della satira, l'analisi spietata di quello che si legge tra le righe di un recente lancio d'agenzia. Dopo la New Economy anche i net-surfer
Dal sito della satira, l'analisi spietata di quello che si legge tra le righe di un recente lancio d'agenzia. Dopo la New Economy anche i net-surfer


Web – Secondo un comunicato stampa del 14 Marzo “Il cliente-tipo del mercato della prostituzione in Italia è un giovane fra i 20 e i 30 anni, internet-dipendente, con pochi amici e nessun interesse che esuli dalla navigazione in rete e dagli obblighi di studio e di lavoro”. La statistica, con la mirabolante conclusione, è stata elaborata dall’ “Associazione romana Help Me, formata da un gruppo di psicologi volontari guidati dallo psicoanalista Massimo Cicogna”.

Se stavate già pensando alle solite trovate di quegli idioti della redazione di Giuda.com siete subito rimasti delusi: è una notizia vera, addirittura battuta dall’ Ansa .

Non nascondiamoci, nel mondo economico questa notizia ha creato un vero e proprio shock: non è bastato constatare dall’evidenza dei fatti che la tanto decantata New Economy sia di fatto finita sui marciapiedi, ora sappiamo che i marciapiedi sono frequentati dai suoi stessi operatori.

Alcuni economisti di prestigio avrebbero anche avanzato l’ipotesi, nemmeno troppo inverosimile, che la causa del fallimento della New Economy potrebbe anche rintracciarsi in questo malcostume. E ‘ infatti risaputo che la prostituzione è il lavoro più antico del mondo e quindi appartiene alla very-very-Old-Economy e coloro che vi entrano a contatto, secondo gli analisti, ne importerebbero i germi nella New-Economy come i capi di bestiame, che importano l’afta dall’ Inghilterra.

Un male oscuro, che divorerebbe la New Economy dalle sue stesse fondamenta.

Secondo l’Ansa, ancora una volta Internet è il diavolo che ispira i giovani navigatori al vizio e alla perversione.

La cosa preoccupante è che il profilo delineato dall’Ansa è del tutto identico a quello delle search string di Giuda. Sarebbe forse l’occasione buona per quotarci in Borsa ma preferiamo, a partire dal prossimo numero, arricchire il sito di foto soft ed hard-core; anzi, traslando la terminologia della new economy, anche new-core.

Abbiamo una immagine di uno sconosciuto psicoanalista con l’hobby della statistica che farà morire dal ridere tutti i lettori.

Giuda.com , “il sito che non tradisce”

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 03 2001
Link copiato negli appunti