Google blocca un download, anzi no

Il nuovo Web Accelerator è stato ritirato per problemi legati alla privacy ma smanettando sulle URL di Google si può scaricare ugualmente


Roma – La segnalazione arriva dal blog dell’esperto di cose di rete Marco Montemagno SkyTG24 Pianeta Internet e riguarda una curiosa gaffe che è stata compiuta dal più celebre e celebrato motore di ricerca: Google .

Forse non tutti sanno che di recente bigG aveva pubblicato un nuovo software, il Web Accelerator , un programmillo pensato per rendere più facile la navigazione degli utenti che accedono in modalità broad band alla rete. Un prodotto finito nel mirino delle polemiche per le implicazioni che, secondo alcuni, potrebbe avere sulla privacy e che Google ha ora ritirato, ufficialmente per problemi di natura tecnica.

Il ritiro del software, però, non significa che non sia scaricabile.

Come pubblicato da Montemagno, e peraltro verificato da numerosi utenti e da Punto Informatico, all’indirizzo http://webaccelerator.google.com/gwa.msi quel software è ancora scaricabile. Un indirizzo che non è difficile trovare soprattutto per chi aveva già scaricato Web Accelerator quando è stato annunciato: la URL “originale”, infatti, non più attiva, era del tutto simile: “http://webaccelerator.google.com/GoogleWebAcceleratorSetup.msi”.

“Morale della favola – si legge sul blog – chiunque può ancora scaricare il Web Accelerator di Google e Google non lo sa”.

Tramite Google Blog è stato segnalato il problema alla società di Mountain View.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Akiro scrive:
    ipocriti ed ingordi
    forse i signori che si lamentano del periodo di crisi dovrebbero provar a vivere con 1000 euro al mesesoino simpatiche queste persone perkè ritengono giusto lamentarsi della loro situazione, eppure non vedo molti artisti passar dalla Ferrari ai mezzi pubblici.La crisi colpisce soprattutto i ceti bassi che han visto perdere potere d'acquisto.
  • Anonimo scrive:
    li buttino nel p2p!
    questi vivono nelle nuvole. i film europei non li guarda nessuno perche' salvo poche eccezioni (e quelle quando ci sono hanno successo che eclissa qualunque blockbuster made in USA) sono noiosi, banali e fatti male. non e' mica colpa degli americani se loro sanno fare film (ma anche serie TV) migliori dei nostri.a questo punto mettete i film europei nel p2p che almeno magari se sono gratis qualcuno se li guarda pure.p)
  • ABNormal scrive:
    ma quali danni economici?
    tratto dal sito di cinecittà:(http://news.cinecitta.com/news.asp?id=13910)----------------------------------------------------------------Europa: spettatori in aumento nel 2004Nel 2004 c'è stato un incremento degli spettatori al cinema del 5,8% rispetto all'anno precedente. Secondo una ricerca dell'Unione Internazionale dei Cinema (che raggruppa trenta paesi), le sale cinematografiche europee hanno totalizzato 886 milioni di ingressi durante lo scorso anno.Dieci paesi, fra cui l'Italia, hanno visto crescere sensibilmente il numero degli spettatori. Solamente la Norvegia e i Paesi Bassi hanno registrato una diminuzione.------------------------------------------------------------l'Italia, x la cronaca, era segnalata attorno al 9% (fonte euronews)correlando quest'aumento con l'incremento del download in p2p dei film, vuoi vedere che... l'appetito vien mangiando? vuoi vedere he alcune generazioni dedite all'uscita esclusiva per discoteche abbia scoperto, magari grazie anche alla visione dei divx presi in rete, quanto sia bello il cinema e che, con buona pace delle ripping crews, i film visti sul pc o in tv non sono paragonabili neanche vagamente al fascino del lenzuolone bianco delle sale cinematografiche?chissà.....
  • Anonimo scrive:
    Soluzione per il cinema europeo
    Studiare regia in USA Canada e in Asia, tornare in patria, cercare bei soggetti, produrre film divertenti sfavillanti e pieni di idee e sbancare i botteghini europei ed esteri.Un Europa di Vanzina non serve a nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione per il cinema europeo
      - Scritto da: Anonimo
      Studiare regia in USA Canada e in Asia, tornare
      in patria, cercare bei soggetti, produrre film
      divertenti sfavillanti e pieni di idee e sbancare
      i botteghini europei ed esteri.
      Un Europa di Vanzina non serve a nulla.Non solo, ma se noti in Italia vengono prodotti tantissimi film ogni anno. Se guardi le trame sono tutte: storie d'amore, trentenni in crisi, film d'attualità con stile neorealistico.In parole povere tutti film che costano poco, però se anziché farne 30 ne venissero prodotti 3-4 in Italia si potrebbe fare film con grandi possibilità tecniche ed esportabili anche all'estero.
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione per il cinema europeo
        Oh, andiamo, il cinema italiano certo non è molto lodevole ultimamente, ma Gran Bretagna, Francia, Irlanda e Svezia hanno tirato fuori dei film mica male, sono che vengono sponsorizzati pochissimo, non diciamo che gli europei non sanno fare cinema, per favore...
  • Anonimo scrive:
    Ci sta terrorizzando...
    Morgan Freeman:"questa piaga ci sta veramente terrorizzando: tutti parlano di digitale, ma che cosa succede quando il contenuto arriva nelle case della gente? Viene copiato e chissà cosa altro"Mamma mia poveretto...Mi vengono i brividi...Ma perchè non va a fare il muratore, il minatore, il camionista, così risolve tutti questi problemi e vive tranquillo senza il terrore? :D PS "...e chissà cos'altro..." Mi sto chiedendo quali altre cose terrificanti si possano fare con il 'contenuto' digitale, ma non me ne viene in mente nessuna, aiutatemi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sta terrorizzando...
      - Scritto da: Anonimo
      Morgan Freeman:
      "questa piaga ci sta veramente terrorizzando:
      tutti parlano di digitale, ma che cosa succede
      quando il contenuto arriva nelle case della
      gente? Viene copiato e chissà cosa altro"

      Mamma mia poveretto...
      Mi vengono i brividi...

      Ma perchè non va a fare il muratore, il minatore,
      il camionista, così risolve tutti questi problemi
      e vive tranquillo senza il terrore? :D


      PS "...e chissà cos'altro..." Mi sto chiedendo
      quali altre cose terrificanti si possano fare con
      il 'contenuto' digitale, ma non me ne viene in
      mente nessuna, aiutatemi!Certo che Morgan Freeman è proprio terrorizzato ... ma LOL !Invece GORDON FREEMAN saprebbe cosa fare (HL2 rulez) !Però un consiglio al vecchio Morgan glielo voglio dare, gratis, e può copiarlo (visto che è in digitale) e distribuirlo liberamente a chi vuole lui:Va a laurà bauscia !
  • Anonimo scrive:
    Io una soluzione ce l'avrei
    Ho scritto una articolo a proposito sul mio sito, non ne parlo qui altrimenti i troll mi mangiano vivo.E non metto il link del mio sito perché sarebbe SPAM e io spam non ne faccio.Comunque una soluzione certo che ci sarebbe....però ragazzi che addormentati che sono i produttori europei....cioè tutto gli si deve dire.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io una soluzione ce l'avrei
      Vabbè comunque diccela, sta soluzione no ?La soluzione IMHO sarebbe mandare a lavorare seriamente gli addetti ai lavori (quale lavoro!!!!!!!!!!) di cinema & co.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io una soluzione ce l'avrei
      e allora cosa postia fare?ignorante patentato che non sei altro
      • Anonimo scrive:
        Re: Io una soluzione ce l'avrei
        - Scritto da: Anonimo
        e allora cosa postia fare?ignorante patentato che
        non sei altromeno male che ci sei tu che sei un uomo di cultura :D
Chiudi i commenti