Google News ora è archivio storico

Tra le notizie indicizzate dal motore di ricerca ci saranno anche articoli pubblicati due secoli fa. Accordo con i grandi gruppi: Google fornirà brevi resoconti e rimanderà ai siti dei rispettivi editori

Mountain View (USA) – Il servizio di ricerca notizie di Google si aggiorna e si trasforma in una vera e propria emeroteca digitale . L’azienda californiana ha stretto un accordo con vari gruppi editoriali, tra i quali spiccano Washington Post e Wall Street Journal , per indicizzare articoli presenti nell’archivio a pagamento dei relativi quotidiani.

La mossa espanderà notevolmente gli articoli a disposizione degli utenti, che potranno avvalersi delle funzioni di ricerca per individuare le notizie in modo accurato. Negli USA oggi Google News indicizza soltanto gli articoli prodotti negli ultimi 30 giorni e conta sulla partnership di oltre 300 agenzie stampa, periodici e notiziari.

La peculiarità del servizio, secondo i portavoce di Google, sta nel rispetto delle esigenze commerciali degli editori che apriranno i loro archivi storici: gli utenti potranno usare Google solo per accedere a brevi brani estrapolati dagli articoli originali e verranno instradati direttamente verso i vari servizi di consultazione a pagamento offerti dalle grandi pubblicazioni online.

L’archivio si estenderà fino ad articoli del 1800 , riferisce l’agenzia Reuters . “L’obiettivo è di mettere a disposizione degli utenti uno strumento per capire l’evoluzione della storia”, ha detto Anurag Acharya, tra i progettisti del servizio Google News. Secondo i manager di Google, i guadagni per il motore di ricerca saranno notevoli: il colosso di Mountain View non cercherà commissioni sulla visione degli articoli a pagamento ma punta ad accrescere la popolarità di Google News e quindi il valore delle inserzioni ivi contenute.

L’archivio riguarderà inizialmente soltanto la produzione giornalistica anglofona. Successivamente verranno indicizzati quotidiani ed articoli provenienti da altre aree linguistiche, per esempio da quella ispanica.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E poi..
    ...grazie al 8==D sono buoni tutti a fare i manager in questo modo....
  • Anonimo scrive:
    E' normale...
    dopo l'alleanza con uèppolz non poteva che andare a rotoli...chi va con la mela impara a marcire :D
  • Athlon64 scrive:
    "al di sotto delle aspettative..."
    "al di sotto delle aspettative degli investitori"...Quindi senza giri di parole vuol dire che l'azienda va benissimo, è profittevole, ma gli azionisti pretendono dividendi più alti...
    • Anonimo scrive:
      Re: "al di sotto delle aspettative..."
      - Scritto da: Athlon64
      "al di sotto delle aspettative degli
      investitori"...

      Quindi senza giri di parole vuol dire che
      l'azienda va benissimo, è profittevole, ma gli
      azionisti pretendono dividendi più
      alti...Una volta tanto rendi onore al tuo avatar dicendo qualcosa di cinico ma che al tempo stesso è profondamente sensato.
  • Madder scrive:
    dipende da chi licenziano
    Siamo seri... sono tante persone, ma si tratta del 10% della forza lavoro dell'azienda. Ora, non mi venite a dire che nell'azienda dove lavorate voi non prendereste a calci nel didietro almeno il 10%, se non di più, di idioti, lecchini, incompetenti, raccomandati, ... Il problema è che a essere buttate fuori saranno invece quelle persone che fanno bene il loro sporco lavoro ma non sono state in grado di mostrare quanto questo fosse importante per l'azienda stessa. Madder
    • Anonimo scrive:
      Re: dipende da chi licenziano
      - Scritto da: Madder
      Siamo seri... sono tante persone, ma si tratta
      del 10% della forza lavoro dell'azienda.


      Ora, non mi venite a dire che nell'azienda dove
      lavorate voi non prendereste a calci nel didietro
      almeno il 10%, se non di più, di idioti,
      lecchini, incompetenti, raccomandati, ...


      Il problema è che a essere buttate fuori saranno
      invece quelle persone che fanno bene il loro
      sporco lavoro ma non sono state in grado di
      mostrare quanto questo fosse importante per
      l'azienda stessa.


      MadderNo, fra i tanti ce ne sono parecchi dell'ufficio marketing, e quelli più ne licenziano e meglio è.
    • Anonimo scrive:
      Re: dipende da chi licenziano
      - Scritto da: Madder
      Siamo seri... sono tante persone, ma si tratta
      del 10% della forza lavoro dell'azienda.
      Si, in genere la forza lavoro che produce lo 0,05% ma che guadagna il 90%, cioè il management...
      • Anonimo scrive:
        Re: dipende da chi licenziano
        - Scritto da:

        - Scritto da: Madder

        Siamo seri... sono tante persone, ma si tratta

        del 10% della forza lavoro dell'azienda.



        Si, in genere la forza lavoro che produce lo
        0,05% ma che guadagna il 90%, cioè il
        management...E difatti Intel qualche tempo fa aveva già lasciato a casa 1000 "manager".Spero che il 99% di quei 10000 siano manager e markettari !
  • Anonimo scrive:
    "strategie"
    che belle strategie.UN tizio fa cazzate e chi viene rimosso?DIECIMILA PERSONEsicuramente lui avrà una buona uscita stratosferica oltre al fatto che ogni mese avrà guadagnato DA SOLO come un terzo di tutte quelle persone
  • Anonimo scrive:
    10'000 persone sono un'enormita'
    Porco **** Ma come cazzo si fa dalla sera alla mattina licenziare di botto 10'000 persone e proseguire a vivere come niente fosse ?Ma anche il mero calcolo delle probabilità gli è controVuoi che su un così grande numero non peschi anche il pazzo di turno che decide di vendicarsi sulla famiglia prima e lui dopo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: 10'000 persone sono un'enormita'
      Sarebbe ora...anche qui da noi.
      • Anonimo scrive:
        Re: 10'000 persone sono un'enormita'
        Ho parlato con degli inglesi e americani. Loro non capiscono cosa sia il contratto a tempo indeterminato. Per loro è normale cambiare lavoro! Se le person sono troppe è normale essere licenziati. Non si fanno grossi problemi cercano un altro lavoro e via!
        • Anonimo scrive:
          Re: 10'000 persone sono un'enormita'

          Ho parlato con degli inglesi e americani. Loro
          non capiscono cosa sia il contratto a tempo
          indeterminato. Per loro è normale cambiare
          lavoro! Se le person sono troppe è normale
          essere licenziati. Non si fanno grossi problemi
          cercano un altro lavoro e
          via!e' vero, il vero problema e' il diritto d'autore e il terrorismo, per questo si pagano le tasse, il resto devi cercartelo da solo, mica vorrai essere un peso vivo sulle spalle dello stato, no?che bello essere parte di una grande nazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            Ho parlato con degli inglesi e americani. Loro

            non capiscono cosa sia il contratto a tempo

            indeterminato. Per loro è normale cambiare

            lavoro! Se le person sono troppe è normale

            essere licenziati. Non si fanno grossi problemi

            cercano un altro lavoro e

            via!

            e' vero, il vero problema e' il diritto d'autore
            e il terrorismo, per questo si pagano le tasse,
            il resto devi cercartelo da solo, mica vorrai
            essere un peso vivo sulle spalle dello stato,
            no?
            che bello essere parte di una grande nazione.Welcome to the real world... Neo.(cylon)
        • Anonimo scrive:
          Re: 10'000 persone sono un'enormita'
          SI è vero x loro essere licenziati e cambiare lavoro puo' essere normale!!! quello che qui da noi non è normale e che se vieni licenziato o vorresti cambiare il posto dilavoro o meglio seiprecario UN ALTRO POSTO NN LO TROVI!!La differenza è tutta li....a qull'OTELLINI che venga a fare il figo qui da noi dove i sindacati ti fanno un culo così....PROFA A FARE L'IMPRENDITORE IN ITALIA E POI VEDIAMO QUANTO SEI FIGO! Capaci tutti a risparmiare 2/3 miliardi licenziando.....vieni ...vieni qui in italy a misurarti!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            *quoto. Qua i sindacati ti fanno a pezzi LOL
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            *

            quoto. Qua i sindacati ti fanno a pezzi LOLMika vero, guarda il tronchetto della felicita', si compra la telecom e la paga con i soldi della telecom, cosi' so' capace pure io a fare l'imprenditore
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            SI è vero x loro essere licenziati e cambiare
            lavoro puo' essere normale!!! quello che qui da
            noi non è normale e che se vieni licenziato o
            vorresti cambiare il posto dilavoro o meglio
            seiprecario UN ALTRO POSTO NN LO
            TROVI!!
            La differenza è tutta li....a qull'OTELLINI che
            venga a fare il figo qui da noi dove i sindacati
            ti fanno un culo così....PROFA A FARE
            L'IMPRENDITORE IN ITALIA E POI VEDIAMO QUANTO SEI
            FIGO! Capaci tutti a risparmiare 2/3 miliardi
            licenziando.....vieni ...vieni qui in italy a
            misurarti!!!La classe imprenditoriale italiana non è degna nemmeno di pensare di confrontarsi con l'estero. Incapaci in tutto tranne che nel lamentarsi, rastrellare fondi a destra e a manca e mettere in cassaintegrazione quando i soldi non bastano.La classe imprenditoriale italiana andrebbe mandata a lavorare.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'


            La classe imprenditoriale italiana non è degna
            nemmeno di pensare di confrontarsi con l'estero.
            Incapaci in tutto tranne che nel lamentarsi,
            rastrellare fondi a destra e a manca e mettere in
            cassaintegrazione quando i soldi non
            bastano.

            La classe imprenditoriale italiana andrebbe
            mandata a
            lavorare.Hai veramente le tarme nel cervello tu!La classe imprenditoriale NON puo´ confrontarsi con l´estero perche´ i tuoi cari sindacati mettono sempre i bastoni fra le ruote. Sei solo un sinistroide pronto a pretendere e basta.Solo diritti per voi di sinistra! I doveri li lasciamo agli altri giusto ?!Bravo complimenti.PS. Vai pure moderatore ....censurami
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            Un vero esempio della classe imprenditoriale italiana, presente e futura, è quel tale che tutti conoscono, capace solo di tirare coca insieme ai trans e che dopo sei mesi di ferie in USA è tornato bellamente al suo posto di dirigente del più grande gruppo industriale italiano...Il maggior problema della classe dirigente (pubblica e privata) italiana non è il sindacato o altre menate, ma la classe dirigente italiana stessa....- Scritto da:



            La classe imprenditoriale italiana non è degna

            nemmeno di pensare di confrontarsi con l'estero.

            Incapaci in tutto tranne che nel lamentarsi,

            rastrellare fondi a destra e a manca e mettere
            in

            cassaintegrazione quando i soldi non

            bastano.



            La classe imprenditoriale italiana andrebbe

            mandata a

            lavorare.

            Hai veramente le tarme nel cervello tu!
            La classe imprenditoriale NON puo´ confrontarsi
            con l´estero perche´ i tuoi cari sindacati
            mettono sempre i bastoni fra le ruote. Sei solo
            un sinistroide pronto a pretendere e
            basta.
            Solo diritti per voi di sinistra!
            I doveri li lasciamo agli altri giusto ?!
            Bravo complimenti.

            PS. Vai pure moderatore ....censurami
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            Un vero esempio della classe imprenditoriale
            italiana, presente e futura, è quel tale che
            tutti conoscono, capace solo di tirare coca
            insieme ai transLapo si comporta come un qualsiasi sinistroide (voglia di fare un cazzo, uso di droghe e apertura mentale sul sesso)...Strano che i sinistroidi gli diano addosso...sarà invidia?
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Un vero esempio della classe imprenditoriale

            italiana, presente e futura, è quel tale che

            tutti conoscono, capace solo di tirare coca

            insieme ai trans

            Lapo si comporta come un qualsiasi sinistroide
            (voglia di fare un cazzo, uso di droghe e
            apertura mentale sul
            sesso)...
            Strano che i sinistroidi gli diano addosso...
            sarà invidia?Mah, secondo me invece e´ semplicemente per il fatto che i sinistroidi perdono spesso la bussola e la memoria (per comodita ipocrita o per stupidaggine).Basta anche solo pensare al fatto che poco tempo fa´ erano tutti pacifisti mentre adesso hanno scoperto che e´ bello giocare ai soldatini!Altroche´ i 10000 licenziati.Forse a sinistra non si e´ ancora capito che il licenziamento permette a un impresa di potere sopravvivere.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            Basta anche solo pensare al fatto che poco tempo
            fa´ erano tutti pacifisti mentre adesso hanno
            scoperto che e´ bello giocare ai
            soldatini!Dicevano: "portare la pace con le armi. Assurdo!" Ed eccoli mandare i soldatini con le armi.Ah, ma stavolta è diverso! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'


            Dicevano: "portare la pace con le armi. Assurdo!"
            Ed eccoli mandare i soldatini con le armi.
            Ah, ma stavolta è diverso! (rotfl)Bisogna proprio essere delle facce toste per aver criticato aspramente Irak e Afganistan e giustificare con delle frasi tipo quella sopra l´intervento in Libano.SIETE TUTTI DEGLI IPOCRITI SINISTROIDI!VERGOGNA!
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            ... e al lavoratore di crepare di fame !Ciao,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            ... e al lavoratore di crepare di fame !

            Ciao,
            PiwiAl lavoratore licenziato probabilmente.Ma intanto quelli che rimangono in bottega tirano avanti.Se invece la ditta fallisce tutti a casa a crepare di fame.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            ... e al lavoratore di crepare di fame !



            Ciao,

            Piwi

            Al lavoratore licenziato probabilmente.
            Ma intanto quelli che rimangono in bottega tirano
            avanti.

            Se invece la ditta fallisce tutti a casa a
            crepare di
            fame.Tra fallire e non fare abbastanza soldi per permettere all'azionista di riferimento di comprare una nuova barca di un paio di metri più lunga c' è differenza.E' questa ampia zona di azienda funzionante con tutti i dipendenti e senza licenziamenti, ma profitti correlati all'abilità del proprietario che stiamo parlando.Ma è chiaro che questo è un argomento che non capite.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            Tra fallire e non fare abbastanza soldi per
            permettere all'azionista di riferimento di
            comprare una nuova barca di un paio di metri più
            lunga c' è
            differenza.
            E' questa ampia zona di azienda funzionante con
            tutti i dipendenti e senza licenziamenti, ma
            profitti correlati all'abilità del proprietario
            che stiamo
            parlando.
            Ma è chiaro che questo è un argomento che non
            capite.Sei tu non capisci che un'azienda non può crescere per sempre.E' impossibile.E solo crescendo per sempre non deve fare tagli al personale.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'

            Lapo si comporta come un qualsiasi sinistroide
            (voglia di fare un cazzo, uso di droghe e
            apertura mentale sul
            sesso)...
            Strano che i sinistroidi gli diano addosso...
            sarà invidia?Sei a capo di un'azienda che dà lavoro ad un sacco di gente e sta andando in rovina. Ti devi sbattere dalla mattina alla sera per l'azienda. Altro che andare in giro coi travestiti a tirare coca !
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            Lapo si comporta come un qualsiasi sinistroide

            (voglia di fare un cazzo, uso di droghe e

            apertura mentale sul

            sesso)...

            Strano che i sinistroidi gli diano addosso...

            sarà invidia?

            Sei a capo di un'azienda che dà lavoro ad un
            sacco di gente e sta andando in rovina. Ti devi
            sbattere dalla mattina alla sera per l'azienda.
            Altro che andare in giro coi travestiti a tirare
            coca
            !Eh, sì, si è visto come Lapo si sbatteva per l'azienda mattina e sera.. ehhh!Purtroppo le cose vanno sempre peggio perchè la società è piena di gente sempre più sballata, la professionalità e la serietà sono considerate cose antiquate, oramai si pensa alla socializzazione ed a come rubar soldi lavorando il meno possibile o non lavorando affatto, e quindi ci si iscrive ai sindacati.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            Lapo si comporta come un qualsiasi sinistroide

            (voglia di fare un cazzo, uso di droghe e

            apertura mentale sul

            sesso)...

            Strano che i sinistroidi gli diano addosso...

            sarà invidia?
            Sei a capo di un'azienda che dà lavoro ad un
            sacco di gente e sta andando in rovina. Ti devi
            sbattere dalla mattina alla sera per l'azienda.
            Altro che andare in giro coi travestiti a tirare
            coca
            !Giusto! Solo diritti per i lavoratori e solo doveri per i datori. (rotfl)(rotfl)(rotfl)Lapo si comporta esattamente come gli anarco-sinistroidi caro mio... prenditela con loro che gli hanno fatto capire come sia meglio vivere la vita... ovvero prendendosi tutti i diritti senza avere un cazzo di dovere.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            Un vero esempio della classe imprenditoriale
            italiana, presente e futura, è quel tale che
            tutti conoscono, capace solo di tirare coca
            insieme ai trans e che dopo sei mesi di ferie in
            USA è tornato bellamente al suo posto di
            dirigente del più grande gruppo industriale
            italiano...
            Il maggior problema della classe dirigente
            (pubblica e privata) italiana non è il sindacato
            o altre menate, ma la classe dirigente italiana
            stessa....Vorrei darti torto. Ma non posso: hai perfettamente ragione. E non è il solo...
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Un vero esempio della classe imprenditoriale

            italiana, presente e futura, è quel tale che

            tutti conoscono, capace solo di tirare coca

            insieme ai trans e che dopo sei mesi di ferie in

            USA è tornato bellamente al suo posto di

            dirigente del più grande gruppo industriale

            italiano...

            Il maggior problema della classe dirigente

            (pubblica e privata) italiana non è il sindacato

            o altre menate, ma la classe dirigente italiana

            stessa....

            Vorrei darti torto. Ma non posso: hai
            perfettamente ragione. E non è il
            solo...Ha ragione, ma i sindacati sono raggruppamenti delle peggiori persone che fanno proselitismo di massa per creare futura classe dirigente problematica, svogliata, ignorante ed arrogante, che sa solo pretendere.
          • DuDe scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:


            Hai veramente le tarme nel cervello tu!
            La classe imprenditoriale NON puo´ confrontarsi
            con l´estero perche´ i tuoi cari sindacati
            mettono sempre i bastoni fra le ruote. Sei solo
            un sinistroide pronto a pretendere e
            basta.
            Solo diritti per voi di sinistra!
            I doveri li lasciamo agli altri giusto ?!
            Bravo complimenti.

            PS. Vai pure moderatore ....censuramiSecondo me c'e' del vero in entrambe le affermazioni, in america non esistono sindacati che possano "decidere" il cdestino di un'azienda, mentre in italia e' vero l'opposto.Ho colleghi che lavoravano in alitalia quando era il tempo delle vacche grasse, mi raccontano di assenteismo coperto dai sindacati, stipendi d'oro etc, etc, poi? vedete come e' andata a finire.E' vero che in altri paesi il posto "fisso" non sanno cosa sia e per questo sono piu' flessibili, tant'e' che in GB la flessibilita' voluta con la legge biagi qui da noi , funziona egregiamente per via della loro mentalita' e di come le aziende di body rental si presentano al mercato, qui da noi al solito e' stata interpretata alla maniera italica, fo come mi pare.Sarebbe auspicabile trovare una via di mezzo tra i due sistemi, ossia quello usa e quello italiano che secondo me sono gli estremi delle stessa situazione.Parlando con americani, secondo la loro mentalita' chi lavora nel comparto statale e' un parassita da disprezzare, vedete un po' voi!
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'

            Parlando con americani, secondo la loro
            mentalita' chi lavora nel comparto statale e' un
            parassita da disprezzare, vedete un po' voi!
            Anche per molti italiani chi lavora lavora nel comparto statale e' un parassita da disprezzare.La differenza e´ che in Italia questi parassiti sono protetti dai sindacati e, ultimamente, dal loro governucchio di estrema sinistra.
          • DuDe scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:


            Anche per molti italiani chi lavora lavora nel
            comparto statale e' un parassita da
            disprezzare.
            La differenza e´ che in Italia questi parassiti
            sono protetti dai sindacati e, ultimamente, dal
            loro governucchio di estrema
            sinistra.Vero, quello che non ho scritto pwer dimenticanza e' che qui da noi se uno entra alle poste o in qualche posto simile e' un "privilegiato" li e' considerato un nullafacente e poco intelligente.Sui sindacati si sono dette peste e corna, io come ho scritto dico di trovare una via di mezzo, non proteggere ad oltranza ma nemmeno non avere nessuna protezione.Altro anneddoto, vicino casa mia c'era la sede del giornale d'italia, un giorno e l'latro pure scioperavano, bene, di li a poco il giornale chiuse.Altro fatto di cronaca, un imprenditore tessile del teramano aveva circa 35 donne al lavoro, un congruo numero rimase incinta e come e' normale, si mise in maternita', bene di li a poco tale imprenditore chiuse e apri' da un'altra parte con la giustificazione che non poteva andare avanti senza la forza lavoro ma non poteva nemmeno assumere altre lavoranti pur continuando a pagare quelle che a tutti gli effetti non lavarovano, cose strane come queste andrebbero evitate per quanto sia possibile, io non ho la soluzione, se l'avessi probabilmente la terrei per me, visto che non la si vuole trovare.E' pure vero che il mercato del lavoro in italia e' inesistente , dopo la legge biagi si e' andati verso il precariato piu' totale, io mi ritengo superfortunato asd avere un contratto a tempo indeterminato, ma ho amici che vivono nell'incertezza piu' totale
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da: DuDe

            - Scritto da:





            Anche per molti italiani chi lavora lavora nel

            comparto statale e' un parassita da

            disprezzare.

            La differenza e´ che in Italia questi parassiti

            sono protetti dai sindacati e, ultimamente, dal

            loro governucchio di estrema

            sinistra.

            Vero, quello che non ho scritto pwer dimenticanza
            e' che qui da noi se uno entra alle poste o in
            qualche posto simile e' un "privilegiato" li e'
            considerato un nullafacente e poco
            intelligente.
            Sui sindacati si sono dette peste e corna, io
            come ho scritto dico di trovare una via di mezzo,
            non proteggere ad oltranza ma nemmeno non avere
            nessuna
            protezione.
            Altro anneddoto, vicino casa mia c'era la sede
            del giornale d'italia, un giorno e l'latro pure
            scioperavano, bene, di li a poco il giornale
            chiuse.

            Altro fatto di cronaca, un imprenditore tessile
            del teramano aveva circa 35 donne al lavoro, un
            congruo numero rimase incinta e come e' normale,
            si mise in maternita', bene di li a poco tale
            imprenditore chiuse e apri' da un'altra parte con
            la giustificazione che non poteva andare avanti
            senza la forza lavoro ma non poteva nemmeno
            assumere altre lavoranti pur continuando a pagare
            quelle che a tutti gli effetti non lavarovano,
            cose strane come queste andrebbero evitate per
            quanto sia possibile, io non ho la soluzione, se
            l'avessi probabilmente la terrei per me, visto
            che non la si vuole
            trovare.

            E' pure vero che il mercato del lavoro in italia
            e' inesistente , dopo la legge biagi si e' andati
            verso il precariato piu' totale, io mi ritengo
            superfortunato asd avere un contratto a tempo
            indeterminato, ma ho amici che vivono
            nell'incertezza piu'
            totaleVeramente la legge Biagi ha creato posti di lavoro e favorito l'assunzione di molte persone. La tua sinistra che vuole cancellarla tornando ad irrigidire il mercato del lavoro causerà solo danni. In UK, negli USA, in Australia, in quasi tutti gli altri paesi tutti i lavori sono "precari", ciò che conta è poter avere sempre l'opportunità di lavorare. Più burocrazia metti e meno opportunità ci saranno e quindi ovviamente se perdi il posto non trovi altro.
          • DuDe scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'

            Veramente la legge Biagi ha creato posti di
            lavoro e favorito l'assunzione di molte persone.
            La tua sinistra che vuole cancellarla tornando ad
            irrigidire il mercato del lavoro causerà solo
            danni. In UK, negli USA, in Australia, in quasi
            tutti gli altri paesi tutti i lavori sono
            "precari", ciò che conta è poter avere sempre
            l'opportunità di lavorare. Più burocrazia metti e
            meno opportunità ci saranno e quindi ovviamente
            se perdi il posto non trovi
            altro.Innanzi tutto, chi ti dice che io voti o sia di di sinistra? anzi, chi mi conosce a volte mi da del fascista ma per altre questioni.La burocrazia intralcia qualsiasi cosa e questo e' un dato di fatto, pero' qualche minima assicurazione di poter lavorare a condizioni umane la vorrei, prova ad ammalarti se hai un contratto a progetto, vedi se dopo te lo rinnovano, come dici? ne trovo un'altro? si proprio, la legge biagi nella sua forma e' ottima, e' la sua applicazione in italia che e' una barzelletta, e' servita solo a riempire le tasche di societa' schiaviste come le body rental che qui fungono ad funchiam, non siamo pronti come mentalita' ad una cosa del genere, ne mai lo saremo se continuiamo a "idolatrare" il furbo e a spernacchiare l'onesto.Ritornando alla notizia, bisognerebbe sapere il vero motivo del licenziamento, non mi stupirei se fosse per dare piu' soldi a qualche manager , negli usa si usa ( perdonate il gioco di parole)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 settembre 2006 14.48-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da: DuDe[]
            Altro fatto di cronaca, un imprenditore tessile
            del teramano aveva circa 35 donne al lavoro, un
            congruo numero rimase incinta e come e' normale,
            si mise in maternita', bene di li a poco tale
            imprenditore chiuse e apri' da un'altra parte con
            la giustificazione che non poteva andare avanti
            senza la forza lavoro ma non poteva nemmeno
            assumere altre lavoranti pur continuando a pagare
            quelle che a tutti gli effetti non lavarovano,
            cose strane come queste andrebbero evitate per
            quanto sia possibile, io non ho la soluzione, se[]la maternità non è a carico dell'azienda ma dell'INPSCiao
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            []
            la maternità non è a carico dell'azienda ma
            dell'INPS
            CiaoAh.. quindi l'INPS ti procura in tempi brevi personale specializzato, esperto e gratuito che sostituisce il dipendente in maternità?
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            quoto tutti bravi sindacalisti...nel momento in cui fanno 4 soldi diventano tutti il bill gates di turno...troppo comodo sinistroidi!
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            SI è vero x loro essere licenziati e cambiare
            lavoro puo' essere normale!!! quello che qui da
            noi non è normale e che se vieni licenziato o
            vorresti cambiare il posto dilavoro o meglio
            seiprecario UN ALTRO POSTO NN LO
            TROVI!!
            La differenza è tutta li....a qull'OTELLINI che
            venga a fare il figo qui da noi dove i sindacati
            ti fanno un culo così....PROFA A FARE
            L'IMPRENDITORE IN ITALIA E POI VEDIAMO QUANTO SEI
            FIGO! Capaci tutti a risparmiare 2/3 miliardi
            licenziando.....vieni ...vieni qui in italy a
            misurarti!!!E' proprio per questo che non ci vengono in Italia, mica sono idioti. E pensi che ci rimettano loro ? Ringrazia i tuoi cari sindacati che ti negano le opportunità di lavoro facendo fuggire gli investitori stranieri.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            Quoto al 100%
            E' proprio per questo che non ci vengono in
            Italia, mica sono idioti. E pensi che ci
            rimettano loro ? Ringrazia i tuoi cari sindacati
            che ti negano le opportunità di lavoro facendo
            fuggire gli investitori
            stranieri.Abbiamo un mercato del lavoro penoso e inefficente e questo grazie soprattutto ai sindacati.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            Quoto al 100%


            E' proprio per questo che non ci vengono in

            Italia, mica sono idioti. E pensi che ci

            rimettano loro ? Ringrazia i tuoi cari sindacati

            che ti negano le opportunità di lavoro facendo

            fuggire gli investitori

            stranieri.

            Abbiamo un mercato del lavoro penoso e
            inefficente e questo grazie soprattutto ai
            sindacati.soprattutto grazie ai comunisti
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Quoto al 100%




            E' proprio per questo che non ci vengono in


            Italia, mica sono idioti. E pensi che ci


            rimettano loro ? Ringrazia i tuoi cari
            sindacati


            che ti negano le opportunità di lavoro facendo


            fuggire gli investitori


            stranieri.



            Abbiamo un mercato del lavoro penoso e

            inefficente e questo grazie soprattutto ai

            sindacati.

            soprattutto grazie ai comunistiPer come sono strutturati adesso e per i "servizi" che offrono, i sindacati sarebbero da eliminare se si vuole favorire un lavoro equo e meritocratico.Il problema e´ che troppi in Italia sono sotto il loro lungo braccio.
        • Anonimo scrive:
          Re: 10'000 persone sono un'enormita'
          - Scritto da:
          Ho parlato con degli inglesi e americani. Loro
          non capiscono cosa sia il contratto a tempo
          indeterminato. Per loro è normale cambiare
          lavoro! Se le person sono troppe è normale
          essere licenziati. Non si fanno grossi problemi
          cercano un altro lavoro e
          via!Chiedi agli inglesi quant'e' il loro sussidio di disoccupazione, e quanto dura.Poi fai lo stesso con un italiano che perde il lavoro.Infine chiedi agli americani se sono soddisfatti delle loro condizioni precarie.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ho parlato con degli inglesi e americani. Loro

            non capiscono cosa sia il contratto a tempo

            indeterminato. Per loro è normale cambiare

            lavoro! Se le person sono troppe è normale

            essere licenziati. Non si fanno grossi problemi

            cercano un altro lavoro e

            via!

            Chiedi agli inglesi quant'e' il loro sussidio di
            disoccupazione, e quanto
            dura.
            Poi fai lo stesso con un italiano che perde il
            lavoro.

            Infine chiedi agli americani se sono soddisfatti
            delle loro condizioni
            precarie.Se è gente mediocre che non ha voglia di lavorare e pretende soldi piangendo miseria ovviamente faranno le vittime. Se è gente con dignità cercherà altri posti di lavoro e se necessario si abbasserà a lavori più umili se non trovasse di meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'


            Se è gente mediocre che non ha voglia di lavorare
            e pretende soldi piangendo miseria ovviamente
            faranno le vittime. Se è gente con dignità
            cercherà altri posti di lavoro e se necessario si
            abbasserà a lavori più umili se non trovasse di
            meglio.QUOTO 100 %E volete sapere chi sono i sindacati?Organizzazioni di gente mediocre che non ha voglia di lavorare il cui scopo e´ di proteggere i loro simili !
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:




            Se è gente mediocre che non ha voglia di
            lavorare

            e pretende soldi piangendo miseria ovviamente

            faranno le vittime. Se è gente con dignità

            cercherà altri posti di lavoro e se necessario
            si

            abbasserà a lavori più umili se non trovasse di

            meglio.


            QUOTO 100 %
            E volete sapere chi sono i sindacati?
            Organizzazioni di gente mediocre che non ha
            voglia di lavorare il cui scopo e´ di proteggere
            i loro similiOttima descrizione dei comunisti! Bravo!
          • DuDe scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            QUOTO 100 %
            E volete sapere chi sono i sindacati?
            Organizzazioni di gente mediocre che non ha
            voglia di lavorare il cui scopo e´ di proteggere
            i loro simili
            !Non spariamo a zero sui sindacati, grazie a loro te ora hai le 8 ore le ferie e tante belle cosette che sono frutto di lotte sindacali, ovvio che oggi la cosa ha assunto un carattere di abominio ossia si protegono pure i nullafacenti, ma questo dipende dalle persone non dal sindacato in quanto istituzione, mi risponderai che le isttuzioni sono fatte da uomini, ovvio, allora si "spari" sugli uomini non sulle istituzioni.A me non piace un mercato del lavoro stile usa dove se mi stai sui zebedei ti licenzio, purtroppo chi ha potere lo us a suo uso e consumo e il piu' delle volte se ne sbatte delle conseguenze delle sue azioni
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da: DuDe

            - Scritto da:




            QUOTO 100 %

            E volete sapere chi sono i sindacati?

            Organizzazioni di gente mediocre che non ha

            voglia di lavorare il cui scopo e´ di proteggere

            i loro simili

            !

            Non spariamo a zero sui sindacati, grazie a loro
            te ora hai le 8 ore le ferie e tante belle
            cosette che sono frutto di lotte sindacali, ovvio
            che oggi la cosa ha assunto un carattere di
            abominio ossia si protegono pure i nullafacenti,
            ma questo dipende dalle persone non dal sindacato
            in quanto istituzione, mi risponderai che le
            isttuzioni sono fatte da uomini, ovvio, allora si
            "spari" sugli uomini non sulle
            istituzioni.

            A me non piace un mercato del lavoro stile usa
            dove se mi stai sui zebedei ti licenzio,
            purtroppo chi ha potere lo us a suo uso e consumo
            e il piu' delle volte se ne sbatte delle
            conseguenze delle sue
            azioniIl limite tra la lotta per condizioni lavorative "umane" e quello tra "per me operaio esistono solo diritti e 0 doveri" e´ molto labile.Sparo a 0 sulle istituzioni perche ADESSO quelle istituzioni sindacali rappresentano quasi interamente le persone che ho descritto e il confine di cui sopra e´ stato abbondantemente passato nel verso del fancazzismo sfrenato.Mi permetto di dire che non sono ne´ operaio ne´ imprenditore. Sono ricercatore e per giunta vivo all´estero. Vedo la realta´, e sentire il coro sindacale (e adesso governativo) che sbraita contro gli imprenditori e piccoli commercianti e scandaloso.Sono d´accordo con te che ci vorrebbe una via di mezzo ma finche´ il governucchio di sinistra fa comunella con sindacati e coop e occupa tutti i posti possibili immaginabili un qualunque cambiamento e´ impossibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da: DuDe

            - Scritto da:




            QUOTO 100 %

            E volete sapere chi sono i sindacati?

            Organizzazioni di gente mediocre che non ha

            voglia di lavorare il cui scopo e´ di proteggere

            i loro simili

            !

            Non spariamo a zero sui sindacati, grazie a loro
            te ora hai le 8 ore le ferie e tante belle
            cosette che sono frutto di lotte sindacali, ovvio
            che oggi la cosa ha assunto un carattere di
            abominio ossia si protegono pure i nullafacenti,
            ma questo dipende dalle persone non dal sindacato
            in quanto istituzione, mi risponderai che le
            isttuzioni sono fatte da uomini, ovvio, allora si
            "spari" sugli uomini non sulle
            istituzioni.

            A me non piace un mercato del lavoro stile usa
            dove se mi stai sui zebedei ti licenzio,
            purtroppo chi ha potere lo us a suo uso e consumo
            e il piu' delle volte se ne sbatte delle
            conseguenze delle sue
            azioniLa tua visione del "padrone" è ovviamente di stampo sinistroide. I sindacati non ti hanno dato nulla ! Non siamo nell' '700 o '800 ! Ma come si fa a portare avanti le cavolate comunistoidi dei sindacati ancora nel 2006 ? La cosa triste è che ci sono milioni di persone senza dignità che dormono e danno potere ai potentati oligarchici che sono i sindacati.
          • DuDe scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            La tua visione del "padrone" è ovviamente di
            stampo sinistroide. I sindacati non ti hanno dato
            nulla !

            Non siamo nell' '700 o '800 ! Ma come si fa a
            portare avanti le cavolate comunistoidi dei
            sindacati ancora nel 2006 ? La cosa triste è che
            ci sono milioni di persone senza dignità che
            dormono e danno potere ai potentati oligarchici
            che sono i sindacati.Eh? forse oggi non m'hanno nulla, ma hanno contribuito a farmi avere condizioni di lavoro piu' umane, a, tanto per la cronaca non sono iscritto a nessun sindacato e sono "solo" 21 anni che lavoro di cui 18 in regola.Mi spieghi che cosa vuol dire visione sinistroide del padrone? ( senza polemica) Il padrone e' padrone, io lavoro per lui e lui mi paga, se non mi stanno bene le condizioni, o gliene parlo o mi licenzio, non ci vedo nulla di anomalo, nel mio caso specifico forse mi sono fatto apprezzare quindi se non altro ho parecchia liberta' nel mio lavoro e non sono un manager , non lo so, ma sarebbe sciocco da parte di un padrone licenziare qualcuno che apprezza.Parli dei sindacati come se fossero una specie di dittatura, come mai? cosa hai contro di loro? senza polemica alcuna proprio per capire e parlarne
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da: DuDe

            - Scritto da:




            La tua visione del "padrone" è ovviamente di

            stampo sinistroide. I sindacati non ti hanno
            dato

            nulla !



            Non siamo nell' '700 o '800 ! Ma come si fa a

            portare avanti le cavolate comunistoidi dei

            sindacati ancora nel 2006 ? La cosa triste è che

            ci sono milioni di persone senza dignità che

            dormono e danno potere ai potentati oligarchici

            che sono i sindacati.
            Eh? forse oggi non m'hanno nulla, ma hanno
            contribuito a farmi avere condizioni di lavoro
            piu' umane, a, tanto per la cronaca non sono
            iscritto a nessun sindacato e sono "solo" 21 anni
            che lavoro di cui 18 in
            regola.Sì, come no. Credici. I sindacati non servono a niente da molti decenni. Potevano servire nell' 800 quando il lavoro era massacrante nelle prime fabbriche, d'accordo, molti se ne approfittavano e sfruttavano, ma oggi è vero il contrario. Chi sfrutta c'è sempre, è vero, ma in quei casi i sindacati sono sempre conniventi, sistematicamente e aiutano solo chi gli pare e piace, altro che difendere i diritti dei lavoratori, manco i loro stessi iscritti tutelano.
            Mi spieghi che cosa vuol dire visione sinistroide
            del padrone? ( senza polemica)Appunto, pensare al datore di lavoro come "il badrone" ... non siamo nell' 800 e non c'è la schiavitù. Un rapporto di lavoro spiacevole è sempre possibile chiuderlo, non ti obbligano a stare in un posto. Se le condizioni non ti piacciono cerchi altrove. Impossibile? Se uno si piange addosso sicuro. Se poi uno corre dai sindacati a chiedere aiuto e pretende che la situazione migliori dopo aver fatto lo sgambetto al datore di lavoro, provi a mettersi nei panni del tipo anche fosse il più stronzo sulla Terra, anche lui avrebbe reagito male alle angherie dei sindacati--questo vale per gli imprenditori che non si piegano a pagar mazzette e fare favori vari...
            Il padrone e' padrone, io lavoro per lui e lui mi
            paga, se non mi stanno bene le condizioni, o
            gliene parlo o mi licenzio, non ci vedo nulla di
            anomalo, nel mio caso specifico forse mi sono
            fatto apprezzare quindi se non altro ho parecchia
            liberta' nel mio lavoro e non sono un manager ,
            non lo so, ma sarebbe sciocco da parte di un
            padrone licenziare qualcuno che
            apprezza.

            Parli dei sindacati come se fossero una specie di
            dittatura, come mai? cosa hai contro di loro?
            senza polemica alcuna proprio per capire e
            parlarneSono una piaga sociale, tu li apprezzi e li assolvi da come ti esprimi anche se dici di non essere dei loro, e dal tuo modo di ragionare si vede i danni che fanno.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            Secondo me fa molto più danno un imprenditore idiota e incapace (che fa danni al tessuto economico e sociale del Paese in cui opera) che un sindacalista inutile.Poi soprattutto in Italia, che più sei incompetente e più devi oliare gli ingranaggi che ti permettono di mantenerti incompetente (leggasi corruzione).- Scritto da:

            - Scritto da: DuDe



            - Scritto da:







            La tua visione del "padrone" è ovviamente di


            stampo sinistroide. I sindacati non ti hanno

            dato


            nulla !





            Non siamo nell' '700 o '800 ! Ma come si fa a


            portare avanti le cavolate comunistoidi dei


            sindacati ancora nel 2006 ? La cosa triste è
            che


            ci sono milioni di persone senza dignità che


            dormono e danno potere ai potentati
            oligarchici


            che sono i sindacati.

            Eh? forse oggi non m'hanno nulla, ma hanno

            contribuito a farmi avere condizioni di lavoro

            piu' umane, a, tanto per la cronaca non sono

            iscritto a nessun sindacato e sono "solo" 21
            anni

            che lavoro di cui 18 in

            regola.


            Sì, come no. Credici. I sindacati non servono a
            niente da molti decenni. Potevano servire nell'
            800 quando il lavoro era massacrante nelle prime
            fabbriche, d'accordo, molti se ne approfittavano
            e sfruttavano, ma oggi è vero il contrario. Chi
            sfrutta c'è sempre, è vero, ma in quei casi i
            sindacati sono sempre conniventi,
            sistematicamente e aiutano solo chi gli pare e
            piace, altro che difendere i diritti dei
            lavoratori, manco i loro stessi iscritti
            tutelano.




            Mi spieghi che cosa vuol dire visione
            sinistroide

            del padrone? ( senza polemica)

            Appunto, pensare al datore di lavoro come "il
            badrone" ... non siamo nell' 800 e non c'è la
            schiavitù. Un rapporto di lavoro spiacevole è
            sempre possibile chiuderlo, non ti obbligano a
            stare in un posto. Se le condizioni non ti
            piacciono cerchi altrove. Impossibile? Se uno si
            piange addosso sicuro. Se poi uno corre dai
            sindacati a chiedere aiuto e pretende che la
            situazione migliori dopo aver fatto lo sgambetto
            al datore di lavoro, provi a mettersi nei panni
            del tipo anche fosse il più stronzo sulla Terra,
            anche lui avrebbe reagito male alle angherie dei
            sindacati--questo vale per gli imprenditori che
            non si piegano a pagar mazzette e fare favori
            vari...




            Il padrone e' padrone, io lavoro per lui e lui
            mi

            paga, se non mi stanno bene le condizioni, o

            gliene parlo o mi licenzio, non ci vedo nulla di

            anomalo, nel mio caso specifico forse mi sono

            fatto apprezzare quindi se non altro ho
            parecchia

            liberta' nel mio lavoro e non sono un manager ,

            non lo so, ma sarebbe sciocco da parte di un

            padrone licenziare qualcuno che

            apprezza.



            Parli dei sindacati come se fossero una specie
            di

            dittatura, come mai? cosa hai contro di loro?

            senza polemica alcuna proprio per capire e

            parlarne

            Sono una piaga sociale, tu li apprezzi e li
            assolvi da come ti esprimi anche se dici di non
            essere dei loro, e dal tuo modo di ragionare si
            vede i danni che
            fanno.
    • Anonimo scrive:
      Re: 10'000 persone sono un'enormita'
      - Scritto da:
      Porco ****
      Ma come cazzo si fa dalla sera alla mattina
      licenziare di botto 10'000 persone e proseguire a
      vivere come niente fosse
      ?
      Ma anche il mero calcolo delle probabilità gli è
      contro
      Vuoi che su un così grande numero non peschi
      anche il pazzo di turno che decide di vendicarsi
      sulla famiglia prima e lui dopo
      ?Direi che era inevitabile, dentro Intel sono entrati cani e porci negli ultimi anni ed hanno buttati miliardi di dollari in ricerche inutili ed improduttive, come le CPU Tejas P4 che un singolo core consumava 150Watt appena acceso e volevano tirarli fuori dual core da 300Watt a CPU... risultato dopo 4 anni di ricerca e sviluppo sull'architettura di presunti professionisti. E che dire dei miliardi buttati in India su progetti di CPU e bus di sistema ? Tutti sistematicamente falliti, perchè è solo un mito che in India sia pieno di geni preparatissimi--tanto è che hanno chiuso quasi tutti gli uffici in India.
      • Anonimo scrive:
        Re: 10'000 persone sono un'enormita'
        E che dire dei miliardi buttati
        in India su progetti di CPU e bus di sistema ?
        Tutti sistematicamente falliti, perchè è solo un
        mito che in India sia pieno di geni
        preparatissimi--tanto è che hanno chiuso quasi
        tutti gli uffici in India.
        Spero che tu abbia ragione :)Comunque: 10mila persone non sono "tantissime" perchè sono dislocate negli uffici di mezzo mondo (e se non erro Intel dovrebbe avere oltre 100 mila dipendenti complessivi).Come altri hanno detto, in altri stati più "civili" di noi, essere licenziati non è una tragedia ed è possibile trovare lavoro (magari diverso da quello che si è fatto per 20 anni).Molti attribuiscono il problema alla classe dirigenziale italiana... io invece dò la colpa ai mitici "cacciatori di teste"...
    • Anonimo scrive:
      Re: 10'000 persone sono un'enormita'
      Ovviamente escludi che Intel sarebbe fallita se non l'avesse fatto.Ovviamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: 10'000 persone sono un'enormita'
        - Scritto da:
        Ovviamente escludi che Intel sarebbe fallita se
        non l'avesse
        fatto.
        Ovviamente.Palle. Avrebbe solo guadagnato di meno e avrebbe avuto personale per progetti nuovi.Naturalmente serve avere qualcuno capace di pensare al futuro.A risanare le aziende licenziando sono capaci tutti. Non serve pagarli in milioni di dollari.Basta il lobotomizzato sotto casa.E' a risanare (o semplicemente aumentare la redditività del) l'azienda reindirizzando le risorse verso nuovi prodotti e mercati che servono le palle e quindi sono meritati i dobloni quando si riesce. Ma ormai i concetti base non li capisce più nessuno (o fa finta di non capirli).
        • Anonimo scrive:
          Re: 10'000 persone sono un'enormita'
          - Scritto da:
          Palle. Quali palle?E' una possibilità.
          Avrebbe solo guadagnato di menoAh, scusa... non avevi detto di essere il contabile di Intel... ora è tutto chiaro.Grazie per la precisazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Palle.

            Quali palle?
            E' una possibilità.


            Avrebbe solo guadagnato di meno

            Ah, scusa... non avevi detto di essere il
            contabile di Intel... ora è tutto
            chiaro.
            Grazie per la precisazione.
            I bilanci di Intel sono pubblici, come richiesto dalle normative dei paesi seri. (Per un riassunto: http://www.intel.com/intel/finance/index.htm#financial e per i grafici ufficiali, che ti suggerisco caldamente di guardare: http://www.intel.com/intel/finance/investorfacts/incstate.htm). Fai un banale corso di ragioneria (con un buon insegnante, perchè i trucchetti sono tanti e bisogna conoscerli per non farsi fregare) e leggili. Poi se non hai cambiato posizione riposta e ne parliamo, dati alla mano, con maggiore serietà.Informarsi prima di parlare no, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            I bilanci di Intel sono pubblici, come richiesto
            dalle normative dei paesi seri. (Per un
            riassunto:1) Ci sono anche i bilanci che verranno pubblicati tra un anno, cioè quelli che si riferiscono alla situazione attuale?2) Credi che sia sufficiente leggere due numeri per riassumere la situazione economica di una multinazionale.dato 1 e 2, mi vieni a dare lezioni di economia?
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:

            I bilanci di Intel sono pubblici, come richiesto

            dalle normative dei paesi seri. (Per un

            1) Ci sono anche i bilanci che verranno
            pubblicati tra un anno, cioè quelli che si
            riferiscono alla situazione
            attuale?Sì. Il bilancio a cui mi riferisco è il 10-Q, cioè la trimestrale del secondo trimestre 2006, che deve essere rilasciata obbligatoriamente da tutte le società quotate, come da normativa SEC.
            2) Credi che sia sufficiente leggere due numeri
            per riassumere la situazione economica di una
            multinazionale.Il mio capo pensa di si. La mia azienda pure.La legge anche. Per tacer del mercato... Ma probabilmente siano noi tutti a sbagliarci e tu ad avere ragione.Comunque, secondo te su quali basi i dirigenti di una multinazionale prendono le decisioni? Sulla base del colore del cielo fuori dalla finestra? Non confondere la correlazione con la realtà tra i numeri dei bilanci di certe società, specie italiane, (stile Enron/Parmalat) e la stessa correlazione tra i numeri delle società serie. A meno che tu non voglia sostenere che il bilancio Intel è falso, e nel qual caso mi piacerebbe vedere nero su bianco quali fatti o ragionamenti ti hanno portato a questa convinzione.

            dato 1 e 2, mi vieni a dare lezioni di economia?
            Visto come ragioni, credo di esserne più che autorizzato. E chiudiamo quì questa inutile e sterile diatriba. Ti auguro una buona giornata. E un migliore risveglio domattina.
          • Anonimo scrive:
            Re: 10'000 persone sono un'enormita'
            - Scritto da:
            Visto come ragioni, credo di esserne più che
            autorizzato. E chiudiamo quì questa inutile e
            sterile diatriba.Mi hai convinto.Il signor Intel aveva bisogno di 10.000 barche a vela nuove e gli è bastato licenziare 10.000 persone.Ottimo.A proposito , perchè non ti fai assumere da Intel per la revisione dei onti, visto che credi di saperla gestire avendo in mano *DUE* cifre?
        • Anonimo scrive:
          Re: 10'000 persone sono un'enormita'
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ovviamente escludi che Intel sarebbe fallita se

          non l'avesse

          fatto.

          Ovviamente.

          Palle. Avrebbe solo guadagnato di meno e avrebbe
          avuto personale per progetti
          nuovi.
          Naturalmente serve avere qualcuno capace di
          pensare al
          futuro.
          A risanare le aziende licenziando sono capaci
          tutti. Non serve pagarli in milioni di
          dollari.
          Basta il lobotomizzato sotto casa.
          E' a risanare (o semplicemente aumentare la
          redditività del) l'azienda reindirizzando le
          risorse verso nuovi prodotti e mercati che
          servono le palle e quindi sono meritati i dobloni
          quando si riesce.

          Ma ormai i concetti base non li capisce più
          nessuno (o fa finta di non
          capirli).Ma che balle e balle! Intel ha perso miliardi di dollari in anni di ricerca e sviluppo che non hanno prodotto nulla, i progetti CPU Prescott e Tejas, un fallimento. I progetti di CPU e chipset in India, un fallimento totale--e stanno chiudendo gli uffici in India. Era ora che dessero una ripulita, il problema è che sicuramente tante carogne lì dentro continuano a galleggiare ed hanno fatto licenziare gente non raccomandata e non causa dei problemi, come sempre accade. Purtroppo per poter eliminare le mele marce devi tagliare tantissimo di più perchè quelle sono come parassiti, restano aggrappati al gruppo in tutti i modi con sporchi giochetti e sono difficili da stanare, così per beccarli devi sacrificare tanti validi e colpire nel mucchio. Se non lo fai, fallisci.
    • Anonimo scrive:
      Re: 10'000 persone sono un'enormita'
      Spero che tu stiascherzando...comunque meglio 10000 licenziamenti o il fallimento e a casa in 100000????- Scritto da:
      Porco ****
      Ma come cazzo si fa dalla sera alla mattina
      licenziare di botto 10'000 persone e proseguire a
      vivere come niente fosse
      ?
      Ma anche il mero calcolo delle probabilità gli è
      contro
      Vuoi che su un così grande numero non peschi
      anche il pazzo di turno che decide di vendicarsi
      sulla famiglia prima e lui dopo
      ?
      • Anonimo scrive:
        O R A B A S T A ! ! !
        Che noia leggere tutte quelle persone patetiche che si lamentano per un potenziale licenziamento.Se un'azienda e' in crisi e deve tagliare e' piu' che legittimo che lo faccia!Quello che c'e' di sbagliato in Italia e' la continua garanzia per il lavoratore, tra sindacati, cassa, mobilita' e mille altre cazzate c'e' uno sperpero senza eguali.Non servi all'azienda?E' stato deciso che non sei essenziale?Via a calcioni in cul0.E' vergognoso che di questi tempi ci si aspetti ancora di non essere trattati cosi', bisognerebbe smetterla di andare a lavoro giusto per occupare la sedia e portare a casa qualche soldo.Tutti coloro che tremano per questo genere di notizie significa che non sono abbastanza preparati per confrontarsi con il mercato e che quindi sono proprio quelli giusti da tagliare asap!Tutti gli altri invece qualcosa trovano sempre, e non necessariamente un posto peggiore!Cialtroni!
    • Anonimo scrive:
      Re: 10'000 persone sono un'enormita'
      - Scritto da:
      Porco ****
      Ma come cazzo si fa dalla sera alla mattina
      licenziare di botto 10'000 persone e proseguire a
      vivere come niente fosse
      ?
      Ma anche il mero calcolo delle probabilità gli è
      contro
      Vuoi che su un così grande numero non peschi
      anche il pazzo di turno che decide di vendicarsi
      sulla famiglia prima e lui dopo
      ?
      Per gli addetti markeTTing licenziati, non verso una lacrima, anzi, stappo champagne.Per i tecnici il discorso è diverso.Se fra i licenziati ci sono degli incapaci, be', han fatto bene.Ma fra i licenziati ci saranno anche tecnici e ingegneri capaci che per loro sfortuna erano in sovrannumero, ma non avranno problemi, con intel che ti firma delle buone referenze trovare un altro lavoro non sarà un problema.
    • Anonimo scrive:
      Re: 10'000 persone sono un'enormita'
      LEGGI BENE, LEGGI TUTTO:http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1309258&m_id=1309376
      • Anonimo scrive:
        Re: 10'000 persone sono un'enormita'
        La concezione del lavoro USA è senz'altro ottima, il sistema sanitario orrendo, ma fossi un buon politico USA mi preoccuperei della questione del risparmio nullo e dell'indebitamento folle dei privati: sicuramente fa correre l'economia, ma anche verso il baratro l'economia domestica.Pensa un po' se mentre distraggono gli USA con gli attentati, in realtà i miliardari sauditi finanziatori di Al Qaeda e altre organizzazioni, in realtà non stessero preparando un colpaccio ben peggiore: acquistare banche e altre istituzioni finanziarie che detengano una grossa fetta dei crediti verso le famiglie americane e quindi, di botto, non rinnovare i crediti e mandare sul lastrico qualche decina di miloni di persone.Solo di suicidi farebbero più vittime yankee di 11 Settembre, Iraq e Afghanistan messi insieme.Poi ci sarebbe una recessione spaventosa, crollo dei consumi e del gettito fiscale, sicuramente inizierebbe una depressione paragonabile a quella del '29 e ci sarebbe anche il rischio di una bancarotta paragonabile all'Argentina, ma molto più in grande.
  • Anonimo scrive:
    Essenziale per andare avanti...
    ...sarebbe licenziare in tronco stò Paul Otellini, ma non per le incompetenze teoriche e pratiche, ma soltanto per la sua bella faccia!http://yep.it/?pybexh
    • Anonimo scrive:
      Re: Essenziale per andare avanti...
      Caspita sto tortellini! Sorprendente! Una stupenda e ben strutturata faccia di ca$$o! Pero' dai, guardate bene la foto, la bocca sembra proprio un buco di nerchia. Incredibile ! Chissa il puttanone che la manipola. Se gli gratta la capoccia cosa fa? Sputa? Al posto del goldone gli mette una cuffia da piscina? Nella foto sta nerchia e' gonfia e rossa...probabilmente sara'in massima erezione.Piu' licenzia, piu' gonfia e piu' sputa stronzate. Intel sta spendendo molto nella ricerca. Si, nella ricerca di questi esemplari.
      • Anonimo scrive:
        Re: Essenziale per andare avanti...
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(cylon)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 settembre 2006 14.32-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      perchè ?
      - Scritto da:
      ...sarebbe licenziare in tronco stò Paul
      Otellini, ma non per le incompetenze teoriche e
      pratiche, ma soltanto per la sua bella
      faccia!
      http://yep.it/?pybexhperchè ?
    • karimblog.net scrive:
      Re: Essenziale per andare avanti...
      - Scritto da:
      ...sarebbe licenziare in tronco stò Paul
      Otellini, ma non per le incompetenze teoriche e
      pratiche, ma soltanto per la sua bella
      faccia!
      http://yep.it/?pybexhE' inutile farne delle guerre, le grandi aziende devono rispondere solo ai loro azionisti. E' triste, ma è così. Dalla nostra parte, se proprio non ti piace, puoi solo boicottare il prodotto.
Chiudi i commenti