Guerra dei brevetti su SSL

Una delle più utilizzate tecnologie di sicurezza su internet è al centro di una nuova guerra: quella della paternità. Un conflitto che vale molto e che molto mette in gioco


Roma – 20 milioni di dollari. Questa è la somma che è stata chiesta a RSA Security e VeriSign da un pensionato-inventore della Florida, che dispone di un brevetto che copre, a suo dire, lo standard di cifratura noto come SSL (Secure Sockets Layer), probabilmente il più diffuso nel suo genere su internet.

Il caso promosso da Leon Stambler entra ora nel vivo del procedimento legale e parte da un precedente importante: già due aziende (Openwave e Certicom) hanno riconosciuto il brevetto di Stambler e gli hanno dato 400mila dollari per la licenza d’uso. First Data avrebbe addirittura speso 4 milioni di dollari per andare incontro all’inventore.

RSA Security e VeriSign, probabilmente due dei più importanti soggetti che in rete fanno uso di SSL, sostengono per il momento che le loro tecnologie non violano i brevetti dell’inventore, una manciata di patents che riguardano le procedure per rendere sicure le informazioni relative alle transazioni nonché i sistemi di transazione stessi.

I due colossi sostengono che SSL fu inventato da Netscape nel 1994, ma Stambler ha depositato i suoi brevetti già nel 1992.

Va detto che in passato Stambler aveva già rivendicato il possesso di altri brevetti legati a tecnologie di rete ma non era riuscito ad ottenere granché perché, sfidato in tribunale, aveva perso.

Si vedrà. Intanto c’è chi tiene le dita incrociate e chi ricorda i recenti problemi di sicurezza di OpenSSL .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    VERSIONE COMPLETA DELL'ARTICOLO
    http://www.google.com/search?q=cache:YOIoKNeVn6UC:mega.ist.utl.pt/~vfp/windowsupdate.pdf+%22Inside+Windows-Update%22&hl=it&ie=UTF-8
  • Kyuss scrive:
    ...ma allora i pagamenti online?!?!
    "[...]a causa del fatto che la connessione viene criptata attraverso il protocollo SSL: i tradizionali programmi per lo sniffing dei pacchetti non possono pertanto "penetrarne i segreti".Grazie ad una propria utility, che sfrutta una funzione non documentata di Windows, tecChannel..[..]"Scusate.ma l'SSL non è il protocollo tanto sicuro da essere utilizzato dai sistemi di commercio elettronico B2C. Caspita! E basterebbe un utility per leggere il contenuto di una stringa HTTP-SSL!!!. Ma allora dei nostri numeri di carta di credito che circolano sulla rete dentro questa guaina così impenetrabile che cosa ne è stato.Come posso fidarmi a comprare su internet ?!??
    • TeX scrive:
      Re: ...ma allora i pagamenti online?!?!
      - Scritto da: Kyuss

      "[...]a causa del fatto che la connessione
      viene criptata attraverso il protocollo SSL:
      i tradizionali programmi per lo sniffing dei
      pacchetti non possono pertanto "penetrarne i
      segreti".

      Grazie ad una propria utility, che sfrutta
      una funzione non documentata di Windows,
      tecChannel..[..]"

      Scusate.
      ma l'SSL non è il protocollo tanto sicuro da
      essere utilizzato dai sistemi di commercio
      elettronico B2C. Caspita! E basterebbe un
      utility per leggere il contenuto di una
      stringa HTTP-SSL!!!. Ma allora dei nostri
      numeri di carta di credito che circolano
      sulla rete dentro questa guaina così
      impenetrabile che cosa ne è stato.

      Come posso fidarmi a comprare su internet
      ?!??Ti sei dimenticato di quotare il pezzo che dice: "prima che questi venissero criptati".......
  • Anonimo scrive:
    Pirati a parte...
    Non e' male per la M$ possedere dati riguardo agli altri programmi installati sui pc.Quei dati possono valere parecchio per calibrare la proposta di nuovi prodotti e tenere sotto controllo i concorrenti.E' come se fossimo costretti a dire la verita'ad un sondaggio della M$ riguardo alle nostre preferenze in fatto di sofware senza poter nascondere nulla: Una ricerca di mercato che la M$ riesce ad avere a costi bassissimi ed e' assolutamente attendibile.M$ dimostra come al solito una buona intelligenza commerciale e sa come tenere sotto controllo la "mandria utonti"
    • laforge scrive:
      Re: Pirati a parte...
      - Scritto da: Anonimo
      Quei dati possono valere parecchio per
      calibrare la proposta di nuovi prodotti e
      tenere sotto controllo i concorrenti.
      Si chiama concorrenza sleale dovuta a posizione dominante...
      E' come se fossimo costretti a dire la
      verita'ad un sondaggio della M$ riguardo
      alle nostre preferenze in fatto di sofware
      senza poter nascondere nulla: infatti ... costretti ... ecco il Tuo nuovo dittatore...
      Una ricerca di mercato che la M$ riesce ad
      avere a costi bassissimi ed e' assolutamente
      attendibile.bah costi bassissimi... non mi pare vero...immagina solo l'infrastruttura tecnologica per reggere un carico del genere...
      M$ dimostra come al solito una buona
      intelligenza commerciale e sa come tenere
      sotto controllo la "mandria utonti""popolo bue" .... hai il potere finche' regna ignoranza ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Pirati a parte...

        bah costi bassissimi... non mi pare
        vero...immagina solo l'infrastruttura
        tecnologica per reggere un carico del
        genere...
        Si bassissimi rispetto a quello che occorrerebbe sborsare per una ricerca di mercato, condotta con le modalita' standard, che fornisca gli stessi risultati e poi gli aggiornamenti via web servono alla M$ per continuare a rendere funzionante e vendibile il proprio prodotto.Due piccioni con una fava.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pirati a parte...
          - Scritto da: Anonimo


          bah costi bassissimi... non mi pare

          vero...immagina solo l'infrastruttura

          tecnologica per reggere un carico del

          genere...


          Si bassissimi rispetto a quello che
          occorrerebbe sborsare per una ricerca di
          mercato, condotta con le modalita' standard,
          che fornisca gli stessi risultati e poi gli
          aggiornamenti via web servono alla M$ per
          continuare a rendere funzionante e vendibile
          il proprio prodotto.
          Due piccioni con una fava.Secondo me è sempre la solita storia...M$ fa delle piccole utility per "scovare" informazioni (così dice..) sui (supposti) suoi programmi, ma, da come la vedo io, da li a trasmettere informazioni personali come, che ne so, informazioni sui miei accounts insieme agli ID della versione di Outlook....(dall'articolo di windows-update..) oppure qualche informazione sul lettore di smart card che uso per accedere al mio sistema...Cosa direste se scopriste che la RAI insieme ai suoi sondaggi auditel riuscisse a sapere anche i vostri "gusti" televisivi????
          • Anonimo scrive:
            quindi?
            nulla che mi dia particolarmente fastidio... cmq per me lo faceva anche coi precedenti... per esempio... avete presente quel bellissimo screen saver dell'acquario con quei pesci che sembrano veri? era installato nel 90% dei PC, inventato da dei tizi sconosciuti trovabile sul loro sito internet... casualmente è diventato uno screen saver di win XP, l'ha comprato la microsoft... e guardaguarda come l'ha scoperto? oh, poi magari semplicemente mr. guglielmo cancelli mentre navigava col suo PC in internet ha visto sto screen saver e se ne è innamorato...in conclusione non c'è nulla di male se osserva cosa piace alla gente e usa tali info per migliorare i suoi prodotti! alla fine i prodotti vengono migliorati secondo la nostra involontaria volontà... nulla che mi danneggi... anzi... il prossimo sistema operativo microsoft spaccherà ancora di più! W GATES!
          • Anonimo scrive:
            Re: quindi?
            - Scritto da: Anonimo
            nulla che mi dia particolarmente fastidio...
            cmq per me lo faceva anche coi precedenti...
            per esempio... avete presente quel
            bellissimo screen saver dell'acquario con
            quei pesci che sembrano veri? era installato
            nel 90% dei PC, inventato da dei tizi
            sconosciuti trovabile sul loro sito
            internet... casualmente è diventato
            uno screen saver di win XP, l'ha comprato la
            microsoft... Se intendi questo mi sa che sei fuori strada:http://www.serenescreen.com/e guardaguarda come l'ha
            scoperto? oh, poi magari semplicemente mr.
            guglielmo cancelli mentre navigava col suo
            PC in internet ha visto sto screen saver e
            se ne è innamorato...Seriamente, perché non torni a letto prima che la mamma se ne accorga.....
            in conclusione non c'è nulla di male
            se osserva cosa piace alla gente e usa tali
            info per migliorare i suoi prodotti! alla
            fine i prodotti vengono migliorati secondo
            la nostra involontaria volontà...
            nulla che mi danneggi... anzi... il prossimo
            sistema operativo microsoft spaccherà
            ancora di più! W GATES!Il "prossimo sistema operativo microsoft" avrà FORSE nel 2011 (fonte ufficiale Microsoft...) features che i Mac hanno di serie da tempo......Continua a farti prendere per i fondelli......dal marketing dell'unica software house che non ha MAI inventato niente.
  • Anonimo scrive:
    Paranoia
    Windows Update contiene update di Windows anche per suo il corretto funzionamento di software di terze parti (vi ricordate il DVD di Biancaneve?). Mi sembra logico che, quindi, debba sapere se questo software è o no installato. Che mi frega di un update per la compatibilità con un software di masterizzazione o un gioco se poi non ce l'ho installato?Questo articolo, come al solito, serve solo ad alimentare la paranoia di chi deve per forza vedere in MS il nemico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Paranoia
      Sai io non penso che bill sia un nemico, ma ti voglio consigliare un film "i pirati della sylicon valley"... racconta la nascita delle due potenze informatiche microsoft e mac.......e capirai che c'è si da aver paura.... ricordati che sta cercando di imporre la sua piattaforma in tutti gli stati che vogliono usare software liberi (vedi in india dove ha regalato migliaia di licenze).... per anni non ha fatto niente contro la pirateria dei programmi, permettendo la loro diffusione a macchia d'olio e ora che il mondo li sa usare cerca di imporli come formato standard (assurdo.... vedi in alcuni siti della regione dove ci sono documenti da scaricare in formato word e non con standard internazionali, poichè ricordiamolo bene, nessun programma microsoft fa parte di qusti standard).
      • Anonimo scrive:
        Re: Paranoia
        ti sei dimenticato di palladium :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Paranoia
        - Scritto da: Anonimo
        Sai io non penso che bill sia un nemico, ma
        ti voglio consigliare un film "i pirati
        della sylicon valley"... racconta la nascita
        delle due potenze informatiche microsoft e
        mac.......
        e capirai che c'è si da aver paura....Paura?1. E' difficile che il futuro dell'informatica possa mettermi *paura*: mi mette più paura vedere un reportage di Terra o TV7 sugli ospedali italiani.2. Sai cos'è la fiction? Ho visto quel film e non nho avuto l'impressione di vedere un documentario (che per quanto ben fatto è comunque uno dei punti di vista di un certo evento/fenomeno) ma di vedere un film.
        ricordati che sta cercando di imporre la sua
        piattaforma in tutti gli stati che vogliono
        usare software liberi (vedi in india dove ha
        regalato migliaia di licenze).... Scusa. Mi fai il nome di una sola azienda al mondo che non cerca di imporre i propri prodotti magari regalandoli come azione promozionale per far percepire il valore del prodotto?E il mondo Open Source non sta forse cercando di imporre il proprio di prodotto, vale a dire il modello di sviluppo, facendone per di più una battaglia etica, quindi piena di stupidi integralismi e di personaggi "disobbedienti" che scrivono codice malevolo per attaccare gli utenti che utilizzano il sistema operativo "sbagliato" e quindi equiparati a dei "nemici del popolo"?
        • Anonimo scrive:
          Re: Paranoia
          -"Scusa. Mi fai il nome di una sola azienda al mondo che non cerca di imporre i propri prodotti magari regalandoli come azione promozionale per far percepire il valore del prodotto?"-E' vero molte aziende regalano prodotti, lo promuovono, ma non ho ancora sentito di aziende che cercano di IMPORLO con manovre politico-economiche ti faccio solo un esempio (mi spiace di avere perso il link) un tribunale di uno stato degli usa ha condannato microsoft per scorretta concorrenza e monopolio per la distribuzione del suo software nello stato in causa e sai quale è stata la pena???la distribuzionee gratuita del software in tutte le scuole.........Povera Microsoft........... ma in fondo il monopolio su quello stato alla fine lo ha ottenuto non ti pare.....?-"Sai cos'è la fiction? Ho visto quel film e non nho avuto l'impressione di vedere un documentario (che per quanto ben fatto è comunque uno dei punti di vista di un certo evento/fenomeno) ma di vedere un film. "-Neppure io ho trovato un documentario quel film, e non l'ho proposto come tale, solo un'obbiettiva visione (poichè spara da entrambi le parti) di come è nata l'informatica odierna e ci dà un'idea anche di chi la comanda.Non sto sparando a zero su chi usa software proprietari, visto che li uso anch'io ma sull'eccessivo monopolio di un mercato così vasto e sempre piu' in espansione dopotutto la concorrenza rimane pur sempre una delle regole basileri del nostro mercato, poichè ci dà la possibilità di SCEGLIERE, e grazie alla quale ci permette uno sviluppo sempre maggiore e una miglioria dei prodotti che usiamo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Paranoia
          - Scritto da: Anonimo
          2. Sai cos'è la fiction? Ho visto quel film
          e non nho avuto l'impressione di vedere un
          documentario (che per quanto ben fatto è
          comunque uno dei punti di vista di un certo
          evento/fenomeno) ma di vedere un film.Evidentemente perché non conosci la storia vera...Quell non è fiction è storia documentata.
          Scusa. Mi fai il nome di una sola azienda al
          mondo che non cerca di imporre i propri
          prodotti magari regalandoli come azione
          promozionale per far percepire il valore del
          prodotto?Non stiamo parlando di un prodotto "qualunque" ma di un prodotto di importanza fondamentale, dove già non c'è praticmente concorrenza. E lascia perdere il "valore del prodotto"...
          E il mondo Open Source non sta forse
          cercando di imporre il proprio di prodotto,
          vale a dire il modello di sviluppo,il fatto è che l'open source non è di nessuno: è di tutti quelli che lo usano/sviluppano, non ha proprietà...saluti
    • Anonimo scrive:
      Stupidità

      Windows Update contiene update di Windows anche per suo il corretto funzionamento ... debba sapere se questo software è o no installato.
      Che mi frega di un update per la compatibilità con un software di
      masterizzazione o un gioco se poi non ce l'ho installato?Ottima domanda. Ma ci sono domande molto piu' intelligenti di questa, come ad esempio:1) Ma perche' Windows Update non avvisa che sta trasferendo a Microsoft informazioni che non riguardano il software Microsoft?2) Ma perche' Microsoft ha a suo tempo detto che Windows Update trasferiva solo informazioni sul software Microsoft?E quando sapremo che Windows Update dovrebbe proprio trasmettere solo i dati sul software Microsoft, ma purtroppo per uno dei soliti errori di programmazione a volte sbaglia e trasmette dati di altri software, saremo tutti piu' contenti e fiduciosi ...
  • Anonimo scrive:
    SUS
    Se vi interessa, Microsoft distribuisce gratuitamente un tool per aggiornare intere reti attraverso un server interno. Il tool gira su 2000 server: tuttle le macchine interne accedono al server SUS per gli aggiornamenti.Penso che l'intento sia di ridurre l'utilizzo di banda verso i siti di Windows Update: non so se SUS comunichi a MS le informazioni dei client collegati.Ad ogni modo, potete sempre scaricarvi le patch una ad una ed applicarle ai vostri PC. Ovviamente e' meno comodo: chissa' che finalmente i pirati abbiano vita piu' dura degli utenti "regolari" ...
  • Anonimo scrive:
    Problema di fondo
    A parte il fatto più o meno fastidioso che certi dati finiscano nelle mani di terzi, M$ o chi altri per loro, ritengo che la cosa migliore sia possedere solo prodotti originali e non scopiazzati qua e la.Se la pirateia informatica non esistesse nessuno si prenderebbe la briga di controllare tanto i propri acquirenti.Cosa buona e giusta sarebbe però comunicarlo a chiare lettere ai propri utenti e non far finta di non saperne nulla fintanto che qualcuno non se ne accorge.Un altro dato di fatto resta che praticamente nessuo che io conosca, io per primo, si diletta a spulciare 20 pagine di disclaimer prima di aggiornare o installare un software.E alzi la mano chi lo fa sempre!
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema di fondo
      - Scritto da: Anonimo
      A parte il fatto più o meno fastidioso che
      certi dati finiscano nelle mani di terzi, M$
      o chi altri per loro, ritengo che la cosa
      migliore sia possedere solo prodotti
      originali e non scopiazzati qua e la.
      Se la pirateia informatica non esistesse
      nessuno si prenderebbe la briga di
      controllare tanto i propri acquirenti.Non e' vero, un controllo degli utenti ha anche valore statistico, fossero anche tutti originali. I dati raccolti sarebbero preziosissimi per finicommerciali.
      Cosa buona e giusta sarebbe però comunicarlo
      a chiare lettere ai propri utenti e non far
      finta di non saperne nulla fintanto che
      qualcuno non se ne accorge.Beh, leggi i contratti MS quando installi Windows. Vedrai che qualcosa trovi in merito.
      Un altro dato di fatto resta che
      praticamente nessuo che io conosca, io per
      primo, si diletta a spulciare 20 pagine di
      disclaimer prima di aggiornare o installare
      un software.Se uno si comporta cosi', ovvero se evita di leggere licenze effettivamente noiose e spesso ambigue, ne paga le conseguenze, ovvero ha poco da lamentarsi nei forum (non mi riferisco a te) quando vengono fuori queste notizie.Anche le leggi italiane sono pedanti e noiose, se uno le ignora lo fa a proprio rischio.Pero' a differenza delle leggi, i contratti MS non sono obbligatori, uno puo' anche rifiutarli e non usare Windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: Problema di fondo
        sul fatto che sia buona abitudine leggere bene tutto prima di sottoscrivere lo condivido pienamente, ma quanto al fatto che ci siano dei limiti e regole per tutti , Microsoft inclusa non ci sono dubbi . Il fatto di dichiarare qualcosa in una licenza non implica che cio' mi autorizzi a fare quello che voglio.Se a fondo pagina scrivo che tu firmando mi autorizzi a torturarti , la firma e il contratto stesso non mi autorizzano a farlo,semplicemente perche la richiesta e' illegale. Ho estremizzato per farmi capire ovviamente.Il fatto che Microsoft svolga un servizio sicuramente piu' adatto alla guardia di finanza lo trovo quantomeno preoccupante , senza voler essere catastrofici ricordo che atteggiamenti " polizieschi " sono tipici dei regimi dittatoriali. Non vorrei che nel nome dei: " ma vah dai cosa vuoi che sia, ma figurati nel 2000, ma non sono mica il diavolo " ci si ritrovi in cattive acqueSaluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Problema di fondo
          - Scritto da: Anonimo
          sul fatto che sia buona abitudine leggere
          bene tutto prima di sottoscrivere lo
          condivido pienamente, ma quanto al fatto che
          ci siano dei limiti e regole per tutti ,
          Microsoft inclusa non ci sono dubbi . Il
          fatto di dichiarare qualcosa in una licenza
          non implica che cio' mi autorizzi a fare
          quello che voglio.Se a fondo pagina scrivo
          che tu firmando mi autorizzi a torturarti ,
          la firma e il contratto stesso non mi
          autorizzano a farlo,semplicemente perche la
          richiesta e' illegale. Ho estremizzato per
          farmi capire ovviamenteSi ho capito benissimo l'esempio e mi dai spunto per farti molti controesempi.Anche l'eredita' e' un tuo diritto. Di certo ci puoi rinunciare.Ma parliamo di cose molto piu' subdole qui: dovresti anche sapere che ci sono le cosiddette clausole vessatorie. Sono clausole che ti privano di alcuni diritti e che chi ti propone un contratto con simili clausole, e' tenuto a fartele accettare esplicitamente (se non le accetti non ti danno il servizio). Per questo i contratti delle banche e molti altri prevedono molte firme, mica e' per consumare piu' Bic.Si tratta di cose ammissibili, che non hanno a che fare con la tortura o con la vendita di schiavi, ma con la privacy e certi diritti a cui e' lecito rinunciare.Per esempio molto spesso le banche o le assicurazioni ti chiedono di acettare che il foro competente in caso di diatribe sia non la tua citta' ma la sede della azienda, cosi' scoraggia le persone a sostenere lunghe e costose cause addossandosi anche costi di viaggio e di alloggio.Vuoi un esempio classico?L'accesso a internet "Libero" permette a Wind di guadagnare sulle telefonate, ma non solo. Guadagna anche sulle indagini di mercato che svolge - e rivende -in base ai siti visitati dagli utenti che vengono monitorati.E' tutto scritto nel punto 6. del contratto:"6. PROFILAZIONEPer profilazione si intende ilprocesso mediante il quale possono essere rilevate le attitudini commercialidel cliente manifestate attraverso le navigazioni. Wind adotterà un sistema diprofilazione degli utenti basato sull'analisi degli accessi ad una listapredefinita di siti che meglio rappresentano gli interessi del Cliente da unpunto di vista strettamente ed esclusivamente commerciale. La lista si componedei siti Web più rappresentativi delle diverse categorie merceologiche. Talisiti saranno scelti fra i più popolari e stabili per ogni categoriamerceologica. Il catalogo così definito sarà mantenuto aggiornato e verràperiodicamente verificato da Wind.Wind, mediante il sistema di formazione e conservazionedel suddetto catalogo, assicura e garantisce che il suddetto catalogo noncomprenderà siti nei quali siano trattati in maniera diretta o indirettaargomenti riguardanti dati sensibili: "[...] l'origine razziale ed etnica,le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche,l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a caratterereligioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei arivelare lo stato di salute e la vita sessuale [...]" ai sensidell'articolo 22 della Legge 675/96. Pertanto verrà escluso a priori ognitrattamento che possa riguardare direttamente o indirettamente dati sensibili. " e alla fine del contratto, guardacaso i punti rilevanti verso i diritti del cittadino devono essere esplicitamente riassunti:"APPROVAZIONE SPECIFICA DELLE CLAUSOLE ai sensi degli artt. 1341 e1342 Codice CivileAi sensi degli artt. 1341 e 1342 C.c. il Cliente dichiara di aver letto e diapprovare specificamente le clausole di cui ai seguenti articoli dellecondizioni generali di contratto: art. 4 Diritti e doveri del Cliente; art. 5Garanzie fornite dal Cliente; art. 6 Profilazione; art. 8 Responsabilità delCliente; art. 10 Condizioni risolutiva ; art. 11 Riservatezza; art. 13Accettazione delle condizioni; art. 14 Iscrizione al Portale e sospensione delservizio; art. 15 Durata del contratto e recesso; art. 16 Contenuti; art. 19.Transazioni con gli inserzionisti; art. 20. Legge applicabile e Forocompetente."Poiche' pero' questo genere di pretese del punto 6. del contratto Wind, viola la privacy, per legge tali clausole devono essere ben chiare per chi firma, per cui sono riproposte in un riquadro a parte da accettare/ firmare separatamente."Preso atto delle informazioni ricevute mediante l'informativa resa dai titolari, Wind e Italia Online, e consapevole che ho piena libertà di scelta sul rilascio del mio consenso, e che il mio eventuale rifiuto per i fini sotto indicati non avrà conseguenze in ordine alla fornitura del servizio esprimo il mio consenso al trattamento per le seguenti finalità: - comunicazione del mio profilo commerciale elaborato da Wind a Italia Online per fini di marketing e promozionali di Italia Online- comunicazione del mio profilo commerciale elaborato da Italia Online ad Wind a per fini di marketing e promozionali di Wind- utilizzo del mio profilo commerciale da parte di Wind e Italia Online per finalità di marketing e promozionali di terzi. "Per vedere il contratto bisogna andare qui ed inserire gia' dei dati personali!http://registrati.libero.it/dati.aspPer cui per tornare al discorso, se accetti un contratto MS e questo e' fatto a regola d'arte, ovvero a norma di legge, la MS puo' anche farti accettare di prelevare informazioni su di te.Non e' la MS a comportarsi come in paesi di regime (mettiamo allora anche in lista Wind e gli altri fornitori di acesso che fannoc ome Wind, le banche, le assicurazioni, tutti quelli che trovano sempre un modo legale di spremere e far tacere il cittadino), sono le leggi che sono fatte male, in particolare quelle italiane sono troppe, contradditorie e danno sempre spazio a facili espedienti.Ciao
  • Anonimo scrive:
    vorrei aggiornare ma...
    ho il fantastico win me e ho scoperto che c'è un bug non da poco che dovrei correggere.sono andato sul sito m$, ho installato il software per il windows update, ho fatto la scansione del sistema, solo che il sito mi dice che non c'è nulla da aggiornare...com'è possibile? ma se questa patch è uscita qualche giorno fa???!?!notare che non esistono modi alternativi per patchare win me: o si usa l'update (che non funziona) o nulla!forza bill!
    • laforge scrive:
      Re: vorrei aggiornare ma...
      - Scritto da: Anonimo
      notare che non esistono modi alternativi per
      patchare win me: o si usa l'update (che non
      funziona) o nulla!
      forza bill!Ti scarichi la patch dalla NB di Microsoft... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: vorrei aggiornare ma...
      - Scritto da: Anonimo
      com'è possibile? ma se questa patch è uscita
      qualche giorno fa???!?!Allora probabilmente al momento è disponibile solo in inglese... se hai la pazienza di aspettare la localizzazione in italiano forse riesci ad installarla. ;-)T.D.
  • Anonimo scrive:
    ...
    http://premium-link.net/$57719$0$/1126/en01_1126.zip
  • Anonimo scrive:
    state a guardare gente... :)
    oggi come oggi la tecnolgia avanza e tenendo conto che bill e' un vero bastardo io la porta nn gli la lascierei tanto aperta...fate vobis poi.. ma copritevi il il culo
  • Ekleptical scrive:
    Fantomatica utility
    "Grazie ad una propria utility, che sfrutta una funzione non documentata di Windows"Lo so io il nome dell'utility! Si chiama "panzana acchiappa allocchi che scuciono il grano" per leggere il resto di un articolo probabilmente da annali del trash informatico!E c'è pure gente che gli da retta. Mah! Il concetto di giornalismo e fonte attendibile si sono da tempo persi nei meandri della storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantomatica utility
      Be', se ti fossi almeno degnato di leggere l'articolo originale (quello gratuito, of course) conosceresti il nome dell'utility e l'API non documentata che sfrutta ;-)- Scritto da: Ekleptical
      "Grazie ad una propria utility, che sfrutta
      una funzione non documentata di Windows"

      Lo so io il nome dell'utility! Si chiama
      "panzana acchiappa allocchi che scuciono il
      grano" per leggere il resto di un articolo
      probabilmente da annali del trash
      informatico!

      E c'è pure gente che gli da retta. Mah! Il
      concetto di giornalismo e fonte attendibile
      si sono da tempo persi nei meandri della
      storia.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Fantomatica utility

        Be', se ti fossi almeno degnato di leggere
        l'articolo originale (quello gratuito, of
        course) conosceresti il nome dell'utility e
        l'API non documentata che sfrutta ;-)Mi ero già degnato da subito, grazie!Forse t'è sfuggito che il programmino è a pagamento!E che nell'articolo gratis non chiarisce minimamente cosa si intenda per "altre applicazioni"!
  • Anonimo scrive:
    ci vuole tanto..
    ..a fare un tool come apt che anziche' comunicare le versioni della roba installata sulla macchina al server si tira giu' le versioni della roba sul server e controlla lui in locale cosa c'e' da aggiornare e cosa no? La verita' e' che fa' comodo che il tool lavori in questo modo per avere inizialmente delle statistiche quanto e cosa viene piratato e successivamente per dare un giro di vite. Cavoli vostri.
  • Anonimo scrive:
    Ma non sarebbe violazione della privacy?
    Ma non sarebbe violazione della privacy questa? Ritengo che prima qualcuno generi un programma che gestisca alla "Linux" Windows (bloccando tutte queste comunicazioni sciocche) e meglio sarà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non sarebbe violazione della privacy?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma non sarebbe violazione della privacy
      questa?No se tu accetti specificatamente il contratto Microsoft quando installi Windows.Ai tuoi diritti puoi sempre rinunciare se lo chiedi esplicitamente.
  • Simplex scrive:
    Alzi la mano chi...
    Alzi la mano chi, trovandosi al posto di Bill, non avrebbefatto, sempre che sia vero, ma mi stupirei del contrario, lastessa cosa che ha fatto Lui o chi per Lui (Team Microsoft)se non ancora di piu'.Se gli regalano il mondo, Lui puo' solo che prenderselo...Updatate, Updatate gente ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Alzi la mano chi...
      uhm quando hanno distribuito etica e morale tu eri assente vero?
      • laforge scrive:
        Re: Alzi la mano chi...
        Dai... rispondere a certe provocazioni e' solo tempo perso... no ? :D meglio spenderle a dare una risposta ad una discussione celebralmente valida:)Ciao e buona notte!A Si Biri!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alzi la mano chi...
      Io!ZioBill (uno finto, pero')***No hand was raised up writing this post***- Scritto da: Simplex
      Alzi la mano chi, trovandosi al posto di
      Bill, non avrebbe
      fatto, sempre che sia vero, ma mi stupirei
      del contrario, la
      stessa cosa che ha fatto Lui o chi per Lui
      (Team Microsoft)
      se non ancora di piu'.

      Se gli regalano il mondo, Lui puo' solo che
      prenderselo...
      Updatate, Updatate gente ...






  • g_bellavite scrive:
    Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
    Non è vero che aggiorna solamente il software Microsoft: Win Update aggiorna anche driver di terze parti e, solitamente, i file legati alle periferiche. Dov'è tutto lo scandalo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
      A parte che è rarissimo trovare aggiornamenti a driver su WU, ma poi sono driver di Windows sviluppati direttamente da Microsoft per periferiche hardware, quindi non c'entra nulla col discorso degli applicativi software di terze parti. Non cambiamo discorso, please ;-)- Scritto da: g_bellavite
      Non è vero che aggiorna solamente il
      software Microsoft: Win Update aggiorna
      anche driver di terze parti e, solitamente,
      i file legati alle periferiche. Dov'è tutto
      lo scandalo?
      • g_bellavite scrive:
        Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
        - Scritto da: Anonimo
        A parte che è rarissimo trovare
        aggiornamenti a driver su WUIo trovo spesso quelli Logitech, Matrox e Creative.
        , ma poi sono
        driver di Windows sviluppati direttamente da
        Microsoft per periferiche hardware, quindi
        non c'entra nulla col discorso degli
        applicativi software di terze parti. No, Microsoft non sviluppa tutti i driver delle periferiche - anzi la maggior parte sono prodotti dagli stessi produttori di hardware. Per questo motivo ha avviato una politica di certificazione dei driver atta proprio a garantire l'approvazione dei driver da parte di Microsoft (confronta l'HCL sul loro sito).
        Non cambiamo discorso, please ;-)Non cambio discorso: vai nel Catalogo di Windows Update e troverai centinaia di file prodotti da altre aziende.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
          - Scritto da: g_bellavite
          No, Microsoft non sviluppa tutti i driver
          delle periferiche - anzi la maggior parte
          sono prodotti dagli stessi produttori di
          hardware. Per questo motivo ha avviato una
          politica di certificazione dei driver atta
          proprio a garantire l'approvazione dei
          driver da parte di Microsoft (confronta
          l'HCL sul loro sito).D'accordissimo con te, infatti Microsoft sviluppa pochissimi driver e solo per quei pochi mette gli aggiornamenti sul WU.

          Non cambiamo discorso, please ;-)

          Non cambio discorso: vai nel Catalogo di
          Windows Update e troverai centinaia di file
          prodotti da altre aziende.Non metto in dubbio quello che dici: dico solo che questo discorso non c'entra nulla col fatto che il WU raccolga info sugli applicativi (e non sulle periferiche o sui driver) che hai installato in Windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
            - Scritto da: Anonimo
            D'accordissimo con te, infatti Microsoft
            sviluppa pochissimi driver e solo per quei
            pochi mette gli aggiornamenti sul WU.Un post prima dicevi esattamente il contrario :)
            Non metto in dubbio quello che dici: dico
            solo che questo discorso non c'entra nulla
            col fatto che il WU raccolga info sugli
            applicativi (e non sulle periferiche o sui
            driver) che hai installato in Windows.Un driver è comunque un'applicazione, e insieme ad essa capita che sono inclusi anche veri e propri programmi.Poiché l'articolo è estremamente vago, scrivendo "programmi di terze parti installate sul computer dell'utente" non mi sembra escluda questo caso, al quale sicuramente si riferisce il sito tedesco.
          • fDiskolo scrive:
            Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
            - Scritto da: Anonimo
            Un driver è comunque un'applicazione, e
            insieme ad essa capita che sono inclusi
            anche veri e propri programmi.questa e' una bestemmia. Il driver e' un pezzo di sistema operativo e basta.Se poi adesso ti danno con esso un mare di porcate per cui alcuni pacchetti software con i driver di stampanti o scanner superino a volte abbondantemente i 50 mega e' un altro discorso.
          • g_bellavite scrive:
            Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
            - Scritto da: fDiskolo
            - Scritto da: Anonimo

            Un driver è comunque un'applicazione, e

            insieme ad essa capita che sono inclusi

            anche veri e propri programmi.

            questa e' una bestemmia. Il driver e' un
            pezzo di sistema operativo e basta.Il fatto che un driver non abbia interfaccia grafica né un file eseguibile non significa che esso si possa considerare un software vero e proprio.Una lettura interessante su cosa sono i driver in Windows può iniziare da qui:http://www.microsoft.com/hwdev/driver/default.aspAnche"How to Publish Drivers on Windows Update"http://www.microsoft.com/hwdev/driver/winup.aspè illuminante per capire come le informazioni "inviate in maniera sospetta", che tanto fanno paura agli utenti che utilizzano software pirata, non siano altro che informazioni volte a garantire un buon servizio di aggiornamento.Buona lettura.
          • fDiskolo scrive:
            Re: Non solo aggiornamenti per SW Micros
            - Scritto da: g_bellavite
            Anche
            "How to Publish Drivers on Windows Update"
            http://www.microsoft.com/hwdev/driver/winup.a
            è illuminante per capire come le
            informazioni "inviate in maniera sospetta",
            che tanto fanno paura agli utenti che
            utilizzano software pirata, non siano altro
            che informazioni volte a garantire un buon
            servizio di aggiornamento.bello, ma non copre tutte le informazioni inviate...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non solo aggiornamenti per SW Micros
            - Scritto da: g_bellavite.....
            Anche
            "How to Publish Drivers on Windows Update"
            http://www.microsoft.com/hwdev/driver/winup.a
            è illuminante per capire come le
            informazioni "inviate in maniera sospetta",
            che tanto fanno paura agli utenti che
            utilizzano software pirata, non siano altro
            che informazioni volte a garantire un buon
            servizio di aggiornamento."Oste, è buono il vino ?""E' il migliore !"
          • gerry scrive:
            Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: g_bellavite

            D'accordissimo con te, infatti Microsoft
            sviluppa pochissimi driver e solo per quei
            pochi mette gli aggiornamenti sul WU.Credo (ma non ne sono certo) che su WU trovi tutti i driver che abbiano superato le certificazioni WHQL, anche non sviluppati da MS.Io ci hi trovato i Detonator della Nvidia, che sono prodotti da Nvidia e sono certificati WHQL.
            Non metto in dubbio quello che dici: dico
            solo che questo discorso non c'entra nulla
            col fatto che il WU raccolga info sugli
            applicativi (e non sulle periferiche o sui
            driver) che hai installato in Windows.Mhhh... ma i sui driver si potrebbe lasciar correre. Ma che si fermi lì però
        • Anonimo scrive:
          Re: Non solo aggiornamenti per SW Microsoft
          La politica delle certificazioni serve a microsoft solo per prendersi su le royalties che le grandi aziende che costruiscono hardware sono pronte a sborsare per comprare il "patakkino" da mettere sulla scatola, che per detto e' solo un patakkino e non garantisce la bonta' del software per niente, in modo da sembra + seri dei piccoli produttori di hardware che magari fanno roba migliore della loro ma non hanno soldi per comprare i "patakkini". fine.
  • laforge scrive:
    Bah...un dubbio mi sorge...
    Non che sia un fan di tale sistema, ma devo ammettere che piuttosto che avere miglioni di windows pieni di bug vista la media celebrale degli utenti...un tool del genere puo' essere un buon aiuto ... e questa e' una premessa. Sul fatto che spedisse informazioni alquanto discutibili il dubbio era saltato fuori in modo molto appariscente da quando hanno cambiato la policy su Windows Update x quanto riguarda la questione del software copiato... ora forse c'e' questa certezza ... ma perche' una parte di questo articolo (intendo quello tedesco) sia a pagamento ???? che motivo ci puo' essere dietro ? insomma se devo dire che quello che passa per Windows update e' anche roba "discutibile" lo faccio in modo completo a meno che non ci sia qualche conto che non torna...e quindi la parte piu' interessante la metto a pagamento ... il gioco nel gioco ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah...un dubbio mi sorge...
      E' quello che stavo per dire io, inoltre nella parte 'gratuita' dell'articolo non e' specificato QUALI dati dei programmi di terze parti presenti sul PC viene inviato, Inoltre a quanto ho letto in un articolo tempo fa, Microsoft non puo' risalire esattamente a CHI si e' collegato al windowsupdate perche' non viene inviato l'intero codice di registrazione della macchina ma un 'digest'. per identificare la versione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bah...un dubbio mi sorge...
        hey, ma cosa c'entra tutto questo? semplicemente il sito offre informazioni a pagamento.. è una scelta loro.Ci saranno centinaia di notizie sul sito, e ce ne saranno altre a pagamento no? devono campare poveri ragazzi ;-)
        • Ekleptical scrive:
          Re: Bah...un dubbio mi sorge...

          Ci saranno centinaia di notizie sul sito, e
          ce ne saranno altre a pagamento no? devono
          campare poveri ragazzi ;-)Forse ti sfugge che l'UNICO modo per ottenere il fantomatico programmino per testare se dicono panzane o meno è casualmente a pagamento!Che strano, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Bah...un dubbio mi sorge...
            - Scritto da: Ekleptical

            Ci saranno centinaia di notizie sul sito,
            e

            ce ne saranno altre a pagamento no? devono

            campare poveri ragazzi ;-)

            Forse ti sfugge che l'UNICO modo per
            ottenere il fantomatico programmino per
            testare se dicono panzane o meno è
            casualmente a pagamento!
            Che strano, eh?E che centra? Allora perchè tutto il sito non è gratis?La politica di tecChannel.de è quella di offrire contenuti a pagamento e questo programmino mi sembra abbastanza interessante da spenderci anche qualche euro sopra.. o no? ;-)T.D.
      • gerry scrive:
        Re: Bah...un dubbio mi sorge...
        - Scritto da: Anonimo
        Inoltre a quanto ho letto in un articolo
        tempo fa, Microsoft non puo' risalire
        esattamente a CHI si e' collegato al
        windowsupdate perche' non viene inviato
        l'intero codice di registrazione della
        macchina ma un 'digest'. per identificare la
        versione.Mah, bisogna vedere a detta di chi.La procedura di registrazione di windows XP può risalire all'utente che l'ha effettuata. Tempo fa su PI c'era un articolo riguardante un carrozziere beccato dalla finanza perchè aveva registrato su due PC la sua copia di XP (segnalato da Microsoft, ovviamente).Inoltre anche inviando i dati su un eventuale crash di applicazione (sempre in windows XP) si mandano informazioni in grado di identificare la validità della licenza, come si può leggere nei termini del servizio stesso.Se loro dicono che non mandano info di questo tipo è un conto, ma se non sbaglio windowsupdate riesce a bloccare alcuni XP craccati (sempre da precedente articolo di PI), quindi almeno un controllo sulla regolarità della licenza lo fa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bah...un dubbio mi sorge...

          Se loro dicono che non mandano info di
          questo tipo è un conto, ma se non sbaglio
          windowsupdate riesce a bloccare alcuni XP
          craccati (sempre da precedente articolo di
          PI), quindi almeno un controllo sulla
          regolarità della licenza lo fa.SP1 di XP fa quel controllo utilizzando un back list per altro non molto aggiornata.Cmq è pieno diritto di MS fare tale controllo! Guardare che altro c'è sul disco dell'utente un po' meno. Ma tanto sono americani e si sa che di questi tempi, una cinquantina di anni a questa parte, fanno sempre quello che vogliono
        • Ekleptical scrive:
          Re: Bah...un dubbio mi sorge...

          Tempo fa su PI c'era un articolo riguardante
          un carrozziere beccato dalla finanza perchè
          aveva registrato su due PC la sua copia di
          XP (segnalato da Microsoft, ovviamente).Bravo genio!
          Se loro dicono che non mandano info di
          questo tipo è un conto, ma se non sbaglio
          windowsupdate riesce a bloccare alcuni XP
          craccati (sempre da precedente articolo di
          PI), quindi almeno un controllo sulla
          regolarità della licenza lo fa.Controlla il seriale e ti impedisce l'accesso se è fra quelli balcklistati (tipo il famoso Devil'sOwn o simile, che avevano la gran parte dei detentori di una copia illegale)!Non si vede per quale motivo Microsoft dovrebbe fornire supporto a copie palesemente piratate!!!
          • gerry scrive:
            Re: Bah...un dubbio mi sorge...
            - Scritto da: Ekleptical
            Non si vede per quale motivo Microsoft
            dovrebbe fornire supporto a copie
            palesemente piratate!!!non volevo dire questo, semplicemente che credo sia possibile usare windows update per loggare le copie pirata di win.Se poi lo fanno o no io nn posso saperlo :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bah...un dubbio mi sorge...
            - Scritto da: Ekleptical
            Non si vede per quale motivo Microsoft
            dovrebbe fornire supporto a copie
            palesemente piratate!!!che c'entra il termine "palesemente"?anche se poi fino alle versioni ante-XP il supporto a tutte le versione pirata e non la MS lo dava senza problemi via la funzione di update.
        • Zeross scrive:
          Re: Bah...un dubbio mi sorge...
          - Scritto da: gerry
          - Scritto da: Anonimo
          La procedura di registrazione di windows XP
          può risalire all'utente che l'ha effettuata.No.La registrazione dei dati dell'utente (nome, cognome, indirizzo e quant'altro) è totalmente opzionale.
          Tempo fa su PI c'era un articolo riguardante
          un carrozziere beccato dalla finanza perchè
          aveva registrato su due PC la sua copia di
          XP (segnalato da Microsoft, ovviamente).1. Non credo proprio che Microsoft lo abbia fatto. La GdF ha di meglio a cui pensare che non ad una copia di Windows, ed una segnalazione in tal senso riceverebbe solo una bella risata dal comandante di turno.2. L'installazione su di una seconda macchina è perfettamente legale (e previsto dalla licenza di XP) a patto di utilizzare solo una delle due alla volta (tipicamente pensata per un desktop e un notebook).Ergo, questa "notiziona" era una gran bella panzana e nulla più.
          Inoltre anche inviando i dati su un
          eventuale crash di applicazione (sempre in
          windows XP) si mandano informazioni in grado
          di identificare la validità della licenza,
          come si può leggere nei termini del servizio
          stesso.E con ciò? Sono in regola e tanto mi basta...
          Se loro dicono che non mandano info di
          questo tipo è un conto, ma se non sbaglio
          windowsupdate riesce a bloccare alcuni XP
          craccati (sempre da precedente articolo di
          PI), quindi almeno un controllo sulla
          regolarità della licenza lo fa.No, non lo può ancora fare... è previsto in futuro (mi pare sarà attivo da fine Aprile o giù di lì).Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Bah...un dubbio mi sorge...
            - Scritto da: Zeross
            2. L'installazione su di una seconda
            macchina è perfettamente legale (e previsto
            dalla licenza di XP) a patto di utilizzare
            solo una delle due alla volta (tipicamente
            pensata per un desktop e un notebook).Sei proprio proprio sicuro che questo riguardi anche il s.o.? ^_-
          • Zeross scrive:
            Re: Bah...un dubbio mi sorge...
            - Scritto da: Anonimo
            Sei proprio proprio sicuro che questo
            riguardi anche il s.o.? ^_-Mmmm... mi hai fatto venire un dubbio... in ogni caso mi pare che le copie OEM non abbiano questa possibilità.Cmq sia, in ogni caso, la seconda registrazione, se effettuata via Internet, fallirebbe. Se invece effettuato tramite la chiamata telefonica, se non è possibile installarlo più di 1 volta te lo dicono e non ti danno il codice di sblocco.Ergo non è cmq possibile in nessun caso avere 2 copie di XP registrate allo stesso momento se non sono perfettamente legali.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Bah...un dubbio mi sorge...
            - Scritto da: Zeross

            Mmmm... mi hai fatto venire un dubbio... in
            ogni caso mi pare che le copie OEM non
            abbiano questa possibilità.
            Sui s.o. oem e non non ho MAI trovato la clausula, della doppia nstallazione, è anzi bene esplicito il contrario :) (a meno che sia cambiato qualcosa da qualche mese a questa parte) Cosa ben evidente invece nella suite office, anche se (e qui forse mi confondo) non l'ho più vista nelle ultime release (dalla 2000 in poi)... sarebbe meglio controllarle non si sa mai che ti abituano bene e poi ti stangano :P
      • Akiro scrive:
        Re: Bah...un dubbio mi sorge...

        Inoltre a quanto ho letto in un articolo
        tempo fa, Microsoft non puo' risalire
        esattamente a CHI si e' collegato al
        windowsupdate perche' non viene inviato
        l'intero codice di registrazione della
        macchina ma un 'digest'. per identificare la
        versione.seee... adesso viene fuori ke il sistema è completamente anonimo... e cmq se vogliono sapere ke ho sull'hd mi devono pagare.voglio la mia privacy =D
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah...un dubbio mi sorge...
      - Scritto da: laforge
      Non che sia un fan di tale sistema, ma devo
      ammettere che piuttosto che avere miglioni
      di windows pieni di bug vista la media
      celebrale degli utenti...Uno che scrive "miglioni" con la G e si permette di definire la stragrande maggioranza delle persone come cerebro-deficenti come lo definiresti? Tecno-Razzista con manie di persecuzione o semplicemente un giovane che deve ancora crescere?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah...un dubbio mi sorge...
      - Scritto da: laforge
      Non che sia un fan di tale sistema, ma devo
      ammettere che piuttosto che avere miglioni
      di windows pieni di bug vista la media
      celebrale degli utenti...un tool del genere
      puo' essere un buon aiuto ... e questa e'
      una premessa.Premessa giusta, ma io personalmente vorrei vere salire un po' la media cerebrale degli utenti... cosa non impossibile se si ricomincia a considerare un computer per quello che e`.
      Sul fatto che spedisse
      informazioni alquanto discutibili il dubbio
      era saltato fuori in modo molto appariscente
      da quando hanno cambiato la policy su
      Windows Update x quanto riguarda la
      questione del software copiato... ora forse
      c'e' questa certezza ... ma perche' una
      parte di questo articolo (intendo quello
      tedesco) sia a pagamento ???? che motivo ci
      puo' essere dietro ? insomma se devo dire
      che quello che passa per Windows update e'
      anche roba "discutibile" lo faccio in modo
      completo a meno che non ci sia qualche conto
      che non torna...e quindi la parte piu'
      interessante la metto a pagamento ... il
      gioco nel gioco ...Uhm... non l'avevo notata 'sta cosa, nell'articolo.Si, direi che e` ridicolo.
    • laforge scrive:
      [OT] Re: Bah...un dubbio mi sorge...
      [OT] Re: Bah...un dubbio mi sorge...   di Utente non registrato del 03/03/03 (6:00) - Scritto da: laforge
      Non che sia un fan di tale sistema, ma devo
      ammettere che piuttosto che avere miglioni
      di windows pieni di bug vista la media
      celebrale degli utenti... Uno che scrive "miglioni" con la G e si permette di definire la stragrande maggioranza delle persone come cerebro-deficenti come lo definiresti? Tecno-Razzista con manie di persecuzione o semplicemente un giovane che deve ancora crescere? No semplicemente uno che stava andando a letto a dormire e ha commesso un errore di ortigrafia...bye :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah...un dubbio mi sorge...
      - Scritto da: laforge
      Non che sia un fan di tale sistema, ma devo
      ammettere che piuttosto che avere miglioni
      di windows pieni di bug vista la media
      celebrale degli utenti...un tool del genere
      puo' essere un buon aiuto ... e questa e'
      una premessa. Sul fatto che spedisse
      informazioni alquanto discutibili il dubbio
      era saltato fuori in modo molto appariscente
      da quando hanno cambiato la policy su
      Windows Update x quanto riguarda la
      questione del software copiato... ora forse
      c'e' questa certezza ... ma perche' una
      parte di questo articolo (intendo quello
      tedesco) sia a pagamento ???? che motivo ci
      puo' essere dietro ? insomma se devo dire
      che quello che passa per Windows update e'
      anche roba "discutibile" lo faccio in modo
      completo a meno che non ci sia qualche conto
      che non torna...e quindi la parte piu'
      interessante la metto a pagamento ... il
      gioco nel gioco ...Ma pensa alla tua "media cerebrale", perchè in quanto a sintassi e grammatica lasci un po' a desiderare. E comunque la media cerebrale non si misura solo a colpi di informatica, almeno non la mia (della serie: forse sei tu che, lontano dal tuo PC, sei solo una nullità).
  • Anonimo scrive:
    excusatio non petita...
    ma dico ci vuole molto a capire dov'è l'inghippo? ehehse la M$ garantisce in anticipo che "nessun dato verrà inviato" cosa vorrà mai dire questa frase? che loro negano anche l'evidenza e buttano le mani avanti per non cadere indietro! ahahforza bill!
    • laforge scrive:
      Re: excusatio non petita...
      - Scritto da: Anonimo
      ma dico ci vuole molto a capire dov'è
      l'inghippo? eheh
      se la M$ garantisce in anticipo che "nessun
      dato verrà inviato" cosa vorrà mai dire
      questa frase? che loro negano anche
      l'evidenza e buttano le mani avanti per non
      cadere indietro! ahah
      forza bill!Beh se a Te va bene la politica della menzogna ... Io sinceramente non sono concorde con Te... preferirei che una ditta seria se vuole fare una cosa del genere lo dica apertamente e lasci all'utente la possibilita' di decidere ... no? La tecnologia dovrebbe liberarci da certi giochini...non rendere ancora piu' schiavi e sopratutto con le menzogne...
    • Anonimo scrive:
      Re: excusatio non petita...

      se la M$ garantisce in anticipo che "nessun
      dato verrà inviato" cosa vorrà mai dire
      questa frase? il problema a parte quello che giustamente indichi, è che la frase ora non c'è piu :PIn ogni caso, vorrei conoscere quello che è rimasto sorpreso da questa notizia... o meglio chiamarla conferma
    • Anonimo scrive:
      Re: excusatio non petita...
      "excusatio non petita..." un corno.La gente passa il tempo a dare addosso a Microsoft e Microsoft previene le accuse.Può anche essere vero che Microsoft abbia mentito a me sembra più seria Microsof t di quelli che la accusano.
      • Anonimo scrive:
        Re: excusatio non petita...

        Può anche essere vero che Microsoft abbia
        mentito a me sembra più seria Microsof t di
        quelli che la accusano.Concordo completamente
        • Anonimo scrive:
          Re: excusatio non petita...


          Può anche essere vero che Microsoft abbia

          mentito a me sembra più seria Microsof t
          di

          quelli che la accusano.

          Concordo completamenteCioe' se uno dice "Prometto di non ficcare il naso nei fatti vostri" e poi lo fa' per voi e' una persona seria?
    • Anonimo scrive:
      Re: excusatio non petita...
      di dimostrato mi pare ci sia ben poco....
  • Anonimo scrive:
    Io lo avevo detto tanto tempo fa...
    non ci si può fidare di un sistema chiuso, e lo dimostrano casi del genere. Se poi ci si vuole fidare lo stesso... beh, non ci si deve lamentare poi!
  • Anonimo scrive:
    Ma chi lo usa il windows update?
    Quando usavo Windows me ne guardavo bene!(e ho regolarmente pagato le licenze di win e office)LINate gente, LINate...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Ma chi lo usa il windows update?

      LINate gente, LINate...Il solito troll Linux.Tutti gli utenti Windows (regolari e non) usano regolarmente Windows Upadate, come tutti gli utenti Linux patchano regolarmente i pacchetti vari, se ci tengono minimamente alla sicurezza del sistema. E non mi pare esistano notizie di FBI all'assalto per un update online!LINA pure, ma vedi non rompere le scatole con secemenze a chi non segue la tua scelta
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi lo usa il windows update?
        - Scritto da: Ekleptical

        LINate gente, LINate...

        Il solito troll Linux.
        Tutti gli utenti Windows (regolari e non)
        usano regolarmente Windows Upadate, come
        tutti gli utenti Linux patchano regolarmente
        i pacchetti vari, se ci tengono minimamente
        alla sicurezza del sistema. E non mi pare
        esistano notizie di FBI all'assalto per un
        update online!

        LINA pure, ma vedi non rompere le scatole
        con secemenze a chi non segue la tua sceltaForse però questo qui non ha tutti i torti - stando a quanto dice l'articolo usare il windows update a scopo sicurezza diventa un controsenso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi lo usa il windows update?
        - Scritto da: Ekleptical
        Tutti gli utenti Windows (regolari e non)
        usano regolarmente Windows Upadate, come
        tutti gli utenti Linux patchano regolarmente
        i pacchetti vari, se ci tengono minimamente
        alla sicurezza del sistema. E non mi pare
        esistano notizie di FBI all'assalto per un
        update online!Uhm... lo metto per informazione: ho WinXP home, acquistato regolarmente (246 euri sull'unghia :p). Non uso l'update, forse anche perche` essendo su modem mi rompe le scatole con lo scaricamento di pacchetti da megabytes & megabytes.Mai avuti problemi di sicurezza.Forse perche` come mail client uso nPOP (50 Kb di programma, puramente testuale, ma supporta gli attachments).P.S. ho anche installato Apache 1.3.27 + PHP 4.2.3 qui.E una intranet.
        LINA pure, ma vedi non rompere le scatole
        con secemenze a chi non segue la tua sceltaE per la sicurezza uno dovrebbe farsi spiare? Mah... in effetti diciamoci la verita`, l'avevamo piu` o meno dato tutti per scontato, che avrebbe spifferato qualcosa... non e` un troll, e` una persona che, come moltISSIME altre, diffida dalla tanta, troppa roba "automatica" di Windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma chi lo usa il windows update?

          non e` un troll, e` una persona
          che, come moltISSIME altre, diffida dalla
          tanta, troppa roba "automatica" di
          Windows.Nono, è proprio un troll. Io uso sia Redhat che Win e anche ammettendo che nelle mani di un utente esperto il primo è superiore in tutto, certe sparate non mi vengono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi lo usa il windows update?
      tutti usano windows update, pena UNPATCH vario
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi lo usa il windows update?
      - Scritto da: Anonimo
      Quando usavo Windows me ne guardavo bene!

      (e ho regolarmente pagato le licenze di win
      e office)

      LINate gente, LINate...Io lo uso e lo trovo piuttosto comodo, a parte tutto. Ovvio che ho Win acquistato regolarmente, come forse molti NON hanno.
    • Marco scrive:
      Re: Ma chi lo usa il windows update?
      Sistema-
      Amministrazione-
      Gestore aggiornamenti.....tutto il resto rientra dei sistemi meno evoluti.Non passare a Ubuntu non riusciresti a capire le potenzilaità della tua macchina appena liberata dal DRM.Ciao Marco
Chiudi i commenti