HP, con MusicStation nel download sonico

Annunciato un accordo con l'operatore britannico Omnifone. MusicStation verrà preinstallato su svariati laptop e desktop prodotti dall'azienda di Palo Alto. Lanciato il guanto di sfida a Spotify e iTunes

Roma – Lo scenario di mercato legato alla musica digitale si è ormai trasformato in un vasto campo di battaglia in cui non sono soltanto le grandi etichette a combattere. Ci sono anche i produttori di hardware, tra i quali l’ultimo arrivato Hewlett-Packard. L’azienda di Palo Alto ha infatti annunciato recentemente un accordo con Omnifone , il provider britannico che ha sviluppato il servizio musicale MusicStation .

Stando ai dettagli del patto , il software di Omnifone verrà implementato su svariati laptop e desktop di HP, distribuiti in dieci nazioni europee tra cui la Gran Bretagna, la Spagna e l’Italia. MusicStation verrà preinstallato sui dispositivi HP e sarà disponibile inizialmente per un periodo di prova di due settimane. Successivamente, tutti quegli utenti che vorranno mantenere attivo il servizio dovranno abbonarsi.

La spesa mensile sarà di circa 10 euro – come ad esempio nel Belpaese – e sarà inoltre l’unico modo per mantenere in vita i brani scaricati durante il periodo gratuito di prova. MusicStation garantirà un accesso illimitato ad un archivio di circa 6,5 milioni di canzoni, protette da meccanismi di DRM e distribuite da tutte e quattro le grandi sorelle del disco.

Quella di HP e Omnifone è una stretta di mano nel tentativo di contrastare innanzitutto l’ascesa in Europa di Spotify , insieme alle precedenti manovre di Apple per assicurarsi i servizi della start-up Lala . Acquisizione che aveva fatto intuire un futuro impegno di Cupertino nel restyling di iTunes.

E l’azienda di Palo Alto non è stata la sola a muovere le sue pedine sullo scacchiere della musica digitale. DoubleTwist, servizio alternativo ad iTunes che permette la gestione di brani su dispositivi come BlackBerry e Android, sta per annunciare una partnership con l’operatore tedesco T-Mobile. I banner di doubleTwist appariranno tra gli scaffali online di T-Mobile.com , così come lo stesso servizio sarà preinstallato sugli smartphone Android .

Particolarmente soddisfatto, Rob Lewis, CEO di Omnifone: “Il più grande PC vendor del mondo ha ora l’opportunità di introdurre sul mercato un valido competitor di iTunes”. Il CEO del provider britannico si è poi mostrato fiducioso rispetto alla possibilità futura di HP di estendere la nuova partnership a praticamente tutti i dispositivi venduti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • r1348 scrive:
    Cane mangia cane
    Ultimamente è un tutti contro tutti nel mercato hi-tech, coperta corta?
    • DarkOne scrive:
      Re: Cane mangia cane
      - Scritto da: r1348
      Ultimamente è un tutti contro tutti nel mercato
      hi-tech, coperta
      corta?E' la stessa cosa che ho pensato io.Mi sconvolge che nessuno si ponga domande su questa storia dei brevetti...sono un freno assurdo all'evoluzione.
      • whinny scrive:
        Re: Cane mangia cane
        E' vero, se non ci fossero i brevetti si sarebbe anni avanto. Però è anche vero che se un'azienda investe nella ricerca e poi si vede "rubare" i risultati... mah, è difficile da valutare...
    • Funz scrive:
      Re: Cane mangia cane
      - Scritto da: r1348
      Ultimamente è un tutti contro tutti nel mercato
      hi-tech, coperta
      corta?Sangue! Sangue!:D
Chiudi i commenti