HP e Dell appoggiano Blu-ray

Lo standard DVD di nuova generazione appoggiato da Sony, Philips e altri big ha ora guadagnato l'appoggio di altri due pesi massimi. Al formato rivale, HD DVD, serve ancora una identità


Roma – Ai nomi dei colossi che appoggiano il formato di DVD a laser blu Blu-ray Disc si sono di recente aggiunti quelli di HP e Dell , due fra i maggiori produttori al mondo di computer.

HP sostiene che la tecnologia Blu-ray è quella più user-friendly fra i formati di nuova generazione candidati a rimpiazzare l’attuale generazione di DVD. Un’affermazione che, secondo alcuni analisti, potrebbe tuttavia celare l’interesse del colosso nell’appoggiare alcuni dei suoi più importanti fornitori giapponesi di componenti.

Il consorzio delle aziende che promuovono il neo standard – Hitachi, LG Electronics, Matsushita Electric Industrial, Pioneer, Royal Philips Electronics, Samsung Electronics, Sharp, Sony e Thomson – ha varato l’anno scorso le licenze necessarie per sviluppare, produrre e vendere prodotti basati sul formato Blu-ray Disc.

Se Blu-ray è già dunque pronto per seguire il mercato, e colossi come HP e Dell lo hanno già scelto come futuro standard per i propri computer, il formato rivale, noto come HD DVD, è invece ancora in fase di definizione da parte del DVD Forum .

Il formato Blu-ray Disc adotta un laser blu-violetto con una lunghezza d’onda inferiore a quella dei laser di colore rosso impiegati con l’attuale generazione di DVD: questa caratteristica consente di codificare i dati in spazi più contenuti e portare la capacità dei nuovi dischi a 27 GB per singolo lato.

Il nuovo standard è utilizzabile per un’ampia varietà di applicazioni, inclusi gli archivi di memorizzazione, i dispositivi Ultra Density Optical (UDO) e la registrazione video consumer (DVR). La soluzione permette di registrare più di 13 ore di video compresso in qualità standard oppure circa due ore di video in alta definizione (HDTV): la velocità di trasferimento dati è di 36 Mbps. Come standard di compressione il formato Blu-ray adotta l’MPEG-2, una tecnologia che, seppur non più giovanissima, gode ancora del più ampio supporto sul mercato del broadcasting digitale e della registrazione di contenuti audio/video.

Il formato HD DVD, basato sulle specifiche sviluppate originariamente da NEC e Toshiba con il nome di Advanced Optical Disc, offre capacità comprese fra i 9 e i 20 GB e promette compatibilità con l’attuale generazione di dispositivi DVD.

Il DVD Forum, che di recente ha approvato la versione 0.9 delle specifiche HD DVD a sola lettura (ROM), deve ancora decidere quale codec video adottare per la compressione del video: i candidati sono MPEG-2, Windows Media Audio 9 e H.264, ma c’è anche la possibilità che lo standard definitivo li supporti tutti e tre.

Di recente NEC ha mostrato un primo prototipo di masterizzatore HD DVD.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    piccola domanda...
    ... ammesso che questi dispositivi verranno utilizzati per impedire l'esecuzione di programmi non autorizzati o la riproduzione di mp3 o filmati pirata, chi OGGI acquista un dvd (che non ha sistemi di protezione), domani che cavolo farà ? verrà considerata una copia pirata pure quella ?
    • warrior666 scrive:
      Re: piccola domanda...
      dai smettiamola di pensare ad un futuro dove non funzia più niente.. probabilmente gestiranno questa tecnologia per aumentare il controllo (intendo sapere cosa fai) ma non penso possano blindare la tecnologia, bloccherebbero una fetta troppo grossa di consumatori. Si riuscirà sempre a fare quello che si vuole, bisognerà solo stare attenti a non pestare i piedi a nessuno :s mah vedremo..
      • Sandro kensan scrive:
        Re: piccola domanda...
        - Scritto da: warrior666
        Si riuscirà sempre a
        fare quello che si vuole, bisognerà
        solo stare attenti a non pestare i piedi a
        nessuno :s mah vedremo..E poi non è neppure detto che alla genti interessi sapere cosa fa un PC, l'importante è fare quelle 4 cose che hanno insegnato al corso per l'ecdl. Se anche quelli che scaricano file pirata dovessero essere bloccarti, non interesserebbe alla maggior parte della gente che il pc lo usa per lavorare e per fare la lettera o l'email.Ma mi chiedo chi siano quei fanatici che vorrebbero conoscere cosa fa un pc, si preme il tasto e si usa word, altro non c'è da sapere, ma cosa vi complicate la vita?? Pestare i piedi? ma premi il tasto e usa quel che ti è stato dato come tutti gli altri, non vorrai fare il diverso vero?Palladium? non so cosa sia ma il pc funziona, non mi scocciare con le assurdità che non interessano a nessuno.(tipico dialogo tra qualche anno)
  • Anonimo scrive:
    M$ addio...
    ... io e te non ci rivedremo mai più...
  • Anonimo scrive:
    L'avvento dello "scatolotto cifrato"
    Quando si vuole fare ingoiare una pillola ad un bambino talvolta la si mescola con del cibo. E così è per questo psudo-bios.Si raccoglie un po' di paccottiglia per giustificare l'introduzione di questo bios-sistema operativo, ma l'unico reale motivo resta l'introduzione del DRM e, in definitiva, trasformare il personal computer in uno "scatolotto cifrato" (quest'ultima è una citazione di Attivissimo).L'introduzione sarà molto lenta, ma IMHO il momento per puntare i piedi è questo. Visto che i maggiori produttori hanno deciso, loro, ciò di cui noi abbiamo bisogno (cioè la fusione indissolubile tra hardware e software ed un pc blindato del quale l'utente non ha controllo), è il caso di mostrare ciò di cui abbiamo bisogno o meno noi. Il consiglio è: evitare *accuratamente* hardware palladium-enabled. Chi può upgradi o cambi PC adesso (che i prezzi sono anche bassi).SalutiProspero
    • Anonimo scrive:
      Re: L'avvento dello "scatolotto cifrato"
      ...oltre al DRM darebbe anche la possibilita' di mettere i bastoni fra le ruote dei sistemi operativi concorrenti!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'avvento dello "scatolotto cifrato"
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che i maggiori produttori
      hanno deciso, loro, ciò di cui noi
      abbiamo bisogno (cioè la fusione
      indissolubile tra hardware e software ed un
      pc blindato del quale l'utente non ha
      controllo)I maggiori produttori avevano già deciso, totalmente a capocchia, di piazzare una macchina complessa e flessibile come un PC su ogni scrivania e in ogni casa. L'errore è stato QUESTO, dare alla gente qualcosa di cui NON avevano bisogno, creando un deprecabile surplus e mettendo in mano una potenza esagerata a persone inesperte e prive della reale necessità di un calcolatore.Palladium e affini sono solo un pallido tentativo per rimettere le cose a posto, dato che qualche testa d'uovo si è accorta che il 99% degli utonti ha bisogno SOLO di un set-top box blindato con 4 applicazioni messe in croce. Le "esigenze" di uno sparuto manipolo di amatori/smanettoni/etc sono del tutto trascurabili, come lo erano all'epoca quelle di noi PET-users che ci facevamo le cartridge in casa o modificavamo chassis e PCB, riprogrammando le EEPROM di sistema. Il discorso che si legge più spesso sulle ML, da gente assai vicina ai produttori, è questo: se vuoi hardware palladium-free, l'avrai - se sei un'azienda o un professionista, naturalmente. Le WS e i PC di fascia alta, specialmente non Intel, continueranno ad essere esenti da queste menate ancora per un bel pezzo, certo non a prezzi da supermarket. Alla fine Palladium sembra solo un modo per dividere nuovamente il mercato professionale da quello HOME/SOHO, ricreando quel differenziale di prezzo che esisteva agli inizi (il mio primo XT IBM per esempio costò otto milioni e mezzo).
  • Anonimo scrive:
    Addio Linux :D
    Qualcosa mi dice che questo puo' essere un altro grimaldello da utilizzare contro Linux :D :D :DChi vicera' questa guerra?tecnici contro markettari ed avvocati.
    • opazz scrive:
      Re: Addio Linux :D
      Nessuno dei due gruppi.. Che c'entra ciò.. Con linux..
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Addio Linux :D
        - Scritto da: opazz
        Nessuno dei due gruppi.. Che c'entra
        ciò.. Con linux..Io trovo che c'entri, anzi che la mira è quella di controllare e linux è un sistema fuori controllo, la strategia di M$ è vincente in quanto troverà molte persone disinteressate e molti poteri che la appoggeranno.Da parte mia ho fatto un articolo-commento su questo argomento su Linux help:http://www.linuxhelp.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1727Metto un po' fretta mentre ho letto che gli "esperti" prevedono tempi non brevissimi.==================================Modificato dall'autore il 20/01/2004 16.18.17
        • Anonimo scrive:
          Si, Addio Linux, GPL e così via...
          Per ulteriori informazioni:http://www.complessita.it/tcpa/
          • opazz scrive:
            Re: Si, Addio Linux, GPL e così via...
            Vedremo e sarò contento di dire MI SBAGLIAVO.. secondo me è solo fantascienza in alto mare per adesso..
    • Anonimo scrive:
      Re: Addio Linux :D
      amore i bios in gpl sono gia' in giro.Microsoft invece prevede una beta del suo bios, per il 2090, sara' bellissimo e fara' il caffe, e nimda sara' gia' sulla ROM.
    • Max3D scrive:
      Re: Addio Linux :D
      bhe ... direi che noi "tecnici" la guerra l'abbiamo persa tanto, tanto tempo fa :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Addio Linux :D
      Questo forum mi sembra frequentato solo da trolloni!!!Certo che quello che dite e' molto interessante, ma avete avuto almeno la voglia di vedere questo link? http://www.trustedcomputing.org/home/membership/Tra gli "associati" compaiono Novell, HP-COMPAQ. Novell significa anche IBM e quindi "buttano" via i soldi per far morire linux?
  • Max3D scrive:
    Si dai mettiamoci dentro il Tetris :@
    Ma che stupidaggini sono ?dai si..facciamolo user-firendly così i niubbi vanno a smanettarci un totale e scassano tutto :P... oppure ... finiremo con il fare il bios aggiornabile via internet, e così potenziali utenti malintenzionati ci spegneranno il pc mentre gioco a Need4Speed :@il bios da 1mb e' gia' una grandissima pu##anata :PRivoglio DOS !con l'autoxec.bat e il config.sys e li carico solo i driver che dico io... e il bios tanto per essere giusti... dovrebbe essere circa.. 256Kb.. ckekkazz :D
    • carobeppe scrive:
      Re: Si dai mettiamoci dentro il Tetris :@
      effettivamente non dici mica bischerate... in effetti, per chi non lo sapesse BIOS= Basic Input/Output System, ovvero sistema di base di input ed output... se è di base, cosa caxxo me ne faccio di un browser web integrato??? carichiamo allora un sistema operativo nel bios... così almeno se si pianta devo riflashare il computer invece di formattare...
  • Anonimo scrive:
    E'come il frigo a legna...
    Questo si rifà all'idea di Phoenix di mettere nell'area protetta del disco (HPA) un microsistema operativo d'avvio che dovrebbe svoglere alcune particolari funzioni...LORO dicevano che ci sarebbero stati antivirus e via ballando (il che ci porta a pensare che EFI sia un vero sistema operativo), il contro è che non c'è motivo reale per farlo...i bios "vecchi" che usiamo x ora già fanno quel che devono fare: AVVIARE IL PCfare bios nuovi che abbiano web navigator e altre facezie non serve ad altro che a rendere i sistemi sempre più fragili e pericolosi infatti, se prima mi buscavo un virus che mi segava il sistema operativo bastava formattare e ripartire, ora con EFI se il virus me lo piglio che faccio ? cambio hard disk ? faccio il flash della EEPROM ? compro un altro PC ?qual'è la controparte in EFFETTIVI VANTAGGI che avrò dai bios EFI ?
  • Sandro kensan scrive:
    Bios DRM - Palladium
    Da quel poco che so per sentito dire mi risulta che al boot il pc palladium abbia bisogno di una partenza sicura, del codice certificato da una autorità che il chip palladium (Fritz?) autorizza. questo codice presente nel bios permette poi l'esecuzione di altro codice certificato in una catena di fiducia.Ho le idee confuse ma chi ha letto le specifiche della tecnologia tcpa potrebbe illuminarmi. Comunque la conclusione importante di questi miei pensieri (a parte il funzionamento tecnico) è che il bios palladium dovevano introdurlo, serve per non fare più copiare e quindi è arrivato.Altro pensierino è che longhorn deve passare per il cadavere del vecchio bios, ecco spiegato l'arcano dell'immenso ritardo di questo SO blocca pc/privacy/linux/contenuti pirata/contenuti scomodi.Buon palladium a tutti.P.S. consiglio l'acquisto di un pc prima della distribuzione capillare di questo nuovo bios, comunque senza una scheda madre palladium penso sia innocuo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bios DRM - Palladium
      - Scritto da: Sandro kensan
      comunque senza una scheda madre
      palladium penso sia innocuo.A patto di trovarne ancora di tali schede.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bios DRM - Palladium
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Sandro kensan


        comunque senza una scheda madre

        palladium penso sia innocuo.

        A patto di trovarne ancora di tali schede.Laddove c'è richiesta, c'è anche mercato...potrebbe essere un'opportunità per leaziende che vorranno sfruttarla, producendoapposta hardware palladium-free.
    • Shrike scrive:
      Re: Bios DRM - Palladium

      Ho le idee confuse ma chi ha letto le
      specifiche della tecnologia tcpa potrebbe
      illuminarmi. Comunque la conclusione
      importante di questi miei pensieri (a parte
      il funzionamento tecnico) è che il
      bios palladium dovevano introdurlo, serve
      per non fare più copiare e quindi
      è arrivato.Ciao!Le specifiche del BIOS EFI prevedono esplicitamente una facilitazione per il boot multipiattaforma, quindi non credo proprio si tratti di un "anti" Linux. Ricordati che Intel spinge attivamente e investe denaro a favore del pinguino, e visto che non lo fa certo per filantropia, non favorirebbe mai l'introduzione di un BIOS che andasse a danneggiare i suoi interessi. Inoltre, e' previsto che le caratteristiche aggiuntive siano disattivabili dall'utilizzatore. Le specifiche sono disponibili in rete, al link indicato nell'articolo di Punto Informatico.

      Altro pensierino è che longhorn deve
      passare per il cadavere del vecchio bios,
      ecco spiegato l'arcano dell'immenso ritardo
      di questo SO blocca
      pc/privacy/linux/contenuti pirata/contenuti
      scomodi.

      Buon palladium a tutti.Quello che si chiamava Palladium era un progetto molto piu' ambizioso (e pericoloso per i clienti secondo me) in cui il BIOS rappresenta solo il primo mattoncino. Inoltre il progetto Palladium prevedeva esplicitamente che le caratteristiche cosiddette di "sicurezza" non fossero disattivabili in alcun modo, per ovvi motivi. :)
      P.S. consiglio l'acquisto di un pc prima
      della distribuzione capillare di questo
      nuovo bios, comunque senza una scheda madre
      palladium penso sia innocuo.Per quanto se ne so, non solo innocuo, ma potrebbe (il condizionale e' d'obbligo) essere anche utile per Linux e altri sistemi operativi.Salutoni!
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Bios DRM - Palladium
        - Scritto da: Shrike
        Le specifiche del BIOS EFI prevedono
        esplicitamente una facilitazione per il boot
        multipiattaforma, quindi non credo proprio
        si tratti di un "anti" Linux. Questo è importante. Poi magari non interessa nulla di un nuovo bios ma almeno potrò fare il boot di linux.
        Ricordati che
        Intel spinge attivamente e investe denaro a
        favore del pinguino, e visto che non lo fa
        certo per filantropia, non favorirebbe mai
        l'introduzione di un BIOS che andasse a
        danneggiare i suoi interessi.Ok ma gli interessi di Intel non sono limpidi, mica ci si può fidare delle sue scelte.
        Inoltre, e' previsto che le caratteristiche
        aggiuntive siano disattivabili
        dall'utilizzatore.Anche questo è importante.
        Le specifiche sono disponibili in rete, al
        link indicato nell'articolo di Punto
        Informatico.Si, hai ragione, sarebbe da pigroni non averle lette...ma non ne ho proprio voglia.
        Quello che si chiamava Palladium era un
        progetto molto piu' ambizioso (e pericoloso
        per i clienti secondo me) in cui il BIOS
        rappresenta solo il primo mattoncino.Quindi il nuovo palladium sarà meno pericoloso? Bene ma siccome si tratta di un processo che durerà anni mi aspetto cambiamenti in corsa e quindi non voglio salire sul tram.Non sia mai che a metà percorso qualcuno cambia il percorso e mi fa finire a casa di un fratello maggiore...:)
        Inoltre il progetto Palladium prevedeva
        esplicitamente che le caratteristiche
        cosiddette di "sicurezza" non fossero
        disattivabili in alcun modo, per ovvi
        motivi. :)??? Non ho capito, il fatto che il bios sia disattivabile e che quindi il codice di start di palladium non sia eseguito significa che palladium non parte e che saranno eseguiti sistemi operativi normali. Se si vorranno eseguire i vari longhorn con il nuovo word ecc, ecc si dovrà partire in modalità protetta con la catena di codice certificato dal bios con drm fino al word certificato.Da quel che ho capito la disattivazione di palladium è permessa da sempre, poi quando tutto sarà palladium il terreno sarà fertile per le leggi blocca privacy, rendendo illegale il software non certificato in quanto portatore di virus, pornografia, pedofilia, violatore del copyright ecc, ecc. Ma queste sono solo mie fantasie.
        Per quanto se ne so, non solo innocuo, ma
        potrebbe (il condizionale e' d'obbligo)
        essere anche utile per Linux e altri sistemi
        operativi.Non mi pare proprio, Linux non ha bisogno di un nuovo bios col drm.
        Salutoni!Ciao.
        • Shrike scrive:
          Re: Bios DRM - Palladium

          Questo è importante. Poi magari non
          interessa nulla di un nuovo bios ma almeno
          potrò fare il boot di linux.Credo che la "sopravvivenza" di Linux non sia nemmeno lontanamente in discussione.

          Quello che si chiamava Palladium era un

          progetto molto piu' ambizioso (e
          pericoloso

          per i clienti secondo me) in cui il BIOS

          rappresenta solo il primo mattoncino.

          Quindi il nuovo palladium sarà meno
          pericoloso? Purtroppo no, forse anche piu' pericoloso per la privacy... C'e' un articolo interessante sul sito della Electronic Frontier Foundation (eff.org).
          il fatto che il bios sia
          disattivabile e che quindi il codice di
          start di palladium non sia eseguito
          significa che palladium non parte e che
          saranno eseguiti sistemi operativi normali.
          Se si vorranno eseguire i vari longhorn con
          il nuovo word ecc, ecc si dovrà
          partire in modalità protetta con la
          catena di codice certificato dal bios con
          drm fino al word certificato.Suppongo di si, credo che tu abbia ragione. Naturalmente se il progettone andra' in porto cosi' come lo immaginano adesso. Si potrebbe anche ipotizzare, come esercizio mentale, un tentativo di tagliare fuori dall'Internet tutti i client Open Source.
          Da quel che ho capito la disattivazione di
          palladium è permessa da sempre, poi
          quando tutto sarà palladium il
          terreno sarà fertile per le leggi
          blocca privacy, rendendo illegale il
          software non certificato in quanto portatore
          di virus, pornografia, pedofilia, violatore
          del copyright ecc, ecc. Ma queste sono solo
          mie fantasie.Credo siano previsioni per nulla campate in aria. Sono curioso di vedere che reazione avra' la massa degli utenti da sempre fedeli alla Microsoft quando scopriranno di avere grossi problemi ad infrangere le norme sul copyright. Ovviamente tutta la problematica dei Digital Rights Management coinvolge interessi colossali e multinazionali in guerra fra loro, per cui e' piuttosto arduo immaginare come si evolvera' la storia. Spero che i potenziali clienti boicottino prodotti dannosi per la loro stessa privacy, ma visto come va' il mercato la mia e' una speranza "utopica".
          Non mi pare proprio, Linux non ha bisogno di
          un nuovo bios col drm.Giusto, lasciamolo alla Microsoft, e cerchiamo di agire per fare in modo che sia sempre possibile una alternativa.Ciao!
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Bios DRM - Palladium
            - Scritto da: Shrike
            Ciao!Grazie della lunga risposta, non ho commenti da fare anche perché mi pare la pensiamo allo stesso modo.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bios DRM - Palladium
        - Scritto da: Shrike[cut]
        Le specifiche del BIOS EFI prevedono
        esplicitamente una facilitazione per il boot
        multipiattaforma, quindi non credo proprio
        si tratti di un "anti" Linux. Ricordati che
        Intel spinge attivamente e investe denaro a
        favore del pinguino, e visto che non lo fa
        certo per filantropia, non favorirebbe mai
        l'introduzione di un BIOS che andasse a
        danneggiare i suoi interessi. dipende quanto ti paghera' M$ alla "resa dei conti"
        Inoltre, e' previsto che le caratteristiche
        aggiuntive siano disattivabili
        dall'utilizzatore. assolutamente inutile se, come e' nei piani, tutta internet sara' "certificata". Non potrai piu' scambiare mail perche' inviate da un SO non certificato e quindi non certificabili, non potrai piu' riceverle perche' il server si rifiutera' di consegnare un documento certificato ad un PC che non lo e'............
        [cut]

        Quello che si chiamava Palladium era un
        progetto molto piu' ambizioso (e pericoloso
        per i clienti secondo me) in cui il BIOS
        rappresenta solo il primo mattoncino. Non cambia molto...

        Inoltre il progetto Palladium prevedeva
        esplicitamente che le caratteristiche
        cosiddette di "sicurezza" non fossero
        disattivabili in alcun modo, per ovvi
        motivi. :)E anche questo (vedi sopra), a meno di non rinunciare alla rete.
        [cut]
        Per quanto se ne so, non solo innocuo, ma
        potrebbe (il condizionale e' d'obbligo)
        essere anche utile per Linux e altri sistemi
        operativi.Be', quando anche Linux avra' bisogno di certificazioni, il codice di certificazione sara' non open, ed ecco affossato il cancro temuto da M$, la GPL...

        Salutoni!
        Ciao (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bios DRM - Palladium

      P.S. consiglio l'acquisto di un pc prima
      della distribuzione capillare di questo
      nuovo bios, comunque senza una scheda madre
      palladium penso sia innocuo.Mah, uso linux e freebsd, non mi preoccupo molto del nuovo bios. Mi spiego: sicuramente permetterà l'uso dei due sistemi, il codice dei kernel dei sistemi è disponibile, il pc al massimo di collega tramite scheda di rete o modem a chicchessia -
      posso sempre inibiglierlo.Per quanto riguarda il controllo sulle applicazioni in licenza... non c'è problema, nessuno dei software che uso ha licenze a pagamento o che richiedano alcun tipo di registrazione. Se lo facessimo tutti....
  • Anonimo scrive:
    ormai è chiaro...
    ... il PC diventerà una piattaforma integrata hw-sw, tanto vale allora passare al mac, almeno la Apple usa un SO serio, mica quella baggianata di win... ho deciso, il prossimo computer sarà un mac...
    • Anonimo scrive:
      Re: ormai è chiaro...
      Perchè invece MACnon è ghettizzatocosta poconon fa software propietarionon ha periferiche costose e propietarienooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
      • pikappa scrive:
        Re: ormai è chiaro...
        - Scritto da: Anonimo
        Perchè invece MAC

        non è ghettizzato
        costa poco
        non fa software propietario
        non ha periferiche costose e propietarieChe centra va bene l'open source ma mica deve essere sempre tutto open! so bene che costa parecchio, e che fa sistemi proprietari, ma linux cmq se voglio ce lo posso installare! e cmq preferisco spendere d+ per dell'hardware di qualità migliore e per non veder liimitate le mie libertà
        • Anonimo scrive:
          Re: ormai è chiaro...
          Ma da iche bello, e cosa ci installi su un MAC, fammi capire :) Quale OS ci piazzi... :))MAC = caro = soldi sprecati per fare le stesse cose chefaresti con meno della metà della spesa con un qualcunque PC da supermercato.Pagate per avere il case trasparente e il mouse con un tasto, per il resto MAC = preistoria, nel 2004.
          • Anonimo scrive:
            Re: ormai è chiaro...
            i wintel sono computer pieni di difetti, e si potevano sopportare solo perchè reclamavano di essere la piattaforma aperta su cui fare di tutto, su cui montare di tutto senza essere legati ad un vendor, retrocompatibili, senza l'hw/sw proprietario (ma perciò benissimo testato e funzionante in team) dei tanti diversi prodittori di piattaforme alternative (apple, commodore, amiga,...)quindi nonostante i difetti i wintel hanno mangiato la concorrenza anno dopo anno... be visto che i difetti sono rimasti, e amplificati, e si sta lavorando proprio per annullare il vantaggio di questa tanto decantata apertura non vedo il motivo per continuare a comprare prodotti wintel. Il passaggio degli utenti e delle sw house non può che essere graduale, ma se non si inventano una altra mezza balla in grado di imbesughire il mercato come la buona vecchia storia dell'apertura vedo un inesorabile declino wintelliano
          • pikappa scrive:
            Re: ormai è chiaro...
            - Scritto da: Anonimo
            Ma da iche bello, e cosa ci installi su un
            MAC, fammi capire :) Quale OS ci piazzi...
            :))Te l'ho già detto, posso usare lo stesso OSX oppure Linux, e far girare OSX dentro Linux (con Mac on Linux), oppure posso usare Free/NetBSD, morphos, quel cacchio che mi pare, lo stesso non credo che si potrà dire dei PC con questo fantomatico bios
            MAC = caro = soldi sprecati per fare le
            stesse cose chefaresti con meno della
            metà della spesa con un qualcunque PC
            da supermercato.Se il PC del supermercato mi permetterà di fare ancora qualcosa
            Pagate per avere il case trasparente e il
            mouse con un tasto, per il resto MAC =
            preistoria, nel 2004.Mi sa che un mac lo hai visto solo in foto, per i desktop ti do ragione sono troppo costosi, ma i portatili sono assolutamente eccezionali, e te lo dico da utente pc (invidioso degli amici che possiedono un mac! :-O)
    • Ekleptical scrive:
      Re: ormai è chiaro...

      ... il PC diventerà una piattaforma
      integrata hw-swQuesto è esplicitamente nelle intenzioni di tutti i produttori.In realtà tutti gli attuali smanettoni sono futuri residui del passato, come i radioamatori.Fra una 10ina di anni il computer sarà tipo Playstation. Un box che compri com'è, con un minimo di personalizzazione e stop.Del resto, parliamoci chiaro, una volta che hai una CPU da 30GHz a 64bit, 16Gb di Ram e un HD da 10Terabyte con scheda video che fa raytracing in tempo reale e audio 24bit 192KHz che cacchio di upgrade vuoi fare più???
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è chiaro...

        Del resto, parliamoci chiaro, una volta che
        hai una CPU da 30GHz a 64bit, 16Gb di Ram e
        un HD da 10Terabyte con scheda video che fa
        raytracing in tempo reale e audio 24bit
        192KHz che cacchio di upgrade vuoi fare
        più???1° avere un so che funzioni2° avere dell'hw realmente testato3° non dipendere dalle politiche economiche/spionistiche/di obsolescenza programmata di un solo soggettodimenticavo: 640KB di memoria basteranno per tuttiHeil Gates!
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è chiaro...
        - Scritto da: Ekleptical

        ... il PC diventerà una
        piattaforma

        integrata hw-sw

        Questo è esplicitamente nelle
        intenzioni di tutti i produttori.
        In realtà tutti gli attuali
        smanettoni sono futuri residui del passato,
        come i radioamatori.

        Fra una 10ina di anni il computer
        sarà tipo Playstation. Un box che
        compri com'è, con un minimo di
        personalizzazione e stop.
        Del resto, parliamoci chiaro, una volta che
        hai una CPU da 30GHz a 64bit, 16Gb di Ram e
        un HD da 10Terabyte con scheda video che fa
        raytracing in tempo reale e audio 24bit
        192KHz che cacchio di upgrade vuoi fare
        più???mmmmh come risponderti......semplicemente dicendi che, tralasciando il discorso di upgradare, voglio avere la libertà di montare dentro al mio pc quel cavolo che mi pare anche se non migliora le prestazioni o addirittura le peggiora solo ed esclusivamente perchè mi va di farlo o perchè dall'alto della mia ignoranza preferisco una scheda ad un'altra.per dirla breve il pc è mio????? ci monto quel cavolo che voglio io!!!!!!!!!!!!!
        • Sandro kensan scrive:
          Re: ormai è chiaro...
          - Scritto da: Anonimo
          per dirla breve il pc è mio????? ci
          monto quel cavolo che voglio io!!!!!!!!!!!!!Se hai un cellulare ti sfido a cambiare scheda madre, il miliardo di utenti (saranno un miliardo?) non si lamenta ed è contentissimo di avere un cell funzionante. Non sa neppure che SO monta, figurarsi se questo andazzo non andrà avanti, si espanderà al mondo dei pc sicuramente.Poi volendo fare un paragone azzardato un corpo umano ha tanti pezzi, il cuore lo conoscono pochi chirurghi, se non hai una utorizzazione speciale non ci metti le mani...:)Ok, un pc non è un uomo, non ha diritti, però il paragone è interessante, anche se si è d'accordo nel farsi sostituire un rene, occorre andare in strutture autorizzate e non da chi vuoi tu. Sarà illegale sostiuire un pezzo del pc fuori dagli ospedali certificati?P.S. prendetela come un discorso fantasioso...:)
          • Anonimo scrive:
            Re: ormai è chiaro...
            - Scritto da: Sandro kensan

            - Scritto da: Anonimo


            per dirla breve il pc è mio?????
            ci

            monto quel cavolo che voglio
            io!!!!!!!!!!!!!

            Se hai un cellulare ti sfido a cambiare
            scheda madre, il miliardo di utenti (saranno
            un miliardo?) non si lamenta ed è
            contentissimo di avere un cell funzionante.
            Non sa neppure che SO monta, figurarsi se
            questo andazzo non andrà avanti, si
            espanderà al mondo dei pc
            sicuramente.

            Poi volendo fare un paragone azzardato un
            corpo umano ha tanti pezzi, il cuore lo
            conoscono pochi chirurghi, se non hai una
            utorizzazione speciale non ci metti le
            mani...:)

            Ok, un pc non è un uomo, non ha
            diritti, però il paragone è
            interessante, anche se si è d'accordo
            nel farsi sostituire un rene, occorre andare
            in strutture autorizzate e non da chi vuoi
            tu. Sarà illegale sostiuire un pezzo
            del pc fuori dagli ospedali certificati?

            P.S. prendetela come un discorso
            fantasioso...:)per il cellulare ti posso dare ragione ma per il pc no io sono io e me ne fregana nulla se 1 miliardo di pecoroni seguono a occhi chiuso quello che vogliono gli altri, io pretendo di avere la libertà di scegliere se una cosa può andarmi bene o meno e se non mi vanno i pc pakko preconfezzionati dalle aziende me compro un bel assemblato con quello che dico io e fatto come dico io e se come dicono un futuro sarà tutto deciso da loro allora me na piccola scorta di sk madri , proc e sk video e audio adesso e giocherò a vita con i giochi di adesso o al max prendo e butto via tutto di sicuro non vado dietro ai voleri di 4 aziende del cavolo. loro vogliono fare così bene azzi loro da me ( e sono sicuro anche da molti altri) non beccaranno + un euro
      • avvelenato scrive:
        Re: ormai è chiaro...
        - Scritto da: Ekleptical

        ... il PC diventerà una
        piattaforma

        integrata hw-sw

        Questo è esplicitamente nelle
        intenzioni di tutti i produttori.
        In realtà tutti gli attuali
        smanettoni sono futuri residui del passato,
        come i radioamatori.

        Fra una 10ina di anni il computer
        sarà tipo Playstation. Un box che
        compri com'è, con un minimo di
        personalizzazione e stop.
        Del resto, parliamoci chiaro, una volta che
        hai una CPU da 30GHz a 64bit, 16Gb di Ram e
        un HD da 10Terabyte con scheda video che fa
        raytracing in tempo reale e audio 24bit
        192KHz che cacchio di upgrade vuoi fare
        più???che le aziende europee non vengano derubate dei loro brevetti da aziende estere (echelon docet)? avvelenato che non è metalloso! i vnv nation ti paiono metal???
      • TeX scrive:
        Re: ormai è chiaro...
        - Scritto da: Ekleptical

        ... il PC diventerà una
        piattaforma

        integrata hw-sw

        Questo è esplicitamente nelle
        intenzioni di tutti i produttori.
        In realtà tutti gli attuali
        smanettoni sono futuri residui del passato,
        come i radioamatori.

        Fra una 10ina di anni il computer
        sarà tipo Playstation. Un box che
        compri com'è, con un minimo di
        personalizzazione e stop.
        Del resto, parliamoci chiaro, una volta che
        hai una CPU da 30GHz a 64bit, 16Gb di Ram e
        un HD da 10Terabyte con scheda video che fa
        raytracing in tempo reale e audio 24bit
        192KHz che cacchio di upgrade vuoi fare
        più???Parliamoci ancora più chiaro: io, come molti, ho la passione del computer fra le altre cose anche perchè posso fargli fare quello che voglio. Il giorno che il mio computer sarà obsoleto e quelli che troverò in commercio dovranno fare quello che vuole qualcun'altro allora quello sarà semplicemente il mio ultimo computer. Vorrà dire che passerò più tempo in bici, a leggere o ad ascoltare musica (rigorosamente vecchia).Altro che comprare un box tipo Playstation....
        • Anonimo scrive:
          Re: ormai è chiaro...
          - Scritto da: TeX
          Parliamoci ancora più chiaro: io,
          come molti, ho la passione del computer fra
          le altre cose anche perchè posso
          fargli fare quello che voglio. Il giorno che
          il mio computer sarà obsoleto e
          quelli che troverò in commercio
          dovranno fare quello che vuole qualcun'altro
          allora quello sarà semplicemente il
          mio ultimo computer. Vorrà dire che
          passerò più tempo in bici, a
          leggere o ad ascoltare musica (rigorosamente
          vecchia).

          Altro che comprare un box tipo
          Playstation....Quoto e sottoscrivo.
          • The FoX scrive:
            Re: ormai è chiaro...
            - Scritto da: Anonimo
            Quoto e sottoscrivo.Non quoto ma sottoscrivo cmq.
  • Anonimo scrive:
    C piu' veloce dell'Assembly???!!!
    Adesso spiegatemi come e' possibile, perche' mi stravolge gli ultimi 20 anni di informatica...
    • Anonimo scrive:
      Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
      Dove lo hai letto che il C è + veloce ?Sicuramente il C permetterà di avere BIOS meno buggati e più facilmenti mantenibili ... te lo dico con conizione di causo ... lo faccio per lavoro ... ormai qui la gente si è rotta i ... di programmare in asm ... ma sicuramente non saranno più veloci ... certo un codice non ottimizato in asm con uno ben scritto in C può fare la differenza ... e per esperienza è più facile in C ottimizzare che in asm ... Ciaoux, Nervoux (linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!

        Dove lo hai letto che il C è + veloce
        ?

        Sicuramente il C permetterà di avere
        BIOS meno buggati e più facilmenti
        mantenibili ... concordo in pieno ... ma soprattutto .. perche' la gente si dovrebbe fare le pippe sulle performance di un bios? perche' al posto di metterci un millesimo di secondo al boot ce ne mette due?!?!? cose da pazzi ....
        • Anonimo scrive:
          Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
          secondo me è proprio per il fatto che non si programma più in assembly che i prorgammi attuali hanno bisogno di risorse assurde e che ci sia stò continuo bisogno di upgrade.... volgio dire, ai tempi dell'amiga con l'assembly, si spingeva la macchina fino al limite e in 2 dischetti entrava l'impossibile. oggi windoz ha bisogno di 10 mega liberi nell'hd per stampare un file con il notepad (ma anche il mac non è messo meglio.....)w il programmatore nerd :|
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
            Faccio uno sforzo .. ma .. ai tempi dell'amiga c'erano dei chip apposta per suono e audio .. Paula Denise ... e pilotare in ASM quei dispositivi era una fesseria, nel senso che era molto piu' semplice di adesso, dove per fare qualsiasi cosa ti serve un driver.Inoltre, a parte i sistemi realtime, e dei microsistemi operativi, tutto va a botte di decine di megabyteE' anche vero pero' il contrario, esistono anche distro linux da 1 floppy e versioni di Windows da 4 mb ...Quindi .. non generalizziamo. Vogliamo mettere qualsiasi device in un PC .. accettiamo di avere tonnellate di driver inutili pronti ad essere installati. Vogliamo far fare qualsiasi cosa a un PC, accettiamo di avere quintali di mb allocati per software che usiamo una volta all'anno.Amiga era bello, ma era un prodotto anni 80, con quello che si poteva pensare e realizzare in quel periodo ... 1 scheda grafica, 1 scheda sonora, schermo limitato, hd rarissimi, pochi device ... etcViva i tempi che furono, ma viva il futuro .. accendo il PC e ho gia tutti i device pronti all'uso .. altro che boot del sistema operativo e driver di interfacciamento ...
            secondo me è proprio per il fatto che
            non si programma più in assembly che
            i prorgammi attuali hanno bisogno di risorse
            assurde e che ci sia stò continuo
            bisogno di upgrade.... volgio dire, ai tempi
            dell'amiga con l'assembly, si spingeva la
            macchina fino al limite e in 2 dischetti
            entrava l'impossibile. oggi windoz ha
            bisogno di 10 mega liberi nell'hd per
            stampare un file con il notepad (ma anche il
            mac non è messo meglio.....)

            w il programmatore nerd :|
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!

            E' anche vero pero' il contrario, esistono
            anche distro linux da 1 floppy e versioni di
            Windows da 4 mb ...e che ci fai? oltre a far girare i pentium 1 ?
            Amiga era bello, ma era un prodotto anni 80,
            con quello che si poteva pensare e
            realizzare in quel periodo ... 1 scheda
            grafica, 1 scheda sonora, schermo limitato,
            hd rarissimi, pochi device ... etcschermo limitato? in realtà sul workbenchgli schermi erano limitati solo alla quantitàdi memoria disponibile. e inoltre, ognunopoteva avere una risoluzione _diversa_ dall'altro funzionando _contemporaneamente_guarda, l'ottimizzazione dell'os dell'amigapermetteva cose che nemmeno oggi l'xpfa... vedi ad esempiio un multitasking _reale_(prova a formattare un dischetto su win o mace dimmi se riesci a fare altro....)

            Viva i tempi che furono, ma viva il futuro
            .. accendo il PC e ho gia tutti i device
            pronti all'uso .. altro che boot del sistema
            operativo e driver di interfacciamento ...l'anno scorso ho stampato con una mio vecchioamiga 4000 e una stampante laser nuovasenza bisogno di nessun driver.... collegatae pof.. .stampato.... altro che ultra allocazionedi memoria e driver farlocchi....secondo me l'amiga era il sistema miglioreche poteva esistere ai tempi, e se si sviluppavaadesso avremo possibilità che con i pc odiernisi possono avere solo ed esclusivamentespendendo 400 euro per una scheda graficadel ca***opazienza.....
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
            - Scritto da: Anonimo


            E' anche vero pero' il contrario,
            esistono

            anche distro linux da 1 floppy e
            versioni di

            Windows da 4 mb ...

            e che ci fai? oltre a far girare i pentium 1
            ?Firewall, dischi di ripristino di emergenza, sistemi embedded, ecc. ecc.
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!

            Firewall, dischi di ripristino di emergenza,
            sistemi embedded, ecc. ecc.ok... ma per farti un'esempio, se si ottimizzassero i giochi (la cosa che spreme al massimo i pc) avremmo tutti ancora una geforce 2 con il doppio degli effetti che può fornire una Radeon 9800 pro con 14 pipeline, agp 32x, 4 GPU integrate, 72 MB di DDRIII e un dissipiatore che potrebberaffreddare il nocciolo di una centrale nucleare.Purtroppo però dobbiamo sottostare alle regole che ci impongono gli sviluppatori delle periferiche hardwaree software...
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
            Faccio uno sforzo .. ma .. ai tempi dell'amiga c'erano dei chip apposta per suono e audio .. Paula Denise ... e pilotare in ASM quei dispositivi era una fesseria, nel senso che era molto piu' semplice di adesso, dove per fare qualsiasi cosa ti serve un driver.Inoltre, a parte i sistemi realtime, e dei microsistemi operativi, tutto va a botte di decine di megabyteE' anche vero pero' il contrario, esistono anche distro linux da 1 floppy e versioni di Windows da 4 mb ...Quindi .. non generalizziamo. Vogliamo mettere qualsiasi device in un PC .. accettiamo di avere tonnellate di driver inutili pronti ad essere installati. Vogliamo far fare qualsiasi cosa a un PC, accettiamo di avere quintali di mb allocati per software che usiamo una volta all'anno.Amiga era bello, ma era un prodotto anni 80, con quello che si poteva pensare e realizzare in quel periodo ... 1 scheda grafica, 1 scheda sonora, schermo limitato, hd rarissimi, pochi device ... etcViva i tempi che furono, ma viva il futuro .. accendo il PC e ho gia tutti i device pronti all'uso .. altro che boot del sistema operativo e driver di interfacciamento ...
            secondo me è proprio per il fatto che
            non si programma più in assembly che
            i prorgammi attuali hanno bisogno di risorse
            assurde e che ci sia stò continuo
            bisogno di upgrade.... volgio dire, ai tempi
            dell'amiga con l'assembly, si spingeva la
            macchina fino al limite e in 2 dischetti
            entrava l'impossibile. oggi windoz ha
            bisogno di 10 mega liberi nell'hd per
            stampare un file con il notepad (ma anche il
            mac non è messo meglio.....)

            w il programmatore nerd :|
          • HotEngine scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Amiga era bello, ma era un prodotto anni 80,
            con quello che si poteva pensare e
            realizzare in quel periodo ... 1 scheda
            grafica, 1 scheda sonora, schermo limitato,
            hd rarissimi, pochi device ... etcVero. Ricordi però a che punto era l'hardware PC negli stessi anni? Io si...
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!

            Vero. Ricordi però a che punto era
            l'hardware PC negli stessi anni? Io si...mammamia .. non ci voglio pensare ... non ci voglio pensare .. per quello avevo Amiga pure io .. il pc era solo una roba inventata da IBM/Intel e soci per inculare la gente .. la MS e' arrivata e ci ha marciato
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
            - Scritto da: Anonimo
            secondo me è proprio per il fatto che
            non si programma più in assembly che
            i prorgammi attuali hanno bisogno di risorse
            assurde e che ci sia stò continuo
            bisogno di upgrade.... volgio dire, ai tempi
            dell'amiga con l'assembly, si spingeva la
            macchina fino al limite e in 2 dischetti
            entrava l'impossibile. oggi windoz ha
            bisogno di 10 mega liberi nell'hd per
            stampare un file con il notepad (ma anche il
            mac non è messo meglio.....)

            w il programmatore nerd :|Queste sono stronzate propinate da anni ed anni a credulonie falsi "sapienti".Sai quanto occupa una immagine statica?1024x768x32-bit = 3.145.728 bytes.Sai quanto occupano 10 secondi di audio-cd?44.100*2*2*10 = 17.640.000 bytes.Prendendo grafica ed audio non compressi e scrivendo unastronzata in asm IPEROTTIMIZZATA che mi visualizzauno sfondo e suona 10 secondi la mia "applicazione" pesapiu' di 20 mega.Questi sono i dati di fatto. Il codice c non e' infinitamente piu'grande del codice asm. Si facevano anche le intro da 64kb inC segando le librerie. Si perdevano si e no 10kb.Pensi che i cd di unreal siano occupati da un eseguibile di 700mb? O piu' probabilmente una sola texture a 1024x1024con tutti e 10 i livelli di mipmap occupa da sola l'interomonkey island2?Ma fatemi il piacere.
          • Anonimo scrive:
            Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
            Forse la discussione ha preso un'altra piega ... qui si parlava di C o ASM ... Windows o Linux o Mac o Amiga non fa differenza ... la struttura stessa dell'ASM non permette ( almeno nella media dei programmatori in cui io mi trovo ) facilmente di realizzare interfaccia grafiche complesse, gestione dati avanzata, ecc ... Windows non è pesante xche è scritto in C o in C++ ... non centra una mazza fava ;)Il runtime del C o C++ sono una sciocchezza se paragonate all'intero sistema operativo ... E mi sbilancio ulteriormente ... sarebbe molto più lento il sistema scritto in ASM x il semplice fatto che a volte per essere sicuro di context switch on stack or overflow vari se tende ad esagerare con salvataggi in registri o in stack .. in C il tutto risulta controllato dal compilatori ... ma non è solo questo semplicemente non a senso parlare ancora di asm se non su microcontrollori ... e in verita io sono 3 anni che sono passo in C anche su questi ... e con i preprocessori avanzati e compilatori specializzati ottengo dei risulati notevolemte superiori sia intermini di spazio che di performance ... Ciaoux, NervouX (linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
        Hai ragione, non c'e' scritto che il C e' piu' veloce, ma da qui a farne un apologia avverso l'assembly mi pare eccessivo: anche tu hai ammesso che solo del codice C ottimizzato riesce a pareggiare le prestazioni e le potenzialita' di un assembly "alla carlona"... Pensa se si riuscisse a fare Assembly ottimizzato! Altro che interfacce grafiche, mini-OS , supporto di rete et similia: io sono del parere contrario, ridurre all'osso funzionalita' e parametri del BIOS, poiche' piu' alto e' il livello di astrazione, sia a livello di programmazione che di funzionalita', piu' facile sara' trovare buchi e falle pericolose.O stiamo dimenticando i (normali, per carita') problemi dei vari Win, Lin, Ux e compagnia bella? (scagli la prima pietra chi e' SENZA peccato... ;-)Ma almeno quelli sono OS, devono dare dei servizi di alto/altissimo livello, e ovvio che ci scontrera' sempre con problemi vari, ma almeno il BIOS lasciatelo "minimalista"!
        • Anonimo scrive:
          Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
          Io sono pro per questi megabios ... per il semplice motivi che ha volte per ripristinare il picci basterebbe veramente poco ... un mini os che legge qualsiasi fs ( i + diffusi ) , qualche utility di check avanzato su componenti ... tempo fa su una p3bf ( asus ) avevo montato linuxBIOS ... il sistema buttava in meno di 3 secondi ... e avevo una console con cui poter fare veramente un sacco di cose ... potevo anche andare in RDP su altre macchina ... un po quello che fanno i Thin Client oggi lo so ... ma in caso di emergenza non ti trovi col il sedere per terra ... e tutte queste funzionalità le fai solo con un linguaggio ad alto livello come il C.Il BIOS che abbiamo adesso è semplicemente anacronistico ... ormai chi non ha il picci connesso in rete ... e tutte le conseguenze che porta questo tipo di approccio. Comunque è solo un'opinione ... quindi ...Ciao A Tutti,NervouX (linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
          - Scritto da: Anonimo
          Altro
          che interfacce grafiche, mini-OS , supporto
          di rete et similia: io sono del parere
          contrario, ridurre all'osso funzionalita' e
          parametri del BIOS, poiche' piu' alto e' il
          livello di astrazione, sia a livello di
          programmazione che di funzionalita', piu'
          facile sara' trovare buchi e falle
          pericolose.E io non sono d'accordo. Anzi, la maggior parte delle falle pericolose nei sistemi derivano da errori del programmatore nella gestione della memoria. IMHO alzare il livello di astrazione sopra un certo limite diminuisce il pericolo di lasciare falle.
    • Anonimo scrive:
      Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Adesso spiegatemi come e' possibile, perche'
      mi stravolge gli ultimi 20 anni di
      informatica...E qualsiasi RAD e' piu' veloce del C.:D
    • Anonimo scrive:
      Re: C piu' veloce dell'Assembly???!!!
      I programmi piu' veloci sono quelli scritti meglio, il linguaggio non conta. Devo pero' dire ke quandole righe cominciano a diventare migliaia, difficilmentela mente umana può cogliere le ottimizzazioni..cosa che un compilatore C magari puo' fare in automaticaquando traduce il C in assembler.- Scritto da: Anonimo
      Adesso spiegatemi come e' possibile, perche'
      mi stravolge gli ultimi 20 anni di
      informatica...
  • Anonimo scrive:
    Tecnologie di digital rights management
    Il punto della questione sta tutto qui, altro che bios di nuova generazione
  • Anonimo scrive:
    Io uso Win2K e in futuro......
    ........ con questi "lumi di luna" passerò a Linuzzo Cantinaro.Passi attivazioni, criptocodici, update bacati e quanto altro. A me Win2K piace moltissimo ed è un ottimo OS. Senza tanti fronzoli, semplice e robusto.Se un domani, dopo aver scassato l'anima fin già da oggi con le attivazioni a distanza di MS tutte le volte che cureggi nel case, avrò il BIOS (che dico: IL BIOS!!!!) che inizierà a smaronarmi di prima mattina perchè ho cambiato hub USB 5.0, allora farò la cosa più saggia che possa fare: cambiare BIOS e OS.Mi piace Win, ma a tutto c'è un limite, e considerato che XP mi causa strizzoni intestinali, sarò costretto a salutare MS e andare in cantina, si spera, questa volta non a compilare.Se avrò abbastanza soldini, comprerò un Mac.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io uso Win2K e in futuro......
      - Scritto da: Anonimo

      ........ con questi "lumi di luna"
      passerò a Linuzzo Cantinaro.
      Passi attivazioni, criptocodici, update
      bacati e quanto altro. A me Win2K piace
      moltissimo ed è un ottimo OS. Senza
      tanti fronzoli, semplice e robusto.

      Se un domani, dopo aver scassato l'anima fin
      già da oggi con le attivazioni a
      distanza di MS tutte le volte che cureggi
      nel case, avrò il BIOS (che dico: IL
      BIOS!!!!) che inizierà a smaronarmi
      di prima mattina perchè ho cambiato
      hub USB 5.0, allora farò la cosa
      più saggia che possa fare: cambiare
      BIOS e OS.

      Mi piace Win, ma a tutto c'è un
      limite, e considerato che XP mi causa
      strizzoni intestinali, sarò costretto
      a salutare MS e andare in cantina, si spera,
      questa volta non a compilare.

      Se avrò abbastanza soldini,
      comprerò un Mac.


      Saluti....e tu vorresti usare Linux su un PC con bios sviluppato in collaborazione cn M$ ??? ... mica ti viene il dubbio che semplicemente non si potrà ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Io uso Win2K e in futuro......
        - Scritto da: Anonimo
        ...e tu vorresti usare Linux su un PC con
        bios sviluppato in collaborazione cn M$ ???
        ... mica ti viene il dubbio che
        semplicemente non si potrà ?www.linuxbios.org
    • Anonimo scrive:
      Re: Io uso Win2K e in futuro......
      Siamo in due- Scritto da: Anonimo

      ........ con questi "lumi di luna"
      passerò a Linuzzo Cantinaro.
      Passi attivazioni, criptocodici, update
      bacati e quanto altro. A me Win2K piace
      moltissimo ed è un ottimo OS. Senza
      tanti fronzoli, semplice e robusto.

      Se un domani, dopo aver scassato l'anima fin
      già da oggi con le attivazioni a
      distanza di MS tutte le volte che cureggi
      nel case, avrò il BIOS (che dico: IL
      BIOS!!!!) che inizierà a smaronarmi
      di prima mattina perchè ho cambiato
      hub USB 5.0, allora farò la cosa
      più saggia che possa fare: cambiare
      BIOS e OS.

      Mi piace Win, ma a tutto c'è un
      limite, e considerato che XP mi causa
      strizzoni intestinali, sarò costretto
      a salutare MS e andare in cantina, si spera,
      questa volta non a compilare.

      Se avrò abbastanza soldini,
      comprerò un Mac.


      Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io uso Win2K e in futuro......
      - Scritto da: Anonimo

      ........ con questi "lumi di luna"
      passerò a Linuzzo Cantinaro.
      Passi attivazioni, criptocodici, update
      bacati e quanto altro. A me Win2K piace
      moltissimo ed è un ottimo OS. Senza
      tanti fronzoli, semplice e robusto.
      [cut]Hai ragione. Io il passaggio l'ho già fatto e ne sono contento.Win2k era (ed è) un bel sistema, che io apprezzo, ma la strada di Microsoft è tracciata. SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    compatibilita'
    Perche' ho l'impressione che un sacco di programmi non funzioneranno piu'?Tra cui parecchi vecchi sistemi operativi: msdos, quindi win98, quindi nuove licenze obbligatorie, nonche migrazione di programmi obbligatorie, quindi sw di office agg. obbligatorio, quindi rivendita sw che fino a ieri girava su win98, e domani non andra' piu'?Probabilmente xke' billy vuol battere cassa.
  • Anonimo scrive:
    IL BIOS?
    Che faccia il suo mestiere e null' altro; appunto il BIOS.Ma è mai possibile che tutti si debbano montare la testa e voiler fare anche quello che non gli compete?
  • Anonimo scrive:
    Per fortuna...
    C'è la Cina, che costruirà schede madri ottime e certamente più sicure (almeno dal mio punto di vista: meglio essere eventualmente spiato dai cinesi che certamente bloccato da Zio Bill e i suoi accoliti).Implementeranno Palladium nei processori? e noi compreremo processori cinesi (vedi sopra).Tra l'altro sia schede madri che processori costeranno certamente di meno.
    • The FoX scrive:
      Re: Per fortuna...
      - Scritto da: Anonimo
      C'è la Cina, che costruirà
      schede madri ottime e certamente più[CUT]
      Tra l'altro sia schede madri che processori
      costeranno certamente di meno.Sul mercato nero dubito.Anche xche' se avranno le caratteristiche che dici tu, probabilmente ne sara' vietata l'importazine e la vendita.E non potranno certo collegarsi alla nuova internet blindata, ove o sei Palladium compliant o non entri...
  • Anonimo scrive:
    DRM nel bios?
    Che servizio di base è?Agli utenti e amministratori di sistema che gliene frega?Certo un sistema operativo si può cambiare, un bios è più complicato e gestisce più a basso livello il pc.Questa mossa non è nell'interesse degli utenti ma delle aziende.Allora direi che il nuovo bios dovrebbe avere firmware open source aggiornabile facilmente.Io un controllo drm a questo livello, di base, non lo voglio.Il controllo dei drm non è un servizio indispensabile.Stanno cominciando a rompere le scatole con queste forme di controllo..Tutte queste iniziative mascherate da innovazioni sono talmente antipatiche che molte persone si sentono, giustamente, eticamente a posto scaricando di tutto di più da internet.Le grandi aziende degli utenti non interessa nulla.Interessa solo che agiscano come le aziende stesse si aspettano, ossia che spendano.Dinanzi a queste mosse dico viva l'open source.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM nel bios?
      - Scritto da: Anonimo
      Che servizio di base è?Uno per piluccar quattrini.
      Dinanzi a queste mosse dico viva l'open
      source.E' già morto ma nessuno se ne è accorto. Il primo passo sarà Palladium, il secondo la c.d. "Internet Sicura", l'ultimo computer con dischi fissi ridotti all'osso. Tutto nell'hardware rigorosamente blindato. Aggiornamenti cifrati via rete e noleggio degli applicativi. Fra 10 anni il mondo informatico come lo conosci adesso non esisterà più. Solo piccole nicchie di spippolatori oramai con qualche capello bianco (anche più d'uno) che continueranno a "fare gli alternativi e a complicarsi la vita" con i loro dischi da quanche petabyte........
      • Anonimo scrive:
        Re: DRM nel bios?
        computer playstation blindati, notizie al tg (o quel che sarà) dell'ennesimo maxi sequestro di PC banditi (cioè ancora liberi e assemblati come ora), mail passate al setaccio, miiiiiquasi quasi mi suicido subitocomunque è vero: il BIOS esiste da vent'anni, proprio ora per il DRM bisogna cambiarlo????
        • Anonimo scrive:
          Re: DRM nel bios?
          - Scritto da: ishitawa
          computer playstation blindati, notizie al tg
          (o quel che sarà) dell'ennesimo maxi
          sequestro di PC banditi (cioè ancora
          liberi e assemblati come ora), mail passate
          al setaccio,
          miiiii
          quasi quasi mi suicido subito
          comunque è vero: il BIOS esiste da
          vent'anni, proprio ora per il DRM bisogna
          cambiarlo????Questo dimostra qual è il vero interesse delle case produttrici, spremere come mucche l'utenza fino a ridurla a vivere incolta e nelle catapecchie, mentre loro si comprano il secondo o terzo jet.Ovvio che questo Bios è voluto dalle major, altrimenti a nessuno potrebbe fregar di meno. Se si sputtana windows, il pc si può avviare e usare con uno dei tanti CD live basati su Linux, non c'è bisogno della loro cintura di castità
          • avvelenato scrive:
            Re: DRM nel bios?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ishitawa

            computer playstation blindati, notizie
            al tg

            (o quel che sarà) dell'ennesimo
            maxi

            sequestro di PC banditi (cioè
            ancora

            liberi e assemblati come ora), mail
            passate

            al setaccio,

            miiiii

            quasi quasi mi suicido subito

            comunque è vero: il BIOS esiste
            da

            vent'anni, proprio ora per il DRM
            bisogna

            cambiarlo????

            Questo dimostra qual è il vero
            interesse delle case produttrici, spremere
            come mucche l'utenza fino a ridurla a vivere
            incolta e nelle catapecchie, mentre loro si
            comprano il secondo o terzo jet.


            Ovvio che questo Bios è voluto dalle
            major, altrimenti a nessuno potrebbe fregar
            di meno. Se si sputtana windows, il pc si
            può avviare e usare con uno dei tanti
            CD live basati su Linux, non c'è
            bisogno della loro cintura di castitàmagari fossero solo le majors.il prossimo falcone o borsellino farà fatica a dimostrare la consociazione di un futuro ipotetico "presidente del consiglio" con certe realtà piuttosto losche.il suo computer trusted gli impedirà l'accesso ai suoi documenti raccolti con fatica.e se poi è tanto antipatico a chi sta "sopra", basterà riempirgli il pc di pedopornografia utilizzando tutti i backorifice lasciati aperti all'uopo da questo bios. avvelenato che avverte come ogni riferimento a cose e persone realmente esistenti o fatti realmente accaduti è puramente casuale
          • silverpilot scrive:
            Re: DRM nel bios?
            ....Avvelenato, imparati il congiuntivo và, che 'è' meglio......
      • Anonimo scrive:
        Re: DRM nel bios?
        - Scritto da: Anonimo
        E' già morto ma nessuno se ne
        è accorto. Il primo passo sarà
        Palladium, il secondo la c.d. "Internet
        Sicura", l'ultimo computer con dischi fissi
        ridotti all'osso. Tutto nell'hardware
        rigorosamente blindato. Aggiornamenti
        cifrati via rete e noleggio degli
        applicativi. Fra 10 anni il mondo
        informatico come lo conosci adesso non
        esisterà più. Solo piccole
        nicchie di spippolatori oramai con qualche
        capello bianco (anche più d'uno) che
        continueranno a "fare gli alternativi e a
        complicarsi la vita" con i loro dischi da
        quanche petabyte........Miiiiii!!Bellissimo!!!Il ritorno dell'underground !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: DRM nel bios?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          E' già morto ma nessuno se ne

          è accorto. Il primo passo
          sarà

          Palladium, il secondo la c.d. "Internet

          Sicura", l'ultimo computer con dischi
          fissi

          ridotti all'osso. Tutto nell'hardware

          rigorosamente blindato. Aggiornamenti

          cifrati via rete e noleggio degli

          applicativi. Fra 10 anni il mondo

          informatico come lo conosci adesso non

          esisterà più. Solo piccole

          nicchie di spippolatori oramai con
          qualche

          capello bianco (anche più d'uno)
          che

          continueranno a "fare gli alternativi e
          a

          complicarsi la vita" con i loro dischi
          da

          quanche petabyte........



          Miiiiii!!
          Bellissimo!!!
          Il ritorno dell'underground !!!Son l'autore del post e ti dico: moooolto underground!Così UNDER che se solo ci azzarderemo a metter su la testa ci arresteranno :(Cmq sia, inizia ad usare roba "under", male non fa: http://www.winfosec.com/simp.phpSorgenti disponibili. Ottimo per una certa "riservatezza".
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM nel bios?
      No, il mio backorifice no, sono vergine!E poi se vengono a sgrufolare sul mio pc trovano un sacco di pornografia...
  • BSD_like scrive:
    USARE arch. RISC
    Come Sparc il cui sw di gestione dell'EEPROM è si veramente qualcosa di potente e a riga di comando.Oppure le HP Visualize (PA-RISC), o le workstation SGI Octane (MIPS).Tutte queste arch. hanno una vera gestione dell'EEPROM evoluta e senza nessun fronzolo da utonto.Se proprio si vuole vi è l'Apple che non ha nessun progetto Palladium a cui partecipare.
    • avvelenato scrive:
      Re: USARE arch. RISC
      - Scritto da: BSD_like
      Come Sparc il cui sw di gestione dell'EEPROM
      è si veramente qualcosa di potente e
      a riga di comando.
      Oppure le HP Visualize (PA-RISC), o le
      workstation SGI Octane (MIPS).
      Tutte queste arch. hanno una vera gestione
      dell'EEPROM evoluta e senza nessun fronzolo
      da utonto.
      Se proprio si vuole vi è l'Apple che
      non ha nessun progetto Palladium a cui
      partecipare.mi sa invece che saremo costretti a usare gli x86 di via o transmeta.le tue proposte.... costano! :\(==================================Modificato dall'autore il 20/01/2004 1.45.16
      • Anonimo scrive:
        Re: USARE arch. RISC
        - Scritto da: avvelenato
        - Scritto da: BSD_like

        Come Sparc il cui sw di gestione
        dell'EEPROM

        è si veramente qualcosa di
        potente e

        a riga di comando.

        Oppure le HP Visualize (PA-RISC), o le

        workstation SGI Octane (MIPS).

        Tutte queste arch. hanno una vera
        gestione

        dell'EEPROM evoluta e senza nessun
        fronzolo

        da utonto.

        Se proprio si vuole vi è l'Apple
        che

        non ha nessun progetto Palladium a cui

        partecipare.

        mi sa invece che saremo costretti a usare
        gli x86 di via o transmeta.

        le tue proposte.... costano! :\(

        ==================================
        Modificato dall'autore il 20/01/2004 1.45.16E a me sa che tra poco non userete più nemmeno quelle. Le schede madri ve le dovrete costruire da soli:-)
  • avvelenato scrive:
    i drm no no no!
    Parliamo di una macchina che può decidere autonomamente cosa fare e cosa no....?ma in quale mondo scusate? in uno dove i copyright tutelano le opere intellettuali e la retribuzione dei di loro artisti, dove le persone comunque hanno libertà di parola e di espressione, e dove non esistono leggi arbitrariamente interpretabili che possano anche potenzialmente dannegiare questa libertà? oppure in un mondo dove il copyright quando va bene tutela i guadagni di pochi eletti, e quando va male viene prostituito per cercare d'impedire la diffusione di magagne politiche o aziendali (tipo il sistema dei voti elettronici americano)?in un mondo dove i media già abbondantemente effettuano il lavaggio del cervello, e il controllo della controinformazione è l'ultimo passo per poter finalmente riattuare i progetti di egemonia mondiale mai totalmente dimenticati? in un mondo dove un utente di questo bel sito, e precisamente nel forum X, si è permessa di minacciare lo stesso di cause legali, se non avesse tolto un commento di un altro utente che conteneva nient'altro se non la recensione di un album di una band che al primo utente stava antipatica, banfando accuse relative a violazioni di copyright (http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=496383 )? no io in questo mondo i drm non ce li voglio.Anzi, viva freenet e viva quando porteranno la banda davvero larga davvero a tutti (in modo da farlo funzionare come si deve) avvelenato che non si fida degli ordini che alcuni "eletti" potrebbero, con sistemi di drm, impartire al proprio Pc
  • Anonimo scrive:
    NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM
    NON COMPRATELI
    • gianfi scrive:
      Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM
      sottoscrivo: solo il boicottaggio totale di questa roba ci può salvare dal trovarci un bel loghetto RIAA sulla scheda madre..
      • Anonimo scrive:
        Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM
        - Scritto da: gianfi
        sottoscrivo: solo il boicottaggio totale di
        questa roba ci può salvare dal
        trovarci un bel loghetto RIAA sulla scheda
        madre..cosa cazzarola centra la RIAA?
        • avvelenato scrive:
          Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: gianfi

          sottoscrivo: solo il boicottaggio
          totale di

          questa roba ci può salvare dal

          trovarci un bel loghetto RIAA sulla
          scheda

          madre..

          cosa cazzarola centra la RIAA?c'entra per la storia dei drm.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM
      - Scritto da: Anonimo
      NON COMPRATELIConcordo pienamente con te. Costruitevi da soli le schede madri, voi che non siete poveri utonti ma furbi, bravi e intelligenti e, soprattutto, non avete nulla da nascondere:-)
      • avvelenato scrive:
        Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        NON COMPRATELI

        Concordo pienamente con te. Costruitevi da
        soli le schede madri, voi che non siete
        poveri utonti ma furbi, bravi e intelligenti
        e, soprattutto, non avete nulla da
        nascondere:)io ho da nascondere il fatto che reputo il presidente del consiglio un buffone, e per come stanno andando i tempi, a breve per questo mio post potrei rischiare l'arresto.i drm serviranno ai politici per manovrare le informazioni causando guasti "mirati" nei sistemi trusted di personaggi scomodi.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
          - Scritto da: avvelenato
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          NON COMPRATELI



          Concordo pienamente con te. Costruitevi
          da

          soli le schede madri, voi che non siete

          poveri utonti ma furbi, bravi e
          intelligenti

          e, soprattutto, non avete nulla da

          nascondere:)

          io ho da nascondere il fatto che reputo il
          presidente del consiglio un buffone, e per
          come stanno andando i tempi, a breve per
          questo mio post potrei rischiare l'arresto.

          i drm serviranno ai politici per manovrare
          le informazioni causando guasti "mirati" nei
          sistemi trusted di personaggi scomodi.Paranoia allo "state of the art". Perché non espatri e ti dichiari perseguitato politico?
          • The FoX scrive:
            Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
            - Scritto da: Anonimo
            Paranoia allo "state of the art".
            Perché non espatri e ti dichiari
            perseguitato politico?C'e' poco da essere paranoici.Palladium permettera' questo ed altro.Ad esempio una migliore protezione della contabilita'parallela delle future "Parmalat".Un imboscamento migliore dei contratti dei figuranti dei giochi a premi RAI.Questo e molto, MOLTO di piu'...Altro che paranoia!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM

        e soprattutto non avete nulla da nascondere..Che cosa vuol dire?Che se uno tiene alla privacy è perchè ha qualcosa da nascondere?Hai una strana concezione dei diritti dei cittadini.Soprattutto un bios (BASIC io system) dovrebbe fare operazioni di base.Sono daccordo che alcune funzionalità vadano inseriti, tipo applicazioni per la gestione e il controllo della rete, ripristino ecc, ma drm?Nel bios?Per favore..la cosa puzza di bruciato.Soprattutto quando nei sistemi operativi c'è la diffusione di Linux.I bios hanno un controllo più a basso livello rispetto al sistema operativo.Non si possono cambiare facilmente.Faccio notare che la gestione dei diritti di drm NON interessa direttamente gli utenti, ma le industrie.Che miglioria è?La cosa migliore sarebbe un bios con firmware open source aggiornabile.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM

          La cosa migliore sarebbe un bios con
          firmware open source aggiornabile.sarebbe meglio se lasciaste perdere proprio wintelinux86(apple)
          • Anonimo scrive:
            Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
            - Scritto da: Anonimo



            La cosa migliore sarebbe un bios con

            firmware open source aggiornabile.

            sarebbe meglio se lasciaste perdere proprio
            wintelinux86

            (apple)Ecco arrivato il macatroll di turno... che neppure sa cosa c'è nel firmware del suo computer....
          • Anonimo scrive:
            Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
            Cosa c'e' ?Open Firmware, totalmente scritto in Forth.Ciao ciao..FirmatoUn altro mactroll che sa cosa c'e' dentro la Mela.
          • Kheru scrive:
            Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
            - Scritto da: Anonimo
            Cosa c'e' ?

            Open Firmware, totalmente scritto in Forth.

            Ciao ciao..

            Firmato

            Un altro mactroll che sa cosa c'e' dentro la
            Mela.uhm .. un bruco (o come dicono in toscana baco ) ? ;):p:D:D:D:D==================================Modificato dall'autore il 20/01/2004 23.24.09
          • Anonimo scrive:
            Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM
            - Scritto da: Anonimo



            La cosa migliore sarebbe un bios con

            firmware open source aggiornabile.

            sarebbe meglio se lasciaste perdere proprio
            wintelinux86

            (apple)Credi forse che della tua mela non ci metteranno il verme del DRM (un palladium-equivalente)?
          • pikappa scrive:
            Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLA
            - Scritto da: Anonimo



            La cosa migliore sarebbe un bios con

            firmware open source aggiornabile.

            sarebbe meglio se lasciaste perdere proprio
            wintelinux86

            (apple)Giusto, molto meglio un bel LinuxPPC :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRATELI. CI INFILERANNO PALLADIUM
      - Scritto da: Anonimo
      NON COMPRATELIAppena ho letto DRM ho subito capito il perché di questo nuovo BIOS, e chi l'ha voluto ;)
  • Anonimo scrive:
    Quando i primi virus per bios?
    Mi chiedevo se queste innovazioni possono creare più problemi di quanti risolvano.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Quando i primi virus per bios?
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chiedevo se queste innovazioni possono
      creare più problemi di quanti
      risolvano.Al 1999 :)http://www.symbolic.it/Rassegna/cih.htmle certamente non e' uno dei piu' antichi.
      • Anonimo scrive:
        Impreciso
        Quel virus, se mai ci fosse riuscito, avrebbe attaccato il BIOS, e solo in alcuni specifici casi hw, e non sfruttava il BIOS per infettare il disco o il BIOS stesso, ma come al solito il SO (Win9x o altro), che l'utonto di turno utilizzava in modalita' Administrator (ovviamente per DOS e Win9x non esistevano altre modalita'...) Della serie: EEPROM, mi fai brasare il tuo contenuto? NO? Pazienza, mi accontento del disco
        • Alessandrox scrive:
          Re: Impreciso
          - Scritto da: Anonimo
          Quel virus, se mai ci fosse riuscito,
          avrebbe attaccato il BIOS, e solo in alcuni
          specifici casi hw, e non sfruttava il BIOS
          per infettare il disco o il BIOS stesso, ma
          come al solito il SO (Win9x o altro), che
          l'utonto di turno utilizzava in modalita'
          Administrator (ovviamente per DOS e Win9x
          non esistevano altre modalita'...) Guarda ti assicuro che ci sono casi in cui se non usi modalita' admin con win2K certe periferiche non possono essere usate, si tratta di periferiche che hanno drivers non specifici per win2k ma che funzionano lostesso... ovviamente la soluzione e' o aggiornare il driver o cambiare la periferica. A volte pero' non e' possibile cambiare subito la periferica, bisogna anche trovare quella che abbia drivers CERTIFICATI per win2k e in genere indicano che funzionano con win2k ma mai o quasi mai indicano se siano usabili in multiutenza. Questo e' un pericolo che con il temp si riduce perche' sempre piu' periferiche hanno i drivers specifici ma fino a qualche tempo fa' era un terno al lotto...
          Della serie: EEPROM, mi fai brasare il tuo
          contenuto?
          NO? Pazienza, mi accontento del discoCi sono stati diversi BIOS-virus prima e dopo (piu' che altro prima) ad esempio"Bios Setup Crach" il cui nome dice tuttoMoloch che interviene addirittura cambiando il setup del BIOS....Quindi strettamente parlando non sarebbe la prima volta che dei virus intervengono in qualche modo nel bios, certamente i nuovi BIOS-VIRUS avranno caratteristiche inedite, legate alle nuove caratteristiche della nuova generazione di BIOS.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando i primi virus per bios?
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chiedevo se queste innovazioni possono
      creare più problemi di quanti
      risolvano.Non so quali problemi possano creare, ma so che non ne risolveranno neppure uno.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando i primi virus per bios?

        Non so quali problemi possano creare, ma so
        che non ne risolveranno neppure uno.....e noi stiamo a guardare divertiti(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando i primi virus per bios?
          - Scritto da: Anonimo


          Non so quali problemi possano creare,
          ma so

          che non ne risolveranno neppure uno.....

          e noi stiamo a guardare divertiti

          (apple)Ecco, bravo. Stai a guardare che è l'unica cosa che puoi fare....
          • Anonimo scrive:
            siamo la vostra unica speranza...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Non so quali problemi possano
            creare,

            ma so


            che non ne risolveranno neppure
            uno.....



            e noi stiamo a guardare divertiti



            (apple)

            Ecco, bravo. Stai a guardare che è
            l'unica cosa che puoi fare.......parafrasando la celebre frase di ObiWanKenobi.......siamo la vostra unica speranza...http://www.macitynet.it/macity/aA16552/index.shtml(da leggere con attenzione)(apple)(apple)(apple)Ciao
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Quando i primi virus per bios?
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chiedevo se queste innovazioni possono
      creare più problemi di quanti
      risolvano.Non sono d'accordo, i nuovi virus saranno più pericolosi e quindi giustificheranno i sistemi sicuri, ecco che il DRM fa vedere tutta la sua utilità. Chi pensa che serva ad altro gli sarà risposto che serve per evitare che i nuovi virus che sfruttano falle del bios o il suo funzionamento, possano creare problemi all'utente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando i primi virus per bios?
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chiedevo se queste innovazioni possono
      creare più problemi di quanti
      risolvano.Microsoft ha una nuova versione di Nimda in cantiere, fara' il caffe', e centifrughera il gatto.
  • paulatz scrive:
    Deja vu
    Questa grande trovata mi ricorda qualche cosa.Questa novità incredinile, geniale idea nata dalla colalborazione della più innovativa delle software House con il più caro dei produttori di CPU x86 mi pare di averla già sentita.A sì!http://www.linuxbios.org/
    • AlphaC scrive:
      Re: Deja vu
      - Scritto da: paulatz
      Questa grande trovata mi ricorda qualche
      cosa.
      Questa novità incredinile, geniale
      idea nata dalla colalborazione della
      più innovativa delle software House
      con il più caro dei produttori di CPU
      x86 mi pare di averla già sentita.
      A sì!
      www.linuxbios.org/non noto software house o produttori di cpu....
      • Anonimo scrive:
        Re: Deja vu
        - Scritto da: AlphaC

        - Scritto da: paulatz

        Questa grande trovata mi ricorda qualche

        cosa.

        Questa novità incredinile,
        geniale

        idea nata dalla colalborazione della

        più innovativa delle software
        House

        con il più caro dei produttori
        di CPU

        x86 mi pare di averla già
        sentita.

        A sì!

        www.linuxbios.org/

        non noto software house o produttori di
        cpu....hehehe... perchè ti aspettavi il sito superfico e flashante e non hai perso tempo a leggere...cos'è, non era di 'bella presenza'? in effetti... però pare che dietro ci sia il LANL : Los Alamos National Laboratorynon so se hai presente, qui ci trovi la loro storia:http://www.lanl.gov/worldview/welcome/history.shtmlti dico solo che c'era un tizio italiano di nome Enrico FermiINDIZI ::sul sito www.linuxbios.org troverai diversi riferimenti al LANL, ad esempio:"Newest News:10/14/03: Two new LinuxBIOS-based K8 clusters going to LANL, 256 nodes and 1408 nodes"il tizio che ha realizzato i bios per molte schede madri è tale Ron Minnich, mail: rminnich@lanl.govse fai www.lanl.gov trovi il sito del LANL(vedi su http://www.linuxbios.org/status/index.html)ciao ciao
  • Anonimo scrive:
    e vai....
    E così avremmo un antivirus per il sistema operativo ed uno per il bios, un firewall per L'os ed uno per il bios, un antispyware per l'os ed uno per il bios, drm che ci diranno quello che possiamo e non possiamo fare e molto altro.....
    • Anonimo scrive:
      Re: e vai....
      soprattutto quale OS si potra` caricare e quale no
    • Anonimo scrive:
      Re: e vai....
      Anche le X-Box hanno un bios simile... i chip modificati ancora un po' e li trovi sulle bancarelle del mercato...Non sono per nulla preoccupato...
      • Sandro kensan scrive:
        Re: e vai....
        - Scritto da: Anonimo
        Anche le X-Box hanno un bios simile... i
        chip modificati ancora un po' e li trovi
        sulle bancarelle del mercato...

        Non sono per nulla preoccupato...^_^Mi pari preoccupato...:)
Chiudi i commenti