HTC pianifica una via di fuga cinese

Il produttore sarebbe al lavoro su un nuovo sistema operativo, forse una derivazione di Android o forse no. Pensata esclusivamente per il mercato cinese. Con il placet ufficiale di Pechino

Roma – HTC ha il fatturato in calo e la prospettiva di un futuro difficile davanti a sé, e una delle possibili soluzioni al problema coinciderebbe con la realizzazione di un nuovo OS mobile dedicato in via esclusiva al mercato cinese. Le indiscrezioni provengono dalle solite fonti anonime, ma ben informate sui fatti, entrate in contatto con il Wall Street Journal : il CEO di HTC Cher Wang, dicono le suddette indiscrezioni, sta gestendo la cosa in maniera diretta e a stretto contatto con le autorità di Pechino.

Le fonti del Journal non sono molto precise in merito alla “forma” che prenderà il nuovo sistema mobile, se si tratterà di un fork di Android – magari con una UI custom e poco altro per differenziare – o di un approccio più radicale allo sviluppo di un sistema completamente indipendente dall’ecosistema di Google.

Di certo ci sarebbe la fase avanzata di sviluppo della nuova iniziativa, visto che il produttore taiwanese ha già messo assieme alcuni prototipi consegnandoli agli ufficiali governativi cinesi per i test preliminari. L’OS conterrebbe tutte quelle applicazioni utili al pubblico cinese , incluse le app per il social networking interamente basate su reti e piattaforme locali.

La nuova iniziativa filo-governativa di HTC mira a offrire una risposta concreta alla domanda di autarchia e indipendenza dalle tecnologie e dai software occidentali promosse dalle autorità di Pechino, un’autarchia che ha già dato i suoi frutti quali il già trattato OS per computer Kylin basato su una versione custom di Ubuntu .

Nelle speranze di HTC, il nuovo OS (o il nuovo fork di Android, nel caso) verrà accolto dall’establishment cinese come un asset tecnologico prezioso in chiave anti-occidentale, nel qual caso il colosso taiwanese potrebbe avere l’opportunità di aggredire il mercato locale riportando così sulla giusta rotta i suoi conti malandati.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sky scrive:
    Quindi, alla fine...
    ...se sei loggato come root ed hai giù usato sudo in passato puoi tentare una privilege escalation... (a cosa poi? c'è qualcosa più su di root?)
    • andrea scrive:
      Re: Quindi, alla fine...
      se sei loggato come root, ha poco senso utilizzare "sudo"...
    • MacGeek scrive:
      Re: Quindi, alla fine...
      - Scritto da: Sky
      ...se sei loggato come root ed hai giù usato sudo
      in passato puoi tentare una privilege
      escalation... (a cosa poi? c'è qualcosa più su di
      root?)Loggato come amministratore. Amministratore e root sono diversi.Di default la password di root non è neanche impostata, quindi la maggior parte degli utenti sicuramente non si è mai loggata come root su OS-X (devi impostarla prima di accedere con i privilegi root ed è anche abbastanza nascosto il modo per farlo).
      • PinguinoCattivo scrive:
        Re: Quindi, alla fine...
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: Sky

        ...se sei loggato come root ed hai giù usato
        sudo

        in passato puoi tentare una privilege

        escalation... (a cosa poi? c'è qualcosa più
        su
        di

        root?)

        Loggato come amministratore. Amministratore e
        root sono
        diversi.
        Di default la password di root non è neanche
        impostata, quindi la maggior parte degli utenti
        sicuramente non si è mai loggata come root su
        OS-X (devi impostarla prima di accedere con i
        privilegi root ed è anche abbastanza nascosto il
        modo per
        farlo)."sudo passwd" sarebbe un modo "abbastanza" nascosto ??
        • MacGeek scrive:
          Re: Quindi, alla fine...
          - Scritto da: PinguinoCattivo
          - Scritto da: MacGeek

          - Scritto da: Sky


          ...se sei loggato come root ed hai giù
          usato

          sudo


          in passato puoi tentare una privilege


          escalation... (a cosa poi? c'è qualcosa
          più

          su

          di


          root?)



          Loggato come amministratore. Amministratore e

          root sono

          diversi.

          Di default la password di root non è neanche

          impostata, quindi la maggior parte degli
          utenti

          sicuramente non si è mai loggata come root su

          OS-X (devi impostarla prima di accedere con i

          privilegi root ed è anche abbastanza
          nascosto
          il

          modo per

          farlo).

          "sudo passwd" sarebbe un modo "abbastanza"
          nascosto
          ??Beh, neanche me lo ricordavo. Devi andarlo a cercare negli help il comando.
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: Quindi, alla fine...
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: PinguinoCattivo[...]

            "sudo passwd" sarebbe un modo "abbastanza"

            nascosto

            ??

            Beh, neanche me lo ricordavo. Devi andarlo a
            cercare negli help il
            comando.Se è per questo puoi escalare a root anche con un più semplice:# sudo bash
  • tucumcari scrive:
    come cantava
    Alberto Sordi.."te c'hanno mai mannato a quer paese ... sapessi quanta gente che ce sta".
  • Guarda che puttanata scrive:
    Re: Avvistamento ufo nel Belgio!!!
    Mah, a me sembra proprio una XXXXXXXta.XXXXX XXXXXXX, che XXXXXXXTA!!!
  • BarbaTruth scrive:
    In realtà...
    ... anche Darwin (nel kernel) ha delle vulnerabilità.Una in particolare esiste da diversi anni, ed è spiegata bene sulla rete.
  • merlo_ scrive:
    ...
    ...mentre l'articolo ha un debolezza nel titolo
    • ... scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: merlo_
      ...mentre l'articolo ha un debolezza nel titoloBeh, è un articolo di[img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/88f259036644425cb77e2ff78fbb3856/Avatar.gif[/img]
  • Steel90 scrive:
    OsX vs Windows
    Se OsX fosse diffuso come Windows, avrebbe la stessa quantita' di malware.
    • MacGeek scrive:
      Re: OsX vs Windows
      - Scritto da: Steel90
      Se OsX fosse diffuso come Windows, avrebbe la
      stessa quantita' di
      malware.Questa boiata è stata smentita definitivamente dai fatti. Vedi iOS.Non conta quante installazioni hai, conta come SONO FATTE.
      • Steel90 scrive:
        Re: OsX vs Windows
        Ios non e' un sistema operativo paragonabile a Windows, e poi e' nato nel 2007..ed e' molto meno diffuso
        • MacGeek scrive:
          Re: OsX vs Windows
          - Scritto da: Steel90
          Ios non e' un sistema operativo paragonabile a
          Windows, e poi e' nato nel 2007..ed e' molto meno
          diffusoMENO DIFFUSO???Sta balla della diffusione dell'OS, come causa dei malware, è da una vita che la tirate fuori. Nel frattempo sono passati 10 anni ma i virus VERI per OS-X rimangono a ZERO, mentre quelli per windoze sono sempre decine di migliaia con aumento costante.Come i zero-day exploit. Una bellissima esclusiva di quell'eccezionale OS chiamato WINDOZE.
          • Steel90 scrive:
            Re: OsX vs Windows
            OsX ha solo il 7%. Nell'articolo si parla proprio di un bug di OsX.Windows 7 - 8 e' statisticamente piu' sicuro.
          • Trollollero scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Steel90
            OsX ha solo il 7%. Nell'articolo si parla proprio
            di un bug di
            OsX.

            Windows 7 - 8 e' statisticamente piu' sicuro."Windows" e "sicuro" nella stessa frase, senza una negazione di mezzo, non si possono proprio vedere....Ora, lungi da me difendere quel giocattolone malriuscito di OSX (e men che mai iOS.........), ma livello di sicurezza tra un *nix qualsiasi e Windows non c'e' paragone.....
          • Steel90 scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Perche'?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Steel90
            Perche'?Perchè sì
          • Basta Basta pirateria scrive:
            Re: OsX vs Windows
            ottima argomentazione tecnica. Avvalorata da questioni esclusivamente tecniche.
          • tucumcari scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Basta Basta pirateria
            ottima argomentazione tecnica. Avvalorata da
            questioni esclusivamente
            tecniche.Vorresti farci credere che sei in grado di capirle?
          • Sky scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Per come stava andando il thread "perchè si" mi pare davvero l'unica risposta sensata ed adeguata al livello dei partecipanti (coi quali mi scuso per questo mio giudizio ma devo convenire per forza di cose con unaDuraLezione).Alternative al "perchè sì" ce ne sono poche, ma posso suggerire anche "42".Tutto il resto rischia di rientrare nelle cadute di stile.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Windows in defult non chiede la pass per l'accunt, tanto per dire....
          • Steel90 scrive:
            Re: OsX vs Windows
            La psw di login? Certo che la chiede. Tuttavia e' configurabile. Basta saperlo fare.Altrimenti se non si sa farlo, osx e' un os piu' consono alle proprie esigenze. Un uso poco professionale e giocattoloso ma sicuro, dietro ad una scarsa diffusione.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Sg@bbio
            Windows in defult non chiede la pass per
            l'accunt, tanto per
            dire....Windows in dominio o Windows Server di default ti obbliga persino a rispettare regole di complessità della password (Linux non lo fa).
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Windows in dominio o Windows Server di default ti
            obbliga persino a rispettare regole di
            complessità della password (Linux non lo
            fa).Su windows server basta agire sulle policy per disabilitarla quella feature delle password complesse,lo fanno in molti.Su Linux è l'utente che decide non l'OS
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Bravo, ti sei contraddetto da solo. Kudos!- Scritto da: Etype
            Su windows server basta agire sulle policy per
            disabilitarla quella feature delle password
            complesse,lo fanno in
            molti.

            Su Linux è l'utente che decide non l'OS
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            Bravo, ti sei contraddetto da solo. Kudos!Quale parte non hai capito che su Linux hai tu il controllo ?
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Il fatto e' che hai argomentato il fatto che con linux hai tutto sotto controllo con la frase"Su windows server basta agire sulle policy per disabilitarla quella feature delle password complesse"che al mio paese significa che l'utente puo' controllare quella funzionalita'.E' come dire che una persona ha una casa blu ma puo' farla diventare rossa, mentre un'altra persona puo' far diventare una casa blu. Make sense?- Scritto da: Etype
            - Scritto da: combobreake r

            Bravo, ti sei contraddetto da solo. Kudos!

            Quale parte non hai capito che su Linux hai tu il
            controllo
            ?
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            Il fatto e' che hai argomentato il fatto che con
            linux hai tutto sotto controllo con la
            fraseSotto Linux nessuno ti impone cosa e come fare una determinata cosa.Un utente Linux è molto più responsabile di un utente windows.
            "Su windows server basta agire sulle policy per
            disabilitarla quella feature delle password
            complesse"

            che al mio paese significa che l'utente puo'
            controllare quella
            funzionalita'.E quindi ? è del tutto inutile,oppure hai bisogno di qualcuno che ti prenda per mano ad attraversare la strada ? Perchè di questo stiamo parlando.
            E' come dire che una persona ha una casa blu ma
            puo' farla diventare rossa, mentre un'altra
            persona puo' far diventare una casa blu. Make
            sense?Si sei stato molto chiaro :D :D :D
          • cicciobello scrive:
            Re: OsX vs Windows
            se forzi l'utente a scegliere una password complessa, facilmente non se la ricorderà e la scriverà su un bigliettino attaccato al pc o in un file di testo sul desktop chiamato password.txtUna password più facile da ricordare sarebbe più sicura.
          • p4bl0 scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: cicciobello
            se forzi l'utente a scegliere una password
            complessa, facilmente non se la ricorderà e la
            scriverà su un bigliettino attaccato al pc o in
            un file di testo sul desktop chiamato
            password.txt

            Una password più facile da ricordare sarebbe più
            sicura.certo, lasciamogli mettere come password la data di nascita o il nome del figlio.. quella sì che è sicura
          • Steel90 scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: Steel90

            Da Vista la gestione dei permessi e'
            totalmente

            migliorata.



            Imposti Account standard,con Uac al massimo e

            protetto da psw + personalizzi i livelli
            delle

            applicazioni per girare solo in basic

            user.



            E ogni dieci secondi ti viene chiesto se vuoi
            fare o non fare una determinata
            azione.
            Senza richiedere password o altro.

            Questa non e' "sicurezza", questo e' "rompere i
            XXXXXXXX".
            Ahahahahahha, sei un grande!Comunque te la chiede per installare e o avviare un programma al di fuori delle aree sicure (cartella programmi). Praticamente non accade mai, una volta che hai installato i programmi.Lasciami rompere le...ai mac user in pace su.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Steel90
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Steel90


            Da Vista la gestione dei permessi e'

            totalmente


            migliorata.





            Imposti Account standard,con Uac al
            massimo
            e


            protetto da psw + personalizzi i livelli

            delle


            applicazioni per girare solo in basic


            user.






            E ogni dieci secondi ti viene chiesto se vuoi

            fare o non fare una determinata

            azione.

            Senza richiedere password o altro.



            Questa non e' "sicurezza", questo e' "rompere i

            XXXXXXXX".



            Ahahahahahha, sei un grande!

            Comunque te la chiede per installare e o avviare
            un programma al di fuori delle aree sicure
            (cartella programmi). Praticamente non accade
            mai, una volta che hai installato i
            programmi.Infatti molti disabilitano UAC proprio perchè una rottura di scatole.Quando non lo fanno persino il programmino più demenziale non funziona perchè appare un messaggio all'utente che gli dice che è potenzialemente pericoloso.Discorso simile per IE,una gran XXXXXXXta ....
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Ma tu Windows non l'hai mai veramente usato.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Ma tu Windows non l'hai mai veramente usato.Ti posso dire centinaia di difetti di windows ....ed altrettanti modi per farlo fuori....
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            vai siamo tutti curiosi...- Scritto da: Etype
            - Scritto da: Zucca Vuota

            Ma tu Windows non l'hai mai veramente usato.

            Ti posso dire centinaia di difetti di windows
            ....ed altrettanti modi per farlo
            fuori....
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            vai siamo tutti curiosi...basta uccidere un proXXXXX su windows per ottenere una bella schermata blu.Giocare con i servizi di sistema,corrompere il boot,partizioni,registro di sistema ...tanto per citare le cose più comuni,hai l'imbarazzo della scelta.
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            ah e invece queste cose su Linux non si possono fare...?- Scritto da: Etype
            basta uccidere un proXXXXX su windows per
            ottenere una bella schermata blu.Giocare con i
            servizi di sistema,corrompere il
            boot,partizioni,registro di sistema ...tanto per
            citare le cose più comuni,hai l'imbarazzo della
            scelta.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            ah e invece queste cose su Linux non si possono
            fare...?La più grossa falla di windows è il registro di sistema che Linux non ha.Basta anche una leggera modifica per fartelo reinstrallare da zero.Su windows puoi proteggere una cartella con i relativi permessi in modo che non sia accessibile da nessuno tranne che per l'account previsto.Poi viene un utente con una distro da 30MB,te la copia e si fa tranquillamente gli affari tuoi :D
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Le modifiche di cui parli che "rompono" windows richiedono permessi di amministratore. Se sei root su linux puoi ottenere lo stesso risultato con la stessa semplicita'.La seconda cosa che dici, esiste analogamente con linux e con qualsiasi altro sistema operativo. Tra l'altro stai parlando di scenari quando qualcuno ha acXXXXX fisico e indiscriminato alla macchina, scenario che permette di fare cose molto piu' dannose indipendentemente dal sistema operativo.Altro? Magari un po' piu' convincente?- Scritto da: Etype
            La più grossa falla di windows è il registro di
            sistema che Linux non
            ha.
            Basta anche una leggera modifica per fartelo
            reinstrallare da
            zero.
            Su windows puoi proteggere una cartella con i
            relativi permessi in modo che non sia accessibile
            da nessuno tranne che per l'account
            previsto.
            Poi viene un utente con una distro da 30MB,te la
            copia e si fa tranquillamente gli affari tuoi
            :D
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            Le modifiche di cui parli che "rompono" windows
            richiedono permessi di amministratore.Non c'è bisogno di essere amministratore per mettere in difficoltà windows.Tieni conto che proprio la maggiro parte degli utenti windows usa il sistema con privilegi di amministratore.
            Se sei
            root su linux puoi ottenere lo stesso risultato
            con la stessa
            semplicita'.Nessun utente Linux opera sul suo OS con perenne uso di root,al contrario molti utenti windows usano privilegi di amministratore
            La seconda cosa che dici, esiste analogamente con
            linux e con qualsiasi altro sistema operativo.Con Linux accedo tranquillamente a partizioni windows,con un sistema live senza lasciare tracce,prova con windows a farlo :D
            Tra l'altro stai parlando di scenari quando
            qualcuno ha acXXXXX fisico e indiscriminato alla
            macchinatipo un ufficio :D
            scenario che permette di fare cose
            molto piu' dannose indipendentemente dal sistema
            operativo.Se vuoi farti gli affari di un'altra persona che fai incendi il locale ?
            Altro? Magari un po' piu' convincente?Più di farmi gli affari personali di un utente windows ? :D
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Etype
            Non c'è bisogno di essere amministratore per
            mettere in difficoltà windows.Tieni conto che
            proprio la maggiro parte degli utenti windows usa
            il sistema con privilegi di
            amministratore.Non sequitur. O sei amministratore per mettere in difficoltà Windows o non lo sei.
          • Basta Basta pirateria scrive:
            Re: OsX vs Windows
            il punto è uno solo. I meccanismi di sicurezza tendono a limitare la facilità d'uso. L'utente medio quindi quindi, tende a non usarli, o a vederli con fastidio.Alla M$ lo sanno e in nome di una semplicità disarmante d'uso fanno simili porcherie.Su linux queste cose invece le devi subire. Ed è questo che fa la differenza. Non scegli. La protezione c'è e te la tieni. Questo è "benefico" per la sicurezza. E contribuisce al mito della sicurezza di linux. Estremizzando il concetto, si potrebbe dire che il S.O. piu' sicuro è quello che nessuno usa.E poi ricordiamoci la parte prettamente 'politica'. Gli hacker usano linux non hanno interesse a mostrare pubblicamente vulnerabilità del loro S.O.Non è un caso se i malware esistono per il S.O. piu' 'odiato' che è windows e anche per OS X che è pure abbastanza malvisto.Ricordiamoci che OS X è *nix, se fosse vero che *nix è meglio progettato in termini di sicurezza, perchè ogni tanto saltano fuori vulnerabilità anche qui?
          • tucumcari scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Basta Basta pirateria
            il punto è uno solo. I meccanismi di sicurezza
            tendono a limitare la facilità d'uso. L'utente
            medio quindi quindi, tende a non usarli, o a
            vederli con
            fastidio.Scambiare la facilità d'uso e la scelta con gli "automatismi" che non danno alcuna scelta è la strada per compromettere 2 cose La sicurezza e la facilità d'uso (che ovviamente non è il "non uso" e la "non scelta").
          • panda rossa scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: Steel90

            OsX ha solo il 7%. Nell'articolo si parla
            proprio

            di un bug di

            OsX.



            Windows 7 - 8 e' statisticamente piu' sicuro.Hai dimenticato di aggiungere "a 360 gradi!"
          • Steel90 scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Esatto, con apple sei sicuro solo a 90...
          • Sgarbi scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Steel90
            OsX ha solo il 7%. Nell'articolo si parla proprio
            di un bug di
            OsX.

            Windows 7 - 8 e' statisticamente piu' sicuro.Hahahahahahahahahahahhaha bellissima questa frase!!!
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: MacGeek
            MENO DIFFUSO???Non mi risulta il contrario....
            Sta balla della diffusione dell'OS, come causa
            dei malware, è da una vita che la tirate fuori.Non nascono migliaia di malware per un sistema che ha basse percentuali di diffusione,nono è conveniente.
            Nel frattempo sono passati 10 anni ma i virus
            VERI per OS-X rimangono a ZEROFalso...
            mentre quelli per
            windoze sono sempre decine di migliaia con
            aumento
            costante.1) La base di windows è sempre la stessa2) E' molto diffuso
            Come i zero-day exploit. Una bellissima esclusiva
            di quell'eccezionale OS chiamato
            WINDOZE.:
          • MacGeek scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: MacGeek

            Sta balla della diffusione dell'OS, come causa

            dei malware, è da una vita che la tirate fuori.

            Non nascono migliaia di malware per un sistema
            che ha basse percentuali di diffusione,nono è
            conveniente.Guarda che di malware ne uscivano a frotte per Android quando ancora non ce l'aveva nessuno. E continuano ad uscirne là, ma non su iOS.Tanto per confermare la vostra teoria, eh!

            Nel frattempo sono passati 10 anni ma i virus

            VERI per OS-X rimangono a ZERO

            Falso...Di virus neanche uno. Di malware se ne contano sulle dita di una mano. Di malware che hanno fatto qualche danno reale UNO.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: MacGeek
            Guarda che di malware ne uscivano a frotte per
            Android quando ancora non ce l'aveva nessuno.Questo perché IOS è completamente chiuso e controllato (come Windows Phone del resto). Alla faccia di chi dice che l'open source è più sicuro.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Alla
            faccia di chi dice che l'open source è più
            sicuro.Infatti lo è ,chiunque abbia le capacità vede il codice dell'OS,cosa che non puoi fare con il closed dove ti possono mettere una backdoor all'interno senza che tu te ne accorga.
          • Basta Basta pirateria scrive:
            Re: OsX vs Windows
            E grazie al fatto che vedi il codice è anche più facile, (se lo si vuole, chiaramente) progettare exploit, senza andare alla cieca come nei sistemi closed. Anche un non sviluppatore lo capirebbe.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Basta Basta pirateria
            E grazie al fatto che vedi il codice è anche più
            facile, (se lo si vuole, chiaramente) progettare
            exploit, senza andare alla cieca come nei sistemi
            closed. Anche un non sviluppatore lo
            capirebbe.Qualunque modifica tu fai io la vedo,hai sempre centinaia di occhi sopra.Il closed dovrebbe essere sicuro (a meno che il produttore faccia qualche magagna in casa) in teoria,ti risulta ? Affatto.
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Con la complessita' di oggi, dire che un sistema open e' piu' sicuro di un sistema closed perche' si ha acXXXXX al sorgente e' un'assurdita'. Certo, se mi parli di applicazioni relativamente piccole e' vero, ma per cose piu' complesse, come browser, suite d'ufficio, kernel, ecc, che comunque sono le applicazioni piu' diffuse e quindi piu' bersagliate, la stragrande maggioranza delle vulnerabilita' non si trovano analizzando il sorgente ma facendo fuzzing. Tra l'altro come diceva il caro amico di prima, con il codice sorgente e' molto molto piu' semplice scrivere un exploit piuttosto che affidarsi esclusivamente a debugger.La sicurezza non dipende dal fatto dell'essere open o closed, ma dalle politiche di secure development che un'azienda (o un individuo) impiega quando progetta, sviluppa e testa un prodotto. Closed o open che sia.- Scritto da: Etype
            Qualunque modifica tu fai io la vedo,hai sempre
            centinaia di occhi
            sopra.
            Il closed dovrebbe essere sicuro (a meno che il
            produttore faccia qualche magagna in casa) in
            teoria,ti risulta ?
            Affatto.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            Con la complessita' di oggi, dire che un sistema
            open e' piu' sicuro di un sistema closed perche'
            si ha acXXXXX al sorgente e' un'assurdita'.Eh si vallo a dire a chi sviluppa kernel
            Certo, se mi parli di applicazioni relativamente
            piccole e' vero, ma per cose piu' complesse, come
            browser, suite d'ufficio, kernel, ecc, che
            comunque sono le applicazioni piu' diffuse e
            quindi piu' bersagliate, la stragrande
            maggioranza delle vulnerabilita' non si trovano
            analizzando il sorgente ma facendo fuzzing.Un browser è complesso ? mica è un Os eh ;)Già quelli che revisionano il kernel danno tutto per scontato :D
            Tra
            l'altro come diceva il caro amico di prima, con
            il codice sorgente e' molto molto piu' semplice
            scrivere un exploit piuttosto che affidarsi
            esclusivamente a
            debugger.Quanti sistemi e/o applicazioni open conosci dove è avvenuta una cosa del genere ? :)
            La sicurezza non dipende dal fatto dell'essere
            open o closed, ma dalle politiche di secure
            development che un'azienda (o un individuo)
            impiega quando progetta, sviluppa e testa un
            prodotto. Closed o open che
            sia.Il closed è molto meno sicuro,oltretutto neanche sai se un dato programma o OS invia all'esterno informazioni personali....oppure ci fidiamo sulla parola di Ms e company ?
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Non rispondero' piu' a questo e altri commenti dato che e' palese il fatto che non hai nessuna conoscenza del mondo della sicurezza informatica, sia dal lato difensivo che dal lato offensivo, ne' tantomeno di quello che succede nel mondo nel campo della sicurezza e degli attacchi informatici.Buona fortuna.- Scritto da: Etype
            - Scritto da: combobreake r

            Con la complessita' di oggi, dire che un sistema

            open e' piu' sicuro di un sistema closed perche'

            si ha acXXXXX al sorgente e' un'assurdita'.

            Eh si vallo a dire a chi sviluppa kernel


            Certo, se mi parli di applicazioni relativamente

            piccole e' vero, ma per cose piu' complesse,
            come

            browser, suite d'ufficio, kernel, ecc, che

            comunque sono le applicazioni piu' diffuse e

            quindi piu' bersagliate, la stragrande

            maggioranza delle vulnerabilita' non si trovano

            analizzando il sorgente ma facendo fuzzing.

            Un browser è complesso ? mica è un Os eh ;)
            Già quelli che revisionano il kernel danno tutto
            per scontato
            :D


            Tra

            l'altro come diceva il caro amico di prima, con

            il codice sorgente e' molto molto piu' semplice

            scrivere un exploit piuttosto che affidarsi

            esclusivamente a

            debugger.

            Quanti sistemi e/o applicazioni open conosci dove
            è avvenuta una cosa del genere ? :)



            La sicurezza non dipende dal fatto dell'essere

            open o closed, ma dalle politiche di secure

            development che un'azienda (o un individuo)

            impiega quando progetta, sviluppa e testa un

            prodotto. Closed o open che

            sia.

            Il closed è molto meno sicuro,oltretutto neanche
            sai se un dato programma o OS invia all'esterno
            informazioni personali....oppure ci fidiamo sulla
            parola di Ms e company
            ?
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: combobreake r
            Non rispondero' piu' a questo e altri commenti
            dato che e' palese il fatto che non hai nessuna
            conoscenza del mondo della sicurezza informatica,
            sia dal lato difensivo che dal lato offensivo,
            ne' tantomeno di quello che succede nel mondo nel
            campo della sicurezza e degli attacchi
            informatici.Strano non ho visto tutto questo tuo discorrere in sicurezza...
            Buona fortuna.Ne avrai bisogno :D
          • collione scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: Basta Basta pirateria
            E grazie al fatto che vedi il codice è anche più
            facile, (se lo si vuole, chiaramente) progettare
            exploit, senza andare alla cieca come nei sistemi
            closed. Anche un non sviluppatore lo
            capirebbe.non necessariamente, perchè i compilatori usano vari algoritmi di ottimizzazione durante la produzione del codice oggettoalcune di queste operazioni potrebbero annullare la capacità di sfruttare quella, che nel codice, sembra una vulnerabilitàed inoltre, la presenza del codice rende il compito molto più facile ai white hat
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Il concetto è che Apple è riuscita a creare un sistema molto sicuro controllando completamente hardware, sistema operativa, meccanismo di distribuzione dei programmi e contenuti e programmi stessi.Non ho detto che mi piace, comunque.
          • cicciobello scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Meglio i virus, a questo punto. La chiusura del sistema ios ti limita e ti fa spendere soldi sempre, mentre il malware... se hai fortuna, potresti anche non esserne mai colpito.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: MacGeek
            Guarda che di malware ne uscivano a frotte per
            Android quando ancora non ce l'aveva nessuno.Questa mi mancava,non ce l'aveva nessuno e qualcuno si è preso la briga di perder tempo per malware su pochi terminali ? un vero genio :D
            E continuano ad uscirne là, ma non su iOS.E rimane sempre diffuso,oltretutto è scontato che il proprietario usi anche il cervello eh...non come agli utenti Apple che devono trovare tutto bello e pronto altrimenti non sanno fare una fava.
            Tanto per confermare la vostra teoria, eh! Non hai dato nessunaspiegazione contraria eh,hai solo sparato una balla tutto qui.


            Nel frattempo sono passati 10 anni ma
            i
            virus


            VERI per OS-X rimangono a ZERO



            Falso...

            Di virus neanche uno. Di malware se ne contano
            sulle dita di una mano. Di malware che hanno
            fatto qualche danno reale
            UNO.eh si basta vedere nella storia :Dhttp://apple.hdblog.it/2012/11/16/virus-per-mac-ecco-i-10-malware-piu-temuti-fino-ad-oggi/http://www.chiccheinformatiche.com/virus-su-mac-che-spia-scattando-screenshot/
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: OsX vs Windows
        contenuto non disponibile
        • collione scrive:
          Re: OsX vs Windows
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Perfino l'exploit utilizzato dall'FBI (o chi per
          essa ) contro i pedoXXXXXXX funzionava su FF ma
          non su
          IE.ovviamente nessun software è bug freeperò mozilla ha una politica sulla sicurezza molto ben fatta ( basta guardare ai tempi di patching )singolare anche il fatto che l'exploit fosse per una versione vecchia del browser, senza contare che era per firefox solo perchè firefox è il browser del bundle TOR ( ci fosse stato ie nel bundle, avrebbero usato un exploit per ie )
        • MacGeek scrive:
          Re: OsX vs Windows
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: MacGeek


          Questa boiata è stata smentita
          definitivamente

          dai fatti. Vedi

          iOS.

          che è un recinto, non un OS.È lo stesso OS che c'è su Mac, con qualche protezione in più.
          Perché invece non dài un'occhiata a quanti
          exploit sono passati su firefox dopo che ha preso
          buona parte della quota di IE?
          Perfino l'exploit utilizzato dall'FBI (o chi per
          essa ) contro i pedoXXXXXXX funzionava su FF ma
          non su IE.Anche se ci può essere un fondamento nell'idea di "Security through obscurity", direi comunque che OS-X ha ben passato quella fase. Dopo 10 anni e centinaia di milioni di installazioni parlare proporre ancora l'idea che non ci sono virus perché è irrilevante e non ce l'ha nessuno è una boiata.Ricordo che il MacOS classico, per dire, una 20-30 di virus li aveva avuti (certo sempre ordini di grandezza sotto windoze). E la sua base di utenti non mai stata quella di OS-X.Il fatto che Windoze sia sempre stato un colabrodo non significa che tutti gli altri OS siano così.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: OsX vs Windows
            contenuto non disponibile
          • MacGeek scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: MacGeek




            È lo stesso OS che c'è su Mac, con
            qualche

            protezione in

            più.

            Il fatto che tutti i software installabili
            debbano passare per un unico repository su cui ha
            diritto di vita e morte, sul software (e sulla SH
            di conseguenza) un'unica azienda privata ti pare
            "qualche protezione in più"?In quel modo hanno tolto l'ultima vulnerabilità possibile di cui non avevano il controllo: l'UTENTE.Infatti gli attuali (pochissimi) malware disponibili su OS-X necessitano tutti di un'attiva partecipazione dell'utente per fare i loro danni (leggi -
            INSERIMENTO PASSWORD DI AMMINISTRATORE).Zero-day come ce ne sono a bizzeffe su Windoze ci potrebbero essere benissimo su iOS e su OS-X se il discorso fosse solo la DIFFUSIONE dell'OS. Ma resta il fatto che NON CI SONO.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 agosto 2013 15.20-----------------------------------------------------------
          • nome e cognome scrive:
            Re: OsX vs Windows

            Zero-day come ce ne sono a bizzeffe su Windoze ci
            potrebbero essere benissimo su iOS e su OS-X se
            il discorso fosse solo la DIFFUSIONE dell'OS. Ma
            resta il fatto che NON CI
            SONO.Tra quella di Java e quella di firefox fanno due belle zero day con annessi trapanamenti in quantità in 8 mesi. Niente male.
          • MacGeek scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: nome e cognome

            Zero-day come ce ne sono a bizzeffe su
            Windoze
            ci

            potrebbero essere benissimo su iOS e su OS-X
            se

            il discorso fosse solo la DIFFUSIONE
            dell'OS.
            Ma

            resta il fatto che NON CI

            SONO.

            Tra quella di Java e quella di firefox fanno due
            belle zero day con annessi trapanamenti in
            quantità in 8 mesi. Niente
            male.Entrambi non fanno parte dell'OS.Java viene attivamente disabilitato appena si scopre (molto spesso) che ha delle vulnerabilità.Quindi non sono 'zero-day'. Perché prima quella roba la devi installare manualmente sul sistema.
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            Da quello che scrivi e' evidente che non sai cosa sia uno 0day, quindi ti chiedo di non fare ulteriori commenti a riguardo.Ti chiedo inoltre di argomentare cio' che dici con fatti e non supposizioni che sono puramente personali (tue). E' piu' che altro un suggerimento per te, dato che agendo come stai facendo ora non fai altro che dimostrarti ignorante e presuntuoso - tipico di un macfag.- Scritto da: MacGeek
            Entrambi non fanno parte dell'OS.
            Java viene attivamente disabilitato appena si
            scopre (molto spesso) che ha delle
            vulnerabilità.
            Quindi non sono 'zero-day'. Perché prima quella
            roba la devi installare manualmente sul
            sistema.
          • Shiba scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: MacGeek
            In quel modo hanno tolto l'ultima vulnerabilità
            possibile di cui non avevano il controllo:
            l'UTENTE.Tutta la sicurezza di 'sto mondo non ne vale la pena.
          • pietro scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: MacGeek




            È lo stesso OS che c'è su Mac, con
            qualche

            protezione in

            più.

            Il fatto che tutti i software installabili
            debbano passare per un unico repository su cui ha
            diritto di vita e morte, sul software (e sulla SH
            di conseguenza) un'unica azienda privata ti pare
            "qualche protezione in
            più"?
            però funziona perfettamente e tutti quelli che antepongono un sistema sicuro alla libertà di installare qualsiasi cosa ne son contenti.per gli altri c'è sempre linux
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: pietro
            però funziona perfettamente e tutti quelli che
            antepongono un sistema sicuro alla libertà di
            installare qualsiasi cosa ne son
            contenti.Perchè sono newbie
            per gli altri c'è sempre linuxPer fortuna ....
          • gnammolo scrive:
            Re: OsX vs Windows

            È lo stesso OS che c'è su Mac, con qualche
            protezione in
            più.
            guarda sputato, x86
      • Etype scrive:
        Re: OsX vs Windows
        - Scritto da: MacGeek
        Questa boiata è stata smentita definitivamente
        dai fatti. Vedi
        iOS.Qui ti sbagli,quando un OS è molto diffuso gli hacker incominciano a farci un pensierino,il resto è solo una questione di tempo.
        Non conta quante installazioni hai, conta come
        SONO
        FATTE.Si certo :D
        • MacGeek scrive:
          Re: OsX vs Windows
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: MacGeek

          Questa boiata è stata smentita definitivamente

          dai fatti. Vedi

          iOS.

          Qui ti sbagli,quando un OS è molto diffuso gli
          hacker incominciano a farci un pensierino,il
          resto è solo una questione di
          tempo.Vediamo quanti decenni dovremo aspettare.Intanto usa windoze, mi raccomando. Almeno non ti diventano i capelli bianchi nell'attesa ;)
          • combobreake r scrive:
            Re: OsX vs Windows
            MacOS X ha una diffusione appena superiore al 7%, in aumento dall'anno scorso di circa 0.2%. Windows ha una diffusione di poco piu' del 91%. Cosa non ti e' chiaro del fatto che malware e attacchi informatici "di massa" (come i vari malware o gli 0day di cui si parla) sono chiamati "di massa" perche' bersagliano "la massa"? E IMHO non chiamerei "massa" il 7% della popolazione internettiana. Inoltre, forse ti sfugge, ma attacchi NON DI MASSA contro sistemi MacOS e anche verso Apple (che presumibilmente usa MacOS...) ce ne sono stati diversi in passato, basta fare una veloce ricerca per verificare.Inoltre, saresti cosi' gentile di spiegarmi tecnicamente perche' Windows e' piu' prono ad essere affetto da malware (virus, trojan, ecc) rispetto a MacOS? No, dire "e' progettato male ed e' pieno di bachi" senza una spiegazione tecnica convincente non conta.Grazie.
          • Etype scrive:
            Re: OsX vs Windows
            - Scritto da: MacGeek
            Vediamo quanti decenni dovremo aspettare.Il Mac non sarà mai un sistema diffuso,nonostante questo no npotrai mai dire di essere al sicuro.
            Intanto usa windoze, mi raccomando. Almeno non ti
            diventano i capelli bianchi nell'attesa
            ;)Io uso Linux,per lavoro windows e Linux quindi non sono io quello che deve aspettare...tra i 2 quello che mi da più soddisfazioni è linux ;)
    • fuffa scrive:
      Re: OsX vs Windows
      mac al tappeto
    • BarbaTruth scrive:
      Re: OsX vs Windows
      No.Non credo proprio.
  • Pessimismo e Fastidio scrive:
    IL mac fa schifo?
    "la vulnerabilità di sudo può essere sfruttata solo se l'utente attualmente loggato sul sistema ha privilegi di amministratore, e solo se il comando sudo è stato già eseguito almeno una volta in passato"E' vero che il mac fa schifo, sugli altri sistemi operativi i virus si installano e girano alla grande senza problemi od interventi dell'utente.Davvero, nemmeno te ne accorgi :DE devo dire che il mac si rompe.Certo "solo se l'utente lo colpisce forte con un martello" ma comunque rimane il fatto che si rompe.:D :D
    • king volution scrive:
      Re: IL mac fa schifo?
      - Scritto da: Pessimismo e Fastidio
      "la vulnerabilità di sudo può essere sfruttata
      solo se l'utente attualmente loggato sul sistema
      ha privilegi di amministratore, e solo se il
      comando sudo è stato già eseguito almeno una
      volta in
      passato"

      E' vero che il mac fa schifo, sugli altri sistemi
      operativi i virus si installano e girano alla
      grande senza problemi od interventi
      dell'utente.

      Davvero, nemmeno te ne accorgi :D

      E devo dire che il mac si rompe.
      Certo "solo se l'utente lo colpisce forte con un
      martello" ma comunque rimane il fatto che si
      rompe.e, peggio ancora dei mac, sono i clienti apple
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: IL mac fa schifo?
      - Scritto da: Pessimismo e Fastidio
      E devo dire che il mac si rompe.
      Certo "solo se l'utente lo colpisce forte con un
      martello" ma comunque rimane il fatto che si
      rompe.Si rompe, si rompe. I portatili sono delicatini (se li usi veramente e non li lasci sulla scrivania).
    • fufa scrive:
      Re: IL mac fa schifo?
      mac al tappeto
  • stefano lavori scrive:
    Grazie
    "si può confondere il sistema..."Ottima analisi tecnica
    • gnammolo scrive:
      Re: Grazie
      già (rotfl) (rotfl)
    • Sgarbi scrive:
      Re: Grazie
      - Scritto da: stefano lavori
      "si può confondere il sistema..."
      Ottima analisi tecnicaMa poi immagino che tutto questo debba essere fatto FISICAMENTE sul Mac...e non con un programmino da remoto, giusto?
    • 123 scrive:
      Re: Grazie
      - Scritto da: stefano lavori
      "si può confondere il sistema..."
      Ottima analisi tecnicamaruccia e' laureato in "spannometricologia"!
    • ... scrive:
      Re: Grazie
      - Scritto da: stefano lavori
      "si può confondere il sistema..."
      Ottima analisi tecnicaBeh, è un articolo di[img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/88f259036644425cb77e2ff78fbb3856/Avatar.gif[/img]
  • Etype scrive:
    Appledown
    Ma il Mac non era sicuro ? :D :D :D5 mesi e ancora non danno una sistemata ? :DEh si li valgono proprio tutti i soldi spesi per un sistema Apple :D
    • FreeBSD scrive:
      Re: Appledown
      - Scritto da: Etype
      Ma il Mac non era sicuro ? :D :D :D
      5 mesi e ancora non danno una sistemata ? :DMettessero l'autenticazione per cambiare l'orologio così com'è ovunque, il problema sarebbe risolto. Boh.
      Eh si li valgono proprio tutti i soldi spesi per
      un sistema Apple
      :D
      • king volution scrive:
        Re: Appledown
        - Scritto da: FreeBSD
        - Scritto da: Etype

        Ma il Mac non era sicuro ? :D :D :D

        5 mesi e ancora non danno una sistemata ? :D

        Mettessero l'autenticazione per cambiare
        l'orologio così com'è ovunque, il problema
        sarebbe risolto.naaaaa... troppo complicato per i 2 neuroni dei clienti apple... e poi mica si può rovinare così la proverbiale mitica user-experience (sic!) di chi usa questa robaccia... il marketing prima di tutto perbacco!

        Eh si li valgono proprio tutti i soldi spesi per

        un sistema Applesi si... infatti è quello che dicono -tra una risata e l'altra alla faccia dei loro clienti- gli azionisti mentre li contano prima di riempirsi le tasche...
        • Gianni scrive:
          Re: Appledown
          Il Mac è basato su un sistema operativo BSD che gira su microkernel Mach. Ma perchè scrivete che è una XXXXX?Molti sviluppatori lo prendono per avere un sistema operativo stabile ma con una interfaccia grafica professionale. Perchè si sa, purtroppo BSD free e Linux hanno delle interfacce grafiche basate su X11 che non sono certo il massimo.Che poi la Apple debba essere più responsiva sui bachi questa è cosa risaputa.
          • MacGeek scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Gianni
            Il Mac è basato su un sistema operativo BSD che
            gira su microkernel Mach. Ma perchè scrivete che
            è una
            XXXXX?
            Molti sviluppatori lo prendono per avere un
            sistema operativo stabile ma con una interfaccia
            grafica professionale. Perchè si sa, purtroppo
            BSD free e Linux hanno delle interfacce grafiche
            basate su X11 che non sono certo il
            massimo.
            Che poi la Apple debba essere più responsiva sui
            bachi questa è cosa
            risaputa.Poi direi che il SUDO non è che c'è da ieri sui sistemi Unix, praticamente c'è da sempre.Possibile non si sono mai accorti prima di quel baco?
          • collione scrive:
            Re: Appledown
            ma il bug riguarda l'implementazione su os x, mica è un problema di tutte le implementazioni unix
          • MacGeek scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: collione
            ma il bug riguarda l'implementazione su os x,
            mica è un problema di tutte le implementazioni
            unixMa OS-X è a tutti gli effetti uno Unix BSD a quel livello. Se c'è su OS-X ci dovrebbe essere anche su BSD e quindi sugli Unix 'originali', di cui il BSD è un discendente (Linux è un'altra cosa, essendo un clone di UNIX).
          • FreeBSD scrive:
            Re: Appledown
            Se metti a un esecutabile il flag SUID con root e il programma cambia l'orologio allora crei la stessa falla, anche se l'OS è Linux. Non tanto perché il linaro può cambiarsi l'ora da solo (puo' farlo anche dal BIOS) ma perché una qualsiasi shell ...(intendi shell da bash script, ma anche intesa come shell in assembly da usare da qualche exploit)... in esecuzione può invocare l'exe con setuid e cambiare l'ora. E poi puo' tentare di eseguire sudo e vedere che succede.Questo che ho descritto non sarebbe un bug di BSD o Linux, ma una falla creata da chi ha aggiunto il programma SUIDato.E qua con sudo il problema è tutto "Made in Apple". Infatti è Apple che ha fatto il pasticcio. Se volessi fare la stessa cosa che ha fatto Apple, farei come ho scritto sopra... se lo faccio nel mio PC, non significa che tutti gli altri UNIX, BSD, Linux diventano vulnerabili. Ma Apple l'ha fatto su tutti i Mac, per cui è un problema esclusivamente del Mac ed è stato causato esclusivamente dall'Apple -- non dal loro scopiazzamento da FreeBSD. Anzi, questo fa ben vedere che a copiare sono tutti buoni; ma appena alla Apple toccano qualcosa che riguarda l'architettura e la struttura del sistema fanno un danno. Infatti decidere che un utente puo' modificare l'orario di sistema a me pare come decidere che un utente puo' modificare i file degli altri su disco. Cosa non del tutto falsa. Per lo meno così si possano modificare le date di acXXXXX ai file. E i log diventano più difficili da seguire. Se un programma ruota i log ogni due giorni, metti l'ora avanti e così magari ne cancella anche.Insomma, pessima idea. Senza dire che nemmeno un macaco cambia l'ora del sistema ogni giorno. Quindi non ha nemmeno senso aver tolto la richiesta di root per fare questo. Proprio una cosa campata in aria e senza senso. Una cosa "alla Apple".
          • MacGeek scrive:
            Re: Appledown
            Cioè secondo te l'utente non dovrebbe neanche avere la possibilità di modificare l'ora del proprio orologio? Vorrei vedere che orologio al polso (se ce l'hai) ora.Hai uno strano concetto di 'personal' computer.Evidentemente un'architettura che permette tale vulnerabilità solo dando all'utente la possibilità di cambiare l'ora era fallata in partenza.
          • Phronesis scrive:
            Re: Appledown
            Ciao - Scritto da: MacGeek
            Cioè secondo te l'utente non dovrebbe neanche
            avere la possibilità di modificare l'ora Dai MacGeek mi sembri un utente sobrio.Una cosa è avere la possibilità, una cosa è -quello che poi diceva FreeBSD- verificare qual'è la metodologia intermedia che si adotta (verifiche di sicurezza)Detto questo posso dire che IMHO è un problema accademico, più che pratico, ottimo per una rivalsa degli storici utenti di altri sistemi.Buona giornata :D
          • ruttolomeo scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: MacGeek
            Cioè secondo te l'utente non dovrebbe neanche
            avere la possibilità di modificare l'ora del
            proprio orologio?No, non ci siamo, il punto è che questa operazione non dovrebbe bucare sudo
          • sbrotfl scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: MacGeek
            Cioè secondo te l'utente non dovrebbe neanche
            avere la possibilità di modificare l'ora del
            proprio orologio? Vorrei vedere che orologio al
            polso (se ce l'hai)
            ora.
            Hai uno strano concetto di 'personal' computer.Nel caso di un PC, l'orologio non è tuo ma è condiviso tra gli utenti.Se il PC è tuo, non hai problemi a mettere la password di root.
            [CUT visto il no-sense]
          • MacGeek scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: sbrotfl
            Nel caso di un PC, l'orologio non è tuo ma è
            condiviso tra gli utenti.
            Se il PC è tuo, non hai problemi a mettere la
            password di root.Ehm... PC = PERSONAL computer. Di solito è tuo. Almeno io ho il mio, non so se il tuo è in time-sharing...
          • sbrotfl non loggato scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: sbrotfl

            Nel caso di un PC, l'orologio non è tuo ma è

            condiviso tra gli utenti.

            Se il PC è tuo, non hai problemi a mettere la

            password di root.

            Ehm... PC = PERSONAL computer. Di solito è tuo.
            Almeno io ho il mio, non so se il tuo è in
            time-sharing...E allora a che servono gli utenti?
          • Phronesis scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: FreeBSD
            ma appena [cut] toccano qualcosa che riguarda
            l'architettura e la struttura del sistema fanno
            un danno. Infatti decidere che un utente puo'
            modificare l'orario di sistema a me pare come
            decidere che un utente puo' modificare i file
            degli altri su disco. Non sono un grande esperto, ma mi sembra che il ragionamento sia valido.Dalla mia esperienza, per chi paragona uno unix-derivato a Win e parla di diffusione posso dire che, per sino io, che sono ad un livello medio-basso so che la diffusione aumenta la probabilità che qualcosa accada non la possibilità... ma forse la mia conclusione dipende dal fatto che non sia così esperto.Buona giornata.
          • Trollollero scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Gianni
            Il Mac è basato su un sistema operativo BSD che
            gira su microkernel Mach. Ma perchè scrivete che
            è una
            XXXXX?
            Molti sviluppatori lo prendono per avere un
            sistema operativo stabile ma con una interfaccia
            grafica <b
            <u
            professionale </u
            </b
            . Gente, meno XXXXXXX che sta diventando sempre piu' difficile soffocare le risate e poi i colleghi si lamentano.....
            Perchè si sa, purtroppo BSD free e Linux hanno delle interfacce grafiche
            basate su X11 che non sono certo il
            massimo.http://kde.org/workspaces/plasmadesktop/http://www.gnome.orghttp://cinnamon.linuxmint.comhttp://www.xfce.org/about/screenshotsE sono tutti estremamente personalizzabili, a differenza di Mac OS...http://kde-look.org/CONTENT/content-pre1/158582-1.jpg
            Che poi la Apple debba essere più responsiva sui
            bachi questa è cosa
            risaputa.Apple dovrebbe fare molte cose.....
          • Gianni scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: Gianni

            Il Mac è basato su un sistema operativo BSD
            che

            gira su microkernel Mach. Ma perchè scrivete
            che

            è una

            XXXXX?

            Molti sviluppatori lo prendono per avere un

            sistema operativo stabile ma con una
            interfaccia

            grafica <b
            <u
            professionale
            </u
            </b
            .


            Gente, meno XXXXXXX che sta diventando sempre
            piu' difficile soffocare le risate e poi i
            colleghi si
            lamentano.....


            Perchè si sa, purtroppo BSD free e Linux
            hanno delle interfacce
            grafiche

            basate su X11 che non sono certo il

            massimo.

            http://kde.org/workspaces/plasmadesktop/
            http://www.gnome.org
            http://cinnamon.linuxmint.com
            http://www.xfce.org/about/screenshots

            E sono tutti estremamente personalizzabili, a
            differenza di Mac
            OS...

            http://kde-look.org/CONTENT/content-pre1/158582-1.



            Che poi la Apple debba essere più responsiva
            sui

            bachi questa è cosa

            risaputa.

            Apple dovrebbe fare molte cose.....Tu devi anche capire che io sono un vecchietto che si avvicina ai 60 con rischio imminente di andropausa e che non vuole stare lì a personalizzarsi il desktop manager..Anche io quando ero uno studente universitario ventenne stavo li ore ed ore a personalizzare l'Xdm di X11 e con buoni risultati.Ma ora non voglio perdere tempo su quelle cose..Io utilizzo un Mac con installato VMware Fusion sul quale ci faccio girare anche Windoz e Linux a 64bit con su KDE e Gnome e il look and feel di default non mi piace.
          • Trollollero scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Gianni
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Gianni


            Il Mac è basato su un sistema operativo BSD

            che


            gira su microkernel Mach. Ma perchè
            scrivete

            che


            è una


            XXXXX?


            Molti sviluppatori lo prendono per avere un


            sistema operativo stabile ma con una

            interfaccia


            grafica <b
            <u
            professionale

            </u
            </b
            .





            Gente, meno XXXXXXX che sta diventando sempre

            piu' difficile soffocare le risate e poi i

            colleghi si

            lamentano.....




            Perchè si sa, purtroppo BSD free e Linux

            hanno delle interfacce

            grafiche


            basate su X11 che non sono certo il


            massimo.



            http://kde.org/workspaces/plasmadesktop/

            http://www.gnome.org

            http://cinnamon.linuxmint.com

            http://www.xfce.org/about/screenshots



            E sono tutti estremamente personalizzabili, a

            differenza di Mac

            OS...




            http://kde-look.org/CONTENT/content-pre1/158582-1.






            Che poi la Apple debba essere più
            responsiva

            sui


            bachi questa è cosa


            risaputa.



            Apple dovrebbe fare molte cose.....

            Tu devi anche capire che io sono un vecchietto
            che si avvicina ai 60 con rischio imminente di
            andropausa e che non vuole stare lì a
            personalizzarsi il desktop
            manager..Se prendi un device programmabile (un aggeggio pensato per adattarsi alle TUE esigenze, e non il contrario...) e poi non lo adatti all'uso per te piu' congeniale, e' un problema tuo.....
            Anche io quando ero uno studente universitario
            ventenne stavo li ore ed ore a personalizzare
            l'Xdm di X11 e con buoni
            risultati.
            Ma ora non voglio perdere tempo su quelle cose..10 minuti di lavoro, a 20 anni come a 60.
            Io utilizzo un Mac con installato VMware Fusion
            sul quale ci faccio girare anche Windoz e Linux a
            64bit con su KDE e Gnome e il look and feel di
            default non mi
            piace.Cambialo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Gianni

            Tu devi anche capire che io sono un vecchietto
            che si avvicina ai 60 con rischio imminente di
            andropausa e che non vuole stare lì a
            personalizzarsi il desktop
            manager..Se a non ancora 60 anni hai deciso di non volere piu' usare il cervello, caro mio sei gia' morto.
          • ruttolomeo scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: panda rossa
            Se a non ancora 60 anni hai deciso di non volere
            piu' usare il cervello, caro mio sei gia'
            morto.Quanti anni hai, panda?
          • Gianni scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Gianni




            Tu devi anche capire che io sono un
            vecchietto

            che si avvicina ai 60 con rischio imminente
            di

            andropausa e che non vuole stare lì a

            personalizzarsi il desktop

            manager..

            Se a non ancora 60 anni hai deciso di non volere
            piu' usare il cervello, caro mio sei gia'
            morto.Preferisco solo usarlo per altro e non per cose che dovrebbero essere già a posto by design.
          • panda rossa scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Gianni
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Gianni







            Tu devi anche capire che io sono un

            vecchietto


            che si avvicina ai 60 con rischio
            imminente

            di


            andropausa e che non vuole stare lì a


            personalizzarsi il desktop


            manager..



            Se a non ancora 60 anni hai deciso di non
            volere

            piu' usare il cervello, caro mio sei gia'

            morto.

            Preferisco solo usarlo per altro e non per cose
            che dovrebbero essere già a posto by
            design.Un computer e' l'oggetto piu' lontano di tutti dal concetto di "a posto by design".La sua funzione e' quella di essere programmato.Tu stai confondendo il computer col frullatore.
          • combobreake r scrive:
            Re: Appledown
            siamo nel 2013, il computer e' un oggetto d'utilita' comune, ad uso giornaliero, quindi si', deve funzionare come un frullatore - lo accendi e fa quello che deve fare senza dover sapere come funziona.poi ci sono quelli che il frullatore lo smontano, ci cambiano il motore, ecc... ma di certo non e' l'esperienza che un consumer si aspetta quando compra un frullatore.se tutti avessero la tua mentalita' staremmo ancora a cercare di capire come accendere il fuoco, ma fortunatamente non e' cosi', dato che qualcuno ha avuto l'accortezza di inventare gli accendini.
          • Etype scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: combobreake r
            siamo nel 2013, il computer e' un oggetto
            d'utilita' comune, ad uso giornaliero, quindi
            si', deve funzionare come un frullatore - lo
            accendi e fa quello che deve fare senza dover
            sapere come
            funziona.

            poi ci sono quelli che il frullatore lo smontano,
            ci cambiano il motore, ecc... ma di certo non e'
            l'esperienza che un consumer si aspetta quando
            compra un
            frullatore.

            se tutti avessero la tua mentalita' staremmo
            ancora a cercare di capire come accendere il
            fuoco, ma fortunatamente non e' cosi', dato che
            qualcuno ha avuto l'accortezza di inventare gli
            accendini.con questo tuo ragionamento ci saranno sempre utenti ignoranti a vita.Un computer è totalmente programmabile,è questo il suo punto di forza.Reputo alquanto fastidioso per un utente esperto usare un sistema newbie.
          • combobreake r scrive:
            Re: Appledown
            E qual e' il problema nell'avere utenti "ignoranti"? Magari quell'utente ignorante al computer fa trapianti di cuore e salva vite ogni giorno. Dove sta scritto che devono essere tutti esperti di computer per poter sopravvivere e dare un apporto significativo alla societa' in cui viviamo?Il computer e' programmabile, certo e' il suo punto di forza, ma non sta scritto da nessuna parte che tutti DEBBANO saper farlo. Secondo il tuo ragionamento tutti devono essere esperti nel programmare o costruire quello che usano giornaliermente, dal riparare automobili, a fare scarpe e vestiti, a creare composti chimici da usare come medicine... giusto?- Scritto da: Etype
            con questo tuo ragionamento ci saranno sempre
            utenti ignoranti a
            vita.
            Un computer è totalmente programmabile,è questo
            il suo punto di
            forza.
            Reputo alquanto fastidioso per un utente esperto
            usare un sistema
            newbie.
          • bubba scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: combobreake r
            E qual e' il problema nell'avere utenti
            "ignoranti"? Magari quell'utente ignorante al
            computer fa trapianti di cuore e salva vite ogni
            giorno. Dove sta scritto che devono essere tutti
            esperti di computer per poter sopravvivere e dare
            un apporto significativo alla societa' in cui
            viviamo?nessuno. Pero' non dovresti voler pretendere un computer.Accontentati di una tv, di una wii (sempre computer sono, ma azzoppati appositamente). O di un gadget apple ;)
          • prinz verde scrive:
            Re: Appledown
            che figo !!!!
          • tucumcari scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Gianni




            Tu devi anche capire che io sono un
            vecchietto

            che si avvicina ai 60 con rischio imminente
            di

            andropausa e che non vuole stare lì a

            personalizzarsi il desktop

            manager..

            Se a non ancora 60 anni hai deciso di non volere
            piu' usare il cervello, caro mio sei gia'
            morto.92 minuti di applausi.
          • get the cats scrive:
            Re: Appledown
            Why is Apple Still Using the Mach Kernel After Mach failed?The Mach kernel didn't fail; it was the Mach microkernel project that failed. Neither NeXT nor Apple ever used Mach as a microkernel.
          • king volution scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: Gianni
            Il Mac è basato su un sistema operativo BSD che
            gira su microkernel Mach. Ma perchè scrivete che
            è una XXXXX?perché è blindato da apple...perché l'hardware mac è come quello di qualsiasi altro pc, ma il prezzo è 5 volte tanto...per non parlare di privacy e sicurezza = ZERO (il sistema non è "tuo", pure se lo hai pagato carissimo): è controllato da apple & C (C = NSA, CIA ecc.)
        • asdf scrive:
          Re: Appledown
          - Scritto da: king volution
          - Scritto da: FreeBSD



          Mettessero l'autenticazione per cambiare

          l'orologio così com'è ovunque, il problema

          sarebbe risolto.

          naaaaa...

          troppo complicato per i 2 neuroni dei clienti
          apple... e poi mica si può rovinare così la
          proverbiale mitica user-experience (sic!)Si vede che alla apple non hanno mai sentito parlare di NTP (rotfl)(rotfl)
          • mura scrive:
            Re: Appledown
            - Scritto da: asdf
            Si vede che alla apple non hanno mai sentito
            parlare di NTPIn realtà su mac il servizio ntp è attivo di default, il caso evidenziato dall'articolo evidentemente prevede pure la manomissione dei servizi attivi per poter far scattare la vulnerabilità.
    • Ruttolo scrive:
      Re: Appledown
      Non dire così, non cosa inventarmi per difendere il mio padrone.
    • aphex_twin scrive:
      Re: Appledown
      "A salvare l'ecosistema Mac da una nuova epidemia di malware ci pensa il fatto che la vulnerabilità di sudo può essere sfruttata solo se l'utente attualmente loggato sul sistema ha privilegi di amministratore, e solo se il comando sudo è stato già eseguito almeno una volta in passato."Insomma, come sempre, tra il dire e il fare c'é in mezzo un mare di trolloni.PS: si , i soldi li vale TUTTI.
      • king volution scrive:
        Re: Appledown
        - Scritto da: aphex_twin
        "A salvare l'ecosistema Mac da una nuova epidemia
        di malware ci pensa il fatto che la vulnerabilità
        di sudo può essere sfruttata solo se l'utente
        attualmente loggato sul sistema ha privilegi di
        amministratore, e solo se il comando sudo è stato
        già eseguito almeno una volta in passato."cioè almeno almeno un 20-30% dei casi a occhio e croce...
        Insomma, come sempre, tra il dire e il fare c'é
        in mezzo un mare di trolloni.dai non svilirti così
        PS: si , i soldi li vale TUTTI.ahahhhahh... infatti è proprio quello che dicono tra le risate gli azionisti mentre contano gli incassi prima di riempirsi le tasche e andarsene a non fare un ca##lo tutti i santi giorni nelle loro mega-ville... ma se lo possono permettere: tanto ci sono milioni dei loro clienti che lavorano giorno e notte per pagare le finanziarie fatte per comprare un iCoso...
      • Dex scrive:
        Re: Appledown
        - Scritto da: aphex_twin
        PS: si , i soldi li vale TUTTI.Quando compri roba "Eppol" è come se tu comprassi una Panda carrozzata come una Ferrari al prezzo della Ferrari.
      • Etype scrive:
        Re: Appledown
        - Scritto da: aphex_twin
        PS: si , i soldi li vale TUTTI.Muahah un OS giocattolo su un solo hardware WOW :D :D :D
    • fuffa scrive:
      Re: Appledown
      mac al tappeto
Chiudi i commenti