I governi guardano dentro Windows

Microsoft conferma che fino a questo momento sono una decina i governi di diversi paesi che hanno accesso al codice sorgente del proprio sistema operativo. Una mossa che serve all'azienda per ottenere maggiore fiducia


Redmond (USA) – Sono 12 i governi che fino a questo momento hanno deciso di aderire al Government Software Program, per gli amici GSP, iniziativa con cui Microsoft intende dimostrare che nel codice sorgente di Windows non c’è nulla di strano e che il settore pubblico dei diversi paesi può tranquillamente affidarsi alla piattaforma Microsoft per le proprie infrastrutture informatiche.

Il big di Redmond ha dichiarato che tra i paesi che hanno aderito a GSP ci sono anche Russia, Cina, Regno Unito e Austria. Come noto, anche l’Italia è tra i paesi interessati mentre altri 35 hanno già avviato i negoziati necessari per accedere al codice sorgente.

Come si ricorderà, quando GSP fu annunciata , Microsoft spiegò che si trattava di una procedura destinata a togliere di mezzo quei dubbi e quelle perplessità che alcuni parlamentari e politici di molti paesi hanno espresso rispetto ai software proprietari. L’impossibilità di analizzare il codice sorgente , come è invece possibile con l’open source, viene vista come un problema di sicurezza, soprattutto quando le piattaforme proprietarie vengono utilizzate in ambito pubblico o in ambienti critici.

Il programma prevede che sia concesso uno sguardo tecnico al codice di Windows 2000, Windows XP, Windows CE e Windows Server 2003. Per gli operatori autorizzati, è anche possibile vedere la documentazione interna di sicurezza nonché visitare il quartiere generale Microsoft. Sviluppatori e responsabili Microsoft sono poi a disposizione per approfondimenti e per l’esecuzione di test sul codice sorgente. Il 97 per cento del codice viene fatto vedere ai paesi che aderiranno a GSP mentre il rimanente 3 per cento dovrà essere “visto” presso la sede centrale dell’azienda a Redmond.

In realtà ad un programma trasparenza del tutto simile potranno presto accedere anche le grandi imprese. Quelle che adottano più di 1.500 postazioni Windows, infatti, potranno dare un occhio al codice sorgente delle piattaforme Microsoft, sebbene non sarà concesso loro di modificarne neppure una riga.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    e la gpl?
    visto che microsoft vuole usa linux per migliorare le prprie pecche rilascerà forse i sorgenti del codice come prevede la GPL? NON CREDO PROPRIO!!!e allora?
    • gian_d scrive:
      Re: e la gpl?
      - Scritto da: Anonimo
      visto che microsoft vuole usa linux per
      migliorare le prprie pecche rilascerà forse
      i sorgenti del codice come prevede la GPL?
      NON CREDO PROPRIO!!!
      e allora?e allora lo fa:1) per trovare ispirazioni, e in questo non c'è nulla di male: trovare ispirazioni copiando dai concorrenti porta in teoria ad un complessivo miglioramento, altrimenti non ci sarebbe progresso2) cercare scheletri nell'armadio per alimentare il FUD. e questo è tipico di microsoft. in futuro ne leggeremo di tutti i colori su quello che microsoft ha scoperto in linuxdi certo non lo fa per copiare codice, potrebbe farlo o magari l'ha fatto senza necessariamente sbandierarlo ai quattro venti. Tanto Stallman non potrà mai leggerli i codici di windows.[OT] Le dieci meraviglie del futuro:1) bush inviterà a pranzo saddam e bin laden2) berlusconi si ritirerà dalla politica3) ai mondiali di calcio potranno partecipare solo calciatori non professionisti4) nel sahara ci coltiveranno il riso5) vincerò al superenalotto senza giocare6) windows sarà rilasciato sotto licenza GPL7) stallman userà uord e autluk per la posta elettronica8) le macchine andranno a idrogeno prima che si esaurisca il petrolio9) la somalia parteciperà ai lavori del G1210) smetterò di fumare, naturalmente parlo del tabacco
  • Anonimo scrive:
    Microsoft in malafede o...
    Voglio subito spengere qualsiasi flame alla fonte, dicendo subito che chiunque qui in questo forum, sistemista o dilettante, user o power-user ecc.ecc. che abbia un po' di cervello e non voglia per forza mettersi a fare il troll, è consapevole che:1) sia il software proprietario che quello open hanno i suoi vantaggi e svantaggi, così come le relative licenze che li accompagnano.2) dal punto di vista delle aziende piccole o grandi che siano, ci si può trovare male o bene sia in un caso che nell'altro e questo potrebbe dipendere da chi assiste e non necessariamente nè dal software nè dal produttore/programmatore del software.3) il software open garantisce comunque maggiori libertà, se non altro, nessuno mi potrà mai revocare la licenza, quindi se un certo software funziona, potrei anche utilizzarlo per oltre 30 anni.4) installazioni come quelle descritte nell'articolo, funzionano abbastanza bene sia basandole su software open che proprietario.conclusione:Credete che M$ non abbia mai installato una distro Linux? o non abbia mai provato Apache o OpenLDAP su Unix, Linux, BSD, Solaris ???Un annuncio del genere è solo l'ennesimo FUD di M$ la strategia è sempre quella del tipico business M$ all'Americana... trova a tutti i costi un nemico, elimina chiunque minacci il tuo business, battilo e/o discreditalo, eventualmente acquisici e incorpora, fallo tuo! o rendilo tuo dipendente, con tutti i mezzi ! e... se alla fine non ci riesci, alleati !
    • lroby scrive:
      Re: Microsoft in malafede o...
      Giuste osservazionisalutilroby- Scritto da: Anonimo

      Voglio subito spengere qualsiasi flame alla
      fonte, dicendo subito che chiunque qui in
      questo forum, sistemista o dilettante, user
      o power-user ecc.ecc. che abbia un po' di
      cervello e non voglia per forza mettersi a
      fare il troll, è consapevole che:

      1) sia il software proprietario che quello
      open hanno i suoi vantaggi e svantaggi, così
      come le relative licenze che li
      accompagnano.

      2) dal punto di vista delle aziende piccole
      o grandi che siano, ci si può trovare male o
      bene sia in un caso che nell'altro e questo
      potrebbe dipendere da chi assiste e non
      necessariamente nè dal software nè dal
      produttore/programmatore del software.

      3) il software open garantisce comunque
      maggiori libertà, se non altro, nessuno mi
      potrà mai revocare la licenza, quindi se un
      certo software funziona, potrei anche
      utilizzarlo per oltre 30 anni.

      4) installazioni come quelle descritte
      nell'articolo, funzionano abbastanza bene
      sia basandole su software open che
      proprietario.

      conclusione:
      Credete che M$ non abbia mai installato una
      distro Linux? o non abbia mai provato Apache
      o OpenLDAP su Unix, Linux, BSD, Solaris ???
      Un annuncio del genere è solo l'ennesimo FUD
      di M$ la strategia è sempre quella del
      tipico business M$ all'Americana... trova a
      tutti i costi un nemico, elimina chiunque
      minacci il tuo business, battilo e/o
      discreditalo, eventualmente acquisici e
      incorpora, fallo tuo! o rendilo tuo
      dipendente, con tutti i mezzi ! e... se alla
      fine non ci riesci, alleati !
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft in malafede o...
      - Scritto da: Anonimo


      3) il software open garantisce comunque
      maggiori libertà, se non altro, nessuno mi
      potrà mai revocare la licenza, quindi se un
      certo software funziona, potrei anche
      utilizzarlo per oltre 30 anni.la stessa cosa vale anche per le licenze d'uso che vengono comunque acquistate per il software closed.Sarei curioso di sapere infatti chi ti ha detto che un software close può essere utilizzato finche lo decide il produttore.... mah...Forse un software closed non può essere modificato (anche se dipende tutto dal tipo di licenza)... ma senza dubbio può essere utilizzato per l'eternità... a meno che non si decida di cambiarlo per altri motivi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft in malafede o...
        - Scritto da: Anonimo
        la stessa cosa vale anche per le licenze
        d'uso che vengono comunque acquistate per il
        software closed.

        Sarei curioso di sapere infatti chi ti ha
        detto che un software close può essere
        utilizzato finche lo decide il
        produttore.... mah...Questo non è proprio vero, per esempio, m$ ha cessato il supporto a windows 95; tanto per intendersi, potrei anche continuare ad utilizzarlo, ma il suo autore/produttore/distributore originale in pratica dice che non esiste più... con tutte le conseguenze del caso. ok! può succedere che un programmatore open/GPL muore... o più semplicemente si rompe le scatole di seguire un certo progetto... ma è raro che la comunità o un altro programmatore / azienda non si incarichi di portare avanti il progetto... in ogni caso le sfumature sono molte, voglio fare solo un esempio che ho vissuto sulla mia pelle:avevamo un certo gestionale di cui non cito il nome per correttezza, che girava su... sco xenix... un bel giorno di tanti anni fa arriva una lettera: dal 31/12/non ricordo, il supporto a quel sistema sarebbe stato cessato... vabbè senza farla tanto lunga, mi propongono di migrare verso l'evoluzione di quel programma su piattaforma windows... non voglio stare a tediarvi con la cronostoria, vi basti sapere che: - la migrazione è costata diversi soldi (nuove licenze e contratti, ah! ovviamente nuovo hardware)- di non tutti i moduli del gestionale era ancora stato fatto il porting, costringendoci a rinunciare per molto tempo a stampe statistiche, cespiti ammortizzabili, alcune parti della gestione magazzino e distinta base.- l'importazione dei dati dal vecchio al nuovo gestionale ha funzionato solo in parte, facendoci perdere tanto tempo e tutta la "storia contabile" dell'azienda.- i fitti aggiornamenti spianavano sistematicamente le nostre personalizzazioni (previste dal programma)- instabilità del programma e della rete, con macchine windows 95, erano all'ordine del giorno, anzi, dell'ora!Ho potuto sperimentare di persona cosa significa un esaurimento nervoso, così fra pugni sulle tastiere, un pc completo volato dalla finestra e incazzature varie :@ , ho provato a contattare altre persone e dopo diverso tempo ho trovato il gestionale giusto... altri soldi, ma sia Win che Linux vanno bene per questo. Infatti ora la rete è mista, con 2 server Linux... dal 1999... per fortuna l'esaurimento nervoso è solo un ricordo... Conclusione: non voglio stare sindacare se sia meglio Linux o Windows, nè tantomeno se sia meglio proprietario o GPL, (il gestionale in questione è proprietario) inoltre uso anche Win... era solo per spiegarvi che con le licenze proprietarie bisogna stare più in guardia da eventuali farabutti che con una revoca di licenza improvvisa può rovinarti la vita... tengo a precisare che l'azienda non citata sopra non è gente improvvisata, ma... il più importante produttore di software gestionale in Italia, lo era allora e lo è oggi... tie! così ora potete anche immaginare chi sono questi delinquenti!(linux)
        • Anonimo scrive:
          [OT] Re: Microsoft in malafede o...
          - Scritto da: Anonimo[CUT]
          avevamo un certo gestionale di cui non cito
          il nome per correttezza, che girava su...
          sco xenix... un bel giorno di tanti anni fa
          arriva una lettera: dal 31/12/non ricordo,
          il supporto a quel sistema sarebbe stato
          cessato... Scusa la domanda OT, ho avuto a che fare con SCO Xenix, che pero' conosco pochissimo. Volevo sapere se togliendo un disco fisso con Sco Xenix da una macchina Cyrix 166+ con mobo avente chipset ALi e piazzandolo cosi' com'e' in una macchina Pentium 166 MMX con mobo avente chipset Via o Intel, il sistema operativo potrebbe avere inconvenienti. Insomma, affinche' si sia sicuri che il SO sia affidabile e stabile, i chipset diversi richiedono una reinstallazione di Sco Xenix, una ricompilazione del kernel oppure non c'e' alcun problema?Grazie in anticipo per ogni informazione al riguardo.Saluti da GiGiO
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Re: Microsoft in malafede o...

            Scusa la domanda OT, ho avuto a che fare con
            SCO Xenix, che pero' conosco pochissimo.
            Volevo sapere se togliendo un disco fisso
            con Sco Xenix da una macchina Cyrix 166+ con
            mobo avente chipset ALi e piazzandolo cosi'
            com'e' in una macchina Pentium 166 MMX con
            mobo avente chipset Via o Intel, il sistema
            operativo potrebbe avere inconvenienti.
            Insomma, affinche' si sia sicuri che il SO
            sia affidabile e stabile, i chipset diversi
            richiedono una reinstallazione di Sco Xenix,
            una ricompilazione del kernel oppure non
            c'e' alcun problema?in sco xenix non si ricompila nulla, è fornito in formato binario... penso che potrebbe anche funzionare, molto dipende anche da che versione hai, all'epoca se non ricordo male la sco distribuiva due versioni di xenix 386: una era completa, con manuali ed un paio di chili di dischetti da 3,5" mentre l'altra era la cosiddetta run-time, non ricordo i dettagli ma costava molto meno... se gli hardware sono molto simili, può anche darsi che rifunziona tutto, ma non posso garantirlo, bisognerebbe sentire qualcuno che ha sperimentato sulla propria pelle... ma la domanda sorge spontanea: che ci fai con sco xenix?se hai un programma (binario) che gira li sopra, ti consiglio di lasciare tutto com'è. se vuoi togliere di mezzo un box ormai obsoleto ed hai disposizione una box Linux, potresti provare a far girare il programma li sopra, l'unica cosa è che devi installare e far caricare all'avvio i moduli del kernel iBCS che dovrebbero servire a far girare sul kernel Linux i binari compilati per Unix/Xenix Sys V.Io in passato ho fatto così, su una Red Hat 6.2, kernel 2.2 facevo girare la parte server di un gestionale concepito per Unix Sys V grazie appunto ai moduli iBCS.Una nota finale:dai commenti sui vari forum di PI (che molto spesso sfociano in flame ridicoli) mi accorgo che ancora c'è una nutrita schiera di sistemisti, programmatori e power user che sono convinti che Linux equivale a diverse beghe per la ricompilazione del kernel e palle varie; io uso linux su server dal 1999, sulla mia macchina desktop dal 2001 e sul portatile dal 2002, non ho mai e sottolineo MAI dovuto ricompilare il kernel, sulle mie macchine sono installati anche i sorgenti del kernel solo ed esclusivamente ad uso di vmware, che dopo installato ha bisogno delle librerie in sorgente per compilare i suoi moduli ad hoc per la macchina su cui gira.e l'unica bega di kernel che ho avuto è stata su un hardware ben specifico dove l'accoppiata kernel ottimizzato per athlon + ACPI + vmware non andavano assolutamente daccordo.
  • Anonimo scrive:
    le volpi del deserto...
    Ci hanno messo dieci anni per capirecome funziona apache e come migliorarlo? Chevolpi che sono i loro manager milionari...Forse magari aggiungendo l'interfaccina grafica stupida pergli utenti?Il problema e' che Windows e' marcio alla radiceperche' si deve portare dietro tutta una compatibilita'o presunta compatibilita' vecchia di vent'anni...
    • lroby scrive:
      Re: le volpi del deserto...
      - Scritto da: Anonimo
      Ci hanno messo dieci anni per capire
      come funziona apache e come migliorarlo? Che
      volpi che sono i loro manager milionari...
      Forse magari aggiungendo l'interfaccina
      grafica stupida per
      gli utenti?

      Il problema e' che Windows e' marcio alla
      radice
      perche' si deve portare dietro tutta una
      compatibilita'
      o presunta compatibilita' vecchia di
      vent'anni...ti sembra forse che XP sia fatto per mantenere la legacy con i sistemi vecchi / obsoleti? ma fammi il piacere va...cè qualche cos'altro di marcio qui e non è nei computer.
      • Anonimo scrive:
        Re: le volpi del deserto...
        - Scritto da: lroby
        ti sembra forse che XP sia fatto per
        mantenere la legacy con i sistemi vecchi /
        obsoleti? ma fammi il piacere va...
        cè qualche cos'altro di marcio qui e non è
        nei computer.Il messaggio non l'ho postato io, ma effettivamente win ancora soffra di questo problema. Purtroppo per loro questo è un problema 'commerciale'. Io uso sia win che linux, sinceramente mi sono sempre trovato bene con nt (per lavoro) e poi con 2000. XP non trova i miei favori, al punto da disinstallarlo dai portatili per sostituirlo col 2000. Inizio a temere che l'unione dei due rami 9x nt inizi a dare i suoi cattivi frutti.
        • lroby scrive:
          Re: le volpi del deserto...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: lroby


          ti sembra forse che XP sia fatto per

          mantenere la legacy con i sistemi vecchi /

          obsoleti? ma fammi il piacere va...

          cè qualche cos'altro di marcio qui e non è

          nei computer.

          Il messaggio non l'ho postato io, ma
          effettivamente win ancora soffra di questo
          problema. Purtroppo per loro questo è un
          problema 'commerciale'. Io uso sia win che
          linux, sinceramente mi sono sempre trovato
          bene con nt (per lavoro) e poi con 2000. XP
          non trova i miei favori, al punto da
          disinstallarlo dai portatili per sostituirlo
          col 2000. Inizio a temere che l'unione dei
          due rami 9x nt inizi a dare i suoi cattivi
          frutti.Se Xp avesse lui di per se questi problemi... li darebbe su TUTTI e ripeto TUTTI i computer dove viene installato. invece non è così , comincia ad elencarmi le principali caratteristiche tecniche del pc dove l'hai provato e poi vediamo se non ti sei già risposto da solo....attendo tua rispostasalutilroby
          • Anonimo scrive:
            Re: le volpi del deserto...
            - Scritto da: lroby
            Se Xp avesse lui di per se questi
            problemi... li darebbe su TUTTI e ripeto
            TUTTI i computer dove viene installato.
            invece non è così , comincia ad elencarmi le
            principali caratteristiche tecniche del pc
            dove l'hai provato e poi vediamo se non ti
            sei già risposto da solo....
            attendo tua risposta
            saluti
            lrobyTi infervori un po' troppo, non sto cercando 'consulenze', ho solo parlato della mia esperienza. Ho anche detto che la famiglia nt (fino al 2000) mi ha soddisfatto, non sono un 'fanatico' di nulla per mia natura, d'altra parte non credo di essere l'unico ad aver avuto problemi con xp.
          • lroby scrive:
            Re: le volpi del deserto...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: lroby


            Se Xp avesse lui di per se questi

            problemi... li darebbe su TUTTI e ripeto

            TUTTI i computer dove viene installato.

            invece non è così , comincia ad elencarmi
            le

            principali caratteristiche tecniche del pc

            dove l'hai provato e poi vediamo se non ti

            sei già risposto da solo....

            attendo tua risposta

            saluti

            lrobyScusami , non cercavo polemiche,ma il fatto è che il primo problema riguarda l'età del PC e la sua affidabilità (non legata all'età comunque).ero solo (e lo sono ancora) curioso di vedere se anche questa volta un PC non adatto fosse stata la causa dei problemi..scusa ancora. salutilroby
            Ti infervori un po' troppo, non sto cercando
            'consulenze', ho solo parlato della mia
            esperienza. Ho anche detto che la famiglia
            nt (fino al 2000) mi ha soddisfatto, non
            sono un 'fanatico' di nulla per mia natura,
            d'altra parte non credo di essere l'unico ad
            aver avuto problemi con xp.
        • Vezz scrive:
          Re: le volpi del deserto...

          Il messaggio non l'ho postato io, ma
          effettivamente win ancora soffra di questo
          problema. Purtroppo per loro questo è un
          problema 'commerciale'. Io uso sia win che
          linux, sinceramente mi sono sempre trovato
          bene con nt (per lavoro) e poi con 2000. XP
          non trova i miei favori, al punto da
          disinstallarlo dai portatili per sostituirlo
          col 2000. Inizio a temere che l'unione dei
          due rami 9x nt inizi a dare i suoi cattivi
          frutti.Unione dei due rami 9x nt ? Ma di cosa stai parlando ?Windows XP è tecnicamente equivalente a Windows 2000, tanto più che la versione di Windows 2000 è "5.0", e XP è "5.1". Nessuna unione di rami.
          • lroby scrive:
            Re: le volpi del deserto...
            Quando la gente non ha le basi e la competenza necessaria per capire i problemi che accadono, cominciano a creare le loro fantasie + strane su quale possa essere la causa di un determinato problema..salutilroby- Scritto da: Vezz

            Il messaggio non l'ho postato io, ma

            effettivamente win ancora soffra di questo

            problema. Purtroppo per loro questo è un

            problema 'commerciale'. Io uso sia win che

            linux, sinceramente mi sono sempre trovato

            bene con nt (per lavoro) e poi con 2000.
            XP

            non trova i miei favori, al punto da

            disinstallarlo dai portatili per
            sostituirlo

            col 2000. Inizio a temere che l'unione dei

            due rami 9x nt inizi a dare i suoi cattivi

            frutti.

            Unione dei due rami 9x nt ? Ma di cosa stai
            parlando ?

            Windows XP è tecnicamente equivalente a
            Windows 2000, tanto più che la versione di
            Windows 2000 è "5.0", e XP è "5.1". Nessuna
            unione di rami.
          • Anonimo scrive:
            Re: le volpi del deserto...
            - Scritto da: lroby
            Quando la gente non ha le basi e la
            competenza necessaria per capire i problemi
            che accadono, cominciano a creare le loro
            fantasie + strane su quale possa essere la
            causa di un determinato problema..
            salutieh invece tu con tutte le ca2zate che hai scritto in questo forum nelle ultime ore hai dimostrato di avere delle solide basi eh? ahah ridicolo! 2 braccia rubate all'agricoltura!
  • Anonimo scrive:
    2 suggerimento alla micro_sciocc
    Calare i pantaloni e ritirarsi (all'inferno)!!!
    • lroby scrive:
      Re: 2 suggerimento alla micro_sciocc
      - Scritto da: Anonimo
      Calare i pantaloni e ritirarsi
      (all'inferno)!!!invece di scrivere ste c....te , perchè non fai qualcosa di + utile ??
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 suggerimento alla micro_sciocc
        - Scritto da: lroby

        - Scritto da: Anonimo

        Calare i pantaloni e ritirarsi

        (all'inferno)!!!

        invece di scrivere ste c....te , perchè non
        fai qualcosa di + utile ??Un bel worm ntfs-formatter ad esempio ... :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 suggerimento alla micro_sciocc


          invece di scrivere ste c....te , perchè
          non

          fai qualcosa di + utile ??

          Un bel worm ntfs-formatter ad esempio ... :-)battute a livello di Zelig vedo
  • Anonimo scrive:
    Eh ?
    "... non è né di gettarsi nel business del free software ..."Ma perché, è un business ? :-DFB
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh ?
      - Scritto da: Anonimo
      "... non è né di gettarsi nel business del
      free software ..."

      Ma perché, è un business ? :-Dsembra che solo tu non lo sappia...
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh ?
        Certo che lo è per chi è furbino e attingerà a piene mani dal lavoro gratuito che altri stanno facendo per lui (inconsapevolmente)....
        • KerNivore scrive:
          Re: Eh ?
          - Scritto da: Anonimo
          Certo che lo è per chi è furbino e attingerà
          a piene mani dal lavoro gratuito che altri
          stanno facendo per lui
          (inconsapevolmente)....Inconsapevolmente ?Ma pensi che chi sviluppa OOo (e il software libero in generale) sia scemo ?Pensi che non conoscano i termini della licenza con cui lavorano ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ?


            Inconsapevolmente ?
            Certo non tutti hanno la certezza di dove finirà il loro prodotto non credi? e che uso ne verrà fatto... chi è furbino, ripeto, ne saprà approfittare...
            Ma pensi che chi sviluppa OOo (e il software
            libero in generale) sia scemo ?
            Ma chi l'ha detto?
            Pensi che non conoscano i termini della
            licenza con cui lavorano ?
            Non sono certo che tutti conosocano ste benedette "licenze". Ma poi, visto che siamo in tema, che caspita di valenza hanno ste "licenze"? Chi mi querela se violo la GPL?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ?
            - Scritto da: Anonimo



            Inconsapevolmente ?



            Certo non tutti hanno la certezza di dove
            finirà il loro prodotto non credi? e che uso
            ne verrà fatto... chi è furbino, ripeto, ne
            saprà approfittare...ma de che?
            Non sono certo che tutti conosocano ste
            benedette "licenze". Ma poi, visto che siamo
            in tema, che caspita di valenza hanno ste
            "licenze"? Chi mi querela se violo la GPL?la Free Software Foundation fondata da Richard M. Stallman per chiarirti le idee leggiti quache documentohttp://www.gnu.org/home.it.htmlinvece di sparare boiate
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ?




            Certo non tutti hanno la certezza di dove

            finirà il loro prodotto non credi? e che
            uso

            ne verrà fatto... chi è furbino, ripeto,
            ne

            saprà approfittare...

            ma de che?
            Come "de che"? Ma non ci arrivi proprio? E dire che se parla da giorni di sta roba anche su questo forum....

            Non sono certo che tutti conosocano ste

            benedette "licenze". Ma poi, visto che
            siamo

            in tema, che caspita di valenza hanno ste

            "licenze"? Chi mi querela se violo la GPL?

            la Free Software Foundation fondata da
            Richard M. Stallman
            per chiarirti le idee leggiti quache
            documento
            http://www.gnu.org/home.it.html

            invece di sparare boiatePure maleducato....eppure la domanda, innocua e credo lecita riguarda solo le licenze: per definizione sono dei permessi con i quali si consente lo sfruttamento di una determinata opera, un contratto stipulato tra due parti per stabilire delle regole d'uso: ora cosa comporta violare una licenza tipo la GPL? Questo è un punto sul quale nessuno, tanto meno tu, sa fare chiarezza. Microsoft o chiunque altro vuoi sottopone i clienti all'accettazione di licenze, violando le quali si incorre in sanzioni. Al di là dei contenuti di tali licenze queste esistono e sono sottoposte ad una giurisdizione. Si richiede solo una semplice se ti va di replicare educatamente fallo se no pazienza....
          • KerNivore scrive:
            Re: Eh ?
            - Scritto da: Anonimo



            Inconsapevolmente ?



            Certo non tutti hanno la certezza di dove
            finirà il loro prodotto non credi? e che uso
            ne verrà fatto... chi è furbino, ripeto, ne
            saprà approfittare...Continui a dire idiozie. Chi perde del tempo a scrivere del software per un progetto, sa perfettamente con che licenza verra' rilasciato e sa perfettamente che qualcun'altro puo' rivenderlo e farci dei soldi. E ovviamente sono perfettamente daccordo che questo accada.Ripeto : pensi che gli sviluppatori di software libero siano degli scemi che si fanno sfruttare ?

            Ma pensi che chi sviluppa OOo (e il
            software

            libero in generale) sia scemo ?



            Ma chi l'ha detto? L'hai detto te implicitamente, affermando che si fanno sfruttare senza rendersene conto.

            Pensi che non conoscano i termini della

            licenza con cui lavorano ?



            Non sono certo che tutti conosocano ste
            benedette "licenze".Ti chiedo : tu lavoreresti giorni e giorni su un progetto, senza nemmeno informarti ?Senza contare che _ogni_ sviluppatore minimamente serio, _conosce_ le licenze con cui lavora.
            Ma poi, visto che siamo
            in tema, che caspita di valenza hanno ste
            "licenze"? Chi mi querela se violo la GPL?Una licenza d'uso e distribuzione di un prodotto, ha valore giuridico come le altre. Che siano le licenze di M$, di Oracle, la GPL o la BSD.Di fronte alla legge la violazine di una o dell'altra e' esattamente lo stesso reato.Poi, come in tutte le faccende legali, tanta differenza la fa _chi_ c'e' dalla parte dell'accusa. Se c'e' microsoft e' un conto, se ci sono io e' un'altro... e questo e' uno dei motivi per cui esiste la FSF, per dare "forza" a chi cerca di far valere le licenze libere in tribunale.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ?


            Continui a dire idiozie. Posso anche dire delle cose sbagliate, non tutti sono "gegni" come te probabilmente, di norma una persona che ha le conoscenze e le vuole condividere (dove l'ho già sentita questa manifestazione di intenti....) prova a spiegarle agli interlocutori prima di dargli dell'idiota. Vabbè che l'anonimato fa uscire fuori il maleducato, scusate la rima
            Chi perde del tempo
            a scrivere del software per un progetto, sa
            perfettamente con che licenza verra'
            rilasciato e sa perfettamente che
            qualcun'altro puo' rivenderlo e farci dei
            soldi. E ovviamente sono perfettamente
            daccordo che questo accada.
            Ok, questo è un chiarimento che tuttavia coincide con la mia visione ...c'è chi sviluppa e chi ne approffitta ...
            L'hai detto te implicitamente, affermando
            che si fanno sfruttare senza rendersene
            conto.
            Al contrario di te non mi permetto di dare dello scemo o dell'idiota a nessuno. Non l'ho certo tirato fuori io quel termine. Il punto che volevo sottolineare è che chi produce qualche cosa che regala ad altri (o lo fa sottopagare) può anche perdere la misura di quanto effettivamente vale quel che produce. Faccio un esempio: Phil Katz (anche se non calza alla perfezione, lo so) e il suo algoritmo di compressione divenuto uno standard. Lungi da me affermare che fosse uno "scemo" ma non credo sapesse che cosa aveva di fatto partorito. Comunque ci ritorno sopra più avanti. Quanto al discorso dello sfruttamento caro mio il discorso sarebbe lungo comunque.. e forse coinvolge non tanto lo sviluppatore quanto altre aree di lavoro.

            Ti chiedo : tu lavoreresti giorni e giorni
            su un progetto, senza nemmeno informarti ?
            Credi che ci sia chi non lo fa? E non è uno "scemo" magari è solo un illuso o un appassionato. E il mio plauso va anche a lui.
            Una licenza d'uso e distribuzione di un
            prodotto, ha valore giuridico come le altre.
            Che siano le licenze di M$, di Oracle, la
            GPL o la BSD.

            Di fronte alla legge la violazine di una o
            dell'altra e' esattamente lo stesso reato.

            Poi, come in tutte le faccende legali, tanta
            differenza la fa _chi_ c'e' dalla parte
            dell'accusa. Se c'e' microsoft e' un conto,
            se ci sono io e' un'altro... e questo e' uno
            dei motivi per cui esiste la FSF, per dare
            "forza" a chi cerca di far valere le licenze
            libere in tribunale.

            Ciao.Si... risultati tangibili? Processi, querele , condanne? Vedi la forza di una licenza, come di una legge, sta nel farla rispettare. Fare una legge senza gli strumenti per farla applicare è come non farla. Per fare allacciare le cinture a qualche italiano hanno dovuto introdurre la patente a punti, prima chi se la filava? E sta GPL e le altre vengono rispettate? Se no si rientra nel mio discorso dello sfruttamento e di chi lavora sul serio convinto che il suo prodotto sia tutelato e invece non lo è per nulla. Grazie comunque dei chiarimenti ma renditi conto che non tutti possono pensarla come te.
          • KerNivore scrive:
            Re: Eh ?
            - Scritto da: Anonimo



            Continui a dire idiozie.

            Posso anche dire delle cose sbagliate, non
            tutti sono "gegni" come te probabilmente, di
            norma una persona che ha le conoscenze e le
            vuole condividere (dove l'ho già sentita
            questa manifestazione di intenti....) prova
            a spiegarle agli interlocutori prima di
            dargli dell'idiota. Non ho dato dell'idiota a te, ho detto che hai scritto idiozie. Ed e' ben diverso.
            Vabbè che l'anonimato
            fa uscire fuori il maleducato, scusate la
            rimaIo almeno sono un utente registrato ! Te sei piu' anonimo di me !

            Chi perde del tempo

            a scrivere del software per un progetto,
            sa

            perfettamente con che licenza verra'

            rilasciato e sa perfettamente che

            qualcun'altro puo' rivenderlo e farci dei

            soldi. E ovviamente sono perfettamente

            daccordo che questo accada.



            Ok, questo è un chiarimento che tuttavia
            coincide con la mia visione No scusa. Se rileggi i post precedenti vedrai che la tua visione era : I programmatori sono sfruttati INCONSAPEVOLMENTE.Quello che ho cercato di dirti in n post e' che i programmatori sono CONSAPEVOLI di quello che altri possono fare col loro codice.

            L'hai detto te implicitamente, affermando

            che si fanno sfruttare senza rendersene

            conto.



            Al contrario di te non mi permetto di dare
            dello scemo o dell'idiota a nessunoBeh, manco io ho dato dello scemo o dell'idiota a nessuno. Ripeto: ho criticato (ok, forse un po troppo fortemente) le cose che hai scritto, non te personalmente.
            Credi che ci sia chi non lo fa? E non è uno
            "scemo" magari è solo un illuso o un
            appassionato. E il mio plauso va anche a
            lui.No, secondo me non esiste un programmatore di software libero che non sappia cosa sta facendo. La storia di Katz IMHO e' totalmente un'altra faccenda.[licenze]
            Si... risultati tangibili? Processi, querele
            , condanne? Vedi la forza di una licenza,
            come di una legge, sta nel farla rispettare.Si, ci sono stati processi e condanne. Credo sia tutto documentato sul sito della FSF.
            Fare una legge senza gli strumenti per farla
            applicare è come non farla. Gli strumenti sono la legge. Come dicevo nell'altro post, se andiamo in tribunale io e microsoft, per quanta ragione io possa avere, perderei di sicuro, ed e' per questo che esiste la FSF, per dare _forza_ a chi vuol far valere le proprie ragioni ed i propri diritti (insomma, la giustizia)
            Per fare
            allacciare le cinture a qualche italiano
            hanno dovuto introdurre la patente a punti,
            prima chi se la filava? E cosa cambia ? Quando si saranno rotti le palle di fare controlli, tornera' tutto come prima.
            E sta GPL e le altre
            vengono rispettate? Se no si rientra nel mio
            discorso dello sfruttamento e di chi lavora
            sul serio convinto che il suo prodotto sia
            tutelato e invece non lo è per nulla.Questo e' un caso diverso da quello iniziale.Sfruttare _legalmente_ la gpl per fare soldi e' ok.Sfruttare codice GPL di nascosto in progetti proprietari e' tutto un altro paio di maniche. E il post iniziale parlava del primo caso (credo, non ho voglia di andare a controllare)Se poi vogliamo affermare che chiunque sia sufficientemente ricco e potente puo' usare tutto il codice che vuole, allora e' anche inutile stare qui a parlare di leggi e licenze, perche' a quel punto qualunque licenza e' inutile.
            Grazie comunque dei chiarimenti ma renditi
            conto che non tutti possono pensarla come
            te.Io non pretendo che tutti la pensino come me ! Ho solo espresso il mio dissenso su una tua affermazione !Ciao !
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ?


            Non ho dato dell'idiota a te, ho detto che
            hai scritto idiozie. Ed e' ben diverso.
            Beh pare che io abbia dato dello scemo a qualcuno quando non ho manco tirato fuori la parola "scemenza"... Vabbè, chiusa qua.

            Io almeno sono un utente registrato ! Te sei
            piu' anonimo di me !
            Forse tu hai colpito un palo ma siamo sempre 0-0 ;-)

            No scusa. Se rileggi i post precedenti
            vedrai che la tua visione era :
            I programmatori sono sfruttati
            INCONSAPEVOLMENTE.
            Quello che ho cercato di dirti in n post e'
            che i programmatori sono CONSAPEVOLI di
            quello che altri possono fare col loro
            codice.
            Allargo il discorso, che forse vale la pena sviscerare: il lavoro fatto for free da legioni di programmatori può essere sfruttato al di là delle loro stesse intenzioni. Non parlo di estensioni o modifiche dei programmi quanto proprio dell'uso degli stessi per arrivare ad altri scopi, ad es. di natura commerciale. Parlo ad es di IBM o di Microsoft stessa che attingono a piene mani da un patrimonio conoscitivo che non è il loro e possono arrivare a nuocere a chi questo patrimonio lo ha divulgato. L'inconsapevolezza non consiste nel mero aspetto tecnico quanto in altre conseguenze di respiro più ampio. Si va nel campo delle ipotesi, certo, ma sono sicuro che vi sono conseguenze nel rilascio di software di un certo spessore che non possono essere preventivate. Parlo con una certa cognizione di causa nel senso che conosco, per lavoro, la mentalità di chi opera dietro le quinte.

            No, secondo me non esiste un programmatore
            di software libero che non sappia cosa sta
            facendo. La storia di Katz IMHO e'
            totalmente un'altra faccenda.
            Può darsi che sia come dici tu, non lo so. L'esempio era per riferire di una piccola trovata software che, commercialmente parlando, è risultata imprevedibile per il suo stesso autore.
            Si, ci sono stati processi e condanne. Credo
            sia tutto documentato sul sito della FSF.
            Bene, allora cerco di aggiornarmi.

            Gli strumenti sono la legge. Come dicevo
            nell'altro post, se andiamo in tribunale io
            e microsoft, per quanta ragione io possa
            avere, perderei di sicuro, ed e' per questo
            che esiste la FSF, per dare _forza_ a chi
            vuol far valere le proprie ragioni ed i
            propri diritti (insomma, la giustizia)
            Speriamo.

            E cosa cambia ? Quando si saranno rotti le
            palle di fare controlli, tornera' tutto come
            prima.
            Questo non lo credo stavolta, ma andiamo OT.

            Questo e' un caso diverso da quello iniziale.
            Sfruttare _legalmente_ la gpl per fare soldi
            e' ok.
            Bene.

            Se poi vogliamo affermare che chiunque sia
            sufficientemente ricco e potente puo' usare
            tutto il codice che vuole, allora e' anche
            inutile stare qui a parlare di leggi e
            licenze, perche' a quel punto qualunque
            licenza e' inutile.
            No no, il punto, l'unico importante, è quello di cui sopra: se c'è una licenza chi e come la fa rispettare. Il resto è un altro discorso, chiaramente.

            Ciao !Ciao.
          • KerNivore scrive:
            Re: Eh ?
            - Scritto da: Anonimo



            Non ho dato dell'idiota a te, ho detto che

            hai scritto idiozie. Ed e' ben diverso.



            Beh pare che io abbia dato dello scemo a
            qualcuno quando non ho manco tirato fuori la
            parola "scemenza"... Vabbè, chiusa qua.Ok ! lasciamo da parte i surriscaldamenti e torniamo alle questioni informatiche :-)

            Quello che ho cercato di dirti in n post
            e'

            che i programmatori sono CONSAPEVOLI di

            quello che altri possono fare col loro

            codice.



            Allargo il discorso, che forse vale la pena
            sviscerare: il lavoro fatto for free da
            legioni di programmatori può essere
            sfruttato al di là delle loro stesse
            intenzioni. Non parlo di estensioni o
            modifiche dei programmi quanto proprio
            dell'uso degli stessi per arrivare ad altri
            scopi, ad es. di natura commerciale. Parlo
            ad es di IBM o di Microsoft stessa che
            attingono a piene mani da un patrimonio
            conoscitivo che non è il loro e possono
            arrivare a nuocere a chi questo patrimonio
            lo ha divulgato.mmm. ok. non sono sicuro di aver capito esattamente quello che vuoi dire quando parli di "patrimonio conoscitivo". Se e' come ho capito, questa e' la mia risposta :La diffusione della conoscenza fa parte degli "alti scopi" della GPL ed e' uno dei sentimenti che ha spinto RMS ad idearla. Credo che una buona parte della gente che usa la GPL o che contribuisce a progetti che la usano, sia daccordo con questi "sentimenti".Altri invece possono apprezzarne solo i vantaggi piu' strettamente tecnici, pero' non ci vedo niente di male nello sfruttamento del sapere ! nemmeno a fini economici ! Ma forse non ho capito il senso del tuo ragionamento...
            L'inconsapevolezza non
            consiste nel mero aspetto tecnico quanto in
            altre conseguenze di respiro più ampio. Si
            va nel campo delle ipotesi, certo, ma sono
            sicuro che vi sono conseguenze nel rilascio
            di software di un certo spessore che non
            possono essere preventivate.Cioe ?

            No, secondo me non esiste un programmatore

            di software libero che non sappia cosa sta

            facendo. La storia di Katz IMHO e'

            totalmente un'altra faccenda.



            Può darsi che sia come dici tu, non lo so.
            L'esempio era per riferire di una piccola
            trovata software che, commercialmente
            parlando, è risultata imprevedibile per il
            suo stesso autore.Gia', ma lui che fine ha fatto ? Non ho seguito bene la storia, ma almeno, e' diventato ricco ? :-)

            E cosa cambia ? Quando si saranno rotti le

            palle di fare controlli, tornera' tutto
            come

            prima.



            Questo non lo credo stavolta, ma andiamo OT.Si dai ! Anche quando hanno messo le cinture obbligatorie hanno iniziato facendo un sacco di controlli e spacciandolo per un successo in termini di vite salvate.Ora stanno facendo lo stesso, almeno fino a quando ci saranno controlli cosi' severi, cioe' ancora per poco.Dopodiche' tutti inizieranno ad andare come dei pazzi come prima, e il numero delle vittime (purtroppo) salira' agli stessi livelli del periodo pre-patente-a-punti.Ma, of course, e' solo una mia ipotesi.Ciao !
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ?

            mmm. ok. non sono sicuro di aver capito
            esattamente quello che vuoi dire quando
            parli di "patrimonio conoscitivo". Se e'
            come ho capito, questa e' la mia risposta :

            La diffusione della conoscenza fa parte
            degli "alti scopi" della GPL ed e' uno dei
            sentimenti che ha spinto RMS ad idearla.
            Credo che una buona parte della gente che
            usa la GPL o che contribuisce a progetti che
            la usano, sia daccordo con questi
            "sentimenti".

            Altri invece possono apprezzarne solo i
            vantaggi piu' strettamente tecnici, pero'
            non ci vedo niente di male nello
            sfruttamento del sapere ! nemmeno a fini
            economici !

            Ma forse non ho capito il senso del tuo
            ragionamento...
            In breve: quando vedi certi squali tipo IBM, Sun o MS stessa intorno a certi ambiti puoi star certo che hanno dei secondi fini che trascendono lo spirito di qualunque comunità, se non per convenienza... offri a loro e domani ti sbatteranno la porta in faccia, appena gli converrà... sfruttano, non collaborano e in questo senso ho la pericolosa sensazione che la comunità Open Source in particolare non abbia questa sensibilità ..sia "inconsapevole" dei pericoli insiti in forme di tutela del proprio operato che non riesco a non ritenere blande.

            Cioe ?
            Vedi sopra ....

            Gia', ma lui che fine ha fatto ? Non ho
            seguito bene la storia, ma almeno, e'
            diventato ricco ?

            :-)
            Per quanto ne so è morto se non in miseria quasi, anche se magari ci ha messo del suo...
            Dopodiche' tutti inizieranno ad andare come
            dei pazzi come prima, e il numero delle
            vittime (purtroppo) salira' agli stessi
            livelli del periodo pre-patente-a-punti.

            Ma, of course, e' solo una mia ipotesi.

            Ciao !In realtà c'è il fatto che stavolta ci sono dei punti, cioè una base numerica che spaventa... non ti allacci le cinture e rischi di finire da +20 a +17, mi pare .... e questo spaventa più di ogni multa... certo se cominceranno a lasciar correre troppo è chiaro che si torna all'antico....Ciao.
          • KerNivore scrive:
            Re: Eh ?

            In breve: quando vedi certi squali tipo IBM,
            Sun o MS stessa intorno a certi ambiti puoi
            star certo che hanno dei secondi fini che
            trascendono lo spirito di qualunque
            comunità, se non per convenienza...Beh, questo e' chiaro ! A loro interessa fare $$$ ! Ma anche questa, ti assicuro, e' una cosa nota a tutti gli sviluppatori !Resta il fatto che alcuni sono stati meno squali di quanto avrebbero potuto esserlo. Ad esempio IBM finanzia molti progetti Open Source e ha regalato alla comunita' moltissimo codice (un esempio su tutti, JFS).Stessa cosa per altri "big" (ad eccezione di Sun).Da un certo punto di vista, saranno sempre costretti dalla GPL a rendere pubbliche le loro migliorie su prodotti GPL'ed (o con licenze simili).Anche se questo non li obbliga a collaborare strettamente con la comunita', potrebbero semplicemente fare le loro patch e dire "questo e' il nostro kernel, se volete e' li, non vi staremo certo a spiegare cosa fanno le nostre patch e perche'", ma tutto sommato non penso che gli converrebbe piu' di tanto.
            offri a
            loro e domani ti sbatteranno la porta in
            faccia, appena gli converrà... sfruttano,
            non collaborano e in questo senso ho la
            pericolosa sensazione che la comunità Open
            Source in particolare non abbia questa
            sensibilità ..sia "inconsapevole" dei
            pericoli insiti in forme di tutela del
            proprio operato che non riesco a non
            ritenere blande.Dipende da cosa intendi per "sbattere la porta in faccia". Potrebbe verificarsi uno scenario come quello che ho descritto sopra, ma, almeno nei progetti con una licenza simi-GPL, almeno il codice modificato sara' visibile. Come dire "si, abbiamo perso la collaborazione, pero' possiamo vedere cosa fanno !"

            Dopodiche' tutti inizieranno ad andare
            come

            dei pazzi come prima, e il numero delle

            vittime (purtroppo) salira' agli stessi

            livelli del periodo pre-patente-a-punti.



            Ma, of course, e' solo una mia ipotesi.



            Ciao !

            In realtà c'è il fatto che stavolta ci sono
            dei punti, cioè una base numerica che
            spaventa... non ti allacci le cinture e
            rischi di finire da +20 a +17, mi pare ....
            e questo spaventa più di ogni multa... certo
            se cominceranno a lasciar correre troppo è
            chiaro che si torna all'antico....Ti ricordi quando hanno messo le cinture obbligatorie per legge ? Nei primi tempi sembrava che tutti avessero capito l'importanza delle cinture di sicurezza. Invece era semplicemente che avevano intensificato i controlli. Dopo un po i vigili hanno smesso di essere troppo severi ed hanno iniziato a lasciar correre, e un sacco di gente ha iniziato a non portare piu' le cinture.Secondo me finira' cosi' anche con la cosa dei punti...Alla fin fine, perdere dei punti sulla patente o la multa non fa differenza se nessuno ti ferma... :-)
  • Anonimo scrive:
    L'unica verita' della M$
    "Per noi questa rappresenta un'opportunità per apprendere":D :D :DComunque sara' divertente utilizzare la prossima versione di windows con il kernel Linux.Oppure utilizzare il sicurissimo server Internet "Apache Infomation Server" :D
  • Anonimo scrive:
    Come si stabilisce la propieta'?
    Difronte ha due porzioni di codice identiche, una presa da un sw in licenza GPL l'altra daun sw propietario, abbiamo tre possibilita':1) e' un caso (la scartiamo)2) il codice propietario e' una copia del GPL3) il codice GPL e' una copia del propietarioCom'e' possibile stabilire se e' vera 2) o 3)???Mie osservazioni:caso 2) basta un "copia&incolla", tanto il codice e' chiuso, quindi nessuno puo' controllarlo (o cmq non facile), dimostrando che viola la GPL.caso 3) ci deve essere un programmatore che decide di violare un contratto, rischiando persecuzioni legali, divulgando conoscenze che non poteva divulgareVoi che dite?
    • Anonimo scrive:
      Re: Come si stabilisce la propieta'?
      ma ti pare che con tutti i programmatori e lerisorse in generale che ha Microsoft devonomettersi a copia-incollare il codice di Linux ?ridicolo...al massimo ruberanno alcuni concetti, ma ilcodice lo faranno sviluppare inernamente perpotersi avvalere delle proprie API (o credi chesi mettano a copia-incollare tutto il kernel ?)
      • nglrossi scrive:
        Re: Come si stabilisce la propieta'?
        - Scritto da: Anonimo
        ma ti pare che con tutti i programmatori e le
        risorse in generale che ha Microsoft devono
        mettersi a copia-incollare il codice di
        Linux ?

        ridicolo...

        al massimo ruberanno alcuni concetti, ma il
        codice lo faranno sviluppare inernamente per
        potersi avvalere delle proprie API (o credi
        che
        si mettano a copia-incollare tutto il kernel
        ?)Già ridocolo... peccato che (e la notizia ha più di un anno) invece di mettersi a scrivere uno stack tcp decente (cosa forse impossibile in m$) abbia implementato con fantasia parti di codice opensource..
  • Anonimo scrive:
    domanda : forse OT
    Parlando di prove di sistemi operativi alternativi, qualcuno di voi usa FreeBSD sul PC di casa ?Se si con quale soddisfazione ? Mi piacerebbe provarlo ma non so a cosa vado in contro.Ogni opinione (seria) è la benvenuta !
    • KerNivore scrive:
      Re: domanda : forse OT
      - Scritto da: Anonimo
      Parlando di prove di sistemi operativi
      alternativi, qualcuno di voi usa FreeBSD sul
      PC di casa ?
      Se si con quale soddisfazione ? Mi
      piacerebbe provarlo ma non so a cosa vado in
      contro.
      Ogni opinione (seria) è la benvenuta !Vai incontro ad uno unix serio e performante.L'unica pecca e' che l'hardware supportato, pur essendo tanto, non e' tantissimo.Controlla che tutto il tuo hw sia compatibile e lanciati pure nell'installazione !Ah, non aspettarti un installer con iconette e grafica ! Non c'e' e non ce n'e' bisogno :-)E preparati a dover leggere un po di documentazione !Ciao, good luck !
      • Anonimo scrive:
        Re: domanda : forse OT
        Mi associo e aggiungo anche che è uno dei pochi SO free ad avere una licenza veramente free.Altro che GPL castrante e amebosa
        • KerNivore scrive:
          Re: domanda : forse OT
          - Scritto da: Anonimo
          Mi associo e aggiungo anche che è uno dei
          pochi SO free ad avere una licenza veramente
          free.

          Altro che GPL castrante e amebosaEhm... non attacchiamo col discorso delle licenze !In effetti quando ho parlato di BSD ho dimenticato di accennare alla pecca della licenza... :-)
  • Anonimo scrive:
    ma la pagano la licenza a SCO?
    come da oggetto!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la pagano la licenza a SCO?
      - Scritto da: Anonimo
      come da oggetto!Loro si..... tu invece?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma la pagano la licenza a SCO?
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        come da oggetto!

        Loro si..... tu invece?Risposta sbagliata !!!Non c'è nessuna licenza da pagare a SCO....ora puoi tornare nell'angolo
        • Anonimo scrive:
          Re: ma la pagano la licenza a SCO?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          come da oggetto!



          Loro si..... tu invece?


          Risposta sbagliata !!!

          Non c'è nessuna licenza da pagare a
          SCO....ora puoi tornare nell'angoloAspetta che la finanza ti bussi alla porta e poi vedrai come ti cagi addosso Linux = Pirateria
          • Anonimo scrive:
            Re: ma la pagano la licenza a SCO?

            Linux = Pirateriamphh... muahmuahmuahmuah:°°°D ma ti prego! ma fino a 5 minuti fa non era windows ad essere associato alla pirateria? :°°°Dma se proprio devi fare il troll (troll), fallo come si deve :°°°Doddio :°°°D (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma la pagano la licenza a SCO?

            Aspetta che la finanza ti bussi alla porta e
            poi vedrai come ti cagi addosso

            Linux = PirateriaTi CAGI addosso ? ma prenditi _imodium_ che altrimenti non si capisce da che parte ti escono stè cose...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma la pagano la licenza a SCO?
            no, deve prendere palladium altrimenti ha paura di essere un pirata senza saperlo!
          • Anonimo scrive:
            Re: ma la pagano la licenza a SCO?
            - Scritto da: Anonimo
            no, deve prendere palladium altrimenti ha
            paura di essere un pirata senza saperlo!Giusto ! l'abbinamento _imodium_ - palladium è sensato, fanno ca.......... tutti e due
          • Anonimo scrive:
            Re: ma la pagano la licenza a SCO?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            no, deve prendere palladium altrimenti ha

            paura di essere un pirata senza saperlo!

            Giusto ! l'abbinamento _imodium_ - palladium
            è sensato, fanno ca.......... tutti e due hai ragione ma imodium serve per evitare di ca..garsi addosso e secondo me sempre qualcuno a Redmond lo dovrebbe usare
          • Anonimo scrive:
            Re: ma la pagano la licenza a SCO?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            come da oggetto!





            Loro si..... tu invece?





            Risposta sbagliata !!!



            Non c'è nessuna licenza da pagare a

            SCO....ora puoi tornare nell'angolo

            Aspetta che la finanza ti bussi alla porta e
            poi vedrai come ti cagi addosso

            Linux = Pirateriasei pronto a sostenerlo di fronte al tribunale ?Sei pronto a essere denunciato per calunnia?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la pagano la licenza a SCO?
      ROTFL :D :D :D
    • Elwood_ scrive:
      Re: ma la pagano la licenza a SCO?
      - Scritto da: Anonimo
      come da oggetto!Elwood ti dice che sei un GRANDE! :DLa tua considerazione è fantastica 8)Rispondendoti: secondo me sai che ti dico che se la Sco sa che Microsoft usa Linux, vedrai che chiude un occhio... e pure l'altro
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la pagano la licenza a SCO?
      - Scritto da: Anonimo
      come da oggetto!soldi buttati: ormai è chiaro che SCO vuol far passare vecchio codice BSD per robba sua.http://perens.com/Articles/SCO/SCOSlideShow.htmlIl bluff di SCO è stato scoperto
  • Anonimo scrive:
    Pericoloso...
    ...per loro.E se gli piacesse? Ci ritroveremmo con un Linux 2000 o Linux XP?Brrrr... Speriamo di no... :D
  • Vaira scrive:
    Meno male
    Stai a vedere che così intanto che testano linux, iniziano a testare un pò anche i loro sistemi e certi bug li scovano PRIMA di cagare fuori una nuova versione di sistema operativo all'anno.(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male
      - Scritto da: Vaira
      Stai a vedere che così intanto che testano
      linux, iniziano a testare un pò anche i loro
      sistemi e certi bug li scovano PRIMA di
      cagare fuori una nuova versione di sistema
      operativo all'anno.
      (linux)forse tu non lo sai... ma i sistemi operativi ( come tutti i software microsoft ) vengono spediti in versione beta a molti sviluppatori ( fatti un giro su msdn.microsoft.com ).. e spesso capita che prima di passare da una beta a una versione finale passino due anni in cui vengono fatti tutti i test possibili. Ovvio che solo una volta che il software raggiunge una distribuzione planetaria, sarà possibile accorgersi di qualche bug che sarà corretto "abbastanza" celermente.Riguardo alla tua seconda frase.. direi che non sai contare molto bene.Utenza AziendaleWindows 2000 ---
      windows 2003Utenza domesticaWindows 98 ---
      windows XP ---
      LongHorn (2004?)se a te sembra che escano ogni anno forse dovresti rifare la prima elementare.salutiRoberto
      • Vaira scrive:
        Re: Meno male
        - Scritto da: Anonimo
        Utenza Aziendale
        Windows 2000 ---
        windows 2003
        Utenza domestica
        Windows 98 ---
        windows XP ---
        LongHorn
        (2004?)Caro Anonimo, mi vuoi dire che prima di defecare XP nei pc venduti ci mettevano '98 con licenza oem?Perchè non ci metti anche WinME nell'elenco? Troppa vergogna?
        • Anonimo scrive:
          Re: Meno male
          Io aggiungerei anche windows 98 SE ;)
          • Locke scrive:
            Re: Meno male
            - Scritto da: Anonimo
            Io aggiungerei anche windows 98 SE ;)Quindi si, è un windows nuovo all'anno, mio caro anonimo di qualche messaggio prima...Anche perchè nelle aziende vedi tranquillamente ancora 95, 98, me, xp, 2000, la tua distinzione tra casalinghi e per azienda è fuffa
          • Vaira scrive:
            Re: Meno male
            Hey, non dimentichiamoci di NT con tutte le sue versioni
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male
            - Scritto da: Vaira
            Hey, non dimentichiamoci di NT con tutte le
            sue versionibah, a mio parere m$ in 9 anni ha sfornato sulo 2 sistemi operativi:95 e nttutti gli altri sono solo surrogati. Nessuno sano di mente oserebbe dire che winMe e' un altro sistema operativo rispetto al 95. In cosa sono diversi?, in nulla, hanno solo aggiunto il supporto ai dispositivi che man mano uscivano sul mercato (e non e' un grande sforzo, dato che le specifiche a m$ gli piovono direttamente da chi produce l'hardware), e si sono limitati a portare un po' di nt in winMe, tutto qui. Windows 2000?, beh, il cuore del sistema operativo da quel che so' non e' stato scritto da programmatori stipendiati microsoft, ma da terzi, che hanno fatto patto di non divulgazione ed hanno "aggiornato il codice NT". XP infine non e' altro che una maschera di carnevale messa sopra a win2k
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male
            Si potrebbe dire, "parafrasando" linux, che winXp sia la 1.1 di nt, ossia fino ad ora m$ si e' limitata a correggere i bug di nt
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male

            XP infine non e' altro che una maschera
            di carnevale messa sopra a win2kNulla di piu' sbagliato, l'inerfaccia e' simile ma le differenze sono notevoli.Win2k fa girare i driver in protected-mode (sistema + stabile)winXP lo fa in real-mode (migliori prestazioni)(o viceversa? scusate sono un linuxiano :-)
          • lroby scrive:
            Re: Meno male


            XP infine non e' altro che una maschera

            di carnevale messa sopra a win2k

            Nulla di piu' sbagliato, l'inerfaccia e'
            simile ma le differenze sono notevoli.
            Magari win2000 fosse assomigliato lontanamente al XP,che tra l'altro fa girare i driver in WDM (Windows Device Model) , driver unificati per molte versioni di Windows (infatti è lo stesso per XP , Winme e win2000)Ormai il concetto è questo,almeno per i pc nuovi :Azienda , c'era il 2000 , ora cè il XP Prof.casa , c'era il ME , ora cè il XP HE.fine delle trasmissioni.lroby
            Win2k fa girare i driver in protected-mode
            (sistema + stabile)
            winXP lo fa in real-mode (migliori
            prestazioni)

            (o viceversa? scusate sono un linuxiano :-)
          • lroby scrive:
            Re: Meno male
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Vaira

            Hey, non dimentichiamoci di NT con tutte
            le

            sue versioni

            bah, a mio parere m$ in 9 anni ha sfornato
            sulo 2 sistemi operativi:

            95 e nt

            tutti gli altri sono solo surrogati. Nessuno
            sano di mente oserebbe dire che winMe e' un
            altro sistema operativo rispetto al 95. In
            cosa sono diversi?, in nulla, hanno solo
            aggiunto il supporto ai dispositivi che man
            mano uscivano sul mercato (e non e' un
            grande sforzo, dato che le specifiche a m$
            gli piovono direttamente da chi produce
            l'hardware), e si sono limitati a portare
            un po' di nt in winMe, tutto qui. Windows
            2000?, beh, il cuore del sistema operativo
            da quel che so' non e' stato scritto da
            programmatori stipendiati microsoft, ma da
            terzi, che hanno fatto patto di non
            divulgazione ed hanno "aggiornato il codice
            NT". XP infine non e' altro che una maschera
            di carnevale messa sopra a win2kSecondo me , hai non pochi problemi... che senso avrebbe aver sviluppato altre versioni di Windows se tanto il 95 e NT andavano benissimo.??Sarebbe come dire, perchè siamo arrivati alle automobili di oggi se tanto sono dei surrogati delle carrozze a cavallo di una volta.. in + inquinano e costa un sacco mantenerle!!fammi il piacere...Ho come l'impressione che tu non abbia mai visto funzionare un sistema operativo MS diverso da quei 2 elencati sopra...salutilroby
          • nglrossi scrive:
            Re: Come si stabilisce la propieta'?
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Vaira


            Hey, non dimentichiamoci di NT con
            tutte

            le


            sue versioni



            bah, a mio parere m$ in 9 anni ha sfornato

            sulo 2 sistemi operativi:



            95 e nt



            tutti gli altri sono solo surrogati.
            Nessuno

            sano di mente oserebbe dire che winMe e'
            un

            altro sistema operativo rispetto al 95. In

            cosa sono diversi?, in nulla, hanno solo

            aggiunto il supporto ai dispositivi che
            man

            mano uscivano sul mercato (e non e' un

            grande sforzo, dato che le specifiche a m$

            gli piovono direttamente da chi produce

            l'hardware), e si sono limitati a
            portare

            un po' di nt in winMe, tutto qui. Windows

            2000?, beh, il cuore del sistema operativo

            da quel che so' non e' stato scritto da

            programmatori stipendiati microsoft, ma da

            terzi, che hanno fatto patto di non

            divulgazione ed hanno "aggiornato il
            codice

            NT". XP infine non e' altro che una
            maschera

            di carnevale messa sopra a win2k

            Secondo me , hai non pochi problemi... che
            senso avrebbe aver sviluppato altre versioni
            di Windows se tanto il 95 e NT andavano
            benissimo.??(snip)Usalo quel neurone!! Fa' no sforzo!!! Hai letto da qualche parte che il passaggio da 95 al 98 era gratuito?
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male
            - Scritto da: Locke
            - Scritto da: Anonimo

            Io aggiungerei anche windows 98 SE ;)

            Quindi si, è un windows nuovo all'anno, mio
            caro anonimo di qualche messaggio prima...

            Anche perchè nelle aziende vedi
            tranquillamente ancora 95, 98, me, xp, 2000,
            la tua distinzione tra casalinghi e per
            azienda è fuffachiedo venia per essermi dimenticato di WinMe e Win98 SE.cmq la distinzione per quanto riguarda utenza domestica e aziendale c'è, ma se tu pensi il contrario sono affari tuoi però se vuoi mettere su dei server non usi XP ma Win2000 Server.mi sbagliavo come detto per la serie di OS domestici 95 ( con + versioni) - 98 - Me - XP comunque in 9 anni non sono molte anche perchè di tanto in tanto vedo uscire nuove release di linux e nessun si scandalizza anzi le saluta con felicità. Ovvio che vale anche il fattore del prezzo... ma ricordiamo anche che si può passare da una licenza all'altra senza ricomprare tutto ma con gli upgrade.Per il mondo aziendale invece dopo da NT 4 al 2000 sono passati alcuni anni.. dal 2000 al nuovo 2003 altri tre anni.. qui proprio non mi pare che sia poco tempo tra una e l'altra.
          • Vaira scrive:
            Re: Meno male

            mi sbagliavo come detto per la serie di OS
            domestici 95 ( con + versioni) - 98 - Me -
            XP comunque in 9 anni non sono molte anche
            perchè di tanto in tanto vedo uscire nuove
            release di linux e nessun si scandalizzaE' diverso, perchè linux è una scatola di lego da mettere insieme ed ogni pezzo è manutenuto dalla propria comunità di sviluppatori. Ecco perchè ci sono nuove release delle sue componenti quasi con cadenza giornaliera.Se invece per nuove versioni di linux intendo le major release del kernel, passano spesso anche due anni per passare da una versione all'altra, e guarda che tra la 2.0 e la 2.2, o tra la 2.2 e la 2.4 la versione rilasciata è una sola perchè il 2.1 e 2.3 erano le versioni di sviluppo, e lostesso dicasi per l'attuale 2.6 con la 2.5
            anzi le saluta con felicità. Perchè significa le le comunità di sviluppatori lavorano sodo e propongono sempre soluzioni innovative, da cui spesso maicrosoft attinge a piene mani.
            Ovvio che vale
            anche il fattore del prezzo... ma ricordiamo
            anche che si può passare da una licenza
            all'altra senza ricomprare tutto ma con gli
            upgrade.Si, ma significa regalare tutto quello che fatturi a maicrosoft comunque.
            Per il mondo aziendale invece dopo da NT 4
            al 2000 sono passati alcuni anni.. In cui gli exploit spuntavano come funghi ed i service pack facevano come cimabue, che ne fa una e ne sbaglia due
          • lroby scrive:
            Re: Meno male


            Si, ma significa regalare tutto quello che
            fatturi a maicrosoft comunque.Per caso le confezioni retail dei vari linux che trovate nei negozi (non tutti hanno la linea veloce o sanno usare internet), sono gratuite? allora vado subito a comprarne 3 versioni!!


            Per il mondo aziendale invece dopo da NT 4

            al 2000 sono passati alcuni anni..

            In cui gli exploit spuntavano come funghi ed
            i service pack facevano come cimabue, che ne
            fa una e ne sbaglia duePerchè non sono sempre esistite le patch e le minor release dai tempi dell'Amiga? ma fammi il piacere..
          • nglrossi scrive:
            Re: Come si stabilisce la propieta'?
            - Scritto da: lroby


            Si, ma significa regalare tutto quello
            che

            fatturi a maicrosoft comunque.

            Per caso le confezioni retail dei vari linux
            che trovate nei negozi (non tutti hanno la
            linea veloce o sanno usare internet), sono
            gratuite? allora vado subito a comprarne 3
            versioni!!Adesso ho capito: Ti hanno scartato quando hai cercato di diventare carabiniere e adesso ce l'hai col mondo intero...Non dovrei nemmeno stare a spiegare cose che cercando su google troveresti addirittura tu, ma ci provo, magari serve a qualcun altro che ancora si può salvare.Esclusa suse che è un discorso un po' a parte, le distro che compri in negozio hanno un costo. che tra le altre cose comprende:1) un'azienda come redhat (anche se nn la amo calza per l'esempio) mette insieme pezzi di software libero che finanzia con soldi e con braccia, genera dei tool piu o meno utili.2) la solita RH sforna dei cd o dei dvd che tu che non hai la abnda larga sbatti nel pc e usi. Sforna inoltre dei manuali, che per chi sa leggere sono un buon punto di partenza3) la suddetta redhat ti da' nelle varie forme in cui vende un SO, alcune settimane di assitenza: il che significa che se tu hai un problema alzi il telefono e un tecnico (e mi dicono che l'assistenza di redhat è pure buona) ti aiuta.Questi sono alcuni dei punti di forza delle aziende opensource.Se alcune decine di euro sono troppe la banda larga non ce l'hai e vuoi cimentarti con un sistema opensource:1) prendi l'elefante delle 10 e vai in edicola, con meno di 5 euro troverai una rivista piena di articoli che non capisci e una distro allegata2) ci sono siti (mi ricordo che ci sono dei link su www.knoppix.de) che per 5 euro ti sfornano i cd e te lo spedisconoDal momento che tutti i lamerozzi 16nni come te sono esperti di win2k server, advanced server etc.. sistemi notoriamente alla portata di tutti, potrai installarti un sistema operativo degno di questo nome e magari capire un po' cosa c'è dietro allo sviluppo di un qualsiasi software..




            Per il mondo aziendale invece dopo da
            NT 4


            al 2000 sono passati alcuni anni..



            In cui gli exploit spuntavano come funghi
            ed

            i service pack facevano come cimabue, che
            ne

            fa una e ne sbaglia due

            Perchè non sono sempre esistite le patch e
            le minor release dai tempi dell'Amiga? ma
            fammi il piacere..
          • nglrossi scrive:
            Re: Come si stabilisce la propieta'?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Locke

            - Scritto da: Anonimo


            Io aggiungerei anche windows 98 SE ;)



            Quindi si, è un windows nuovo all'anno,
            mio

            caro anonimo di qualche messaggio prima...



            Anche perchè nelle aziende vedi

            tranquillamente ancora 95, 98, me, xp,
            2000,

            la tua distinzione tra casalinghi e per

            azienda è fuffa
            chiedo venia per essermi dimenticato di
            WinMe e Win98 SE.
            cmq la distinzione per quanto riguarda
            utenza domestica e aziendale c'è, ma se tu
            pensi il contrario sono affari tuoi però se
            vuoi mettere su dei server non usi XP ma
            Win2000 Server.Oppure se ti resta ancora un neurone e ti vuoi bene vai su google e leggi qualcosa su hpux, solaris, linux etc...Se devo dare un pc a un bimbo per giocare e non mi importa se si pianta gli metto win2000 Server (anche se lo trovo diseducativo)
            mi sbagliavo come detto per la serie di OS
            domestici 95 ( con + versioni) - 98 - Me -
            XP comunque in 9 anni non sono molte anche
            perchè di tanto in tanto vedo uscire nuove
            release di linux e nessun si scandalizza
            anzi le saluta con felicità. Ovvio che vale
            anche il fattore del prezzo... ma ricordiamo
            anche che si può passare da una licenza
            all'altra senza ricomprare tutto ma con gli
            upgrade.
            Per il mondo aziendale invece dopo da NT 4
            al 2000 sono passati alcuni anni.. dal 2000
            al nuovo 2003 altri tre anni.. qui proprio
            non mi pare che sia poco tempo tra una e
            l'altra.Sei un po' vago con la definizione di "mondo aziendale": se intendi i server ti ho già risposto sopra, per i client ti assicuro che diverse spa hanno installato sui client le versioni "light" di microsoft: win95 e win98.. solo ora stanno arrivando i pc con 2000 o xp... Ma puoi toccarlo con mano andando dal tuo concessionario, nella tua assicurazione, in un'agenzia di viaggi: vedrai tantissime postazioni con win95 o 98
        • Anonimo scrive:
          Un sistema operativo all'anno!
          - Scritto da: Vaira

          - Scritto da: Anonimo

          Utenza Aziendale

          Windows 2000 ---
          windows 2003

          Utenza domestica

          Windows 98 ---
          windows XP ---
          LongHorn

          (2004?)Io non capisco che calcolo hai fatto per arrampicarti sugli specchi nel rispondere per difendere non si sa bene che cosa:Windows95 ('95), Windows95a ('95), Windows95b (96), Windows95c (97), Windows98(98), Windows98SE (99), WindowsME(2000),WindowsXP(2001)...Io penso che a Microsoft si debba riconoscere la capacità di portare innovazione dentro le case, più di quanto lo siano stati Commodore ed Apple, per quanto loro sono stati GLI inventori.Ma non puoi arrampicarti così miseramente sugli specchi per dimostrare che Microsoft non ha sputato bozze sul mercato con frequenza di una all'anno per raggranellare soldi sulle spalle della gente che gli testava i prodotti; ne tantomeno puoi negare che questa pratica è ampliamente usata in ogni ambito e da un numero sempre crescente di compagnie.Ogni bene alla Microsoft se cambia ANCORA la storia dell'informatica, ma questa volta in un senso libero e genuino; ma non mi venire a negare la verità.Oltretutto le varie versioni di Win95 (-/a/b/c), erano meri bugfix e cambiamenti esigui e prevedibili con un po' più di testing; in uno è stato eliminata l'idea fallimentare di The Microsoft Network, in un altro corretto lo stack del tcp/ip, in un altro ancora aggiornate le librerie e nell'ultimo aggiunto il layer per l'usb.CiaoRenton78
      • Anonimo scrive:
        Re: Meno male

        Riguardo alla tua seconda frase.. direi che
        non sai contare molto bene.
        Utenza Aziendale
        Windows 2000 ---
        windows 2003
        Utenza domestica
        Windows 98 ---
        windows XP ---
        LongHorn
        (2004?)

        se a te sembra che escano ogni anno forse
        dovresti rifare la prima elementare.
        Errata corrige per l'utenza domestica:Win95-
        Win95SE-
        Win98-
        Win98SE-
        WinMe-
        Win2000-
        WinXP7 release dal 1994 al 2001, quindi 7 anni: chi non sa contare sei tu ...
      • nglrossi scrive:
        Re: Come si stabilisce la propieta'?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Vaira

        Stai a vedere che così intanto che testano

        linux, iniziano a testare un pò anche i
        loro

        sistemi e certi bug li scovano PRIMA di

        cagare fuori una nuova versione di sistema

        operativo all'anno.

        (linux)

        forse tu non lo sai... ma i sistemi
        operativi ( come tutti i software microsoft
        ) vengono spediti in versione beta a molti
        sviluppatori ( fatti un giro su
        msdn.microsoft.com ).. e spesso capita che
        prima di passare da una beta a una versione
        finale passino due anni in cui vengono fatti
        tutti i test possibili. Ovvio che solo una
        volta che il software raggiunge una
        distribuzione planetaria, sarà possibile
        accorgersi di qualche bug che sarà corretto
        "abbastanza" celermente.Stai scherzando vero? Oppure sei dell'ufficio stampa di microsoft!!! Apri gli occhi: sei tu il beta tester di quella chiavica che molti definiscono sistema operativo
        Riguardo alla tua seconda frase.. direi che
        non sai contare molto bene.
        Utenza Aziendale
        Windows 2000 ---
        windows 2003
        Utenza domestica
        Windows 98 ---
        windows XP ---
        LongHorn
        (2004?)

        se a te sembra che escano ogni anno forse
        dovresti rifare la prima elementare.

        saluti
        Roberto
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male
      - Scritto da: Vaira
      Stai a vedere che così intanto che testano
      linux, iniziano a testare un pò anche i loro
      sistemi e certi bug li scovano PRIMA di
      cagare fuori una nuova versione di sistema
      operativo all'anno.YAT.
  • MemoRemigi scrive:
    WHELA !!!!
    Complimenti all micro$oft !Era ora che cominciassero a prendere sul serio il pinguino invece che fare solo FUD come hanno fatto fino a ieri.E' così che si lavora !Questa inversione di tendenza mi preoccupa a dire il vero.Non è che domani butteranno fuori chissà quali mirabolanti benchmark a dimostrazione del fatto che uindos è più veloce/stabile/sicuro/affidabile ?Non mi stupirebbe.Comunque, staremo a vedere....
    • Anonimo scrive:
      Re: WHELA !!!!

      Non è che domani butteranno fuori chissà
      quali mirabolanti benchmark a dimostrazione
      del fatto che uindos è più
      veloce/stabile/sicuro/affidabile ?
      Non mi stupirebbe.

      Comunque, staremo a vedere....Boh ! che winzozz sia più sicuro, stabile... ecc ecc. di Linux lo dicono anche oggi senza uno straccio di prova...
      • lroby scrive:
        Re: WHELA !!!!


        Boh ! che winzozz sia più sicuro, stabile...
        ecc ecc. di Linux lo dicono anche oggi senza
        uno straccio di prova...Non cè bisogno che tu veda una cosa , perchè questa esista..semplicemente cè ma tu non la vediciaolroby
        • nglrossi scrive:
          Re: Come si stabilisce la propieta'?
          - Scritto da: lroby




          Boh ! che winzozz sia più sicuro,
          stabile...

          ecc ecc. di Linux lo dicono anche oggi
          senza

          uno straccio di prova...

          Non cè bisogno che tu veda una cosa , perchè
          questa esista..
          semplicemente cè ma tu non la vedi

          ciao
          lroby
          lroby, ma tu sei quello esperto di xp, quello che disattiva la swap e installa un paio di programmini da lamerozzo per far andare più veloce word??!Ti ho riconosciuto... Immagino tu abbia, a parità di hardware fatto un benchmark fra web server linuxbased e m$based, in seguito a un oculato tuninng di entrambi i sistemi (disattivazione della swap), adesivo "Abarth" sul case etc di entrambi i sistemi per abbozzare l'immensa vaccata che hai scritto sopra...
    • Anonimo scrive:
      Re: WHELA !!!!
      - Scritto da: MemoRemigi

      Complimenti all micro$oft !
      Era ora che cominciassero a prendere sul
      serio il pinguino invece che fare solo FUD
      come hanno fatto fino a ieri.

      E' così che si lavora !

      Questa inversione di tendenza mi preoccupa a
      dire il vero.
      Non è che domani butteranno fuori chissà
      quali mirabolanti benchmark a dimostrazione
      del fatto che uindos è più
      veloce/stabile/sicuro/affidabile ?
      Non mi stupirebbe.

      Comunque, staremo a vedere....Per me faranno dei benchmark alla "nvidia", cioe' falsando i risultati. In questo forum ci sono gia' dei link a benchmark indipendenti che parlano chiaro. Quindi l'intenzione di M$ e' evidente: scopiazzare le idee.
  • Anonimo scrive:
    TESTARE ??? ...
    Segnalo alla redazione un'errore .. forse volevano scrivere COPIARE ....
  • Anonimo scrive:
    Un'altro caso SCO?
    Niente di nuovo. MS ruba le idee agli altri da anni. Speriamo che almeno abbiano il buon gusto di rispettare la GPL quando lo fanno!
  • Terra2 scrive:
    Traduzione
    "Per noi questa rappresenta un'opportunità per apprendere", ha spiegato Taylor. "Lo scopo è quello di arrivare a capire cosa sia possibile fare col software open source e come" Trad: "stiamo cercando di capire quali porcate introdurre nei prossimi aggiornamenti in modo che OpenOffice.org e Apache girino da schifo, ma senza disturbare troppo le nostre applicazioni"
    • Anonimo scrive:
      Re: Traduzione
      - Scritto da: Terra2
      "Per noi questa rappresenta
      un'opportunità per apprendere", ha spiegato
      Taylor. "Lo scopo è quello di arrivare a
      capire cosa sia possibile fare col software
      open source e come"

      Trad: "stiamo cercando di capire quali
      porcate introdurre nei prossimi
      aggiornamenti in modo che OpenOffice.org e
      Apache girino da schifo, ma senza disturbare
      troppo le nostre applicazioni"Gia' gia'...Da M$ non bisogna aspettarsi niente di buono...
      • Anonimo scrive:
        Re: Traduzione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Terra2

        "Per noi questa rappresenta

        un'opportunità per apprendere", ha
        spiegato

        Taylor. "Lo scopo è quello di arrivare a

        capire cosa sia possibile fare col
        software

        open source e come"



        Trad: "stiamo cercando di capire quali

        porcate introdurre nei prossimi

        aggiornamenti in modo che OpenOffice.org e

        Apache girino da schifo, ma senza
        disturbare

        troppo le nostre applicazioni"Ritraduzione : stiamo cercando di capire quali porcate abbia Linux per introdurle nei nostri OS peggiorandoli ma, tant'è, assecondando le assurde esigenze dei consumatori.
        • Anonimo scrive:
          Re: Traduzione

          Ritraduzione : stiamo cercando di capire
          quali porcate abbia Linux per introdurle nei
          nostri OS peggiorandoli ma, tant'è,
          assecondando le assurde esigenze dei
          consumatori.secondo me ai la me.da nel cervello
          • Anonimo scrive:
            Re: Traduzione
            - Scritto da: Anonimo

            Ritraduzione : stiamo cercando di capire

            quali porcate abbia Linux per introdurle
            nei

            nostri OS peggiorandoli ma, tant'è,

            assecondando le assurde esigenze dei

            consumatori.

            secondo me ai la me.da nel cervelloma come scrivi? "ai"!!! ma santa pupazza, le H mettiamocele qualche volta!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Traduzione
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Ritraduzione : stiamo cercando di
            capire


            quali porcate abbia Linux per
            introdurle

            nei


            nostri OS peggiorandoli ma, tant'è,


            assecondando le assurde esigenze dei


            consumatori.



            secondo me ai la me.da nel cervello

            ma come scrivi? "ai"!!! ma santa pupazza, le
            H mettiamocele qualche volta!!!colta dei della tastiera, sto' scrivendo da una di quelle tastiere stile c64 dal color grigio/giallo/sporco, con i tasti alti mezzo metro, che sembrano avere delle molle arrugginite tipo sellino da bicicletta da campeggio, Hai presente? :)
  • Anonimo scrive:
    la differenza e' principalmente una...
    da una parte c'e' chi scrive codice per lucro...dall'altra c'e' chi lo fa per passione...e ancora c'e' chi si chiede quale sia il migliore...
    • Anonimo scrive:
      Re: le differenze sono due...
      1) chi scrive codice per lucro e chi per passione2) chi scrive codice per lucro copia a man bassa il codice di chi scrive per passione
      • Anonimo scrive:
        Re: le differenze sono due...
        - Scritto da: Anonimo
        1) chi scrive codice per lucro e chi per
        passione

        2) chi scrive codice per lucro copia a man
        bassa il codice di chi scrive per passioneah che palle......................sempre le solite cose ..... Voi come linux.... mai qualcosa di nuovo sempre e solo le vecchie cose.....
        • Anonimo scrive:
          Re: le differenze sono due...
          Secondo Me Linux è fortunato e forse MS vuole scoprire il perché. Sai cosa mi è appena successo?File divx su CD provo leggerlo da tre macchine windows (due pentium 3 e un P4 tutte con più di 256 mB di memoria) cicca il sistema si blocca in i/o wait sul device.Provo com mplayer da un portatile 128 mB + vecchio celerone + linux non si legge ma riesco ancora ad usare il sistema. Allora copio il file da cd a file system e quindi riesco ad aprirlo con mplayer.A questo punto concedo a Windows un'altra chance: provo a copiare il file con Copia/Incolla da gui di nuovo blocco con copy da cli invece tutto OK (e questa me la dovete spiegare): provo ad aprirlo con Windows Media palyer cpu al 100% e niente film. Hai visto che su quattro macchine l'unica con l'hw funzionante è quella linux a meno che non si ammetta che i driver di linux per la gestione di IDE/ATAPI siano migliori di quelli windows ...Pace a tuttiMM
          • lroby scrive:
            Re: le differenze sono due...
            Intanto non ti viene il dubbio che il cd masterizzato possa essere un pochino difettoso, visto che comunque anche su Linux hai dovuto copiarlo su HD?? e poi mi domando , che marca di CD-R hai usato? e che marche di lettori CD (o DVD?) possiedi?? prova lo stesso CD su un PC con lettore ASUS , e se a quel punto non riesci a leggerlo (anche con la copia su hd se dovesse servire), allora puoi tranquillamente avere la certezza di doverlo rifare...poi occhio ai CD superiori agli 80 minuti, alcuni supporti funzionano correttamente solo se letti da un CD-RW ..troppe variabili in gioco per tirare delle conclusioni così affrettate...ciaolroby- Scritto da: Anonimo
            Secondo Me Linux è fortunato e forse MS
            vuole scoprire il perché. Sai cosa mi è
            appena successo?
            File divx su CD provo leggerlo da tre
            macchine windows (due pentium 3 e un P4
            tutte con più di 256 mB di memoria) cicca il
            sistema si blocca in i/o wait sul device.
            Provo com mplayer da un portatile 128 mB +
            vecchio celerone + linux non si legge ma
            riesco ancora ad usare il sistema. Allora
            copio il file da cd a file system e quindi
            riesco ad aprirlo con mplayer.
            A questo punto concedo a Windows un'altra
            chance: provo a copiare il file con
            Copia/Incolla da gui di nuovo blocco con
            copy da cli invece tutto OK (e questa me la
            dovete spiegare): provo ad aprirlo con
            Windows Media palyer cpu al 100% e niente
            film. Hai visto che su quattro macchine
            l'unica con l'hw funzionante è quella linux
            a meno che non si ammetta che i driver di
            linux per la gestione di IDE/ATAPI siano
            migliori di quelli windows ...
            Pace a tutti
            MM
          • Anonimo scrive:
            Re: le differenze sono due...
            - Scritto da: lroby
            Intanto non ti viene il dubbio che il cd
            masterizzato possa essere un pochino
            difettoso, visto che comunque anche su Linux
            hai dovuto copiarlo su HD?? e poi mi domando
            , che marca di CD-R hai usato? e che marche
            di lettori CD (o DVD?) possiedi?? prova lo
            stesso CD su un PC con lettore ASUS , e se a
            quel punto non riesci a leggerlo (anche con
            la copia su hd se dovesse servire), allora
            puoi tranquillamente avere la certezza di
            doverlo rifare...Hey sapientino clem clem fai da te... mi spieghi come mai ho davanti a me un cdr che il mio lettore ASUS non legge e stranamente il plexwriter si?
          • lroby scrive:
            Re: le differenze sono due...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: lroby

            Intanto non ti viene il dubbio che il cd

            masterizzato possa essere un pochino

            difettoso, visto che comunque anche su
            Linux

            hai dovuto copiarlo su HD?? e poi mi
            domando

            , che marca di CD-R hai usato? e che
            marche

            di lettori CD (o DVD?) possiedi?? prova lo

            stesso CD su un PC con lettore ASUS , e
            se a

            quel punto non riesci a leggerlo (anche
            con

            la copia su hd se dovesse servire), allora

            puoi tranquillamente avere la certezza di

            doverlo rifare...

            Hey sapientino clem clem fai da te... mi
            spieghi come mai ho davanti a me un cdr che
            il mio lettore ASUS non legge e stranamente
            il plexwriter si?
            l'hai masterizzato su quello stesso CD-RW? per caso è di capacità superiore ai canonici 80 minuti? se è cosi , devi sapere che il masterizzatore lo riconosce in tempo zero.. gli altri invece ci impiegano moltissimi secondi per riconoscere il supporto , oppure addirittura non lo riconoscono affatto..oppure lo vedono e poi fanno fatica a gestirlo..leggi crashTi informo che nella mia attività facciamo anche Help desk , ossia assistenze telefoniche.. quindi siamo abituati a risolvere problemi di questo genere anche a mezzo telefono.ciao bellolroby
      • Anonimo scrive:
        Re: le differenze sono due...
        Dopotutto il Dos non e' una brutta copia di Unix?
    • Anonimo scrive:
      Re: la differenza e' principalmente una...
      io scrivo il codice per un programma di marketing....lo faccio per passione,,,, ma se non mi pagassero il mio tempo lo impiegerei in un altro lavoro...Smettetela con queste cagate e luoghi comuni
      • Anonimo scrive:
        Re: la differenza e' principalmente una...

        ....lo faccio per passione,,,, ma
        se non mi pagassero il mio tempo lo
        impiegerei in un altro lavoro...quindi ti pagano, perciò lo fai per lucro, non per passione.
        • Anonimo scrive:
          Re: la differenza e' principalmente una...
          - Scritto da: Anonimo

          ....lo faccio per passione,,,, ma

          se non mi pagassero il mio tempo lo

          impiegerei in un altro lavoro...

          quindi ti pagano, perciò lo fai per lucro,
          non per passione.Non sono l'autore del messaggio precedente, ma vorrei comunque risponderti.A me come a molti altri programmatori piace il lavoro che facciamo. Ci mettiamo tutta la nostra passione, studiamo di continuo le nuove tecnologie e i linguaggi, poi li applichiamo nel nostro lavoro quotidiano. Questo ci permette di avere a fine mese il nostro stipendio e contemporaneamente di approfondire le nostre conoscenze nel campo informatico.Non è detto che si può mettere passione solo in cose che non portano a un guadagno, non mi pare infatti che gli sportivi tipo i calciatori giochino gratis o no?E' ovvio che può capitare di lavorare a progetti che non ti stimolano, ma la passione per la programmazione rimane la stessa.salutiRoberto
          • Anonimo scrive:
            Re: la differenza e' principalmente una.
            Rispondo a te rispondendo anche agli altri che, con + o - educazione hanno risposto al mio post.Sono un programmatore anchio, lo faccio per passione, mi pagano per farlo ma ho fatto anche lavori senza essere pagato, proprio perchè mi interessava la cosa.Lo so benissimo che con la passione non si mangia, infatti faccio anche lavori che non mi stimolano molto, cercando cmq di trarne qualcosa attendendo che domani arrivi un lavoro + interessante.La mia risposta era tesa a commentare un post che a mio parere (forse l'ho interpretato male io) denigrava (i termini usati non erano proprio gentili) l'opinione di una persona che diceva che appunto si può programmare anche solo per passione, magari nel tempo libero (come tanti sviluppatori open source, Linus in primis fino a poco fa), senza essere remunerati per il proprio lavoro, e lo faceva dicendo che lavora x passione ma ke se non lo paghassero cambierebbe lavoro, non mi sembrava tanto coerente la sua arringa.
        • Anonimo scrive:
          Re: la differenza e' principalmente una...
          Guarda che la programmazione può essere una passione e guadagnarci anche , le due cose possono andare anche di pari passo ,,, purtroppo non si vive di sola passione ,,, se tu riesci a mangiarti la passione sei molto bravo..P.S secondo te chi scrive software Open Source non ci guadagna sopra...percio ci lucrano anche loro, quindi tutto il mondo è paese , quindi non dire sciocchezze
        • Anonimo scrive:
          Re: la differenza e' principalmente una...

          quindi ti pagano, perciò lo fai per lucro,
          non per passione.Si Maggnete la Passione che ce ingrassi con quella...metre chi scrive solo per passione sarà in mezzo alla strada o sotto un ponte...chi viene anche pagato gli farà sicuramente un po di carità..
          • eaman scrive:
            Free not as free beer
            Ricordo ancora che per free software si intende liberta' di utilizzazione, non gratis.Chi scrive software free si puo' far pagare quanto ritiene opportuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: la differenza e' principalmente una.
      Ma chi caXXo ha detto che chi programma SW Open Source non lo fa ANCHE per guadagnare da mangiare?!?
      • Anonimo scrive:
        Re: la differenza e' principalmente una.
        Be io
        da una parte c'e' chi scrive codice per lucro...
        dall'altra c'e' chi lo fa per passione...
        e ancora c'e' chi si chiede quale sia il migliore... Be se da una parte si capisce che ce chi scrive software propietario (vedi Microsoft) ...dall'altra chi ce Babbo natale
      • Anonimo scrive:
        Re: la differenza e' principalmente una.
        - Scritto da: Anonimo
        Ma chi caXXo ha detto che chi programma SW
        Open Source non lo fa ANCHE per guadagnare
        da mangiare?!?Secondo me tu hai le idee un po confuse!!!!!!!!!By Oscar
        • Anonimo scrive:
          Re: la differenza e' principalmente una.
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Ma chi caXXo ha detto che chi programma SW

          Open Source non lo fa ANCHE per guadagnare

          da mangiare?!?
          Secondo me tu hai le idee un po
          confuse!!!!!!!!!

          By OscarNon sono l'autore originario, ma le idee confuse credo le abbia tu. Si può sviluppare free software e guadagnarci pure. Se affermi il contrario sei solo che disinformato.
          • Anonimo scrive:
            Re: la differenza e' principalmente una.
            c'e' gente (organizzazioni) che svilluppano freesoftware e fanno pagare la consulenza: esempio?www.zope.org altri invece lo vendono oppure lo regalano come nel caso di mysql, il fatto stà che molti clienti non accettano di installare software libero , ma devono per forza pagarlo (io questa cosa io non l'ho mai capita ma è cosi') invece di prendere un apache free comrprano e installano uno scadente iplanet che si incrania una volta su 3 (questo è solo un esempio)sandro
          • Alessandrox scrive:
            ALLORA DONATE!
            - Scritto da: Anonimo
            c'e' gente (organizzazioni) che svilluppano
            freesoftware e fanno pagare la consulenza:
            esempio?
            www.zope.org
            altri invece lo vendono oppure lo regalano
            come nel caso di mysql, il fatto stà che
            molti clienti non accettano di installare
            software libero , ma devono per forza
            pagarlo (io questa cosa io non l'ho mai
            capita ma è cosi') invece di prendere un
            apache free comrprano e installano uno
            scadente iplanet che si incrania una volta
            su 3 (questo è solo un esempio)
            sandroEccheccaXXo!Ma se vogliono proprio pagare il SW allora che facciano una lubera donazione....almeno finanziano lo sviluppo del SW OPEN (che ricordiamolo in genere e' =! da gratis)
          • Anonimo scrive:
            Re: ALLORA DONATE!
            non possono.. scusa ma tim o omintel come giustifica la donazione?e la partita iva?.. nel mondo business non è cosi' facile come sembra, questi discorsi li ho fatti ai mie capi mille volte.il fatto è che le grandi società volgliono comprare software da società grandi perche hanno il terrore che un giorni che chiudono loro non sanno piu manutenere il prodotto (bachi e altre noie), infatti le grandi società non comprono neanche software shareware o che cosi poco, si comincia a ragionare dai 10k in su , questo è molto triste perche significa che non hanno ben capito come funziona la cosa, ma sono ancora legate ai vecchi modelli di business, POI c'e' anche la questioni di società di system integration che VENDONO prodotti costosissimi al cliente finale , e quest ditte di system integratoin perceposcono una percentuale sul costo della licenza dalla società che fa il prodotto, quindi come vedi la cosa non è cosi' facile, io nella mia azienda sono un patito del software libero, ma spesso mi sono dovuto scontrare con quese problematiche.pero' una piccola soddisfazione l'ho avuta pure io:per un portale nazionale sono riuscito a far utilizzare ZOPE e linux, ma questo perche il cliente non voleva spendere un euro.è brutto ma questa è la realtà.Sandro
    • Anonimo scrive:
      Re: la differenza e' principalmente una...
      - Scritto da: Anonimo
      da una parte c'e' chi scrive codice per
      lucro...
      dall'altra c'e' chi lo fa per passione...
      e ancora c'e' chi si chiede quale sia il
      migliore...Moltri pacchetti free vengono sviluppati da programmatori ben pagati.Vedi ad es. Linus col suo kernel, o i programmatori della Sun (java e staroffice).Se lo fanno con passione, tantomeglio, il codice sara' migliore.
  • Anonimo scrive:
    Nulla di nuovo
    M$ guarda nel codice di Linux ? e allora ? ha sempre fatto queste cose...Prendete ad esempio FreeBSD, ha spulciato nei sorgenti e si è scopiazzata lo stack tcp/ip...
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla di nuovo
      lo stack TCP/IP è solo una minima parte delle cose che si sono scopiazzati dai BSD...
      • Anonimo scrive:
        Re: Nulla di nuovo
        - Scritto da: Anonimo
        lo stack TCP/IP è solo una minima parte
        delle cose che si sono scopiazzati dai
        BSD...Tipo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Nulla di nuovo
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          lo stack TCP/IP è solo una minima parte

          delle cose che si sono scopiazzati dai

          BSD...

          Tipo?Beh... non ha nulla a che vedere con BSD... ma tanto per fare un esempio...http://www.gzip.org/zlib/apps.html
        • Anonimo scrive:
          Re: Nulla di nuovo
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          lo stack TCP/IP è solo una minima parte

          delle cose che si sono scopiazzati dai

          BSD...
          Tipo?All' epoca di sql7 m$ compro' alcuni tra gli sviluppatori chive di oracle, risultato... sql2000 e' stato riscritto da capo ed indovina a cosa assomiglia?
          • Anonimo scrive:
            Re: Nulla di nuovo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            lo stack TCP/IP è solo una minima parte


            delle cose che si sono scopiazzati dai


            BSD...


            Tipo?

            All' epoca di sql7 m$ compro' alcuni tra gli
            sviluppatori chive di oracle, risultato...Non parlare di cose che non conosci.NOn ci sono fuoriusciti di Oracle nel gruppodi SQLServer. Al limite c'è qualcuno delgruppo del DB2 Ibm.
            sql2000 e' stato riscritto da capo ed
            indovina a cosa assomiglia?Indovina un po invece da chi ha preso Oracle 8?Digital Rdb. Che faceva nel 1990 le cose che OGGI faOracle....
    • Parliamone scrive:
      Re: Nulla di nuovo
      - Scritto da: Anonimo
      Prendete ad esempio FreeBSD, ha spulciato
      nei sorgenti e si è scopiazzata lo stack
      tcp/ip...Cosa, per la verità, consentita dalla licenza bsd.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nulla di nuovo

        Cosa, per la verità, consentita dalla
        licenza bsd.Verissimo ! E infatti in questo caso M$ ha pure sbandierato ai 4 venti la scopiazzatura, a dimostrazione che le basta una 'copertura' legale.Il problema che ci si pone è il seguente : perchè la software house più grande del mondo, con i migliori professionisti strapagati si 'riduce' a copiare (anche se legalmente) da un gruppo di 'smanettoni' ? (anche se bisogna ammettere che gli smanettoni di freeBDS sono molto esperti !) Con un comportamento del genere chi può negare che in win ci sia del codice sotto GPL e che nessuno lo sa solo perchè i sorgenti di win sono chiusi ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Nulla di nuovo
        - Scritto da: Parliamone

        - Scritto da: Anonimo

        Prendete ad esempio FreeBSD, ha spulciato

        nei sorgenti e si è scopiazzata lo stack

        tcp/ip...

        Cosa, per la verità, consentita dalla
        licenza bsd.gia', anche se a livello di immagine, e' come se m$ si fosse tortutara i co....oni con una mazza ferrata.
  • Anonimo scrive:
    posso immaginare ...
    quali saranno i risultati di questacomparazione !
  • Anonimo scrive:
    Voglio vedere
    che cosa succede quando SCO va da Microsoft a battere cassa, visto che hanno pubblicamente dichiarato di utilizzare "un prodotto che viola le proprietà intellettuali" di SCO-Unixware :D.'Iao
    • Goul_duKat scrive:
      Re: Voglio vedere
      - Scritto da: Anonimo
      che cosa succede quando SCO va da Microsoft
      a battere cassa, visto che hanno
      pubblicamente dichiarato di utilizzare "un
      prodotto che viola le proprietà
      intellettuali" di SCO-Unixware :D.

      'Iao
      che la MS e' coperta da quell'accusa perche' ha gia' pagato il dovuto per avere la licenza da SCO appena e' uscita la storia della causa contro IBM ... se hai un po' letto tutti i fatti penso che tela ricorderai la news !!!ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Voglio vedere
        - Scritto da: Goul_duKat

        - Scritto da: Anonimo

        che cosa succede quando SCO va da
        Microsoft

        a battere cassa, visto che hanno

        pubblicamente dichiarato di utilizzare "un

        prodotto che viola le proprietà

        intellettuali" di SCO-Unixware :D.



        'Iao



        che la MS e' coperta da quell'accusa perche'
        ha gia' pagato il dovuto per avere la
        licenza da SCO appena e' uscita la storia
        della causa contro IBM ... se hai un po'
        letto tutti i fatti penso che tela
        ricorderai la news !!!E poi SCO mica è scema......
        • Anonimo scrive:
          Re: Voglio vedere

          E poi SCO mica è scema......bhe oddio... IBM è grandina e sco a confronto è una formica..
          • Anonimo scrive:
            Re: Voglio vedere
            - Scritto da: Anonimo


            E poi SCO mica è scema......

            bhe oddio... IBM è grandina e sco a
            confronto è una formica..SCO e' (alla pari di Apple) di proprieta' M$ ... che ci guadagnerebbe far causa? :-)
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto...
    E come me, centinaia di migliaia di professionisti e di aziende hanno fatto la stessa cosa:hanno preso i due sistemi, li hanno messi a confronto e hanno tirato le somme: qualcuno ha scelto Windows, moltissimi hanno scelto Linux.Forse facevano prima ad intervistare i clienti... Ah, già, dimenticavo: i clienti sono solo polli da spennare, meglio non intervistarli, dovessero venirgli strane idee... (N.B.: questa mentalità non è certo solo della Microsoft).
    • Anonimo scrive:
      Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto...

      E come me, centinaia di migliaia di
      professionisti e di aziende hanno fatto la
      stessa cosa:
      hanno preso i due sistemi, li hanno messi a
      confronto e hanno tirato le somme: qualcuno
      ha scelto Windows, moltissimi hanno scelto
      Linux.
      Forse facevano prima ad intervistare i
      clienti... Ah, già, dimenticavo: i clienti
      sono solo polli da spennare, meglio non
      intervistarli, dovessero venirgli strane
      idee... (N.B.: questa mentalità non è certo
      solo della Microsoft).Da come scrivi sei di parte, vista ancora l'abissale differenza di licenze tra windows e linux.Inoltre qui non si tratta di installare e vedere cosa è meglio (per le aziende di solito è meglio quello che è subito gratis, non importano le spese future, visto che spesso la sezione della IT viene trascurata su budget e finanziamenti). Qui si tratta di fare raffronti a livello di codie e posso dirti che non è la stessa cosa (come non lo è a livello prestazionale).Il codice di Linux è ottimizzato 486 è un po' pochino, il kernel si pianta (nel senso che si ferma) ad ogni I/O, anche con la 2.5 le istruzioni di I/O non perdono ancora sulla prelazione del kernel. Se devi fare qualcosa di real time ti serve un sacco di ram e devi disabilitare lo swap. Linux usa ancora i processi (che sono lentissimi) per un non so quale puntiglio nel non usare i thread (fortunatamente il trend sta cambiando ma sono poche le applicazioni che usano i thread piuttosto che fare una fork). Poi vogliamo parlare del process switching fatto tutto in software quando ormai le CPU permettono di farlo completamente in HW? Ce ne sono molti di problemi ma spesso la gratuità fa passare sopra a quelle piccole lag che ogni tanto affliggono i piccoli e poco potenti desktop a corto di ram, la lentezza cronica dei WM che utilizzano i socket per funzionare (e questo li manterrà sempre centinaia di volte più lenti di un WM integrato nel kernel, non a caso questi ultimi costano migliaia di dollari, sono closed e col cacchio che li cedono per una manciata di noccioline), la mancanza di una standard GUI sia a livello di programmazione (aiuterebbe tantissimo a rendere "native" per un determinato WM applicazioni scritte per un altro) sia a livello di utenza (vabbé ma tanto stanno diventando tutti cloni di windows quando è che impedirete a kde di usare konqueror perché integrato nel sistema? o a Gnome Nautilus?). Sono cose che alla lunga si pagano. Come pure la dipendenza da una distro che rende impossibile aggiornamenti manuali con pacchetti standard o sorgenti ma che ti vincola ai propri. Senza contare gli scempi che fanno al kernel per rendere le patch generiche inapplicabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto...
        eh, e pensi che me ne freghi nulla, quando devo mettere su un web server, di quanti fork fa il kernel ?mi interessa di prendere un PC che con Windows non è buono neppure come fermaporte, tipo un celeron 500, e metterci i miei siti sopra senza che me lo stronchi il primo script che passa.Codeste considerazioni tecniche interessano una minoranza delle persone, altrimenti non si spiegherebbe il fatto che Windows venda tanto pur avendo il peggior stack TCP/IP della storia.p.s. con linux, il fork() è più efficiente del thread. qmail ne è la dimostrazione. può gestire un milione di email al giorno su un solo server perché per ogni mail in arrivo fa un fork del processo.cià
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
        - Scritto da: Anonimo.....
        Il codice di Linux è ottimizzato 486 è unIn che senso ? Linux può essere compilato con le ottimizzazioni per qualsiasi processore.... Cosa intendi ?
        po' pochino, il kernel si pianta (nel senso
        che si ferma) ad ogni I/O, anche con la 2.5
        le istruzioni di I/O non perdono ancora
        sulla prelazione del kernel. Se devi fare
        qualcosa di real time ti serve un sacco di
        ram e devi disabilitare lo swap. Linux usa
        ancora i processi (che sono lentissimi) per
        un non so quale puntiglio nel non usare i
        thread (fortunatamente il trend staBeh.... questi sono i risultati pratici: http://www.interealm.com/technotes/roby/pentmark.htmlPoi certamente tutto è migliorabile...
        • nop scrive:
          Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.

          Beh.... questi sono i risultati pratici:

          http://www.interealm.com/technotes/roby/pentm

          Poi certamente tutto è migliorabile...Lo sanno anche i muri che Oracle gira meglio su UNIX/Linux che su Windows......
        • Scody scrive:
          Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
          Questi sono risultati su una specifica applicazione (Oracle) ...Ho fatto una tesi sulla gestione dei processi di Windows NT/2k ..ed è molto + articolata di quella di linux...Thread.. e .. FIBER...Per cui se l'hardware potente non è un problema (e qualche migliaio di euro in + non fanno la differenza quando relizzi un server "grosso") ... trovo la gestione dei processi di Win più completa.Ovviamente se ho bisogno di un piccolo server in una lan...samba svolge egregiamente il suo lavoro..... sono molto curioso di testar le funzionalità AD di Samba3 ...qualcuno le ha provate? come vanno?
          • Anonimo scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.

            Per cui se l'hardware potente non è un
            problema (e qualche migliaio di euro in +
            non fanno la differenza quando relizzi un
            server "grosso") ... trovo la gestione dei
            processi di Win più completa.e perchè? (sono curioso mica polemico)
          • Anonimo scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: Scody

            Questi sono risultati su una specifica
            applicazione (Oracle) ...

            Ho fatto una tesi sulla gestione dei
            processi di Windows NT/2k ..
            ed è molto + articolata di quella di linux...
            più articolato frega poco sai, quando lo devi usare.conta quello che funziona meglio. Oltretutto esiste una regola aurea: semplice è meglioComunque X , quando il cliente è locale usa dei socket particolari, non quelli utilizzati per accedere alle interfacce di rete. E puo accedere direttamente lalla memoria video a livello kernel per sfruttare l'accellerazione 3d delle schede video moderne. Altrimenti come èpossibile che quei pochi giochi opengl che posso usare in linux, sotto X mi girino con fps uguali o superiori che sotto win? Schede nvidia.Poi se il rendering 3d le case che fanno film d'animazione lo fanno sotto linux ci sarà un motivo, e non credo sia il costo....Per quanto riguarda il kernel preemptive, il 2.6 è il primo ramo a includere ufficialmente quella che prima era una patch.Per scelta, perchè su certi tipi di sistemi, tipo i dataserver è controproducenteSe poi ci sono dei grossi lock nel kernel incaso di imput-output... puo darsima qui non è il confronto con win che andrebbe fatto, correggimi se sbaglio, ma con sistemi real time. Nessuno ha mai detto che il kernel vanilla di linux è real time
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto...
        Scusa se te lo dico, ma devi essere rimasto a Linux Kernel 1.x.....il 2.5 non lo userei per fare confronti dato che è una beta....Mandrake e altre distro sono ottimizzate per 686 (alcune addirittura solo per P4 o Athlon XP)...
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto...

        Il codice di Linux è ottimizzato 486 ???
        Come pure la
        dipendenza da una distro che rende
        impossibile aggiornamenti manuali con
        pacchetti standard o sorgenti ma che ti
        vincola ai propri. 'zzo dici, se hai i sorgenti te li ricompili e te ne freghi della distro che hai !
        • lroby scrive:
          Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto...
          - Scritto da: Anonimo

          Il codice di Linux è ottimizzato 486

          ???


          Come pure la

          dipendenza da una distro che rende

          impossibile aggiornamenti manuali con

          pacchetti standard o sorgenti ma che ti

          vincola ai propri.

          'zzo dici, se hai i sorgenti te li ricompili
          e te ne freghi della distro che hai !Chiedo scusa per quanto sto per scrivere subito dopo ma quest'ultima frase mi fà venire in mente una considerazione un pò complessa , ma degna a mio avviso di meritare attenzione da parte vostra :Perchè cè questa diatriba tra i vari Windows e i vari Linux?Su quale sia il s.o. migliore.. e per migliore intendo il + adatto alle proprie necessità è molto semplice:per il programmatore : Linux per tutto il resto degli utenti : WindowsQuesto perchè nel primo cè la possibilità di effettuare una customizzazione del sistema davvero maniacale, mentre nel secondo cè una comodità ed una semplicità d'utilizzo a prova di segretaria d'ufficio (oddio ce ne sono alcune che manco la macchina da scrivere dovrebbero usare :D) ....Inoltre basta con sta storia della stabilità , parola usata ed abusata, quando io con il mio PC (qualunque s.o. esso abbia a bordo) riesco ad utilizzarlo in maniera attiva per 24h al giorno , diversi giorni di fila, facendovi sopra di tutto , compresi i videogiochi 3D + pesanti.., direi che il sistema è stabile ed affidabile, punto... Non può esserci un + o - stabile... A meno che ( e qui casca l'asino) ,l'hw sia scadente e allora QUALUNQUE S.O. Microsoft o Linux che sia avrà i suoi bravi problemi...2 sono le possibili soluzioni per avere pc migliori :1) L'utente deve imparare che sul suo pc (magari di 3-4 anni) non può installare qualsiasi cosa e pretendere che funzioni bene e velocemente...2) Quando l'utente compra un pc nuovo ,dovrebbe evitare di comprare un pacco , vedi ad esempio PC di marca oppure PC assemblati utilizzando fondi di magazzino o marche scadenti dove molte volte sono gli stessi "Amici" a fargli il pacco.Premetto che sono un tecnico specializzato e che di fregature fatte ai poveri clienti ignari ne ho viste fino alla nausea.Attendo risposte in merito, magari anche su un thread nuovo tutto dedicato all'argomento :-)salutilroby
          • Anonimo scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            le tue sono boiate, linux in azienda e' validissimo anche per la segretaria il lavoro di settarti per bene il sistema maniacalmente lo fa il sysadmin competente su N macchine della lan, alla segretaria nn resta altro che fare quello che gia faceva ovvero cliccare.
          • lroby scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: Anonimo
            le tue sono boiate, linux in azienda e'
            validissimo anche per la segretaria
            il lavoro di settarti per bene il sistema
            maniacalmente lo fa il sysadmin competente
            su N macchine della lan, alla segretaria nn
            resta altro che fare quello che gia faceva
            ovvero cliccare.Vedo che non sei attento quando leggi, io ho parlato di casa,piccoli uffici e piccole aziende, dove non cè un amministratore della rete, dove ci sono circa 10-15 pc in rete e non di + , dove il lavoro di server viene effettuato da un pc un pò + potente dei clients, magari con un hd molto + grande e con nu sistema di backup (tipo dvd-rw) , dove la gestione dell'intero sistema non è assolutamente così complesso come nelle grandi aziende. e lì mi dispiace ma a windows non lo batte nessuno...Inoltre non cè bisogno di strapagare un programmatore capace di lavorare su Linux, in quanto anche il miglior tecnico capace di gestire bene Windows costerà sempre molto beno.ciao bellolroby
          • nglrossi scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: lroby

            - Scritto da: Anonimo

            le tue sono boiate, linux in azienda e'

            validissimo anche per la segretaria

            il lavoro di settarti per bene il sistema

            maniacalmente lo fa il sysadmin competente

            su N macchine della lan, alla segretaria
            nn

            resta altro che fare quello che gia faceva

            ovvero cliccare.

            Vedo che non sei attento quando leggi, io ho
            parlato di casa,piccoli uffici e piccole
            aziende, dove non cè un amministratore della
            rete, dove ci sono circa 10-15 pc in rete e
            non di + , dove il lavoro di server viene
            effettuato da un pc un pò + potente dei
            clients, magari con un hd molto + grande e
            con nu sistema di backup (tipo dvd-rw) ,
            dove la gestione dell'intero sistema non è
            assolutamente così complesso come nelle
            grandi aziende. e lì mi dispiace ma a
            windows non lo batte nessuno...
            Inoltre non cè bisogno di strapagare un
            programmatore capace di lavorare su Linux,
            in quanto anche il miglior tecnico capace di
            gestire bene Windows costerà sempre molto
            beno.
            ciao bello
            lrobyBeh, ti assicuro che il trend sta cambiando anche nelle piccole aziende: dove da anni (e noi lo stiamo facendo da tutti i nstri clienti) il file/backup server è una macchina linux con disco molto grande (spesso una workstation di recupero = solo costo del setup e dei dischi) e ora ci si sta muovendo anche per le postazioni.Il programmatore capace di lavorare su linux io lo lascerei a casa o in un'azienda a programmare perchè in un ufficio con 15 postazioni che scaricano la posta e utilizzano un gestionale ha poco da programmare.Lascerei a casa anche il piu' esperto dei tecnici windows (= universitario che part-time rimuove i virus e cerca di capire perchè una macchina non va in rete, l'ho fatto anch'io)E vedrai che non ci sono piu' tanti interventi di alta specializzazione da fare e il cliente e pure piu' contento..
          • Anonimo scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: Anonimo
            le tue sono boiate, linux in azienda e'
            validissimo anche per la segretaria
            il lavoro di settarti per bene il sistema
            maniacalmente lo fa il sysadmin competente
            su N macchine della lan, alla segretaria nn
            resta altro che fare quello che gia faceva
            ovvero cliccare.Hai mai pensato al fatto che alla maggior parte delle segretarie , già solo aver cambiato / rimosso un'icona di un programma le manda in panico, perchè sono abituate in un certo modo, ogni volta che modifichi / installi anche solo un programma, ti dicono , "Oh mio Dio, e adesso come farò? Sarà tutto diverso? io ero abituata così e basta).. figurati travolgergli la vita cambiando addirittura S.o. per non parlare poi di Open Office, che non è lontanamente paragonabile al MS Office
          • pippo75 scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.

            Perchè cè questa diatriba tra i vari Windows
            e i vari Linux?E' la cosa piu' divertente di P.I.Una volta eraCommodore vs SinclairAmiga vs Ms-DosNegli altri settoriCoppi vs BartaliBeatles vs Rolling StonesMina vs BattistiMilan vs Juve.......
            Su quale sia il s.o. migliore.. e per
            migliore intendo il + adatto alle proprie
            necessità è molto semplice:
            per il programmatore : Linux
            per tutto il resto degli utenti : WindowsUno uso quello che gli permette di fare quello che gi serve.(in base ai costi)
            Premetto che sono un tecnico specializzato e
            che di fregature fatte ai poveri clienti
            ignari ne ho viste fino alla nausea.non sono un tecnico ma di fregature ne ho viste molte anche io (molte volte grazie ad internet le ho evitate).
          • lroby scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: pippo75
            E' la cosa piu' divertente di P.I.

            Una volta era
            Commodore vs Sinclair
            Amiga vs Ms-Dos Lo so purtroppo, ed essendoci passato in 1° fila in mezzo a tutte (ho quasi 20 anni di informatica alle spalle), mi sono reso conto di come cambiano i soggetti della diatriba, ma il succo del discorso non cambierà mai...L'unica cosa diversa dal solito è che mentre ognuno possedeva una determinata piattaforma hw (leggi c=64 o spectrum per esempio) , io ho posseduto la maggior parte dei home computer che hanno fatto la storia...compreso un mitico ZX-81 con 1 KB (non mega o giga!!) di RAM!!Un grazie a mio padre (che purtroppo ho perso 10 anni orsono) che mi permise tutto ciò essendo stato anche lui un fortissimo appassionato..saluti lroby
          • pippo75 scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.

            L'unica cosa diversa dal solito è che mentre
            ognuno possedeva una determinata piattaforma
            hw (leggi c=64 o spectrum per esempio) , io
            ho posseduto la maggior parte dei home
            computer che hanno fatto la
            storia...compreso un mitico ZX-81 con 1 KB
            (non mega o giga!!) di RAM!!Io ho cominciato con il commodore 16 (16k in tutto di cui 12 per il basic)Il commodore comunque era migliore e piu' bello del sinclair e sopratutto aveva una tastiera vera e senza schermo che si stringeva col passare della memoria :-).
            Un grazie a mio padre (che purtroppo ho
            perso 10 anni orsono) che mi permise tuttospiaceciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: pippo75

            Perchè cè questa diatriba tra i vari
            Windows

            e i vari Linux?

            E' la cosa piu' divertente di P.I.

            Una volta era
            Commodore vs Sinclair
            Amiga vs Ms-Dos

            Negli altri settori
            Coppi vs Bartali
            Beatles vs Rolling Stones
            Mina vs Battisti
            Milan vs Juve
            .......La gnocca vs La squadra di calcio del cuore :-)
          • nglrossi scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
            - Scritto da: lroby

            - Scritto da: Anonimo


            Il codice di Linux è ottimizzato 486



            ???




            Come pure la


            dipendenza da una distro che rende


            impossibile aggiornamenti manuali con


            pacchetti standard o sorgenti ma che ti


            vincola ai propri.



            'zzo dici, se hai i sorgenti te li
            ricompili

            e te ne freghi della distro che hai !

            Chiedo scusa per quanto sto per scrivere
            subito dopo ma quest'ultima frase mi fà
            venire in mente una considerazione un pò
            complessa , ma degna a mio avviso di
            meritare attenzione da parte vostra :

            Perchè cè questa diatriba tra i vari Windows
            e i vari Linux?
            Su quale sia il s.o. migliore.. e per
            migliore intendo il + adatto alle proprie
            necessità è molto semplice:
            per il programmatore : Linux
            per tutto il resto degli utenti : Windows
            Questo perchè nel primo cè la possibilità di
            effettuare una customizzazione del sistema
            davvero maniacale, mentre nel secondo cè una
            comodità ed una semplicità d'utilizzo a
            prova di segretaria d'ufficio (oddio ce ne
            sono alcune che manco la macchina da
            scrivere dovrebbero usare :D) ....
            Inoltre basta con sta storia della stabilità
            , parola usata ed abusata, quando io con il
            mio PC (qualunque s.o. esso abbia a bordo)
            riesco ad utilizzarlo in maniera attiva per
            24h al giorno , diversi giorni di fila,
            facendovi sopra di tutto , compresi i
            videogiochi 3D + pesanti.., direi che il
            sistema è stabile ed affidabile, punto...
            Non può esserci un + o - stabile... A meno
            che ( e qui casca l'asino) ,l'hw sia
            scadente e allora QUALUNQUE S.O. Microsoft o
            Linux che sia avrà i suoi bravi problemi...
            2 sono le possibili soluzioni per avere pc
            migliori :
            1) L'utente deve imparare che sul suo pc
            (magari di 3-4 anni) non può installare
            qualsiasi cosa e pretendere che funzioni
            bene e velocemente...
            2) Quando l'utente compra un pc nuovo
            ,dovrebbe evitare di comprare un pacco ,
            vedi ad esempio PC di marca oppure PC
            assemblati utilizzando fondi di magazzino o
            marche scadenti dove molte volte sono gli
            stessi "Amici" a fargli il pacco.
            Premetto che sono un tecnico specializzato e
            che di fregature fatte ai poveri clienti
            ignari ne ho viste fino alla nausea.
            Attendo risposte in merito, magari anche su
            un thread nuovo tutto dedicato all'argomento
            :-)
            saluti
            lrobySpecializzato in cosa? dividere tutto in 2 categorie???se proprio vogliamo farle...per il programmatore : Linux per tutto il resto degli utenti : MacOsL'hardware scadente ??? Il problema è winzozz!!! Ti assicuro che linux sui pc del supermercato va che è una meraviglia..E come controprova winMe si pianta su qualsiasi cosa lo metti e le tue 24 ore su 24 di uptime sono un po' ottimistiche (direi che ne bastano 24 per mandarlo giù)..Inoltre dimentichi un altro paio di problemucci che la segretaria potrebbe avere su win, soprattutto su un sistema monoutente: virus..Senza parlare di costi e di tutti gli altri parametri che fanno si che nei paes i più evoluti del nostro (tra cui inghilterra, germania e qualche nazione del terzo mondo) si stia adottando più o meno sperimentalmente linux sulle workstation..
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.

        Il codice di Linux è ottimizzato 486 è un
        po' pochino,see ....
        il kernel si pianta (nel senso
        che si ferma) ad ogni I/O, anche con la 2.5
        le istruzioni di I/O non perdono ancora
        sulla prelazione del kernel.tu manco sai come e' fatto un 2.5 (o 2.6 ora) ....non si pianta manco un po per operazioni di I/O,o meglio ci si pianta se co lo vuoi far piantare,altrimenti la gestione delle priorita e' ottimale.
        Se devi fare
        qualcosa di real time ti serve un sacco di
        ram e devi disabilitare lo swap. Linux usa
        ancora i processi (che sono lentissimi) ma che cavolo dici ????usa i processi proprio per motivi di prestazioni ...
        per
        un non so quale puntiglio nel non usare i
        thread (fortunatamente il trend sta
        cambiando ma sono poche le applicazioni che
        usano i thread piuttosto che fare una fork).ma tu sei matto ... ma che stai dicendo ? un thread lo crei se il kernel te lo permette,che c'entrano le applicazioni ?
        la
        lentezza cronica dei WM che utilizzano i
        socket per funzionareX utilizza i socket per funzionare,e non e' un WM,e poi sono socket unix non socket normali,fenomeno .... sono piu veloci
        (e questo li manterrà
        sempre centinaia di volte più lenti di un WM
        integrato nel kernel, e guarda un po' rende anche il sistema 100 volte piu stabile ...
        non a caso questi
        ultimi costano migliaia di dollari, sono
        closed e col cacchio che li cedono per una
        manciata di noccioline), ma chi li vuole ????? la gui e' solo un'interfaccia,col kernel nondeve averci un cacchio a che fare .
        la mancanza di una
        standard GUI sia a livello di programmazione
        (aiuterebbe tantissimo a rendere "native"
        per un determinato WM applicazioni scritte
        per un altro) sia a livello di utenza ce ne sono 2 ,e non e' che i programmi scritti per gnome non girino su kde sai ?
        Sono cose che
        alla lunga si pagano. Come pure la
        dipendenza da una distro che rende
        impossibile aggiornamenti manuali con
        pacchetti standard o sorgenti ma che ti
        vincola ai propri. si,ok ... tu linux lo hai imparato su pc facile o altri giornali del genere ... dai su lascia parlare i grandi e torna a giocare colla playstation ...
        Senza contare gli scempi
        che fanno al kernel per rendere le patch
        generiche inapplicabili.ma cosa dici ???ma quali scempi ?se una distribuzione distribuisce un kernel patchato distribuisce anche versioni delle sue patch che girino su quel kernel,e se vuoi le togli,mai sentito parlare di patch -r genio ? poi vorrei proprio sapere in quanti casi le patch generiche sarebbero inapplicabili ... a me non e' mai capitato manco per sbaglio (uso debian)
        • Anonimo scrive:
          Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.

          ce ne sono 2 ,e non e' che i programmi
          scritti per gnome non girino su kde sai ?Girare girano .... e' che ti scordi il cut&paste .....ottimo livello direi.......
          • Anonimo scrive:
            Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.


            ce ne sono 2 ,e non e' che i programmi

            scritti per gnome non girino su kde sai ?

            Girare girano .... e' che ti scordi il
            cut&paste .....ottimo livello direi.......stai scherzando vero ?ti sei scordato la faccina pero '.... poi magari qualcuno legge e ci crede sul serio.hint : mai sentito parlare di tasto centrale del mouse o di emulazione dello stesso ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
        - Scritto da: Anonimo
        Qui si tratta di
        fare raffronti a livello di codie e posso
        dirti che non è la stessa cosa (come non lo
        è a livello prestazionale).Non tanto: stando a questo articolohttp://wwwww-106.ibm.com/developerworks/linux/library/l-rt7/w-106.ibm.com/developerworks/linux/library/l-rt7 Linux è più veloce di Windows XP soltanto del 66% nel creare thread e del 100% nel creare processi.
        Il codice di Linux è ottimizzato 486 è un
        po' pochinoIl kernel viene compilato e distribuito per moltearchitetture, compresa i686 e athlon.
        il kernel si pianta (nel senso
        che si ferma) ad ogni I/O, anche con la 2.5
        le istruzioni di I/O non perdono ancora
        sulla prelazione del kernel.Non è esatto che si fermi ad ogni I/O, neppure MSDOS lofaceva: se vuoi dire che un processo in modalità utente che passa da "in attesa" a "pronto" non va in esecuzione se un altro processo è in esecuzione in modalità kernel fino a che quest'ultimo non torna dalla system call, ciò è esatto fatte salve le situazioni, quali RedHat 9, che anticipano la kernel preemption patch. Come altri hanno fatto notare, fare altrimenti riduce la latenza ma anche il throughput.
        Se devi fare
        qualcosa di real time ti serve un sacco di
        ram e devi disabilitare lo swap.Esatto, ed è una buona politica comunque: un sistema real-time alloca più risorse per ottenere la garanzia di avere risposte in tempi certi. Per Windows il real-time ha un problema più fondamentale: dato che il processo in foreground ha un boost di priorità se l'utente fa qualcosa, prima che a disabilitare lo swap bisogna impedirgli di agitare il mouse ...
        Linux usa
        ancora i processi (che sono lentissimi) per
        un non so quale puntiglio nel non usare i
        thread (fortunatamente il trend sta
        cambiando ma sono poche le applicazioni che
        usano i thread piuttosto che fare una fork).I processi sono effettivamente lentissimi su Windows rispetto ai thread, mentre su Linux la differenza è più limitata: il tempo di context switching tra processi ai tempi del 2.1 era circa il doppio del context switching tra thread. In compenso, è assai più facile introdurre bachi con il multithreading che con processi separati, in particolare corse critiche e mancate sincronizzazioni nell'accesso a dati condivisi. Nelle FAQ suggeriscono che nel 90% dei casi conviene adoperare uno o più processi: se le performance sono insoddisfacenti e il profiling (non la propria personale opinione) mostrano che il problema è l'overhead di context switching allora si è nel 10% dei casi in cui sono da preferire i thread. I processi sono indispensabili, inoltre, tutte le volte che c'è un client, un server e il server non si fida del client: un thread non può impedire ad un altro di leggere e scrivere la propria area di memoria.
        Poi vogliamo parlare del process switching
        fatto tutto in software quando ormai le CPU
        permettono di farlo completamente in HW?Vero, ma la differenza non è grande:http://lwn.net/1998/0924/a/lc-context.html
        lentezza cronica dei WM che utilizzano i
        socket per funzionare (e questo li manterrà
        sempre centinaia di volte più lenti di un WM
        integrato nel kernel, non a caso questi
        ultimi costano migliaia di dollari, sono
        closed e col cacchio che li cedono per una
        manciata di noccioline)I socket AF_UNIX non sono particolarmente lenti, anzi: sono probabilmente il meccanismo di IPC con il miglior rapporto tra performance e funzionalità. Integrare un WM nel kernel è inappropriato: il kernel deve essere quanto più semplice possibile perchè deve essere affidabile e sicuro, mentre le interfacce grafiche richiedono parecchio codice.
        la mancanza di una
        standard GUI sia a livello di programmazione
        (aiuterebbe tantissimo a rendere "native"
        per un determinato WM applicazioni scritte
        per un altro)Una API indipendente dal WM e dal desktop sarebbe effettivamente una cosa utile (di alto livello: Xlib è indipendente dai suddetti, ma lo scopo è semplificarsi la vita non riscrivere un toolkit).
        sia a livello di utenza (vabbé
        ma tanto stanno diventando tutti cloni di
        windows quando è che impedirete a kde di
        usare konqueror perché integrato nel
        sistema? o a Gnome Nautilus?E che vantaggio si dovrebbe trarre dall'impedirlo ?
        Sono cose che
        alla lunga si pagano. Come pure la
        dipendenza da una distro che rende
        impossibile aggiornamenti manuali con
        pacchetti standard o sorgenti ma che ti
        vincola ai propri.La maggior parte delle distribuzioni usa i pacchetti a ragion veduta: semplificano l'amministrazione del sistema. Chi aggiorna da sorgente si documenti su come farlo salvaguardando i vantaggi della gestione a pacchetti, ovvero facendo i propri pacchetti.
        Senza contare gli scempi
        che fanno al kernel per rendere le patch
        generiche inapplicabili.Quando una patch dà conflitti, non c'è che studiarseli e risolverli uno per uno oppure, come da altri suggerito, rimuovere la patch originale nel caso offra funzionalità che non interessano. Quando una patch imposta qualcosa a 0e un'altra la imposta a 1, una delle due è inapplicabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonasera! Io da mo' che l'ho fatto.
        ma che ti sei bevuto? un consiglio vai in una comunita' di alcolisti anonimi e smetti subito
  • Anonimo scrive:
    sorgenti
    microsoft può studiarsi i sorgenti degli altri e migliorare i propri prodotti... non è però possibile il contrario.(e lasciamo stare i commenti su chi scrive sw migliore o peggiore)
    • Anonimo scrive:
      Re: sorgenti
      - Scritto da: Anonimo
      microsoft può studiarsi i sorgenti degli
      altri e migliorare i propri prodotti... non
      è però possibile il contrario.
      (e lasciamo stare i commenti su chi scrive
      sw migliore o peggiore)mi hai rubato le parole di boccaHai perfettamente ragioneTristemente_famoso
    • Goul_duKat scrive:
      Re: sorgenti
      - Scritto da: Anonimo
      microsoft può studiarsi i sorgenti degli
      altri e migliorare i propri prodotti... non
      è però possibile il contrario.
      (e lasciamo stare i commenti su chi scrive
      sw migliore o peggiore)si puo' anche dire che se loro usano codice free dentro loro programmi e' pure ardua riuscire a dimostrarlo !!!guardando anche come viene lanciata la licenza di guardare i sorgenti per uno stato, anche se esso scopre import di sorgente free non puo' divulgarlo ecc ...quindi cause contro ms per uso illecito di sorgenti non gliene si puo' fare, e vedendo che a parti e' copiato da BSD non si sa mai quanto e' copiato da progetti GPL.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: sorgenti
      Scusa, linus lavora presso un'università. Se non ricordo male è possibile chiedere la visione dei codici anche da parte delle università o sbaglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: sorgenti
        - Scritto da: Anonimo
        Scusa, linus lavora presso un'università. SeALT: lavorava in TRANSMETA (Private Co.) fino a poche settimane fa!(per la precisione)
        non ricordo male è possibile chiedere la
        visione dei codici anche da parte delle
        università o sbaglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: sorgenti
        - Scritto da: Anonimo
        Scusa, linus lavora presso un'università. Se
        non ricordo male è possibile chiedere la
        visione dei codici anche da parte delle
        università o sbaglio?Anche potendo e' meglio che non li veda:ti immagini le questioni che nascerebberoper ogni riga di codice da lui scritta daquel momento in poi???
    • Anonimo scrive:
      Re: sorgenti
      Ovvio...Se decidi di distribuire il tuo sw come "open" ..... devi mettere in conto anche questo...
  • Anonimo scrive:
    quelo
    see.. con lo scopo di elaborarne commenti di basso profilo ed amabile stile...come loro consuetudine.
  • Anonimo scrive:
    Suggerimento alla Microsoft
    Un suggerimento alla microsoft: è inutile andare a fare benchmark su Apache o OpenLDAP. Ciò che rende unico il software libero è il fatto stesso di essere libero.Avendo una certa somma di denaro da spendere in prodotti e servizi informatici, come la spendereste? a - in software proprietario, col risultato di legarvi mani e piedi all'azienda produttrice; b - in software libero, garantendovi una istantanea indipendenza da qualsiasi fornitore.Sempre più persone e aziende imparano a capire che la scelta migliore è "b" (alla faccia di chi crede che "software libero" = "gratis"). Nessuna di queste persone si farà abbindolare da una proposta Microsoft che magari compete tecnicamente con il software libero, ma che sicuramente non può competere dal punto di vista della libertà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento alla Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Un suggerimento alla microsoft: è inutile
      andare a fare benchmark su Apache o
      OpenLDAP. Ciò che rende unico il software
      libero è il fatto stesso di essere libero.

      Avendo una certa somma di denaro da spendere
      in prodotti e servizi informatici, come la
      spendereste?

      a - in software proprietario, col
      risultato di legarvi mani e piedi
      all'azienda produttrice;

      b - in software libero, garantendovi una
      istantanea indipendenza da qualsiasi
      fornitore.

      Sempre più persone e aziende imparano a
      capire che la scelta migliore è "b" (alla
      faccia di chi crede che "software libero" =
      "gratis"). Nessuna di queste persone si farà
      abbindolare da una proposta Microsoft che
      magari compete tecnicamente con il software
      libero, ma che sicuramente non può competere
      dal punto di vista della libertà.alcune aziende hanno pure scoperto che le softwarehouse e gli sviluppatori open, in quanto open, danno assistenza fin quando conviene a loro... lasciando il cliente nella mer*a, visto che quest'ultimo è libero di operare sul codice di cui ne è oramai il proprietario.... ricordati sempre che è una questione di contratti e licenze.Una azienda intelligente si può rivolgere ad entrambe le tipologie di offerta del software e trarne comunque vantaggi oppure fregature...
      • Anonimo scrive:
        Re: Suggerimento alla Microsoft
        - Scritto da: Anonimo
        alcune aziende hanno pure scoperto che le
        softwarehouse e gli sviluppatori open, in
        quanto open, danno assistenza fin quando
        conviene a loro... lasciando il cliente
        nella mer*a, visto che quest'ultimo è libero
        di operare sul codice di cui ne è oramai il
        proprietario.Ca22ate belle e buone, se 'tu' come azienda paghi lo sviluppatore 'Open' per fare le modifiche da te richieste, vedrai che non rimarrai mai e poi mai a piedi (proprio come, nello stesso modo, paghi le aziende che ti forniscono software closed su misura, ma la differenza è sostanziale).Vuoi sapere dove è il vantaggio? il vantaggio è che, essendo Open il software che stai usando, se un giorno quello sviluppatore 'eventualmente' discontinuasse lo sviluppo, anche a pagamento (quando mai? ma ipotiziamo pure), se la tua azienda paga, sai quanti sviluppatori trovi per portare avanti il 'tuo' software della 'tua' azienda.Quante volte invece, software house che sviluppavano software particolare hanno chiuso e lasciato il cliente a piedi? Che fai tu? Reverse engeenering e modifichi il codice assembler per apportare le modifche? Non penso proprio, te lo dico io come fai... fai come tutti quelli che hanno usato software closed fino ad ora, dismetti l'uso aziendale di suddetto programma e migri, nuovamente tutto ad un eventuale sostituto, sai bello che è buttare tutto alle ortiche dopo che magari la tua azienda ha pagato fior di milioni per lo sviluppo di quel software.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Suggerimento alla Microsoft
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo


          alcune aziende hanno pure scoperto che le

          softwarehouse e gli sviluppatori open, in

          quanto open, danno assistenza fin quando

          conviene a loro... lasciando il cliente

          nella mer*a, visto che quest'ultimo è
          libero

          di operare sul codice di cui ne è oramai
          il

          proprietario.

          Ca22ate belle e buone, se 'tu' come azienda
          paghi lo sviluppatore 'Open' per fare le
          modifiche da te richieste, vedrai che non
          rimarrai mai e poi mai a piedi (proprio
          come, nello stesso modo, paghi le aziende
          che ti forniscono software closed su misura,
          ma la differenza è sostanziale).

          Vuoi sapere dove è il vantaggio? il
          vantaggio è che, essendo Open il software
          che stai usando, se un giorno quello
          sviluppatore 'eventualmente' discontinuasse
          lo sviluppo, anche a pagamento (quando mai?
          ma ipotiziamo pure), se la tua azienda paga,
          sai quanti sviluppatori trovi per portare
          avanti il 'tuo' software della 'tua'
          azienda.

          Quante volte invece, software house che
          sviluppavano software particolare hanno
          chiuso e lasciato il cliente a piedi? Che
          fai tu? Reverse engeenering e modifichi il
          codice assembler per apportare le modifche?
          Non penso proprio, te lo dico io come fai...
          fai come tutti quelli che hanno usato
          software closed fino ad ora, dismetti l'uso
          aziendale di suddetto programma e migri,
          nuovamente tutto ad un eventuale sostituto,
          sai bello che è buttare tutto alle ortiche
          dopo che magari la tua azienda ha pagato
          fior di milioni per lo sviluppo di quel
          software.

          Ciaogeneralmente, la modifica di megabyte di sorgenti altrui è un'operazione molto costosa è altresì raratuttavia ripeto che imho in entrambi i modelli di distribuzione ci siano i pro e i contro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Suggerimento alla Microsoft
            per l'utenza domestica è una guerra di religione: per le aziende il risparmio nell'utilizzo di prodotti opensource è un Fatto e non un opinione. certo:il modello open non erfetto ma lo è più che altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: si ma... io ho dei dubbi...
            scusate, io ammetto di non avere una vasta esperienza in merito a questo argomento, ma secondo me troppo open fa male... nel senso che si poterebbero perdere i fili...in un post precedente si diceva che morto uno sviluppatore se ne fa un'altro, si, ma siamo sicuri che il tutto mantenga un unico filo conduttore? Cioè, con l'open su tutti i fronti, siamo sicuri di non ritrovarci con mille copie del solito prodotto ma funzionanti in maniera diversa? o implementanti moduli diversi? oppure incompatibili fra loro? o comunque non testati per il lavoro in comune?Io sinceramente preferisco software close da aziende serie, e secondo me la microsoft è all'inizio della retta via...via, il 2000 e XP si possono considerare all'inizio di un miglioramento dei prodotti di casa MS...non ditemi di no...su...
          • Alessandrox scrive:
            Re: si ma... io ho dei dubbi...
            - Scritto da: Anonimo
            Cioè, con l'open su tutti i fronti, siamo
            sicuri di non ritrovarci con mille copie del
            solito prodotto ma funzionanti in maniera
            diversa? o implementanti moduli diversi?Possibile, per quanto improbabile, fino ad ora non e' mai successo. Tuttavia "mille" e' unesagerazione.Anzi un caso mi viene in mente:VNCDa un' unico sorgente originale ne sono derivati diversi, ognuno con diverse caratteristiche, miglioramenti, soluzioni, e li ho provati un po' tutti:problemi non ce ne sono perche' ovviamente ognuno sviluppa un server con caratteristiche peculiari ma il CLIENT funziona perfettamente con tutti, senza inconpatibilita'. Ottimo supporto on line, possibilita' di scelta...Semplicemente problemi non ce ne sono.
            oppure incompatibili fra loro? o comunque
            non testati per il lavoro in comune?
            Io sinceramente preferisco software close da
            aziende serie, e secondo me la microsoft è
            all'inizio della retta via...via, il 2000 e
            XP si possono considerare all'inizio di un
            miglioramento dei prodotti di casa MS...non
            ditemi di no...su...Speriamo di si.In ogni caso la spinta al miglioramento sappiamo tutti quale sia stata.... e quindi tante grazie all' OpenSource... no?
          • Anonimo scrive:
            Re: si ma... io ho dei dubbi...

            Anzi un caso mi viene in mente:
            VNC
            Da un' unico sorgente originale ne sono
            derivati diversi, ognuno con diverse
            caratteristiche, miglioramenti, soluzioni, eSi ma parli di un progetto famoso e largamente diffuso, il tuo software aziendale una volta che perdi il programmatore è più difficile sostituirlo, possibile si ma facile no.
          • Anonimo scrive:
            Re: si ma... io ho dei dubbi...
            Ed e' quindi altamente improbabile che si forki in molti rami di sviluppo diversi. Dopotutto sei tu azienda che paghi uno sviluppatore per effettuare modifiche ad un software open per conto della tua azienda. Quanti sarebbero interessati a lavorare su un prodotto altamente specializzato sulle esigenze di una sola azienda? WarfoX
          • Anonimo scrive:
            Re: si ma... io ho dei dubbi...
            - Scritto da: Anonimo

            Anzi un caso mi viene in mente:

            VNC

            Da un' unico sorgente originale ne sono

            derivati diversi, ognuno con diverse

            caratteristiche, miglioramenti,
            soluzioni, e

            Si ma parli di un progetto famoso e
            largamente diffuso, il tuo software
            aziendale una volta che perdi il
            programmatore è più difficile sostituirlo,
            possibile si ma facile no.Ma appunto possibile... Pensa ad una azienda che ha investito in passato centinaia di milioni di lire in un progetto con una software house poi fallita, e magari poi per un banale baco si è trovata in braghe di tela... Baco facilmente correggibile a patto di avere a disposizione i sorgenti... L'azienda ora si troverà a dover spendere centinaia di migliaia di euro. Se invece avesse i sorgenti dovrebbe spendere solo diciamo qualche migliaio di euro.Vuoi un esempio ? Il Millennium bug....Diciamo anche che se un azienda investe queste cifre per un software se non è del tutto scema i sorgenti li pretende comunque, ma a questo punto non c'è differenza fra software open e closed....
          • Anonimo scrive:
            Re: Suggerimento alla Microsoft
            - Scritto da: Anonimo
            per l'utenza domestica è una guerra di
            religione: per le aziende il risparmio
            nell'utilizzo di prodotti opensource è un
            Fatto e non un opinione. certo:il modello
            open non erfetto ma lo è più che altri.Ma va la ... dimmi quante applicazioni contabili open (solo per prendere un ramo d'azienda piuttosto trasversale) conosci. E non mi dire MOSAICO che è la più grande KAGATA della storia dell'informatica (oltre al fatto che non funziona).Ciao Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Suggerimento alla Microsoft
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            per l'utenza domestica è una guerra di

            religione: per le aziende il risparmio

            nell'utilizzo di prodotti opensource è un

            Fatto e non un opinione. certo:il modello

            open non erfetto ma lo è più che altri.

            Ma va la ... dimmi quante applicazioni
            contabili open (solo per prendere un ramo
            d'azienda piuttosto trasversale) conosci. E
            non mi dire MOSAICO che è la più grande
            KAGATA della storia dell'informatica (oltre
            al fatto che non funziona).

            Ciao CiaoLa risposta di un lin.ro medio sarebbe.... bè fattelo da solo.hihihihi
          • eaman scrive:
            Re: Suggerimento alla Microsoft
            - Scritto da: Anonimo
            generalmente, la modifica di megabyte di
            sorgenti altrui è un'operazione molto
            costosa è altresì rara
            Be' almeno pero' hai la possibilita' di farlo se proprio ti serve. E te lo puo' fare chiunque sia tecnicamente in grado senza problema di licenze.Si puo'portare avanti la manutenzione di software non piu' interessanti per il grande pubblico congiuntamente da chi ancora tiene ad usarli.Quando una software house dismette il supporto ad un software proprietario cosa succede invece? Chiedilo a quelli che usavano vecchie applicazioni su una vecchia release di windows non piu' interessante per il marketing della microsoft.Prova invece a cercare quante update escono tuttora per i vecchi kernel di linux: fin tanto che _gli_utilizzatori_ sono interessati il supporto continua ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Suggerimento alla Microsoft

        ... ricordati sempre che è una questione di
        contratti e licenze.
        Una azienda intelligente si può rivolgere ad
        entrambe le tipologie di offerta del
        software e trarne comunque vantaggi oppure
        fregature...Perchè tu chiami a casa i tecnici Microsoft se qualcosa non va su windows o ti metti a smanettare da bravo come fanno tutti quanti? (compreso mio padre in ufficio con effetti disastrosi sui suoi PC e sulla mia psiche)Andiamo....l'assistenza te la fa anche per il software...chi ti vende l'hardware....
        • Anonimo scrive:
          Re: Suggerimento alla Microsoft

          Andiamo....l'assistenza te la fa anche per
          il software...chi ti vende l'hardware....Prima di essere crocifisso io sto parlando di Sistema operativo, non di software propeitario come può essere un sw di gestione clienti o cose simili che hanno assitenza da parte della sw house produttrice....cmq leggendo altri post concordo con chi dice che appena una Sw house decide che un prodotto non è più utile e ne fa uscire una versione totalmente rivista, chi vuole rimanere al vecchio prodotto può salutare con la manina...
          • Anonimo scrive:
            Re: Suggerimento alla Microsoft
            - Scritto da: Anonimo

            Andiamo....l'assistenza te la fa anche per

            il software...chi ti vende l'hardware....

            Prima di essere crocifisso io sto parlando
            di Sistema operativo, non di software
            propeitario come può essere un sw di
            gestione clienti o cose simili che hanno
            assitenza da parte della sw house
            produttrice....cmq leggendo altri post
            concordo con chi dice che appena una Sw
            house decide che un prodotto non è più utile
            e ne fa uscire una versione totalmente
            rivista, chi vuole rimanere al vecchio
            prodotto può salutare con la manina...è probabile che tu non abbia avuto delle esperienze positive in merito.... ma ti garantisco che l' "abbandono" della softwarehouse per un vecchio prodotto è davvero molto raro...Microsoft ad esempio pubblica ancora aggiornamenti per win95... e da il supporto on line.Per quanto riguarda win3.1 e il vecchio dos, c'è ancora il supporto on-line e via email... non
      • Anonimo scrive:
        Re: Suggerimento alla Microsoft


        Nessuna di queste persone si farà

        abbindolare da una proposta Microsoft che

        magari compete tecnicamente con il

        software libero, ma che sicuramente non può

        competere dal punto di vista della libertà.

        alcune aziende hanno pure scoperto che le
        softwarehouse e gli sviluppatori open, in
        quanto open, danno assistenza fin quando
        conviene a loro... lasciando il cliente
        nella mer*a, visto che quest'ultimo è libero
        di operare sul codice di cui ne è oramai il
        proprietario.Tutto questo non ha senso. Esistono dei documenti chiamati "contratti" che stabiliscono i doveri di chi li sottoscrive. Esempio: "io programmatore mi impegno a sviluppare l'applicazione X e a fornire assistenza e personalizzazioni per Y anni, a un prezzo totale di Z Euro".Questi documenti sono validi sia per chi programma software libero, che per chi programma software proprietario.La differenza sta nella libertà di chi paga: alla fine di un contratto di assistenza riguardante il software libero, sarà possibile rinnovare lo stesso contratto, o cambiare fornitore; nel caso del software proprietario il fornitore è uno (l'azienda sviluppatrice). Alla fine del contratto si sarà costretti al rinnovo, o, se il fornitore è troppo esoso, bisognerà far riscrivere il software da un altro fornitore che (si spera) non approfitti troppo del suo monopolio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento alla Microsoft

      Nessuna di queste persone si farà
      abbindolare da una proposta Microsoft che
      magari compete tecnicamente con il software
      libero, ma che sicuramente non può competere
      dal punto di vista della libertà.Io spero che tu stia scherzando, si può non comprare software Microsoft per tanti motivi tra cui le performance, la sicurezza e non voler dare soldi agli americani, ma sentire che non lo compri per essere più libero è assurdo, ti sei già chiuso TU in una prigione mentale dove non sei libero di acquistare ciò che vuoi.Ed in ogni caso le aziende scelgono le soluzioni che meglio soddisfino all'incremento del loro business, nessuno si mette linux in casa perchè è open-source o MS perchè ha le finestre colorate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Suggerimento alla Microsoft
        VeroGuardarsi sempre da chi si riempie la bocca della parola "libertà" di solito gli apostoli della libertà violano la tua per raggiungere la loro e poi diventano dittatori o regime.Io compro e uso quello che voglio (linux windows etc etc) ma non mi faccio barriere mentali o preconcetti politico/sociali. Se non ci fossero tanti fricchettoni che sanno solo metter su server web e non sanno un cavolo del codice del kernel perché non lo capiscono allora forse ci sarebbe anche un atteggiamento più critico su linux.Il FUD e il denaial che fanno i sostenitori di linux ad oltranza si ripercuotono sulla qualità del sistema stesso. In anni di parole ancora non c'è una API unica per i vari window manager e neanche un'interfaccia comune per accedere ai servizi di una o dell'altra (menu, systray, integrazione coi file-manager a livello plugin etc) così tutte queste persone libere rimangono intrappolate tra migliaia di Bill Gates in erba che li usano per arrivare a fare un sacco di soldi e, magari, a sbaragliare la concorrenza (e non ditemi che non è vero, se seguite le ml lo sapete anche voi che per esempio si fomentano guerre di religione tra gnome e kde solo per garantirsi una user base maggiore e cercare di diventare il wm unico per qualche distro...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Suggerimento alla Microsoft
          - Scritto da: Anonimo
          VeroFalso :-D
          Guardarsi sempre da chi si riempie la bocca
          della parola "libertà" di solito gli
          apostoli della libertà violano la tua per
          raggiungere la loro e poi diventano
          dittatori o regime.Verissimo
          Io compro e uso quello che voglio (linux
          windows etc etc) ma non mi faccio barriere
          mentali o preconcetti politico/sociali.E invece te le fai le barriere mentali perché non hai ancora imparato le potenzialitá e la liberta´che ti puó dare l'uso di formati aperti e non closed stile doc. Se tu non lo capisci qui se c'é qualcuno con barriere mentali.....Quando tu hai un file che contiene informazioni in un formato closed chi ti fornisce il sw per leggerlo ti tiene in pugno. Tu senza quel sw non puoi usufruire di nulla. Sei nudo. Ricordatelo.
          Se non ci fossero tanti fricchettoni che sanno
          solo metter su server web e non sanno un
          cavolo del codice del kernel perché non lo
          capiscono allora forse ci sarebbe anche un
          atteggiamento più critico su linux.L'atteggiamento critico esiste perché senza critiche non si va mai avanti nello sviluppo. In ogni comunitá comunque esistono personaggi piú esagitati. Ma i "fricchettoni" te li sei inventati perché hai voluto bollare con questa etichetta tutta la comunitá Open Source che é ben piú variegata.
          Il FUD e il denaial che fanno i sostenitori
          di linux ad oltranza si ripercuotono sulla
          qualità del sistema stesso. In anni di
          parole ancora non c'è una API unica per i
          vari window manager e neanche un'interfaccia
          comune per accedere ai servizi di una o
          dell'altra (menu, systray, integrazione coi
          file-manager a livello plugin etc) così
          tutte queste persone libere rimangono
          intrappolate tra migliaia di Bill Gates in
          erba che li usano per arrivare a fare un
          sacco di soldi e, magari, a sbaragliare la
          concorrenza (e non ditemi che non è vero, se
          seguite le ml lo sapete anche voi che per
          esempio si fomentano guerre di religione tra
          gnome e kde solo per garantirsi una user
          base maggiore e cercare di diventare il wm
          unico per qualche distro...)Oddio... fare un sacco di soldi.....Ma per fortuna che c'é varietá! Non sia mai che torniamo tutti inquadrati come M$... a ognuno quello che preferisce tanto quello che ci sta sotto é aperto e condiviso ....Le guerre di religione fanno sempre danni ma le barriere mentali non sono da meno....
  • Anonimo scrive:
    Un po come alla fiat
    Ultimamente la fiat sta rivedendo le proprie vetture e le sta rendendo migliori, pena il fallimento visto che la concorrenza offre di meglio.Così pure Microsoft deve cominciare a fare i conti con una concorrenza che non passa più inosservata.Viva la concorrenza! (linux) (apple) (win)
    • Terra2 scrive:
      Re: Un po come alla fiat
      - Scritto da: Anonimo
      Ultimamente la fiat sta rivedendo le proprie
      vetture e le sta rendendo migliori, pena il
      fallimento visto che la concorrenza offre di
      meglio.a) la fiat è praticamente gia fallita...b) scusa, dove li hai visti i miglioramenti? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un po come alla fiat
        Mi vuoi dire che Windows 2000 funziona come Windows 98!!!!!!!!!!!! svegliati siamo nel 2003
        • Anonimo scrive:
          Re: Un po come alla fiat
          Penso si riferisse alle automobili fiat
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po come alla fiat
            Be io ho una Bravo e rispetto ad una Tipo è migliorata un bel Po...intanto ho amici che hanno delle focus che si fermano ogni tanto...entra l'acqua dalle portiere ecc...Ma questa è un'altra storia
        • Vaira scrive:
          Re: Un po come alla fiat
          Infatti, bello win2003...(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po come alla fiat
            - Scritto da: Vaira
            Infatti, bello win2003...
            (linux)Aspetta per lo meno il Service Pach 3 ...è una cosa fisiologica !!! :-))))
      • Anonimo scrive:
        Re: Un po come alla fiat
        - Scritto da: Terra2
        b) scusa, dove li hai visti i miglioramenti?b)Gli hai visti gli ultimi modelli ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Un po come alla fiat

          b)Gli hai visti gli ultimi modelli ?Internamente molto belli, esternamente orribili, affidabilità scarsa
  • dotnet scrive:
    L'importante è la compatibilità...
    ...e sempre una maggiore scalabilità per chi sviluppae credo che sia importante comunque che i due OS restino per certi versi alternativi
    • Anonimo scrive:
      Re: L'importante è la compatibilità...
      - Scritto da: dotnet
      ...e sempre una maggiore scalabilità per chi
      sviluppa

      e credo che sia importante comunque che i
      due OS restino per certi versi alternativiè meglio per MS non incrementare la compatibilità: avevo letto un post di qualcuno che in ditta doveva continuare a pagare danarose licenze in quanto i clienti utilizzavano MS office per spedire due righe in excel. MS ha il vantaggio di poter vivere di rendita....ancora per un po'.
  • Anonimo scrive:
    C'è molto da fare ma...
    Ma forse è il TIMIDO inizio di una nuova era: Bill Gates si può essere preso tutti gli insulti di questo mondo, ma non è proprio del tutto scemo. Diceva un saggio "se non puoi batterli alleati".Devono scansare un po di merda che hanno nel cervello e smetterla di fare i loro porci comodi (al contrario di ciò che succede per le major musicali); io col pinguino mi trovo bene ma win fa girare certe applicazioni a cui mi rode aver rinunciato. Se facessero un win più funzionale sulla scia di linux, magari abbassando il prezzo a livelli umani (da economia sfasciata come quella italiana), io una copia sarei anche disposto a comprarmela.E' un'opinione ovviamente (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è molto da fare ma...
      -. Se facessero un
      win più funzionale sulla scia di linux,
      magari abbassando il prezzo a livelli umani
      (da economia sfasciata come quella
      italiana), io una copia sarei anche disposto
      a comprarmela.

      E' un'opinione ovviamente (linux)E faresti bene se il software che compri è di qualità...è per questo che la microsoft si becca tutto l'odio degli utenti ..perchè fa pagare l'ira di dio un software che di qualità non è o che cmq non vale il prezzo pagato.Se microsoft decidesse di svegliarsi dal letargo eterno in cui versa ben vengano i loro software (di qualità) come quelli di chiunque altro...
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è molto da fare ma...


        E faresti bene se il software che compri è
        di qualità...è per questo che la microsoft
        si becca tutto l'odio degli utenti ..perchè
        fa pagare l'ira di dio un software che di
        qualità non è o che cmq non vale il prezzo
        pagato.
        Se microsoft decidesse di svegliarsi dal
        letargo eterno in cui versa ben vengano i
        loro software (di qualità) come quelli di
        chiunque altro...
        Ritengo windows 2000 un ottimo prodotto, almeno per il mio lavoro ( programmazione ), e il suo costo proporzionato a quello che offre a un'utenza aziendale. Per l'home ovviamente c'è XP che in molti casi ci viene venduto preistallato , quindi diciamo a buon prezzo.. e poi ci sono molti che se lo sono copiato. Secondo me è inutile criticarne i prezzi, tanto da "bravi" italiani se il costo ci pare troppo.. lo copiamo.A me quello che fa più impressione sono i prezzi di alcuni software e ancora di più di certi giochi. Per evitare di diventare povero o uno diventa un pirata o usa solo demo e poi si mette l'anima in pace.Guardiamoci intorno e non critichiamo solo un'azienda.salutiRoberto
        • Anonimo scrive:
          Re: C'è molto da fare ma...
          - Scritto da: Anonimo
          Ritengo windows 2000 un ottimo prodotto,
          almeno per il mio lavoro ( programmazione ),
          e il suo costo proporzionato a quello che
          offre a un'utenza aziendale. Per l'home
          ovviamente c'è XP che in molti casi ci viene
          venduto preistallato , quindi diciamo a buon
          prezzo.. e poi ci sono molti che se lo sono
          copiato. Secondo me è inutile criticarne i
          prezzi, tanto da "bravi" italiani se il
          costo ci pare troppo.. lo copiamo.
          A me quello che fa più impressione sono i
          prezzi di alcuni software e ancora di più di
          certi giochi. Per evitare di diventare
          povero o uno diventa un pirata o usa solo
          demo e poi si mette l'anima in pace.
          Guardiamoci intorno e non critichiamo solo
          un'azienda.

          saluti
          RobertoLa critica è data dal fatto che l'azienda di cui parli non offre un ottimo prodotto perché hai la possibilità di compararlo con altri bensi perché negli anni ha deliberatamente utilizzato il proprio monopolio per distruggere la concorrenza. Ora che c'è rimasto solo Windows, mi spieghi come fai a giudicarlo un ottimo prodotto dato che non si capisce rispetto a che cosa lo giudichi?
  • Anonimo scrive:
    Bravi cosi si lavora !
    Mi sembra che in MS abbiano capito davvero come devono lavorare... devono puntare sulla qualità !Lo stanno già facendo ma credo che ci sia ancora un po di strada da fare e penso che confrontarsi con linux sia una cosa molto utile, bravi !
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravi cosi si lavora !
      sicuramente è un grosso paso avanti rispetto ai proclami fantasiosi ed irresponsabili tesi alla mera denigrazione di Linux.Spero,per loro e per noi utenti,che non si limitino a raggiungere solo le "prestazioni" di un webserver basato su Linux ma che ne copino a fondo anche la qualità , la serietà e la creatività.Cose che a microsoft adesso mancano del tutto..Ho cmq i miei dubbi al riguardo..penso più che altro a fare i soliti benchmark per poi limitarsi a riferire e sbandierare quelli favorevoli e nascondere quelli sfavorevoli...come molte aziende fanno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravi cosi si lavora !
      anche secondo me ma prevedo flame e post da "lamer sinistroide utopico che combatte una battaglia titanica e impossibile contro un mondo avverso" a iosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bravi cosi si lavora !
        - Scritto da: Anonimo
        anche secondo me

        ma prevedo flame e post da "lamer
        sinistroide utopico che combatte una
        battaglia titanica e impossibile contro un
        mondo avverso" a iosa.certo che il "lamer sinistroide" potevi anche risparmiartelo visto che non siamo in un forum di politica e quindi appiccicare inutili etichette alla gente non ha senso se non per te..
      • Anonimo scrive:
        Re: Bravi cosi si lavora !
        - Scritto da: Anonimo
        anche secondo me

        ma prevedo flame e post da "lamer
        sinistroide utopico che combatte una
        battaglia titanica e impossibile contro un
        mondo avverso" a iosa.Mah, che sia una battaglia titanica e impossibile non mi risulta...anzi, viviamo in un mondo democratico e faccio spesso vedere alla gente -anche perchè spesso costoro sono molto curiosi- come funziona Linux e se è un sistema operativo che possa adattarsi alle loro esigenze. E tanti hanno risposto molto bene. Non è nemmeno un mondo avverso, tante amministrazioni e utenti nel mondo passano a Linux, anzi è un "mondo" pieno di opportunità. Non c'è bisogno nemmeno dei flames e né bisogno di essere un "sinistroide utopico" solo perchè non finanzio Gates. Mi fa anzi piacere che quest'ultimo abbia deciso di testare software Linux, magari migliorano Windows, ma è un'operazione che secondo me potevano fare in silenzio: non mi pare che la comunità Linux stia testando Windows per scoprire come migliorarsi...(non ho nessuna voglia di rivedere impallamenti, schernate blu e reinstallazioni del sistema...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bravi cosi si lavora !
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          anche secondo me



          ma prevedo flame e post da "lamer

          sinistroide utopico che combatte una

          battaglia titanica e impossibile contro un

          mondo avverso" a iosa.

          Mah, che sia una battaglia titanica e
          impossibile non mi risulta...anzi, viviamo
          in un mondo democratico e faccio spesso
          vedere alla gente -anche perchè spesso
          costoro sono molto curiosi- come funziona
          Linux e se è un sistema operativo che possa
          adattarsi alle loro esigenze. E tanti hanno
          risposto molto bene. Non è nemmeno un mondo
          avverso, tante amministrazioni e utenti nel
          mondo passano a Linux, anzi è un "mondo"
          pieno di opportunità. Non c'è bisogno
          nemmeno dei flames e né bisogno di essere un
          "sinistroide utopico" solo perchè non
          finanzio Gates. Mi fa anzi piacere che
          quest'ultimo abbia deciso di testare
          software Linux, magari migliorano Windows,
          ma è un'operazione che secondo me potevano
          fare in silenzio: non mi pare che la
          comunità Linux stia testando Windows per
          scoprire come migliorarsi...(non ho nessuna
          voglia di rivedere impallamenti, schernate
          blu e reinstallazioni del sistema...)non sempre si prendono spunti direttamente dal codice:http://punto-informatico.it/p.asp?i=44952
      • Anonimo scrive:
        Re: Bravi cosi si lavora !
        - Scritto da: Anonimo
        anche secondo me

        ma prevedo flame e post da "lamer
        sinistroide utopico che combatte una
        battaglia titanica e impossibile contro un
        mondo avverso" a iosa.uhm io sono di destra (quella vera) ma uso da 8 anni GNU/Linux, posso continuare ad usarlo anche se non sono un "lamer sinistroide"? oppure devo scegliere se cambiare le mie idee politiche o il mio sistema operativo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravi cosi si lavora !
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sembra che in MS abbiano capito davvero
      come devono lavorare... devono puntare sulla
      qualità !Quindi si mettono a copiare linux? Allora lo ammettono che Linux e' meglio. Ahahahah... ma perche' lo vanno a dire in giro mi domando. Me sa che ce sta quarcosa sotto mmmhhhh. Vuoi vedere che ti vogliono far diventare linux un prodotto M$ comprando SCO e la licenza unixwarelinuxLo ammetto sto trollando un pochino, manco tanto pero' ;-Pp.s. una volta copiato linux perche' uno dovrebbe dare piu' soldi a M$ per avere lo stesso sitema che oggi paga due lire?
Chiudi i commenti