IBM mette Power7 sui blade

IBM mette Power7 sui blade

Il nuovo chippone di IBM trova posto su tre nuovi modelli di server BladeCenter che promettono un rapporto tra performance, consumi e costi decisamente superiore a quello dei precedenti modelli basati su Power6
Il nuovo chippone di IBM trova posto su tre nuovi modelli di server BladeCenter che promettono un rapporto tra performance, consumi e costi decisamente superiore a quello dei precedenti modelli basati su Power6

A circa due mesi dal debutto di Power7, IBM ha introdotto i primi blade server a montare il suo processore di nuova generazione. Big Blue ha inoltre rilasciato una versione low-end del proprio sistema operativo AIX indirizzata alle piccole imprese e alla consolidazione dei carichi di lavoro meno pesanti.

I nuovi blade server sono sistemi altamente scalabili che permettono alle aziende, soprattutto quelle medio-piccole, di partire da economiche configurazioni a singolo socket per poi passare, quando necessario, a configurazioni multiprocessore. IBM afferma che questi server sono in grado di ridurre i carichi di lavoro “da settimane a minuti” e che, grazie a nuovi servizi di gestione centralizzata dei sistemi, possono ridurre il costo complessivo di possesso fino al 25%.

“I nuovissimi PS700, PS701 e PS702 Express sono i primi blade per carichi di lavoro che vanno dai web-tier ai server per le applicazioni SAP fino ai database distribuiti nei data center blade” spiega IBM. “Le tecnologie innovative di Power7 ottimizzano in modo automatico le prestazioni dei blade e il risparmio energetico, consentendo ai nuovi BladeCenter PS702 Express di erogare prestazioni migliori del 225% per blade rispetto a Oracle Sun Blade T6340 e superiori del 188% per blade rispetto a HP Integrity BL860c Blade”.

I nuovi blade montano Power7 a quattro o otto core e sono in grado di gestire fino a 128 GB di memoria RAM per singolo server, una quantità doppia rispetto alla precedente generazione di sistemi Power6. Il big di Armonk colloca i suoi nuovi sistemi ultradensi nel segmento dei server per applicazioni back-end e database, e afferma che il supporto a quantità più elevate di RAM li rende ancor più adatti all'hosting di macchine virtuali e al consolidamento dei server.

IBM tiene a precisare come i nuovi blade possano essere collocati negli stessi chassis che oggi ospitano i blade basati su processori Power6 e o x86.

Per maggiori dettagli sui nuovi BladeCenter PS700, PS701 e PS702 Express si veda questa pagina .

Come si è anticipato, IBM ha introdotto anche una nuova edizione a basso prezzo di AIX 6, la Express, pensata per le PMI o per le aziende più grandi che necessitano di consolidare i carichi di lavoro meno pesanti su midrange o Power System di alta gamma. AIX 6 Express, che si affianca alle preesistenti edizioni Standard e Enterprise, è in grado di supportare fino a quattro core per immagine e 8 GB per core.

IBM ha infine annunciato nuove versioni dell'ambiente operativo integrato IBM i e dell'ambiente di sviluppo Rational Developer per Power .

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti