ICT, l'Europa si riprende, l'Italia quasi

Lo dicono gli ultimi numeri del rapporto EITO 2006: in Europa il settore delle nuove tecnologie viaggia a +3,8 per cento. L'Italia segna una ripresa del 2 per cento, con una micro-crescita prevista per il 2007

Milano – In Italia il comparto dell’Information and Communication Technology che negli ultimi anni non ha fatto che arrancare conferma i segnali di ripresa registrati ad ottobre: questo è quanto emerge dagli ultimi dati di aggiornamento al Rapporto 2006 forniti da EITO – European Information Technology Observatory .

La crescita 2006 del mercato ICT italiano è calcolata in un +2 per cento e per il 2007 ci si aspetta un ulteriore piccolo passo in avanti: 2,1 per cento. Dati incoraggianti, sebbene ancorati ben al di sotto della media europea (+3,1 per cento) e dei principali mercati del continente: Spagna +5,2 per cento, UK +3,3, Francia +2,7. D’altra parte un mercato dinamico come quello tedesco fa registrare un contenuto +1,6 per cento per l’anno in corso.

I dati, presentati ieri a Milano, indicano dunque che nel settore dell’informatica e delle comunicazioni l’Europa è uscita da un periodo difficile, tanto che nel 2007 la media europea di crescita dovrebbe attestarsi oltre quella 2006, raggiungendo quota +4,2 per cento.

Rispetto ai partner europei, a penalizzare l’Italia, secondo gli esperti, sono investimenti ridotti e un PIL italiano ancora indietro. Esaminando il solo settore dei servizi IT l’Italia segna comunque un +1,5 per cento nel 2006 e ci si attende un +2,5 per cento per l’anno venturo. Meglio va nel comparto del software , dove alla crescita del 3 per cento nel 2006 dovrebbe seguire un +4,5 per cento nel 2007.

Tra i dati più interessanti del rapporto EITO, la forte crescita dei paesi dell’Europa orientale , mercati che crescono a due cifre (Polonia, Lituania e Slovacchia viaggiano a +12 per cento) e che dimostrano un vitale dinamismo.

Le differenze tra i paesi emergenti e i mercati più consolidati sono evidenti anche nel comparto della telefonia . Le TLC nei nuovi paesi membri della UE salgono del 7,8 per cento nel 2006 (previsto 6,1 nel 2007) mentre nei maggiori mercati si registra un +5,1 per cento della Spagna e un +2 per cento per Italia e Francia. Se la passa male la Germania, dove si parla esplicitamente di stagnazione delle TLC.

“Mentre i servizi in voce rappresentano ancora una cash cow – commenta il presidente EITO Bruno Lamborghini – il futuro delle telecomunicazioni è guidato dai nuovi servizi a banda larga, dal fattore mobilità always on, dalla IPTV, dai nuovi contenuti on line, dalle nuove opportunità che provengono dalle applicazioni innovative, collegate al cosiddetto Web 2.0 dei social networks e del P2P”.

Per l’Italia gli esperti sperano in un futuro più dinamico. “L’obiettivo fondamentale – sottolinea Lamborghini – è mettere in atto azioni per accelerare il rientro dell’Italia in Europa anche sul lato dello sviluppo dell’offerta e della domanda di informatica, tenuto conto del ruolo determinante che tale tecnologia ha sulla produttività e sullo sviluppo. Per quanto riguarda le telecomunicazioni e la diffusione della banda larga, sarà fondamentale sostenere gli investimenti degli operatori”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    I 3 Comandamenti
    1° NON COMPRARE NULLARIAA, SIAE, FIMI, governo e associazioni mafiose varie ci fanno la guerra (perchè è una guerra) con i soldi che NOI gli portiamo.Smettiamola di finanziare il nemico.Un minimo di autodisciplina è indispensabile per farli impazzire. E vi assicuro che già sono sulla strada buona...Inoltre è divertentissimo...voglio vedere che legge si inventeranno questi pidocchiosi per obbligarmi a comprare Continuare a finanziare chi ha dato prova indiscutibile di fottersene dei propri clienti e di non esitare addirittura a denunciarli è veramente da pirla.Acquistare all'estero direttamente o tramite conoscenti/amici/importatori è un ottima idea oltre che "cosa buona e giusta".2° AVVIARE NUOVI UTENTI AL P2PAvviare nuovi utenti al p2p ha essenzialmente due conseguenze:A) Aumentare il numero di utilizzatori, aumenterà l'efficenza del network è aumentarà in proporzione il peso nei pensieri dei nostri amati governanti. Se a qualcuno non fosse ancora chiaro, l'unica cosa a cui sono REALMENTE sensibili è la perdita della calda, comoda e privilegiatissima poltrona su cui si sono piazzati.Va da se che prendere posizioni, emanare decreti, proporre leggi che vanno contro un gran numero di persone/elettori gli farà bruciare il culetto. Come è giusto che sia!B) Piu utenti = piu file condivisi e piu facilità/velocità nel trovare quel che si cerca= più soddisfazione nell'uso del network= piu NUOVI UTILIZZATORI.UN CIRCOLO VIRTUOSO CON EFFETTO VALANGA. SEMPLICEMENTE INCONTENIBILE!!!.3° AZIONE! AZIONE! AZIONE!E' necessario capire. Comprendere e essere consapevoli che quanto sopra esposto è niente altro che la semplice realtà.Agire giornalmente e ogni volta che se ne presenta l'occasione è altrettanto e ancor più necessario.Le chiacchere vanno al vento...i voti e i fatturati pesano.Capire perfettamente ma non agire è come essere degli eunuchi...sanno benissimo come si fa ma non godono per nulla.Ciao e buon divertimento...facciamoli impazzire!
  • Anonimo scrive:
    Fimi ma va a farti "benedire" !
    Fimi ma va a farti "benedire" !Piuttosto niente Drm , solo equo compenso e soprattutto : non se solite canzonette ! @^ @^ @^ le majprs hanno rotto i maroni e più che si lagnano e più che la gente passa ad altri sistemi ... volete per caso instaurare una dittatura ?
  • Anonimo scrive:
    Caro Mazza....
    per parafrasare il tuo squallido intervento, dico che "rubare il telefonino ad un coetaneo o scaricare barbapapa.mp3 da internet sembrano oramai divenuti lo stesso tipo di reato tra i bacucchi bacchettoni delle major. Anzi, e' piu' grave scaricare barbapapa.mp3 che violentare una donna o un bambino."Caro Mazza, quando capirete CHE AVETE ROTTO LE SCATOLE con queste antiquate sciocchezze sul diritto d'autore?Perche' io dovrei pagare fior di quattrini sacrosantemente sudati per comperare un CD originale intero anche se mi interessa un solo brano, contibuendo alla dissennata vita degli artisti, piena di droga, puttane, alcool, belle macchine, belle case, belle barche e manifestazioni mondane varie? E poi sarei io quello che lede la morale o l'etica?Perche' dovrei contribuire a mantenere istituzioni vergognosamente succhiasoldi e mai contente degli enormi guadagni, tra l'altro strappati vergognosamente agli autori onesti?Fammi il piacere, invece di inventare nuove modalita' per limitare la MIA liberta' personale, VAI A LAVORARE! Ma davvero!
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Mazza....
      Ecco "caro" e vorrebbe essere ancora più "caro".Io invece penso che gli convenga essere a "buon mercato"... e sperare che Dio gliela mandi buona!Perchè ho l'impressione che anche così (a buon mercato) sia difficile salvare il modello di business cui lui e le major vogliono rimanere attaccati!
  • Anonimo scrive:
    Caro Crazy... Non sarebbe tanto male..
    Che un giorno sto maledetto TC sarà operativo al 100% :@Meno ladri di cultura in giroPiù banda libera... 8)Vai col flame!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Crazy... Non sarebbe tanto male
      - Scritto da:
      Che un giorno sto maledetto TC sarà operativo al
      100%
      :@

      Meno ladri di cultura in giro
      Più banda libera... 8)Di bande libere (come quella delle major e dei loro compari mafiosi) ce ne sono anche troppe!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non essendoci conoscenza...
    Siccome la frase e' riportata provenire dal vicepresidente dell'AIIP, che non e' la SIAE o la FIMI, ma l'associazione italiana degli internet provider, cioe' qelli che ci stanno dando banda adesso (per chi scrive e chi legge),penso alcune cose:- che la citazione e' stata tagliata o semplicemente stravolta. non e' possibile pensare che il tizio non sappia che cosa sta dicendo.- che anche gli internet provider si stanno rassegnando: arrivera' un giorno prima o poi, in cui si dovranno mettere a fare i vigili urbani, e costringere i loro utenti ad adeguarsi.Paragone facile facile:- le case automobilistiche fanno le auto che vanno a 200 e passa. mai nessuno (a parte Report) pensera' di multare le case automobilistiche per mancato controllo, o addirittura di forzarle a installare limitatori di velocita'. sono troppo potenti.- gli IP sono delle mezze calzette in confronto alle major (si sono comprate anche Putin che fara' chiudere allofmp3!!). L'unica cosa che potranno fare e' mettere dei filtri alle porte, tagliare con il balancing dove ci sono traffici sospetti.rassegnamoci.cordialmentearz
  • Anonimo scrive:
    Stabiliamo alcuni punti...
    Primo: che qualcuno voglia guadagnare con una PROPRIA opera è legittimo, perché è frutto del suo lavoro, del suo ingegno, del suo talento, è quallo che si definisce correttamente "Proprietà Intellettuale" (ovvero: io lo faccio, io lo vendo, io ci guadagno)Secondo: altrettanto legittimo che questa proprietà intellettuale (al pari di ogni altra proprietà) possa essere lasciata in eredità a coniuge e figli, che ne godranno per un certo tempo (a mio parere non oltre i 50 anni)(ovvero: io l'ho fatto, i miei figli lo ereditano)Terzo: la proprietà intellettuale, avendo natura differente da qualunque altro bene (è, in fin dei conti, solo "carta", non è un bene tangibile) non dovrebbe essere negoziabile, o almeno solo in parte (posso venderne, ad esempio, il 30%, non di più) e in ogni caso, nel momento che il primo detentore del diritto (il creatore) lo perde (per vendita o dipartita), dovrebbe valere sempre il limite dei 50 anniQuarto: distinguere la circolazione dal lucro; se io faccio ascoltare una canzone a qualcuno, perché gli ho passato l'MP3 o gli ho prestato il cd, non ne ho tratto alcun guadagno; diverso il caso di vendita di copie all'insaputa dell'autoreQuinto: scaricare un MP3 è una cosa, rubare un cellulare un'altra...
    • Anonimo scrive:
      Re: Stabiliamo alcuni punti...
      Primo: Giusto, solo che chi lo fà non lo vende ne ci guadagna direttamente, c'è un' organizzazione di mezzo che vuole il suo tornaconto (e che tornaconto), infatti, nel caso di un cantante, le maggiori entrate sono dai concerti (in %)Secondo: Concordo, ma a minor prezzo, perchè non si può equiparare una "cosa" che un tale ha inventato con chi ha ereditato, magari dal padre che non sopportava e che non vedeva mai....Terzo: QuotoQuarto: Quoto, anche se ci sarebbe molto da dire.....Quinto: forse perchè ha subito un furto ed è rimasto traumatizzato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Stabiliamo alcuni punti...
        Il problema è uno solo, la proprietà intellettuale per come è stata concepita dovrebbe spettare unicamente ad autori e al max ai loro figli, svegliatevi tutti vendono lo sfruttamento dei prorpi diritti (x 1000 motivi puramente economici) alle major le quali guadagnano sul lavoro di altri, ma pensate veramente che se tutto quello che proviene dai diritti d'autore andasse ai legittimi detentori questi si preoccuperebbero del dl da internet dopo aver guadagnato svariati milioni di euro?il diritto d'autore è diventato l'opposto di quello x cui è nato e cioè tutelare gli aventi diritto, adesso noi tuteliano l'industria del divertimento è basta, che sarebbe legittimo per qualche tempo ma nn in eterno come vogliono loro....qual'è il problema? tra u n pò escono i nuovi supporti che sostituiranno i dvd, alzi la mano chi di voi aveva una raccolta in vhs originale poi sostituita a prezzo pieno in dvd e tra un pò in hdvd, morale della favola? stesso film, di cui si sono pagati 3 volte i diritti d'autore alla major di turno, se è giusto questo......, perchè nn posso pagare per il cambio di formato il mero costo dei materiali visto che i diritti li avevo pagati sul vhs???????stupido esempio per dimostrare il magna magna che c'è dietro questo buisness...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Stabiliamo alcuni punti...
      - Scritto da:
      Primo: che qualcuno voglia guadagnare con una
      PROPRIA opera è legittimo, perché è frutto del
      suo lavoro, del suo ingegno, del suo talento, è
      quallo che si definisce correttamente "Proprietà
      Intellettuale" (ovvero: io lo faccio, io lo
      vendo, io ci
      guadagno)

      Secondo: altrettanto legittimo che questa
      proprietà intellettuale (al pari di ogni altra
      proprietà) possa essere lasciata in eredità a
      coniuge e figli, che ne godranno per un certo
      tempo (a mio parere non oltre i 50 anni)(ovvero:
      io l'ho fatto, i miei figli lo
      ereditano)
      Non lo trovo giusto affatto, perchè mai i diritti di una proprietà intellettuale dovrebbero essere trasferiti agli eredi. Considera qualsiasi altro lavoratore, viene pagato finchè lavora, poi avrà (forse!)la sua pensione. Questo vale per tutte le categorie dal calciatore alla star del cinema all'ultimo degli operai. Perchè mai dovrebbe essere diverso per un cantante o per uno scrittore? Fai il tuo pezzo lo vendi in proprio o cedi i diritti ad un editore/casa discografica e incassi quello che ti è dovuto.
      Terzo: la proprietà intellettuale, avendo natura
      differente da qualunque altro bene (è, in fin dei
      conti, solo "carta", non è un bene tangibile) non
      dovrebbe essere negoziabile, o almeno solo in
      parte (posso venderne, ad esempio, il 30%, non di
      più) e in ogni caso, nel momento che il primo
      detentore del diritto (il creatore) lo perde (per
      vendita o dipartita), dovrebbe valere sempre il
      limite dei 50
      anni
      Ma perchè mai i diritti dovrebbero valere per 50 anni? Dovrebbero estinguersi alla morte dell'autore e comunque entro un tempo ragionevole dalla produzione dell'opera 5 - 10 anni.Per un confronto i brevetti dei farmaci durano 20 anni e li le aziende devono rientrare di fortissimi investimenti per la ricerca, che certo non deve affrontare l'autore di un libro o di una canzone.Ma ti sembra logico che si debba tutelare per un tempo superiore uno sforzo creativo? Cioè hai la fortuna/bravura di fare un pezzo di successo e ci devi campare sopra in eterno tu e i tuoi eredi? Ma quale altra categoria ha simili tutele?Perchè non diamo una royalty a vita ad un operaio su ogni oggetto che produce!
      Quarto: distinguere la circolazione dal lucro; se
      io faccio ascoltare una canzone a qualcuno,
      perché gli ho passato l'MP3 o gli ho prestato il
      cd, non ne ho tratto alcun guadagno; diverso il
      caso di vendita di copie all'insaputa
      dell'autore
      Ah ma questa distinzione la legge fino a pochi anni fa la faceva eccome, dopo su pressione delle Major ecco l'equiparazione fra scambio di utenti senza lucro con organizzazioni che fanno della copia abusiva il loro businnes.
      Quinto: scaricare un MP3 è una cosa, rubare un
      cellulare
      un'altra...E ci mancherebbe, ipotiziamo che al cantante X copino abusivamente 100 canzoni (magari 100 copie della stessa a piacere) oppure gli freghino il cellulare, secondo Voi il cantante X in quale delle due ipotesi sarà più depresso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Stabiliamo alcuni punti...
      Primo: non è PROPRIETA', che diamine, non è un bene materiale.Lo stato, per incentivare la produzione di opere d'ingegno, concede qualche MONOPOLIO allo sfruttamento economico, ma questo deve essere bilanciato con i diritti della società.Oramai siamo allo sfacelo, con il copyright che dura, negli USA, 70 anni dalla morte dell'autore!Quale lavoro garantisce una così duratura fonte di guadagno?!?!?Ed il fatto che non si possa cantare "tanti auguri a te" ad una festa senza commettere, teoricamente, un illecito (a meno di versarne i diritti alla SIAE), vi pare ragionevole? E che si debba pagare la siae per la musichetta di attesa dei centralini telefonici, quasi fossero prestazioni pubbliche di intrattenimento a fine di lucro...Siamo alla follia legalizzata... macché follia, i soliti paraculati che speculano ai danni di tutti gli altri, vedi recente post di beppegrillohttp://www.beppegrillo.it/2006/12/ius_primae_noct.html
  • Enjoy with Us scrive:
    Viva il Mulo!
    Meno male che adesso ha implementato lo scambio "offuscato", così dovrebbe realmente essere impossibile anche per gli ISP determinare il tipo di file scambiati dall'utente e quindi poter fare la spia alla SIAE.Per quanto i giovani e i furti, non mi pare proprio che stuppri di gruppo, fenomeni di bullismo ai danni di Handicappati o il furto di cellulari (una volta erano le Timberland) possano essere messe a paragone con lo scambio di file su internet.Secondo questi signori della SIAE l'optimum sarebbe che il consumatore finale non possedesse neanche il contenuto multimediale, ma di volta in volta per fruirne sia costretto a pagare e molto!Consiglio al Signor Mazza di ridurre i prezzi dei loro CD e DVD, visto che la major hanno dimostrato di poterli vendere senza rimetterci in Cina al modico prezzo di 3 dollari, poco più di 2.20 euro, vedrà che a simili prezzi nessuno penserà di acquisire illegalmrente detto materiale. Certo che se pretendono di venderli a 10 volte tanto il loro valore, non ci si può poi lamentare dei cali di vendite!Pensate ad una Punto che invece di 10.000 euro costasse 100.000, secondo Voi anche se non esistessero altre alternative (fate finta che esista solo la Punto come auto) di Punto ne venderebbero come oggi ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva il Mulo!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Meno male che adesso ha implementato lo scambio
      "offuscato", così dovrebbe realmente essere
      impossibile anche per gli ISP determinare il tipo
      di file scambiati dall'utente e quindi poter fare
      la spia alla
      SIAE.
      Per quanto i giovani e i furti, non mi pare
      proprio che stuppri di gruppo, fenomeni di
      bullismo ai danni di Handicappati o il furto di
      cellulari (una volta erano le Timberland) possano
      essere messe a paragone con lo scambio di file su
      internet.
      Secondo questi signori della SIAE l'optimum
      sarebbe che il consumatore finale non possedesse
      neanche il contenuto multimediale, ma di volta in
      volta per fruirne sia costretto a pagare e
      molto!
      Consiglio al Signor Mazza di ridurre i prezzi dei
      loro CD e DVD, visto che la major hanno
      dimostrato di poterli vendere senza rimetterci in
      Cina al modico prezzo di 3 dollari, poco più di
      2.20 euro, vedrà che a simili prezzi nessuno
      penserà di acquisire illegalmrente detto
      materiale. Certo che se pretendono di venderli a
      10 volte tanto il loro valore, non ci si può poi
      lamentare dei cali di
      vendite!
      Pensate ad una Punto che invece di 10.000 euro
      costasse 100.000, secondo Voi anche se non
      esistessero altre alternative (fate finta che
      esista solo la Punto come auto) di Punto ne
      venderebbero come oggi
      ???Vorrà dire che il tuo cantante preferito non produrrà più musica per te... e si darà all'ippica, al diavolo la cultura che qualche spilorcio osa menzionare qui dentro!
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva il Mulo!
        - Scritto da:
        Vorrà dire che il tuo cantante preferito non
        produrrà più musica per te... e si darà
        all'ippica, al diavolo la cultura che qualche
        spilorcio osa menzionare qui dentro!E se il mio cantante preferito ormai e' morto ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva il Mulo!
          - Scritto da:
          - Scritto da:


          Vorrà dire che il tuo cantante preferito non

          produrrà più musica per te... e si darà

          all'ippica, al diavolo la cultura che qualche

          spilorcio osa menzionare qui dentro!

          E se il mio cantante preferito ormai e' morto ?Vivo o morto non cambia niente... Ti piace? compralo!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Viva il Mulo!
            Bello il tuo ragionamento, dato che le varie Major hanno di fatto realizzato un cartello, lasciamogli pure imporre il valore da loro desiderato (lo chiamano massimalizzazione dei profitti), dato che hanno tanti soldi lasciamoli fare gruppi di pressione nei vari paesi per ottenere leggi più repressive, come in Australia dove stanno dibattendo se è lecito o meno allo stadio intonare cori sulle strofe di una qualche canzone del momento, con gli opportuni aggiustamenti del caso. Aumentiamo pure la durata dei diritti d'autore 50 , 100 perchè non mille anni? Ma vi sembra logico che qualsiasi lavoratore (e includo nella categoria anche calciatori e megadirettori galattici) venga pagato finchè lavora, mentre questi signori pretendono di essere pagati loro e i loro eredi per anni dopo la creazione della loro opera. A questo punto perchè non paghiamo i diritti agli eredi di Michelangelo o di Leonardo o di Van Gogh o di Picasso? Per ogni occhiata, foto alla loro opera d'ingegno X Euro!
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva il Mulo!
        Se il suo cantante è famoso, cosa probabile se è il suo preferito, non avrà problemi a ricevere di meno, sempre se si accontenta..., ma li vedi i guadagni annuali dei cantanti o fai dichiarazioni sol perchè il signore ti ha dato la bocca ma si è dimenticato di toglierti la parola? I grandi cantanti, es. madonna, fanno un album ogni 4/5 anni, ma ogni santo anno hanno entrate di 80/90 mil di $ variabili, beh, hai ragione, non c'è la f à a tirare avanti......
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva il Mulo!
          - Scritto da:
          Se il suo cantante è famoso, cosa probabile se è
          il suo preferito, non avrà problemi a ricevere di
          meno, sempre se si accontenta..., ma li vedi i
          guadagni annuali dei cantanti o fai dichiarazioni
          sol perchè il signore ti ha dato la bocca ma si è
          dimenticato di toglierti la parola? I grandi
          cantanti, es. madonna, fanno un album ogni 4/5
          anni, ma ogni santo anno hanno entrate di 80/90
          mil di $ variabili, beh, hai ragione, non c'è la
          f à a tirare
          avanti......ma che ti frega dei soldi guadagnati dai cantanti scusa? Che razza di discorso balordo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva il Mulo!
        Perchè? Adesso i cantanti italiani (tutti) stanno producendo qualcosa di buono?
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva il Mulo!

        Vorrà dire che il tuo cantante preferito non
        produrrà più musica per te... e si darà
        all'ippica, al diavolo la cultura che qualche
        spilorcio osa menzionare qui
        dentro!Lo spero tanto che si dia all'ippica e che guadagi lavorando come fanno tutti!Purtroppo per vivere bisogna lavorare anche se si lavora in settori culturali!E LAVORARE SIGNIFICA LAVORARE TUTTI I GIORNI!Non significa scrivere 3 note e pensare di guadagnarci per il resto della vita panza all'aria! (magari con ferrari e il resto al seguito).Per il resto ti inviterei a riflettere sul fatto che mozart è morto negli stracci e gli editori continuano a guadagnare dal suo lavoro!cioè RUBANO!e rubano a tutti noi te compreso!Così come negli stracci è morto l'autore del pezzo "in the jungle the migthy jungle... "Ebbene si io spero fortemente che nel nostro futuro non ci sia uno stipendio per chi fa il mestiere del sig. Mazza e dove chi fa musica guadagni (come sarebbe giusto e normale) dal fatto di FARLA la musica ovvero esibirsi e incassare per questo!Ad ogni prestazione deve corrispondere un compenso (non un vitalizio).Lo stesso vale per chi scrive, tot lavoro=tot lirette! come accade per QUALUNQUE LAVORO!Mi spiace ma non sarò mai convinto che che c'è chi ha lo "speciale privilegio" di guadagnare senza fare un tubo! come capita invece a tutti gli altri "comuni mortali"...Vuoi i soldi?LAVOOORAAAAA!!!! altrimenti datti pure all'ippica saremo tutti più contenti!A risentirci e salutami il tuo ronzino! @^ @^ @^ @^ @^
  • Anonimo scrive:
    Per Urbani è stato un suicidio politico
    ... Chi è il prossimo 'genio' che vuole prestare il suo nome ad un altro sconcio legislativo? Fatevi avanti, ma dopo aver incassato l'ultima mazzetta di mazza, sappiate che avete chiuso con la politica: nemmeno i cani vi voteranno più.
  • Anonimo scrive:
    Cultura e Merce: Definizioni
    La Cultura è sapere condiviso. E' intrinsecamente qualcosa che è di tutti e alla quale tutti dovrebbero poter accedere.Ergo IVA al 4% per sovvenzionare gli "INTERMEDIARI" della Cultura.La MERCE è un prodotto di proprietà di qualcuno il cui diritto di propriètà o di sfruttamento viene concesso ad altri dietro remunerazione.Ergo Iva al 20%.Piccola Proposta:Tutto ciò che è rilasciato con licenza OpenSource o CommonCreative IVA al 4%.Tutto quello che è rilasciato con licenze "All Rights Reserved" IVA al 40%.
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Cultura e Merce: Definizioni
      - Scritto da:
      La Cultura è sapere condiviso. E' intrinsecamente
      qualcosa che è di tutti e alla quale tutti
      dovrebbero poter
      accedere.
      Ergo IVA al 4% per sovvenzionare gli
      "INTERMEDIARI" della
      Cultura.

      La MERCE è un prodotto di proprietà di qualcuno
      il cui diritto di propriètà o di sfruttamento
      viene concesso ad altri dietro
      remunerazione.
      Ergo Iva al 20%.

      Piccola Proposta:
      Tutto ciò che è rilasciato con licenza OpenSource
      o CommonCreative IVA al
      4%.

      Tutto quello che è rilasciato con licenze "All
      Rights Reserved" IVA al
      40%.

      Ciao Eleuterio, purtroppo da anni a capo della SIAE (giustamente) ci sono persone che la pensano cosi'"- Senza diritti d'autore, quindi senza compensi, non ci sarebbero gli autori, cioe' coloro che creano le opere"(era sul sito Siae.it, ma il pensiero e' quello ancora oggi, in fondo)Io credo che credano veramente che senza compensi non ci sarebbero piu' autori, arte, musica, creatività, genio. Io spero che ci credano davvero. Almeno loro ;)LucaS-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 13.25-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Cultura e Merce: Definizioni
        - Scritto da: lucaschiavoni

        Io spero che ci credano davvero. Almeno loro ;)

        LucaS
        Io purtroppo ritengo che tu stia sbagliando a concedergli il beneficio del dubbio (può succedere persino a uno come te, con cui sono quasi sempre daccordo) abbiamo molte e numerose che sono in perfetta malafede a cominciare dallo "stile" che utilizzano per fare lobby e a finire da come sono trattati gli autori (che in teoria dovrebbero essere i "protetti").La verità è che a loro non interessano affatto i diritti di nessuno e sono persino disposti a fare circolare "opere protette" da DRM craccabilissimi (come lo sono nei fatti sia quelli Apple che M$ che il CSS, basta usare google per trovare il come e i tools), a patto di essere loro a controllare la catena di distribuzione.Non gli interessa che qualcuno (o molti) riescano a copiare gli interessa affermare il principio che TUTTA la catena di distribuzione deve essere loro e che è illegale qualsiasi ltro tipo di distribuzione, dal p2p alla creative common alle produzioni di artisti indipendenti.Tutto quello che non passa per le loro mani (AKA tasche) DEVE essere illegale! Cosa altro occorre per capire che sono in malafede?
        • Anonimo scrive:
          Re: Cultura e Merce: Definizioni

          Cosa altro occorre per capire che sono in
          malafede?Dall'alta percentuale di spilorci che tengono aperto il mulo 24ore su 24
          • Anonimo scrive:
            Re: Cultura e Merce: Definizioni
            Forse perchè gli spilorci non hanno tutti i tuoi soldi per comprarsi l'ultima uscita a 29, forse, gli spilorci hanno un punto di vista diverso dalle major (ed infatti le leggi dei vari paesi differiscono molto sulla questione), forse gli spilorci sono moralmente superiori a te se si pongono il problema che quello che acquisto è mio e ne faccio quello che ne voglio, forse gli spiloirci vedono il crescere di di server spia messi su dalla RIAA (vedi SONNY BOY) salvo poi la stessa RIAA andare contro alla privacy tenendo i dati dei client e facendo chiudere server(razorback) guardandosi bene dal far chiudere i suoi, forse gli spilorci ritengono illegale dare mazzette, foraggiare il governo di turno per avere approvate leggi a LORO favore, cosa eticamente abominevole per un governo favorire i pochi, nel caso le industrie audiovisive con fatturati da nazione, che i propri connazionali, forse gli spilorci vedono tutte ste cose come illegali e allora dicono: cazzo fanno atti non legali loro ed io dovrei rispettare i loro dettami? Forse gli spilorci,fortunatamente, non la pensano come te.........
          • Anonimo scrive:
            Re: Cultura e Merce: Definizioni
            - Scritto da:
            Forse perchè gli spilorci non hanno tutti i tuoi
            soldi per comprarsi l'ultima uscita a 29, forse,
            gli spilorci hanno un punto di vista diverso
            dalle major (ed infatti le leggi dei vari paesi
            differiscono molto sulla questione), forse gli
            spilorci sono moralmente superiori a te se si
            pongono il problema che quello che acquisto è mio
            e ne faccio quello che ne voglio, forse gli
            spiloirci vedono il crescere di di server spia
            messi su dalla RIAA (vedi SONNY BOY) salvo poi la
            stessa RIAA andare contro alla privacy tenendo i
            dati dei client e facendo chiudere
            server(razorback) guardandosi bene dal far
            chiudere i suoi, forse gli spilorci ritengono
            illegale dare mazzette, foraggiare il governo di
            turno per avere approvate leggi a LORO favore,
            cosa eticamente abominevole per un governo
            favorire i pochi, nel caso le industrie
            audiovisive con fatturati da nazione, che i
            propri connazionali, forse gli spilorci vedono
            tutte ste cose come illegali e allora dicono:
            cazzo fanno atti non legali loro ed io dovrei
            rispettare i loro dettami? Forse gli
            spilorci,fortunatamente, non la pensano come
            te.........Se lo spilorcio non ha i soldi per comprasi l'ultimo cd di britney spears non ha il diritto di scaricarlo con il mulo, punto!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Cultura e Merce: Definizioni
            Ho il sospetto che l'anonimo non autenticato sia sempre la stessa persona, perchè non ti registri così possiamo dare un nome alle tue trollate?Questa tua posizione cosi supina nei confronti dell'industria discografica è sospetta.E' vero che non è moralmente corretto scaricare file protetti da DRM dalla rete (sottolineo il moralmente perchè che tale azione abbia rilevanza penale è unicamente legato alle pressioni indebite oltre che illegali esercitate dalle major sui vari parlamenti), ma è di rilevanza penale formare dei cartelli atti a turbare le normali dinamiche concorrenziali del mercato. Se per loro stessa ammissione Grandi gruppi internazionali sono in grado di vendere non in perdita DVD originali a 3 dollari in Cina, allora per venderli da Noi a 20 Euro (circa 10 volte tanto) vuol dire che stanno abusando della loro posizione per conseguire un arricchimento immotivato.La pirateria dilagante è proprio dovuta al completo sovvertimento del rapporto bene/valore operato dalle Major, nessuno perderebbe tempo e fatica con il mulo (costa sai, canone ADSL, consumo elettrico del PC 10 - 15 euro a mese, tempo perso) se il CD/DVD costasse 4-5 euro invece degli attuali 15-20
  • Guybrush scrive:
    Scaricare non e' un reato
    E' un illecito amministrativo, come parcheggiare la macchina in divieto di sosta.Leggete bene l'articolo, perfavore.Il signor Mazza, pro domo sua, e' solito accomunare il download al furto, che e' come paragonare il divieto di sosta alla rapina a mano armata.Il semplice download non comporta persecuzione d'ufficio, la condivisione si.Capisco che suona strano, capisco che confondere il mero downolad di un file con la condivisione tramite mulo, DC++ e altro e' facile, ma perfavore evitate di cadere nella trappola concettuale di quell'uomo eh?Per il resto:boicotare sempreboicottare tuttoboicottare comunque.Comprate i supporti vergini in Germania, CD e DVD USATI.E' legale e non ha conseguenze.Buona fortuna a tutti
    GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricare non e' un reato
      Direi di più... scaricare file non è un reato!Se scarico brani di musica creative common?se scarico software Libero?se scarico freeware?se è materiale di pubblico dominio?come fanno il controllo? verificano la licenza di ogni file che transita? ma per favore!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricare non e' un reato
      Forse non sai che mentre scarichi....condivididi. Ormai avviene con i + noti programmi di filesharing che rientrano nella categoria "multidownload".
      • Anonimo scrive:
        Re: Scaricare non e' un reato
        Io so solo che ho un'attività,vendo dischi e noleggio dvd pagati profumatamente alle varie major (circa 80 l'uno) e vedo me stesso e la mia famiglia indebitata per il nostro onesto lavoro ,giorno dopo giorno vivere a stento con uno stipendio da fame perchè la gente (ignorante a mio parere) trova lecito,morale e liberale dover "rubare" condividendo film e musiche perchè tutti lo fanno.So soltanto che l'altruismo sarà ed è solo una favola da ricordare....
  • The_GEZ scrive:
    Una frase ..
    Ciao a Tutti ! "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato - aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo tutti d'accordo Ma solo io trovo estremamente agghiacciante e folle questa affermazione ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una frase ..
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato -
      aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo
      tutti
      d'accordo

      Ma solo io trovo estremamente agghiacciante e
      folle questa affermazione
      ?addirittura "agghiacciante" ?Siamo messi bene...
      • Alessandrox scrive:
        Re: Una frase ..
        Mio cugino mi ha mandato un file pdf da lui prodotto, io gli ho inviato il mio: che reato abbiamo commesso? Quello di scambio files?- Scritto da:

        - Scritto da: The_GEZ

        Ciao a Tutti !



        "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato -

        aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo

        tutti

        d'accordo



        Ma solo io trovo estremamente agghiacciante e

        folle questa affermazione

        ?
        addirittura "agghiacciante" ?
        Siamo messi bene...
        • Anonimo scrive:
          Re: Una frase ..
          - Scritto da: Alessandrox
          Mio cugino mi ha mandato un file pdf da lui
          prodotto, io gli ho inviato il mio: che reato
          abbiamo commesso? Quello di scambio
          files?

          - Scritto da:



          - Scritto da: The_GEZ


          Ciao a Tutti !





          "Sul fatto che scambiarsi file sia un
          reato
          -


          aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP -
          siamo


          tutti


          d'accordo





          Ma solo io trovo estremamente agghiacciante e


          folle questa affermazione


          ?

          addirittura "agghiacciante" ?

          Siamo messi bene...questo nessuno... ma sicuramente Paolo Nuti intendeva lo scambio di mp3 coperti da diritti d'autore... Chissenefrega dei tuoi pdf...
          • Anonimo scrive:
            Re: Una frase ..
            - Scritto da:
            questo nessuno... ma sicuramente Paolo Nuti
            intendeva lo scambio di mp3 coperti da diritti
            d'autore... Chissenefrega dei tuoi
            pdf...Che non è propriamente reato in ogni caso.Mi spiego: se tu passi un file,protetto da copyright,a me,noi ci scambiamo un file,ma solo tu commetti un atto che può essere configurabile come reato(a seconda dell'interpretazione della parola profitto),io che lo ricevo,commetto sempre e comunque un illecito amministrativo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una frase ..
            Putroppo penso che il problema sia a monte...Il sistema economico su cui si basa la società odierna è ormai sull'orlo del baratro...Solo quando cambieremo il nostro modo di vivere la vita eliminando il denaro e lo scopo di lucro ed evitermo di trasformare qualunque scambio di informazione in un crimine , forse potremmo godere pienamente della vita dedicandoci totalmente alla ricerca per comprendere realmente fino in fondo il mondo che ci circonda.Scusate lo sfogo...Ma sono letteralmente disgustato dalla sete di denaro e di potere....Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Una frase ..
      beh, non è agghiacciante, metti che si parla e risponde da solo......(rotfl)
    • picchiatello scrive:
      Re: Una frase ..
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato -
      aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo
      tutti
      d'accordo

      Ma solo io trovo estremamente agghiacciante e
      folle questa affermazione
      ?Diciamo che chi si comprerà zune dovrà avere il porto d'armi ?Piu' che altro vista la legge bisognerebbe perseguire gli autori , poi i produttori e poi le industrie che copiano magari canzoni o melodie di autori di 50 o 100 anni fa...........perche' deve pagare sempre l'utente finale ? e chi fa soldi con l'ingegno altrui no ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una frase ..
      In genere si è daccordi su qualcosa di concordato, e spesso pienamente daccordi se tra compari tipo gatto e volpe. Personalmente ritengo che coinvolgere gli altri, ammiccandoli, perchè assecondino i propri pensieri nel dare addosso a chicchessia è da vigliacchi. Nico
  • Anonimo scrive:
    Apribottiglie e Copyright
    Se io costruisco un apribottiglie artistico (N.d.A. che ho fatto anni fa e che poi ho regalato ai miei amici per Natale), e qualcuno lo usa per farne degli altri e venderli, beh, vorrei il 2% di quanto ci guadagna! Se ne fa degli altri e poi li regala, beh, voglio sempre il 2%. Solo che il 2% di 0 è zero.Ma se qualcuno lo usa per aprirci la sua bottiglia d'acqua, mi sembra assurdo chiedergli di pagarmi! Figuriamoci chiederlo a chi usa il manico della forchetta! Non oso nemmeno immaginare una legge che vieti la vendita di forchette perché i loro manici possono essere usati per aprire le bottiglie! Ogni forchetta usata per aprire una bottiglia è un potenziale apribottiglia che io vendo in meno! Bisognerebbe vietare la vendita delle forchette e magari anche dei cucchiai!Io sono "povero" perché tutti i produttori di cucchiai e di forchette mi hanno devastato il mercato, con la complicità degli utenti e dei negozi di casalinghi!! Se non ci fossero stati loro, la richiesta di apribottiglie sarebbe stata molto più alta ed io avrei venduto di più! C'è bisogno di una legge che mi riconosca un equo compenso! I negozi di casalinghi dovrebbero tenere traccia di chi compra le forchette! E mandarmi i loro nomi a casa!...perché l'analogia mi suona così forte e nel contempo tutto questo mi sembra così assurdo?
  • Anonimo scrive:
    Nuovo spot antipirateria
    Prossimamente su tutti gli schermihttp://youtube.com/watch?v=pctKTBZuPXk :D
  • Anonimo scrive:
    Loro chiedono e i governi obbediscono
    Tutti i governi di qualunque schieramento e colore.Togliamoci pure dalla testa la distinzione destra - sinistra a loro interessano solo soldi e poltrone.E le major di soldi ne hanno parecchi tanto da poter comprare chiunque.Questa è la triste realtà purtroppo.
  • Anonimo scrive:
    Altre norme!?!
    Aho arriva il tc, cosa vogliono ancora?Ma io non lo so, d'accordo proteggere i prodotti protetti ma cavolo volete controllarci tutti?DATEVI UNA CALMATA!Visto che noi non contiamo un merito niente, visto che arriva Microsoft e compagnia bella col TC, visto che non potremo fare pù nulla, che ci è stato tolto il diritto di scegliere, la libertà di cosa usare e quante volte poter usare una cosa anche se originale e la privacy personale, cosa volete ancora?NON SI POSSONO DISTRUGGERE I DIRITTI CIVILI PER PROTEGGERE I PRODOTTI, NON SI PUO' VIOLARE LA LIBERTA'E PRIVACY COME INTENDONO FARE!NON FATE PIU' LE VITTIME CHE NON LO SIETE!
    • Anonimo scrive:
      Re: Altre norme!?!
      ...MA LA COMMISSIONE EUROPEA NON FA NIENTE?
      • The_GEZ scrive:
        Re: Altre norme!?!
        Ciao Anonimo !
        ...MA LA COMMISSIONE EUROPEA NON FA NIENTE?No, no !La commissione europea fa eccome, guarda qua !http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1792237&r=PI :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Altre norme!?!
        Ma vi siete mai presi la briga di andare a vedere il passato dei membri della commissione? Tutti ex-manager delle società più disparate.....:'(
  • Anonimo scrive:
    Stop ai cialtroni
    Fermiamo i cialtroni che spacciano ingiustificati privilegi per diritti e che pretendono di vendere la tutela di soggetti (gli autori) da loro stessi sfruttati in maniera oscena.Non è questo nemmeno il modo di rappresentare e tutelare degnamente gli interessi dei propri associati (i produttori).Contestateli e boicottateli in tutte le pubbliche occasioni e subissateli di proteste presso tutti gli interlocutori (istituzioni, media, consumatori).Gazza
  • Anonimo scrive:
    Regolamentare o irregimentare?
    State sicuri che l'appello di questi signori avra' la sua calda accoglienza nei Palazzi del Potere.L'informazione e' potere, il controllo dei canali di informazione e' il controllo di tale potere. Ogni media in piu' nelle mani di qualcuno comporta una possibilita' in piu' per questo qualcuno di manipolare la realta' dei fatti e di creare consenso (come suol dirsi).Internet e' paura allo stato puro per i politici, e' un canale di informazione alternativa che non riescono a controllare, manipolare, influenzare. E allora bisogna ridimensionarlo, ridurlo a dimensioni maneggiabili.Chiunque puo' dire la propria, ovunque su internet? Non sia mai: ogni notizia deve essere controllata da un responsabile editoriale regolarmente iscritto all' ALBO DEI GIORNALISTI !Che poi i giornalisti italiani siano per la quasi totalita' nella saccoccia dei politici, vabbe', e' un dettaglio.I pedofili usano internet? Bisogna loggare, tracciare, intercettare, regolamentare!Che poi usino anche le poste o il telefono o i segnali di fumo, beh, ci si pensera' piu' avanti.La pirateria viaggia su internet? Perbacco, bisogna analizzare, verificare, impedire tale abominio!Che poi i veri pirati siano per lo piu' la malavita organizzata che _vende_ prodotti non originali, guadagnandoci un fotti'o di soldi (altrimenti chi glielo fa fare?), beh, che volete che ci facciano con tutti quei soldi, ci finanzino qualche altro malaffare - che so, commercio di droghe pesanti? Suvvia, volete mettere con tutti quelli che permettono di scaricare un film senza guadagnarci un centesimo?I terroristi sfruttano internet per i loro turpi scopi? Orrore e raccapriccio! Bisogna assolutamente guardare nel buco del cu/o di ogni utente!Che poi i terroristi usino telefoni satellitari, videocassette inviate per posta e ogni altro mezzo di comunicazione, beh, son tutte balle.Che poi tutti i dati sul buco del cu/o degli utenti possano essere usati a loro danno, dai, e' palesemente falso e tendenzioso.Il filmato di un atto di bullismo finisce su internet? Stracciamoci le vesti, qualche bamboccio potrebbe prenderlo ad esempio e propagare questo virus della malvagita'! Bisogna assolutamente impedire che chiunque possa mettere qualcosa a disposizione degli altri, che non sia preventivamente analizzato ed approvato ed eventualmente censurato secondo crismi del tutto arbitrari!!I malfattori (pirati, pedofili, terroristi, quant'altro) usano il VoIP su internet, eludendo cosi' le intercettazioni di quei media cosi' affidabili ed economici che sono la telefonia fissa e quella cellulare? Bisogna IMMEDIATAMENTE regolamentare il VoIP, impedendo a chiunque non sia tecnicamente competente - a norma concordata con i maggiori operatori di telefonia - di poter usare questo mezzo cosi' pericoloso!!! E cosi' via...Insomma, parliamoci chiaro: la politica vuole mettere morso e briglie ad internet e tenerne strettamente in pugno le redini e sfrutteranno ogni e qualsiasi scusa od occasione per tentare di farlo, in un modo o nell'altro, plasmando all'uopo l'opinione pubblica attraverso i media gia' controllati, _prima_ che tale pubblico cominci a trovare interessante informarsi in modo non pilotato, su internet. E i tempi stringono.Citando non so chi, "La libertà non è un bene che ci è dovuto, ma va conquistata ogni giorno."Questo invece e' Benjamin Franklin: "Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza."k1
  • gianpietrone scrive:
    Re:FIMI chiede nuove norme antipirateria
    FIMI dovrebbe capiere che è ora di finirla con i diritti. Nessuna Legge e nessuno ha il diritto di pretendere che non si possa scambiare un vestito - un paio di scarpe - la casa - la macchina e... un CD, 10 CD!!! Controllare la Rete??? Per che cosa?? Per permettere voi, di continuare a guadagnare soldi che non vi spettano?? State approfitando di leggi nate nei secoli scorsi, quando c'era il padrone di tutto e gli schiavi!! Internet è un quacosa di GRANDE che neanche (voi impomatati), potete quantificare. Dirò che la vera funzione della Rete è: LA COMUNICAZIONE - LO SCAMBIO DI IDEE - LO SCAMBIO DI CULTURA - Etc. etc. Quindi!!Fatte la cuccia - compratevi una melanzana e... ficcatevela nel C..O.
    • Anonimo scrive:
      Re:FIMI chiede nuove norme antipirateria
      - Scritto da: gianpietrone
      FIMI dovrebbe capiere che è ora di finirla con i
      diritti. Nessuna Legge e nessuno ha il diritto di
      pretendere che non si possa scambiare un vestito
      - un paio di scarpe - la casa - la macchina e...
      un CD, 10 CD!!! Controllare la Rete??? Per che
      cosa?? Per permettere voi, di continuare a
      guadagnare soldi che non vi spettano?? State
      approfitando di leggi nate nei secoli scorsi,
      quando c'era il padrone di tutto e gli schiavi!!
      Internet è un quacosa di GRANDE che neanche (voi
      impomatati), potete quantificare. Dirò che la
      vera funzione della Rete è: LA COMUNICAZIONE - LO
      SCAMBIO DI IDEE - LO SCAMBIO DI CULTURA - Etc.
      etc.
      Quindi!!
      Fatte la cuccia - compratevi una melanzana e...
      ficcatevela nel
      C..O.COMPRA I CD SPILORCIO!
      • Anonimo scrive:
        Re:FIMI chiede nuove norme antipirateria

        COMPRA I CD SPILORCIO!Zitto, ladro di cultura.
        • Anonimo scrive:
          Re:FIMI chiede nuove norme antipirateria
          - Scritto da:

          COMPRA I CD SPILORCIO!

          Zitto, ladro di cultura.Tu non sai manco cos'è la cultura...I grandi artisti di certo non ti vengono a sorridere se ti vedono scaricare la loro canzoncina del momento... Ti sputerebbero addosso!
      • Anonimo scrive:
        Re:FIMI chiede nuove norme antipirateria
        Se calano i prezzi, altrimenti gli vado .......
      • Anonimo scrive:
        Re:FIMI chiede nuove norme antipirateria
        - Scritto da:

        - Scritto da: gianpietrone

        FIMI dovrebbe capiere che è ora di finirla con i

        diritti. Nessuna Legge e nessuno ha il diritto
        di

        pretendere che non si possa scambiare un vestito

        - un paio di scarpe - la casa - la macchina e...

        un CD, 10 CD!!! Controllare la Rete??? Per che

        cosa?? Per permettere voi, di continuare a

        guadagnare soldi che non vi spettano?? State

        approfitando di leggi nate nei secoli scorsi,

        quando c'era il padrone di tutto e gli schiavi!!

        Internet è un quacosa di GRANDE che neanche (voi

        impomatati), potete quantificare. Dirò che la

        vera funzione della Rete è: LA COMUNICAZIONE -
        LO

        SCAMBIO DI IDEE - LO SCAMBIO DI CULTURA - Etc.

        etc.

        Quindi!!

        Fatte la cuccia - compratevi una melanzana e...

        ficcatevela nel

        C..O.
        COMPRA I CD SPILORCIO!Si, me li compro da http://www.nierle.com/ che c'ho un sacco di roba scaricata dal mulo da salvarea laura' trulun
  • Anonimo scrive:
    gente che vive sulle spalle degli altri
    dovrebbe fare solo una cosa nella vitaSTARSENE ZITTA :@
  • LockOne scrive:
    Francamente AVETE STRAROTTO LA MI
    NCHIA.Saro' icsato in un nanosecondo ma non potevo non urlarlo!
  • Anonimo scrive:
    Cosa credevate che cambiando governo
    legalizzavano la pirateria? Il governo non è altro che l'espessione del popolo. Molti votano per simpatia, per conoscenza, per ideali, bene, ma poi non ci lamentiamo se le cose non vanno come vogliamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa credevate che cambiando governo

      legalizzavano la pirateria? Il governo non è
      altro che l'espessione del popolo. Molti votano
      per simpatia, per conoscenza, per ideali, bene,
      ma poi non ci lamentiamo se le cose non vanno
      come
      vogliamo.Tanto per restare in tema:"Cambiano i suonatori ma la musica e' sempre quella."
  • Funz scrive:
    Re: Scontro fra Titani

    UN momento, la pirateria è un reato.
    Scaricare un bran o film da un privato è un reato.

    Su questo non ci devono essere dubbi.
    Nessun dubbio che la legge dica cosi' ma e' una legge assurda fatta apposta per criminalizzare comportamenti assolutamente comuni e leciti
    Quando andavo al liceo io (fine anni settanta)
    commpravamo in tre o quattro un LP e lo copiavamo
    su
    musicassetta.
    Non avevamo molti soldi, un LP costava 5.500 lire
    una cassetta 3/400 lire e stavamo a
    posto.
    Sapevamo di fare un reato, ma lo facevano tutti.
    Così come molti compravano cassette piratate dai
    contrabbandieri per
    strada.
    Copiavamo anche i 45 giri che costavano sulle
    mille lire (se non ricordo
    male).Allora non era reato penale (vd. legge urbani)Non c'era niente di male allora, e non c'e' niente di male adesso
    Ma non ce la menavamo tirando in ballo la
    dichiarazione dei diritti
    universale.Ma tiriamola in ballo invece, e togliamo un po' di potere a 'sti sciacalli
  • Funz scrive:
    La proprieta' intellettuale non esiste.
    Chiamiamo le cose col loro nome: diritto di attribuzione e diritto di sfruttamento commerciale.Il copyright attuale e' un furto legalizzato.la mercificazione della cultura e' un crimine contro l'umanita'.Riprendiamoci la cultura, aboliamo queste leggi restrittive sul diritto d'autore.
    • Anonimo scrive:
      Re: La proprieta' intellettuale non esis
      - Scritto da: Funz
      Chiamiamo le cose col loro nome: diritto di
      attribuzione e diritto di sfruttamento
      commerciale.
      Il copyright attuale e' un furto legalizzato.
      la mercificazione della cultura e' un crimine
      contro
      l'umanita'.

      Riprendiamoci la cultura, aboliamo queste leggi
      restrittive sul diritto
      d'autore.Tira fuori i soldi e compra il cd anziché frignare !
      • Anonimo scrive:
        Re: La proprieta' intellettuale non esis

        Tira fuori i soldi e compra il cd anziché frignare !Che risposta idiota...Per caso lo conosci, per dire che non compra i cd?E' la gente come te che ci ha portati in questa situazione... vergognati!
        • Anonimo scrive:
          Re: La proprieta' intellettuale non esis
          - Scritto da:

          Tira fuori i soldi e compra il cd anziché
          frignare
          !

          Che risposta idiota...
          Per caso lo conosci, per dire che non compra i cd?

          E' la gente come te che ci ha portati in questa
          situazione...
          vergognati!No, è quella gentaglia che tiene aperto il mulo 24ore su 24...
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Tira fuori i soldi e compra il cd anziché

            frignare

            !



            Che risposta idiota...

            Per caso lo conosci, per dire che non compra i
            cd?



            E' la gente come te che ci ha portati in questa

            situazione...

            vergognati!
            No, è quella gentaglia che tiene aperto il mulo
            24ore su
            24... PRESENTE! In share ho Suse (32, 64, live) e l'ultima knoppix.La macchina su cui raglia il mulo ha la suse 10.1 con aMule 2.1.3La cosa ti crea problemi?
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            - Scritto da:



            Tira fuori i soldi e compra il cd anziché


            frignare


            !





            Che risposta idiota...


            Per caso lo conosci, per dire che non compra i

            cd?





            E' la gente come te che ci ha portati in
            questa


            situazione...


            vergognati!

            No, è quella gentaglia che tiene aperto il mulo

            24ore su

            24...

            PRESENTE!

            In share ho Suse (32, 64, live) e l'ultima
            knoppix.
            La macchina su cui raglia il mulo ha la suse 10.1
            con aMule
            2.1.3


            La cosa ti crea problemi?No, poveretto, anzi se vuoi l'euro per comprarti il panino dimmelo che te lo compro!
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Tira fuori i soldi e compra il cd anziché

            frignare

            !



            Che risposta idiota...

            Per caso lo conosci, per dire che non compra i
            cd?



            E' la gente come te che ci ha portati in questa

            situazione...

            vergognati!
            No, è quella gentaglia che tiene aperto il mulo
            24ore su
            24...Parla con luihttp://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Servizi/OperatoreVirtuale/default.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis

            No, è quella gentaglia che tiene aperto il mulo
            24ore su
            24...Eccomi!!Veramente per essere precisi e fare la vostra gioia devo dire che i Muli sono tre e SI, SI, SI...galoppano tutti e tre 24/24 7/7.Ormai devo costruire una stalla.Sto seriamente considerando di cambiare il mio attuale nick con uno nuovo di pacca: Pastore.Saluti e sempre al galoppo
      • Anonimo scrive:
        Re: La proprieta' intellettuale non esis
        - Scritto da:
        Tira fuori i soldi e compra il cd anziché
        frignare
        !Finiscila, ladro di cultura. Gente come te dovrebbe stare dietro le sbarre.
        • Anonimo scrive:
          Re: La proprieta' intellettuale non esis
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          Tira fuori i soldi e compra il cd anziché

          frignare

          !

          Finiscila, ladro di cultura. Gente come te
          dovrebbe stare dietro le
          sbarre.Ladro sei te, compra i CD spilorcio!
      • Anonimo scrive:
        Re: La proprieta' intellettuale non esis
        - Scritto da:

        - Scritto da: Funz

        Chiamiamo le cose col loro nome: diritto di

        attribuzione e diritto di sfruttamento

        commerciale.

        Il copyright attuale e' un furto legalizzato.

        la mercificazione della cultura e' un crimine

        contro

        l'umanita'.



        Riprendiamoci la cultura, aboliamo queste leggi

        restrittive sul diritto

        d'autore.
        Tira fuori i soldi e compra il cd anziché
        frignare
        !Sta zitto, ladro di cultura.
        • Anonimo scrive:
          Re: La proprieta' intellettuale non esis
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: Funz


          Chiamiamo le cose col loro nome: diritto di


          attribuzione e diritto di sfruttamento


          commerciale.


          Il copyright attuale e' un furto legalizzato.


          la mercificazione della cultura e' un crimine


          contro


          l'umanita'.





          Riprendiamoci la cultura, aboliamo queste
          leggi


          restrittive sul diritto


          d'autore.

          Tira fuori i soldi e compra il cd anziché

          frignare

          !

          Sta zitto, ladro di cultura.Spilorcio... basta una sola risposta... spilorcio! Tirchio!
      • Funz scrive:
        Re: La proprieta' intellettuale non esis

        Tira fuori i soldi e compra il cd anziché
        frignare
        !Finche' le cose non cambieranno, da me non avrete un centesimo :pCrepate pure di fame, magari dopo ricominceremo ad avere musica decente
        • Anonimo scrive:
          Re: La proprieta' intellettuale non esis
          - Scritto da: Funz


          Tira fuori i soldi e compra il cd anziché

          frignare

          !

          Finche' le cose non cambieranno, da me non avrete
          un centesimo
          :p
          Crepate pure di fame, magari dopo ricominceremo
          ad avere musica
          decenteE Britney sul marciapiede, dove dovrebbe essere
        • Anonimo scrive:
          Re: La proprieta' intellettuale non esis
          - Scritto da: Funz


          Tira fuori i soldi e compra il cd anziché

          frignare

          !

          Finche' le cose non cambieranno, da me non avrete
          un centesimo
          :p
          Crepate pure di fame, magari dopo ricominceremo
          ad avere musica
          decenteE fin qua ci siamo, ma come la mettiamo con quella gentaglia che vuole, comunque, ascoltare quel cd senza pagarlo (come uno spilorcio) ?
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            - Scritto da:

            - Scritto da: Funz




            Tira fuori i soldi e compra il cd anziché


            frignare


            !



            Finche' le cose non cambieranno, da me non
            avrete

            un centesimo

            :p

            Crepate pure di fame, magari dopo ricominceremo

            ad avere musica

            decente
            E fin qua ci siamo, ma come la mettiamo con
            quella gentaglia che vuole, comunque, ascoltare
            quel cd senza pagarlo (come uno spilorcio)
            ?È comunque gente che quel CD non l'avrebbe mai comprato, dunque non sta causando nessun danno a nessuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Funz






            Tira fuori i soldi e compra il cd anziché



            frignare



            !





            Finche' le cose non cambieranno, da me non

            avrete


            un centesimo


            :p


            Crepate pure di fame, magari dopo
            ricominceremo


            ad avere musica


            decente

            E fin qua ci siamo, ma come la mettiamo con

            quella gentaglia che vuole, comunque, ascoltare

            quel cd senza pagarlo (come uno spilorcio)

            ?

            È comunque gente che quel CD non l'avrebbe mai
            comprato, dunque non sta causando nessun danno a
            nessuno.Però te lo senti... Ecco il danno...
          • Anonimo scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            è inutile che continuano a spiegartelo .....sei un mentecatto senza speranza.....
          • Funz scrive:
            Re: La proprieta' intellettuale non esis
            - Scritto da:

            - Scritto da: Funz




            Tira fuori i soldi e compra il cd anziché


            frignare


            !



            Finche' le cose non cambieranno, da me non
            avrete

            un centesimo

            :p

            Crepate pure di fame, magari dopo ricominceremo

            ad avere musica

            decente
            E fin qua ci siamo, ma come la mettiamo con
            quella gentaglia che vuole, comunque, ascoltare
            quel cd senza pagarlo (come uno spilorcio)
            ?Non è per ascoltare senza pagare. 70 anni dopo la morte dell'autore non e' tutela dell'artista, e' furto legalizzato.Quindi non si compra e non si ascolta. E non si va ai concerti la cui organizzazione è saldamente in mano agli stessi sciacalli dei dischi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Scontro fra Titani
    - Scritto da: voss63

    UN momento, la pirateria è un reato.
    Scaricare un bran o film da un privato è un reato.

    Su questo non ci devono essere dubbi.Un reato! Da pena capitale! Nessun dubbio!Altro che gli innocui illeciti come il falso in bilancio!KaysiX
  • Anonimo scrive:
    Lo dice la legge...
    ...che scaricare un file è reato.Certo, la stessa legge che anno dopo anno viene pesantemente ritoccata dai detentori del copyright al solo scopo di aumentare i loro profitti a danno di tutti (artisti ed utenti).Le case discografiche e le associazioni annesse hanno capito tutto: se la legge, come dicono loro, è sopra ogni cosa allora basta semplicemente ritoccarla per far girare le cose al modo giusto (per loro).Peccato che la legge sia scritta dagli uomini e come tali è corruttibile.Non sono un esperto in giurisprudenza però mi rendo conto che ormai le leggi che vengono approvate non hanno più la garanzia di essere imparziali o superpartes. Sempre più spesso assistiamo all'emanazione di direttive che sono chiaramente frutto di accordi economici.Sono veramente nauseato.Con tutti i soldi che hanno accumulato questi si possono permettere senza grossi problemi squadre di avvocati e cospicue mazzette ai legislatori, salvo poi lagnarsi ciclicamente delle loro "presunte" perdite, sapendo bene come queste vengano calcolate...E' come il meccanismo perverso della pubblicità: veniamo lobotomizzati da migliaia di spot che paradossalmente sono pagati con i nostri soldi!Intanto, per non sbagliare, a questi signori nondarò neanche un centesimo.Preferei bruciarli, almeno non mi si ritorcerebbero contro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo dice la legge...
      - Scritto da:
      ...che scaricare un file è reato.
      Certo, la stessa legge che anno dopo anno viene
      pesantemente ritoccata dai detentori del
      copyright al solo scopo di aumentare i loro
      profitti a danno di tutti (artisti ed
      utenti).
      Le case discografiche e le associazioni annesse
      hanno capito tutto: se la legge, come dicono
      loro, è sopra ogni cosa allora basta
      semplicemente ritoccarla per far girare le cose
      al modo giusto (per
      loro).
      Peccato che la legge sia scritta dagli uomini e
      come tali è
      corruttibile.
      Non sono un esperto in giurisprudenza però mi
      rendo conto che ormai le leggi che vengono
      approvate non hanno più la garanzia di essere
      imparziali o superpartes. Sempre più spesso
      assistiamo all'emanazione di direttive che sono
      chiaramente frutto di accordi
      economici.
      Sono veramente nauseato.
      Con tutti i soldi che hanno accumulato questi si
      possono permettere senza grossi problemi squadre
      di avvocati e cospicue mazzette ai legislatori,
      salvo poi lagnarsi ciclicamente delle loro
      "presunte" perdite, sapendo bene come queste
      vengano
      calcolate...
      E' come il meccanismo perverso della pubblicità:
      veniamo lobotomizzati da migliaia di spot che
      paradossalmente sono pagati con i nostri
      soldi!

      Intanto, per non sbagliare, a questi signori non
      darò neanche un centesimo.
      Preferei bruciarli, almeno non mi si
      ritorcerebbero
      contro!


      Compra i cd se ti piace la LORO musica altrimento stai muto!
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo dice la legge...
        - Scritto da:
        Compra i cd se ti piace la LORO musica altrimento
        stai
        muto!Vattene, ladro di cultura.
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo dice la legge...

        Compra i cd se ti piace la LORO musica altrimenti stai muto!Ma sei lo stesso scarafaggio che ha risposto poco sopra!??!Ma un commento intelligente non riesci proprio a farlo?!?!?Che tristezza pensare che ci siano persone così...P.S. Ovviamente tutto ciò non vale se il commento era ironico...
  • YellowT scrive:
    SIAE vs provider
    Chi pensate che vincerà? La siae potrà anche essere grande quanto volete ma di certo i provider non si faranno mettere sotto. Ad esempio Telecom, Fastweb, Infostrada, Tiscali, Tele2, quanto pensate che perderebbero in fatturato con una legge del genere?Inoltre il primo che la applicherà vedrà i suoi clienti crollare (dato che o staccheranno la linea o saranno in galera :D ) con buona pace degli investimenti nel settore in Italia.In più la finanziaria taglia i bilanci della siae, evidentemente perchè sopra ci stanno guadagnando troppo e un prelievo non scalfirebbe i suoi profitti.La siae ce l'ha fatta contro i produttori di CD e dvd vergini ITALIANI (infatti molte aziende che li producevano in Italia hanno chiuso) ma contro gli ISP sarà tutta un'altra musica.
    • Anonimo scrive:
      Re: SIAE vs provider
      - Scritto da: YellowT
      Chi pensate che vincerà? La siae potrà anche
      essere grande quanto volete ma di certo i
      provider non si faranno mettere sotto. Ad esempio
      Telecom, Fastweb, Infostrada, Tiscali, Tele2,
      quanto pensate che perderebbero in fatturato con
      una legge del
      genere?siae e' piu' tosta ed e' piu' immanicata.Se tutti i provider dovranno fare le stesse cose non ci sara' nessun tipo di perdita per loro.Internet si usa anche per far altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: SIAE vs provider

        Internet si usa anche per far altro.e hai bisogno di 20 mega per scaricare la posta, leggere PI e guardare i siti con le donnine nude? guarda che certe cose si possono fare anche con un 56k, non occorre una linea ADSL (ok, è sicuramente più comoda, ma se il vantaggio si riduce, mi devono ridurre anche il prezzo della connessione veloce)
      • Anonimo scrive:
        Re: SIAE vs provider
        Ha ragione l'anonimo di prima, le Adsl residenziali sono quelle che fanno fatturato, sono l'ossatura di un qualsiasi ISP, e se vedi l'aumento della banda larga è in costante salita proporzionalmente, oltre che ad una maggiore copertura, al diffondersi di prog p2p che necessitano, appunto di una connessione permanente e veloce. Se questi saranno costretti a fare i guardiani della rete, cosa tecnicamente mooolto difficile per diversi motivi tecnici che non sto quì a spiegare, certamente avranno un abbattimento dei contratti flat per contratti free e ne consegue un abbattimento dei fatturati (e lo sanno pure loro.... chiedi a libero quante disdette ha ricevuto perchè applicava i filtri e guarda ora come si comporta). Ora, visto che l'ISP + importante è la Telezzozz, e che versa in una situazione finanziaria florida (è un eufemismo (rotfl) ) ho la vaga idea che non voglia mettersi le palle sul ceppo e darsi una bella ascettata, e cosi tutti gli altri provider.....
    • Anonimo scrive:
      Re: SIAE vs provider
      Infatti l'azienda dove lavoravo io ha chiuso nel 2005 dopo aver subito un innalzamento dei costi a seguito dell'imposta SIAE. Produceva CD e DVD, era una delle più grandi in Europa e contava 500 dipendenti, una filiale in Francia e una negli Stati Uniti. I dipendenti ringraziano SIAE e governo.
      • Anonimo scrive:
        Re: SIAE vs provider
        - Scritto da:
        Infatti l'azienda dove lavoravo io ha chiuso nel
        2005 dopo aver subito un innalzamento dei costi a
        seguito dell'imposta SIAE. Produceva CD e DVD,
        era una delle più grandi in Europa e contava 500
        dipendenti, una filiale in Francia e una negli
        Stati Uniti. I dipendenti ringraziano SIAE e
        governo.Quale azienda?Tanto per sapere ...
        • Anonimo scrive:
          Re: SIAE vs provider
          L'azienda si chiamava Computer Support Italcardhttp://www.csita.it/indexnews.php.La tassa della SIAE è andata ad aggravare in modo insostenibile dei costi di produzione e gestione già altissimi (rapportati al prezzo di vendita che continuava a scendere). Diciamo che questa tassa è stata la goccia (grossa) che ha fatto traboccare il vaso. Una tassa che non ha certo aiutato aziende che già faticavano a tenere il passo con i costi di produzione che invece avevano e hanno ancora le aziende orientali.Pensate che aziende come la mia si sono anche unite in società per combattere la SIAE (http://www.asmi.net/), ma con scarsi risultati.Ma secondo voi che senso ha una tassa sul diritto d'autore su un supporto ottico vergine???
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE vs provider
            - Scritto da:
            L'azienda si chiamava Computer Support Italcard
            http://www.csita.it/indexnews.php.
            La tassa della SIAE è andata ad aggravare in modo
            insostenibile dei costi di produzione e gestione
            già altissimi (rapportati al prezzo di vendita
            che continuava a scendere). Diciamo che questa
            tassa è stata la goccia (grossa) che ha fatto
            traboccare il vaso. Una tassa che non ha certo
            aiutato aziende che già faticavano a tenere il
            passo con i costi di produzione che invece
            avevano e hanno ancora le aziende
            orientali.
            Pensate che aziende come la mia si sono anche
            unite in società per combattere la SIAE
            (http://www.asmi.net/), ma con scarsi
            risultati.
            Ma secondo voi che senso ha una tassa sul diritto
            d'autore su un supporto ottico
            vergine???Forse x guadagnare senza faticare?The italian dream ...
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE vs provider
            Domanda:ho fatto delle foto al mio cane ,le ho masterizzate su un CD vergine su cui ho pagato la tassa alla siae.Ora mi chiedo chi ha guadagnato sulle opere altrui (le foto erano le mie, la macchina fotografica la mia persino il cane era mio)E poi danno a noi dei ladri
  • citrullo scrive:
    Re: Non essendoci conoscenza...
    - Scritto da: ufo1
    Risulta frustrante cercar di parlare attraverso
    sistemi che non vengono letti nè capiti da taluni
    personaggi, che al solito si trovano a dirigere
    aziende nello stile del più bieco
    bottegaio.
    Le frasi riportate dall'articolo sottolineano la
    più completa incompetenza su Internet,
    informatica
    ecc.

    "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato -
    aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo
    tutti d'accordo, lo prevede la
    legge."
    Detta così, allora se ricevo una email anche da sto Mazza allora lo devo denunciare visto che anche un'email è un file e lui lo scambia con me: me lo invia.Ovio che ci vogliono precisazioni ma se per assurdo io bisbiglio nell'orecchio di un altro il testo di un libro allora anche io commetto reato perchè è coperto da diritto d'autore e lo sto scambiando.Sono proprio ridicoli.CUT-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 09.00-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Cortiana
    è un falso,criticava urbani e adesso si riempie le taschee tutte le sue guerre epromessee dove sono?SINISTRA LADRA
    • Anonimo scrive:
      Re: Cortiana
      - Scritto da:
      è un falso,criticava urbani e adesso si riempie
      le tasche e tutte le sue guerre epromessee dove sono? SINISTRA LADRANo ha preso il tuo voto ne quello di molti altri che frequentano anche questo forum, non ha raggiunto il quorum per essere eletto.Adesso ha lo stesso potere che abbiamo noi, cioe' nessuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cortiana
        E bello sapere che c'è gente che critica Crtiana senza sapere cosa sia successo.Lui è stato l'unico ad essersi battuto contro questa legge.Ha fatto fare una promessa pubblica ad Urbani che però non ha mantenuto (e stato molto ingenuo).Poi dopo il cambio della legge elettorale, è stato silurato ed al suo posto hanno messo Robeto Poletti
        • Anonimo scrive:
          Re: Cortiana

          Lui è stato l'unico ad essersi battuto contro
          questa
          legge.

          Ha fatto fare una promessa pubblica ad Urbani che
          però non ha mantenuto (e stato molto
          ingenuo).piu' che altro sapeva che gli emendamenti sarebbero stati silurati tutti in un paio di ore, ed era meglio una promessa ballerina di un niente di sicuro.
  • Anonimo scrive:
    e La Ruota??
    domanda:Chi ha inventato la Ruora?Certamente vorrà i suoi diritti!!!e soprattutto Rubare un telefonino come scaricare???Ma chi vi ha detto che chi scarica spenderebbe 2 stipendi al mese di musica?a me la musica piace e mangiare no(si fa per dire) pero sono ibbligato amangiare seno crepo!!!TAnto sapete come andrà a finire...Busterella al politico e via alla legge!!!!e questa è democrazia???
  • xWolverinex scrive:
    Mazza Cabarettista D.o.c.g.
    Enzo Mazza in un altro forum (che lui giudica comunque un "bar dello sport") ha piu' volte affermato che la FIMI si batte "anche" per far abbassare l'iva sui prodotti musicali... per questo e per quell'altro... ma poi alla fine chiede sempre interventi "divini" al governo per "calmierare" una situazione che LUI giudica insostenibile.un simpatico umorista....
    • Anonimo scrive:
      Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
      L'IVA???Cioè: gli editori vendono di più, allo stesso prezzo, e chi ci perde è lo stato?
      • xWolverinex scrive:
        Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
        Meglio vendere 1 cd con l'iva al 20%..... o 3 con l'iva al 4? (sui prodotti culturali l'iva e' al 4). Dicono sempre che la musica e' cultura. Sono anche d'accordo. Ma allora si muovano e non siino ipocriti.
        • The_GEZ scrive:
          Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
          Ciao xWolverinex !
          Meglio vendere 1 cd con l'iva al 20%..... o 3 con
          l'iva al 4? (sui prodotti culturali l'iva e' al
          4).

          Dicono sempre che la musica e' cultura. Sono
          anche d'accordo. Ma allora si muovano e non siino
          ipocriti.QUESTA musica è MERCE, quindi tanto vale tenere l' iva la 20%.E poi comunque siamo in ItaGLIa e non in un paese normale, quindi se un CD con iva al 20% costa 20 se l' iva viene portata al 4% il CD costerà sempre 20 euro, lo stato ci perderà e gli editori gudagneranno il 16% in più.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
          Poi finisce come con il biglietto dei cinema, sui quali lo stato ha tolto una parte delle tasse ma i prezzi sono rimasti gli stessi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
      - Scritto da: xWolverinex
      Enzo Mazza in un altro forum (che lui giudica
      comunque un "bar dello sport") ha piu' volte
      affermato che la FIMI si batte "anche" per far
      abbassare l'iva sui prodotti musicali... perBeh, se si abbassa l'IVA si abbassano i prezzi... di meta' della differenza.Et voila'.k1
      • Anonimo scrive:
        Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
        - Scritto da:

        - Scritto da: xWolverinex

        Enzo Mazza in un altro forum (che lui giudica

        comunque un "bar dello sport") ha piu' volte

        affermato che la FIMI si batte "anche" per far

        abbassare l'iva sui prodotti musicali... per

        Beh, se si abbassa l'IVA si abbassano i prezzi...
        di meta' della
        differenza.

        Et voila'.

        k1Anche la ferrari chiedera' che si abbassi l'iva sulle sue macchine perche' cosi il loro prezzo sara' piu' basso e ne potranno vendere di piu'.
        • xWolverinex scrive:
          Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
          No. Perche' l'iva sui prodotti culturali e' al 4% e non al 20%
          • Anonimo scrive:
            Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
            xchè ? La ferrari ormai non è più un pezzo di cultura italiana ? Che piaccia o no tutto è cultura ... si tratta solo di decidere quale chiodo battere e basta.
          • enricox scrive:
            Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
            infatti si chiama musica "commerciale" quella che gli fa perdere i soldi con il p2p e non quella "culturale" che non vogliono neanche produrre ... perchè non gli fa fare i soldi.Tranquillamente ti fanno passare la cultura per commercio, in parole povere tentano di ingannarti per fare soldi(visto che è legale in Italia).Io gli metterei l' IVA al 40% solo perchè ti cercano di spacciarti "cultura" per "commercio bizzantino"
          • Anonimo scrive:
            Re: Mazza Cabarettista D.o.c.g.
            infatti si chiama musica "commerciale" quella che gli fa perdere i soldi con il p2p e non quella "culturale" che non vogliono neanche produrre ... perchè non gli fa fare i soldi.Tranquillamente ti fanno passare la cultura per commercio, in parole povere tentano di ingannarti per fare soldi(visto che è legale in Italia).Io gli metterei l' IVA al 40% solo perchè ti cercano di spacciarti "cultura" per "commercio bizzantino"Guarda che ti sbagli su una cosa: loro non perdono un cazzo con il p2p, perchè:1)Lo dice la siae stessa il suo patrimonio è solido ed OTTIMO2)Per sapere le perdite di una società dovresti sapere i fatturati, tu li sai? Io no, ma visto che la sparano sempre e non portano mai i dati ho dubbi, intanto mi faccio i conti con il solo boxoffice e sono anche loro in OTTIMO STATO....3) Come quantifichi ste benedette perdite (parametri, target niente ci dicono)4)Chi cazzo l'ha detto che non scaricare via p2p aumenta gli acquisti dei dvd/cd originali???? Mi sà che è vero il contrario, perchè chi scarica via p2p lo fà perchè è gratis, facile e trova di tutto, cosa che con l'originale viene a mancare, soprattutto sul costo (e quì casca l'asino....)Ciao e scusa l'arrabbiatura :)
  • Anonimo scrive:
    ma perchè..
    ..quando uno di sti tizi parla dice sempre stronzate?"...Scaricare abusivamente un brano musicale da Internet, rubare un telefonino ad un coetaneo sembrano ormai essere considerati un fatto comune tra molti giovani..."Le due cose sono completamente diverse e per fortuna solo l'1% dei ragazzi prova a rubare un telefonino (o qualsiasi altra cosa) a un coetaneo!
  • Anonimo scrive:
    verrà il giorno....
    ... che queste leggi ingiuste verranno cambiate, che scambiarsi file NON sarà equiparato ad un furto, e che tutti questi ciarlatani pseudodifensori dei diritti degli autori si dovranno trovare un vero lavoro...
  • danieleMM scrive:
    cosa dovrebbero fare i provider
    io FERMAMENTE credo che i provider dovrebbero filtrare TUTTO il traffico che passa..devono esserci addetti che osservano giorno e notte tutto, ma proprio tutto.. leggano ciò che si può leggere..lavorino per ricostruire le comunicazione e per comprendere il più a fondo possibile la natura di ogni singola comunicazionequindi memorizzino tutti questi dati e le loro elaborazioni per i successivi 400 anninon mi interessa nulla che non si possa fare! lo devono fare e basta! è loro responsabilità..inoltre tanto che ci siamo tutti i produttori di armi DEVONO seguire tutti i possessori di un'arma per verificare che non venga utilizzata per fare del male alla gente a scopi non legittimichiederei anche che, mi sembra giusto, i negozianti di CD si accertino che ogni loro cliente non si azzardi a prestare ad amici il cd o ne estragga gli mp3 per metterli sul suo lettore portatile o da tenere in macchina..complimenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa dovrebbero fare i provider
      - Scritto da: danieleMM
      io FERMAMENTE credo che i provider dovrebbero
      filtrare TUTTO il traffico che
      passa..SI! GIUSTO!!!

      devono esserci addetti che osservano giorno e
      notte tutto, ma proprio tutto.. leggano ciò che
      si può
      leggere..1.000.000 di posti di lavoro in più!

      lavorino per ricostruire le comunicazione e per
      comprendere il più a fondo possibile la natura di
      ogni singola
      comunicazionePERFETTO!!!

      quindi memorizzino tutti questi dati e le loro
      elaborazioni per i successivi 400
      anniCOSI' C'E' DA LAVORARE PER TUTTI!!!

      non mi interessa nulla che non si possa fare! lo
      devono fare e basta! è loro
      responsabilità..VERISSIMO!!!

      inoltre tanto che ci siamo tutti i produttori di
      armi DEVONO seguire tutti i possessori di un'arma
      per verificare che non venga utilizzata per fare
      del male alla gente a scopi non
      legittimia parte le battute di cui sopra questo però sarebbe il caso di portare avanti veramente!!

      chiederei anche che, mi sembra giusto, i
      negozianti di CD si accertino che ogni loro
      cliente non si azzardi a prestare ad amici il cd
      o ne estragga gli mp3 per metterli sul suo
      lettore portatile o da tenere in
      macchina..Purtroppo, SIAE alla mano, portare in MP3 il propri cd in lettore o in macchina è possibile e autorizzato... al massimo devi fare un salto in centrale, in caso di controlli, con tutte le custodie per dimostrare che la musica acquistata cel'hai veramente...MA SONO SOLO DETTAGLI!!! :|

      complimenti...VIVA I REGIMI TOTALITARI!!!
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: cosa dovrebbero fare i provider
        Intanto Tele2 in questi giorni, "per arginare lo Spam", pretende che vengano effettuate strane manovre sulle porte usate per inviare la posta elettronica, non solo sulle caselle da Lei gestita, cosa anche legittima, ma anche su quella gestita da altri provvider, per il mero fatto che per raggiungerli usi il suo collegamento ADSL. Ma vi sembra una cosa legale? Che fanno ficcanasano nella mia posta o sul tipo di utilizzo della mia connessione, in assenza di reclami da parte di terzi?
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa dovrebbero fare i provider
      - Scritto da: danieleMM
      io FERMAMENTE credo che i provider dovrebbero
      filtrare TUTTO il traffico che
      passa..

      devono esserci addetti che osservano giorno e
      notte tutto, ma proprio tutto.. leggano ciò che
      si può
      leggere..

      lavorino per ricostruire le comunicazione e per
      comprendere il più a fondo possibile la natura di
      ogni singola
      comunicazione

      quindi memorizzino tutti questi dati e le loro
      elaborazioni per i successivi 400
      anni


      non mi interessa nulla che non si possa fare! lo
      devono fare e basta! è loro
      responsabilità..

      inoltre tanto che ci siamo tutti i produttori di
      armi DEVONO seguire tutti i possessori di un'arma
      per verificare che non venga utilizzata per fare
      del male alla gente a scopi non
      legittimiIl fatto è che se con quell'arma uccidi una 10, 100 persone non arrechi nessun danno agli speculatori del copyright.Anzi non gliene fraga nulla a nessuno.
      chiederei anche che, mi sembra giusto, i
      negozianti di CD si accertino che ogni loro
      cliente non si azzardi a prestare ad amici il cd
      o ne estragga gli mp3 per metterli sul suo
      lettore portatile o da tenere in
      macchina..

      complimenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa dovrebbero fare i provider
      Concordo su tutto, un piccolo appunto, sta Mazza forse non ricorda che gl'ISP hanno detto che sarebbe pressochè impossibile monitorare tutto il traffico dei propri utenti......
      • 5ze247940 scrive:
        Re: cosa dovrebbero fare i provider
        Aggiungerei che le spese derivanti dal monitor siano giustamente a carico di chi le richiede...Magari lo stesso Mazza...FUahahahahahaa...
        • danieleMM scrive:
          Re: cosa dovrebbero fare i provider
          - Scritto da: 5ze247940
          Aggiungerei che le spese derivanti dal monitor
          siano giustamente a carico di chi le
          richiede...
          Magari lo stesso Mazza...
          FUahahahahahaa...ecco..questa sarebbe un'idea geniale..questi personaggi capiscono le cose solo quando gli viene toccato il portafogli
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa dovrebbero fare i provider
        - Scritto da:
        Concordo su tutto, un piccolo appunto, sta Mazza
        forse non ricorda che gl'ISP hanno detto che
        sarebbe pressochè impossibile monitorare tutto il
        traffico dei propri
        utenti......Impossibile un corno... è solo che agli ISP conviene lasciare tutto com'è e non occuparsi del caso.Quale motivo secondo voi traina il business delle linee ADSL casalinghe? 8)Come dire, tra i due litiganti, il terzo gode!
  • Anonimo scrive:
    da virgoletta
    "Scaricare abusivamente un brano musicale da Internet, rubare un telefonino ad un coetaneo, sembrano ormai essere considerati un fatto comune tra molti giovani"FIMI Enzo Mazza
    • rockroll scrive:
      Re: da virgoletta
      - Scritto da:
      "Scaricare abusivamente un brano musicale da
      Internet, rubare un telefonino ad un coetaneo,
      sembrano ormai essere considerati un fatto comune
      tra molti
      giovani"
      FIMI Enzo MazzaE secondo l'ineffabile E. M. sono da mettere sullo stesso piano il furto fisico magari con violenza di un oggetto di 200 euro e la copia virtuale (senza sottrazione di oggetto e violenza fisica) di un brano comunque disponibile in Rete e scaricabile legalmente per pochi centesimi!Complimenti, Enzo Mazza
      • The_GEZ scrive:
        Re: da virgoletta
        Ciao rockroll !
        E secondo l'ineffabile E. M. sono da mettere
        sullo stesso piano il furto fisico magari con
        violenza di un oggetto di 200 euro e la copia
        virtuale (senza sottrazione di oggetto e violenza
        fisica) di un brano comunque disponibile in Rete
        e scaricabile legalmente per pochi
        centesimi!Mi sembra chiaro che per Enzo Mazza rubare cellulari sia una cosa normale.
        • Anonimo scrive:
          Re: da virgoletta
          - Scritto da: The_GEZ.....Per la legge transitorio del tutto sullo stesso piano è matematico che:
          Mi sembra chiaro che per Enzo Mazza rubare
          cellulari sia una cosa
          normale.Una bella campagna di 1000-2000 mail con la richiesta di "poterle asportare il cellullare" non gli farebbe male :D
    • Anonimo scrive:
      Re: da virgoletta
      A me sembra chiaro che Enzo Mazza e tutti quelli come lui,RIAA,SIAE,MPAA,FIMI, non hanno capito na mazza.....
      • Anonimo scrive:
        Re: da virgoletta
        - Scritto da:
        A me sembra chiaro che Enzo Mazza e tutti quelli
        come lui,RIAA,SIAE,MPAA,FIMI, non hanno capito na
        mazza.....No NO lui ha capito benissimo che se non "dice le cose giuste" deve rinuncare a parecchi dei suoi amati dobloni!eccome se ha capito!
  • Anonimo scrive:
    Tanto se fanno delle leggi storte...
    La prima cosa che faccio e' staccare la linea.-Il telefono fisso non serve perche' ho il cellulare.-Se l'adsl non si puo' piu' usare come ci pare, finirebbe nel cestino insieme al contratto del fisso.-Per il resto, il buon 56k o una linea a consumo ridotto giusto per scaricare la posta.Dopo oltre che pianger miseria per la musica "pirata" (CHE COSTA TROPPO E QUINDI LA GENTE SI SCARICA RIBELLANDOSI AL SISTEMA MARCIO ATTUALE !!!) arriveranno a pianger miseria pure i provider, che si trovano senza utenti.Cari amici della FIMI, SIAE etc..etc.., NON VOGLIAMO PIU' PAGARE BALZELLI INGIUSTI, E' L'ORA CHE VE NE RENDIATE CONTO ! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto se fanno delle leggi storte...

      Cari amici della FIMI, SIAE etc..etc.., NON
      VOGLIAMO PIU' PAGARE BALZELLI INGIUSTI, E' L'ORA
      CHE VE NE RENDIATE CONTO !
      ;)Non e' questione di volere o no. Se possono ti fanno pagare e basta, e spesso possono.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto se fanno delle leggi storte...

        Non e' questione di volere o no. Se possono ti
        fanno pagare e basta, e spesso
        possono.In questo caso specifico, vorrei proprio sapere come contano di fare.Se si mettono a perseguitare i singoli utenti, non finiscono piu' (quanti milioni di persone usano internet in Italia ?)Senza contare che loro non possono direttamente indagare, devono farlo tramite la polizia postale, quindi...Se anche riescono a bloccare lo scambio di file in rete (mah...) dopo e' chiaro che il 90% dell'utenza rescindera' il contratto adsl, visto che, come sappiamo bene, avere una 20 mega per scaricare la posta e leggere P.I. non e' la cosa piu' furba di questo mondo...
    • DuDe scrive:
      Re: Tanto se fanno delle leggi storte...
      - Scritto da:
      La prima cosa che faccio e' staccare la linea.

      -Il telefono fisso non serve perche' ho il
      cellulare.

      -Se l'adsl non si puo' piu' usare come ci pare,
      finirebbe nel cestino insieme al contratto del
      fisso.

      -Per il resto, il buon 56k o una linea a consumo
      ridotto giusto per scaricare la
      posta.


      Dopo oltre che pianger miseria per la musica
      "pirata" (CHE COSTA TROPPO E QUINDI LA GENTE SI
      SCARICA RIBELLANDOSI AL SISTEMA MARCIO ATTUALE
      !!!) arriveranno a pianger miseria pure i
      provider, che si trovano senza
      utenti.

      Cari amici della FIMI, SIAE etc..etc.., NON
      VOGLIAMO PIU' PAGARE BALZELLI INGIUSTI, E' L'ORA
      CHE VE NE RENDIATE CONTO !
      ;)Guarda che non cambiera' nulla come non e' cambiato nulla dopo le mazzate che il governo sta dando ai nostri soldi ed alle nostre liberta', sismo un popolo bue che paga e basta, basta chi siano garantini il calcio ed il culo delle veline, del resto ce ne freghiamo, ma si sa' qui in italia il furbetto e' idolatrato mentre l'onesto e deriso, che ti aspetti con ste premesse?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto se fanno delle leggi storte...

        Guarda che non cambiera' nulla come non e'
        cambiato nulla dopo le mazzate che il governo sta
        dando ai nostri soldi ed alle nostre liberta',
        sismo un popolo bue che paga e basta, basta chi
        siano garantini il calcio ed il culo delle
        veline, del resto ce ne freghiamo, ma si sa' qui
        in italia il furbetto e' idolatrato mentre
        l'onesto e deriso, che ti aspetti con ste
        premesse?Ti faccio una domanda :Tu per cosa usi la banda larga ? (posto che la usi, ovviamente).Io la uso per :-Leggere i quotidiani (o siti alternativi, e' lo stesso)-Scaricare la posta-P2POra...per leggere quotidiani e siti alternativi bastano 5 minuti di connessione attiva e il download in cache delle pagine d'interesse.Per leggere la posta bastano 30 secondi (tempo di scaricarla)...quindi se mi mettono in condizioni di non poter piu' usare il P2P (che di per se, ricordiamolo, e' perfettamente legale !) l'ovvia conclusione e' : staccare l'adsl flat e mettere un 56k oppure una linea senza canone a consumo (tipo con il cellulare).Credi che agli ISP convenga ?E credi che gli utenti si terrebbero l'adsl (40 euro a bolletta) se non possono usarla come gli pare ?Poi ti basta la questione di Libero come testimonianza : chi e' rimasto fregato dai suoi filtri alla fine dell'anno e' passato ad altro gestore.
  • Anonimo scrive:
    Vi regalo un nuovo termine:
    "combriccologia". Non voglio alcun compenso, tutto free. mettetelo pure nei vostri dizionari, dove volete, ma soprattutto dategli la giusta definizione:...,...,...,...,...,...ecc..
  • Anonimo scrive:
    rubare un cellulare
    continuano a fare questo immane "cazzata" di comparare il download di un mp3 al furto fisico di un oggetto. E' veramente un metodo stupido di presentare le cose, potrei paragonare la cioccolata con un pezzo di alluminio e dire che entrambi hanno un sapore.C'è un problema, chiaro netto:il copyright è sbagliato, è mal concepito perchè è stato concepito troppi anni fa, oggi non ha senso così come è, nessuno però vuole riformarlo perchè in troppi ci MANGIANO... ci guadagnano, su cose tra l' altro che NON GLI APPARTENGONO, guadagnano su AUTORI MORTI, guadagnano su periferiche di REGISTRAZIONE, guadagnano su SUPPORTI VERGINI vuoti, guadagnano su concerti e FESTE, guadagnano su manifestazioni di BENEFICENZA, guadagnano anche su quegli autori che vogliono che il loro brano sia LIBERO, su autori che vogliono starne FUORI, sul CINEMA, sulle SCUOLE, sull'ARTE, sulla CULTURA. QUESTO PUO' ANCHE ESSERE CONSIDERATO RUBARE , prendere dei soldi per cui non si hanno diritti effettivi.
    • The Animal scrive:
      Re: rubare un cellulare
      E' un paragone che a loro fa comodo.Dicono anche che la pirateria uccide la creatività.Aggiungi anche che dicono che il p2p favorisce se pedofilia e reati vari.Furti,rapine,omicidi,pedofilia criminale e chi più ne ha più ne mettaSe riescono a far passare questo concetto alle gente comune che si guarda Studio Aperto per tenersi informata, riescono anche a farsi fare una bella legge a loro favore, ancor più di quella attuale.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 01.00-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: rubare un cellulare
        Va beh quello è uno spot lo sappiamo che gli spot sono ingannevoli.L'obbiettivo è criminalizzare le persone che scaricano così possono farti causa e recuperare i così detti "soldi non guadagnati per colpa della pirateria".Secondo me un pò di ragione hanno non è possibile che sui p2p odiernamente si trovino film/programmi costosi liberamente scaricabili...E adesso non venite a dirmi che siete di quelli che il p2p lo usaano per scambiare le Iso di linux perchè sono liberamente scaricabili dai rispettivi siti...La realtà è questa che senso avrebbe il p2p se non ci sono i file di interesse? Mp3/divx/programmi e via dicendo...
        • rockroll scrive:
          Re: rubare un cellulare
          - Scritto da:
          Va beh quello è uno spot lo sappiamo che gli spot
          sono
          ingannevoli.

          L'obbiettivo è criminalizzare le persone che
          scaricano così possono farti causa e recuperare i
          così detti "soldi non guadagnati per colpa della
          pirateria".

          Secondo me un pò di ragione hanno non è possibile
          che sui p2p odiernamente si trovino
          film/programmi costosi liberamente
          scaricabili...

          E adesso non venite a dirmi che siete di quelli
          che il p2p lo usaano per scambiare le Iso di
          linux perchè sono liberamente scaricabili dai
          rispettivi
          siti...

          La realtà è questa che senso avrebbe il p2p se
          non ci sono i file di interesse?
          Mp3/divx/programmi e via
          dicendo...Hai la tua quota di ragione anche tu, ma il nostro atteggiamento antiMajors non significa difesa del P2P illegale, significa ribellione ai soprusi liberticidi di questa Mafia legalizzata.di
          • Anonimo scrive:
            Re: rubare un cellulare

            Hai la tua quota di ragione anche tu, ma il
            nostro atteggiamento antiMajors non significa
            difesa del P2P illegale, significa ribellione ai
            soprusi liberticidi di questa Mafia
            legalizzata.
            di
          • rockroll scrive:
            Re: rubare un cellulare
            - Scritto da:


            Hai la tua quota di ragione anche tu, ma il

            nostro atteggiamento antiMajors non significa

            difesa del P2P illegale, significa ribellione ai

            soprusi liberticidi di questa Mafia

            legalizzata.

            di Certo, ed intanto scarichi...
            allora puniamo l'omicidio con la pena di morte
            visto che vale la legge del
            taglione
            Intanto non scarico, perchè i contenuti attuali non mi interessano proprio, e anche perchè è stato vietato.Ciò non toglie nulla alla validità di quanto ho detto: quanto facciano schifo le majors ed i loro sistemi non è una mia invenzione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 dicembre 2006 01.46-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: rubare un cellulare
          - Scritto da:
          La realtà è questa che senso avrebbe il p2p se
          non ci sono i file di interesse?
          Mp3/divx/programmi e via
          dicendo...Beh, se definiamo "Coperti da SIAE tutti i file di interesse" e "Liberi tutti quelli di nessun interesse" ovviamente nessuna.Ma il problema è ormai da tempo l'argomento del contentendere non è se sia LEGALE o meno, ma se questa LEGGE sia GIUSTA o meno.Si contesta il pricipio: guadagnare sul lavoro altrui.Una volta si pensava agli editori USA che guadagnavano con opere di autori INGLESI senza versagli nulla.Oggi pensi ai supporti vergini od al prestito nelle biblioteche pubbliche, ai fotoamatori ed ai ragazzi che bibliotecari appassionati introducono alla lettura dei classici. Gente che un autore non lo ha mai visto neanche di striscio o gente che addirittura prepara agli autori "potenziali" lettori.Il punto è che stiamo parlando di due cose diverse: Noi parliamo di CULTURA, loro parlando di MERCE.La prima non ha un prezzo, la seconda si.Noi diciamo che se due si scambiano due canzoni senza alcuni compenso, anzi perdendoci corrente elettrica e tempo stanno condividendo cultura.Loro che sicuramente tu avresti comprato quella MERCE, anche se non l'hai mai ascoltata.Noi diciamo che il 5% di 0 da Zero.Loro che il 5% di -1 Euro è 23 centesimi a loro.Le parti si sono capovolte.
        • Anonimo scrive:
          Re: rubare un cellulare
          Certo, allora dimmi: io negozio compro l'ultima versione di autocad ok? Dopo 3/4 mesi ne esce una con poche (a volte pochissime) differenze, tanto che non prendi la nuova vers, poi ti arriva il ragazzino che lo ha scaricato da internet e lo chiede, io devo comprarmi l'ultima versione, ti sembra che me lo aggiornano? Lo fanno pagare un fottio di soldi e i soldi non me li stampo, e così è per tutto il soft che tieni in negozio, deve esserer tutto fatturato, ma se ho 3 pc in negozio, perchè cazzo devo pagare 3 volte lo stesso soft? Siamo sempre li, è il prezzo il pomo della discordia, lo abbassassero o facessero multilicenze o aggiornamenti per tot anni ma non che ad ogni versione di soft lo devo pagare (e sai quanti soft ha bisogno di un negozio????????)
    • rockroll scrive:
      Re: rubare un cellulare
      - Scritto da:
      continuano a fare questo immane "cazzata" di
      comparare il download di un mp3 al furto fisico
      di un oggetto.


      E' veramente un metodo stupido di presentare le
      cose, potrei paragonare la cioccolata con un
      pezzo di alluminio e dire che entrambi hanno un
      sapore.

      C'è un problema, chiaro netto:

      il copyright è sbagliato, è mal concepito perchè
      è stato concepito troppi anni fa, oggi non ha
      senso così come è, nessuno però vuole riformarlo
      perchè in troppi ci MANGIANO...


      ci guadagnano, su cose tra l' altro che NON GLI
      APPARTENGONO, guadagnano su AUTORI MORTI,
      guadagnano su periferiche di REGISTRAZIONE,
      guadagnano su SUPPORTI VERGINI vuoti, guadagnano
      su concerti e FESTE, guadagnano su manifestazioni
      di BENEFICENZA, guadagnano anche su quegli autori
      che vogliono che il loro brano sia LIBERO, su
      autori che vogliono starne FUORI, sul CINEMA,
      sulle SCUOLE, sull'ARTE, sulla
      CULTURA.

      QUESTO PUO' ANCHE ESSERE CONSIDERATO
      RUBARE , prendere dei soldi per cui non si
      hanno diritti
      effettivi.Condivido tutto: le argomentazioni sono validissime, mi piacerebbe avessero più visibilità, andrebbero introdotte anche in altri forum e/o siti adeguati.
    • Anonimo scrive:
      Re: rubare un cellulare

      il copyright è sbagliato, è mal concepito perchè
      è stato concepito troppi anni fa, troppi SECOLI fa.. per inciso..
  • Anonimo scrive:
    Inesattezze
    Rubare un oggetto fisico significa SOTTRARRE qualcosa: se lo prendo io non puoi usarlo o venderlo tu.Copiare un file significa DUPLICARLO: se lo prendo io tu puoi continuare a fruirne ed eventualmente venderlo.Paragonare le due cose equivale a dire cose inesatte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Inesattezze
      - Scritto da:
      Rubare un oggetto fisico significa SOTTRARRE
      qualcosa: se lo prendo io non puoi usarlo o
      venderlo
      tu.

      Copiare un file significa DUPLICARLO: se lo
      prendo io tu puoi continuare a fruirne ed
      eventualmente
      venderlo.

      Paragonare le due cose equivale a dire cose
      inesatte.Per lo meno!http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1792869&id=1792239&r=PI
  • Anonimo scrive:
    identifichiamo le responsabilità
    allora, a mio parere la responsabilità del fatto che la pirateria sia molto diffusa e considerata un crimine è di:SIAEFIMIaffiliati e analoghi internazionaliora che abbiamo individuato le responsabilità, chi ci pensa?
  • Anonimo scrive:
    che ddite?
    "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato - aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo tutti d'accordo"ah si, arrestiamo tutti coloro che si collegano a internet, anche adesso il mio browser ha appena scaricato un file da un web server, e qualcuno sul web server ce l'ha messo, ce lo siamo scambiati!!!! AAAAAAAAAAAAAAAAAA arrestatemiiiii
    • Anonimo scrive:
      Re: che ddite?
      - Scritto da:
      "Sul fatto che scambiarsi file sia un reato -
      aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP - siamo
      tutti
      d'accordo"

      ah si, arrestiamo tutti coloro che si collegano a
      internet, anche adesso il mio browser ha appena
      scaricato un file da un web server, e qualcuno
      sul web server ce l'ha messo, ce lo siamo
      scambiati!!!! AAAAAAAAAAAAAAAAAA
      arrestatemiiiiiQuello lì non ha ancora capito che delle cose su cui "tutti" loro si dicono d' accordo,........CE NE SBATTIAMO LE PALLE!!
  • Anonimo scrive:
    Gentile Sign. Stefano Quintarelli
    Mazza è un coglione, non badi alle innumerevoli stronzate che la sua testa piena di merda gli fa uscire da quelle lurida bocca!
    • Anonimo scrive:
      Re: Gentile Sign. Stefano Quintarelli
      a parte il sostantivo colorito, il discorso interessante è:ma cosa aspetta FIMI a cambiare presidente?sono anni che c'è 'sto Mazza, che no fa altro che piangere sui grafici e guaire di gioia ad ogni retata...Ma qualche risposta concreta che non andasse nella direzione di conservare lo "jus primae auditionis" è stat fatta?Il mondo sta cambiando il modo di fare business, i dati delle vendite online legali sono entusiasmanti... ma lui vuole di più.. di più...ripeto: cosa aspetta FIMI a cambiare la sua classe dirigente?
      • Anonimo scrive:
        Re: Gentile Sign. Stefano Quintarelli

        ma cosa aspetta FIMI a cambiare presidente?
        sono anni che c'è 'sto Mazza, che no fa altro che
        piangere sui grafici e guaire di gioia ad ogni
        retata...e cosa cambierebbe? cmq si vede che ha delle doti NASCOSTE (lo dice pure il nome)
        • Anonimo scrive:
          Re: Gentile Sign. Stefano Quintarelli
          - Scritto da:


          ma cosa aspetta FIMI a cambiare presidente?Piu' che altro : Ma cosa aspetta il Governo a levarci dai maroni questa lobby inutile e vessatoria ?!?!?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gentile Sign. Stefano Quintarelli
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            ma cosa aspetta FIMI a cambiare presidente?


            Piu' che altro : Ma cosa aspetta il Governo a
            levarci dai maroni questa lobby inutile e
            vessatoria
            ?!?!?Ahahahah! Sei uno dei coglioni che ha votato Prodi per questo ? @^
  • Anonimo scrive:
    La PIRATERIA è una difesa ormai
    Scaricare musica da Internet per uso personale e senza scopo di lucro non potrà mai essere reato anche se i pidocchi delle MAJOR hanno fatto fare una legge dai mafiosi al parlamento che lo ha fatto diventare reato.Una legge mafiosa è una legge che non rispetterà nessuno.Come non sarà mai reato il diritto di copia.
    • Anonimo scrive:
      Re: La PIRATERIA è una difesa ormai
      mentre distruggere libertà e la privacy personale e il diritto scegliere è un grave reato delle major e trusted computing group!Parliamoci chiaro: preferisco morire da uno degli scagnozzi di Al Qaeda (bin laden) piuttosto che vivere senza libertà sotto Microsoft, Major e un mondo dove non esiste più la libertà di scegliere, la privacy, il diritto di dire la propria considerazione e sotto costrizione.Hello World...
  • Anonimo scrive:
    E lo Jus primae noctis, quando?
    Come mai non lo hanno ancora richiesto?Sarebbe la ciliegina sulla torta, no?
    • Anonimo scrive:
      Re: E lo Jus primae noctis, quando?
      - Scritto da:
      Come mai non lo hanno ancora richiesto?
      Sarebbe la ciliegina sulla torta, no?Io metterei anche un "una tantum" per ogni colpetto...
Chiudi i commenti