Il cuore di PowerPC pulserà veloce

Dopo lunga ibernazione il futuro dei PowerPC sembra più roseo che mai. IBM e Motorola annunciano infatti nuovi sviluppi per questo chip puntando anche su mercati paralleli a quello dei Mac. Scongelamento


Palo Alto (USA) – Buone notizie sul fronte dei PowerPC. Sia IBM, in partnership con Hitachi, che Motorola, sembrano infatti intenzionate a spingere l’acceleratore sullo sviluppo di questo chip, cuore pulsante dei Mac.

Secondo quanto annunciato ieri da IBM e Hitachi, i due colossi avrebbero firmato un accordo per co-sviluppare componenti per il mercato dei server, incluse le future generazioni di PowerPC G3.

Anche se questa fusione di tecnologie non andrà subito a beneficio degli utenti Mac, il futuro del PowerPC sembra più roseo che mai.

Il più recente aggiornamento del PowerPC G3 di IBM, lo stesso che equipaggia i sistemi iMac, è la versione 750CXe, che ora supporta un bus di sistema di 133 MHz e frequenze da 400 a 600 MHz. I primi campioni dimostrativi del modello a 700 MHz sono invece stati annunciati per maggio.

Buone nuove anche dal fronte dei PowerPC G4 di Motorola. Secondo MacOS Rumors, infatti, l’azienda dovrebbe rilasciare un PowerPC 7450 a 1 GHz prima della fine dell’estate.

La tabellina di marcia dovrebbe prevedere il rilascio dei modelli a 800, 866 e 933MHz durante i prossimi quattro mesi, e del modello a 1 GHz verso agosto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ICQ CACCA
    oh.. icq fa cagare.
  • Anonimo scrive:
    Gratis non esite come concetto
    Si possono spostare costi, non far pagare una cosa in cambio dell'acquisto di altra pagata di più, ce ne possiamo inventare quante ne vogliamo di "storie", ma non esiste sistema ad oggi per cui una qualsiasi cosa non abbia un costo.Il mito del tutto gratis online è una favoletta che sarebbe anche ora di lasciare ai bimbi della rete.I leoni si pagano a gazzelle, le gazzelle si pagano ad erbette, le quali erbette costano acqua e minerali del terreno. Tutto funziona fino a quando il cerchio si chiude in un equilibrio perfetto.Possibile che nessuno si chieda chi e perchè mai dovrebbe pagare per le macchine su cui gira il sistema ICQ, per le linee necessarie a supportare il traffico, per la manutenzione e giustamente per l'upgrade?Anni fa un tremito attraversò la rete all'idea che ICQ divenisse un sistema a pagamento, e il suo acquisto da parte di AOL è semplicemente la ovvia conseguenza dell'insostenibilità economica del progetto così come era stato a suo tempo pensato. Se bastano pochi pixel del mio schermo a risolvere il problema, io sono ben contento di ritrovarmi il bannerino sotto il messaggio se questo piccolo sacrificio, mi consente di accedere ad un servizio decisamente al di sopra di tutti i concorrenti da un lato, ma anche dall'enorme valore aggiunto, tecnico e persino sociale.Il problema vero si porrà tra non molto purtroppo, quando il valore oggi sovrastimato delle inserzioni pubblicitarie comincerà a rientrare nella logica dell'equilibrio di cui sopra, e per ritrovare un equilibrio ci si dovràà inventare qualcosa.Per intanto sono persino contento della pubblicità di ICQ, in fondo dalla presenza discreta, contrariamente ad altre...
  • Anonimo scrive:
    ....Comunque....
    Bravi tutti...mi rendo conto che in questo forum c'e' gente adulta ed educata..e quindi mi permetto di inserire un' altro punto di vista...State difendendo, almeno una parte di voi, l'utilita' del banner, e di conseguenza, il fatto di rispettare il lavoro di un programmatore...OK...Cercate di far capire che la stessa cosa vale per i musicisti ( o artisti) che stanno subendo il diffondersi e lo scambio di Mp3 contro la loro stessa volonta'....Grazie...
    • Anonimo scrive:
      Re: ....Comunque....

      State difendendo, almeno una parte di voi,
      l'utilita' del banner, e di conseguenza, il
      fatto di rispettare il lavoro di un
      programmatore...OK...Cercate di far capire
      che la stessa cosa vale per i musicisti ( o
      artisti) che stanno subendo il diffondersi e
      lo scambio di Mp3 contro la loro stessa
      volonta'....Peccato che anche la RIAA voglia fare la stessa cosa, il formato non sarà mp3, ma la sostanza del discorso non cambia più di tanto:http://www.wired.com/news/business/0,1367,42426,00.html
    • Anonimo scrive:
      Re: ....Comunque....
      Ovvio e ragionevole.Personalmente non ho mai nemmeno installato Napster o similsoftware. Nel giro di pochi anni ci saremmo ritrovati senza più produzioni musicali, almeno come le conosciamo oggi.Impossibile tacere però come nel settore specifico la speculazione sia enorme ed eccessiva. L.40.000 e più per un'ora di musica, pur ottima che sia, è una vera rapina se consideriamo il bacino di utenza potenziale che ormai a livello mondiale è notevole.Magari se gli artisti, programmatori ideatori e musici, si accontentassero di vendere ad un prezzo più contenuto ci sarebbe molta più gente disposta a comprarli i loro prodotti, piuttosto che inventarsene una tutti i giorni per cercare di rubarne.
  • Anonimo scrive:
    Jabber
    Aprofittate per passare in massa a Jabber!www.jabber.orgInstant Messaging open source, XML based.E ci sono moduli / transport per colloquiare indifferentemente anche con utenti ICQ, MSN Messenger, Yahoo, AIM, anche IRC!Bye!
    • Anonimo scrive:
      Re: Jabber
      - Scritto da: Mark
      Aprofittate per passare in massa a Jabber!

      www.jabber.org

      Instant Messaging open source, XML based.
      E ci sono moduli / transport per colloquiare
      indifferentemente anche con utenti ICQ, MSN
      Messenger, Yahoo, AIM, anche IRC!Chi si aspetta qualcosa di meglio di ICQ rimane deluso. Non sono riuscito a trovare un client decente per Windows.Giampaolo Bellavite
      • Anonimo scrive:
        Re: Jabber
        Hi!

        E ci sono moduli / transport per

        colloquiare

        indifferentemente anche con utenti ICQ,

        MSN

        Messenger, Yahoo, AIM, anche IRC!

        Chi si aspetta qualcosa di meglio di ICQ
        rimane deluso. Non sono riuscito a trovare
        un client decente per Windows.Come mai cosi deluso? Io prima tenevo aperti sia ICQ che MSN. Adesso con WinJab ho una sola applicazione, perlatro molto più "open" e cmq totalmente free. In caso di necessità, da un qualsiasi PC con browser si può lanciare la Jabber Applet che c'e' su www.jabber.com e ritrovarsi on line con tutti i contacts (che vengono scaricati e mantenuti sul server) anche da un portatile o da una qualsiasi appliance che supporti Java. Meglio di cosi.
  • Anonimo scrive:
    Odiosi Banner
    Da quando su icq sono comparsi questi odiosi banner ogni tanto il programma mi si inchioda e devo chiuderlo e riaprirlo! una vera seccatura! :-(
  • Anonimo scrive:
    ICQ? 98a...
    Salve a tutti...Una voce un po' fuori dal coro?Beh vi dirò, io ho saputo dei banner da 2 o 3 miei amici su icq che mi chiedevano se ne sapevo qualcosa...Non perchè uso licq o altro. Uso ICQ, ma la versione beta98a...Certo, non avrà il pieno supporto per le white pages (ma le info generali e l'about ci sono).Non potrà mandare SMS.Non potrà inviare e ricevere messaggi con caratteri e colori particolari.Non avrà tante belle cose (peraltro inutili).Ma...1- Funziona2- E' moooolto più leggero della 99/2000 (ci mette molto meno a caricarsi e richiede molte meno risorse al sistema)3- Occupa molto meno spazio. Un mio amico che ha un normale "traffico" di msg via ICQ ha una cartella che supera i 20mb (e d'altronde con la 2000b mi sembra che già solo l'installazione occupi qualcosa come 10-15mb). La mia (con più di 100 contatti e relative message history) non arriva a 8mb...4- NON HO I BANNER.Per non dire altro...Se veramente usate ICQ e potete farne a meno di cose futili come colore dei messaggi, gruppi utenti e scematine varie, fate una ricerca con Google per ICQ98a... in una mezz'oretta al massimo sarete a posto... (ricordatevi di esportare prima la lista, visto che è un downgrade: è un po' un pacco, ma ne vale la pena)...Saluti
  • Anonimo scrive:
    si toglie cosi'
    andate qui ed eliminatelowww.dariocorti.com/icqbanners
  • Anonimo scrive:
    Io l'ho tolta dopo 2 giorni
    Io l'ho tolta dopo 2 giorni, con una DLL da inserire nella directory pricipale di ICQ. Per cui invito tutti a cercare nella rete.... perchè c'è sempre la solouzione per tutto.
  • Anonimo scrive:
    Pubblicità sì, ma migliorate il client!
    A me la pubblicità sulla finestra di messaggio per ICQ non dà fastidio e dopo un po' la sua presenza non si nota neppure.La posizione del banner però è furba: chissà quanti sono quelli che, non utilizzando i tasti di scelta rapida, cliccano sul banner anziché sul tasto "Send".Peccato invece che il software ICQ sia così fatto male: è pieno di icone inutili, non è intuitivo, manca di funzioni necessarie mentre è pieno di aggeggini che non servono a niente. E poi consuma un sacco di memoria. Speriamo nel progetto di freeim.org.Giampaolo Bellavite
    • Anonimo scrive:
      Re: Pubblicità sì, ma migliorate il client!
      - Scritto da: Giampaolo Bellavite
      Speriamo nel progetto di freeim.org.FreeIM non lo conosco, ma gia' esiste qualcosa per cui non serve sperare: Jabber.
  • Anonimo scrive:
    Ah ma esiste il problema?
    Sinceramente non conoscevo nemmeno la storia dell'auto update, ne quella dei banner ecc.Io uso da un bel pezzo micq e licq ed ora che le versioni sono stabili non ho uno straccio di problema, sono molto +veloci (micq cacchio se speeda), senza banner e opensource :)))Meglio di così...
  • Anonimo scrive:
    Crack e Auto-Update
    Lo ammetto, sono il primo a cui dà fastidio la pubblicità sotto i messaggini di Icq, in questi casi non è che mi faccio scrupoli ad utilizzare crackz o simili, per cui mi sono subito adoperato sia per trovare qualche patch sia per svilupparne una con la mia piccola, anzi piccolissima ma forse sufficiente esperienza. Il fatto però di disattivare anche l'auto-update (alcune patch già fatte lo fanno) non lo condivido più di tanto, perchè ritengo che possa sempre essere in qualche modo utile. Quindi ritengo la miglior soluzione (che è anche la più facile probabilmente) quella di far sparire la finestra del banner come citato nell'articolo, mantenendo così attiva (anche se invisibile) la pubblicità e i guadagni di Aol.
    • Anonimo scrive:
      Re: Crack e Auto-Update
      Anche io, lo ammetto, ho fatto il possibile per togliere i banner, ma non per principio, più che altro perché per ogni finestrella di messaggi aperte, mi rallentava di moltissimo le operazioni su altre applicazioni... dopo una settimana non ce l'ho fatta più e ho provato a vedere se era quello il problema. E lo era. Mai più banner! Sono stati anni senza, possono starci anche ora...- Scritto da: Oasis
      Lo ammetto, sono il primo a cui dà fastidio
      la pubblicità sotto i messaggini di Icq, in
      questi casi non è che mi faccio scrupoli ad
      utilizzare crackz o simili, per cui mi sono
      subito adoperato sia per trovare qualche
      patch sia per svilupparne una con la mia
      piccola, anzi piccolissima ma forse
      sufficiente esperienza. Il fatto però di
      disattivare anche l'auto-update (alcune
      patch già fatte lo fanno) non lo condivido
      più di tanto, perchè ritengo che possa
      sempre essere in qualche modo utile. Quindi
      ritengo la miglior soluzione (che è anche la
      più facile probabilmente) quella di far
      sparire la finestra del banner come citato
      nell'articolo, mantenendo così attiva (anche
      se invisibile) la pubblicità e i guadagni di
      Aol.
  • Anonimo scrive:
    Software gratis...
    Essendo ICQ completamente gratis non dovrebbero esserci questi banner.però questo benedetto ICQ chi lo scrive? deo programmatori. I programmatori mangiano? ovviamente si, tengono una vita quasi regolare. Chi li paga allora? i banner forse??? Ma certo come tanti altri software vedi opera.Ke palle fanno venire quelli che vogliono tutto gratis, nemmeno i banner... sapete che vi dico fateveli voi questi software e poi vediamo.Un programmatore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Software gratis...
      - Scritto da: CyberBob
      Essendo ICQ completamente gratis non
      dovrebbero esserci questi banner.
      però questo benedetto ICQ chi lo scrive? deo
      programmatori. I programmatori mangiano?
      ovviamente si, tengono una vita quasi
      regolare. Chi li paga allora? i banner
      forse??? Ma certo come tanti altri software
      vedi opera.
      Ke palle fanno venire quelli che vogliono
      tutto gratis, nemmeno i banner... sapete che
      vi dico fateveli voi questi software e poi
      vediamo.www.licq.org

      Un programmatore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Software gratis...

        www.licq.orgSì, bravo, bella forza! Licq come tutti i cloni non ha fatto altro che fregare il lavoro altrui, prendendo e reverse-ingegnerizzando quello che i programmatori di ICQ (che sono i veri autori del tutto) hanno messo a punto in anni di esperienza!E per altro, non so ora, ma fino a un annetto scarso fa LIcq non aveva nemmeno metà delle funzionalità di ICQ e neanceh funzionava bene il file transfer!! (presumo l'abbiano fixato, nel frattempo.. spero!)Per giunta tutti usano i server della ex-Mirabilis per connettersi! Bravi tutti, ci vuole molto a fare i fighi sfruttando gli altri!Io i banner ce li ho, me li tengo sia in questo che in altri programmi! Mi sembra più che giusto ripagare i programmatori per il loro lavoro!
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...
          Jabber non si appoggia sui derver di ICQ, ed è free:http://www.jabbercentral.org/
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...
          - Scritto da: Upanisad

          www.licq.org

          Sì, bravo, bella forza! Licq come tutti i
          cloni non ha fatto altro che fregare il
          lavoro altrui, prendendo e
          reverse-ingegnerizzando il protocollo icq non e' stato dedotto via reverse engineering, ma analizzando il traffico udp/tcp. ora io credo sia diritto fondamentale di qualsiasi utente sapere cosa entra e cosa esce dal proprio pc, esattamente come anche di sapere quale codice sta girando sulla propria macchina.
          quello che i
          programmatori di ICQ (che sono i veri autori
          del tutto) hanno messo a punto in anni di
          esperienza!un protocollo tra i piu' bucati della storia.. gia' gia'...esperienza.
          E per altro, non so ora, ma fino a un
          annetto scarso fa LIcq non aveva nemmeno
          metà delle funzionalità di ICQ e neanceh
          funzionava bene il file transfer!!adesso c'e' quello, c'e' la modalita' multichat, e' skinnabile, ha un sacco di plugin e c'e' pure la trasmissione criptata ssl tra i due client icq, che icq client standard mirabilis non supporta.
          (presumo
          l'abbiano fixato, nel frattempo.. spero!)
          Per giunta tutti usano i server della
          ex-Mirabilis per connettersi!http://www.icq.khstu.ru/unix/un server icq per unix. non so come funzioni, e' il primo che ho trovato. probabilmente ne esistono altri.
          Bravi tutti,
          ci vuole molto a fare i fighi sfruttando gli
          altri!loro non ci danno qualcosa che funzioni sul nostro sistema, noi ce lo facciamo da soli.ad ogni modo, quando il protocollo icq verra' approvato dall'ietf, continuerai a dire la stessa cosa?
          Io i banner ce li ho, me li tengo sia in
          questo che in altri programmi! Mi sembra più
          che giusto ripagare i programmatori per il
          loro lavoro!ma si dai... questi poveri programmatori che vedono il proprio lavoro affogare tra bug craterizzanti e bannerini eye-candy per cercare di far sopravvivere un aggeggio che prima o poi stuferebbe anche un santo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...

            il protocollo icq non e' stato dedotto via
            reverse engineering, ma analizzando il
            traffico udp/tcp.A me sembra reverse-engineering lo stesso.
            ora io credo sia diritto
            fondamentale di qualsiasi utente sapere cosa
            entra e cosa esce dal proprio pc,
            esattamente come anche di sapere quale
            codice sta girando sulla propria macchina.Con questo ragionamento dovresti utilizzare solo software con i sorgenti disponibli, il che significa spazzare via immediatamente Windows, derivati, e di conseguenza tutto il software che ci gira sopra, già che ci siamo anche Netscape.Questo 'diritto fondamentale' non esiste, e da un bel pezzo, non esisteva neanche ai tempi di Apple ][ e C64. Ovviamente se sei in grado di utilizzare solo software conforme a questa definizione (Debian? :PPP) il problema non si pone, ma non può essere un discorso valido per tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...
            - Scritto da: DPY

            ora io credo sia diritto

            fondamentale di qualsiasi utente sapere
            cosa

            entra e cosa esce dal proprio pc,

            esattamente come anche di sapere quale

            codice sta girando sulla propria macchina.

            Con questo ragionamento dovresti utilizzare
            solo software con i sorgenti disponibli,E infatti nella mia linux box c'e' praticamentesolo softvare sotto GPL o simile e open sourcenon mi pare cosi complesso.(per fortuna)il
            che significa spazzare via immediatamente
            Windows, derivati, e di conseguenza tutto il
            software che ci gira sopranon sarebbe una cattiva idea :)
            Questo 'diritto fondamentale' non esiste, e
            da un bel pezzo, non esisteva neanche ai
            tempi di Apple ][ e C64.Richard Stallman e' dal 1983 con la fondazionedella Free Software Fondation che si occupa di questo "diritto fondamentale" sono oramai unbel po di annetti.E dunque c'e' qualcuno cheancora, e nemmeno da poco tempo, si adoperaper tornare ad un uso secondo me piu' consapevole e sopratutto non legato alle grandi aziende monopolistiche, e alle "royalties". Ovviamente se sei
            in grado di utilizzare solo software
            conforme a questa definizione (Debian? :PPP)
            il problema non si pone, ma non può essere
            un discorso valido per tutti.La cosa interessante e' proprio questa:l'utilizzo di software GPL (compreso S.O.)e oramai decisamente di facile accesso per chiunque, grazie proprio al lavoro di questepersone (programmatori).Non che questo sia del tutto positivo, visto che prima di provare e godere della bella grafica del tuo KDE2 converrebbe sapere cio che ci sta dietro, in termini di "ideologia", oltre che tecnici.Morale della favola, andate in edicola e prendetevi linux :) o simile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...

            E infatti nella mia linux box c'e' praticamente
            solo softvare sotto GPL o simile e open source
            non mi pare cosi complesso.(per fortuna)Neanche a me pare complesso, ma noi facciamo parte di una minoranza. La maggioranza non sa nulla di computer e non è assolutamente pronta ad un balzo del genere

            Questo 'diritto fondamentale' non esiste,
            e

            da un bel pezzo, non esisteva neanche ai

            tempi di Apple ][ e C64.
            Richard Stallman e' dal 1983 con la fondazione
            della Free Software Fondation che si occupa di
            questo "diritto fondamentale" sono oramai
            un bel po di annetti.Sì, ma un conto è spingere verso quel fine, un conto considerarlo un diritto fondamentale inalienabile. Non credo che Stallman sia convinto che il software Open Source sia l'unica strada possibile e che in base a questo fanatismo tutto il resto debba essere spazzato via come i Buddha Afghani, Stallman sotiene che il suo modello è corretto (spero) ma non che è l'unico possibile. Del resto anch'io sono convinto che in certi campi (tipicamente gli applicativi 'molto' verticali) il modello Open Source non possa produrre risultati apprezzabili, al contrario di altri campi dove invece si comporta egregimente.
            La cosa interessante e' proprio questa:
            l'utilizzo di software GPL (compreso S.O.)
            e oramai decisamente di facile accesso per
            chiunque, grazie proprio al lavoro di
            queste persone (programmatori).Ma neanche per sogno. Se per te i 'tutti' sono quelli che già usavano il computer 5 anni fa, in era DOS, potrei anche essere d'accordo, ma ultimamente la base di utenza si è allargata a dismisura, e i nuovi utenti Winsozz Only vanno in schermata blu appena gli fai vedere un prompt. E' vero KDE scherma parecchie cose, ma i settaggi da fare 'a mano' sono ancora parecchi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...

            tempi di Apple ][ e C64. Ovviamente se seiCosa???????LOAD "WONDERBOY",8,1LISTEt volià, ecco il listato del programma in basic.Ma c'erano altri metodi per vederloC64 rulez!
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...


            tempi di Apple ][ e C64. Ovviamente se sei

            Cosa???????
            LOAD "WONDERBOY",8,1
            LIST

            Et volià, ecco il listato del programma in
            basic.E riuscivi a fare lo stesso anche con Mission Impossible? (Che notoriamente, come tutti igiochi seri, non era scritto in basic...)In ogni caso, se anche eri in grado di disassemblare il codice macchina (certo che dovevi essere un genio per poter fare una cosa del genere su larga scala) comunque era abbastanza difficile utilizzarlo in pratica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...
            boh strano,...stavolta sono sostanzialmente d'accordo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...

          Io i banner ce li ho, me li tengo sia in
          questo che in altri programmi! Mi sembra più
          che giusto ripagare i programmatori per il
          loro lavoro!Io i banner non li ho, non uso software AdWare, non ne ho bisogno, e non ho neanche bisogno di utilizzare software 'non-AdWare' in sostituzione di programmi alternativi 'ufficiali' AdWare.Per quanto riguarda Icq, non lo uso perché lo ritengo una collezione di buchi, debolezze e possibili exploit colossale, impostato male dall'inizio e cresciuto ancora peggio, per di più fornito da una ditta 'famosa' per fare i browser più invasivi del globo, tali da oscurare anche Internet Explorer. Se dovessi veramente ripagare qualcuno per il proprio lavoro, questo qualcuno non sarebbero certo ii programmatori di AOL.E tanto per togliermi l'ultimo sassolino dalla scarpa, passando a un argomento di poco differente, ti faccio un altro esempio: al momento esistono, diciamo così, due tipi di sistemi di chat: quelli 'aperti' e quelli 'chiusi'. Nei primi il protocollo di comunicazione fra client e server è pubblico, in questo modo chiunque può scriversi un suo client, senza bisogno di rubare il codice o di perdere tempo a fare reverse-engineering, ovviamente sto parlando di IRC. Le chat chiuse invece hanno i loro client proprietari, basati su protocolli chiusi, che ovviamente possono essere infarciti di pubblicità a piacere, visto che o usi quel client o usi quel client, non hai alternative. Ciononostante, molti utenti preferiscono le stupide chat 'proprietarie' più lente, più scomode, dove trovano meno gente e in compenso un sacco di ad pubblicitari, solo perché non hanno mai cercato un'alternativa migliore.La prossima volta che ti capita di vantarti di tenerti i banner, prova a pensare che forse lo fai solo per pigrizia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...

            Per quanto riguarda Icq, non lo uso perché
            lo ritengo una collezione di buchi,
            debolezze e possibili exploit colossale,
            impostato male dall'inizio e cresciuto
            ancora peggio, per di più fornito da una
            ditta 'famosa' per fare i browser più
            invasivi del globo, tali da oscurare anche
            Internet Explorer. Se dovessi veramente
            ripagare qualcuno per il proprio lavoro,
            questo qualcuno non sarebbero certo ii
            programmatori di AOL.CLAP CLAP CLAP !!!
            Ciononostante, molti utenti
            preferiscono le stupide chat 'proprietarie'
            più lente, più scomode, dove trovano meno
            gente e in compenso un sacco di ad
            pubblicitari, solo perché non hanno mai
            cercato un'alternativa migliore.IRC per chattare è indubbiamente migliore di ICQ o altri sistemi di questo tipo, ma non è un sistema di istant messaging.Quando ne inventeranno uno aperto sarò il primo ad utilizzarlo.T^
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...


            Ciononostante, molti utenti

            preferiscono le stupide chat
            'proprietarie'

            più lente, più scomode, dove trovano meno

            gente e in compenso un sacco di ad

            pubblicitari, solo perché non hanno mai

            cercato un'alternativa migliore.

            IRC per chattare è indubbiamente migliore di
            ICQ o altri sistemi di questo tipo, ma non è
            un sistema di istant messaging.Sfortunatamente sì, il mio era un esempio 'collaterale'. A questo livello invece sugli Instant Message siamo alquanto sfigati, non ne esiste uno veramente 'aperto'. In realtà c'era un progetto, per creare un sistema di IM aperto, nato per contrastare lo strapotere di AIM e ICQ (perlomeno mi sembra), ma ci sono le altre grandi di mezzo, e quindi non si capisce quanto potrà essere 'aperto'.
            Quando ne inventeranno uno aperto sarò il
            primo ad utilizzarlo.Sui Freshmeat.net sembrano esserci vari 'tentativi', sfortunatamente sembrano tutti abortiti :-((
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...
          - Scritto da: Upanisad
          Io i banner ce li ho, me li tengo sia in
          questo che in altri programmi! Mi sembra più
          che giusto ripagare i programmatori per il
          loro lavoro!Ma non è che dici così per sembrare un eroe agli occhi di tutti? A me l'impressione che dai è quella, non dell'eroe, ma di qualcuno che ha voglia di prendere le difese di qualcuno...senza offesa eh...
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...

          Io i banner ce li ho, me li tengo sia in
          questo che in altri programmi! Mi sembra più
          che giusto ripagare i programmatori per il
          loro lavoro!stavolta mi cadono le palle davvero.se vuoi sul serio pagare i programmatori (icq a parte) PAGA il software. P.S. non capiro' mai come alcuni sopportino una cosa rompiscatole come la pubblicita' nel sw e ne siano pure contenti.a sto punto dico anch'io FORZA linux che almeno la pubblicita' NON ce l'ha.
          • Anonimo scrive:
            Re: Software gratis...

            stavolta mi cadono le palle davvero.
            se vuoi sul serio pagare i programmatori
            (icq a parte) PAGA il software.ICQ a parte, appunto! :)E cmq ti dirò: la PRIMA cosa che ho fatto apena mi è arrivata la carta di credito è stata registrare un software (per BeOS, dove soldi non credo ne vedano tanti! ^_^)! Il problema è puramente legato alla disponibilità economica! Il banner non mi costa nulla, la registrazione sì! Se ho i soldi da spendere volentieri! Ancor più per ICQ che uso costantemente!
            P.S. non capiro' mai come alcuni sopportino
            una cosa rompiscatole come la pubblicita'
            nel sw e ne siano pure contenti.Io non capirò mai cosa ha di così fastidioso la pubblicità online!! E' un bannerino che sta lì, non "interrompe nessuna emozione", lo puoi ignorare con tutta la tranquillità del mondo (come in genere si fa), occupa una banda infima. Dov'è che rompe, scusate?
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...
          - Scritto da: Upanisad

          www.licq.org
          Io i banner ce li ho, me li tengo sia in
          questo che in altri programmi! Mi sembra più
          che giusto ripagare i programmatori per il
          loro lavoro!tsk, tskI banner pagano AOL non i programmatori.T^
    • Anonimo scrive:
      Re: Software gratis...
      - Scritto da: CyberBob
      Ke palle fanno venire quelli che vogliono
      tutto gratis, nemmeno i banner... sapete che
      vi dico fateveli voi questi software e poi
      vediamo.Già... c'è gente che finchè non avrà una famiglia da mantenere e dei conti da pagare (che al giorno d'oggi non sono pochi - a meno che non vi escano i $$ dal qlo) non capirà mai un accidente di nulla.Vorrei proprio vederli se un giorno il datore di lavoro dicesse loro: "Eh.. mi spiace ma non vi pago.. io sono per il software free!"Meditate gente... meditate...ByeeZeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Software gratis...
        - Scritto da: Zeross
        Vorrei proprio vederli se un giorno il
        datore di lavoro dicesse loro: "Eh.. mi
        spiace ma non vi pago.. io sono per il
        software free!"
        Meditate gente... meditate...

        Byee
        Zerossun vero GENIO DEL MALE :)forse non conosci un certo Alan Coxche sviluppa software libero ("free" è molto fraintendibile) e viene pagato moltoprofumatamente... :)medita, caro zeross, medita :)(magari PRIMA di parlare)Velenux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Software gratis...
          - Scritto da: Velenux

          un vero GENIO DEL MALE :)
          forse non conosci un certo Alan Cox
          che sviluppa software libero ("free" è molto
          fraintendibile) e viene pagato molto
          profumatamente... :)

          medita, caro zeross, medita :)
          (magari PRIMA di parlare)

          Velenux.Bah... non credo proprio che chi paga sto Alan Cox, poi regali a destra e a manca quello che, a quanto dici, ha pagato profumatamente.(PS: leggi il titolo prima di parlare... qui si stava parlando di software free nella sua accezione "Software gratuito")Inoltre, dato che si fa pagare profumatamente, non si può certo dire che costui sviluppi software per l'umanità. Mi sembra più che lo faccia per il suo portafogli (come fan tutti, perchè a fine mese affitto e bollette son da pagare).Toh... si scopre che il mondo non è rose e fiori.Chi l'avrebbe mai detto...ByeeZeross
    • Anonimo scrive:
      Re: "Gratis" non esiste come concetto
      Si possono spostare costi, non far pagare una cosa in cambio dell'acquisto di altra pagata di più, ce ne possiamo inventare quante ne vogliamo di "storie", ma non esiste sistema ad oggi per cui una qualsiasi cosa non abbia un costo.Il mito del tutto gratis online è una favoletta che sarebbe anche ora di lasciare ai bimbi della rete.I leoni si pagano a gazzelle, le gazzelle si pagano ad erbette, le quali erbette costano acqua e minerali del terreno. Tutto funziona fino a quando il cerchio si chiude in un equilibrio perfetto.Possibile che nessuno si chieda chi e perchè mai dovrebbe pagare per le macchine su cui gira il sistema ICQ, per le linee necessarie a supportare il traffico, per la manutenzione e giustamente per l'upgrade?Anni fa un tremito attraversò la rete all'idea che ICQ divenisse un sistema a pagamento, e il suo acquisto da parte di AOL è semplicemente la ovvia conseguenza dell'insostenibilità economica del progetto così come era stato a suo tempo pensato. Se bastano pochi pixel del mio schermo a risolvere il problema, io sono ben contento di ritrovarmi il bannerino sotto il messaggio se questo piccolo sacrificio, mi consente di accedere ad un servizio decisamente al di sopra di tutti i concorrenti da un lato, ma anche dall'enorme valore aggiunto, tecnico e persino sociale.Il problema vero si porrà tra non molto purtroppo, quando il valore oggi sovrastimato delle inserzioni pubblicitarie comincerà a rientrare nella logica dell'equilibrio di cui sopra, e per ritrovare un equilibrio ci si dovràà inventare qualcosa.Per intanto sono persino contento della pubblicità di ICQ, in fondo dalla presenza discreta, contrariamente ad altre...- Scritto da: CyberBob
      Essendo ICQ completamente gratis non
      dovrebbero esserci questi banner.
      però questo benedetto ICQ chi lo scrive? deo
      programmatori. I programmatori mangiano?
      ovviamente si, tengono una vita quasi
      regolare. Chi li paga allora? i banner
      forse??? Ma certo come tanti altri software
      vedi opera.
      Ke palle fanno venire quelli che vogliono
      tutto gratis, nemmeno i banner... sapete che
      vi dico fateveli voi questi software e poi
      vediamo.

      Un programmatore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gratis....
        Bravi tutti...mi rendo conto che in questo forum c'e' gente adulta ed educata..e quindi mi permetto di inserire un' altro punto di vista...State difendendo, almeno una parte di voi, l'utilita' del banner, e di conseguenza, il fatto di rispettare il lavoro di un programmatore...OK...Cercate di far capire che la stessa cosa vale per i musicisti ( o artisti) che stanno subendo il diffondersi e lo scambio di Mp3 contro la loro stessa volonta'....Grazie...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gratis....
          Ovvio e ragionevole.Personalmente non ho mai nemmeno installato Napster o similsoftware. Nel giro di pochi anni ci saremmo ritrovati senza più produzioni musicali, almeno come le conosciamo oggi.Impossibile tacere però come nel settore specifico la speculazione sia enorme ed eccessiva. L.40.000 e più per un'ora di musica, pur ottima che sia, è una vera rapina se consideriamo il bacino di utenza potenziale che ormai a livello mondiale è notevole.Magari se gli artisti, programmatori ideatori e musici, si accontentassero di vendere ad un prezzo più contenuto ci sarebbe molta più gente disposta a comprarli i loro prodotti, piuttosto che inventarsene una tutti i giorni per cercare di rubarne.
Chiudi i commenti