Il DRM di EMI tra le mele di Apple?

La nota casa discografica annuncia la piena compatibilità dei suoi CD protetti con la piattaforma Apple iTunes. Ma l'azienda della mela cade dalle nuvole: è falso


Roma – Apple iTunes è ufficialmente “la spina” nel fianco delle major discografiche. Non solo perché la sua strategia commerciale ogni giorno sembra più solida , ma anche perché Apple si ostina a non scendere a compromessi – almeno per ora – con le tecnologie DRM altrui.

EMI ha dichiarato che i suoi CD protetti saranno presto “rippabili” su PC e trasferibili, nonché riproducibili, sui player Apple iPod. Un’affermazione importante, destinata a segnalare un importante cambio di rotta nelle delicatissime strategie sulle tecnologie di controllo dei contenuti. Ma sono bastate poche ore ed è arrivato un comunicato dell’azienda della mela con cui si sconfessano le dichiarazioni EMI . “Le informazioni fornite da EMI sulla compatibilità fra la tecnologia Macrovision/EMI e iTunes/iPod non sono vere, non abbiamo idea per quale motivo EMI abbia fatto questa dichiarazione”, si leggeva nel documento ufficiale.

Di interesse il fatto che la dichiarazione EMI sia giunta al culmine dei più clamorosi eventi DRM, quelli legati ai rootkit installati da Sony sui PC dei propri clienti a loro insaputa: qualcuno ha visto nel tentativo di EMI il desiderio di rilanciare l’immagine del DRM . Sebbene Macrovision, la sviluppatrice della soluzione DRM CDS-300 utilizzata da EMI, si vanti di adottare una tecnologia diversa, che non installa rootkit e “semplicemente” limita il numero di copie e di ripping, il DRM in questi giorni è nel mirino dei consumatori come mai prima.

Steve Jobs, gran capo di Apple, non si è certamente dimenticato dei tentativi delle major di aumentare il costo delle tracce audio da vendere online. Anzi, si è probabilmente tolto un sassolino dalla scarpa quando ha accusato l’industria discografica di essere “ingorda”. E’ evidente che la mancanza di un solido compromesso su questa argomento abbia concorso nella scelta di fare blocco nei confronti delle tecnologie DRM delle major. Perché regalare alle case la possibilità di sfruttare l’immagine di iTunes e iPod per rilanciare il settore CD?

EMI e Sony BMG lavorano da anni sui progetti DRM, aumentando anche il numero CD protetti presenti sul mercato. I primi problemi sono sorti quando un buon numero di consumatori ha iniziato a lamentarsi per i problemi di riproduzione, di incompatibilità dei brani acquistati con alcuni player, di impossibilità di fare copie private dei CD come previsto dalla legge e molto altro. La soluzione di compromesso di Macrovision è stata quella di rendere possibile il ripping di un intero album e al massimo tre copie CD dello stesso. Ogni traccia, inoltre, può essere masterizzata su CD per un massimo di sette volte.

Una soluzione, a quanto pare, insoddisfacente sia per le organizzazioni dei consumatori che per la stessa Apple. E dire che nell’agosto del 2004 Macrovision aveva già promesso la piena compatibilità del CDS-300 con iPod e iTunes, dichiarando che sarebbe stata integrata FairPlay , la tecnologia DRM di Apple. A distanza di un anno, forse, il costo della licenza Apple dev’essere salito notevolmente, perché secondo gli analisti l’unica via percorribile, al momento, potrebbe essere rappresentata solo dall’integrazione di tracce in formato AAC sui CD per aggirare il problema. Ovviamente, però, perdendo la protezione su cui si è puntato e lavorato.

Difficile credere dunque che il clamoroso botta e risposta tra EMI ed Apple sia dovuto ai soli interessi economici: dietro ci sono i destini del DRM , i diritti dei consumatori e, oggi più che mai, la gestione dell’immagine e della reputazione delle imprese che producono e distribuiscono contenuti in Internet.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • devil64 scrive:
    La vedo dura per Win+MSSql.
    Solaris + PostgresSQL mi sembra un'accoppiata vincente .Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: La vedo dura per Win+MSSql.
      - Scritto da: devil64
      Solaris + PostgresSQL mi sembra un'accoppiata
      vincente .
      Saluticome no! Difatti Solaris è di una lentezxza sconcertante e PostgresSQl è una gruviera con del codice intorno, lento e difficile da impiegare sul frontebusiness, vista la mediocrità dell'engine
      • Anonimo scrive:
        Re: La vedo dura per Win+MSSql.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: devil64

        Solaris + PostgresSQL mi sembra un'accoppiata

        vincente .

        Saluti

        come no! Difatti Solaris è di una lentezxza
        sconcertante e PostgresSQl è una gruviera con del
        codice intorno, lento e difficile da impiegare
        sul frontebusiness, vista la mediocrità
        dell'engineSai qual'è l'accoppiata vincente?AS400 e DB2.Tuttalpiù Linux e DB2.Winzozz+sql2005 vanno bene solo per chi ama la comicità cialtrona di Scimmia Danzante...
        • nop scrive:
          Re: La vedo dura per Win+MSSql.
          - Scritto da: Anonimo
          Sai qual'è l'accoppiata vincente?
          AS400 e DB2.
          Tuttalpiù Linux e DB2.
          Winzozz+sql2005 vanno bene solo per chi ama la
          comicità cialtrona di Scimmia Danzante...dillo a loro:http://www.tpc.org/tpch/results/tpch_perf_results.aspIMHO di database la gente ne capisce poco....
          • Anonimo scrive:
            Re: La vedo dura per Win+MSSql.

            dillo a loro:
            http://www.tpc.org/tpch/results/tpch_perf_results.

            IMHO di database la gente ne capisce poco....ma sbaglio o questi hanno fatto i test solo su DB commerciali? perche' nella tabella "all results" non vedo traccia ne di mysql ne di postgresql.....
          • Anonimo scrive:
            Re: La vedo dura per Win+MSSql.
            - Scritto da: nop

            - Scritto da: Anonimo


            Sai qual'è l'accoppiata vincente?

            AS400 e DB2.

            Tuttalpiù Linux e DB2.

            Winzozz+sql2005 vanno bene solo per chi ama la

            comicità cialtrona di Scimmia Danzante...

            dillo a loro:
            http://www.tpc.org/tpch/results/tpch_perf_results.

            IMHO di database la gente ne capisce poco....Sarà, il nostro sistema gira su unbel 570 nuovo di zecca...
        • Anonimo scrive:
          Re: La vedo dura per Win+MSSql.

          Sai qual'è l'accoppiata vincente?
          AS400 e DB2.
          Tuttalpiù Linux e DB2.
          Winzozz+sql2005 vanno bene solo per chi ama la
          comicità cialtrona di Scimmia Danzante...ahahahama che cazzo dici!!!siamo nel 2005as400cose da PAZZISEI PAZZOSul fronte business Solaris e OracleFINE
          • Anonimo scrive:
            Re: La vedo dura per Win+MSSql.
            - Scritto da: Anonimo


            Sai qual'è l'accoppiata vincente?

            AS400 e DB2.

            Tuttalpiù Linux e DB2.

            Winzozz+sql2005 vanno bene solo per chi ama la

            comicità cialtrona di Scimmia Danzante...

            ahahaha
            ma che cazzo dici!!!
            siamo nel 2005
            as400
            cose da PAZZI
            SEI PAZZO

            Sul fronte business Solaris e Oracle
            FINELavoro per un'azienda farmaceutica dove ci sono 3 diversi sistemi as/400 che gestiscono praticamente tutta la produzione... e si parla della gestione di più di 3000 persone. Non sarà molto di moda ma come sistema è tuttora molto valido.
          • Anonimo scrive:
            Re: La vedo dura per Win+MSSql.
            - Scritto da: Anonimo

            Sai qual'è l'accoppiata vincente?

            AS400 e DB2.

            Tuttalpiù Linux e DB2.

            Winzozz+sql2005 vanno bene solo per chi ama la

            comicità cialtrona di Scimmia Danzante...
            ahahaha
            ma che cazzo dici!!!
            siamo nel 2005
            as400
            cose da PAZZI
            SEI PAZZOMa tu lo sai che macchina sta calcolando i tuoi soldi che stanno i banca ??? Se lo sapessi rideresti di meno e rispetteresti di piu' queste macchine.
      • Anonimo scrive:
        Re: La vedo dura per Win+MSSql.

        Difatti Solaris è di una lentezxza sconcertante l'affermazione mi pare sconcertante.
        • Anonimo scrive:
          Re: La vedo dura per Win+MSSql.
          - Scritto da: Anonimo

          Difatti Solaris è di una lentezxza sconcertante

          l'affermazione mi pare sconcertante.Sai, dalle bocche degli stipendiati M$ non possono che uscire affermazioni sconcertanti. ;)
  • giangiweb scrive:
    caratteristiche diverse
    Hanno catteristiche e licenze moooolto diverse: mysql è molto veloce (quindi adatto al web) e rilasciato sotto gpl (ogni modifica al codice deve essere rilasciata), postrgresql è potente e completo (riesce a competere anche con blasonate soluzioni commerciali) e rilasciato sotto licenza BSD (puoi tranquillamente integrare il codice in una soluzione commerciale). Naturalmente ho semplificato moto ma le differenze ci sono e sono enormi.
    • Anonimo scrive:
      Re: caratteristiche diverse
      - Scritto da: giangiweb
      Hanno catteristiche e licenze moooolto diverse:
      mysql è molto veloce (quindi adatto al web)myisam si, innodb no
      • Anonimo scrive:
        Re: caratteristiche diverse
        - Scritto da: Anonimo
        myisam si, innodb noInnoDB è il supporto alle transazioni. Per pagine web non ne vedo un utilizzo interessante.Ciò non toglie che permetta l'utilizzo di MySQL per programmi gestionali dando un minimo di robustezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: caratteristiche diverse
      - Scritto da: giangiweb
      Hanno catteristiche e licenze moooolto diverse:
      mysql è molto veloce (quindi adatto al web) e
      rilasciato sotto gpl (ogni modifica al codice
      deve essere rilasciata),A meno che tu non voglia fare applicazioni closed source: puoi farlo ma devi pagare!
      postrgresql è potente e
      completo (riesce a competere anche con blasonate
      soluzioni commerciali) e rilasciato sotto licenza
      BSD (puoi tranquillamente integrare il codice in
      una soluzione commerciale). Naturalmente ho
      semplificato moto ma le differenze ci sono e sono
      enormi.Infatti, secondo me bisognerebbe confrontarlo con un altro DBMS consolidato, tipo Firebird.
Chiudi i commenti