Il Napster che si compra in negozio

Oggi è il grande giorno del varo del jukebox dal nome prestigioso che lancerà carte prepagate per il download di musica a pagamento in 14mila negozi americani
Oggi è il grande giorno del varo del jukebox dal nome prestigioso che lancerà carte prepagate per il download di musica a pagamento in 14mila negozi americani


Roma – Il jukebox in cui è stato trasformato Napster è oggi al suo lungamente preannunciato debutto. Con il lancio ufficiale del servizio, Roxio si appresta anche a lanciare grandi quantità di carte prepagate, per arrivare anche a chi non ha o non vuole utilizzare la carta di credito per pagare la musica acquistata in rete.

Roxio ha infatti predisposto delle card da 14,85 dollari che possono essere “spese” sul sito di Napster anche dai più piccoli, card che saranno in vendita nei prossimi giorni in 14mila negozi americani. Si tratta, stando a quanto dichiarato dall’azienda, di una sorta di gratta e scarica , perché le card si attivano usando un codice personale stampato sulla card e che viene rivelato grattando nel posto giusto.

Le Card con quel prezzo possono consentire di acquistare 15 brani, ognuno dei quali costa 99 centesimi, oppure singoli e un intero album, che costa 9,95 dollari.

Con la card, Napster spera di aggirare uno dei più grandi problemi con cui devono scontrarsi i servizi musicali via internet, e non solo, quello dei pagamenti. Va da sé che una parte importante del pubblico potenziale di un jukebox online è costituita da giovani non ancora in possesso di carta di credito e che, dunque, devono essere agevolati con mezzi di pagamento alternativi .

Senza contare, naturalmente, l’avvicinarsi della stagione natalizia e la possibilità che sotto l’albero finiscano anche numerose card precaricate al posto dei più tradizionali CD…

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 10 2003
Link copiato negli appunti