Il Pocket PC si traveste da iPod

Questo è quanto permette di fare, almeno in parte, un software in grado di imitare il look del famoso player MP3 di Apple. Per chi s'accontenta


Londra (Gran Bretagna) – Poter fondere un iPod con un PDA è il desiderio di molti, un desiderio che la piccola società inglese StarBrite ha pensato di realizzare, almeno in parte, sviluppando un software capace di ricalcare da vicino l’aspetto e le funzionalità del famoso player MP3 di Apple.

Il piccolo jukebox software, chiamato pBod, fa apparire sullo schermo di un Pocket PC un’interfaccia utente quasi identica a quella dell’iPod e una versione “virtuale” dei tasti e del jog-dial presenti su questo playerino. A differenza di quello vero, l’iPod virtuale può riprodurre solo i file MP3, mancando dunque del supporto al formato audio AAC. A breve l’azienda conta di aggiungere il supporto al formato WMA di Microsoft.

Dietro le pressioni di Apple, sempre molto attenta a proteggere dalle imitazioni il look and feel dei propri prodotti, StarBrite ha dovuto mutare il nome del proprio software, che in origine si chiamava pPod, modificare un po’ l’aspetto e il layout dei tasti software e includere in ogni copia del suo programma un’avvertenza in cui si dice che il prodotto non ha nessun legame con Apple o con iPod.

“Apple teme che pBod possa venir confuso con il proprio iPod”, ha spiegato Ryan Kelly, presidente e fondatore di StarBrite. “Siamo rimasti molto sorpresi da questo visto che non abbiamo mai sentito di nessuno che abbia acquistato un’applicazione per Windows Pocket PC credendo di stare acquistando un dispositivo hardware”, ha sottolineato con una certa ironia Kelly.

StarBrite, il cui sito Web al momento in cui si scrive risulta inaccessibile, ha detto che nel prossimo futuro potrebbe sviluppare una versione del proprio jukebox in grado di girare anche sui computer palmari basati su PalmOS e sugli smartphone con SymbianOS.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    senza la collaborazione
    è veramente meraviglioso pensare di essere oggetto delle attenzioni da "scanner" delle forze dell'ordine (che dovrebbero essere nostre amiche) che gongolano pensando che NON SERVE LA COLLABORAZIONE dell'investigato.non vi accorgete che ogni volta che hanno tutto il potere di fare quello che vogliono, non è MAI una cosa buona?l'abuso è sempre pronto e non resta mai inutilizzato
  • Stephan scrive:
    MA? e Niki Lauda?
    Non e' Niki Lauda che e' senza orecchie? C'e' persino una barzelletta su di lui?!?!?! :D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: MA? e Niki Lauda?
      - Scritto da: Stephan
      Non e' Niki Lauda che e' senza orecchie?
      C'e' persino una barzelletta su di lui?!?!?!
      :D:D:DBerlusconi ha un orecchio destro enorme e mostruoso,tanto che tutti i cameramen hanno divieto di inquadrarglielo.Non sempre ci riescono e si vede una caverna come quella di Dioniso.Ma a lui basta un lifting e la deformità sparisce.
  • Anonimo scrive:
    Fatevi crescere i capelli =)
    il titolo dice tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatevi crescere i capelli =)
      Oppure più velocemente mettetevi delle cuffie e fate finta di ascoltare la radio :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Modifiche alle orecchie
    Credo che sia la solita cavolata. Si potra' rilevare facilmente dove passerà il cittadino onesto, ma se il sistema prenderà piede non credo ci siano grosse difficoltà a costruirsi delle maschere temporanee per le orecchie (stile trucco cinematografico) poco visibili anche ad occhio nudo.E quando ci si fida di una macchina anche i controlli umani vengono meno
    • Anonimo scrive:
      Re: Modifiche alle orecchie
      - Scritto da: Anonimo
      Credo che sia la solita cavolata. Si potra'
      rilevare facilmente dove passerà il
      cittadino onesto, ma se il sistema
      prenderà piede non credo ci siano
      grosse difficoltà a costruirsi delle
      maschere temporanee per le orecchie (stile
      trucco cinematografico) poco visibili anche
      ad occhio nudo.
      E quando ci si fida di una macchina anche i
      controlli umani vengono menoPer ingannare questo genere di macchiine, in realta', la modifica dev'essere molto vistosa perche' loro tengono conto di moltissimi elementi (per esempio: gradiente della curva dell'orecchio, profondita' del cavo, distanza del punto piu' estremo dalla testa...)
  • Anonimo scrive:
    perche identificare
    sempre con certezza qualcuno per esempio ??????
    • Anonimo scrive:
      Re: perche identificare
      Già: perchè dobbiamo rassegnarci a essere identificati in ogni momento della giornata, o se non identificati almeno essere spiati in anonimo da microfoni o camere televisive o magari intercettazioni telefoniche a random. ??
    • GreenDrake scrive:
      Re: perche identificare
      - Scritto da: Anonimo
      sempre con certezza qualcuno per esempio
      ??????Scusa, ma allora la foto sul tuo passaporto, patente, carta di identità, ecc. che ci stanno a fare?Non confondiamo SPIARE con IDENTIFICARE.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: perche identificare

        Scusa, ma allora la foto sul tuo passaporto,
        patente, carta di identità, ecc. che
        ci stanno a fare?me lo chiedo anch'ioperche ho bisogno di una carta d'identita ?????
  • Anonimo scrive:
    Quando la biometria
    basata sull'immagine del culo?Vi immaginate le implicazioni:la votra poltrona o divano preferiti, che se ricevono le chiappe di qualcun altro lo catapuntano via, le sedie che al contatto del sedere di una bella ragazza lanciano getti di aria per far alzare la gonna, e non dimentichiamo il water, che riconoscendo chi si siede lancia la musica preferita e vi porge il giornale che volete!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando la biometria
      Ok trollima al di la' della trollata sappi che anche quando ti siedi lo fai in un modo che puo essere rilevato. i problemi sono tanti, per esempio devi sederti su un "lettore", quindi non e' una tecnologia facile da usare. e mica hai bisogno di essere nudo, la forma, la profondita' su materiale neutro, gli spessori sono sempre gli stessi.
      • sh4d scrive:
        Re: Quando la biometria
        - Scritto da: Anonimo
        Ok trolli
        ma al di la' della trollata sappi che anche
        quando ti siedi lo fai in un modo che puo
        essere rilevato. i problemi sono tanti, per
        esempio devi sederti su un "lettore", quindi
        non e' una tecnologia facile da usare. e
        mica hai bisogno di essere nudo, la forma,
        la profondita' su materiale neutro, gli
        spessori sono sempre gli stessi.Quando la biometria ci prende per il culo insomma...
  • Anonimo scrive:
    In verita' non ci sono limiti
    Tutte le parti del corpo sono utili ad un riconoscimento biometrico e questo accade perche', per quanto possano essere simili tra due persone, ognuno di noi e' unico.La difficolta' semmai sta nel creare un dispositivo in grado di "leggere" la parte e tradurla in uno schema informatico archiviabile e confrontabile.Quindi ben venga l'orecchio, visto che si puo' anche usare a distanza, ma non dimentichiamoci che dal modo in cui camminiamo al modo in cui giriamo la testa da una parte all'altra, ogni cosa la facciamo in un modo "unico". E questo e' "registrabile".
  • Anonimo scrive:
    l'uomo del futuro
    è assodato che sarà senza le re-orecchiecome diceva abatantuonosbabbari
  • Anonimo scrive:
    Piercing e stretching
    Nuovi piercing e stretching del lobo potranno buggerare lo scanner biometrico?:D
  • Anonimo scrive:
    in futuro
    si utilizzerà un biometria completaci immergono in un pozzo di merda e ne prendono il calco
  • Anonimo scrive:
    Prima o poi..
    ci verrano a prendere l'impronta pen-ale..
Chiudi i commenti