Intel pompa gli Xeon, AMD deprezza gli Athlon

Il colosso di Santa Clara rilascia quattro nuovi Xeon dual-processor e tre nuovi chipset, fra cui uno per il Pentium 4, e AMD dà una bella sforbiciata ai prezzi degli Athlon XP scontandoli, in media, di oltre il 40%


Las Vegas (USA) – A poche settimana dall’ introduzione sul mercato dei primi Xeon con core “Gallatin”, dedicati ai server a 4 e 8 vie, Intel rinnova ora la gamma delle proprie CPU hi-end dedicate ai server e alle workstation biprocessore.

I nuovi Xeon arrivano in quattro modelli a 2,8 GHz, 2,6 GHz, 2,4 GHz e 2,2 GHz, ed hanno rispettivamente un prezzo di 455$, 337$, 234$ e 198$. Tutte le nuove CPU hanno in comune un processo di produzione a 0,13 micron e il supporto ad un front-side bus a 533 MHz.

Accompagnano i nuovi processori due chipset per Xeon, l’E7501 e l’E7505, ed uno per Pentium 4, l’E7205 (anche conosciuto con il nome in codice di Granite Bay). Tutti e tre i chipset supportano le memorie DDR, i primi due i bus a 64 bit in standard PCI/PCI-X e l’ultimo l’USB 2.0 e, per la prima volta in un chipset di Intel, l’AGP 8X.

A pochi giorni dal debutto del P4 a 3 GHz di Intel, e per la seconda volta nel giro di due mesi, AMD annuncia un nuovo taglio dei prezzi degli Athlon XP. Questa volta i ribassi, sebbene consistenti, interessano però solo i modelli meno recenti, compresi fra il 2200+ e il 1700+.

L’Athlon XP 2200+ costa ora 157$ (- 14,2%), il 2100+ 93$ (- 46,6$), il 2000+ 83$ (-46,5%), il 1900+ 76$ (- 45,3%), il 1800+ 69$ (- 46,9%) e il 1700+ 54$ (52,6%).

Gli altri modelli conservano invece i prezzi fissati lo scorso ottobre: 397$ per il 2800+, 349$ per il 2700+, 297$ per il 2600+ e 193$ per il 2400+.

Tutti i prezzi s’intendono per ordini di 1.000 unità.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti