Ipse, intesa su 92 licenziamenti

Ricollocamento


Roma – Possono sperare in un ricollocamento i 92 di Ipse che vengono licenziati con la chiusura della procedura di mobilità aperta dall’azienda. Un ricollocamento che dovrebbe portarli all’interno della struttura dell’operatore che deciderà di acquistare da Ipse la licenza UMTS in suo possesso.

La possibilità per Ipse di cedere la licenza ad un altro operatore che dimostri di essere in grado di operare sull’UMTS è data dal nuovo codice delle TLC che è entrato in vigore lo scorso 15 settembre, dando così almeno in apparenza una nuova opportunità per i dipendenti di Ipse dopo mesi di travaglio .

Questi ultimi, in una nota, hanno dichiarato che “vigileranno su governo e azienda, affinché gli impegni assunti in materia di salvaguardia occupazionale siano rispettati”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    colsenter.com
    Salve a tutti.Mi chiamo Stefano e lavoro presso il call center Tim- Divisione Business.Ho letto diversi articoli di utenti-tonti che lamentano la scarsa professionalità e preparazione di noi operatori.Evidentemente ignorano che spesso solo capire il problema è un'impresa.Stanco della situazione ho messo on-line, colsenter.com..è un portale nato dalla mia personale esigenza di rendere visibili le reali condizioni di noi operatori spesso tacciati di incompetenza, a volte anche a ragione, ma tante altre le telefonate sono più un cabaret di cretinate, che reali richieste!..e purtroppo non mi riferisco agli scherzi.insomma mi piacerebbe creare un luogo d'incontro per tutti noi operatori, dove poter discutere tranquillamente di tutto un pò..per chi fosse interessato: www.colsenter.comStefano
  • Anonimo scrive:
    tin incasini
    il giorno 19/9 ho sottoscritto un contratto online con tin.it adsl 256 ilgiorno 24/9 disdetto poichè nel frattempo era subentrata una nuova tariffascontata del 20% quindi con l'operatore disdico seguito da fax e racc. miviene creata una nuova richiesta di attivazione il 25/9 nel frattempo arrivala telecom che mi aggiunge un nuovo cavo telefonico (io posseggo isdn) siamoal 4/11 e ancora sono senza linea gli operatori interpellati dicono che è unproblema amministrativo di pazientare, ora chiedo è possibile disdettare? ese si con quale motivazione graziesetting60@virgilio.it
  • Anonimo scrive:
    Call center classisti
    leggete qui:http://www.repubblica.it/2003/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/centrali/centrali/centrali.html
  • Anonimo scrive:
    per la 640 dovro' aspettare ....
    si dovro' aspettare che muoia qualcuno.....incredibile !!! :| :| :|questo mi e' stato detto dai cari amici.. del 187dal 27 luglio che aspetto il cambio da 256 a 640mi hanno detto che non gli frega nulla che io passi a 640preferiscono assegnare la banda a tre nuovi utenti piuttosto che darla a me!!Dopo innumerevoli chiamate di protesta ...nulla !!da almeno 20 giorni ad oggi non mi hanno piu' fatto sapere niente !!! mi sono arreso !! credo passero' ad altri fornitori.ma ci sono altri come me????facciamoci sentire non credo che io sia l'unico in questa situazione !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: per la 640 dovro' aspettare ....
      :LA HO AVUTA IN 15 GIORNI e funziona pure!!!Giorgio da Taranto.MIRACOLI?Mah.................
    • Anonimo scrive:
      Re: per la 640 dovro' aspettare ....
      Io ho chiesto se fosse possibile convertire la mia 640 in una mega... beh, non si può! Non c'è da meravigliarsi, dato che oggi TIN.IT vende la megabit a 2 euro (IVA compresa) in MENO rispetto a quanto io pago a loro la 640 *g* Perché dovrebbero darmi il doppio della banda e guadagnare 2 euro in meno?
    • Anonimo scrive:
      Re: per la 640 dovro' aspettare ....
      ad oggi ancora non si fanno sentirenon gli frega nulla dei loro clienticon il loro strafottente potere pensano di fare quello che vogliono !!come ripicca ho ceduto tutto il traffico telefonico mio dei miei genitori e della mia attivita' verso altri fornitori e questo e' solo l'inizio !!!......anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano....
    • Anonimo scrive:
      Re: per la 640 dovro' aspettare ....
      Io ho chiesto l'ADSL a Tin.it a fine marzo (avevo l'ISDN) e per due mesi sono stato preso in giro da quelli del call center che ripetevano "vedrà che la prossima settimana vengono i tecnici Telecom". Così mi sono stufato e mi sono rivolto direttamente alla Telecom per avere ALICE. Risultato: ho aspettato altri 5 MESI a causa di un non meglio specificato problema al loro sistema informativo. E ho dovuto fare decine e decine di telefonate per sollecitare!!!
  • Anonimo scrive:
    elenco online
    fai prima e non costa nulladicciamo che costa meno di una chiamata al 412(ex 12) e te ne freghi di telecomforza
    • Anonimo scrive:
      Re: elenco online
      - Scritto da: Anonimo
      fai prima e non costa nulla
      dicciamo che costa meno di una chiamata al
      412
      (ex 12) e te ne freghi di telecom

      forzacerto lo dirò a mia nonna che abita a Tassei.sicuramente sarà felice della tua opinione che tiene conto del tipico utente italiano medio: una signora anziana, tra i 60 e i 70.
    • Anonimo scrive:
      Re: elenco online
      - Scritto da: Anonimo
      fai prima e non costa nulla
      dicciamo che costa meno di una chiamata al
      412
      (ex 12) e te ne freghi di telecom

      forzaZitto, non dirlo a tutti, altrimenti prossimamente ci faranno pagare anche quello...
  • ldsandon scrive:
    E' ora di dire basta!
    Io ha dato ordine alla banca di bloccare i pagamenti di Wind/Infostrada finché non mi spiegano perché nella bolletta di maggio/giugno ci sono *sessanta* (60) euro in più per una fantamatica attivazione. Dopo giorni passati a chiamare il servizio clienti aziende dove nessuno rispondeva ho ricevuto confuse spiegazioni circa il passaggio da una fatturazione mensile a una bimestrale che comunque non giustifica perché per due mesi ne debba pagare tre.Sono in attesa di vedere cosa succede.
  • Anonimo scrive:
    una dritta
    ultimamente ho avuto a che fare col 12 piu' volte in una settimana... visto che odio il risponditore automatico... da vero pazzo alla domanda dica privato o altro ho detto (voglio l'operatore) con tono seccato e deciso ......che ci crediate o no mi ha passato al volo l'operatore in carne ed ossa
  • Mariobusy scrive:
    Una proposta necessaria
    Perchè Telecom e tutti gli altri gestori dei vari call centernon ripristinano l'identificazione dei vari operatori tramite un codice automatico ascoltabile prima della risposta dell'operatore?Un tempo era così e non c'erano tutti questi problemi.
  • Mariobusy scrive:
    Call center = muro di gomma
    Ormai l'impunità di alcuni operatori dei vari call center(187 in testa a tutti) è garantita!Non si può in nessun modo risalire nè all'identità dell'operatore e tantomeno alla società che ne ha avuto in outsorcing la gestione.Come utenti siamo completamente in balia di questi operatori
  • ElfQrin scrive:
    Io ho combattuto per 5 mesi con Telecom
    Ci sono voluti 5 mesi con un sacco di telefonate e e-mail, e poi ho fatto pubblicare un trafiletto sul giornale locale e mi hanno attivato l'ADSL in due giorni!Secondo me c'era un pigrone che non connetteva due fili, ma questo dimostra la totale inutilità dei call center.
  • ryoga scrive:
    Soluzione
    Vi e' stato addebitato un servizio MAI richiesto e MAI utilizzato?Chiamare il call center, dare i vostri dati e CHIEDERE del RESPONSABILE Marketing.Richiedere Nome, Cognome e Codice OperatoreParlare minacciandoli querele e cause ( se non mostreranno date di richiesta attivazione servizio )Attendere i 2-3 giorni che si prendera' il ResponsabileRichiamare minacciandoli nuovamente di andare subito in Polizia a sporgere denunciaRisolvere il tutto in 5 minuti.Fatto cosi piu' e piu' volte, e son sempre stato servito alla grande.
  • Cavallo GolOso scrive:
    Sottoscrivo ogni carattere. :(
    Sono tristemente d'accordo ... e sono ancora più avvilito di non poterci fare granché. I grandi l'han pensata bene: si arrangiano e si fanno le LORO linee private.Fanno bene, assai; beati loro.
  • Strider scrive:
    Raccomandata, questa sconosciuta.
    L'han già fatto notare, la comunicazione tramite raccomandata non può essere ignorata. Per chiunque abbia le prove di essere nel giusto, fate di prepotenza quello che ritenete sia la vostra parte e mandate raccomandata. Non vi potranno dire NIENTE.Ad esempio, se vi addebitano costi in più o servizi mai richiesti, non pagateli: pagate solo la quota che avete effettivamente consumato, e avvertite tramite raccomandata. Se vi telefonano di rimando, potete pure ignorare la telefonata pretendendo una risposta scritta, e se vi staccano la linea dovranno risponderne a un giudice di pace. Ca**i loro.Lo dico da un'esperienza personale sia con Wind che con Infostrada.
  • Gallone scrive:
    Operatori call C fatevi sentire!
    Vorrei sapere da voi l'intera procedura che l'azienda vi obbliga a seguire, o le disposizioni che avete, se potete fare e non fare alcune cose.Inoltre se siete tenuti a non prendere in considerazione alcuni reclami in base a criteri specifici.Queste informazioni devono giungere ai consumatori, per comprendere meglio il perchè i call center facciano così schifo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Operatori call C fatevi sentire!
      - Scritto da: Gallone
      Vorrei sapere da voi l'intera procedura che
      l'azienda vi obbliga a seguire, o le
      disposizioni che avete, se potete fare e non
      fare alcune cose.
      Inoltre se siete tenuti a non prendere in
      considerazione alcuni reclami in base a
      criteri specifici.

      Queste informazioni devono giungere ai
      consumatori, per comprendere meglio il
      perchè i call center facciano così schifo.Non vedo perchè dovremmo rendere note le procedure interne dell'azienda; a parte che personalmente non penso che ai clienti interessino queste cose, ma principalmente sarebbe una mancanza di serietà nei confronti dell'azienda per cui lavoro.Se ci tieni tanto a sapere le nostre procedure, fatti assumere a lavorare qui.Saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Operatori call C fatevi sentire!
        :| eccomiil call-center fa da interfaccia tra l'azienda e il clienteche poi sia piu o meno funzionantequesto dipende 1° dalla formazione iniziale2° dalla formazione durante il lavoro3° dalla testa dell'operatorebisogna che il lavoro ci piaccia se no comincia a pesaree non bisogna vergognarsi di mettere in attesa il cliente per chiedere info al vicino (poi esperto) o all'assistenteio faccio cosie le cose una volta dette poi non le richiedo piu perche mi sono entrare nella zuccaquindi la prossima volta saro' piu veloce ed efficace con il clientee' questo il call-centeruna caratteristica base e' imparare dai propri errori e anche da quelli degli altri
        • opazz scrive:
          Re: Operatori call C fatevi sentire!
          Io rimango della mia opinione difficilmente cambiabile.. Se un OCC non chiede di essere adeguatamente istruito e non fa l'uniione con altri che chiedono lo stesso, non hanno nessun diritto di dire E MA NON MI ISTRUISCONO! Il primo deve essere lui a PRETENDERE l'istruzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operatori call C fatevi sentire!
            - Scritto da: opazz
            Io rimango della mia opinione difficilmente
            cambiabile.. Se un OCC non chiede di essere
            adeguatamente istruito e non fa l'uniione
            con altri che chiedono lo stesso, non hanno
            nessun diritto di dire E MA NON MI
            ISTRUISCONO! Il primo deve essere lui a
            PRETENDERE l'istruzione.ma baccagai!
          • Anonimo scrive:
            Re: Operatori call C fatevi sentire!
            Si e' il vocabolo che ti sentirai dire sempre più spesso se come detto non ti deciderai tu e i tuoi colleghi ad "acculturarti" su quanto devi fare da assistenza..
  • Anonimo scrive:
    Altro dal mondo call center
    Mercoledi anche in mi manda rai tre è stata considerata la situazione di una compagnia telefonica che maltratta i propri clienti e la responsdabile in studio ha dichiarato che la colpa era dei call center se i problemi dei clienti non vengono risolti... considerazione: utilizzo sempre più frequente dei call center come paravento per mancanze e inefficienzein più gli operatori call center legati a TELECOM, quando un cliente chiama, questi hanno sul monitor tutti i dati del cliente e vedono anche quanto "paga" per il servizio, hanno il dovere di rispondere alle problematiche del cliente, ma se questo paga meno di una certa soglia, non devono inoltrare alcun avviso!!!!! ti rispondono
    ma non mandano nulla.call center trattati e bistrattati
    • Anonimo scrive:
      Re: Altro dal mondo call center
      In realtà non mi sembra affatto che la responsabile marketing abbia dato la colpa ai call center, ma piuttosto che in sala si sia tentato di deviare il discorso sull'argomento con scarso seguito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altro dal mondo call center
      Scusa se te lo dico, ma ca**ata piu' grossa non potevi spararla?E' vero che alcuni personaggi hanno un trattamento di favore (e vabbe, siamo in italia... questo la dice lunga, ma questi ultimi nemmeno chiamano, perche non avranno mai problemi), ma il cliente trattato in base a quanto paga, è veramente molto grossolana come panzana. Parlo con cognizione di causa. Lavoro in uno dei tanti call center legati a telecom sparsi per l'italia...saluti!
  • Anonimo scrive:
    Call center come catena di montaggio
    Ormai i call center possono essere considerati come una moderna catena di montaggio. Ci si ritrovano facilmente il lavoro snervante, gi orari serrati ed iper controllati, la scarsa professionalità guidata sempre più spesso da risposte preconfezionate suggerite dallo stesso programma del call center...Concordo con Luddist quando conclude che non hanno colpa gli operatori quando non sanno risolvere i problemi delle persone che chiamano i call center (che a volte offrono un servizio di assistenza e contemporaneamente vendono enciclopedie e fanno sondaggi telefonici).Le colpe sono di chi ormai non sente più la sana pressione del cliente scontento...
  • Anonimo scrive:
    luddist è un grande!
    non mi sono mai diverttito tanto a leggere un articolo!complimenti, è il fustigatore numero 1!
  • Anonimo scrive:
    3000 lire gliele tiro sui denti!!!
    Hanno proprio avuto una bella pensata a eliminare i call center, così oltre a risparmiare sugli uffici e sul personale, evitano che con le boiate che stanno facendo da qualche anno la gente vada in sede a spaccar loro la faccia... :/:/:/:/:/:/:/Eh ma nelle grandi città gli uffici ci sono, sai...Aspetto che si diffonda una compagnia moderatamente seria per staccarmi e mandarli a quel paese...
    • Anonimo scrive:
      Re: 3000 lire gliele tiro sui denti!!!
      magari fastweb... la sola differenza nel muro di gomma e' che al massimo passi dalla gomma dura alla gomma piuma... adesso che la garanzia del prodotto e' un obbligo hanno pero' rimosso di fatto la facolta' di reclamare. bello schifo.
  • Anonimo scrive:
    MA! non possiamo davvero far nulla?
    siamo davvero impotenti?
    • Anonimo scrive:
      Re: MA! non possiamo davvero far nulla?
      No un metodo c'é usare la buona e vecchia raccomandata con ricevuta di ritorno per le lamentele e le richieste di disattivazione dei servizi! quelle non le possono ignorare troppo...
    • Anonimo scrive:
      Re: MA! non possiamo davvero far nulla?
      - Scritto da: Anonimo
      siamo davvero impotenti?No... alla fine basta non dargli l'unica cosa per cui gli serviamo:i soldi. No servizio -
      no soldi!
      • Anonimo scrive:
        Re: MA! non possiamo davvero far nulla?
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        siamo davvero impotenti?

        No... alla fine basta non dargli l'unica
        cosa per cui gli serviamo:
        i soldi. No servizio -
        no soldi!si vede che non ti è mai successo di agire invece di parlarese non paghi, ti staccano la linea e poi iniziano le denunce DA PARTE LORO
        • Anonimo scrive:
          Re: MA! non possiamo davvero far nulla?

          si vede che non ti è mai successo di agire
          invece di parlare
          se non paghi, ti staccano la linea e poi
          iniziano le denunce DA PARTE LOROBeh... basta registrare le chiamate, tenere le bollette... e quando si va davanti al giudice non so quanto riescano a sostenere che tu avresti dovuto pagare per un servizio che di fatto non ti hanno fornito! Io con l'azienda firmo un contratto: tu mi fornisci un servizio in cambio di tot euro. Non mi fornisci il servizio non ti do un euro! La prima mancanza è la tua!
          • ryoga scrive:
            Re: MA! non possiamo davvero far nulla?
            Non per scendere nel dettaglio....... ma se firmi un contratto ADSL FLAT da 30 euro al mese, dubito che nel contratto c'e' scritto che in caso di malfunzionamento della rete per pochi giorni, tu possa pretendere di pagare 1 cent in meno.Queste cose capitano quando hai linee ben piu' costose, che non appena vanno in tilt, si apre un ticket e a fine mese viene scalato il tempo di non-connessione + penale.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA! non possiamo davvero far nulla?
            Le bollette le puoi tenere, puoi mandare le raccomandate, ma fidati, se registri le chiamate passi dalla ragione al torto...se l'operatore che ti risponde ti denuncia, sono cazzi tuoi. Qualcuno, accanito giocatore online, durante una sua lamentela perche pingava a 55 ms mentre l'amico vicino di casa a 50, nel registrare una chiamata ha violato quella che era la legge sulla privacy 675/91... inutile dire chi l'ha spuntata.Ciao!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: MA! non possiamo davvero far nulla?
      - Scritto da: Anonimo
      siamo davvero impotenti?Parla per te...Impotente ci sei solo tu al massimo
  • Anonimo scrive:
    Vero
    Bell'articolo. I call center, per quanto pratici per chi gestisce un'azienda, possono diventare dei "muri di gomma" per il consumatore. Ed oggi se ne sta abusando un pò troppo. Il che, come al solito fa male al mercato. Più il consumatore non viene tutelato e più questo sarà indotto a non rischiare l'acquisto. E poi ci si meraviglia se miniere come l'e-commerce non decollano. Ma uno cosa dovrebbe fare, tra dialer, virus, spam, rigirii di dati personali, call center inefficienti... essere felice e comprare ancora di più? Mah...
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: Vero
      - Scritto da: PBA
      Bell'articolo. I call center, per quanto
      pratici per chi gestisce un'azienda, possono
      diventare dei "muri di gomma" per il
      consumatore. certo, è per questo che sono fatti come li vediamo.
      Ed oggi se ne sta abusando un
      pò troppo.dal nostro punto di vista si, per una azienda grossa arrivare a mettere in piedi un sistema del genere è un successo, credo, ormai: fai un grosso business, la gente ti compra la roba e tu non li caghi seriamente MAI quando hanno problemi o lamentele e i dirigenti possono finalmente comportarsi come piace a loro: comandare e cazziare i sottoposti ed essere cazziati al massimo per il calo di vendite o profitti , ma MAI per i disservizi e soprattutto MAI DAI CLIENTI (quale onta eh?)
      Il che, come al solito fa male al
      mercato. Più il consumatore non viene
      tutelato e più questo sarà indotto a non
      rischiare l'acquisto. Questo finchè il prezzo di partenza non è troppo alto ... altrimenti chi è che rinuncia al telefono? E chi rinuncia alla DSL?Io ho sempre avuto solo il cellulare prima della DSL, perchè i call center erano seri ... appena iniziano ad essere troppo automatici io inizio a cambiare punti di riferimento... ma non basta mica.
      E poi ci si meraviglia
      se miniere come l'e-commerce non decollano.
      Ma uno cosa dovrebbe fare, tra dialer,
      virus, spam, rigirii di dati personali, call
      center inefficienti... essere felice e
      comprare ancora di più? Mah...Quello che ti resta però, cos'è?Non comprare nulla, non avere nulla.Sei davvero in grado di divertirti e godere della bella vita come si poteva fare 100 anni fa?Io te lo auguro, te lo auguro sinceramente.Ognuno di noi sa fare sempre meno, e quindi non ha piàù nemmeno in mano il modo di misurare cosa valga un intervento o la costruzione / riparazione di un oggetto o la fornitura di un servizio. Anche per questo siamo in pericolo.Eppure tutti noi facciamo un lavoro e dovremmo tutti comunicare di più con gli altri per informarli su quali sono i meccanismi che fregano il prossimo. Se lavorate in una ditta, dovreste in qualche modo rendere edotto il mondo di come non farsi fregare, di cercare di controbattere.Questo aspettandosi che tutti gli altri aiutino voi allo stesso modo. Non ci sono segreti che tutti noi non vediamo ogni giorno e non abbiamo ALCUN interesse a non lasciarli sfuggire.Non crollano le ditte: devono solo lavorare più seriamente, come una volta .Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Ma?
    E' vera la storia degli aumenti???
  • Anonimo scrive:
    Che articolo...
    ...del menga.E' più che evidente che l'autore non ha la minima idea di cosa significhi lavorare in un servizio clienti.Che se ne vada ad arare i campi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che articolo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...del menga.

      E' più che evidente che l'autore non ha la
      minima idea di cosa significhi lavorare in
      un servizio clienti.

      Che se ne vada ad arare i campi.Molto costruttiva come critica, complimenti
    • Anonimo scrive:
      Re: Che articolo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...del menga.

      E' più che evidente che l'autore non ha la
      minima idea di cosa significhi lavorare in
      un servizio clienti.

      Che se ne vada ad arare i campi.Vabbe', prima o poi sarai licenziato anche tu.Troverai un altro lavoro e cambierai idea sui call center (che non saranno piu' la tua fonte di reddito).Magari farai proprio il contadino...
      • Anonimo scrive:
        Re: Che articolo...
        l'autore giudica dalla parte del consumatore, mica del lavoratore!lui, come consumatore, vede qualcosa che non va e lo riporta (a ragione). tutto qui! mica si può improvvisare sindacalista eheheh
    • Anonimo scrive:
      Re: Che articolo...

      E' più che evidente che l'autore non ha la
      minima idea di cosa significhi lavorare in
      un servizio clienti.Sono più che d'accordo! Stare 8 ore li con le cuffie appiccicate in testa a rispondere continuamente a centinaia di clienti rompic******i infuriati per le follie fatte dall'azienda per cui lavori e di cui tu non c'entri nulla. Lo faccia lui per 900 euro al mese. E il bello è che c'è chi, come me e molti altri, prende a cuore i casi dei singoli clienti ma si trova impotente a risolverglieli perchè l'azienda non gliene da gli strumenti. E' brutto quand'è così ragazzi.
      • Oxide scrive:
        Re: Che articolo...
        Guardate che Luddist voleva sottolineare che le aziende si mascherano dietro i call center per non aver a che fare con i clienti...Non ce l'aveva con chi ci lavora, nei call center!Bye
      • Anonimo scrive:
        Re: Che articolo...
        - Scritto da: Anonimo


        E' più che evidente che l'autore non ha la

        minima idea di cosa significhi lavorare in

        un servizio clienti.

        Sono più che d'accordo! Stare 8 ore li con
        le cuffie appiccicate in testa a rispondere
        continuamente a centinaia di clienti
        rompic******i infuriati per le follie fatte
        dall'azienda per cui lavori e di cui tu non
        c'entri nulla. Lo faccia lui per 900 euro al
        mese. E il bello è che c'è chi, come me e
        molti altri, prende a cuore i casi dei
        singoli clienti ma si trova impotente a
        risolverglieli perchè l'azienda non gliene
        da gli strumenti. E' brutto quand'è così
        ragazzi.Gia collega...la mia differenza tra te e me è che io di euro ne prendo meno di 700 a parità di orario...
        • Anonimo scrive:
          Re: Che articolo...
          Non sono quello a cui hai scritto il reply, ma perchè non rispondi al post di Gallone?Visto che sei dentro questa situazione di m*r*a.. spiega anche a noi consumatori come avviene, nei dettagli, questa truffa.
      • winono scrive:
        Re: Che articolo...
        Ma infatti l'articolo non se la prende con le persone che lavorano nei call center (poco preparate a gestire le problematiche, sottopagate, sovrasfruttate ed incolpevoli), se la prende con quelle aziende che, anziché investire in un serio servizio di Customer Care, preferiscono pagare una fee annuale e scaricare la patata bollente nelle mani di una società esterna che, appunto, mette su il Call Center senza badare troppo alla qualità dell'assistenza fornita.ciaoAgostino
    • Anonimo scrive:
      Re: Che articolo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...del menga.

      E' più che evidente che l'autore non ha la
      minima idea di cosa significhi lavorare in
      un servizio clienti.A me, invece, sembra "piu' che evidente" che tu non sia in grado di comprendere il significato di cio' che leggi.
Chiudi i commenti