iTunes sposa il video, tappa un buco

Apple ha rilasciato una nuova versione di iTunes in grado di gestire i file video MPEG-4, funzionalità già sfruttata dalla casa della Mela per distribuire sul proprio negozio di musica i video di alcune canzoni
Apple ha rilasciato una nuova versione di iTunes in grado di gestire i file video MPEG-4, funzionalità già sfruttata dalla casa della Mela per distribuire sul proprio negozio di musica i video di alcune canzoni


Cupertino – Se fino ad oggi iTunes è stato essenzialmente sviluppato da Apple come un jukebox audio, con la nuova versione 4.8 il celebre player ha acquisito la capacità di organizzare e visualizzare i file video. L’utente può ora trascinare i file in formato QuickTime nella libreria del player e lanciarne la riproduzione in finestra (anche separata) o a pieno schermo.

Dal momento che iTunes è prima di tutto un front-end verso l’omonimo negozio di musica di Apple, non stupisce che su quest’ultimo siano comparse in queste ore i primi video musicali: si tratta di brevi clip, privi di protezione DRM, che gli utenti possono acquistare insieme a singoli brani od ottenere gratuitamente con l’acquisto di un album.

Se i video clip sembrano al momento solo un contorno al vero piatto dell’iTunes Music Store, la musica digitale, in futuro Apple potrebbe farne un nuovo, promettente business. Molti ritengono infatti che le nuove caratteristiche di iTunes 4.8 anticipino l’arrivo di un iPod con funzionalità video: in coppia con iTunes tale player potrebbe innescare, sul mercato dei contenuti video, lo stesso “circolo virtuoso” che ha portato Apple a dominare il settore della musica on-line. Per il momento, tuttavia, queste rimangono solo speculazioni: diversi analisti ritengono infatti che, almeno per quest’anno, l’iPod non subirà cambiamenti di rilievo.

Il motore video alla base di iTunes 4.8 si basa sulla tecnologia di QuickTime 7, lanciato da Apple la scorsa settimana insieme a Tiger .

La nuova release di iTunes corregge anche una grave vulnerabilità di sicurezza causata da un buffer overflow nel codice che elabora i file MPEG-4. Secunia spiega in questo advisory che un malintenzionato potrebbe sfruttare la falla per creare file video malevoli con cui compromettere la sicurezza degli utenti. Per sventare tale possibilità Apple raccomanda ai propri utenti di scaricare quanto prima la versione 4.8 di iTunes, disponibile qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 05 2005
Link copiato negli appunti