iTunes sposa il video, tappa un buco

Apple ha rilasciato una nuova versione di iTunes in grado di gestire i file video MPEG-4, funzionalità già sfruttata dalla casa della Mela per distribuire sul proprio negozio di musica i video di alcune canzoni


Cupertino – Se fino ad oggi iTunes è stato essenzialmente sviluppato da Apple come un jukebox audio, con la nuova versione 4.8 il celebre player ha acquisito la capacità di organizzare e visualizzare i file video. L’utente può ora trascinare i file in formato QuickTime nella libreria del player e lanciarne la riproduzione in finestra (anche separata) o a pieno schermo.

Dal momento che iTunes è prima di tutto un front-end verso l’omonimo negozio di musica di Apple, non stupisce che su quest’ultimo siano comparse in queste ore i primi video musicali: si tratta di brevi clip, privi di protezione DRM, che gli utenti possono acquistare insieme a singoli brani od ottenere gratuitamente con l’acquisto di un album.

Se i video clip sembrano al momento solo un contorno al vero piatto dell’iTunes Music Store, la musica digitale, in futuro Apple potrebbe farne un nuovo, promettente business. Molti ritengono infatti che le nuove caratteristiche di iTunes 4.8 anticipino l’arrivo di un iPod con funzionalità video: in coppia con iTunes tale player potrebbe innescare, sul mercato dei contenuti video, lo stesso “circolo virtuoso” che ha portato Apple a dominare il settore della musica on-line. Per il momento, tuttavia, queste rimangono solo speculazioni: diversi analisti ritengono infatti che, almeno per quest’anno, l’iPod non subirà cambiamenti di rilievo.

Il motore video alla base di iTunes 4.8 si basa sulla tecnologia di QuickTime 7, lanciato da Apple la scorsa settimana insieme a Tiger .

La nuova release di iTunes corregge anche una grave vulnerabilità di sicurezza causata da un buffer overflow nel codice che elabora i file MPEG-4. Secunia spiega in questo advisory che un malintenzionato potrebbe sfruttare la falla per creare file video malevoli con cui compromettere la sicurezza degli utenti. Per sventare tale possibilità Apple raccomanda ai propri utenti di scaricare quanto prima la versione 4.8 di iTunes, disponibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E come diceva Nelson nei Simpson......
    Ha-Ha ! :-DA me gli americani paiono ingenui e l'ingenuità nella sicurezza si paga ! :-p
  • Anonimo scrive:
    sisi, e' stato certamente un 16enne...
    e' evidente che un tipo di netstrike di questa portata compreso il trafugamento del codice cisco e' alla portata di qualsiasi brufoloso smanettone 16n che lo fa per divertimentobeato chi ci crede...io la vedo un po diversamente: diciamo che queste belle imprese prestano il fianco a quelli che vogliono ingabbiare brutalmente internet e non favoriscono certo quelli che la vogliono 'libera'...ma tanto e' gia' chiaro che e' cosi' che finira', e' solo questione di tempo...
  • Anonimo scrive:
    Nessuno ha più voglia di lavorare
    Se non ci fossero tante raccomandazioni a persone che non sanno fare ne il loro lavoro e ne quello degli altri allora le cose cambierebbero e tantissimo. E' una catena, se ognuno facesse il proprio lavoro, se ogni altro non scaricasse il proprio (che non sa fare) a questi altri, forse ci sarebbero maggiori competenze in qualsiasi campo, specialmente questo dell'informatica. Oggi tra superficialità ed incompetenza c'è un filo molto sottile.A voi le critichePaolo
  • Anonimo scrive:
    http://www.freesco.org/
    Alternativa al router cisco, pero' l'hadware, anche se minimo, lo dovete mettere voi. :P
  • Anonimo scrive:
    Stupidita' o cosa?
    Rivendicano i furti e le intrusinioni nei sitemi altrui?E come se i ladri scrivessero lettere dicendo:"Vi ricordate quella rapina alla banca? l'ho fatta io!!""E i furti in villette? Sempre iooo, haaa come mi sento figo":|Sembra che l'intelligenza, necessaria per creare i crack, non sia sufficiente a creare un po di buon senso.
  • Anonimo scrive:
    MATRIX
    Speriamo che sta fbi, nsa, cia e tutte le altri organizzazioni terroristiche del mondo di bush e simili (nanodux) vengano distrutte dai fratelli hacker.Matrix forever.
  • danieleNA scrive:
    arrestato
    al radiogiornale di RAI2, ore 7.30, hanno detto che è stato arrestato.Hanno intervistato un esperto di sicurezza italiano, di cui non ho ben capito il nome, il quale ha spiegato che questo Stakkaco aveva una password di primo livello di un sito e con questa gli è stato facile entrare in altri siti e superare le protezioni.Siamo proprio sicuri sia così facile?Non sarà una dichiarazione un po' tranquillizzante di un esperto che si atteggia a fighetto solo perché così viene ben pagato?Comunque sia, la mia speranza è che questo pirata possa essere recuperato e che si sfruttino in positivo le sue qualità.
    • Anonimo scrive:
      Re: arrestato

      Comunque sia, la mia speranza è che questo pirata
      possa essere recuperato e che si sfruttino in
      positivo le sue qualità.Qualsiasi persona va recuperata cercando di sfruttarne le qualità o svilupparne le potenzialità.Nel caso specifico spero che oltre a sfruttare le sue qualità gli facciano anche una bella iniezione di etica.
    • Anonimo scrive:
      Re: arrestato
      - Scritto da: danieleNA
      Stakkaco aveva una
      password di primo livello di un sito e con questa
      gli è stato facile entrare in altri siti e
      superare le protezioni.
      Siamo proprio sicuri sia così facile?Magari l'ha trovata su un PDF con degli omissis con carattere nero su fondo nero EHEHEH :D
      • Anonimo scrive:
        Re: arrestato
        Siceramente il ragazzo ha fatto un'ottimo lavoro facendo tutto ciò ma in un modo diverso.....Come tutti i 16 enni fanno qualcosa per diventare famosi....
    • Anonimo scrive:
      Re: arrestato
      - Scritto da: danieleNA
      al radiogiornale di RAI2, ore 7.30, hanno detto
      che è stato arrestato.
      Hanno intervistato un esperto di sicurezza
      italiano, di cui non ho ben capito il nome, il
      quale ha spiegato che questo Stakkaco aveva una
      password di primo livello di un sito e con questa
      gli è stato facile entrare in altri siti e
      superare le protezioni.
      Siamo proprio sicuri sia così facile?
      Non sarà una dichiarazione un po'
      tranquillizzante di un esperto che si atteggia a
      fighetto solo perché così viene ben pagato?

      Comunque sia, la mia speranza è che questo pirata
      possa essere recuperato e che si sfruttino in
      positivo le sue qualità.dahquesta storia del bracconiere che diventa il miglior guardiacaccia va bene finchè hai 3 anni.... poi l'unica parola che mi viene in mente è _CORRUZIONE_ se le persone sono oneste ti puoi fidare, altrimenti al massimo puoi presumere che non è obbligatorio che si comportino male per sempre ... ma l'indole è quella.una persona irreprensibile la metto a fare il pulotto, non un ex teppista. Come teppista, sarà sempre soggetto ad orgoglio, scatti d'ira, violenza, vendetta.
  • Anonimo scrive:
    tutta colpa di cisco
    Si sa da sempre che i software degli apparati cisco sono tutt'altro che ben progettati,E' un classico problema di posizione dominante sul mercato: non essendoci alternative (apparenti), non c'e' spinta a migliorare.E invece l'alternativa c'e', e si chiama *BSD (ora non ricordo quale incarnazione, forse la Free).Esistono apparati che lo montano, fanno quanto e piu' e meglio (soprattutto meglio) dei costosissimi cisco e - essendo a software libero (o addirittura free) e avendo degli sviluppatori a dir poco paranoici dal punto di vista della sicurezza - praticamente blindati.Ma tant'e', gli acquisti non li fanno i tecnici e dubito che anche tra i tecnici ci sia una percentuale significativa che abbia coscienza di cio'.
    • Anonimo scrive:
      Re: tutta colpa di cisco

      Si sa da sempre che i software degli apparati
      cisco sono tutt'altro che ben progettati,Com'è che con Nessus un cisco recente non mostra falle significative (meno di un *x generico)?E'rimasto indietro il gruppo di Nessus, ho bevuto o cosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: tutta colpa di cisco
      Sicurezza al 100% ? Calcolatore scollegato da qualsiasi rete !
      • Anonimo scrive:
        Re: tutta colpa di cisco
        Direi 98%.100 % se lo metti in un caveau in banca con disco criptato, SO autocostruito, CPU autocostruita, ecc. ecc.:-)
        • Anonimo scrive:
          Re: tutta colpa di cisco
          ti rispondo xè non ho niente da fare in questo momento...bei post che fate...più cazzosi di così non si potrebbe
          • Anonimo scrive:
            Re: tutta colpa di cisco
            - Scritto da: Anonimo
            ti rispondo xè non ho niente da fare in questo
            momento...bei post che fate...più cazzosi di così
            non si potrebbeConcordo.Trovatemi una falla di sicurezza in questo script PHP:LOL... il codice sicuro al 100% è possibile, solo che nessuno lo scrive ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: tutta colpa di cisco
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            ti rispondo xè non ho niente da fare in questo

            momento...bei post che fate...più cazzosi di
            così

            non si potrebbe

            Concordo.

            Trovatemi una falla di sicurezza in questo script
            PHP:



            LOL... il codice sicuro al 100% è possibile, solo
            che nessuno lo scrive ;-)N.B.Il furbo sito di punto-informatico ha strippato il codice php che avevo scritto... comunque immaginatevi del codice sicuro :D
    • Anonimo scrive:
      Re: tutta colpa di cisco
      Non ti ricordi nemmeno il nome della distro bsd e spari merda su cisco...Immagino possa essere OpenBSD visto che parli di distro ultra sicura...Ma sinceramente mi pare che stiate facendo partire la solita crociata contro cio' che è closed...vedi classici attacchi versus microsoft...- Scritto da: Anonimo
      Si sa da sempre che i software degli apparati
      cisco sono tutt'altro che ben progettati,
      E' un classico problema di posizione dominante
      sul mercato: non essendoci alternative
      (apparenti), non c'e' spinta a migliorare.
      E invece l'alternativa c'e', e si chiama *BSD
      (ora non ricordo quale incarnazione, forse la
      Free).
      Esistono apparati che lo montano, fanno quanto e
      piu' e meglio (soprattutto meglio) dei
      costosissimi cisco e - essendo a software libero
      (o addirittura free) e avendo degli sviluppatori
      a dir poco paranoici dal punto di vista della
      sicurezza - praticamente blindati.
      Ma tant'e', gli acquisti non li fanno i tecnici e
      dubito che anche tra i tecnici ci sia una
      percentuale significativa che abbia coscienza di
      cio'.
      • Anonimo scrive:
        Re: tutta colpa di cisco

        stiate facendo partire la solita crociata contro cio' che
        è closed...vedi classici attacchi versus microsoft...Figurati, cosa vai a pensare.Certo, io preferiscon router/firewall swPiù flessibili, si sa quello che fanno veramente,girano su hw obsoleto, non costano un'occhiocome i cisco.Non si tratta di crociata, ma di costi e qualità.Ciao
  • carbonio scrive:
    Ehelon dei poveri?
    Con tutti i soldi che spendono per spiarci a noi...Questa potrebbe essere la risposta europea a buon mercato.==================================Modificato dall'autore il 11/05/2005 1.27.49
    • Garson Poole scrive:
      Re: Ehelon dei poveri?
      Intendevi Echelon, vero?Cmq quale risposta europea? I maggiori paesi europei fanno parte della rete di sorveglianza chiamata Echelon e di reti consimili. Si tratta di reti gerarchiche a diversi "livelli di coinvolgimento", in testa Stati Uniti con agenzie quali NSA e militari e poi gli altri paesi alleati a partire da Gran Bretagna, Canada, N.Zelanda ecc...Lettura tuttora molto valida e interessante:"World under Watch.Interception Capabilities in the XXI Century"di Duncan Campbell, 2001-Tradotto pure in italiano come:"Sotto Sorveglianza.Echelon e lo spionaggio elettronico globale"L'edizione italiana è di Elèuthera- Scritto da: carbonio
      Con tutti i soldi che spendono per spiarci a
      noi...
      Questa potrebbe essere la risposta europea a buon
      mercato.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 11/05/2005 1.27.49
      • carbonio scrive:
        re: Echelon
        - Scritto da: Garson Poole
        Intendevi Echelon, vero?
        Cmq quale risposta europea? I maggiori paesi
        europei fanno parte della rete di sorveglianza
        chiamata Echelon e di reti consimili. Si tratta
        di reti gerarchiche a diversi "livelli di
        coinvolgimento", in testa Stati Uniti con agenzie
        quali NSA e militari e poi gli altri paesi
        alleati a partire da Gran Bretagna, Canada,
        N.Zelanda ecc...
        Lettura tuttora molto valida e interessante:
        "World under Watch.
        Interception Capabilities in the XXI Century"
        di Duncan Campbell, 2001-Tradotto pure in
        italiano come:
        "Sotto Sorveglianza.
        Echelon e lo spionaggio elettronico globale"
        L'edizione italiana è di ElèutheraEchelon, si, avevo tentato di correggere il titolo.Mi sembra cmq che ne facciano parte solo i paesi anglosassoni: Usa,UK, Australia, ecc..Gli altri paesi europei subiscono ( soprattutto in campo economico ) questi spioni, ultimamente PI aveva dato notizia di un progetto per la crittografia europea per limitare, almeno in parte, il loro raggio d'azione, forse con una ventina di persone come quella descritta in questo articolo ( sempre che esistano d'avvero ) si potrebbe cominciare a controbilanciare l'enorme divario.Che il mio paese mi spii per la sicurezza nazionale mi da sui nervi, che lo possa fare addirittura un paese straniero senza che nessuno muova un dito mi manda in bestia
        • Garson Poole scrive:
          Re: re: Echelon
          rispondo, anche se in ritardo:non è corretto sostenere che di echelon fanno parte solo paesi anglosassoni. C'è una sorta di " gerarchia della fiducia" per cui i rapporti più stretti sono fra USA e UK e paesi ex-commonwealth, ma esistono parallelelamente "accordi locali" con pressochè tutti i paesi europei, Italia inclusa, accordi in cui a un capo ci sono gli Usa... esistono anche sottoreti collaborative di questo tipo...ah, dimenticavo: Echelon: il nome stesso deriva dalla rete di spionaggio francese, quindi...Per approfondimenti ti rimando al libro già segnalato al post precedente (l'autore è stato ascoltato in qualità di esperto da una apposita commisione istituita dal parlamento europeo quando si cominciò a parlare della cosa: dal che si può dedurre che gli stessi politici sanno poco o niente, nella stragrande maggioranza- Scritto da: carbonio

          - Scritto da: Garson Poole

          Intendevi Echelon, vero?

          Cmq quale risposta europea? I maggiori paesi

          europei fanno parte della rete di sorveglianza

          chiamata Echelon e di reti consimili. Si tratta

          di reti gerarchiche a diversi "livelli di

          coinvolgimento", in testa Stati Uniti con
          agenzie

          quali NSA e militari e poi gli altri paesi

          alleati a partire da Gran Bretagna, Canada,

          N.Zelanda ecc...

          Lettura tuttora molto valida e interessante:

          "World under Watch.

          Interception Capabilities in the XXI Century"

          di Duncan Campbell, 2001-Tradotto pure in

          italiano come:

          "Sotto Sorveglianza.

          Echelon e lo spionaggio elettronico globale"

          L'edizione italiana è di Elèuthera

          Echelon, si, avevo tentato di correggere il
          titolo.

          Mi sembra cmq che ne facciano parte solo i paesi
          anglosassoni: Usa,UK, Australia, ecc..
          Gli altri paesi europei subiscono ( soprattutto
          in campo economico ) questi spioni, ultimamente
          PI aveva dato notizia di un progetto per la
          crittografia europea per limitare, almeno in
          parte, il loro raggio d'azione, forse con una
          ventina di persone come quella descritta in
          questo articolo ( sempre che esistano d'avvero )
          si potrebbe cominciare a controbilanciare
          l'enorme divario.

          Che il mio paese mi spii per la sicurezza
          nazionale mi da sui nervi, che lo possa fare
          addirittura un paese straniero senza che nessuno
          muova un dito mi manda in bestia
  • Anonimo scrive:
    Ora si che mi sento più sicuro ...
    .... gli aggressori avrebbero utilizzato alcune vulnerabilità per piazzare all'interno di network teoricamente molto protetti malware di vario genere, in particolare trojan che per mesi avrebbero fornito loro nomi utente e password di accesso ad account riservati....Della NASA ? Della CISCO ? DEI SISTEMI MILITARI ???Ma che cos'ha il DOD, Windows Xp senza service pack 2 ma per favore ..... vabbè che ci vogliono obbligare a mettere l'antivirus ma adesso esagerano con le c.....zzate !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
      Forse avevano persone come te addette alla sicurezza
      • Anonimo scrive:
        Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
        - Scritto da: Anonimo
        Forse avevano persone come te addette alla
        sicurezzaProbabilmente trattandosi della NASA avranno persone sicuramente più esperte di me .... probabilmente come te ....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
          - Scritto da: Anonimo
          Probabilmente trattandosi della NASA avranno
          persone sicuramente più esperte di me ....
          probabilmente come te ....Ah beh ma tanto è tutto un complotto
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
      sono pienamente d'accordo con te... ovviamente se davvero un sedicenne avesse attaccato la NASA di sicuro non l'avrebbero raccontato in giro :)... P5yc[0]
      • Anonimo scrive:
        Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
        "The messages also claimed an intrusion into seven computers serving NASA's Jet Propulsion Laboratory in Pasadena, Calif. A computer security expert investigating the case confirmed that computers at several NASA sites, including the propulsion laboratory, had been breached. A spokesman said the laboratory did not comment on computer breaches."I messaggi in questione sono stati inviati dall'hacker a un utente di un computer violato. Notare l'ultima frase
        • Anonimo scrive:
          Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
          non so... è proprio la notizia che non mi convince... il fatto è che, se davvero siano stati violati questi laboratori, io non divulgherei la notizia... bho non so che dire... tanto alla fine non sapremo mai la verità
          • Anonimo scrive:
            Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
            I messaggi sono arrivati a un privato quindi è difficile impedire la divulgazione, e soprattutto l'indagine è stata svolta in collaborazione con polizie di diversi stati. Le organizzazioni interessate hanno negato violazioni significative. Il problema comunque è stato provocato da Cisco, a quanto pare, una società privata, e da errori umani.Ma se avessi seguito le ultime missioni della nasa probabilmente avresti solo riduto di gusto a ipotesi di intrighi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ora si che mi sento più sicuro ...

            Ma se avessi seguito le ultime missioni della
            nasa probabilmente avresti solo riduto di gusto a
            ipotesi di intrighi.Riduto per te (geek)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
            - Scritto da: Anonimo
            Riduto per te (geek)Uhm ok...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
            ................................
          • Anonimo scrive:
            Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
            - Scritto da: Anonimo
            probabilmente avresti solo riduto di gusto a
            ipotesi di intrighi.Se è per quello sto ridundo ancora.... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
      - Scritto da: Anonimo

      .... gli aggressori avrebbero utilizzato alcune
      vulnerabilità per piazzare all'interno di network
      teoricamente molto protetti malware di vario
      genere, in particolare trojan che per mesi
      avrebbero fornito loro nomi utente e password di
      accesso ad account riservati....

      Della NASA ? Della CISCO ? DEI SISTEMI MILITARI
      ???
      Ma che cos'ha il DOD, Windows Xp senza service
      pack 2 ma per favore ..... vabbè che ci vogliono
      obbligare a mettere l'antivirus ma adesso
      esagerano con le c.....zzate !
      Mah, non sarei tanto sicuro che non usino XP o comunque software "di massa" sviluppato senza alcun criterio particolarmente vincolante. Avete mai visto le release pubbliche dei simulatori di guida di Pathfinder, scritti in Java, provocare "unhandled exceptions" nella JVM senza tanti complimenti? Erano software lenti, massicci e mal gestiti, altro che`. Oh, si`, certo, erano roba per il grande pubblico, forse? Forse loro si riservano chissa` cosa?Mmh... il fatto e` che possiamo giudicare con cognizione di causa solo quel che e` visibile del loro software, ovvero le release pubbliche. Da quelle, si evince che la qualita` e l'affidabilita` e` piuttosto trascurata. Di quel che di nascosto ci sia, non possiamo dire nulla, ma certo quel che si vede non depone a loro favore.Magari saranno esperti in fabbricazione di minirazzi a idrazina, o di prototipi di motori ad accelerazione di ioni xeno, ma allo stesso tempo lo staff dei programmatori potrebbe anche far pena. Chi puo` dirlo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
        Non disperate,aspettiamo che ci arrivi il PDF con la vera (o quasi) storia completa e censurata.Basta fare copia incolla della parte in neretto in notepad e finalmente sapremo tutto.:-)
        • danieleNA scrive:
          Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
          - Scritto da: Anonimo
          Non disperate,
          aspettiamo che ci arrivi il PDF con la vera (o
          quasi) storia completa e censurata.
          Basta fare copia incolla della parte in neretto
          in notepad e finalmente sapremo tutto.
          :-)rotfl
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora si che mi sento più sicuro ...
      zZlYbJqFf9i5COcMAWc2pSeWa4AZsPFXl4d6oGo0s0rFfWtHpJn5mIu5cXy8AEeSuTsRoLoRqSuXmRgFwZCXuIoUb4l7uIFWfPvXFGAWpSnTdSpTdFkQrp)
  • Anonimo scrive:
    mmm sono scettico
    una riflessione: che motivo avrebbe la NASA di far sapere a tutti che è stata attaccata da un hacker 16enne? Se un impiegato di Banca frega i soldi sul luogo di lavoro si fa di tutto per tenerlo segreto... figuriamoci se parlaimo di segreti militari... quando escono queste notizie sono sempre un po' scettico... P5yc[0]
    • Anonimo scrive:
      Re: mmm sono scettico
      Oh, tutto puo` essere.Pero', allo stesso tempo, che motivo avrebbero di inventarsi una notizia del genere? Che senso avrebbe auto-danneggiare la propria immagine?
      • Anonimo scrive:
        Re: mmm sono scettico
        invidia?mi sa di si visto come firmi(p5ych[0]) aahhhhhhhhh sfigat!
        • Anonimo scrive:
          Re: mmm sono scettico
          nasa = taglio di fondi = datemi i soldi altrimenti non possiamo "proteggere" i nostri lavori.(infatti la colpa principale è stata data a cisco .. magari non hanno offerto un pranzo a qualche dirigente nasa? ;) )chissà ...
        • Anonimo scrive:
          Re: mmm sono scettico
          ma cosa diavolo vuol dire il nick??? esprimi un'opinione piuttosto...
    • Anonimo scrive:
      Re: mmm sono scettico
      I famosi segreti militari della NASA.....certo....
      • Anonimo scrive:
        Re: mmm sono scettico
        Non so perchè sono arrivato fino a questa discussione! Fatto è che ho letto il commento del P5 e tutte le risposte che ha ricevuto... quello chi mi fa ridere è che come al solito c'è gente che non capisce un tubo e che parla tanto per parlare... e non parlo di P5... lui era l'unico che ci aveva visto giusto!! A distanza di tempo la sua riflessione era corretta... per tutti gli altri: riflettete anche voi!
  • Anonimo scrive:
    redazione perchè cracker
    Sembra che l'unico danno che abbia fatto sia stata la cancellazione delle e-mail di una tizia, sarà anche cattivo ma non dovrebbe essere chiamato hacker? Siete tra l'altro gli unici a parlare di cracker, mi sembra.
    • Anonimo scrive:
      Re: redazione perchè cracker
      perche' gli ignoranti confondono cracker e hacker mentre punto informatico e' molto attenta.,...qualsiasi utente abb esperto che danneggia in qualche modo un sistema informatico e' definito cracker.Gli hacker sono invece quelli bravi che cercano di capire e scovare gli errori al fine poi di poter migliorare le cose..Ora hai scoperto perche'.ciauz
      • Anonimo scrive:
        Re: redazione perchè cracker

        perche' gli ignoranti confondono cracker e hacker
        mentre punto informatico e' molto attenta.,...
        qualsiasi utente abb esperto che danneggia in
        qualche modo un sistema informatico e' definito
        cracker.Io ritengo invece poco intelligente chi si dà un tono ostentando futili e patetiche differenziazioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: redazione perchè cracker
          - Scritto da: Anonimo

          perche' gli ignoranti confondono cracker e
          hacker

          mentre punto informatico e' molto attenta.,...

          qualsiasi utente abb esperto che danneggia in

          qualche modo un sistema informatico e' definito

          cracker.

          Io ritengo invece poco intelligente chi si dà un
          tono ostentando futili e patetiche
          differenziazioni.Non sai di che parli. E' offensivo equiparare hacking a cracking. Punto. Chi lo fa in genere non ha idea di cosa si stia parlando.
      • Anonimo scrive:
        Re: redazione perchè cracker
        - Scritto da: Anonimo
        Gli hacker sono invece quelli bravi che cercano
        di capire e scovare gli errori al fine poi di
        poter migliorare le cose..Che ne sai che non cercasse i difetti dell'F-18 per aiutarli a migliorarlo...
  • Anonimo scrive:
    sti 16enni
    :D ne fanno di guai :D
    • Anonimo scrive:
      linare
      - Scritto da: Anonimo
      :D ne fanno di guai :Dalmeno non ha venduto i dati ai servizi della corea del nord .... o forse si ?
      • manta scrive:
        Re: linare
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        :D ne fanno di guai :D
        almeno non ha venduto i dati ai servizi della
        corea del nord .... o forse si ?lo state giustificando??
      • Anonimo scrive:
        Re: linare

        - Scritto da: Anonimo
        almeno non ha venduto i dati ai servizi della
        corea del nord .... o forse si ?Penso che per 24.000 dollari non abbiano guardato tanto in faccia ai compratori, ed è altamente probabile che gruppi terroristici e governi avversi all'America l'abbiano acquistato, perlomeno se non sono completamente stupidi
    • Anonimo scrive:
      Re: sti 16enni
      Sinceramente mi piacerebbe capire come fanno a 16 anni a portare avanti azioni che le persone normali hanno visto solo in film come wargames. Hanno tutta la famiglia alle spalle composta di hacker e super esperti e quindi buon sangue non mente, sono loro dei geni o più semplicemente ogni volta che qualche presunto "esperto" che lavora dentro queste aziende combina qualcosa scarica la colpa sul primo sedicenne che capita (tanto non ci vuole molto, mentre se ne becca uno perchè ha installato netbus sul computer della compagna di classe amante della webcam gli si appioppa pure quasta colpa). Almeno fossero un po' più seri ed aggiustassero il tiro.Sarebbe più credibile un cammello laureato in pieno deserto senza corrente elettrica e collegamento telefonico.
      • Anonimo scrive:
        Re: sti 16enni
        eheheh non dimenticare che dall' articolo sembra che l'anno scorso questo sedicenne era già all' Università!!! era davvero un genio... ehm... oppure una gran caxxata?
      • Anonimo scrive:
        Re: sti 16enni
        Non mi riferisco a questo caso particolare, ma in generale il motivo sta nel fatto che hanno tanto tempo da buttare via a inventarsi biblioteche di username e password con cui sfondare i siti a colpi di... forza bruta.
        • Anonimo scrive:
          Re: sti 16enni
          ma no dai... a tutto voglio far finta di credere... ma alla forza bruta no... no a quella non mi piego... dai è piu' facile pensare che ( io credo cosi' )... che la notizia sia falsa...
Chiudi i commenti